venerdì 13 luglio 2012

Endecadia - 5

(Endecadia - 4)

Stavo sistemando bagagli ed altro, appena tornato: c'erano suoni di danze antiche che mi riportavano all'inizio, ai primi giorni della nostra vancanza. Grazie _zzz per questi giorni di amicizia fraterna.
Dopo dieci giorni non più cena insieme. Uff!
Dieci giorni meglio che mai.

Alla fine ci pensi anche. Perché con gli amici funziona meglio e più semplicemente che con la partner?
C'è la libertà reciproca, non c'è alcuna esclusività, non c'è la possessività dell'eros, tra noi quattro maschi l'affinità di genere è fantastica ed essa è fondamenta robuste per comunanza e fraternità.
Con le femmine è molto più complicato e misterioso.
Forse il prezzo da pagare per l'amore, quando viene.


7 commenti:

  1. E' complicato se lo vuoi far diventare complicato. Altrimenti è liscio come l'olio, e semplice come l'acqua.
    Chiaro che ci possono essere pure gli scazzi, uguale uguale che con gli amici. Se poi invece si fanno le strategie, allora sì, è complicato, macchinoso, costruito, faticoso e finto.
    Ah, togli sto capcha per favore, che tanto gli anonimi non possono commentare ed è una scocciatura inutile.

    RispondiElimina
  2. Con gli amici ci stai un periodo limitato e per puro piacere poi ognuno a casa sua, con una compagna/o è totalmente diverso dai che lo sai anche tu. L'Istat ha censito la durata media di una unione, sarebbero 15 anni.

    RispondiElimina
  3. a dire il vero io con gli amici dopo un'ora mi stufo

    RispondiElimina
  4. x Alahambra:
    Diciamo che non posso non essere condizionato dal contesto-ambiente in cui vivo in cui trimestralmente mi arrivano notizie di coppie che conosco che finiscono la loro storia; anche nell'ambiente tanghero che ora frequento un po' di più siamo quasi tutti liberi e con storie finite alle spalle. Percepisco spesso un senso di "attrito" tra i generi.
    Ieri ero a cena da una coppia di amici che resistono ma con grande difficoltà (hanno perso la libido da un bel po' e con lei già anni fa ebbi un principio di storia, poco più che qualche bacio su un prato, ma già allora...).
    Un amico del gas, in ns agronomo, pastore anarchico _imo, ha mollato la compagna di anni, si è messo con _zia e dopo un paio di anni sono in acque non di tempesta ma neppure pacifiche.
    Vagabonda ha commentato quella notizia... sentivo alla radio ieri che ora le separazioni sono in forte aumento nelle persone oltre i sessanta.
    Il numero di detti popolari e di frizzi sulla "complicatezza" e difficoltà della vita in coppia è elevato.
    Lo zio osserva che è il koan più difficile in assoluto.
    Ma è veramente così liscio? Così semplice?

    I captcha? ma sì, hai ragione' 'na rottura di balle. Semplifichiamo. Li spengo e vediamo come va. Grazie.

    x Vagabonda:
    Già, la dimensione temporale. Ma anche coloro che cercano di trovare un buon equilibrio tra spazi personali e vita di coppia, amanti del fine settimana, convivenze a giorni, etc. hanno lo stesso difficoltà notevoli.
    Ho un paio di persone care (un collega ed un amico) che addirittura hanno rapporti con donne lontate centinaia di km e saltuari (un fine settimana, un giorno ogni tanto) e sento di scazzi e litigate.

    x Francesco:
    Ohibò.
    Questa faccenda dello stufarsi vecolemente non è la prima volta che la scrivi.
    Megli con la partner che con gli amici?

    RispondiElimina
  5. Grazie per i captcha.

    RispondiElimina
  6. Dimenticavo, Alahambra...
    Quando lessi emotivamente pensai: ma che cazz di tono è questo!?
    Ero evidentemente un po' contrariato dalle affermazioni precedenti.
    Avevo pure interpretato male il tono.
    Beh, lasciata andare l'emotività poi il (piccolo) kaizen ha avuto il sopravvento.

    In ogni caso sei un'adorabile romicazzo stimolatrice! :)

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.