lunedì 14 febbraio 2011

Ferretti all'estragone

A parte il nuovo arrangiamento stitico di Unità di produzione, il Ferretti Giovanni Lindo me mi piace sempre di più.
Salmodiami le orecchie e l'anima con le tue parole, con il tuo canto.
Ci sono le cose punke e quelle post-punke. Ma il tempo passa e un artista di anni venti non è un artista di anni cinquantotto di vita; ha suoni per anime diverse dai suoni di un artista _enne.
Sabato sera è stato piacere.

Il tempo che porta su l'eccellenza.


2 commenti:

  1. Francesco07196617 febbraio 2011 00:13

    mi fa cagare con la sua svolta mistica del cazzo

    RispondiElimina
  2. UnUomoInCammino17 febbraio 2011 09:14

    Mi piace molto.

    La sua estetica poco ha a che fare con le sue derive ultraclericali (alla fine, non so quanto ci sia di provocazione e quanto di autentico, in ogni caso sono affari suoi). Ascolto la sua musica, i suoi testi e mi piacciono. Molto.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.