martedì 7 luglio 2009

Alla seconda riga



  • Viviamo in un'epoca in cui il superfluo è la nostra unica necessità
    Oscar Wilde

Ultimamente non trombo un cazzo. Se trombi sei felice e soddisfatto, sei sereno. No trombo, no eros, sono poco tollerante.
Giorno per giorno su questioni etiche, comitati ambientalisti, gomito a gomito con cattocomunisti ultra moralisti (cianno l'orticaria ogni volta che si parla di piacere, Osho, edonismo), decrescitosi cattolici draconiani - alcuni con una baga (panza) così, rimane solo il peccato della gola.
Invece di andare a ballare si va ad spulciare i documenti sull'ennesimo scempio.
Invece di andare in privé si passa a buttar giù osservazioni sui PTCP.
Insomma, ad andare col cattocomunista si impara a moralistare.
No trombo, no eros, sono irritabile.
Da questo punto c'è stato qualcosa di utile: ho demolito il feticcio dell'intangibilità e della "sacralità" dei commenti, il tabù idealista della censura.
Il trollo oriundo brianzolo viene qui, si lamenta, petula. Ora arrivo alla seconda riga, capisco al volo se rimuovere.
Lei è libera, pure io.
La cacca serve a smontare il feticciodellinviolabilitàdeicommentidicacca.
Mo' dovrei pure tornare a un po' di edonismo, altrimenti rischio di frustrare il trollo, oltre che me stesso.

64 commenti:

  1. UnUomoInCammino7 luglio 2009 13:19

    Trollo, i tuoi commenti li usiamo, per ora, a mo' di comunicazia privata, a volte leggo, a volte no, a volte rispondo, a volte no,a volte rimuovo a volte no.

    Sai, così va...

    Quando tornerò a qualche buona chiavata tranquillizzante, magari ciavrai un po' di tolleranza anche per te.

    Lo zio, lo sai anche tu, non è che avesse tutti i torti sul sesso.

    RispondiElimina
  2. UnUomoInCammino7 luglio 2009 14:27

    Trolla, ti è venuta di nuovo la sindrome del commentaggio compulsivo?

    Tutto 'sto rumore per nulla.

    RispondiElimina
  3. > Ultimamente non trombo un cazzo. Se trombi sei felice e soddisfatto, sei sereno. No trombo, no eros, sono poco tollerante



    Ma tu uomo non sei mai stato tollerante. Ricordi quanti post razzisti hai scritto in passato? E quella volta che hai scritto un post dove gioivi per la morte di alcuni poveretti a bordo di un off-shore?

    Eppure allora trombavi felicemente.



    Delle due l'una: o trombare non ti rende più tollerante. Oppure tu non trombi mai

    RispondiElimina
  4. Scritti xenofobi, testina.

    Pagine che riportano un po' di pensieri xenofobi.

    Della razza non me ne fotto nulla.

    Razzisti sono quelli che insultano balotelli per il colore della sua pelle.

    A me che sia nero rosso o verde non me ne fotte nulla.

    A me fotte che i vari produttori zootecnici di prole esteri non vengano a costipare ulteriormente l'italietta, si gestiscano i loro clan a casa loro, come cazzo pare a loro.



    In realtà me mi piace stare in pochi e ad una buona distanza.

    Quindi non è questione di sola immigrazione. E' questione di dinamica demografica.

    Se domani i cattocattolici nostrani i mussomussulmani italiotizzati etc si mettessero a fare 5 figli per famiglia, sarebbe un problema lo

    stesso anche senza migrazioni.



    Comunque, perbenista della casseula, una delle poche leggi decenti che ha fatto questo governo è quella sul reato di clandestinità e di tutte le misure capillari atte ad individuare e ad espellere coloro che sono immigrati senza aver ottenuto permesso.

    Se tu viene qui siamo stipati e mi pesti i piedi e sgomiti etc etc, ti rispedisco a casa tua.

    Magari ci faccio una pagina, trolla.

    Poi quando mi collego di là rimuovo il tuo rumore.

    RispondiElimina
  5. Il governo ha fatto ottime cose nel campo dell'immigrazione.

    Per esempio ha inventato il "reato di clandestinità".

    Ossia il carcere e ammenda da 5000 a 10000 euro per i clandestini.



    Una legge coi fiocchi: in quali carceri metteremo i clandestini? Già scoppiano così.

    E soprattutto dove prende un clandestino i 10000 euro di multa?



    Una legge stupida e fatta per abbagliare gli sciocchi. E guarda caso tu la esalti

    RispondiElimina
  6. Sono brianzolo da 7 generazioni e me ne vanto.



    Come ha detto unuomoincammino nel commento #12, il governo ha fatto una legge sull'immigrazione che tutto il mondo ci invidia:



    1) Reato di clandestinità.

    2) Carcere

    3) multa tra i 5000 e i 10000 euro per i clandestini



    E' evidente a tutti che lo Stato non avrà alcuna difioltà a reperire i fondi necessari per costruire nuove carceri per i clandestini.

    E' ovvio infatti che i soldi li prenderà dalle tasche dei migranti. Come tutti sanno infatti, TUTTI gli immigrati che giungono in Italia hano almeno 5000 euro in tasca. Gli immigrati (specialmente queli del 3 mondo) sono pieni di euro da spendere qui da noi. In realtà sono turisti di lusso che attrversano il mediterraneo per poter visitare La Torre di Pisa, il Colosseo e Gardaland.

    RispondiElimina
  7. UnUomoInCammino7 luglio 2009 15:56

    Trolla, le migrazioni sono state sempre cruente. Prima o poi, a fronte di una crisi sulle risorse si passerà ai progrom, a Ponticelli diffusi, etc.

    Lo so che non è bello, ma è la realtà anche se non è bella e pure se va contro il tuo moralismo e i buoni propositi.



    Per il momento si rende un po' meno conveniente l'ingresso senza permesso. E' un primo passo prima di arrivare a misure più draconiane e violente.

    Non è bene creare dei mistoni come i balcani o la macedonia delle ex repubbliche sovietiche.

    Perché poi, succedono brutte cose, non sono molti carini, tra loro ceceni coi russi, serbi con cossovari, boscniaci croati e serbi, etc.

    RispondiElimina
  8. Secondo noi la legge approvata dal governo è troppo morbida nei confronti degli immigrati e anche dei brianzoli. Rispediamo a casa queste fastidiose minoranze.



    associazione nazionale amici di Himmler

    RispondiElimina
  9. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:05

    Ehehe, trolla, ti vedo un po' inquieta, eh!?







    Himmler era un po' nazi per i miei gusti.

    Guarda, è sufficiente apprendere dai sauditi, cosa fanno con gli immigrati i sauditi o gli emiratirabiuniti con gli immigrati palestinesi, pakistani, bengalesi.

    Perché sta fissazione con i nazi?

    Ci sono molti esempi.

    Prova ad esempio ad immigrare clandestinamente a Cuba.

    Prova prova.

    RispondiElimina
  10. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:08

    Trolla, come vedi non spazzo tutto, qualche cosa lascio. Mi diverto un po'.

    Senti, ma cosa ne diresti di emigrare clandestinamente tu, ad esempio?

    RispondiElimina
  11. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:08

    Dove, aman?

    RispondiElimina
  12. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:10

    Ad esempio te ne vai a Pyongyang o a Gaza City. Sono realtà dove i tuoi rigorosi principi morali sono realizzati concretamente. Giorno per giorno.

    RispondiElimina
  13. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:13

    Non mi piace il clima.

    Poi...

    RispondiElimina
  14. Commento #10 del grandissimo, intelligentissimo unuomoincammino



    > non è bene creare dei istoni come i balcani o la macedonia (...) perchè poi succedono brutte cose [o mamma mia,ma che semplificazione fanciullesca. NdR]



    Vedi aman (o preferisci che ti chiami uomoincammino), tu come al solito fai esempi monchi e poco pertinenti.

    Come sa davvero ogni volta che in un paese ci sono diversi gruppi etnici si debba scatenare la guerra civile. Una cretinata bella e buona.

    Negli Stati Uniti, ci sono molteplici etnie, religioni, culture, eppure non m sembra che si sparino addosso tutti i giorni. Vero unuomorazzista?

    Ma prendi ad esempio che ne so.. la Malesia, o Singapore: Musulmani. Buddisti, Induisti, Cinesi, Indiani, vivono d'amore e d'accordo.

    E' che tu uomo, preferisci ragionare per categorie semplificate per un pubblico semplificato.

    RispondiElimina
  15. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:14

    Poi cosa?

    RispondiElimina
  16. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:15

    Non so se potrei predicare bene, sono tutti integerrimi, nessuno legge Osho, i blog non ci sono.

    Oh, come farei poi quando ho una crisi di intolleranza?

    Non potrei predicare a nessuno.

    RispondiElimina
  17. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:17

    Trolla, perchè non proponi a palestinesi a coreani di creare i teodem? Essi hanno il piddì?

    Guarda che non è una cattiva idea.

    Doni loro il tuo stimolo leggero e continuo, porti la conoscenza sulla democrazia, sulle migrazioni buone e giuste.

    Non sarebbe male.

    RispondiElimina
  18. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:18

    Non hai tutti i torti, aman

    RispondiElimina
  19. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:19

    Grazie trolla, so che sei magnanima e buona, scrivi col cuore in mano, il tuo prossimo e pure aman sono importanti per te.

    RispondiElimina
  20. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:19

    Anzi, avrei un'altra idea, trolla.

    RispondiElimina
  21. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:19

    Dimmi, unuomo

    RispondiElimina
  22. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:23

    Potresti anche sensibilizzare tutti i blogger di gaza city su come scrivere commenti che siano leggeri, ironici quando tu pensi che debbano essere ironici e seriosi quando tu valuti sia meglio siano seriori.

    RispondiElimina
  23. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:23

    Trolla, ritengo che tu sia anche un po' egoista a ...

    RispondiElimina
  24. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:28

    Nooo nooo

    Noooo non la voglio sentire

    Non dire più quella parola

    Nooo

    Non la voglio non la voglio

    Aaaaaaaa noo

    Non la voglio più sentire

    non la voglio più sentireù

    no no no e no

    RispondiElimina
  25. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:28

    Trollo, tutto bene?

    RispondiElimina
  26. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:29

    Mi viene in mente Osho le sue rolls

    Egoista

    Nooooo

    No no

    AMan sei uno stronzo

    Non scrivere più quella parola.

    Noooooooo

    RispondiElimina
  27. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:30

    Scusa trolla, mi rendo conto che è pericoloso per te.

    Mi dispiace.

    Fammi pensare

    RispondiElimina
  28. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:31

    Trolla, ritengo che tu possa essere anche un po' altruista, pensare a...

    RispondiElimina
  29. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:33

    Così va meglio, AMan.

    Se non avessi smesso subito poi ti avrei scritto tutto Ridolini in tema di ungulati, daini e casseula col coriandolo e cous cous.

    Anche un po' di Aven Roshd

    RispondiElimina
  30. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:33

    No trolla, ti prego...

    Cercherò di non urtare la tua sensibilità.

    RispondiElimina
  31. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:34

    essere anche un po' altruista, pensare a sensibilizzare i palestinesi di hamas ad aprire i confini, ad accettare tutti gli ebrei russi, ad esempio, ad accoglierli a Gaza City, per esempio.

    RispondiElimina
  32. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:35

    Non ci avevo pensato, AMan.

    RispondiElimina
  33. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:35

    Trolla, mi sono permesso, scusa.

    RispondiElimina
  34. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:37

    UnUomo, a volte scrivi anche cose che non sono sparate, anche se non c'è ironia nè leggerezza

    RispondiElimina
  35. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:54

    AMan, ci penso.

    Fondare il PD a Gaza City mi attrae.

    Anche l'apertura dei confini e l'accoglienza e la convivenza con un paio di centinania di migliaia di ebrei russi è una buona idea.

    RispondiElimina
  36. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:55

    Grazie trolla, sono felice di averti, per una volta, dato un'idea discreta.

    Non sai quanto piacere mi faccia

    RispondiElimina
  37. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:55

    Ti benedico, man.

    Suor Giovanna

    RispondiElimina
  38. Mi chiedo come sia possibile che qualcuno dica che aman è privo di ironia. Qui sopra ha dato il meglio della sua capacità di intrattenere amabilmente il prossimo.

    Continua così uomo,e fregatene della "Trolla cattocomunista filoislamica e brianzola oriunda".

    RispondiElimina
  39. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:57

    Mah... come suor giovanna?

    Io avevo scritto suor Giovanna così, per scrivere.

    Insomma, un segno di rispetto per la cultura e i valori teodem e anche di sostegno a tale sistema valoriale che tu condividi con noi e che ci ricordi con garbo stile e senza essere mai in alcun modo ingombrante.

    Così, un memo ogni tanto per...

    Un santino.

    Ecco, un santino. Suor Giovanna, santini, la CEI contro il libertinaggio e contro le leggi razziste ... più o meno...

    Eh!?

    Può andare?

    RispondiElimina
  40. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:58

    UnUomo, dimenticavo...



    Come puoi scrivere che si sono daini alci e caribù in appennino?

    Tu gli ungulati li inviti a cena?

    Solo una santa donna come awoman che non esiste potrebbe credere a tali sparate



    Comitato Apostolico per la Teologia della Liberazione da Ungulati

    RispondiElimina
  41. UnUomoInCammino7 luglio 2009 16:58

    Sua Trolla

    Prometto, bacio le dita incrociate

    prometto che non scriverò mai più di ungulati (alci e renne comprese) vicino a casa.

    Non esistono.

    Dopo il tabù della censura ora mi porti luce anche sulla credenza degli ungulati.



    Grazie trolla.

    RispondiElimina
  42. UnUomoInCammino7 luglio 2009 17:08

    > Coraggio. Senti, se ti serve qualcosa, che ne so, il nome di uno specialista (oltre ad ameya) fammi sapere.

    > Oddio uomo, non immaginavo che fossi così fragile.



    Trolla, dai, per una volta che ho fatto l'autotroll, te la prendi?

    E' così fragile chi trolla? Una sola volta, dai, di tanto in tanto...

    Solo di tanto in tanto, trolla.

    Promesso che per un po' non succederà più.

    Il giocattolo rimane tutto per te. Promesso.

    RispondiElimina
  43. UnUomoInCammino7 luglio 2009 17:13

    Hai ragione, in india i mussulmani e gli indù sono secoli che vivono tollerantemente insieme.

    Il fatto che ci sia stato la separazione dell'india occidentale in Pachistan e di quella orientale in Bangladesh con solo due o tre morti per incidenti per carri che non hanno dato la precedenza è dovuta solo alla cattiveria degli inglesi.

    Anche i progrom nel sud-est asiatico contro i ciaini tutta roba inventata da razzisti e xenofobi.



    Trolla, grazie.

    RispondiElimina
  44. UnUomoInCammino7 luglio 2009 17:33

    Trolla, il tuo moralismo perbenista è veramente stupido e cocciuto.

    Nel momento in cui parli di integrazione, ad esempio negli stati uniti, non sai che si regge solo per il fatto che esiste una società estremamente violenta ed aggressiva per cui se appena sgarri ti fanno un mazzo così.

    Terzani osservava che gli afroamericani sono i più derelitti, perché gli immigrati hanno qualche possibilità (uno su cento) di scalare la piramide dei dollarisuccesso, riescono a rendersi quasi schiavi del lavoro per emanciparsi un po', gli afroamericani no, il rate di successo precipita.

    Gli USA vanno avanti proprio perché hanno un sistema di leggi drastiche e estremamente dure che permette di tenere sotto controllo il fermento delle classi afroamericane.



    Guarda. citare l'integrazione USA è un esempio brillantissimo.

    Oh, anche la pacifica convivenza tra indù e mussulmani.

    Trolla, avanti così.

    Campione numero due delle fesserie.

    In fatto di immigrazionetolleranzaporteaperte, mi dispiace, ma vieni dopo gli zootecnici del vaticancro.

    RispondiElimina
  45. Francesco0719668 luglio 2009 10:02

    letto il post mi aspettavo il battibecco col "trollo"....



    detto questo, il suggerimento ovvio è tornare a trombare costi quel che costi.....

    RispondiElimina
  46. UnUomoInCammino8 luglio 2009 17:57

    Avere una buona sessualità rende pacifici, sereni e tolleranti.

    Lo zio cia' ragione da vendere (a volte è semplice questione di osservare la realtà, non servono grandi genialità).



    Il trollo se la prende un po' quando faccio il gioco del trollare multicommento che apprendo da lui. Ciavrà un diritto di esclusiva, forse che ho violato.

    RispondiElimina
  47. avevo lasciato voi due in lite e vi ritrovo in lite

    ecchppallleee

    rimettetevi insieme, così siamo tutti contenti

    uomo in cammino, tu giri in tondo....emmò bbastaaaa

    (kisses)

    (Femmina)

    RispondiElimina
  48. UnUomoInCammino9 luglio 2009 10:43

    Femmina, sul groppone mi si è appiccicata 'sta Pennella balaenopterae diventata bella grossa.

    Quando vieni qui ci sono io e c'è pure lei.

    Mi dispiace.

    RispondiElimina
  49. Commento #46., del grandissimo, saggissimo, intelligentissimo aman:



    > Terzani osservava che gli afroamericani sono i più derelitti, perché gli immigrati hanno qualche possibilità (uno su cento) di scalare la piramide dei dollarisuccesso, riescono a rendersi quasi schiavi del lavoro per emanciparsi un po', gli afroamericani no, il rate di successo precipita.



    Ora uomoincammino, ti renderai conto che la cosa che hai detto qui sopra ha tutti i connotati della bufala bella e buona.

    Intanto: vatti a vedere il libri di Terzani e rifletti in quale epoca sono stati scritti:credo che le sue osservazioni siano un po' datate. Forse le cose che dice andavano bene 20 o 30 anni fa, ora un po' meno.

    E del resto caro il mio uomoincammino, è sotto gli occhi di tutti che l'attuale Presidente degli USA è afroamericano. O la cosa ti è sfuggita uomo? Prova evidente che gli Stati Uniti, con tutti i loro limiti, sono comunque un paese che ha saputo superare il problema delle differenti etnie.



    Vedi uomo quanto sei curioso? La tua tattica di discussione è talmente tanto basata sulle tue citazioni "scientifiche" come quella di Terzani, che hai perso di vista la semplice osservazione della realtà circostante. Affascina inoltre il fatto che di tutti i tuoi capaci lettori, nessuno abbia saputo farti un'osservazione così elementare. Ma che gli farai tu alle donne?



    Averroè

    RispondiElimina
  50. Tra l'altro uomo, come al solito hai svicolato e non hai risposto all'anonimo #14.



    Perchè vedi, io ho citato come esempio di società multietnica gli USA, e tu sei partito per la tangente citando un libro (vecchio) di Terzani con un commento sugli afroamericani. Ma dilla tutta uomo, racconta di quanti Italiani, Polacchi, Russi, Cinesi, Giapponesi, Ungheresi ecc si sono integrati negli Stati Uniti.

    Ma vogliamo parlare di Brasile, Argentina ecc.. ci sono mai state guerre civili su base etnica?



    Nel tuo commento #7 (meraviglioso) dici che le immigrazioni portano alle guerre civili. Una boiata. Non sono le immigrazioni che portano alle guerre, ma la mancanza di rispetto di una Nazionalità che vuole sopraffare le altre. Tu citi i balcani. Ma le guerre balcaniche sono scoppiate quando una etnia (Serbi ma anche Croati) ha preteso di imporre il proprio volere sulle altre. E lo stesso nelle ex repubbliche sovietiche.



    Ora uomo, tu lo sai che non devi convincere me di essere un abile oratore (chè già so che sei un grandissimo spara-verità), ma i tuoi lettori che cominciano a sentire odore di bruciato. Perciò mi raccomando: osservazioni pertinenti, niente citazioni del Terzani-Pensiero di 30 anni fa.



    Averroè

    RispondiElimina
  51. UnUomoInCammino10 luglio 2009 11:51

    Trolla, l'anonimo del #14 sei, tu, piantala di autocitarti, hai un po' di manie di grandezza.



    > 20 o 30 anni fa



    Stupidina, i problema degli afroamericana persistono, considerate che le ampissime e non granché invitanti galere USA sono zeppe di afroamericani, nonostante questi costituiscano una netta minoranza della popolazione.

    Obama... Ora, c'è una persona su decine di milioni che è riuscita ad arrivare ai vertici. E gli altri?

    Ha saputo superare il problema delle differenti etnie...

    Puoi credere così. Il realtà le etnie alla base della piramide sociali stanno cacate anche per la presenza di leggi durissime, gli USA non cianno il buonismo perdonatorio italico. Se vuoi adottare il loro sistema, pigli tutto o nulla. Aspetta che quella società dello spreco abbia una qualche crisi profonda di risorse, arrivi alla depressione, oltre la recessione attuale, poi vediamo.



    Citazioni datate. Ora, tu, trolla, preso dal delirio di onnipotenza, dai del datato a Terzani.

    Ihihih, tieniti pure Fassino, la Binetti e i teodem diossini, io mi tengo Terzani.



    In Brasile ci sono i nativi che subiscono l'espropriazione delle terre da parte di latifondisti di origine europea, disboscano milioni di ettari di foresta, espellono i nativi, ci coltivano soja ogm e bovini per carne da esportazione.

    Stai scrivendo delle stronzate, il falso edulcorato in perfetto stile PD.

    Oggi non ti rimuovo, la quantità industriale di stupidità e mezze verità che scrivi è utile che rimanga, piccola mente scadente.

    RispondiElimina
  52. Hai sollevato un polverone, come sempre. Si parlava di immigrazione e tu hai cominciato a parlare degli afroamericani. Cosa c'entra?



    Ti faccio un breve riassunto, così forse, una volta tanto, non parti per la tangente.



    Tu sopra hai detto che le immigrazioni portano alle guerre civili (commento #7), e porti come esempio i Balcani e le ex Repubbliche sovietiche.

    Io dico che non è vero, e infatti negli Stati Uniti, che sono terra di immigrazione, non si sono MAI verificate guerre su base etnica.



    Tu citi gli afroamericani (con un libro di terzani vecchio di 30 e più anni), ma lo fai fuori luogo.

    Per 2 motivi:



    a) gli afroamericani sono stati deportati negli USA come schiavi, non vi sono immigrati. Loro pagano ancora lo scotto di essere partiti da una condizione sociale sfarovole.

    Quindi con l'immigrazione c'entra poco. Anzi niente.



    b) Gli afroamericani non hanno mai condotto una guerra civile sul suolo americano.



    Come vedi quindi hai fatto una citazione fumosa per portare il discorso dove vuoi tu.

    E poi uomo,la condizione degli afro americani è dovuta al contesto economico e sociale, non razziale. Nessuno si sognerebbe negli USA di precludere la carriera ad un nero per il colore della pelle. Sai che casino con le associazioni dei diritti civili? E comunque la legge USA garnatisce a tutti gli stessi diritti.



    Perchè vedi uomo, le guerre civili non nascono quando diverse etnie convivono su uno stesso territorio, ma solamente quando la una di esse cerca di sopraffare le altre (come per esempio è accaduto nei Balcani).

    Quando invece le Leggi garantiscono a tutti gli stessi diritti, questo non accade. Vero uomo? Leggiti meglio Terzani, non solo quello che ti fa comodo.



    A proposito di Terzani: guarda uomo, io trovo che Terzani sia molto, molto, molto ma molto meglio di quell'imbecille di Osho, e anzi il solo metterli a confronto è offensivo (per Terzani). A me dispiace sinceramente che tu distorca il pensiero di Terzani per portare l'acqua al mulino del tuo razzismo. Però in ogni caso, Terzani ha fatto i suoi viaggi molti anni orsono e il mondo è cambiato nel frattempo e per fortuna. Quindi uomo, se vuoi citare qualcuno (giacchè questo è il tuo "metodo scientifico") fallo con citazioni pertinenti cioè senza partire per la tangente e possibibilmente con documenti attuali.

    Grazie amore.

    RispondiElimina
  53. UnUomoInCammino10 luglio 2009 13:13

    > hai detto che le immigrazioni portano alle guerre civili



    La sociologia sostiene che le migrazioni diventano violente quando si passa una determinata soglia, detta anche soglia di saturazione migratoria.

    La saturazione migratoria è un valore percentuale più alto quando c'è abbondanza di risorse, si abbassa drasticamente quando c'è scarsità di risorse.

    Nel corso della storia le migrazioni sono state SEMPRE fatti cruenti in cui il più forte ho ha respinto i tentativi di immigrazione o ha sottomesso gli indigeni.

    Citi a modello di esempio (altro peggiore connotato servilista del PD, leccaculo dei merikani) gli USA che hanno commesso, di fatto, un genocidio a danno delle popolazioni native residente, che avevano accolto, veramente, in tolleranza e accoglienza, i galeotti bnritannici, la feccia francese ed ispanica che poi li ha decimati e li ha resi derelitti sulla terra madre che li aveva da sempre visti vivere in stabilità ed equilibrio con essa.



    Il sistema di leggi ha un senso fino a che c'è uno stato che le faccia rispettare. Gl USA fanno rispettare le leggi in modo draconiano questo comporta una coesistenza non così violenta tra etnie diverse.

    Ti ricordo che è noto ed arcinoto che in molti quartieri USA, se sei dell'etnia sbagliata, semplicemente non puoi entrare, non mancano, anche nella cinematografia, dozzine di pellicole su questa realtà.

    Quindi, smetti di predicare un'utopica quanto moralista e falsa tolleranzaconvivenza assoluta.

    Non esiste.

    La tolleranza e convivenza è possibile entro certi range di valori e in funzione delle risorse disponibili.

    Smetti di fare suor Giovanna,che di stronzate buoniste sulle migrazioni completamente avulse dalla realtà e da un approccio rigoroso e scientifico; c'è già la CEI e non serve un'altro stupido da aggiungere al coro.

    RispondiElimina
  54. > Ti ricordo che è noto ed arcinoto che in molti quartieri USA, se sei dell'etnia sbagliata, semplicemente non puoi entrare, non mancano, anche nella CINEMATOGRAFIA, dozzine di pellicole su questa realtà.





    Grandioso. Il tuo "metodo scientifico" è passato in pochi mesi da Osho, a Terzani, per approdare alle citazioni Cinematografiche.



    Ti faccio notare uomo, che anche da noi, in Italia, ci sono quartieri dove è meglio non mettere piede, specialmente in alcuni quartierini ameni di Napoli, Palermo o Bari. E il problema non è etnico, ma sociale. Dove c'è povertà ci sono sempre zone "Calde" in cui i forestieri non possono avventurarsi facilmente (e questo indipendentemente dal colora della pelle).



    Ora tu uomo, nel tuo tentativo di avere sempre ragione, dici che gli Europei quando sono immigrati nelle Americhe, hanno sterminato le popolazioni indigene. Ma quella uomo, è stata una conquista più che una immigrazione, quella ha avuto carattere cruento, infatti gli Europei arrivavano coi fucili e gli eserciti.

    E torniamo al discorso di prima: le guerre scoppiano quando una etnia vuole sopraffare l'altra, non quando c'è coesistenza.

    Del resto, forse che gli immigrati arrivano in Italia con i fucili, o con eserciti organizzati? No. Quindi non c'è un pericolo seppure remoto di guerra civile da noi.

    Perciò il tuo esempio del colonialismo nelle Americhe (perchè di quello si trattava: colonialismo, non immigrazione) è fuoriluogo.



    E siamo già a due tuoi concetti che sono fuori luogo: prima gli afroamericani e poi il colonialismo. Non riesci a dimostrare che le immigrazioni portino alle guerre civili.



    Allora uomo? Stiamo aspettando un esempio lampante del fatto che le immigrazioni portino alle guerre civili.

    Lesto, chè vorremmo essere edotti prima di andare a pranzo.

    RispondiElimina
  55. Il Kosovo è un esempio in cui l'andamento demografico ha portato alla guerra e una minoranza, entrata in un luogo non intensamente popolato, è cresciuta fino ad arrivare ad una situazione di crisi estremamente grave.



    Il problema è etrnico E sociale.

    Il grosso della popolazione non ha strumenti, non ha alcuna capacità di mediazione sociale e culturale.

    E' questo che non capisci, moralista. Prima realizzi la persona migliore e poi forse sarà possibile gestire meno peggio le migrazioni.

    Ora, prendi pure 60 pie persone, colte, tolleranti, mettile su un bus.

    Poi aggiungi altre 100 persone, ferma il bus, lascialo chiuso e vedi cosa succede.

    Considera cosa succede se le persone vengono da lontano, parlano un'altra lingua. In questo caso puoi anche ridurre del 50% l'esperimento.

    E' estremamente stupido essere cos'ì prpoteviamente buonisti, moralisti, negare che i comportamenti sociali di massa e i disastri che masse collidenti e concorrenti possono generare.



    Tu sei un credente, sei uno sciocco invasato di buonismo e di moralismo utopico. Non c'è assolutamente nullo da dimostrare, neghi anche le evidenze storiche.



    Napoli, già il tumore demografico, l'apoteosi della insostenibilità sociale, economica ed ecologica.

    Il non plus ultra del peggio.

    Camorra, ponticelli, etc.

    Grazie per il tuo metodo scientifico e le tue citazioni.



    RispondiElimina
  56. UnUomoInCammino10 luglio 2009 13:50

    Trolla, ora metto la moderazia, ho anche altro da fare oltre che rimuovere le tue sciocchezze.

    Hai la libertà di scrivere, così potrai perdere tempo con le tue stupidità moraliste, poi provvederò ad eliminarle.

    Forse lascerò le stupidità più eclatanti, come esempi del peggio.

    RispondiElimina
  57. > Non c'è assolutamente nulla da dimostrare, neghi anche le evidenze storiche.



    Ah, IO, nego le evidenze storiche?

    Ma sei tu che hai fatto due considerazioni (afroamericani e colonialismo) che poco e niente c'entrano con le immigrazioni. Oltre a Osho e Terzani leggi anche qualcosaltro, magari eviti citazioni non pertinenti.





    Vediamo: ora citi il Kosovo:



    > Il Kosovo è un esempio in cui l'andamento demografico ha portato alla guerra e una minoranza, entrata in un luogo non intensamente popolato, è cresciuta fino ad arrivare ad una situazione di crisi estremamente grave.



    Ma cosa c'entra? La guerra in Kosovo è scoppiata quando i Kosovari hanno chiesto l'indipendenza da Belgrado e le è stata negata. Non solo, ma i Serbi hanno invaso il Kosovo partendo dalla Ex Jugoslavia.

    Come vedi uomo, le guerre civili non scoppiano per effetto delle migrazioni, ma quando una delle due etnie decide di mettere mano al fucile.



    Ti faccio io un paio di esempi:



    Cecoslovacchia: si è separata in Rep Ceca e Slovacchia nel 1992. Separazione d'amore e d'accordo, consensuale, eppure i due popoli erano molto mescolati. Come vedi quindi non è vero che due etnie debbano per forza spararsi addosso.



    Ungheria: ci sono minoranze Rumene, Serbe, ci sono Ortodossi, Cattolici, Serbi. C'è mai stata una Guerra Civile su base Etnica in Ungheria? No.



    Svezia: minoranza finnica. Forse che tu hai assistito a bande di compassatissimi svedesi che cercavano di eliminare i miti finnici a colpi di Scaffalature Ikea? Forse che tu hai visto pericolosi nazionalisti Finnici scagliare Renne contro l'esercito svedese? No.



    Ora, uomo, possiamo andare avanti all'infinito: io citandoti esempi pertineti, e tu cercando di difenderti alla meno peggio. Ma quello che mi chiedo davvero è: perchè è così importante quello che ti dice la trolla (e che pensano molti tuoi lettori) piuttosto che occuparti di tutti quei milioni di lettori che su questo diario e sull'altro aspettano solamente che tu elargisca loro una perla di saggezza?

    RispondiElimina
  58. UnUomoInCammino10 luglio 2009 17:51

    > Ma cosa c'entra? La guerra in Kosovo è scoppiata quando i Kosovari hanno chiesto l'indipendenza da Belgrado

    > e le è stata negata. Non solo, ma i Serbi hanno invaso il Kosovo partendo dalla Ex Jugoslavia.



    Hai una visione "originale" della guerra in Kosovo e delle sue cause.

    Se ti vai a leggere, ad esempio, la storia del Cossovo, sono secoli di guerre, di conflitti tra popolazioni slave, e illiro-schipetare. Alla faccia della convivenza, si quella all'acqua di rosina da telenovela che ciai in codesta zucca tu.



    In tempi recente il figliamento conigliesco dei cossovari albanesi ha completamente ribaltato l'equilibrio etnico e riaperto quel fottuto puttanajo etnico.



    La separazione ra Cechia e Slovacchia è stata una delle migliori, in effetti. Ma cosa vuol dire? si rende regola?

    Fino a che l'Alto Adige verrà rimpinzato dallo stato italiano, come una oca da ingrasso, i sudtirolesi staranno buonini come ora. Prova a levare i denari, a equiparare l'Alto Adige con le altre regioni, a partire dalle risorse, e poi vedi Eva Klotz e amichetti come si divertono con il tritolo (nonzo se ti ricordi il 1966, ad esempio).



    Vogliamo parlare delle minoranze russe nei paesi lettoni e dei tentativi di epurazione dopo anni di soprusi?

    Te che ti piace Terzani, leggiti cosa racconta Tiziano del dividi et impera che i russovietici hanno imposto in asia centrale e della orribile macedonia di confini, enclavi etc. che ciò ha creato e degli odi e della violenza che ha creato. Rileggiti Buonanotte signor lenin.



    L'Ungheria... parliamo della minoranza magiara in Romania,ad esempio. E' una bomba pronta ad esplodere, sono decenni che crea tensioni tra Ungheria e Romania, apparentemente sopite dall'internazionalismo di lana caprina imposta dal patto di Varsavia.





    Ma zio cane marcio, testina, sperimentalo in casa tua, invece di predicare a vanvera e fare il tolleranteaperto della diariosfera.

    Pigliati nel tuo appartamento una dozzina di rumeni tunisini, albanesi, curdi, pachistani, favorisci il ricongiugimento e relativi "riproduzionamenti" e poi facci sapere come è diventata la vivibilità del tuo luogo.



    E' così estremamente disgustoso il moralismo buonista che nega la realtà, l'apologia dell'uomo nobile migliore dagli alti ideali, quasi etereo , non fisico, più o meno la stessa merda che sostiene tutte le dittature "moralizzatrici", amiche del bene e nemiche del male.



    Sei un teorico mediocre, in quanto a pratica sei nullo.

    Prova l'apertolleranza a casa tua, nel tuo ufficio, ma veramente, senza limiti etc. metti insieme nella realtà la tua teoria misto CEI-sinistrutopica e poi ci fai sapere.

    Ma che razza di stupidità moraliste e buoniste.

    RispondiElimina
  59. > sei un teorico mediocre, in quanto a pratica sei nullo.



    Grazie uomo, detto da te suona quanto mai ironico.



    Ti informo inoltre che non sei riuscito a dimostrare che le immigrazioni portino alle guerre civili.

    Nel kossovo c'è solo uno stratificarsi di regni, imperi, principati che con successive guerre hanno portato ad un accumularsi di rancori atavici.

    Ma in kossovo non ci sono mai state migrazioni pacifiche. Tu continui a confondere colonialismo e guerre di conquista con le migrazioni.

    Quando i popoli si muovono pacificamente non ci sono guerre civili. Se fosse come dici tu allora tutti i paesi di forte migrazione sarebbero già con le barricate per le strade. Gli USA hanno conosciuto 2 secoli e più di ininterrotti di arrivi da Europa ed Asia, eppure mai un cinese che abbia alzato la voce, mai un Polacco o un Irlandese che abbia deciso di marciare su Washington.



    Tu citi la minoranza Rumena in Ungheria e dici che è una polveriera pronta a saltare in aria. E che ciò che l'ha tenuta a freno finora è il Patto di varsavia. Ah sì? Ma il patto di Varsavia è morto da vent'anni esatti Uomo. Era il 1989. Dov'è questa polveriera di cui parli? Ha una miccia lunghissima.



    Restando all'Ungheria:

    a circa 20 km da Budapest c'è una regione a forte maggioranza serba: due secoli di pacifica convivenza.



    E ancora. Tu parli delle repubbliche baltiche, e delle minoranze Russe. Ma neanche lì si può parlare di migrazioni pacifiche: i Sovietici hanno invaso quei territori con la forza, e ora i Baltici guardano con odio ai loro vecchi oppressori.



    Come vedi uomo, non sono le migrazioni che fanno sì che si scatenino le guerre civili. Ma i soprusi che una comunità conduce sulle altre.



    PS: ora uomo, capisco che ti venga difficile gestire gli anonimi, ma accusarli di non sapere argomentare riguardo al razzismo, quando sei tu che continui a citare esempi poco attinenti mi sembra eccessivo anche da parte tua.

    RispondiElimina
  60. UnUomoInCammino12 luglio 2009 10:55

    > Io ho la fissazione del razzismo? Ma guarda uomo, a giudicare dal tono dei tuoi post,

    > e da quanto tu ti scaldi a dimostrare le tue teorie (razziste) mi sembra che il problema ce l'abbia solo tu.





    Trolla, la stupidita' la trovo irritante, se e' pervicace e continuata peggio.

    Tu fai dipendere razzismo e xenofobia dalla "razza" (continui a usare scioccamente questa parola che ha tutt'altro significato, io sono misantropo e quindi xenofobo, trolla, non razzista, tu sei razzista o antirazzista che e' il duale ovvero la stessa cosa).

    La xenofobia, le tensioni superate la saturazione migratoria sono universali e non dipendono da questo popolo che e' buono o da quell'altro che e'cattivo e da 'ste stupiderie moraliste di terza categoria scadenti dei quali ti riempi la bocca.

    I maghrebini che piagnucolano degli italiani brutti e cattivi, nei loro paesi d'origine, sono "razzisti" con i neri dell'africa centrale o meridionale.



    Ho un problema, che mi danno ai nervi i moralismi, i tentativi di asserire una societa' nobile, migliore e altre farloccate del genere che negano la realta'. Infatti, tu hjai questa fissazione del(l'anti) razzismo e ciai pure quella contro la sessualita non canonica, la monogamia, si e no', il prive' che non e' radical chic e cia la travestazza e il pasenazzo, non avete fatto questo ma quello (non parlo qui di cose fuori luogo. c'e' il luogo dedicato)

    Dai l'esempio, smantella i CPT, prendili a casa tua e poi ne riaprliamo, padre Pio Trollo.

    Il resto sono seghe mentali da intellettuali da segatura politicamente corretta.

    RispondiElimina
  61. Uomo, ma se continui a cancellare i commenti che contestano il Tuo Pensiero allora tanto vale chiudere ai commenti.

    Nella mia risposta non c'era niente di offensivo o fuori luogo, e tu l'hai censurato. Allora se il tuo scopo non è discutere ma avere comunque l'ultima parola, metti un disclaimer.



    RispondiElimina
  62. UnUomoInCammino12 luglio 2009 12:49

    Trolla, il discleché?? Questa pagina è quella_roba_lì.

    La rimozione di rumore non ti garba? Cambia aria.

    Non sono interessato ai tuoi commenti e a spendere altro tempo per alimentare il tuo baccano antagonista e perbenista.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.