sabato 30 agosto 2014

Come isole sconosciute



A volte vago in questo mondo del tango, milonga come isole sconosciute, floride, nelle quali affogarmi in paradisi di amori tre minuti.


Ero in treno da Bologna a Ferrara ieri sera, mi aspettava la milonga in piazza in occasione del  festival degli artisti di strada (Buskers Festival) e... - ogni tanto capita, no!? - di osservarsi. Uno dei pensieri scambiati con _ela anima di seta.
Amo viaggiare in treno (anche) perché ti concede tempo per te. L'introspezione, osservare un po' la vita che scorre come il paesaggio a strisce indietro nel finestrino.

5 commenti:

  1. Io invece odio il treno perché è sporco e puzza.

    RispondiElimina
  2. Ahhaah
    Ieri ho ripreso una signora "fine" che aveva i suoi piedi belli cafonati sui sedili. Praticamente 1 volta su 2 in treno (in orario extra pendolare, ovvero quando le carrozze sono meno affollate e il_bobbolo puo' sfogare la proprie peggiori caratteristiche) ho da intervenire e a volte poi la discussione diciamo... si intensifica.
    In effetti la pulizia non frequente e fatta malissimo e gli utenti lerci, cafoni non aiutano.

    Il bilancio pero' e' complessivo e per me, oltremodo superiore a quella del trasporto auto (diciamo almeno citta' su citta', no se devo muovermi tra i monti, in Maremma, in posti a bassa densita' antropica).

    RispondiElimina
  3. Sto rispondendo a commenti da prima delle 20.
    Ne avevo lasciati molti e forse alcuni non hanno ancora avuto risposta.
    Chiedo scusa.

    Buona sera a tutti.

    RispondiElimina
  4. Con i mezzi pubblici ho un rapporto di odio amore.
    Odio per la scarsa pulizia, per i tempi estenuanti, per il rischio che corre continuamente la mia borsa (leggi metro).

    Amore perché da pendolare a oltranza ho fatto chiacchiere, conosciuto gente, ripassato freneticamente prima di un esame o semplicemente pensato agli affari miei guardando fuori dal finestrino. E avere un'ora e mezza, quasi tutti i giorni, per meditare in tranquillità è una cosa che ho imparato ad apprezzare.

    RispondiElimina
  5. Da sempre sono stato un grande utilizzatore di treni.
    E negli ultimi 10/15 anni ho visto una regressione bestiale nei servizi, lo smantellamento della rete, la chiusura di linee e scali e, contempora una crescita incontenibile della rete stradale, del TAV.
    Stasera ho bestemmiato in cinque linee, il fine settimana prossimo devo andare a Merano per due giorni di tango e ... 40 anni che i collegamenti tra VR e BO hanno dei buchi mostruosi e ... continuano ad avere dei buchi mostruosi, prezzi praticamente triplicato o quadruplicati.
    Prima c'era la scusa che la linea era a binario unico, ora ci hanno messo su una paccata di milionate, e' a binario doppio e... hanno tolto un tot di treni o non li hanno messi.
    Ancora, paccate di soldi nell'ediliza ma non nel sistema ferroviario.
    Ero e sono furioso. Ma ti pare che uno deve aspettare quasi 1h 50' a Verona Porta Nuova a sfrantumarsi i koglioni!?
    Non siamo mica sulla Brembate - Lecco no!? Sull'asse ferroviario D - I, no!?
    Questi vogliono tenere lontana la gente dai treni e ce la fanno benissimo. Solo dei masochisti possono accettare un decadimento del servizio cosi' con dei costi aumentati cosi'
    .
    Una delle migliaia di regressioni terribili di questo paese.
    Ecco, poi ti rendi conto che poi conosci gente, studi, lavori, iniziano amori, guardi dal finestrino.
    Per questo continuo ad amare i treni, nonostante facciano di tutto per farmi desistere.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.