martedì 2 dicembre 2014

Forse così normale

Mi accorgo spesso come quasi tutti siamo lontani dal qui e ora, dall'osservazione attenta della realtà. Non è affatto banale il vivere il qui e ora e intere culture e correnti di pensiero hanno perseguito questo obiettivo.
Insomma, ieri ho messo un titolo incomprensibile ad una pagina. Nessuno mi ha chiesto cosa diavolo volesse dire, cosa c'entrasse con il contenuto. Strano, no!?
No, forse non così strano, forse è solo così normale.

13 commenti:

  1. Uo', ma non fai altro che esprimerti in una lingua tutta tua, fatta di sigle e di parole inventate, etc.etc.
    È logico che ad un certo punto l'ennesima sigla o l'ennesima stranezza può anche passare inosservata.
    Stacce.

    RispondiElimina
  2. A me capita di leggere post dal furbofono (vedi, come crei lessici alternativi e non consueti?), magari in una sala d'aspetto. Confesso che a volte salto i titoli.
    Ora, siamo ancora in tempo a chiedere che significa IVDA?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arriverà la spiegazione.
      In ogni caso è buffo.
      Mi ricordo di quel video di una ragazza newyorchese che, bella come mamma l'aveva fatta, si era fatta dipingere dei jeans sulla pelle e se ne era andata in giro per le strade della grande mela e nessuno, nessuno se ne era accorto! :)

      Elimina
  3. non era Inciviltà, Vandali, Democrazia Anarchia?
    vistoil senso del post?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace la tua interpretazione creativa.
      :)

      Elimina
  4. "attenzione selettiva": selezioniamo ciò su cui focalizzare, appunto, l'attenzione; il resto lo scartiamo. Fa riflettere questo tuo post. E non in positivo. : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se pensavo al non essere qui e ora... ci sono altri aspetti della psicologia.
      Ad esempio il timore di chiedere,a volte timidezza, a volte timore di dimostrare che non si sa, che si ignora.
      E invece ammettere di ignorare dà forza e permette di imparare.

      Elimina
    2. Credevo di essere la regina dei contorcimenti mentali tendenti allo sfruttamento intensivo del cervello e sfocianti nel logorroico, ma mi devo inchinare ad un nuovo sovrano. (io sono retrocessa a duchessa) :D

      Elimina
    3. Diciamo che possamo cogliere alcune sfumature.
      La capacità di osservazione fine e di ragionamento fine su dati fini è una dote, direi. Purché sia tu ad esserne padrona e non essa ad impadronirsi di te.

      Elimina
  5. ma a che minchia serve un titolo ?

    ti sei chiesto perchè io uso il "cinque argomenti" nei miei post ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa serve un titolo? l'oggetto?

      Da quale punto di vista lo valutiamo?
      pratico?
      capacità di attrarre?
      buffo?
      creatività?
      ...

      Dipende.

      Elimina
    2. Ecco... cosa scrivevo qua sopra? eheheheh
      (e tu, francesco, eccheccazzo, sii meno volgare nell'esprimerti) :D

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.