sabato 15 aprile 2017

Demenza generativa

Eravamo rimasti in due, ieri, in ufficio. Così un collega si è avvicinato e dopo un paio di domande sul progetto interessante al quale io con altri stiamo lavorando, si è lasciato andare e si è sfogato constatando che "all'azienda non fotte più un cazzo della qualità, solo tempi e aumento dei margini". C'è reciproca simpatia e questo, col fatto di essere rimasti soli, gli ha permesso di rompere il ghiaccio e lasciarsi andare.
Avevo fatto alcune ore di lavoro in più, gratuitamente, per finire bene quello che stavo facendo, tutti erano già usciti. Devo dire con gradevolezza, per me fare bene le cose è un piacere in sé. Così lo ho ascoltato, in silenzio. Cosa avrei potuto dirgli? Solo poche parole, alla fine, uscendo dal mio cinismo/realismo/presa di  coscienza della realtà: gli ho fatto presente che è un problema generale e che il nostro settore non né è affatto esente. E perché mai dovrebbe esserlo, visto che partecipa attivamente alla liquefazione e lo fa da tempo?

Come scrivevo  l'artificializzazione sempre più spinta sta portando alla demenza settori sempre più ampi della popolazione e l'urbanismo è causa e vettore primo di questa patologia.
Oggi ascoltavo uno dei bollettini dei GR di propaganda Rai altrimenti noti come radiogiornali nei quali un lettore di postverità leggeva che  "l'atteggiamento aggressivo della Corea del Nord...".
Lo Stato Canaglia ha ripreso ad aggredire ovunque, ora andrà ad attaccare la Corea del Nord e questa rotellina del sistema, per portare a casa lo stipendio, rigurgita il premasticato leggendolo alle masse.  "L'aggressività della Corea del Nord"!?!? Forse lo stato Lo stato più autarchico e chiuso in sé stesso che esiste, meno liquefatto, probabilmente proprio per questo il capro da lapidare. Sostanzialmente è un'inversione tra vittima (Corea) e carnefice (SUA). Una sola delle centinaia, migliaia di inversioni propinate, catechizzate come verità.
Qui vicino convegni apologetici  sull'opportunità, delle occasioni di crescita economica, di  "multiculturalismo" (?) di ciò che è una guerra, uno tsunami migratorio e, problema nel problema, dell'islamizzazione che procede esponenzialmente.
Folli vegani che delirano con una sicumera difficile da trovare in invasati di altri oppi.
Due anni di siccità e la mattina ascolto qualche imbecille di 3D Meteo che parla di "bel tempo sereno e gradevole".
La crescita, il diritto a ordinare e fabbricare un bambino, i termovalorizzatori, l'uguaglianza, ...

Quotidianamente leggo, osservo e ascolto cose prive di senso, problemi e peggioramenti, regressioni gravi  da far rizzare in testa i capelli presentti come fantastiche opportunità.
Un generale e spaventoso impazzimento generale che assume il progredire verso il peggio e farlo sempre più velocemente come obiettivo in sé (*).
Vendere problemi, presentarli come incredibili occasioni, stravolgere il senso delle cose.
Demenza degenerativa primaria.
Anche le culture entrano in senescenza.

28 commenti:

  1. Morto il fondatore dell'azienda, si perse, con lui, l'idea di un prodotto/servizio di valore per sostituirla con i risultati di questo (la redditività) oppure con un altro feticcio (la velocizzazione dei tempi, la liquefazione, appunto).
    Persone che conosco in ambiti extra professionali e stimo, so che il problema di ciò che facciamo NON sono i tempi ma la qualità bassa, i problemi venduti ai clienti con i nostri sistemi, appunto, come, inaspettatamente, mi aveva detto, sfogandosi, il collega, mentre lo ascoltavo in silenzio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I sorci, dopo avere finito il formaggio e la crosta, stanno rosicchiando la credenza, disperati.
      E' la parabola naturale del Capitalismo : trovare sempre margini di guadagno, e laddove non ce ne sono più, inventarseli criminosamente.
      Crescita, apogeo, declino, crisi e chaos : stiamo entrando nella fase calda del chaos.

      Sarà bello.

      :)

      ===

      Elimina
  2. A proposito della "artificializzazione".
    Per me il problema non è lo "artificiale" in se stesso ma la distanza sempre maggiore tra lo strumento e chi lo adopera. Non è un problema se per contare usi un pallottoliere o una calcolatrice elettronica, il problema è che sei una gallina.

    Io ogni tanto ascolto Radio24 che ha un paio di "rubriche" sulla "innovazione". E' incredibile il livello di banalizzazione e incompetenza con cui quelle trasmissioni affrontano l'argomento, siamo a livello della proverbiale parrucchiera che mastica la cingomma.

    E' una specie di medioevo indotto di proposito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando poi sulla stessa Radio24 senti le pubblicità mirate ai professionisti e dirigenti d'azienda, ti rendi conto del livello incredibilmente volgare sia di chi concepisce la pubblicità (diciamo "il racconto") che di chi la ascolta (altrimenti nessuno la acquisterebbe).

      Un esempio agghiacciante era il tour renziano per promuovere la inziativa governativa per la "Industria 4.0".

      Ancora, pensare quale "ambiente culturale" può produrre un documento del genere, a chi si rivolge, chi verrà poi chiamato a partecipare alla mensa, come e perché.

      Non di "artificiale" si tratta, che un'ascia di ferro è artificiale come un "robot collaborativo e interconnesso".

      Elimina
  3. Quindi i programni futuri ti porteranno a fondare una scuola di tango a Pyongyang? Occhio che verresti arrestato e condannato a morte probabilmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, basta che la scuola di Kim-U-Coso sia frequentata dagli aristocratici del regime. Come negli emirati dove si ubriacano, vanno a mignotte e mangiano il porco nelle segrete stanze e in pubblico sono devoti.

      Elimina
    2. Alla faccia dell'autarchia

      Elimina
    3. UCoso ne dice tante.

      Ricordo al lettore che la leggenda narra come Catone, nell'affermare la necessità di radere al suolo Cartagine, mostrasse al Senato romano un cesto di fichi importati da laggiù, a sottolineare la rivalità.

      Catone parlava ai Senatori, che potevano comprare fichi importati da Cartagine (che in termini equivalenti è come importare la aragoste dal Cile con il Concorde). Non parlava alla plebe romana che viveva di pane e noci.

      Elimina
    4. Sempre lo scollamento dei vertici dalla realtà.
      Scollamento oppure interessi antitetici a quello del resto della piramide sociale.

      Elimina
    5. Io non vedo nessuno scollamento. E' tutto come deve essere.

      Elimina
  4. A proposito dei bombardamenti.
    Gli USA hanno magazzini sparsi per il mondo dove conservano il munizionamento. Le navi sono magazzini naviganti. Ci si stupisce che spendano 100 milioni in missili per demolire un posto sperduto nel nulla. In realtà siccome i missili hanno una scadenza, una volta comprati e messi in magazzino, costa meno tirarli addosso a qualcuno che smaltirli quando scadono. Inoltre, il rinnovo delle scorte consente di fare nuovi contratti che fanno tutti felici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi, come fanno con le testate nucleari da smaltire, all'atto pratico? Le tirano sugli atolli nel pacifico?

      Elimina
    2. Le esplosioni atomiche nell'atmosfera sono state proibite da qualche accordo internazionale qualche decennio fa. Adesso si fanno sottoterra.

      Il termine "testata" indica l'aggeggio posto in cima ad un missile che si può montare al posto di un altro aggeggio. Ergo, in quel caso le "testate" vengono gestite in maniera indipendente dal missile che le dovrebbe portare, idem per le bombe degli aerei o i proiettili d'artiglieria.

      La tua domanda comunque è retorica, visto che non risulta l'impiego di armi atomiche e che si testano quelle nuove, non quelle da smaltire. Quindi evidentemente quando invecchiano le smontano e presumibilmente riciclano il plutonio o altro materiale radioattivo e il contenitore, i macchinari, ecc, viene tutto seppellito in qualche discarica.

      Ma la ragione per cui non si adoperano le armi atomiche è banale, la stessa delle armi chimiche e biologiche: il territorio colpito diventa inutilizzabile, sono armi poco pratiche a fini pratici. Alla fine la guerra è sempre questione di calcare la terra con i piedi, da cui "boots on the ground".

      A titolo di curiosità: questa non sembra una bella pensata, eppure...

      Elimina
  5. Voglio deliziarti con questa non-notizia...

    Ieri o ieri l'altro, mentre ero affaccendato con le stoviglie, ascoltavo distrattamente un TG, non ricordo su quale canale. Ebbene, a un certo punto (in un servizio registrato) hanno sparato un'enormità che mi ha lasciato allibito per la faccia tosta dimostrata. L'enormità, alla lettera, parlava del "fatto" che la Corea del Nord minacciava di usare quelle armi nucleari che fino ad ora non sono mai state usate in guerra (sì, con tanto di modo verbale indicativo, ad esprimere una volta tanto assoluta certezza). Già. Chiedere ai Giapponesi.

    Non credo a un lapsus, perché si trattava di un servizio registrato, e quelli passano un'infinità di mani prima d'essere trasmessi. Inoltre vengono ripresi pari pari su più canali.

    Facce di merda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me c'è una buona possibilità che chi parlava non sapesse che armi nucleari sono state usate due volte.

      Elimina
    2. I “giornalisti” lavorano come cattivi ( ignoranti e in malafede ) blogger.

      ===

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. > Secondo me c'è una buona possibilità che chi parlava non sapesse che armi nucleari sono state usate due volte.

      Purtroppo potrebbe esserci un fondamento: chi è nato di recente, diciamo dagli anni settanta in poi, non ha memoria viva di Nagasaki e Hiroshima.
      L'uso di bombe nucleari (fino a questo momento solo da parte dello Stato Canaglia) è una nozione tra le tante: non la si sa o la si è dimenticata.
      L'oblio è una delle cause di crisi delle culture.

      Elimina
    5. Ancora, non si tratta di oblio, si tratta di lavaggio del cervello.

      Elimina
    6. No, l'ignoranza non è credibile. Hai (avete) idea di quante mani passa un servizio registrato prima di finire in onda? Tutti ignoranti? Tutti sbarbatelli nati dal 2000 in poi? Oh, già...

      Una cosa che non viene sottolineata mai abbastanza quelle rare volte che si ricordano le due bombe: le bombe furono sganciate ad alcuni giorni di distanza l'una dall'altra e dopo svariati test, quindi chi si appella alla mancanza di conoscenza degli effetti è in mala fede. Significativo anche il fatto che si trattasse di due bombe di tipo diverso, il che fa pensare (come i fatti hanno poi dimostrato, pur se mascherandoli come "assistenza alle popolazioni civili") che si volesse verificare l'effetto a lungo termine sulle persone in vista di usi futuri. Per la serie "impara l'arte e mettila da parte".

      Stati canaglia... considerando che le scelte degli Stati sono in realtà le scelte di ristrettissime èlite dirigenziali e che le dirigenze sono costituite esclusivamente da canaglie, esistono Stati non canaglia?

      Elimina
    7. Passerà per svariate mani, tutte persone che sono li per eseguire delle direttive e perché sono amici/parenti di Tizio o Caio, non certo perché è gente che la sa lunga.

      Come sapranno tutti ormai, io sono il primo a sostenere che c'è un Piano e una struttura inimmaginabile per metterlo in pratica.

      Eppure, ho avuto modo di toccare con mano il fatto che spesso ci immaginiamo chissà quali genii nelle "direzioni" e invece sono spesso e volentieri casi umani.

      Ecco un celebre esempio.
      Il direttore (fu) generale di Telecom Italia Luca Luciani.
      Per chi non lo sa, a Waterloo Napoleone fu sconfitto definitivamente.

      Elimina
    8. A proposito delle due bombe atomiche sul Giappone, non è quella la notiziona ma il fatto che i cosiddetti "crimini di guerra" erano LA PRASSI nelle strategie degli Alleati.

      Per farla breve, dopo la Prima Guerra Mondiale gli anglo-americani teorizzarono la necessità di infierire sulla popolazione della Nazione avversaria, sia per minare le capacità produttive e logistiche del Nemico, sia per fiaccarne il morale. A questo fine furono realizzate e impiegate tutte le "armi di distruzione di massa" allora concepibili, di cui le bombe atomiche furono solo l'ultima incarnazione.

      Furono sperimentate anche le armi biologiche ma si concluse che con la tecnologia di allora era impossibile impiegarle efficacemente senza che tornassero indietro come un boomerang.

      Poi su tutto questo scese il velo della Storia scritta e riscritta dai Vincitori. Incluso ovviamente quello che successe nei territori occupati durante l'avanzata degli Alleati, segnatamente dei Russi. Noi ne abbiamo un esempio in piccolo con la fanta-storia della Resistenza alla Occupazione Nazifascista.

      Elimina
    9. > Storia scritta e riscritta dai Vincitori.
      Appunto.

      Elimina
    10. > si volesse verificare l'effetto a lungo termine sulle persone in vista di usi futuri.

      Come l'utilizzo del Moab in Afganistan.
      Come il bombardamento alla base area dei governativi siriani dopo l'azione di gasamento effettuata dai nemici di Assad.
      Ecco lo Stato Canaglia in azione.

      Elimina
    11. Canaglie di sicuro ma li non c'è Popolo, non c'è Nazione e quindi non c'è Stato.

      Gli USA sono il Primo Esperimento e rappresentano il paradosso di una non-Nazione estremamente nazionalista, di un non-Popolo costituito da una accozzaglia di etnie eterogenee massimamente patriottico, cioè che venera "Padri" che non ha, che non gli appartengono.

      Negli USA non c'è nessun legame di sangue e terra, esclusi i "pellerossa".

      Ergo, è il regno delle "lobby" palesi ed occulte, il regno della para-massoneria e delle conventicole, anche le più improbabili. Non a caso è il posto dove c'è l'Area 51 e il Progetto Majestic, si va dalle cospirazioni per assassinare presidenti alle cospirazioni per facilitare invasioni aliene.

      Quindi si, canaglie ma non Stato-canaglia e nemmeno un Popolo-canaglia. Una umanità disperata e disgraziata, che al netto dello spazio e del PIL procapite, ci mostra il nostro prossimo futuro.

      Elimina
    12. Considera che negli USA ci sono quasi 4 omicidi per 100 mila abitanti e in Italia ce ne sono 0.8, ovvero meno di un quarto. La media mondiale si aggira attorno al 6.

      La "canaglitudine" si rivolge prima verso gli Americani stessi e solo in seconda battuta verso il Mondo.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.