martedì 8 ottobre 2013

Lampedusa - 2


  • Deng Xiao Ping alla fine dell'ennesimo rimproverone predicone da parte di Ronald Reagan sui dirittiumaniinCinaesullagraveviolazionedeldirittodilibertàneglispostamentichesimanifestanell'impossibilitàdellamaggiorpartedeicinesidiavereunpassaportoblablabla, dopo aver ascoltato in silenzio, chiede all'attore :- Quanti cinesi volete? due o trecento milioni?
    Reagan diventa prima silenzioso poi cambia discorso.

In una società semplicemente sull'orlo di crisi sistemiche al livello via via più gravi verso il collasso è semplicemente impensabile che paesi sovrappopolati e ad impronta ecologica pesantissima, possano accogliere, per immigrazione masse di homo dell'ordine delle centinaia di migliaia/milioni all'anno. La crescita demografica e le migrazioni con cui essa si manifesta iniziano a togliere il velo che cela la loro violenza.
Quali risorse per costruire da zero una o due città come Verona o Bari (fognature, case, parchi,scuole, ospedali, posti di lavoro, asili, cimiteri, acquedotto, bacini di accumulo per l'acqua, obitori, cinema, logistica, trasporti, gestione rifiuti, reti tecnologiche, servizi...) ogni anno? Tu buonista falsipocrita solidarista col culo degli altri, che blateri le tue svampite pisquanate tranquillisto-accoglitive, puoi rispondere? Grazie.

Ho sentito in questi giorni delle puttanate demagogiche buonisto qualunquiste che mi inquietano: abbiamo dei pazzi come la Boldrini, Bergoglio, Kyenge, Napolitano, Fo, e altri irresponsabili (nel senso preciso del termine, persone che non rispondono delle loro azioni) al comando di una scialuppa stracarica che rischia di imbarcare acqua ad ogni onda che arriva e questi folli predicano di caricare a bordo centinaia di migliaia (in realtà milioni e decine di milioni) di altre persone. Non solo, non accennano MAI alle cause del problema ma (semplicemente perché esse sono gli assiomi / dogmi della loro ideologia accrescitiva, progressista, ecocida e, sostanzialmente, necrofila che è tra le prime responsabili ideologiche della predazione dei paesi poveri e della loro imposizione del modello tumorale e monoteista, tecnoteista/capitalista e della bomba demografica che ne è la concausa principale) ne sono i mandanti, i responsabili morali.
Non hanno alcun senso delle cose, del limite, dei limiti fisici, di sostenibilità, geofisici, ecologici, economici, sociologici.
Lo stato collasserà purtroppo troppo tardi, quando ancora questi demagoghi buonisti svampiti e moralisti dalle leggi ad assetto variabile (come B., le leggi si applicano agli altri, si interpretano per gli amici (clandestini), il giiudici che l'applica (la Bossi-Fini) è un problema) saranno ancora a urlare le loro forsennate teorie della distopia panmixista (uno stato che già ora in affanno anche nel contenimento delle ondate migratorie, ovunque a Trapani e a Modena ad esempio).

Ci saranno Ci sono cose orribili, avremmo scontri etnici ed una balcanizzazione medievale della società in una immane carneficina di lotta per le poche risorse residue. Il buonismo pietista e svampito, così emergenzialista e cialtronesco (l'Europa che non è solidale e altre puttanate del genere, paesi come la Germania o la Svezia raccolgono otto o nove volte pro capite gli immigrati che accoglie l'Italia, fanno benissimo a rispedirceli indietro!) quello del governare coi lacrimoni e le voci rotte tremanti naueseanti, condimenti per masse di orsetti sulle bare, squallidi magnaccia politicanteschi da disgrazie, più biberon e pappette per bimbi generati spensieratamente a baraccate di 38 alla volta, senza alcuna prospettiva o appositamente come arma bellica demografica  (invece che più profilattici e IUD, diaframmi e scuole per le madri) i curatori di cancrene con aspirine e pannicelli tiepidi, i principi del non-sense emotivo politicamente corretto e deleterio, costituiscono molta parte della classe pseudo dirigente del paese: e la stragrande maggioranza di una sinistra che da tempo ha rinunciato al razionalismo e al pensiero scientifico per regredire ad un religiosismo ideologico campato per aria.

C'è un che di perfido, di satanico, di malevolo, di inquietantemente malefico nella loro ideologia morale che nega i limiti, rifiuta la realtà, si ostina a non affrontare i problemi alla radice tentando di sopprimerne sintomi e reazioni immunitarie.

E quindi?


14 commenti:

  1. Ciao ancora Uomo in cammino bolognese ; sottoscrivo, ma forse la verità è sepolta sotto un sottilissimo strato di sabbia oggi, visto che i fornitori privati dei centri di identificazione sono straindebitati con le banche visto che lo stato li paga dopo 2 anni se va bene...c' è da aspettare ancora poco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      Il crash é vicino ...................................... !

      Elimina
  2. > i fornitori privati dei centri di identificazione
    Ho cercato in rete (non molto) ma noh ho trovato riferimenti. Hai qualche indirizzo in rete sulla questione, Francesco!?

    Sarei curioso di saperequanto e' costato questo sbarco clandestino di 500 e passa clandestini e dove saranno recuperate quelle risorse.
    Sarebbe doveroso addebitarle immediatamente con quota pro capite a tutti gli accoglisenzaseesenzamaisti.

    Pensavo di riportare le pagine angoscianti di Collasso, in cui Jared Diamond racconta il tracollo dell'ul;tima colonia vichinga in Groenlandia (impropriamente detta orientale( assalita dai profughi delle altre colone, in particolare di quelle settentrionali (dette impropriamente occidentali).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto queste notizie su il fatto quotidiano e la repubblica circa 3 settimane fa..purtroppo non sono giornalista e non ho tenuto l'archivio..scusa (Scherzo)

      Elimina
  3. lo scambio tra Deng e Reagan è vero o te lo sei inventato ? io penso che sia vero..... assolutamente vero !

    io dico solo una cosa semplice semplice: nessun muro, nessuna repressione, nessun barcone affondato, nessun blocco navale, impedirà a chi vuole o pensa di volersene stare meglio di emigrare

    prendiamone atto, punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scambio tra Deng Xiao Ping e Reagan lo lessi anni fa su un articolo inerente i rapporti/conflitto tra bene comune e diritti individuali e - avevo già quel vizio - dimensioni di scala (dimensioni numeriche) dei problemi.

      La tua teoria è suffragata da dati, da esperienze precedenti?
      Essa ha un vizio logico: esclude a priori che ci possa essere una risposta modulata e progressiva in base all'aumento dell'aggressività della pressione migratoria.
      Non mi risultano flussi migratori fuori controllo ne in piccolo ne in grande verso paesi dispotici, anche se ultra opulenti (v. paesi arabi del golfo, che hanno un pugno di acciaio al tungsteno e patti draconianamente semplici e chiari nei confronti dei lavoratori ospiti).
      Se si iniziasse a pattugliare i porti di partenza del mediterraneo o in mancanza di accordi con i paesi rispettivi, i limiti delle acque territoriali, e a sparare prima a mare e poi via via con più precisione sui natanti che tentano di entrare in Italia, quanto tempo trascorrerebbe prima di avere un tracollo degli sbarchi/arrivi?
      Sai quale e' il mezzo di comunicazione piu' efficace nei paesi di provenienza? Il tam tam.
      "S passa, venite anche voi!"
      oppure
      "Merda, ci hanno sparato addosso, non si passa piu', Tizio e Caio sono morti, state a casa, sono nella merda e ho già perso i 500$ (bestemmie varie)”.

      Potresti pure cambiare scenario.
      Immaginati di essere su una barca, vieni a trovarti nei pressi di uno di questi barconi, iniziano a salire prima due poi cinque, poi dieci, ora sono ventisette.
      Sei gia' sotto con la linea di galleggiamento.
      Tu stai fermo e consegni fogli di via (ahahah) e affondi tu con loro?
      Lo scenario è gia' compromesso. Una volta che quei trentaticnque saranno a bordo non riuscirai piu' a ricacciarli in acqua, ogni tentativo di azione difensiva dell'equipaggio verra' repressa violentemente dai neo arrivati per arrembaggio..

      Nell'ipotesi che tu riesca a salvarti la pellaccia, come pensi che agiresti una seconda volta in una situazione del genere?

      Elimina
    2. “una risposta modulata e progressiva”

      Sarebbe salutare.
      Ma chi la dovrebbe dare ?
      Lo Stato italiano non esiste.
      L'UE ...
      ho parecchi dubbi, dopo 12 anni di moneta unica, leggi per facilitare la migrazione interna ( = ulteriore depauperamento degli stati che erano già più deboli ) e cos'altro ?

      Elimina
    3. Quanta ragione hai Francesco!
      Specie considerando che è gente che si sposta per la sopravvivenza, e non per certo per piacere.

      Elimina
    4. x Marco Poli:
      Italia ventre molle dell'Europa si dice, no!?
      In realtà nel nostro DNA manca l'etica della responsabilità e della repressione e quindi penso sarà difficile che si passi dal buonismo pietista emotivo ad un contrasto anche armato.
      Che c'entra la moneta unica?

      x Alahambra:
      E' necessario rimandare queste persone e dir loro che protestino con mullah e preti mandanti ideologici e coi genitori che li hanno messi al mondo senza alcuna prospettiva. E' immorale che le compulsioni riproduttive vengano scaricate su altri.
      Francesco e quindi tu non avete ragione: esistono molti paesi delle più varie culture nei quali il contrasto all'immigrazione clandestina è efficace (qui, qui, qui, qui, anche qui in Nigeria e molti altri).
      1 - comprendere la violenza della crescita demografica
      2 . attuare politiche che ne contrastino le manifestazioni, migrazioni comprese

      Non è un gioco per nessuno.
      Se l'Europa non calerà di almeno il 75% la sua impronta ecologica, la carneficina da carestie che verranno saranno una tragedia che molti non si immaginano neppure (20 volte la mattanza della seconda guerra mondiale).

      Elimina
  4. ..Non c'è bisogno di sparare ai migranti: si assitono e rifocillano qualche giorno, poi tranne pochissimi casi selezionati in base al paese di provenienza e nostre dipsonibilità, reimbarco coatto su mezzi militari verso la Libia: se la Libia non concorda si distruggono i loro porti, ed a quel punto il resto dell'Europa forzerà i Libici a riaccoglierli..Passati 2 mesi chic sarà così stupido da pagare per imbarcarsi sapendo di non ottenere niente ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scusa, che senso ha?
      Già ora i centri di identificazione ed espulsione (ma avvengono queste?) sono al collasso.
      Che senso ha fare arrivare centinaia o migliaia di persone al giorno e poi reimpatriarle.
      Come?
      Con quali costi?
      E' sostenibile?
      Sapevo che bisogna organizzare voli arei in cui possono essere imbarcati pochi clandestini perché la maggioranza delle persone è costituita da agenti che devono impedire disordini a bordo.
      Ad esempio, un barcone di 500 clandestini, quanti voli di rimpatrio in Eritrea richiederebbe? Cinque?
      E' insostenibile tutto ciò.

      Ma il problema che NESSUNO vuole affrontare è che studi autorevoli (dovrei recuperare la fonte, forse apparsi su Nature ma rischio di sbagliarmi) hanno dimostrato che un euro investito in contraccezione permette di risparmiare migliaia di euro in disastri ed altro.
      In Italia allevare fino a 18 anni un esemplare di homo ha costo >= 200K €.

      Quindi andare alla radice dei problemi e cercare di affriontarli prima possibile.
      Prima affronti il problema, meno costi esso ha.

      Elimina
  5. Che bella pagina! Come mi ci riconosco! Quante volte ho scritto e riscritto cose sullo stesso, identico tenore? Non le ho contate, ma sono tantissime.

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. http://www.oilcrash.com/italia.htm

      Buon divertimento.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.