martedì 14 febbraio 2017

Quelli sopra

Stamani ho fatto il viaggio in treno con un ex gasista, un duro e puro della decrescita radicale. Forse avevo già accennato qui a _bio. Piccolo artigiano, uno che si autoproduce il più possibile su in alta collina e che potrebbe vivere vive con una manciata di euro al mese. E' senza figli e ha rinunciato quasi a tutto.
Anarchico convinto di testa e di vita, ascoltavo le sue parole che, per molti pensieri si sovrappongono a quelle di Lorenzo. Eppure... Eppure _bio ha una formazione di "sinistra".
Ecco, _bio (come _rio, del resto) ha un odio forte anche motivato per i vertici, per quelli sopra. Uno dei criteri che ascolto molto spesso è che... se una persona è anche solo agiata o più (benestante, ricca) è... non saprei che sostantivo o aggettivo trovare visto le numerose  connotazioni massimamente negative associate a queste persone.
Oggi in treno ci siamo bloccati bruscamente nella discussione interessante altrimenti saremo finiti a litigare, non avevo voglia. Insomma gli dicevo che dei "doni, ricchezze, fratelli gioiosi, ricchezze, opportunità e pagatori di pensione" hanno pestato due volte i controllori sul ché_bio non si è trattenuto dicendomi che li pesterebbe volentieri, i controllori "al servizio di gente come Moretti".
Penso che non ci sia alcuna possibilità di potersi in qualche modo capire. Sono basi valoriali e ancor più emotive del tutto incompatibili che sfuggono ad ogni confronto razionale.


27 commenti:

  1. Boh, cosa ci parli a fare con i bancomat umani?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UCoso, mi ricollego ai commenti del post precedente.

      Non solo tutto quello che si dice è la ripetizione infinita di pochi stereotipi, non solo la faccenda dei guri orientali rimbalza sulle pareti da cinquant'anni...

      Anche la faccenda del "rispetto delle opinioni" e della "tolleranza" è uno stereotipo che si riconduce alla medesima origine temporale e spaziale.

      Negli USA li chiamano "snowflake", sono quelli che invocano la "tolleranza" e poi, come il tuo amico di cui sopra, ti taglierebbero la gola se sporgi tanto cosi rispetto ai loro criteri di uniformità idiota.

      Con tutte le sfighe che mi riguardano, almeno posso ringraziare il Padreterno per non essere uno "snowflake".

      Elimina
  2. Ma chi è l'orso Yoghi? Ma è scemo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo te nel 2017 si può essere "anarchici" senza essere scemi?

      Elimina
  3. dagli qualche banconota viola in mano e vediamo che succede

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti risponderebbe come avresti risposto te da giovane, prima di imborghesirti.

      Elimina
    2. Sebbene molte persone siano influenzabili e cambiabili anche radicalmente da denaro e potere, non tutte lo sono.

      Elimina
  4. io sto imparando a evitare litigi e a sorvolare su argomenti che mi fanno salire il sangue al cervello.

    RispondiElimina
  5. _bio non è un automa / cretino. Anzi, la capacità di pensiero critico, autonomo e relative scelte di vita è notevole.
    Solo che c'è un rancore profondo,vivo contro "quelli sopra" ("ricchi" è il termine da essi più usato) che travalica ogni altra ragione.
    Moretti sarebbe, colle sue parole, quello che per essere ciò che è il [capo, ricco, etc. ] ha ammazzato trentasette poveri [proletari] a Viareggio. Odio di "schiavi" nei confronti del "padrone". La relazione, psicologicamente, ritengo sia quella.
    Le caste, anche se non siamo in India, nella testa delle persone esistono. In marxistese sono indicate come classi e sono proletariato, padronato/borghesia e altre.
    L'ascensore sociale bloccato e divenuto per molti discensore (io sono tra quelli come quasi tutta la classe media) ha esasperato l'imprinting dell'infanzia. Sono nato come [aggettivo relativo a classe sociale qui] e ci rimango o scendo e odio gli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "_bio non è un automa / cretino ... Solo che c'è un rancore profondo,vivo contro "quelli sopra"... che travalica ogni altra ragione."

      Questo spiega tante cose UCoso, sul TUO LATO.

      Da una parte sono contento, perché posso legittimamente affermare di essere alto bello biondo e intelligente e non importa "solo che".

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. A proposito, non perdetevi QUESTO ARTICOLO

    "Sarà un po’ per moda, sarà un po’ per i vezzi radicali di Yale e di Harvard, ma ormai sono gli italiani a dominare la scena, con libri e convegni che valorizzano soprattutto l’elaborazione teorica di radice operaista, quella che a partire dagli anni Novanta ha discusso di intellettualità di massa, di lavoro immateriale, dei nuovi modi di produrre, di globalizzazione, di moltitudini, di biopolitica."

    Ecco, se qualcuno ancora si domandasse come mai stiamo sprofondando. Gli Italiani dominano LA SCENA. Quale scena? Quella descritta nell'articolo. Non è una bella soddisfazione?

    RispondiElimina
  8. Il problema è che poi scopri che quelli come Moretti, a modo loro, ti danno lo stipendio a fine mese.....

    Comunque anch'io ultimamente alzo le spalle a sottolineare "fai e pensa il cazzo che vuoi". Da me si dice che a lavar la testa all'asino si spreca acqua, tempo e sapone. Tant'è...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il giudizio basato sulla posizione sociale... Mmh. E' vero che il sistema è un eccellente filtro passamerda. Ma, e qui sbaglia _bio, lo è anche ai livelli medi e bassi. I "doni" che restano i controllori sono anch'essi la miglior merda selezionata dal filtro.
      Sì, troppa acqua sprecare a lavar la crapa all'asino. Bella la locuzione! :)

      Elimina
  9. UCoso, al tuo amico anarchico dovresti chiedere di commentare Questa notizuola:
    "L’esercizio 2015 si è chiuso con un risultato economico di esercizio negativo per 16,3 miliardi."

    Se vuoi chiedi a quelli del GAS, a quelli del tango, a chi ti pare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del resto abbiamo che infinite categorie professionali prendono più di quanto versato, è chiaro che il sistema non è sostenibile.
      Il diritto alla pensione... già.
      Su una nave che affonda.
      Clap clap clap.

      Elimina
    2. Il concetto di base è che non è "giusto" che chi sta "sopra" abbia di più di chi sta "sotto". Da cui tutte le derivate che girano attorno al concetto di esproprio e ridistribuzione delle risorse.

      Il sistema pensionistico è uno degli espedienti con cui il "sinistrismo" ha operato la "giustizia sociale". Si va a fracassare sempre sullo stesso muro, ovvero il problema che da qualche parte le risorse devono essere generate. La ridistribuzione ha il risultato e il fine di allargare il più possibile la povertà, di rendere tutti poveri uguali.

      Infatti è chiaro che la prima fase del collasso del sistema pensionistico sarà l'aumento delle imposte e la seconda fase il taglio delle pensioni (o la svalutazione della valuta, che è la stessa cosa espressa in un altro modo).

      La cosa divertente è che dietro tutto questo ci sono i famosi "dotti economisti" che, mentre succedono le cose, teorizzano l'esatto contrario.

      Elimina
    3. L'ugualismodelle pecore prima cristiano, poi illuminista quindi marxista. La negazione della realtà. Da assiomi sbagliati non possono che derivareteoremi e teorie marci.

      Elimina
  10. Proponi al tuo amico questo articolo che riporta le riflessioni di Sua Signoria Zuckerberg che, guarda caso, è perfettamente d'accordo con i piani della Fondazione Soros e con quelli della "sinistra italiana" del "governo mondiale" (vedi articolo collegato nel mio blog).

    Io vorrei tanto sapere come si colloca il tuo "anarchico" in questo mondo, a parte le chiacchiere. Perché come si colloca il "liberale di sinistra" lo so bene, ne conosco un tot. Invece gli "anarchici" che vivono in collina mi sono ignoti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Furono e navigatore vecchi, non riesco ad andare oltre il"Leggi tutto".
      Dovrei stampato e portarglielo.
      Suppongo qualcosa come "i capitalisti globali....".

      Elimina
    2. ... o "proletari di tutto il mondo unitevi".
      Sì riconduce tutto alla dicotomia poveri / ricchi.
      Le religion devono essere rozze altrimenti i.più non seguono ...

      Elimina
    3. Non sono sul faccialibro (e fiero con raziocinio di esserlo) e non riesco ad accedere al manifesto del(l'immagino neosoviet) Zuckerberg.
      E'ovvio che una persona che ha fatto i miliardi a palate con essa la difenda. Meno ovvio che miliardi di persone che sono state e verranno impoverite da essa partecipino giulive al rito del proprio sacrificio.

      Elimina
    4. Fatti regalare un piccolo portatile da collegare ad Internet mentre sei in giro, abbandona il furbofono che è una risposta senza domanda, non serve a niente.

      AL netto della solita considerazione che i "sinistri" sono malati di mente, quindi non c'è logica nel loro argomentare e vivere, la spiegazione potrebbe essere che, fallito l'esperimento del "socialismo reale" limitato a mezzo mondo, loro vedano nella "globalizzazione" la possibilità di rimettere in scena il "socialismo reale" su scala planetaria, quindi SENZA ALTERNATIVE da cui si possa capire che non funziona.

      Riguardo avere i padroni miliardari ebrei, non è un problema, i padroni c'erano anche nei regimi comunisti, basta chiamarli "compagni".

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.