venerdì 3 febbraio 2017

Luridità

Stamani me ne sono andato di casa con lasciando una finestra aperta. Libecciata calda, molto. Troppo. Mi dilettavo dell'idea di una possibile ciaspolata ma

  • le precipitazioni sono state pressoché nulle
  • con questo caldo la neve ... bye bye
Meteo odioso, direi.
Mi sento sempre così legato al tempo. Io detesto i periodi così lunghi senza precipitazioni. In città c'era qualche pozzanghera striminzita di acqua lurida. Le strade hanno una melma nerastra di inquinamento, sale, reflui umani, polvere di copertoni e di asfalto.
Del resto l'inquinamento che spingiamo in atmosfera prima o poi ritorna a coloro che lo hanno prodotto. Nel frattempo, da una parte ieri leggevo questa osservazione, e dall'altra leggo la Mogherini che continua la sua catechesi sostituzionista e crescitista (che a sinistra sono sempre, sempre martellate insieme).
"La nostra demografia ci porta al collasso". Sì, ditelo pure alle migliaia di morti all'anno che crepano per il grave inquinamento nella costipazione padana. Dite loro che devono raddoppiare e triplicare, venendo sostituiti da decine di milioni di "doni, ricchezza, opportunità, gioiosi fratelli, pagatori di pensione".
Quello che penso di neosoviet e di cosa desidero e auspico per questi criminali è  meglio non scriverlo.
Del resto, poi, vedo cosa succede di là. Che io cerco di capire, nella disinformazione gridata dai catechisti del nuiovo oppio, come si stia muovendo. Capire. Sempre considerando che gli SUA sono e rimangono un problema. Certo che scelte così non contribuiscono certo a diminuire il tumore che poi ti invade. Trump sembra rientrare in quela dicotomia tra assurdità di "non progressiste" e assurdità progressiste. Solo che in questa sinistra e martellante campagna disinformativa è molto difficile capire cosa ci sia di vero e falso.

2 commenti:

  1. Risposte
    1. Quando l'Europa (qualcosa di buono viene dall'Europa!) martella sul mostruoso deficit di bilancio degli ultimi tempi (prego considerare che il deficit è aumentato, con Renzi, nonostante i tassi che lo Stato deve pagare ai suoi creditori non siano MAI stati così bassi) martella su finanze allegre demagogiche.
      I lobotomizzati a sinistra sono ostili al fatto che in un mondo finito ci siano dei limiti e ciò valga anche per le finanze.
      Nota che i vertici e le militanze di ortodossi al cretinismo, indicano come "populisti" slogan che ricordano che abbiamo decine di migliaia, se non centinaia di migliaia di "doni, ricchezze, opportunità, gioiosi fratelli, pagatori di pensione" negli alberghi a spese del già emorragico bilancio pubblico e le genti d'appennino in centro italia ricchi di inedia, di miseria e disgrazie.
      Quindi nella loro demagogia per cretini, questi pseduo intelligenti, omettono la mezza verit°: il bilancio statale è una torta che, per quanto grande, è finita.
      Allora, se pigli 8.4giga euro (pari a crica sedicimila miliardi di lire, perché le persone non riescono mica a capire quanto sia grande l'importo) e le destini agli invasori, è del tutto ovvio che quella fetta mancherà ad altro.

      Come ho sempre osservato, le castalie marxistodi mondialiste, sostituzioniste, progressiste sono riuscite a superare la demagogia berluscioniana del "più tutto per tutti!" con il "più tutto per più tutti!".

      E' incredibile come questa parte dei vertici del paese e le masse di loro accoliti siano riusciti a superare, in peggio, ciò che pareva non superabile.

      Sentivo le intenzioni della Le Pen e io considero proprio questa feccia sinistrante proprio i principali autori e responsabili della disgregazione dell'Europa.
      Ma, in definitiva, un sistema neosovietico è assai bene che si disgreghi: meglio indietreggiare che progredire al peggio, alla dissennata catastrofe.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.