venerdì 6 ottobre 2017

La caccia

Come va con _civa? mi chiede _zzz.
Con lei sto bene ma non sono innamorato.
_zzz è perplesso.
La mia amica _crini, coreografa, danzatrice e scarpinatrice, quando le dissi che con _mlero non ero innamorato, replicò :- Uomo, alla tua età non puoi essere innamorato come a vent'anni.
Questa frase mi girò a lungo e mi gira in testa ancora. Essa è saggia e scomoda, nella sua dimensione temporale e quindi spirituale. Così, ora, penso che stare bene con una donna sia un ottimo risultato. _zzz mi raccontò, domenica, di uno scrittore, Ungaretti, che si innamorò perdutamente, passati i settanta, di una giovane donna di cinquat'anni più giovane.
Beh, può succedere. Quello è uno stato supremo, di grazia, sei fuori di te, sopra tutto, sei in vetta, blu cobalto bianco sole freddo caldo, tiutto espanso, massimo. E ci rimani qualche stagione. Può accadere qualche volta nella vita. Io sono stato fortunato a viverlo due volte, con la madre di mio figlio e con A-Woman, altre persone non hanno MAI avuto questa grazia.
_civa mi chiede fine settimana di coppia, solo lei e me. Mi ha scritto che vuole una vita di coppia, che vuole parlare. Le ho detto che la storia precedente finì anche per questo. Io vivo la mia amata solitudine in settimana e non ho intenzione di isolarmi, sia pur in coppia, il fine settimana. Ieri le avevo prospettato due fine settimana nei quali stavamo un po' da soli un po' in compagnia. Mi sembra una buona soluzione.
Le donne vogliono parlare dei problemi, gli uomini vogliono risolvere i problemi.

Ma perché non sono innamorato? Oltre l'età c'è altro. Domenica mi ha chiamato _rroli, la Regina, la bella tanghera milanese che conobbi a Firenze. Beh, come con _tra ella mi prese in sacco.
Mi ha destato, distratto dalla saggia serenità quella chiamata. Poi l'ho messa in ripostiglio ma da quella porta socchiusa escono dei raggi colorati, come quelli rossi e verde dei laser.
Con _tra e _rroli mi ero preso delle sbandate. Poi potrebbe succedere anche che io mi possa calmare anche con loro. Non escluso. Probabile?
A _zzz raccontai, domenica, di un fantastico narratore, prosatore della Divina Commedia che, mi racconta _nni, mio maestro di tango, sedusse centinaia di belle donne. Dopo un po' si stufava e le lasciava.
C'è il piacere della caccia, della seduzione, la cattura della preda ambita, lo svelare il mistero che è nemesi in sé.

("A Huntsman and Dogs", winslowhomer)

45 commenti:

  1. Il personaggio di cui si racconta in questo blog è oltremodo prevedibile.

    Comunque, le donne non vogliono parlare di problemi, il loro difetto è che associano il trombare allo status di "coppia" e questo nella loro logica implica la totale devozione di tempo, pensieri ed azioni, la coppia come alfa e omega. Quando incontrano uno che invece associa il trombare al divertimento e che dopo un giro sulla giostra con gli unicorni vuole provare un giro sulle automobiline azzurre, i due ingranaggi non sono agganciati e quindi di solito l'ometto in questione "asseconda" la finzione di coppia fintanto che non si stufa. A volte capita che la donna sia cosi contorta che non gli importa se la "coppia" è reale o immaginaria, a quel punto la "relazione" può continuare indefinitamente perché il redde rationem non accade.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scrivevo tempo fa, le donne non vogliono la libertà.

      Elimina
    2. Se _civa non vorrà intensificare le frequentazioni, potremmo andare avanti in questo sereno star bene. Altrimenti pazienza.

      Elimina
    3. > dopo un giro sulla giostra con gli unicorni vuole provare un giro sulle automobiline azzurre,

      Ahahah.
      :)

      Elimina
    4. Altrimenti.
      E' già scritto.

      Da parte tua è un po' disonesto il "sereno star bene", dipende dal fatto che te non sei affatto coinvolto ma sai bene che queste faccende sono asimmetriche altrimenti non saremmo qui a scriverne.

      Elimina
    5. Lore' hai detto una caterva di stronzate

      Io ho trombato per divertimento e basta, senza cadere nello status di innamorata, come dici tu

      La libertà costa fatica e sacrifici, Lorenzo caro

      Elimina
    6. Io ho trovato dieci euro per terra una volta, in mezzo al parco dove non c'era nessuno. Ho provato a ritornare ma il fenomeno non si è ripetuto. Da questo arguisco che l'eccezione non fa la regola.

      Alla mia età di donne che "trombano per divertimento" ne ho conosciute tante, le quali però erano nel frattempo mogli o fidanzate di qualcun altro. Quello non rientra nella casistica di "libertà" UCosica, rientra in quella della tresca da macchinetta del caffe o della visita dell'idraulico. Ho conosciuto anche delle professioniste e delle semi-professiniste, che magari a tratti traevano soddisfazione dalla propria prestazione d'opera ma che erano motivate da obbiettivi venali.

      La libertà costa, verissimo.
      Prima di essere disposti a pagare il prezzo bisogna anche capire in cosa consiste la libertà e in cosa consiste il prezzo da pagare. Ancora, nella mia esperienza pochissimi/e capiscono la natura delle cose che fanno, le fanno e basta.

      Nel nostro caso per esempio, il personaggio di cui si racconta in questo blog ripete un certo "pattern" di cui tutti qui ormai sanno apertura, gioco medio e chiusura, come nelle partite di scacchi codificate.

      Adesso postuliamo che esista l'araba fenice ovvero la donna del tango che va con UCoso, gli lava e stira, diventa "amica" del dilui virgulto e fa tutto questo per mero "divertimento e basta".

      Sai cosa ti dico, che il tuo commento rientra nel caso de "excusatio non petita" ma siccome esula dal contesto, come ti pare.

      Elimina
    7. > ho trombato per divertimento e basta, senza cadere nello status di innamorata,

      Mi pare che ci siano non poche donne, oggi, che si prendono quel che vogliono.
      Anche se, in seguito, questo atteggiamento libero lascia talvolta il passo ad uno di maggior coinvolgimento.

      A volte, osservando le giovanni donne così rampanti e sessuali, penso che sia un mezzo per catturare un uomo/ragazzo e tenerlo a sé. Ma anche le altre fabno così, l'agire comube annulla ogni vantaggio personale.
      La tesi di Desmond Morris sul sesso e la sensualità del sesso come metodo per rendere stabili e durature le relazipni mi è SEMPRE sembrata decisamente fragile, nonché morale.

      Elimina
    8. > gli lava e stira
      Nulla ma proprio NULLA di tutto ciò.
      Non chiedo alcun aiuto in lavori domestici. Il massimo che succede ed esse hanno fame e fretta è che mi diano un qualche piccolo aiuto quando preparo il pasto, ad esempio prendere il riso in rimessa oppure preparare la tavola. A volte vogliono lavare le stoviglie ma non é che acconsenta volentieri dopo che un'amica di _tio, caro amico brianzolo, mi ruppe un piatto unico, del servizio fatto e dipinto a mano regalatomi dalla mia madrina.

      Forse per essere ancora meno romantico/seducente dovreo iniziare a farle lavorare. In effetti si tuferebvero in fretta.

      Elimina
    9. > apertura, gioco medio e chiusura

      Ma non sono mica il soo, Loenzo. Anche le donne seducono e usano tattica e strategia, non so quanto volontariamente.
      _civa mi aveva solleticato confidando qualche accenno di fantasia /voglia di sesso in tre o più.
      Ho lasciato cadere la cosa.
      É come se meno facessi e più fossi normale e involontariamente seducente. La strategia della non strategia?

      Elimina
    10. @Lorenzo excusatio non petita non mi pare, anzi...

      @Uomo le strategie, mi duole dirlo, sono tipiche dell'universo femminile e tremendamente noiose...

      Elimina
    11. UCoso, "lavano i stirano" era un modo di dire per descrivere una relazione che pende più sul versante del "more uxorio" che della "amicizia".

      Poi dai, tu sai come io so che noi maschietti non siamo complicati, per "sedurci" basta poco. Capirai Eva, la Prima Donna, che tattiche sofisticate può avere impiegato con Adamo, il quale non ne aveva mai vista una.

      Pippa, lascia stare.
      Io non direi una parola su queste vicende se a UCoso non piacesse raccontare del personaggio protagonista. Figurati se uso parole per vicende di altri.

      Elimina
    12. Ah a proposito delle "strategie".
      Pippa guarda che se tu pensi/dici di essere un cavallo a dondolo questo non significa che sia vero. Traduco, io posso concepire nella mia mente malata intricatissime strategie per ritrovare i 10 euro di cui sopra nel parco, un po' come fanno da tempo immemorabile gli uomini per propiziarsi gli Dei, fare piovere, vincere una guerra, qualsiasi cosa. Il fatto è che tra la mie "strategie" e quello che succede non c'è una relazione, ovvero nel caso in oggetto le mie "strategie" sono centripete, le faccio PER ME STESSO e hanno un effetto su di me, non interferiscono con il mondo fuori da me.

      Nonostante il pippone del "ben intenzionato" di sotto, cara la mia Pippa, forse sei consapevole dei discorsi che gli uomini fanno tra di loro a proposito delle donne. Ti assicuro che il concetto che le donne elaborino delle "strategie" è lontano come i margini dell'universo.

      Elimina
  2. Forse, in questa circostanza, semplicemente non sei innamorato più di tanto e quindi non sei preso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Correzione, forse ANCHE in questo caso.

      Elimina
    2. Io ritengo che innamorarsi sia molto più raro che lo star bene.
      Cioè che sia inutile, ridondante, sottolinere lo anche.

      Elimina
    3. Io ritengo che sono parole, convenzioni che ad un più attento esame risultano vuote di significato, in quanto invenzioni letterarie resesi necessarie in un determinato contesto storico.

      Vedi ad esempio: Articolo su Amore

      Oppure, mettiamola in altri termini, è una di quelle cose che sono sostanzialmente non esprimibili in termini razionali e quindi non sono comunicabili. Quando si parla/scrive di "amore" si deve necessariamente approssimare in maniera convenzionale uno stato dello "spirito" che non è comunicabile.

      Riguardo il superfluo, spero ti renda conto, UCoso che il 99.9% delle parole scritte in questo contesto sono superflue.

      Elimina
  3. Ahi ahi, povera _civa, probabilmente si sta innamorando sul serio... ci vorrà un po' prima che capisca il tuo modo di vedere le cose, e, credo, non sarà indolore. Quindi aspettati che non finisca bene... ovvero: aspettati che ad un certo punto lei tronchi ogni rapporto.

    Se uno è preso e l'altro no, è inevitabile la rottura. È nella natura delle cose...

    Il mio consiglio, se posso dire, è di essere chiaro. Se lei è innamorata probabilmente non capirà subito, tenderà ad illudersi, ma se hai un po' di cuore direi che devi farle chiare le tue condizioni.

    Da quello che hai detto, anche se sembra indipendente, lei probabilmente sogna di "cambiarti", di "farti innamorare" e di avere un compagno stabile...
    Magari, potrebbe anche decidere che le va bene la frequentazione alle tue condizioni (ma, per una donna (in media), sappi che il coinvolgimento è molto diverso... credo che la maggioranza propenda per una relazione stabile, potendo, che la storia di sesso ogni tanto...)

    Forse, come succede, si è presa lei una sbandata stavolta, ma spero che sia una donna intelligente e si riprenda :)



    RispondiElimina
    Risposte
    1. BuluCosa, tutto giusto tranne un passaggio. Sono pochissimi gli uomini che calano le carte in tavola subito, all'inizio.

      Sai perché?
      Perché a dispetto della fandonia di cui al commento di Pippa sopra, se gli uomini spiattellassero il loro progetto, ovvero di fare quattro salti in padella (eufemismo), le probabilità tenderebbero a zero, perché sono casi rari le donne che dicono "ok divertiamoci", al di fuori di contesti estremamente particolari e anche li di solito le complicazioni sono dietro l'angolo. Quindi cosa fa lo UCoso di turno? Mette in atto una pantomima, chiamalo corteggiamento, che "illude" la donna in questione che si tratti di una cosa quando è un'altra. La finzione deve durare il tempo di fare i quattro salti in padella, magari sei o otto, poi quando quella si insospettisce e comincia a tastare il terreno, lo UCoso cala le carte sapendo in partenza che questo fermerà la giostra. Pazienza, ci sono altre giostre, specie nel posto del tango dove tutti alla fine sono li apposta e non per l'arte fine a se stessa come UCoso ogni tanto ci propina.

      Elimina
    2. Le opinioni vengono dalla esperienza. L'esperienza, in questo caso, viene dalla battaglia nel letto. Quante donne hai trombato/ti han trombato Lorenzo?
      Non è che magari sei un pò attempato e/o magari potresti non essere stato il più grande seduttore (nei tuoi tempi) per esprimere un giudizio così sicuro?
      Magari, dico magari, se l'uomo è esteticamente efficace e un buon comunicatore, la ragazza si fa anche mettere le mani addosso volentieri. A Napoli si chiama chiantella, a Bologna una guzzata. Pensa che mia zia a 70 anni lo chiamava "andare all'erba/in Tresana" davanti al suo allora compagno (l'ennesimo, più giovane di 10 anni).
      Mia moglie era una che scopava di brutto, alla prima visita anche. Per la veritá tutte compagne che ho avuto hanno scopato alla prima. E se non stavo attento andavano anche a scopare alla porta accanto. A domanda del perchè lo hai fatto la prima fidanzata mi rispose candidamente:- prima di tutto perchè è molto carino.
      Bhe lo era in effetti. Anche più di me.
      Non è che le donne non han voglia di scopare. Hai mai considerato che non avevan voglia di scopare con te o con il campione umano da te osservato? Peccato non ci sia il famoso Francesco, che magari avrebbe anche qualcosa da dire...scusate, son annoiato su uno scoglio e volevo esprimere un parere personale.

      Elimina
    3. Disclaimer: non voglio negare che la donna non pretenda una sensazione di sicurezza data dall'individuo col quale si congiunge (ma anche a me piace pulizia/maniere/assenza di rischi), di discrezione sul rapporto che si intreccia in quel momento (non mi piace mi si segnali come un trombetti, lo odio, che cazz vuol dire), di unicitá rispetto a quella relazione per quanto puntuale (ma sinceramente io da uomo se chiama un amico/fidanzato quando sto con una mi infastidisco in quanto voglio attenzione e partecipazione), di sentimento (io mica scopo con una che mi fa schifo moralmente, anzi io provo un sentimento e un trasporto continuo per ognuna colla quale sono mai stato, eccetto una negrona che mi violentò parzialmente a Manchester). Son questioni personali alla fine dei conti, non è nemmen facile giudicare e sbagliato generalizzare.

      Elimina
    4. Emilio, sei un [bip].
      Mi piacerebbe sapere quale sarebbe la risposta alla domanda "quante donne" che ti potrebbe soddisfare. 11? 127? 3456? 742139?

      Questo sono nel metodo.
      Sul resto stendo un velo pietoso.


      Elimina
    5. Che poi Emilio, sei doppiamente [bip] perché oltre una retorica patetica e inadeguata, non hai nemmeno capito che il problema di cui si discute non è quello di convincere le donne a scopare subito o al tentativo X, il problema è che le donne di solito si appicciano ad uomini che vorrebbero essere anti-aderenti.

      Guarda, forse è meglio che scopi invece di scrivere.

      Elimina
    6. > in atto una pantomima, chiamalo corteggiamento, che "illude" la donna in questione che si tratti di una cosa quando è un'altra

      Se con _mlero avevo fatto qualche battuta carina, seducente, con _civa ancora meno. Di fatto è lei che mi è letteralmente saltata addosso/nel letto, quella prima volta. Io non pensaco in alcun modo ad una storia.
      Diciamo che se una me la mette sotto il naso e non è un cesso inchiavabile io non sono ancora frocio, per usare in termine politicamente scorretto ma che rende l'idea.

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    8. 1. Lorenzo, mi piaci perchè di fronte alle mie opinioni solo offendi. Non hai argomenti, direi io. Che te ne pare?
      2. Le "donne che si appiccicano etc." è una opinione che riflette una persona limitata, con un set di valori vuoti da maschilista da caserma (quello tipico che poi è sottomesso alla moglie a casa) e tout-court scortese.
      Avevo cari amici che perfino a 18 anni si appiccicavano. Uomini. Poi hanno trovato - per legge dei grandi numeri - compagne che li hanno presi a mano. Un pò scocciate per un lato, ma felici perchè di loro poi apprezzavano altri lati.
      Per la tua limitata comprensione, si parlava appunto - come diceva una donna qui, tale Pippa - di scopare senza mezzi termini amorosi e coscienti di farlo, senza grandi teatrini (per quello dico alla prima visita), e ripetutamente. Ecco, appunto, io ti portavo la mia esperienza. Si vede che non ti va. Diocane, lo capisco, te dici: - oh, ma a me non mi han mai trombato, dovevo pagare! Eh, cosa vuoi farci.
      3. Comunque, finito il discorso con te, che t'è propi un sfighè (diceva Mingardi). Forse opino che, in assenza di essere una mosca sul muro, l autore di questo blog non ha rispettato tempistiche e segnali necessari per bilanciare il peso delle frequentazioni. Ma poi che cazzo doveva fare? Eh, socmel, uno vive anche nel frattempo, e magari può non far le comunicazioni al meglio. Ma anchr l altra parte dovrebbe anche svegliarsi, no? Poi c'è anche tanta gente (uomini e donne) che si accontentano di star con qualcuno, chiunque. Magari, dico magari, ci sta anche che a lui lei non piaccia troppo. Ecco, io prenderei in esame anche queste possibilitá. Vabè, va, lasciamo perdere. Smetto di opinare.

      Elimina
    9. Come sei Maximo, Emilio.:)
      Io ti seguivo quando avevi il tuo diario su splinder. Eri un modello, sregolatezza e trasporto, abbandono e liquidità, libertà e discerimento morale e non solo, trasgressione e fedeltà. Un cavallo pazzo, indomito e, percepivo, innorato.

      Elimina
    10. > la battaglia nel letto

      Convenivamo _zzz ed io che finché una ti prende tu mantieni alta la battaglia col tuo orgasmo affinché esse possano godere come sozzette, ripetutamente. Poi passa la tensione e si arriva ai noti "undici minuti e mezzo".
      Forse anche questo crea una illusione di legame ovvero, visto che io non ho alcun i.teresse che non sia quello di farle godere parecchio per la mera soddisfazione del.mio ego e perché è splendida una donna che gode, bellezza in sé, arte.
      Lo zio Osho parlava di egoismo intelligente. Ecco!
      Lorenzo, porta pazienza se ho citato lo zietto.

      Elimina
    11. uomini antiadetenti
      Ahahah
      Grazie Lorenzo!

      Elimina
    12. Ma dai:
      "Di fatto è lei che mi è letteralmente saltata addosso/nel letto, quella prima volta."

      Tu passavi di li per caso intento nelle faccende di casa e questa sconosciuta, che si era nottetempo introdotta in casa tua e nascosta dentro un ripostiglio, ti aggredì inaspettatamente, coll'intento di usarti violenza.

      Emilio,
      1. Lorenzo, mi piaci perchè di fronte alle mie opinioni solo offendi.

      Se per "offendi" intendi "descrivi il fatto ovvio che non ho strumenti per trattare argomenti sopra Lando" allora si.

      1. bis
      Non hai argomenti, direi io. Che te ne pare?

      Direi che posso scrivere miliardi di righe che tu non sei in grado di capire e/o di elaborare.

      2. Le "donne che si appiccicano etc." è una opinione che riflette una persona limitata.

      No, è la descrizione dei post di UCoso in termini coincisi e meno letterari. UCoso frequenta queste donne che presumibilmente cercano un compagno nelle occasioni del tango e la "relazione", che non si esaurisce nella trombata ginnica / per divertimento, ha una traiettoria con una fase ascendente, un apogeo e una fase di rientro che inizia appena questa donna chiede a UCoso più attenzione/tempo di quello che lui è disposto a dedicare.

      INSISTO, nel tuo strano tentativo di sostenere una tesi confusa sulla "libertà" femminile, NON HAI CAPITO DI COSA SI PARLA.

      2. bis
      Avevo cari amici...

      Della tua vita mi importa una sega.

      3. Comunque, finito il discorso con te, che t'è propi un sfighè

      Non sei il primo a RIPETERE il ritornello. Il fatto che sia una ripetizione ennesima nei modi e nei contenuti è la conseguenza di quello che dico spesso ovvero che siete tutti scarti di fabbrica, prodotti da cent'anni di lavaggio del cervello mirato a realizzare "Idiocracy".

      Elimina
    13. Adesso non sto a dilungarmi perchè la tua evidente mancanza di esperienze di vita, limitata ad avere fatto il militare a Enna, probabilmente, in cingiunzione al fatto di essere uno sfigato di provincia milanese, solo sottolineo: "Di fatto è lei che mi è letteralmente saltata addosso/nel letto, quella prima volta." Ehsì, mi è capitato anche quello tra le tante cose (2 di picche, figure di merda, insulti, donne che mi hanno corteggiato e che non ho avuto il coraggio di ricambiare, orge, incomprensioni, tradimenti, tipe che mi han picchiato, fidanzati che mi han picchiato, amici che mi han messo sorprendetemente un dito nel culo, e la moglie di un supposto amico che mi ha slacciato i pantaloni di fronte a mio fratello il giorno del mio matrimonio, una cosa, questa, che mi ha inorridito.)
      La vita è varia, ma a te non capita nella tua provincia.
      Cosa vuoi farci, ti tocca pagare, Lorenzo!

      Elimina
    14. Questo post racconta di un personaggio, non si sa quanto corrispondente allo UCoso reale, che frequenta donne le quali vorrebbero diventare le sue compagne/fidanzate.

      Questo post non ha niente a che fare con la vita di tale emilio pascutti e nemmeno con la mia.

      Riguardo il saltare addosso/nel letto, caspita, io credevo che quando ti trovi con una in camera da letto normalmente si tirasse fuori una scacchiera. Vale la pena di sottolineare questo evento eccezionale.

      Sono d'accordo che la vita è varia, infatti esiste gente come te che si vanta di avere amici che gli mettono un dito in culo. Complimentoni vivissimi.

      Elimina
    15. Ah, scusa, sono stato omofobo, dimenticavo che siccome la vita è varia ma io sono uno sfigato della periferia milanese e certe cose le capisco con fatica, se le capisco, c'è gente a cui piace che gli amici gli mettano un dito in culo. In questo caso doppi complimenti.

      Elimina
    16. Lorenzo,non ho detto che il dito di Ponta mi facesse piacere.
      Ahahahah
      Cmq continua a pagare. Ma sei più uno da trans magari? Mi sai da tipo che tira sul prezzo con quel tuo pizzettone.

      Elimina
    17. Messaggio di servizio a UCoso:

      Già sai dove stiamo andando a parare, uguale uguale alla storia di Francesco. Fai conto che io ti abbia già detto le cose che sarò costretto a dire da qui a poco. Facciamo che questa volta ci evitiamo tutta la solita giostra?

      Elimina
    18. Cmq lascerò la partecipazione per un poco, diventano ingombranti le nostre conversazioni. Lorenza, se vengo in Italia...sará sulla tua faccia. Ciao!

      Elimina
    19. Apro una parentesi doverosa.
      A parte il delirio egocentrico, vedi "io qui, io la, io sopra, io sotto", a parte il risibile e triste tentativo di zittire qualcuno con insulti e/o insinuazioni che farebbero la felicità degli psicologi.

      Faccio presente che la vita è varia nel senso che ti può cadere un vaso sulla testa. Ma sia nel caso del "pagare", sia nel caso di "amici" che ti mettono un dito in culo, non si tratta della "vita" ma delle scelte e delle azioni sulle quali ognuno di noi viene misurato.

      Contrariamente a quanto insinuato da tale emilio minuscolo, io non pago nessuno, uomo, donna o qualcosa in mezzo. Nello stesso tempo io SCELGO di non partecipare ad orge, SCELGO gli amici in modo che se gli volto la schiena non mi piantino niente nel culo o altrove, SCELGO.

      Ed eccoci ad un altro paradosso che per altro spiega molto del mondo in cui viviamo: tale emilio minuscolo SI VANTA di cose che secondo lui sono "esperienze" che in qualche maniera gli fanno acquisire dei "meriti" invece di essere scelte e azioni che ognuno poi giudica col suo metro e altro non dico.

      Elimina
    20. Per esempio, nel caso nostro, UCoso si misura dagli emili minuscoli, vedi alla voce "eri un modello". Faccio uno sforzo indicibile per non aggiungere altro.

      Elimina
    21. Porca miseria, un'altra zuffa!

      Elimina
    22. Mi sa che non riuscirò a leggere tutto prima di domani.

      Elimina
    23. > UCoso si misura dagli emili minuscoli, vedi alla voce "eri un modello".

      Quando Max scriveva su splinder, io seguivo il suo diario ovvero i racconti sulla sua vita sentimentale, erotica "esagerata".
      Eccessi e tenerezze, trasgressioni ed intimità, etc. .
      In quell'ambito è(ra) un modello.
      Non leggevo di altre questioni e dimensioni, per le quali non ho, quindi, un'opinione.

      Elimina
  4. Uomo, comprendo questo tuo vivere di infatuazioni.

    RispondiElimina
  5. Il problema, supposto sia tale, è la mancanza di infatuszioni, Mark.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco appunto, la domanda che mi porrei io è quanto invece il personaggio di cui si racconta nel blog sia cinico e calcolatore.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.