giovedì 30 aprile 2015

Ejaculazione floreale


  • Ogni albero è la dimora segreta di mille creature appariscenti o sconosciute, sorprendenti o sfuggenti, in quella rete fittissima di rapporti che forma le fondamenta e la vitalità stessa dell'equilibrio ecologico. Ogni albero sprigiona colori inarrivabili, suoni indecifrabili e profumi sconosciuti in ogni ora del giorno e della notte e nelle varie stagioni. Ed anche dopo la morte, i rami caduti, i tronchi in disfacimento e i ceppi marcescenti offrono asilo e nutrimento alla più varia, ricca e preziosa comunità vivente. La natura rinasce senza fine, rinnovandosi continuamente; sempre diversa, eppure sempre uguale a se stessa. Ogni albero racchiude una storia, un mistero, una memoria del passato. E offre ispirazione e creatività a quanti sappiano guardarlo con occhio giovane, libero e aperto.

    L'uomo che piantava gli alberi
    Jean Giono



Stamani ero riuscito a finire prima, casa, e mi sono preso qualche minuto per portare l'organico nel prato e anche per svuotare il vaso dell'urina e portarla, come sempre, a questo o quell'albero nei pressi di casa.
Dopo le piogge di questi giorni c'è un'esplosione incredibile di vita. Il sole faceva brillare ogni singola emisfera di acqua cristallina sulle foglie, sugli steli d'erba. Ovunque fiori, gemme, germogli, infiorescenze, verde esuberante in mille toni. Sono passato sotto il salice piangente e i rami penduli, di verde fresco e chiaro, mi hanno lasciato sulla felpa, sulla schiena, il bagnato del loro pianto di gioia per l'inno al sole.
Poi questo odore di polline, c'è una ejaculazione della flora che porta alla vita. Sì, un'aspersione di potenza vitale, di potenziale di vita.
Scendendo verso la stazione osservavo i nuovi piccoli alberi, pioppi, prugnoli, aceri, ontani che crescono. In questi anni che li ho liberati sempre dalla vitalba, uno dei problemi più gravi causato dall'abbandono delle campagne, dalla meccanizzazione dell'agricoltura e dallo sradicamento delle masse dalla terra, essi sono diventati via via più grandi e così è in tutta la zona intorno a casa, alcuni sono già grandi e alti.
Sono... Un uomo che libera gli alberi. E pure li concima. :)

Era un po' di tempo che non scrivevo e forse osservavo meno questo miracolo e la fantasmagorica bellezza e potenza della natura. Ricarica e rigenera questo  contatto coi cicli della vita, specie per noi disumani costretti sempre più in ambienti morti e artificiali.
Fuggiamo dalla morte e ci circondiamo di essa. Per questo, proprio vedere, osservare, annusare, bagnarsi di natura primaverile è un'esperienza di  bellezza e potenza così grande.



(anonimo)

29 commenti:

  1. secondo me con quel vaso di urina tu ti giochi un pò di fidanzate, uomo..... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è escluso.
      Significa che non potremmo stare insieme.
      Del resto, caso mai dovesse esserci qualche ora di trombamicizia con una, non penso che si accorgerebbe neppure.

      Nel frattempo i posti a cui ho restituito la mia urina alla terra, sono molto più rigogliosi degli altri.
      E questo mi fa piacere.
      Del resto è una cosa ovvia.
      Ma vederla cogli occhi è sempre molto potente.

      Elimina
    2. @Francesco

      A meno che Uomo non ne trovi una appassionata di pissing ;-)

      Elimina
    3. @nottebuia Sì, ma invece che nella vasca Uomo la fa mettere en plein air...

      Elimina
    4. @nottebuia e @pippa : non fatemi ridere che voglio restare seria... :-D

      Elimina
    5. www.legalporno.com

      qui ne trovate di appassionate di pissing.... certo, un pò mercenarie, sia chiaro.....

      Elimina
    6. cioè, tu rinunceresti ad una relazione importante Man perchè ad una (a dire il vero alla maggior parte delle donne) fa un pò specie che te ne vai in giro col vaso pieno di piscio ? :-)

      Elimina
    7. @Francesco sempre pragmatico.
      Tutto pur di far concludere Uomo...

      @lisa hai un blog?

      Elimina
    8. Però Fra', c'è di peggio. Tipo il vaso con le ceneri della mamma defunta...

      Elimina
    9. @Pippa: sì, lo trovi anche nella lista di Man, si chiama Duty free. (che poi blog... un'accozzaglia di elucubrazioni più o meno deliranti) :-)

      @Man: ho letto seriamente (a parte i disgraziati che mi hanno fatto ridere) e credo in questo lussureggiare del verde dovuto all'apporto di urina ma... a me la cosa fa un po' senso, sono sincera.

      Elimina
    10. @Lisa: ecco, brava, che se glielo dico io non mi crede perchè sono crescitista. Uomo, cerca di essere meno ecologico. dammi retta, alle donne non piace un cazzo !

      Elimina
    11. x nottebuia:
      Io ho provato un po' di cose, sembre vanigliose.
      Ma il pissing è 'na roba che non mi ha mai fatto né caldo né freddo.
      Mah. Direi che potrebbe eccitarmi come uno che si spalma della marmellata sul malleolo.
      Piuttosto la rotturta di caxxo di dover poi asciugare e pulire.

      x Francesco:
      No, certo che no.
      Però... Sarebbbe certamente una tessera di colore opaco o stonato.
      Ovviamente un mosaico non è fatto di una sola tessera, ma se quelle rovinate o che non c'entrano col motivo complessivo iniziano ad essere numerose...
      Il mio obiettivo è di vivere bene il che comprenderebbe anche un po' di sesso. Però è il bilancio complessivo che conta.
      Non tanto paradossalmente, sono più felice ora di quando ero con A-Woman, specie nella seconda parte, dopo l'aborto, diciamo.
      Anche se a quel tempo trombavo e ora no.

      x Pippa:
      Il vaso delle ceneri...
      Credo che ci siano persone che le conservano, quelle dei cari defunti.

      x Lisa Miller:
      Sì, fa senso.
      Anche a me ci sono tante cose che fanno senso.
      Ad esempio il sangue o la chirurgia.
      Questione di abitudine.
      Pensa che ci sono molte persone (in rare occasioni anche io quando sono troppo urban-artificial-infighettato) che considerano sporca la terra, ad esempio.

      Elimina
  2. Risposte
    1. Ci sono un po' di persone che me lo dicono.
      Beh, non tutti apprezzano.
      _mela non gradiva il linguaggio originale o buffo.
      Io non mi sento un poeta e penso che non mi interessi esserlo (ad esempio, invece, io vorrei essere un tanghero di quelli in gamba, diciamo che questa è un'aspirazione sentita, essere poeta direi di no).
      Solo uno che cerca di usare le parole in modo preciso e un po' vario.

      Elimina
    2. Ti trovo estremamente lirico e sensibile. Che ti esprima verso la natura, o il tango o l'amore.. e ti invidio.
      Io stamattina sono uscito da casa e l'unica eiaculazione è stata quella di gas di scarico di un'autoarticolato bosniaco.

      Elimina
    3. @Franco: la definirei... poesia urbana :-D

      Elimina
    4. @Franco fossi passato da me ti avrei offerto un fantastico caffè della macchinetta :D

      Elimina
    5. x franco battaglia:
      Riportero' i tuoi ringraziamenti alla natura intorno a casa mia.
      In fin dei conti e' veramente semplice osservarla e riportarla, almeno in parte, in parole.

      x Lisa Miller:
      urbana?

      Elimina
  3. Io adoro gli iris in questo periodo. Pero' mi limito a somministrare fertilizzante granulare.

    RispondiElimina
  4. Ecco, questo è l'UUIC d.o.c., il personaggio che interpreta sè stesso...almeno dagli anni che frequento il tuo diario. Di cose ne scrivi tante più o meno condivisibili; tuttavia quando scrivi post educativi come questo, ti superi.
    ATTENZIONE: NON E' UN COMPLIMENTO GRATUITO! Semplicemente una piena condivisione del post.

    Ora ti dico il mio pensiero sul post, La Via della natura e tutta la spiritualità dell'uomo, e tutti i suoi sforzi morali, mirano ad armonizzarlo col Tao; poichè egli ha per modello la Terra; la terra ha per modello il Cielo; il cielo ha per modello la Via; La Via ha permodello sè stessa...Così disse Lao-tzu

    Buon 1° Maggio UUIC.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daoist.
      So che condividiamo la dimensione sprituale del contemplare la natura.
      Le stesse parole del Tao che citi fanno riferimento ad elementi della natura, certo non si esprimono con brutti concetti modernisti, artificiali, astratti se non cervellotici.
      Grazie per i pensieri che hai condiviso.

      Elimina
  5. Ho delle curiosità riguardo la pipi' usata come fertilizzante. Sto scrivendo dal telefonino,quindi, volendo, sono pure peggiore del solito. Ma 'sta pipi' va diluita? Sono adatte tutte le pipi'? E cioè, se una persona è sotto cura antibiotica o prende altri medicinali o ha dei problemi di salute o dalle analisi delle sue urine non viene fuori un quadro perfetto, o si è in perfetta salute ma non si è molto rigidi con l'alcool e l'alimentazione si possono usare queste urine? Forse, mi fa un po' senso se penso agli ortaggi o alla frutta, ma mi fa senso anche se penso ai vari pesticidi, territori ed acque inquinate etc.etc., però per quanto riguarda altri tipi di piante: no. Non credo che metterò in atto questa pratica, però sono curiosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un anno la usai diluita nei vasi di casa ottenendo che.. bruciai la quasi totalità delle piante.
      Mi illudevo che la diluizione... Sbagliando si impara.

      No in casa, nei vasi, né pura né diluita.
      No su vegetali per l'alimentazione umana (ad esempio nell'orto).

      Io prendo il mio vaso/secchiello con coperchio ermetico e ogni volta lo porto ad alberi diversi, in un'ampia rotazione, proprio per evitare problemi di eccesso di urina che brucia.

      Urina inquinata da antibiotici, farmaci o altro non sulle piante? La questione e' ovviamente insussistente.
      Nel senso che se anche tu decidessi di non raccoglierla per restituirla alla Terra non è che per questo essa sparisca, che tu possa non farla. Quando vai in bagno la tua urina finisce nei corsi d'acqua e se ogni giorni in Italia 60m di italiani e 10m di clandestini, invasori, immigrati, lavoratori ospiti etc. fanno pipì che finisce nei corsi d'acqua invece che tornare ai campi, terra, boschi, questo è un problema dei più gravi.
      La perdita di fertilita' dei campi e l'eutrofizzazione dei corsi d'acqua e dei mari, l'inquinamento delle false sono fattori estremamente di crisi critici.

      Elimina
  6. Uomo pero'oggi sembra novembre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui mattina spettacolare, pomeriggio via via piu' grigio. No pioggia.

      Elimina
  7. Ho letto talmente tante volte quel libro...e ogni volta trovo qualcosa che sembrava non esserci nella lettura precedente... :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella e' un superlativo vangelo ecologico sulla potenza di atti virtuosi quotidiani a partire dal primo che e' il piantare alberi.
      La cosa straordinaria e' che 'e tutto molto reale, possibile, non si tratta di promesse o dogmi su mondi metafici, ultraterreni, postmortem.

      Elimina
  8. di solito, quando entro in un nuovo blog e non ho il tempo materiale per leggerlo tutto... ho l'abitudine di cliccare a cazzo su una data e sbirciare .....
    a prima vista del post la mia reazione è stata O.O...che tipo strano, poi
    pero' mi son detta almeno è civile la porta nel secchio e non la fa come i cani :-)







    RispondiElimina
    Risposte
    1. > non ho il tempo materiale per leggerlo tutto

      Direi che da molto tempo è estremamente probabile che una persona possa leggersi 2105 pagine. Se fossero 2' ciascuna, considerando 8 ore al giorno per dormire, impiegherebbe 4.36 giorni a tempo pieno.

      No no, spesso la faccio come i cani. Nel senso che quando torno dall'ufficio e salgo il sentiero, ho alcuni alberi a cui dono il mio azoto, potassio, etc. (con incredibili risultati nel tempo! :)
      Pisciare all'aperto è un piacere atavico, per noi maschi. Uso il plurale perché altri amici confermano.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.