giovedì 7 settembre 2017

La milfa e il sessismo anti

L'avevo già adocchiata uscendo dall'azienda. In sandali, braghini  (shorts), maglietta bianca aderente che evidenziava il pancione e le curve, quella milfa che camminava lentamente aveva attirato la mia attenzione. Mentre attraversavo la strada per arrivare alla bici, fissandola e pensandola in modo lascivo, sentivo che quella me la sarei chiavata volentieri. Mentre ci avvicinavamo osservavo che, sia pur con una qualche gradevolezza, non era certo una modella, una venere. Ma l'istinto era già scappato, indomabile rispetto a giudizi meno diretti. Femmina buona, che funziona bene, quella!
Ahhh, l'istinto!!
Il progressosauro Umberto Veronesi affermò che l'amore diversamente sessuale (astrazione mia rispetto allo "omosessuale" originale) è più puro perché libero da condizionamenti biologici.
Nulla da stupirsi: egli apparteneva a quella corrente artificializzante, tecnoteista, progressista, para/post marxista,  sessista anti, nazionalista anti che sta portando all'ebetudine insiemi sempre più grandi di ripetitori/assimilatori/militanti propagatori di bislacche teorie premasticate.
Fascisti anti, specisti anti, sessisti anti, borghesi anti,  razzisti anti.
I "razzisti" estremi e subdoli, travisati, per i quali esistono da mille a una categorie di persone superiori a te. Sono subdoli e falsi: non ti dicono che tu sei meschino e inferiore ma che essi/egli/ella sono/è più PURO, più culturale, più risorsa, più avente diritto, etc. ovvero superiore a te.
Questa plastica ideologica artificializzante era stata annullata in un minuscolo istante dalla biologia e da una milfa "ti fo tanto sangue".
I sessisti anti, poverini, come i loro fanatici colleghi "anti" sono proprio un po' stupidini.
Questa vivace irruenza della natura aveva smascherato un'altra idiozia politicamente corretta e la relativa adulterazione etica e la miseria concettuale, logica, che la permea.


25 commenti:

  1. Ma pancione nel senso di incinta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il medico di famiglia della mia famiglia acquisita sosteneva che le donne, durante la gravidanza, diventano più belle ("Megszepülnek", diceva). Ha avuto 4 mogli e 4 figli, uno da ciascuna. Un vero marpione! Anche all'età di 70 anni, quando l'ho visto.

      Devo dire che pure io, durante il periodo della gravidanza (soprattutto la prima) avevo pelle e capelli splendenti, l'apparenza radiosa. Poi, beh, che una è incinta si vede, soprattutto verso la fine. Nonostante questo, la mia esperienza è che attiravo attenzione anche di giovani uomini veramente notevoli (e mi stupivo abbastanza della cosa).
      Io credo che sia molto un fattore ormonale/chimico.

      Elimina
    2. Beh, non male come strategia.
      Invece di 4 figli da 1 donna, 1 figlio da 4 donne.
      Però.... gestire 4 donne non deve essere affatto facile.
      I mussulmani semplificano le cose ponendo forti se non complete restrizioni a molti aspetti del vivere delle donne.

      Elimina
    3. Se ribalti la cosa, ad ognuna di quelle 4 donne conviene fare 4 figli con 4 uomini diversi, totale 16 figli con 16 padri che, teoricamente, si devono occupare del mantenimento di (solo) 4 donne.

      La strategia del 1 figlio con 4 donne ha senso solo per l'harem, che a sua volta presuppone o che l'uomo sia ricco sfondato oppure che faccia lavorare le mogli.

      Elimina
  2. Non ho capito una singola riga di questo post.

    RispondiElimina
  3. Scusa, per capire.
    Questa immagine di donna incinta ti provoca turbamento?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovo quella donna molto bella, sensuale, molto attraente eroticamente.
      Mi eccita. Quindi... sì, mi turba.

      Elimina
    2. Capisco. Non riesco a vedere nulla di erotico, ma proprio nulla. Ma sono donna e mamma, forse qualcosa vuol dire.

      Elimina
    3. E' proprio quello che io indico come "Femmina bbbona, (funziona bene, bel pancione, mi sforna un bel pargolo sano e lo tira su bene, con quelle tette con tanto latte) quella!".
      E' un sentire istintivo, non culturale.
      Dal punto di vista etologico ritengo che sia proprio ciò che io sento.
      Dire ragionamento istintivo mi pare una contraddizione in termini,ma qualcosa del genere insomma.

      Elimina
    4. Da un punto di vista antropologico, assomiglia un po' alle "veneri" preistoriche.

      Ma con un approccio più terra-terra, se fai una ricerca alla voce porno fetish ne trovi letteralmente di tutti i colori, dalle anguille (non scherzo) alle vecchine (idem). L'argomento in se non mi appassiona.

      Il post continua ad essere illeggibile per me.

      Elimina
  4. A me fa impressione anche solo accarezzare un pancione
    Per non parlare delle conversazioni splatter di parto, tagli cesarei, ecc. che evito come la peste
    Per quanto alcuni possano trovare bella la gravidanza e tutto ciò che ne deriva, non ci vedo proprio nulla di erotico

    Sarò strana...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando sei nelle cose, Pippa, condividi interessi e vissuto con altre persone appassionate o coinvolte in quelle cose. Così si crea empatia.
      Non si crea se non c'è condivisione.
      La milfe gravide sono sexy per noi maschi proprio perché solleticano un archetipo di femmina che riesca a sfornare pargoli sani e sana per allevarli.

      Elimina
  5. Non ho capito niente del post, però appongo questo collegamento e come sempre affermo e dico che lo "ecologismo", il "veganismo", eccetera eccetera, sono perfettamente in linea con quanto segue (cito):

    "Uomini che danno più attenzione all’amore e alle relazioni, che accettano con meno ostilità la parità dei ruoli nel lavoro, che curano di più il proprio corpo e che si confidano e parlano delle loro ansie invece di mascherarle in nome di un vecchio modello di virilità.

    [...]

    L’abbandono di tutti gli stereotipi, anche quelli maschili, è un obiettivo da coltivare con pazienza. In nome di un progetto, o forse di un sogno. E cioè che la conoscenza reciproca, la capacità di accettare il mutamento ci porti davvero a costruire un «luogo comune» libero da schemi sbagliati."

    Tutto questo, guarda caso, mentre siamo invasi da milioni di omaccioni nerboruti che vengono da posti dove praticamente sono ancora al paleolitico di cui sopra. Infatti cosa ci viene detto? Primo, secondo la leggiadra Boschi, non esiste correlazione. Secondo, se proprio proprio, il problema si risolve "educando" gli omaccioni, cioè assumendo tante insegnanti tra le laureate in lettere e filosofia predisposte al "meticciato".

    Va tutto a rotoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > L’abbandono di tutti gli stereotipi, anche quelli maschili, è un obiettivo da coltivare con pazienza.

      Luciano Fontana: ecco un'altro ugualista che vorrebbe ugualizzare maschile e femminile.
      Mani nei capelli.
      Sono dei pazzi.

      Elimina
    2. No, eseguono degli ordini.

      Elimina
    3. I realisti più realisti del re...

      Elimina
    4. C'è molto fanatismo ideologico.
      Tu descrivevi i cantautori/artistoidi settantoni che si accapigliavano perché tu non sei comunista e puro come me.

      Elimina
    5. La situazione è un po' differente. I "cantautori" erano "gente di spettacolo" e la loro "militanza" era funzionale a ottenere l'applauso. Le dispute e le accuse di non essere "un vero comunista" erano un po' come certi rapper che accusano altri rapper di essere "commerciali", non veri "gangster" della "strada".

      Invece quelli che popolano i giornaloni, le TV e le radio con i loro contenuti, giornalisti, presentatori, ospiti, esperti, eccetera, sono funzionari, quelli più bravi sono un po' come gli scienziati che mettevano a punto le armi per i Nazisti e quelli scarsi sono un po' come le guardie dei campi di sterminio. Gente che si guadagna semplicemente gli agi o il pane facendo quello che dice il "padrone".

      Che poi è esattamente lo stesso per i "politici", che come sai campano un po' come i preti, della "diaria" che gli assegna il Partito per occuparsi di una parrocchia. "Spretarsi" significa perdere la fonte di agi o sussistenza, quindi ferrea disciplina.

      La Costituzione (ex-più-bella-del-mondo, da emendare e in futuro abolire, vedi Trattato di Lisbona) esclude il "vincolo di mandato" verso gli elettori ma OVVIAMENTE non fa nulla per escludere il vincolo di obbedienza al Partito. Poi a chi risponda il Partito, non si deve sapere.

      Elimina
    6. I deputati devono rispondere agli elettori.
      Nel sistema attuale, dove essi si presentano in un partito a sua volta in una coalizione (all'opposizione o al governo) per cambiare partito/coalizione dovrebbero andare attraverso elezioni supplettive nelle quali sono gli elettori a decidere, non il parlamentare che è un rappresentante, che ha una delega, non è titolare della sovranità.
      Insomma, se io ti delego ad andare a comprare il pane e tu a metà strada cambi idea e ti metti a voler fare il calciatore, la tua delega decade.
      La logica e il buon senso pare sono incompatibili con quello strano mondo della castalia parlamentare.

      Elimina
    7. Vuoi dire che "dovrebbero", secondo te.

      La ragione per cui la Costituzione esclude il "vincolo di mandato" è l'idea molto italiana che il "popolo" debba essere protetto da se stesso, ovvero che la "sovranità" popolare debba essere LIMITATA.

      I Partiti esistevano per quella ragione, i singoli cittadini sono pericolosi, incapaci di intendere, animaleschi, quindi tra loro e la Cosa Pubblica si frappone il filtro del Partito-Stato-Mamma che esercita una specie di "potestà genitoriale", decidendo per il loro bene.

      Adesso abbiamo fatto un ulteriore passo avanti, la sovranità viene completamente eliminata e non servono più nemmeno i Partiti o lo Stato. Si crea lo "uomo unico" col meticciato e si realizza finalmente il Nuovo Ordine Mondiale dove tutto è in mano alle famose "elite apolidi" e ai loro tirapiedi.

      Perché questo possa funzionare non basta configurare l'aspetto formale, legale, istituzionale, bisogna che tutto si conformi, per cui si provvede ad "educare" i "cittadini del mondo" di conseguenza. Se gli Italiani fossero capaci di logica e buon senso o anche solo capaci di pensare al proprio bene e a quello dei figli, non potrebbero esistere casi come quello della signora Boldrini, del signor Scalfari, eccetera eccetera.


      Elimina
  6. A proposito di milf, cosa ne direste di una PresidentA così?

    (foto in bikini un po' datate ma cmq tanta roba..)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kolinda Grabar Kitarović non è che mi garbi granché.
      Per i miei gusti troppo massiccia.

      Elimina
  7. A me la gente col pancione più che richiamare pensieri lascivi richiama l'immagine di una via stipata di gente che si pesta i piedi a vicenda, e che sgomita al bancone del supermercato per compreare il prosciutto, e che si "infervora" col vicino di spiaggia perché gli monta sull'asciugamano, e che si risente per la lista d'attesa infinita per quella risonanza magnetica della quale ha tanto bisogno, e che...

    Però poi... uh, il miracolo della vita! Sì, tanta vita, particolarmente da certi luoghi del mondo verso i nostri già stipatissimi lidi. Ma quel tale che s'affaccia dalla finestra ci dice che dobbiamo ubbidire con buon cuore a certi comandamenti. Bello. Vai coi pancioni! Io vado da un'altra parte, va'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Italia, l'Europa si stanno spopolando.
      ihihihih
      Più o meno come quello con le guance sul vetro del corridoio del treno, stipato e pressato dalle altre sardina accatastate, che quando scendono in sei e salgono in cinque si lamenta che il treno è deserto.

      L'istinto arrapatorio per le belle milfe gravide segue altri percorsi, nella crapa, messer Pigiatasti.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.