mercoledì 27 settembre 2017

USA stato canaglia: Corea del Nord - 16

(USA stato canaglia - 15)

La mia lista dei massimi problemi del pianeta ha al punto zero l'esplosione demografica (africana e asiatica). Al punto 0.5 il corollario di questa, lo tsunami migratorio (e l'oppio ugualista/sìglobal/marxista/sociorazzista anti che lo sostiene). Al punto 1 ci sono gli SUA.
Lo stato ai vertici del potere è l'impero e da che mondo è mondo l'impero si fa sottomettendo i meno canaglia. La destabilizzazione di Libia e Siria è contro i sottomessi europei, la destabilizzazione ucraina contro la Russia, scomoda in quanto stato e non sottomesso e che realizza un modello sociale ancora legato alle tradizioni, meno alienato e artificializzato. Poi c'è l'Asia. Il Giappone è stato utilizzato come cavia per la sperimentazione sul campo di due bombe atomiche ed è stato sottomesso, come è l'Italia invasa e sotto il tacco di varie basi dell'invadente impero. In Asia lo Stato Canaglia rimesta contro la Cina alle sue porte di casa. Rimesta contro la Corea del Nord, ai confini di questa.
Io non ho simpatie ideologiche per uno stato più o meno comunista/marxista totalitario. Meno ancora, però, per lo Stato Canaglia, che, semplicemente, impone le sue volontà in casa o nel giardino di casa altrui.
Il lavaggio del cervello martella, martella da mane a sera e dipinge pateticamente come pazza ogni persona che non si allinea al pensiero principale, ripete che ci sono i brutti cattivi pazzi cacca diavolo: Assad, i vietnamiti, Putin, Orban, i nazi, i musi gialli giappi, Gheddafi, i malefici selvaggi (i nativi americani sul genocidio dei quali è sorto lo Stato Canaglia,  il buon giorno si vede dal mattino), gli iraniani, Hussein ...
Il lavaggio del cervello viene effettuato coi media, coi film, colla retorica trombonata moralisticheggiante. Il dittatore nordcoreano però non è stupido: gli SUA adottano il Dividi et impera globale, la Corea del Nord il Si vis pacem para bellum.
Il cagnetto è piccolo e aggressivo, ma anche questo è nell'ordine delle cose. Il cagnone rabbioso è però lì alla cuccia del primo. Ci sono ottomila pezzi di artiglieria pesante puntati su Seul che possono fare milioni di morti in pochi quarti d'ora. Conoscendo l'impero la probabilità che gli SUA decidano di usare i sottomessi sudcoreani sacrificandoli per far fuori i disadeguanti nordcoreani (e piazzare, poi, un congruo numero di basi militare in funzione strategica anti cinese e anti russa alle porte di questi) è alta.
Non posso che razionalmente sperare che la Corea arrivi a possedere un buon armamentario nucleare che possa colpire, in caso di necessità, gli SUA in Pacifico o sulle coste orientali.
Il bullo sta cagato solo quando sa che il rischio di prenderle di santa ragione è elevato e uscire pesto anche se vincente è una prospettiva che calma ogni energumeno.

31 commenti:

  1. Ad oggi, gli unici che abbiano usato armi nucleari su centri abitati sono proprio le dirigenze statunitensi, non certo quelle coreane. Il detto più idoneo a descrivere la situazione corrente è quello circa il bue che dà del cornuto all'asino.

    Ciliegina sulla torta: se non erro, anche l'Italia denuclearizzata contiene armi nucleari "incistate" e, guarda caso, sono state impiantate dalle dirigenze statunitensi, non da quelle coreane.

    Veramente, siamo di fronte all'indicibile. Eppure, la propaganda funziona, perché per i più dalle nostra parti 'sto bucefalo di Kim Vattelapesca è Il Cattivo. Non che sia un personaggio apprezzabile, sempre dirigente è, però è peste tra gli appestati, non è Il Male come ci si vorrebbe far credere (con successo, peraltro).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto MKS.

      Pensa, di fronte alla solita balla delle armi segrete che potrebbero colpire tutto il mondo, Kim m'è pure diventato simpatico.
      E' grazie a lui, che, ad esempio, abbiamo potuto assistere a scene davvero lisergiche [ come questa ].

      *_____*

      ===

      Elimina
  2. Il post di Uomo ha una sua logica.
    Ma non dimentichiamo che anche gli USA sono un burattino nelle mani della élite apolide, certo il burattino più grosso e manesco al momento.
    Bisogna quindi leggere gli interessi che stanno dietro una eventuale Seconda Guerra di Corea.

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le guerra di Corea iniziò quando le armate comuniste invasero la Corea del Sud, non il contrario. Cito:

      "Dopo ripetute violazioni del confine e scaramucce che si protraevano da quasi un anno, l'esercito nordcoreano, forte di 350.000 uomini, con 500 carri e 2000 pezzi d'artiglieria, addestrati da mesi (dal febbraio 1950 erano in "stato di allerta"), su ordine di Kim Il-sung, aprì un potente e continuato fuoco d'artiglieria a partire dalle ore 04:00 del mattino di domenica 25 giugno 1950, approfittando anche della giornata piovosa. Pochi minuti dopo che le batterie di obici nordcoreane, dislocate lungo il confine rappresentato dal 38º parallelo, avevano riversato sulle posizioni avversarie una valanga di colpi, dieci divisioni di fanteria ed una divisione corazzata attraversarono la frontiera."

      Segui la controffensiva della coalizione ONU di cui gli USA erano la parte preponderante. A quel punto, ricito:

      "L'esercito cinese guadò lo Yalu la notte del 27 ottobre ma già dal giorno 19 interi reparti cinesi entrarono nel territorio della Corea del Nord integrando i regolari nordcoreani. I soldati cinesi si riparavano in cunicoli sotterranei da dove uscivano nel cuore della notte per attaccare col favore delle tenebre. Il contrattacco si concretizzò, tra il 28 ed il 29 ottobre, in una valanga umana che si abbatté sulle linee avanzate alleate, letteralmente travolgendole. L'intervento in massa dei cinesi divenne irresistibile a partire dal 25 novembre, quando 300.000 cinesi spianarono - a costo di enormi perdite umane - le prime linee statunitensi. Con una tattica "a tridente", i cinesi sfondarono al centro, ricacciando i sudcoreani da Chosan e impegnando gli statunitensi ad est della città (contro il X Corpo dei Marines) e ad ovest (contro l'VIII Armata).[...] il 4 gennaio i cinesi presero la capitale sudcoreana Seul."

      Dopo offensive e controffensive da entrambe le parti, ri-ricito:
      "I negoziati di pace si conclusero il 27 luglio 1953 con la firma a Panmunjeom di un armistizio che ristabiliva sostanzialmente la situazione preesistente, e la creazione della Zona demilitarizzata coreana. La Corea rimase divisa in due stati: Corea del Nord, con capitale Pyongyang e Corea del Sud, con capitale Seul. Ci furono 2 milioni di morti."

      Elimina
    2. Sì, ok, ma adesso siamo vicini alla Seconda Guerra di Corea.

      Elimina
  3. Un occasionale lettore potrebbe solo concludere che il "personaggio digitale" UCoso è completamente folle.

    "Non posso che razionalmente sperare che la Corea arrivi a possedere un buon armamentario nucleare che possa colpire, in caso di necessità, gli SUA in Pacifico o sulle coste orientali."

    Razionalmente.
    Per fortuna chi frequenta questo blog da un po' sa che il "personaggio digitale" UCoso si diverte ad assumere delle pose che sono l'esatto contrario una dell'altra.

    Razionalmente, UCoso avrebbe dovuto scrivere che si augura che la Nord Corea sviluppi un deterrente nucleare al fine di NON combattere una guerra. Il famoso "equilibrio del terrore".

    Razionalmente UCoso si dovrebbe rendere conto che sperare che qualcuno colpisca gli USA con un'arma nucleare, oltre ad essere folle da un punto di vista morale, è folle da un punto di vista pratico, perché la rappresaglia cancellerebbe ogni forma di vita nell'area della Nazione attaccante e renderebbe la vita grama tutto attorno.

    Bell'ambientalista di sto cazzo, aggiungerei.
    Ma tanto è per ridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, se poi qualcuno qui si va venire la voglia di replicare "in caso di necessità significa se gli USA aggrediscono la Nord Corea", l'anima bella in questione si dovrebbe rendere conto che una volta cominciato l'attacco americano, posto che nei primi trenta secondi non venga spazzato via qualsiasi armamento coreano, una bomba atomica sugli USA avrebbe solo l'effetto di togliere qualsiasi freno all'attacco americano, non certo di arrestarlo.

      Il deterrente non deve minacciare gli USA, come è stato fino ad ora, basta minacciare la Corea del Sud e al limite il Giappone. A parte la questione morale e umanitaria, una guerra che coinvolga due delle economie più importanti dell'Estremo Oriente comporterebbe dei danni economici che bastano ed avanzano a rendere controproducente qualsiasi iniziativa bellica americana.

      Che poi, se non fosse per i botti che spara ogni tanto, nessuno al mondo saprebbe che la Nord Corea esiste. Non importa a nessuno.

      Elimina
    2. > sperare che qualcuno colpisca gli USA con un'arma nucleare,

      Al momento, l'unico paese che ha utilizzato le armi nucleari di distruzione di massa sono gli SUA.
      Questo è un fatto.

      > oltre ad essere folle da un punto di vista morale, è folle da un punto di vista pratico

      Non è per nulla folle, visto che anche i bambini sanno che se sono bravi a menare le mani è difficile che il bullo, magari già coretto con una lezione, li importuni e nuocia loro di nuovo o per la prima volta.

      > Il famoso "equilibrio del terrore".
      Esatto.
      Il famoso equilibrio del terrore.
      Non puoi attaccarmi perché le conseguenze sarebbero devastanti anche per te.
      Non c'è nulla di folle in tutto questo.
      E' la storia del XX secolo e ancora quella attuale.
      Il fatto che ora sia diventato molto rischioso attaccare la Corea del Nord è solo un dettaglio di un meccanismo noto e consolidato, generale.

      Vuoi giocare a fare il pacifista filo statunitense, Lorenzo?

      Elimina
    3. UCoso, è l'ennesimo caso in cui straparli senza capire di cosa straparli. L'equilibrio del terrore ha senso solo se le due parti si possono annientare reciprocamente. La Nord Corea non potrà MAI annientare gli USA, può fare dei danni e come dicevo, questa è la ragione per cui l'obbiettivo più sensato è la Corea del Sud e il Giappone.

      Ci sono due opzioni, la Nord Corea lancia preventivamente un missile che per qualche miracolo colpisce la California. Un secondo dopo partono cento missili a testata multipla dagli USA e dai sottomarini nucleari, che trasformano la Corea del Nord in uno specchio e contaminano pesantemente la Corea del Sud e la Cina meridionale (col rischio che i Cinesi si incazzino). Un'altra cosa che nel tuo essere bimbo felice non consideri è che in caso di attacco preventivo della Nord Corea gli USA potrebbero invocare il trattato NATO di mutua difesa e l'Italia sarebbe costretta ad entrare in guerra contro la Nord Corea.

      L'altra opzione è che la Nord Corea aspetti un attacco americano per lanciare il missile che colpisca la California. Questo è estremamente improbabile perché gli USA dispongono di sistemi di intercettazione e si aspetterebbero il lancio e perché le primissime operazioni di attacco sarebbero mirate sui siti di lancio (figurati quanti satelliti fotografano la Corea in questi giorni). Se anche fosse, il botto sugli USA implicherebbe che l'attacco americano sarebbe incontrollato, mirato a cancellare la Corea, non solo rimuovere la dinastia dei Kim.

      Quindi, non c'è niente di razionale nel tuo discorso. Mi sono limitato a questioni pratiche, militari e non ho affrontato tutta la faccenda morale implicita nello AUGURARSI un conflitto con l'impiego di armi nucleari.

      Il fatto che gli USA abbiano usato due volte bombe atomiche non è una ragione per volerlo rifare.

      Asilo Mariuccia.

      Elimina
    4. Continui a fare lo gnorri.
      Io non ho scritto ne pensato ciò che mi attribuisi e che è nella TUA testa.
      Ho scritto che la Corea del Nord fa di tutto per rendere poco conveniente un attacco contro di essa. Agendo sui sottomessi dagli SUA meridionali e nipponici e, se possibile, direttamente sullo Stato Canaglia.
      Anche La CdN ha degli alleati. Tu pensi che Cina e Russia stiano a dormire mentre gli SUA ripetessero Hiroshima e Nagasaki sui coreani settentrionali, riempendo tutta l'area di residui nucleari e permettendo basi degli SUA a pochi km?
      Puoi incraniarti su tecnicismi e pensieri che attribuisci bizzarramente a me ma perdi il senso complessivo delle cose.
      Il senso delle cose è che l'impero è in casa di altri e che questi stanno diventando più pericolosi da attaccare.
      Infine, ma è altro argomento, ci sarà un momento in cui la supremazia della Cina diventerá rale anche planetaria e anche militarle. Non sarà bello visti i precedenti delle canaglie SUA.

      Elimina
    5. Saccenza del millimetro quadrato.
      Alka fine annoia, quando diventa ripetitiva.

      Elimina
    6. Il "senso complessivo delle cose".

      Gli USA NON HANNO ALCUN BISOGNO DI USARE ARMI NUCLEARI, tanto meno per radere al suolo un Paese di 25 milioni di morti di fame. Inoltre, gli USA non hanno alcuna ragione di radere al suolo la Nord Corea, il loro scopo è destituire la dinastia dei Kim, cosa che probabilmente sarebbe nell'interesse degli stessi Nord-Coreani.

      Gli USA userebbero armi nucleari come rappresaglia per un attacco nucleare sugli USA o un alleato degli USA.

      Come ho detto, se questo attacco fosse preventivo, ovvero colpisse gli USA prima che questi attacchino altri, l'Italia e l'Europa si troverebbero automaticamente in guerra per via del trattato NATO.

      Tutto il resto che hai scritto è una sequenza di scemenze che stanno tra i soldatini e la solita vecchia Festa dell'Unità.

      E' una malattia inguaribile.

      Elimina
    7. A proposito della "saccenza", se vuoi smetto di commentare quando ti metti in una delle tue pose.

      Tanto non fa nessuna differenza.

      Allora chiudo dicendo che se ti devi mettere in posa, almeno cerca di essere originale. Perché se c'è una cosa che fa ridere è che tu dica A ME che alla fine annoia.

      Elimina
    8. > Gli USA NON HANNO ALCUN BISOGNO DI USARE ARMI NUCLEARI,

      Falso.
      Gli SUA hanno già utilizzato armi nucleari su un paese in ginocchio (il Giappone) in funzione antisovietica. Poi è successo che si inventassero una necessità di ridurre le vittime, cosa del tutto da dimostrare, nell'invasione del Giappone che stavano finendo.
      Si inventano tutte le cazzate necessarie (Hussein aveva armi di distruzione, Assad usa i GAS e altri falsi evidenti).

      > tanto meno per radere al suolo un Paese di 25 milioni di morti di fame

      Gli SUA hanno raso al suolo direttamente l'Iraq e, per prossimità, la Siria.
      Poi il Vietnam, la stessa Corea del Nord, etc. .

      Il termine di attacco preventivo è ricorrente nel pensiero e nel linguaggio delle canaglie statunitensi.

      Le scemenze... Già.

      Elimina
    9. { la capacità critica del pacifista Lorenzo è fortemente flessa dall'oggetto : nulla, può essere più Male di uno Stato che si dichiara comunista! }.

      ===

      Elimina
    10. Sono stati di ipocrisia massima, di sfruttamento da parte dei soviet ((la dinastia Jon Jung o come zio pino si chiama), di ugualizzazione coercitiva, di assenza delle tre libertà fondamentali.
      Il peggio immaginabile.
      Beh, anche il trombonamento ipoxrita impartito ai sottomessi da parte dello Stato Canaglia non è male.
      Poi quando questo viene bombardato in casa di altri, allora abbiamo il massimo.
      Ognuno se ne stiaxa casa propria senza ingerire nella vita di altri e, men che meno, entrando in giardino o in casa altrui.

      Elimina
    11. I marxisti, come gli oppiomani di ogni setta, costruiscono un male metafisico associandolo a ciò che non è nella loro cricca.

      Elimina
    12. Uomo, mi diventi irrazionale.

      Elimina
    13. Il Capitalismo sta fallendo nell'Occidente europeo, e tu te la prendi con chi questo fallimento l'ha previsto e analizzato con anticipo.

      Elimina
    14. Molti soggetti arcobaleno manco sanno cosa significhi ''marxista'', tanto quanto ''italiano''.

      Il punto è che siamo arrivati al punto di dovere cambiare le regole del gioco, perché l'élite ci sta stritolando con gli strumenti liberisti.

      Non c'è lavoro per tutti.

      Che fare ?

      Elimina
    15. Il capitalismo non sta fallendo, sta solo arrivando ai limiti.
      Da questo punto sta fallendo con tutto il mondo.
      Il marxismo è bacato nel momento in cui ipotizza certe "morali" inesistenti e nega parte dell'etologia che lo nega. Prego notare che le sue implementazioni sono già ripetutamente fallite.

      Elimina
    16. > Non c'è lavoro per tutti.
      >
      > Che fare ?

      Questa è una delle questioni politiche più importanti.
      In realtà non c'è il lavoro retribuito, ovvero quello ambito e ricercato.
      L'automazione eliminerà posti di lavoro in massa.
      La cosa paradossale è che l'algoritmo non può convergere: beni e servizi possono essere venduti solo a coloro che hanno un reddito.
      Io ho in mente l'utopia della decrescita, del localismo autarchico. Utopie, appunto.

      Elimina
    17. Una qualsiasi anarchia ( che non sarebbe sinonimo di chaos, come i mass-merda da decenni, anzi secoli dispacciano ) può funzionare solo se c'è una base consapevole e pienamente attiva.

      Abbiamo, al contrario, una base abbastanza ignorante di suo, tenuta nell'ignoranza delle cose del mondo da organi di DISinformazione che distorcono quando non negano i fatti.

      Una base di fessacchiotti che pensano ancora a sgomitare per emergere, non capendo il Gioco al Massacro nel quale siamo piombati al termine del Capitalismo ( nelle terre ovest-europee ).

      ===

      Elimina
    18. Il capitalismo non sta fallendo, sta solo arrivando ai limiti.
      Da questo punto sta fallendo con tutto il mondo.


      Siamo alla schiuma, la schiuma sbavata dalla bocca di un organismo agonizzante.

      No, c'è una parte di mondo che viene sviluppata.
      E' l'Ovest-Europa, che è stata designata collettore indifferenziato dei rifiuti del mondo intero.

      Il marxismo è bacato nel momento in cui ipotizza certe "morali" inesistenti e nega parte dell'etologia che lo nega. Prego notare che le sue implementazioni sono già ripetutamente fallite.

      Io la vedo diversamente, in termini di termodinamica sociale.
      Ovvero, il controllo possibile con un marxismo autarchico ( o con iniezioni di marxismo nel Sistema attuale ) sarebbe utile a raffreddare un motore che STA FONDENDO.
      Vedi la disoccupazione e sottoccupazione endemiche, e altre questioni topiche.

      ===

      Elimina
  4. io penso che l'esperienza passata del nucleare debba far capire che sarebbe meglio evitarla, indipendentemente da chi l'ha usata per prima. sono passati tanti tanti anni, ma non si è capito un cacchio. Gli stati canaglia non si combattono andando allo sbaraglio con una guerra, nemmeno se fossero loro a provocare che accada. ci vuole diplomazia intelligente, ma questa non vi è proprio in giro attualmente, purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La diplomazia VERA sta sotto il livello di ciò che è visibile per noi plebei.
      Per noi, c'è lo spettacolino di cabaret di Kim e Trump che si insultano a vicenda.

      ===

      Elimina
    2. Le uniche cose sulle quali possiamo trarre delle conclusioni sono i fatti.
      Ad esempio l'azione destabilizzatrice, fili ISIS e anti Assad degli SUA in Siria.
      Questi blateravano di lotta ai tagliagole e li appoggiavano pesantemente.
      La diplomazia ha dei margini di manovra, un dominio, come tutto e oltre non può andare, M. .

      Elimina
    3. E i mass-merda ''italiani'' e occidentali in genere appoggiano la campagna pro-ISIS, tacendo sulle vittorie sul campo della coalizione russo-siriana, e sulle azioni di contrasto ad essa che viene eseguita dagli ... SUA.
      Un Popolo ignorante può essere maneggiato a piacimento.

      :)

      ===

      Elimina
  5. Risposte
    1. > E intanto, [ nel Paese leader

      Il capitalismo ha, come tutte le cose, un intervallo, un dominio in cui è funzionale, uscendo dal quale entra in crisi e manda in crisi.
      Se una parte troppa grande della popolazione si immiserisce, non può funzionare, la parte minuscola e ricca si trova in una società che, velocemente, implode verso il terzo o quarto mondo.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.