domenica 17 settembre 2017

Sparizione dei rifiuti

Da quando il GAS si è via via rattrappito e acquisto meno prodotti dai gascontadini, la quantità di rifiuti è, purtroppo, sensibilmente  aumentata. Me ne rendo conto perché devo andare un po' più spesso ai cassonetti della raccolta differenziata. In ogni caso, cerco di riutilizzare i contenitori e di riportarli al mercato o alle bancarelle dei produttori che li riprendono volentieri.  Il problema è la GDO, quelle volte poche ma comunque troppe che ci vado. Solo che in queste settimane, dopo quindici mesi aridi, non ci sono più contadini che vendono, visto che la produzione di pomidoro, ortaggi, patate, miele, noci, mele, etc. è stata quasi azzerata dalla siccità. Bancarelle con paglia, foglie secche e polvere non hanno gran successo. La siccità significa anche più GDO, purtroppo. Direi che coi produttori in vendita diretta ci sono riuscito con quasi tutti: anzi,  mi dicono che gli scatoli di plastica e i sacchetti monouso sono molto cari. La lotta ai rifiuti, all'usa e getta si fa anche col modello commerciale: via da quello industriale/massificato.
Quando devo acquistare frutta e ortaggi alla GDO, li etichetto direttamente senza sacchetti di plastica. Una volta alcune commesse si stizzivano poi hanno smesso. Che problema c'è? Sono prodotti che consumo io e preferisco non dover respirare la plastica gassificata dagli inceneritori. La concezione di igiene è proprio buffa. Il terrore di qualche possibile batterio ma però la miscela di milioni di composti chimici casuali,. milioni di tonnellate dei più disparati miscuglioni di materiali, scaricata in aria dagli inceneritori, ah, quella no.
Ho letto la campagna di Greenpeace sul problema USA e getta. Ma io sono ormai algido con loro: (a differenza di WWF) da sempre Greenpeace  non spende una parola una sul problema dell'esplosione demografica. Vengono distrutte le foreste per il cacao? Non una parola sul problema base, quello del numero di mandibolatori cioccolativori mondiali in esplosione esponenziale. Non una parola. Un  silenzio assordante. Il fatto che anche l'Italia settentrionale sia diventata una scarica diffusa dipende anche dal fatto che in essa sono immigrati milioni di  persone con senso civico scarso o nullo, prima dal Sud ora, dal resto del mondo. La discaricazzizzazione del paese lo equalizza ai paesi del terzo mondo!? Tanto meglio - no !? - , secondo i razzisti anti meticcianti ugualizzatori.
Questa barbarie non esiste e se la dici sei nazifascioleghista.
Le barbarie. Vostre. Le nostre non esistono oppure sono mali necessari, giuste e moralmente superiori, per il bene.
Dunque dopo Porzius, l'eccidio di Schio, la Kosakenland, le stragi titine antiitaliane, quelle del triangolo rosso, altre centinaia, ecco un'altra perla, le sevizie, lo stupro,  e l'ammazzamento, dai parte di partigiani comunisti, di una bambina tredicenne, Giuseppina Ghersi.
Il presidente dell'anpi savonese, Samuele Rago, che lascia trapelare pensieri efferati. Nel 2017. Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.  Cosa ho scritto molte volte? Che i fascisti anti sono molto peggio,  perché più pericolosi e violenti e DISSIMULATI.
Non so se ho raccontato cosa mi disse, in privato, il/la sindaco/a pidino/a di ferro di un paese di queste parti, che certe cose non le può dire, di certi partigiani comunisti che violentavano alcune poracce rurali nei casali, minacciando di inquinare i pozzi gettandovi il cadavere di un  qualche animale ucciso alla bisogna se non avessero acconsentito, se non avessero accolto.
Certi partigiani comunisti furono, dei barbari criminali, come prima lo furono, anche dei criminali in camicia nera.
Sì furono tempi di grandi violenze, fatto storico, realtà storica.
Solo che questo valeva anche per i kompagni. Quelle rossastre, peraltro le nefandezze peggiori numericamente e qualitativamente,  complessivamente, in un disegno ideologico filosoficamente malato, aberrante, strutturalmente inquinato, nefando, sono state fatte sparire. Una storia due misure.
L'erba cattiva scaccia quella buona. La plastica e l'oppio marxista, ugualista, progressista, razzista anti, sostituzionista, socioingegnerizzante avanzano.
Inceneritori e purificatori partigiani. Fanno sparire i rifiuti.

3 commenti:

  1. A parte l'ovvia considerazione che negli eserciti formati da "normali cittadini", è risaputo che la maggior parte delle uccisioni sono compiute da un ristrettissimo numero di psicopatici, la equivalenza tra i partigiani e i nazifascisti è priva di senso.

    I "nazisti" erano l'Esercito della Germania che combatteva in Italia non perché l'aveva precedentemente invasa ma perché gli Italiani avevano deciso di sottoscrivere una resa separata. Inoltre gli Italiani avevano avuto la furbizia di farlo sapere ai Tedeschi mesi prima. A quel punto la Germania aveva tre alternative, sottoscrivere la resa, lasciare l'Italia agli Alleati oppure contrastarli. Quando fu deciso di contrastare l'occupazione, i Tedeschi applicarono normali tattiche di guerra che erano conformi alla loro legge, cioè dal loro punto di vista erano perfettamente "legali". I Fascisti, che fino all'armistizio erano la stragrandissima parte degli Italiani, furono impiegati come milizia territoriale, perché gli Alleati, oltre la possibilità di paracadutare incursori dietro la prima linea tedesca, potevano organizzare la "resistenza" e la guerriglia, anche quelle pratiche consolidate che esistevano e esisteranno in tutti i conflitti, compresi quelli in corso ai giorni nostri. In Vietnam i primi Americani furono "consiglieri" che addestravano milizie locali a combattere i Comunisti.

    Se fossimo rimasti in questi termini, la faccenda sarebbe stata brutale ma meno drammatica. Nella situazione italiana ci fu l'elemento dell'indottrinamento comunista che col tempo finì per caratterizzare la "Resistenza" nel Nord Italia.

    La Resistenza comunista non voleva semplicemente contrastare i Tedeschi e i Fascisti per favorire l'avanzata degli Alleati (e quindi la "Liberazione"). Voleva costituire in Italia, almeno nel Nord, una "Repubblica Democratica" di ispirazione sovietica, ovvero la Dittatura del Proletariato gestita dal Partito Comunista.

    Quindi alle efferatezze che si si può aspettare da guerriglia e contro-guerriglia, si aggiunsero le efferatezze che ci si può aspettare in un contesto di "rivoluzione" dove la Borghesia è "Nemico di Classe". I partigiani comunisti non ammazzavano e violentavano e saccheggiavano solo come guerriglieri ma anche come rivoluzionari, quindi con le stesse logiche della Cina maoista o della Cambogia di Pol Pot.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inoltre, a guerra finita gli Americani si accordarono con i Russi per spartirsi l'Europa. Di conseguenza arrivò l'ordine di Stalin ai nostri "partigiani rivoluzionari" di disarmare.
      Questo produsse una mentalità schizofrenica nei Comunisti italiani, i quali cominciarono a dividersi tra l'anima "istituzionale", tra l'altro costruendo l'epica fasulla dei "padri fondatori della Repubblica" e l'anima "rivoluzionaria", che finì per produrre il fenomeno delle organizzazioni militanti extra-parlamentari e dei "compagni che sbagliano".

      Il PD attuale, costituito unificando quello che rimaneva del PCI dopo la caduta del Muro e quello che rimaneva della DC dopo i processi delle "mani pulite", è ancora più schizofrenico, è composto da "n" anime che affermano e negano qualsiasi cosa. Se non ci fossero le "elite apolidi" a dare ordini e direttive, sarebbero paralizzati nel continuo contraddirsi delle loro "vocine interne".

      L'ANPI è una scoria tossica di quanto scritto sopra.

      Elimina
  2. Altro esempio del perché lo "ecologismo" e lo "ambientalismo" sono una montagna di cazzate:
    Ennesimo caso di inquinamento industriale.

    Contro:
    Anche nell'Antartide succedono cose bizzarre.

    Non che la seconda cosa sia falsa o irrilevante ma le sostanze tossiche che ti trovi nel bicchiere ti ammazzano molto più rapidamente dello "effetto serra".

    Ma qualsiasi cretinetti può strologare di "effetto serra", tanto non è richiesto di fare nulla. Invece per la questione degli scarichi industriali, c'è un fabbricone, ci sono certi processi chimici, ci sono gli operai e i sindacati, ci sono i pozzi e i filtri per potabilizzare l'acqua, ecc, tutte cose concrete che chiedono soluzioni concrete.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.