lunedì 13 aprile 2009

non così taz

Lavoro volontario per l'area verde intorno all'edificio che ospita il gas ed altro.
Ci siamo ritrovati una quindicina, in una bella giornata di primavera.
Lo spirito gratuito del fare per ciò che è la nostra non_così_temporaneamente area autonoma.
Abbiamo mangiato insieme, poi ancora lavoro, un insieme di belle teste della valle, teste assai pensanti ed agenti.
Il 1o maggio probabilmente bella festa con gente un po' sovversiva, come l'anno scorso. Ce lo hanno chiesto, ancora, i regaz della Toscana.
Guardavo in su, in silenzio, appoggiato al badile del forcone.
Ora sono solo e libero.Guardavo, su in alto, i nostri poggi e il bianco dei ciliegi, anche nel bosco. Rileggo di quei giorni, sempre quella l'eterna lotta.
Un po' di malinconia.

Le mie colline

5 commenti:

  1. Buon inzio settimana Aman

    (Silvia)

    RispondiElimina
  2. Sei sempre solo e libero amico mio...

    Siamo sempre soli e liberi....

    un abbraccio

    RispondiElimina
  3. UnUomoInCammino20 aprile 2009 10:04

    x utente anonimo (Silvia):

    Buongiorno a te.



    x Sonorson:

    Soli a volte, liberi raramente

    RispondiElimina
  4. I famosi boschi di ciliegio dell'Emilia-Romagna. Chi non li ha mai visti?



    Hahaha, è già uomoincammino, non sei mai sol quando ci sono amici come Sonorson.

    RispondiElimina
  5. UnUomoInCammino25 aprile 2009 01:43

    Il riso abbonda sulla bocca degli stolti.

    Trolla, invece di ridere, che si vede tutta la segatura, mangiati un po' di duroni vignola o ferrovia. Almeno taceresti un po'.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.