martedì 28 aprile 2009

Trolla di blog

La trolla è ritornata a fare le cacca in casa altrui, quella di Orax, questa volta.  Recupero un commento e vediamo un po' le caratteristica che la bloggabbestia ha esibito in un paio di anni di trollaggio.

  • cattocomunista (ora usano il germine teodem), filo mussulmana
  • progressista  diossina (intendo di area PDLmenoL)
  • sostenitrice della monogamia chiusa della coppia
  • ha un diario e da molta importanza alla diariosfera e a parametri non meglio precisati come successo diarosferico, contatori, numero di commenti e altra roba del genere
  • detesta Osho
  • moralista (quindi ovviamente intollerante all'etica)
  • considera che la coppia debba avere dinamiche lineari e politicamente corrette
  • apologeta dalla sicurezza
  • spiazzata sul pensiero anarchico (in testa ha il suo teorema anarchico = di sinistra)
  • antixenofoba acritica
  • dipendente da etichette e categorie alle quali cerca di ricondursi
  • internazionalista (rimasta qualche qualche traccia di trotskyismo), sostenitrice della bontà delle migrazioni e del fatto che debbano essere gestire politicorrettamente
  • un po' di cultura e in apparenza arguta (robba sprecata, l'acriticismo di marca idelogica e conforme e la persistenza in ruoli scemi, non può essere segno di arguzia)
  • di formazione umanista, da rilevanza alla cultura intellettuale
  • poco incline al contradditorio scientifico
  • masochista
  • fa affermazioni assolute senza alcun riscontro oggettivo
  • commuta spesso il piano polemico sulla morale appena incontra citazioni non gradite o evidenze scientifiche o quelle che non piacciono a lei
  • religiosa nel modo di vivere e pensare
  • convinta del bene che sconfigge il male
  • in rete si è messa un guinzaglio da sola e trae soddisfazione da commenti al seguito che essa ritiene, in qualche modo rivelatori di qualche mia parte che essa considera pessima, deprecabile, etc. (ad esempio tempo addietro), di fatto, nell'eccesso di antagonismo, mi fa una sorta di pubblicità
  • più disprezza questo luogo e il diario di coppia, più li segue con zelo

Questo è ciò che appare dalle sue parole nel virtuale.
Mi ricorda la merdiossina PD cattoipocrita provincialona che sto conoscendo come tumore nelle amministrazioni da queste parti.
Ovvio che queste siano caratteristiche di un essere che, per i miei canoni di giudizio, è ammalato, con molti problemi. Però, insomma, sono suoi problemi, io la gestisco di volta in volta come preferisco e ritengo meglio.


26 commenti:

  1. UnUomoInCammino28 aprile 2009 14:55

    Trolla, per una volta sei riuscita a scrivere un commento in tema. Osgna, stai migliorando.

    RispondiElimina
  2. UnUomoInCammino28 aprile 2009 14:58

    Anarchia di dx e sx... usiamo il linguaggio per intenderci.

    Se Fini anarchico, parla di piccole patria, altri parlano di sovranità territoriale o demanialità civiche, o di imperialismo migratorio, quelli sono anarchci anche se non "di sx".

    Sono stato ad un paio di feste, di recente, anarchiche e ho parlato sia di Palestina vs Israele che di localismo.

    Compagni contrari, altri favorevoli, non c'è LA posizione anarchica, trolla, anche se ti dispiace.

    RispondiElimina
  3. Che fai aman? Scrivi una decina di punti e poi rispondi a uno solo?

    Altra tattica del man: portare il discorso dove vuole lui.



    Io aman/uuic ho provato spesso in passato a parlare con te restando in tema ai post. Sei tu che quando le cose si mettono male svicoli e parti per la tangente. Ora, se vuoi parlare di anrchismo, apri un post (bello, realistico e che le tue lettrici-bambine difficilmente capiranno), se no affronti tutti i punti come ho fatto io. Sei tu che hai difficoltà ad argomentare.



    Di Fini parliamo quando vuoi. Ma definirlo anarchico è una scemenza. Una delle tante. Tu sei un "Pallonaro di Destra", lui un "Provocatore di Destra".



    redrum

    RispondiElimina
  4. UnUomoInCammino28 aprile 2009 15:17

    Poi ti rispondo anche sul resto... Trolla.

    Sono stato a Cuba e (alcuni lustri fa) in Ungheria).

    La promiscuità è gestita e fa parte del vivere, con i suoi pro e contro.

    Non esiste solo il sesso di gruppo o in tre o più. Quella è la MIA trasgressione, visto che è terreno sconosciuto. A quel tempo non avevo parlato di sessualità oltre la coppia, con i cubani e le cubane.

    In ogni caso, quel tipo di sessualità è molto più comune nei paesi ex-comunisti o più secolarizzati, come nei paese scandinavi, ad esempio.



    Scienza e conoscenza...

    C'è anche il secondo termine e per scienza intendo metodo scientifico applicato anche alle "scienze" umane.

    Questo vuol dire fare ricerca, informarsmi, sperimentare, oservare ciò che succede nel tempo e nello spazio etc.

    Allora scopri che il concetto dei chakra è non solo tanto antico e precisa ma anche operativo, risolutivo etc.

    A te non garba? Pazienza

    Sostieni allora le tue teorie e applicale su te stesso e scrivile in un bel diariuzzo.

    Il centro del tuo mondo se te, trolla, non sono io.



    Tu usi male la libertà della diariosfera e non hai senso del limite. In altre parole, se le mie osservazioni e modi di dire vivere e con-vincere e argomentare non ti piacciono smamma.

    Invece ti ostini in commenti prolissi e con intento provocatorio, ti piace di punzecchiare e usare termini come pallonaro, osservazioni stupide e fuori luogo.

    Sei un disadattante, persona polare (n PNL si dice così).

    Solo che non hai limite, il tuo ruolo di trolla ti travolge.

    Io ti do spazio, a volte devo contenerti perché in quello stato d'animo non mi vanno le dimensioni del tuo ingombro o ritengo irritanti, come sempre, le stupidità, specie quelle che scrivi.



    Trolla, chi è il tuo pubblico? Che vita fai? Cosa ha sperimentato?

    A queste domande, trovati risposta in un luogo nuovo di trinca, tutto tuo.

    Qui, non hai ancora capito, è casa mia e non un luogo in cui sono obbligato in qualsiasi modo nei tuoi confronti.

    Quando mi serve esercitare la polemica ti uso, altre volte ti pubblico in differita, altre volte rimuovo le tue sciocchezze.





    Trolla, ora ti devo stimolarti ad aprire un luogo tutto tuo lo chiami "le palle del pallonaro awomanamanunuomoincammino" e ci fai quel che vuoi, avvisando

    i tuoi lettori provveduti e i miei sprovveduti sulle correnti di aria che ti girano in codesta crapa.



    Sei ingombrante, ora, qui l'immigrazione di stupidità e pattume, ora, non è gradita.

    RispondiElimina
  5. Non sai argomentare aman, puoi mettere la testa sotto la sabbia quanto ti pare. Ma i tuoi lettori lo sanno e lo sai anche tu.

    Quando vuoi confrontarti aman, fai un fischio, ma che tu pubblichi un post dove chiami la Trolla, come hai fatto sopra e poi metti in moderazione è solo debolezza aman. Chi lo legge lo sa. Se sta bene a te aman sta bene anche a me.



    redrum

    RispondiElimina
  6. piccola incursione a proposito dei chakra (e qualcosina ne so): non sono altro che zone corrispondenti alle nostre ghiandole endocrine. qui le chiamiamo così, dellà dall'altra parte del mondo, le chiamano cosà.

    RispondiElimina
  7. UnUomoInCammino28 aprile 2009 15:45

    x utente anonimo (trolla):

    Trolla, forse non hai capito

    Sono ca 3 anni e mezzo che argomento, ci ho fatto pure parte del diario di coppia.

    Io argomento e lo faccio quando va a me e mi piace a me.

    E' il mio arbitrio e finché rimani nel tuo ruolo di trolla, devi prendere atto che io decido quando se e come risponderti ed argomentare.



    x orax:

    Una delle letture dei chakra è anche qualla endocrinologica. Grazie oraicchese. Temo che sia tempo sprecato, considerato che la trolla sa benissimo cosa non le va bene ma non propone alcunché oltre ai corsi di castrità delle Paoline e della Binetti.

    RispondiElimina
  8. Vedi, orax io no è che ce l'abbia con i chakra, conosho o con tutti i fantastici hobby del man, è solamente che trovo assurdo lo scagliarsi contro tutto ciò che è "religione" e poi decidere di fondarne un'altra basta su dei libricini comprati alla bancherella.

    Per carità, ognuno crede in quello che vuole, ma che senso ha denigrare chi crede in una religione "tradizionale" e poi avanzare pretese scientifiche sulle parole di Osho.



    redrum



    PS: le filosofie Orientali hanno conoscenze sull'anatomia umana basate sull'esperienza.

    Un esempio banale: l'agopuntura cinese.

    Ora, se Orax dcie che i chakra corrispondono alle ghiandole endocrine... vabbè gliela dò per buona. Anche se sarebbe meglio un testo di anatomia piuttosto che qualche libro sui chakra dove gli autori parlano a ruota libera secondo il metodo "scientifico" di aman.

    Però non mi sembra che qualcuno sia mai stato in grado di curare una disfunzione tiroidea concentrando la respirazione sul Vishudda.

    RispondiElimina
  9. UnUomoInCammino28 aprile 2009 16:11

    Trolla, perché non ti iscrivi e partecipi alla Salvation Army? Difendi pure la religione, è importante e i vari libretti scritti da patriarchi un po' misogini qualche tempo fa.

    Trolla, se non ti piace la mia critica alle scemenze propinate al gregge da mullah, pope, bramini e preti, smamma.



    Scienza e conoscenza basata sull'esperienza

    Oh, finalmente l'hai scritto.

    Alcuni chakra non corrispondono a ghiandole endocrine, ad esempio il 1° e il 4°, il 6°, non che mi risulti.



    Il metodo scientifico è quello di osservare la realtà per quello che è e non quello che dovrebbe essere.

    In quanto alle cure, la medicina allopata ha limiti precisi. Per quanto mi riguarda, una disfunzione su cui i medici tradizionali avevano fallito ripetutamente me l'ha guarita la terapia della mia omeopata.



    Sapere ed essere

    Occidente E oriente

    Scienza E conoscenza

    Corpo E spirito



    Trolla, siamo sempre lì, non cambia un cazzo se si tradizione orale sciamanica, lo abbia osservato lo zio, Grillo, Sartori o la Perrel, o sia spicciolo buon senso.

    RispondiElimina
  10. Vedi aman, ti risulta che la Trolla sia interessata alla religione, o a Osho?

    La trolla è più interessata alle cose che dici, alla necessità che hai sempre di trovare un "nemico" di focalizzarti su qualcosa verso cui guidare la rabbia dei tuoi lettori. Può essere la religione, o l'immigrazione, o quello che ti pare. Cose semplici, messaggi semplici.



    Ma quando le cose si fanno difficili, quando l'interlocutore è ostinato, tiri fuorinuno dei tuoi pippotti psedudo intellettuali come qui sopra, che hanno il compito di mettere la parola fine alla discussione.



    Peccato, aman che dire che i chackra esistono non è sufficiente per dare una valenza scientifica alla cosa. Se no possiamo anche affermare che la terra è piatta e dire che quella è una conoscenza mentre invece è solo una superstizione.

    Non è che un'affermazione (sbagliata) diventi più vera perchè sostenuta da più fonti. Bisogna che le fonti siano credibili. Un po' come te aman: non basta che tu dica che la woman esista, bisogna che lei si palesi, se no è solo una chimera.



    redrum





    RispondiElimina
  11. Non credo che ci sia una religione o una filosofia che abbia la verità. Dalla mia personale esperienza e ricerca, dicono tutti la stessa cosa. Penso che la resistenza maggiore di Trolla sia il bisogno di sapere che la sua religione sia quella giusta. Potrei citare infinite UGUAGLIANZE tra religioni e filosofie, nonchè scienze. Un conto è seguire una religione, perchè liberante, cioè ti avvicina a Dio, un conto è incaponirsi a stabilire chi ha ragione denigrando un'altra persona solo perchè non segue la stessa. Come Trolla ben saprà, una religione è un linguaggio, ci sono religioni diverse per modo di esprimere, comunicare un'idea. Ma dicono tutte la stessa cosa. Il guaio di Trolla è che difende un'organizzazione, non il "suo" Dio. Esempio di uguaglianza? Nella Bibbia, come in altri testi sacri di altre religioni, viene posto l'accento sul RESPIRO che dà vita...non è una metafora. Come ben saprà Trolla, altri ne parlano senza per questo esser cristiani. Io lo sono e conoscere e informarmi su altre religioni o filosofie non è allontanarmi dal "mio" Dio, ma avvicinarmi e scoprire che ciò che ci può confondere è la nostra scarsa conoscenza delle lingue straniere. Trolla, difendi una religione nata per essere liberante e che pone l'accento sul qui e ora e sull'amore o un'organizzazione fatta da uomini e donne che possono anche sbagliarsi?

    RispondiElimina
  12. Orax, ma chi ha mai difeso niente?

    Ma ti rendi conto che aman mi accusa di essere una cattocomunista -filoislamica?

    Allora decidetevi tu e aman: sono cattolica o sono islamica.

    Ma io non ho nessuna esigenza di sapere se il mio dio (ammesso che ci sia) sia l'unico.

    Sono molto meno credente di quello che aman voglia far credere. Ora guarda Orax, io non voglio convincerti di niente, e tra l'altro non so neanche se aman pubblicherà questo mio commento, però rileggiti un po' di pagine qui e anche sull'altro diario e vedrai che aman accusa di essere bigotti tuti coloro che dissentono dal suo modo di pensare.



    A me di chiesa cattolica, musulmani, e compagnia bella non importa nulla. Il razzismo mi dà fastidio, ma della religione non mi interessa, ognuno creda in quello che vuole. Vuoi credere che Osho o gli le meravigliose proprietà dei chakra siano meglio (ma in campo religioso non può esserci un "migliore di") della Bibbia del Corano o dei Veda. Va benissimo, ma non puoi accusare di superstizioni un'altro solo perchè la pensa diversamente da te.



    Sei fuori strada Orax.



    redrum

    RispondiElimina
  13. UnUomoInCammino29 aprile 2009 12:40

    28/04 13:59

    trolla wrote (ciò che rimane tolto il rumore):

    > Peccato, aman che dire che i chackra esistono non è sufficiente per dare una valenza scientifica alla cosa.



    Sciocca, ostinati a dire che i chakra non esistono, nega pure l'evidenza e il sapere secolare che l'ha studiata, dal punto di vista fisiologico, psicologico, dinamico, erotico etc.

    E' sufficiente gugglare un po' e leggersi un paio di artiocoli sui chakra e sui relativi parametri fisiologici e non solo che li caratterizzano, osservare ed ascoltare il corpo proprio ed altrui, l'insorgenza di patologie psicosomatiche che li interessano, osservare i mille motti popolari (anche nostrani, come "ho un groppo in gola" o "dolore crepacuore"... )

    Fai benissimo a non osservare la realtà e a credere a ciò che tu ritieni importante e "vero".

    Veramente.



    x orax:

    La mia religione ha questi dogmi:

    1 - osservare la realtà, Memento mori, ovvero hai tempo finito ed evolvi, lascia il mondo e la realtà migliore di come l'hai osservata

    2 - informarsi e studiare su molteplici fonti, anche opposte nei giudizi e conclusioni

    3 - considerare il luogo e il tempo delle fonti, il loro contesto

    4 - considerare il proprio contesto (luogo, tempo), il proprio vissuto e le caratteristiche personali

    5 - applicare ciò che si ritiene abbia un buon bilancio e logica

    6 - osservare i risultati, valutare, cambiare approccio ed eventualmente riprovare

    7 - considerare la dualità che è in tutto, vivere entrambe le dualità di fenomeni, processi e vita, vivere eccessi e contrasti

    8 - abbracciare e vivere il paradosso per arrivare (trascendere) ad una meta soluzione

    9 - considerare chi ha scritto cosa e perché e applicare sistematicamente questa osservazione critica nei confronti di colore e dei loro "prodotti" culturali hanno un approccio "religioso", fideistico

    10 - in definitiva tu sei Dea di te stesso, centro del tuo mondo ed immagine della Pan-Natura da cui vieni e alla quale tornerai

    Essere integri, corpo e spirito, mente ed emozioni, tutto incluso.



    Il mio pensare è etico (e non morale) e richiede analisi continua degli assiomi (il mondo cambia rapidamente) e scienza e conoscenza (la conoscenza è il sapere con origine di fatto scientifica e logica su ciò che è naturale, umano, non esatto, non scientifico).



    x vampyr8:

    La trolla è una persona religiosa, si affida alla morale e ai propri schemi, i fascisti sono tutti cattivi, la xenofobia è la merda assoluta, i palestinesi sono santi e vittime, l'eros deve essere chiuso e fondamentalmente monogamo, gli anarchici pensano in un certo modo, le religioni del grande libro sono importanti e ottime, la sicurezza prima di tutto, solo Atene e niente Sparta (brutti cattivi cacca diavolo) e altre chicche del genere, A-Woman non esiste e tutto quanto scritto è ovviamente ed oggettivamente inventato.

    Povera, lasciamo pure che creda a ciò che scrive.

    In fin dei conti è giusto che sia così, si tenga il mondo che ha in testa e che si merita.

    RispondiElimina
  14. Guarda Aman che le tue conclusioni poco si attagliano a quello che l'entità Trolla dice. Non c'è alcuna apologia della religione (nè cattolica nè altra) nei suoi scritti, così come non c'è alcun altro riferimento a quelle chiusure di cui tu l'accusi. E' una tua libera interepretazione.

    Quello che contesta (e francamente come darle torto) è la tua inossidabile corazza di arroganza, con la quale metti etichette e bolli come sbagliato tutto quello che non rientra nei tuoi canoni. Lo fai e l'hai fatto anche con me, quindi parlo non per sentito dire ma per esperienza diretta. Tu, Man, non affronti mai un contraddittorio, limitandoti a sentenziare da una immaginaria cattedra che tu stesso ti sei costruito. Solo per aggredire chi fa la medesima cosa.

    Ora, personalmente trovo che la Trolla abbia ragione la maggior parte delle volte sui contenuti, ma che toppi altrettante volte sulla forma. La capisco però: in qualche modo applica il tuo stesso dictamen. Usa il piccone per demolire le credenze altrui, e del resto con qualcuno che nega la stessa possibilità di dialogo a meno che non sia apologetico delle sue teorie è difficile confrontarsi in altro modo.

    RispondiElimina
  15. UnUomoInCammino29 aprile 2009 15:59

    Alahambra, la trolla si è sempre energicamente applicata con varietà di commenti quando



    - attaccavo la zootecnia religiosa e l'apologia della prolificità che viene da oltretevere

    - attaccavo gli strali della chiesa contro l'edonismo

    - ha regolarmente sfottuto citazioni di ciò che la trolla considera (con mio grande compiacimento) ciarpame, autori vari

    - ha regolari crisi di orticaria contro Osho (che io chiamo zio, proprio perché sebbene eccellente in molte sue cose, è stato massimo pure in varie cagate)

    - io sono ovviamente arrogante con coloro che blaterano e. che a mio avviso, non argomentano

    - la cagnara, ad esempio sulla falsomiglianza che la trolla proclama su questo, è polemica fine a se stessa: due palle così

    Non c'è alcun modo, dato il contesto e condizioni, di dimostrare né che A-Woman esista né che A-Woman non esista

    - ora viene a strillare che i casini tra i miei siano ... inventati (non è dato di capire in base a quali riscontri).



    Nessuno obbliga né te né la trolla a leggere qui.

    Il contradditorio esiste e può essere portato avanti. Io non ho alcuna intenzione di non essere superiore a coloro che ritengo, secondo i miei criteri, estremamente stupidi e ottusi.

    Io applico l'arroganza e la superbia come cura omeopatica ai cocciuti arroganti. Ovvio.



    Poiche né tu né lei siete in alcun modo obbligati a leggere o ad essere d'accordo, nel momento in cui siete qui, accettate le regole dell'interazione nel mio spazio.

    Non ho alcun obbligo, non è il nostro spazio, è il mio spazio.

    Si puà passare dal contradittorio garbato alle vere e proprie randellate nei denti.

    La trolla mi ha molto aiutato ad esercitare lo spirito polemico e per questo la ringrazio.

    Tutto ha dei lati positivi ed essa non fa eccezione.

    Se oltrepassa i limiti del mio piacere (che variano in funzione dello stato d'animo) io applico opportune contromisure.

    Amo le persone schiette, amo lottare con esse, non mi piacciono coloro che nel mio territorio vitale pretendono di cambiarmi o di contraddirmi su tutto. Via sciò.

    In quanto al contraddittorio, ho risposto alle domande, eliminando il resto del commento che era provocatorio.



    Ciò che NON rientra nei miei criteri e parametri è OVVIAMENTE "sbagliato" (su giusto e sbagliato potremmo aprire un dibattito di alcuni mesi, per il momento li usiamo per comunicare e intenderci), almeno per il momento. Se fosse giusto significherebbe che io avrei in questo momento, su quella questioni una posizione sbagliata. Può anche essere che per l'altro siano sbagliate, ma ciò non importa per me.



    Per tornare a tema, se io dico peste e corna del colore blu e ogni volta la trolla mi fa un pippone così criticando la mia critica al blu, io deduco che ad essa il colore blu piaccia parecchio.

    Per me diventa, de facto, un'apologeta del blu.



    In quanto al contradditorio, poche ciance.

    Se hai delle questioni, argomenta, cita le fonti, cita i dati, la letteratura, osserviamo la realtà e i suoi femoneni.

    Francamente, non l'hai mai fatto, non qui o nel diario di coppia.

    Avrai avuto meglio da fare, non sono tenuto a rispondere o a scusarmi per le tue scelte.

    RispondiElimina
  16. dillo che sei Moana e stai lì a Kingston con Elvis a pigliarci tutti per il culo con una specie di Harmony Hard.



    io l'ho sempre pensato che tu eri ancora meglio di Aman.

    Ecco vedi quando si dice: superare se stessi.



    bellochesei.

    RispondiElimina
  17. UnUomoInCammino30 aprile 2009 16:23

    Ecco, tuaperfidia, tu non sei ancora pratica, mi pare di capire.

    Ma la signora trolla non gradisce ironia sul suo conto. Poi ti mette insieme con altri lett(o)ri(ci) che si permettono di seguire e non essere d'accordo.

    Per cortesia, lasciami in pace la mia cara trolla che poi le girano.

    RispondiElimina
  18. voglio fare esperienza.

    RispondiElimina
  19. AntiBolscevico4 maggio 2009 22:36

    Uhm ci sono delle volte che non riesco a seguirvi. Forse, a ben pensarci, è il più delle volte :))

    RispondiElimina
  20. UnUomoInCammino5 maggio 2009 15:41

    x miaperfidia:

    Rivolgersi alla trolla



    x AntiBolscevico:

    Seguirvi? perché seconda persona plurale?

    RispondiElimina
  21. AntiBolscevico6 maggio 2009 11:52

    Sì non mi sono spiegato bene, lo ammetto... Mi riferivo a questo scambio tra te e questa...trolla o come si chiama.

    RispondiElimina
  22. UnUomoInCammino8 maggio 2009 13:28

    Mh

    La trolla non si chiama e quando lo fa usa nomi di altri lettori o insulta Averroè affiancandone il nome alla bagatelle che scrive.

    RispondiElimina
  23. Tho solo ora ho visto che mi ha citata...Che aggiungere cara trolla. Un tempo ti ero simpatica ora non più . Il motivo? Tanti...in promis l'invidia. L'invidia acceca e rende cattivi. Sarò banale o quel che ti pare, ma ho anche io il mio seguito e non quattro bavosi che si abbeverano alla tua presunta cultrura dei nosense.

    Soffri di ossessione compulsiva, dovresti farti vedere da uno bravo.

    Riguardo AMen , lo seguo perchè mi piace, non è banale e condivido molto di quello che dice a parte lo scambismo. Tra l'altro anche in privato, non è mai stato fuori luogo o il solito porcone di turno, ma un uomo molto educato e a modo. Se e quando non mi piacerà più non avrò problemi a dirglielo. Loggandomi e discutendone con tranquillità.

    L'autoironia oltre ad una sana ironia aiuta a vivere e a relazzionarsi col prossimo. Qualità in cui difetti.



    ZuZuli

    RispondiElimina
  24. XVII ottobre

    [..] Sabato scorso (17 ottobre) è stato il quarto diarpleanno. Breve moviola, indietro, su questi 48 mesi. E' stata una cosa bella, perché è una memoria che rimane, il trascrivere permette di riviver, gusto doppio. Pensavo alla presenza [..]

    RispondiElimina
  25. Grazie a Dio, non abbiamo mai trovato vantaggioso "ostentare" il proprio seguito..Bavosi e non bavosi di turno...

    Ognuno valuta "sensato" o meno ciò che legge, ovviamente in base al proprio parametro di riferimento..

    Ti faccio un banale esempio, una donna che si concede facilmente o solo per esclusivo piacere, per alcuni potra essere additata come una "prostituta" per altri "Donna dotata d'una larga veduta"..

    I primi magari, da bravi "conservatori" ti spiegheranno che, arrivare al matrimonio indossare l'abito bianco in assenza di Verginità sia il peccato da dover condannare al rogo eterno dell'inferno..

    Poi, guardi la stessa "nuova generazione" e non puoi che renderti conto che i valori  d'una volta siano completamente andati in disuso..Tutto questo, per comprendere che, non è opportuno generalizzare, nella vita si può anche SBAGLIARE..A 17 anni del resto, scegliere un ragazzo farci l'amore e credere che sia per sempre, può succedere..Potrebbe succedere anche a tua figlia domani, e non per questo tu, sarai disposta a darle della poco di buono.; petrebbe anche succederle di conoscere il Grande amore solo successivamente, a maturità ultimata, e vivere la sua seconda volta, come se fosse la prima e magari con tanto di più.. 

    Questo tu non puoi saperlo, dovresti almeno viverlo per poterlo giudicare..Giudicare del resto è una responsabilità "ardua" che ci si accolla con trappa superficialità e faciloneria..Ecco tutto.

    Poi, la buona educazione nell'esprimere il proprio concetto è altra cosa.Con i dovuti modi, si sa, possiamo dire tutto, eccetto ingiuriare gratuitamente, oppure fomentare dubbi , per distruggere sentimenti veri e sinceri, equiparandoli a rifiuti adagiati agli argini d'una società in cui il cinismo e la voglia di avere la meglio ad ogni costo hanno mutato ogni senso ad ogni cosa, cercando di capovolgerne i contenuti..Ma la matematica non è mica opinione..Intanto Andrea ama francesca in quanto Francesca ama Andrea..2 più due sempre 4 fa.Mi capisci?


    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.