venerdì 21 aprile 2017

Meglio che non lo scriva

Gabriele Del Grande è un collaborazionista, panmixista, razzista positivista, siglobal, titolare di Fortress Europe, apologeta dell'europicidio in corso per invasione e suo sostenitore o organizzatore, uno squallido speculatore che vive e ha fama, specula sulla guerra migratoria che tutti noi subiamo e che sta conducendo l'Italia e l'Europa alla sirianizzazione.
E' andato a sfrucugliare in Turchia ma essi non non sono autolesionisti.
Evito di scrivero cosa spero  che i turchi facciano con quel criminale.

27 commenti:

  1. Se fosse stato una donna, ne dicevano quanto a un porco.

    RispondiElimina
  2. Non avevo ancora ravanato informazioni su tale Gabriele Del Grande, ti ringrazio per averlo fatto.

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ho qualche dubbio complessivamente su ciò descritto...
      Un po ravanero'

      Elimina
    2. Pare che stesse aggregando notizie sull'ISIS :

      Il documentarista stava facendo un’inchiesta sull’Isis e i suoi fuoriusciti. Tema sensibile. E infatti, gli viene addebitato, sempre in maniera informale, di “aver parlato con i terroristi”. I 6 mesi possono diventare 12 se lo straniero non collabora o “non fornisce i documenti giusti e le informazioni corrette sul suo paese”. Questo regime entra in vigore dopo che è stata presa una decisione di espulsione (entro 48 ore dal fermo).

      Chissà.

      ===

      Elimina
  3. Quindi non balleresti mai con una tanghera siriana con la prospettiva che poi possa portarti a letto? p.s. vero che il tanghero professionista si riconosce perché in milonga gira sempre e solo con la bottiglietta d'acqua al seguito?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > non balleresti mai con una tanghera siriana con la prospettiva che poi possa portarti a letto?

      Eh!? Non capisco cosa c'entri.

      Un paese islamico in cui c'è una grave epidemia di tanghite acuta (per parte della popolazione cosmopolita/abbiente/urbana eccetera eccetera) è la Turchia.
      Non so come fosse, se esistesse o meno, una vita del tango in Siria o in altri paesi islamici o a maggioranza islamica.

      Elimina
    2. ...era per l'accusa di panmixismo.. ;)

      Elimina
    3. Il panmixismo è anche pensare che sia normale, invece che eccezione, ballare con islamiche (straniere) in una milonga italiana.
      Comunque, nei grandi numeri, gli islamici non consentono che le donne di loro proprietà abbiano contatti e, meno che meno relazioni erotiche/sentimentali, con gli infedeli.
      Prego uscire e andare in una qualsiasi disco e vedere quanti ragazzi magrebini pachistani o pachistani... e quante ragazzE magrebine, pachistane, etc. esistono.

      Elimina
  4. ma te sei sicuro di quello che dici? a me non risulta che fosse quello lo scopo, ma semplicemente fare il reporter. poi ci vuole del fegato per difendere quelle merde turche, erdogan in testa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho citato il lavoro pregresso di Gabriele Del Grande alle migrazioni di massa verso l'Europa e l'Italia.
      Non mi riferivo alle vicende ultimissime ovvero a cosa facesse in Turchia ora.
      I turchi facciano quel cazzo che vogliono a casa loro dove devono rimanere senza venire a invadere i paesi europei nei quali dovrebbero essere ospiti e rispettosi e a tempo.

      Elimina
  5. UCoso, leggi questo esempio di demenza assoluta, oltre ogni limite.
    Non solo la cosa descritta in se, gli abbellimenti come l'episodio finale, che come sempre la due chiavi di lettura, quella più ragionevole viene ignorata e quella folle viene propagandata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah.
      Bergoglio, come capo di una comunità che esegue "ragionamenti" nel metafisico è coerente in tale assurdità/incoerenza/dissociazione dalla realtà.
      I cattolici in Europa faranno la fine dei Copti in Egitto e in Africa orientale come tutto ciò che era/fu non islamico nei paesi islamizzati: prima verranno ridotti da maggioranza a minoranza, poi esigua, poi verranno eliminati.
      Osservare, studiare la storia.

      Elimina
  6. Un "campo di concentramento", alla lettera, non è altro che un'area nella quale vengono raggruppate (concentrate) persone per una miglior gestione di qualche situazione particolare. Il concetto di campo di concentramento non include in sé nulla di così atroce, però i soliti furboni alla papa Francesco agitano spettri particolari per elevarli strumentalmente a simboli generali capaci di strattonare le coscienze e i sensi di colpa. So che sei molto attento al significato delle parole, e son certo che il dettaglio non ti è sfuggito. Personalmente istituirei il reato di "stupro linguistico", con pene severissime per chi forza intenzionalmente il significato delle parole per manipolare il sentire comune. Il papa rischierebbe, a questo punto, la galera in numerosa compagnia tanto religiosa quanto laica? No, perché in quel caso sottolineerebbe il fatto che il Vaticano non è l'Italia e farebbe il classico pernacchio (ci sono abituati, i papi). Epperò si arroga il diritto di fare la paternale a coloro che gli pagano lussi e belletti a suon di miliardate annue -- in quel caso il Vaticano è un po' Italia, ma solo un po' chè il troppo impegna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una cosa ovvia: anticamente i chierici erano gente diversa dalla "massa" perché non solo non avevano il problema di mangiare ma perché avevano in maggioranza una cultura superiore, sebbene un po' storta.

      Oggi invece chi fa parte della chiesa non ha niente di diverso dal coglionazzo qualsiasi che trovi alla Coop. I preti vengono dagli stessi luoghi fisici e metaforici della popolazione generale.

      Il risultato inevitabile è la convergenza della Chiesa verso il "compagnesimo", ovvero quel minestrone di buoni sentimenti, menzogne e paradossi che la gente associa a "normale", causa continuo lavaggio del cervello dalla nascita alla morte.

      L'unica domanda che mi faccio è quanto sia parte del famoso Piano, se cioè la Chiesa sieda al tavolo delle elite apolidi mondialiste o se si limiti al ruolo di manovalanza, come i nostri "compagnucci" di ogni ordine e grado.

      Finisco con questo: ieri ero in un paese della Valsassina, per inciso una atmosfera di degrado tipo periferia di Rozzano e per strada c'erano i soliti "profughi" neri che andavano su e giù con le loro cuffiette d'ordinanza. Andavano e venivano dall'oratorio del Paese.

      Allora io se potessi rispondere a Sua Santità, persona che mi sta cordialmente sulle scatole, gli ricorderei non solo gli antenati che si sono dannati per lasciarmi l'Italia ma gli farei presente che non sono i "centri" dove vengono alloggiati i "profughi" a ricordare un campo di concentramento, è tutta l'Italia e l'Europa. Lui e i suoi sono le guardie.

      Elimina
    2. Bah, nota offtopic:
      Si sa che quando scrivi certe cose su certi blog interviene la censura. Ci sono vari livelli, dall'obbligo di essere perfettamente ortodosso rispetto alle tesi del blog, all'obbligo di "rispettare le opinioni altrui".

      Io me ne frego della censura, chi gestisce il blog può cancellare i miei commenti come vuole. Mi fa invece girare le scatole vedere come la gente, anche quella che apparentemente dovrebbe rientrare in certe "elite intellettuali", in realtà ha la testa piena di stereotipi che ripete non solo senza dubitarne ma senza nemmeno rendersi conto dell'esistenza dello stereotipo.

      Faccio un esempietto tra i può ovvi: "gli animali, poverini, sono i più indifesi".

      Chi fa questa affermazione dice "animale" pensando alla mucca nella stalla. A parte la selezione dell'animale più conveniente, l'idea ignora completamente il fatto che il mondo non è stato CREATO cosi come lo vediamo ma che cambia di continuo.

      Ci sono state epoche in cui non esistevano animali, epoche in cui esistevano solo nel mare, epoche in cui sulla terra c'erano solo animali con l'esoscheletro, eccetera. In questa storia, l'essere umano (lasciamo perdere il fatto che è un animale) arriva tra gli ultimi.

      Cosa trova l'essere umano? Mica trova la mucca mansueta che sta li a farsi maltrattare. L'essere umano è un primate che è preda di animali più grossi e predatore di animali più piccoli.

      In questa storia, che tra l'altro vede sparire tutte le specie del genere Homo tranne la nostra, la mucca arriva alla fine, quando gli antenati, passando tra mille peripezie di cui non sapremo mai nulla, inventano gli animali "domestici", cioè forme mansuete e stupide di animali selvatici, che invece di fuggire o attaccare, rimangono nei pressi del villaggio e si abituano alla presenza umana, da cui dipendono per esistere.

      Quindi gli "animali" sono "indifesi" perché sono prodotti della tecnologia, non sono elementi della "natura", non esistono senza l'uomo. Quelli che non sono creati dall'uomo non sono indifesi manco per niente, anzi, sono pericolosi per l'uomo in funzione della loro dimensione (oltre ovviamente quelli velenosi e i parassiti).

      Ecco, la faccenda dei "profughi" viene percepita e pensata esattamente con lo stesso criterio della faccenda degli "animali". Ovvero una idea completamente astratta e falsa.

      Elimina
    3. > Il risultato inevitabile è la convergenza della Chiesa verso il "compagnesimo

      Cristianesimo, ebraismo e marxismo/comunismo hanno molti punti in comune (e.g. l'ugualismo).

      Elimina
  7. Risposte
    1. Gli Austriaci utilizzavano il termine di "scafisti di stato" per indicare gli scafisti governativi che sostengono l'immigrazione di massa.

      Esiste tutta una masnada di mandanti da Bergoglio alla Boldrini, da Del Grande a Lerner, da Manconi a Parenzo, di ideologici, sostenitori, implementatori dell'invasione, poi, sotto, a vari livello, tutti i collaborazionisti.

      Anche sul fronte della propaganda, poi esistono articoli come questo, in cui la sostituzione viene proprio apologizzata (corsivo mio):

      "(circa 144.000 immigrati in arrivo ogni anno).

      E mantengono il Paese "giovane". E' proprio grazie all'arrivo degli immigrati che si alzerà costantemente il numero di figli per donna. E quindi se si considerano non solo gli arrivi, ma anche le nascite, il peso positivo delle migrazioni sulla popolazione italiana è notevole, si potrebbe arrivare a oltre 10 milioni di persone in più da qui al 2065."

      Elimina
    2. Tanto per capire in che mani siamo, vedere la cronaca odierna in questa luce:
      Abbandonare la nave. si salvi chi può.

      Elimina
    3. "Il decollo di Alitalia è il decollo dell'Italia, il decollo dell'Italia è il decollo di Alitalia. E allora lasciatemelo dire, se vola Alitalia viva l'Italia."

      Grande statista, grande leadership. Ha lasciato una promettente carriera di venditore porta a porta di Folletto per salvarci. Grazie, grazie, sua Eminenza.

      Elimina
    4. Oggi ho saputo che fu Il Mortadella, Romano Prodi, ad affossare un dirigente, l'ultimo, di Alitalia che la faceva fruttare. Da quel tempo, bilanci sempre piu' in rosso, una devastazione ciucciacapitali imposta ai servi del fiscoglebainps. Sentivo 7 miliardi ed euro parassitati ai servi. Dovrei calcolare la mia quota e applcare nuove correzioni. Solo per la goccia "Alitalia" del mare debito, sarebbero circa 115€ che mi hanno parassitato.

      Elimina
    5. Articolo idiota: "si potrebbe arrivare a oltre 10 milioni di persone in più da qui al 2065"

      Già vedo i mandriani sfregarsi le mani per i dieci e passa milioni di capi in più da mettere a frutto. Staranno già prenotando (in ordine gerarchico) BMW, Ferrari, pilotine, panfili e aerei privati a profusione. Per non parlare delle ville in Toscana...

      La cosa grottesca sono gli innumerevoli capi di bestiame che muggiscono il loro plauso corale all'indirizzo delle mirabili gesta dei propri aguzzini. Cosa plaudono? Le giovenche di nuova generazione, la mungitura; le vacche ormai rinsecchite, la fabbrica della colla. Aggiungi un posto in stalla, che c'è un bovino in più... Epico.

      Elimina
    6. Quanti sono gli anni che martello sulla follia crescita?
      I vertici? soviet compresi, hanno il massimo interesse ad aumentare il volume della piramide da sfruttare.
      Aggiungi altri fondamentalismi come l'ugualismo, il multiculturalismo, progressismo, tecnoteismo e tutta questa roba orribile.

      Elimina
    7. UCoso, tutte le cose di cui discutiamo originano negli anni '70 e sono il risultato del tentativo di applicare il collettivismo marxista o direttamente o come sorpresa dell'ovetto Kinder.

      Non se personalmente sei in grado di farlo ma se tu prendi alcuni dei blog che sono nel tuo blogroll, che pure sono "moderati" rispetto a tanti altri e li confronti con le cose che circolavano quando io ero alle elementari e alle medie, vedrai che c'è una continuità.

      Un continuità non accidentale, viene trasmessa e diffusa DI PROPOSITO perché sono tutte cose funzionali al famoso Piano di Annientamento e Sottomissione.

      Alla fine c'è gente che va a New York e invece di vederci una tragedia, ci vede un miracolo. E pensa che Milano dovrebbe diventare come New York. Tutto il mondo. Fine.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.