giovedì 12 novembre 2009

Zoofilia



Mentre cercavo un'immagine per la pagina di martedì, gugglanddo foursome mi sono imbattuto in un'immagine che sotto riportava l'indirizzo di un sito dedicato alla zoofilia. Insomma, il sesso con animali. Zio pitone ladro, vedere maneggiare dei gran pezzi di figliole degli arnesi cospicui in dimensioni equini e canini, mi ha eccitato.
Sono rimasto stupito dal fatto che donne così belle si accoppiassero con degli animali. Io avevo un'immagine di gente in testa un po' svalvolata, di persone anche un po' brutte, pelose, panzose, brufolose, che magari non le fila nessuno e allora si pigliano piacere diversamente. E invece, delle gran patonze. Sarà di loro diletto? Sarà che verranno pagate profumatamente? Probabile. Verranno pagate più di un porno con persone? Probabile.
Comunque, passata la curiosità iniziale, mi è passata anche gran parte dell'eccitazione. Anche perché alla mia testa, il piacere per denari non garba molto. Mi sono sfogato poi con un video di una doppia penetrazione tra umani.
La bella e la bestia è(ra) una favola, ora anche una serie di video.

(immagine: via vampiretta)

36 commenti:

  1. Francesco07196612 novembre 2009 10:44

    sarà che in Brasile o in Messico dove girano questi video han bisogno di soldi.....

    RispondiElimina
  2. UnUomoInCammino12 novembre 2009 10:51

    Sì, sono la conclusione a cui ero arrivato anche io. Anche se alcuni di questi video erano nostrani (diciamo europei, per quel che ho visto più dell'europa settentrionale, Regno Unito, Scandinaiva, Olanda e Germania), amatoriali, con il marito europeo a girare e filmare. E spesso persone anche di un certo censo (almeno da alcuni dettagli, tipo arredamento) e gradevoli. Ho ripensato poi alla questione della favola. Le favole sono spesso allegorie sessuali e diventa difficile pensare che non sia il caso de La bella e la bestia.

    RispondiElimina
  3. Vai uomo, una nuova provocazione per le tue bambine - lettirici. Chi abboccherà stavolta?

    Mi chiedo uomo, tra due o tre mesi che ti inventerai per racimolare due commenti.

    Di corsa verso l'ignoto, laggiù dove nessun uomo ti ha mai riso dietro prima.

    RispondiElimina
  4. UnUomoInCammino12 novembre 2009 11:06

    Trolla, io raccatto in abbondanza il tuo rumore. Quello è certo.

    RispondiElimina
  5. cazzo uomo no... da vomito.

    RispondiElimina
  6. AMan da studi fatti su pornoattrici che si prestano ad accoppiamenti con animali risulta in sintesi:

    un indiscusso disturbo di personalità, molto spesso Borderline

    un abbandono della carriera

    maggior numero di casi di comportamenti suicidari in seguito

    RispondiElimina
  7. UnUomoInCammino12 novembre 2009 11:27

    x vassylissa:

    Prego, vomita pure.

    Non ci sono reazioni giuste o sbagliate.

    Ogni reazionie, ogni emozione è un segno



    x utente anonimo (trolla):

    Per i tuoi giudizi brutticattivicaccadiacolo su commentatori e commentatrici, prego scrivere loro in privato o evacuarli nei relativi luoghi.



    x ameya:

    In effetti accoppiarsi con un animale è segno di disequilibrio.

    Sono cose così forti che diventa difficilissimo non cadere in un vortice che si incrementa con la dipendenza e i danni.

    In ogni caso, ne so poco e leggo. E' vero, mi sono eccitato ma poi la cosa mi ha anche stufato velocemente.


    RispondiElimina
  8. C'è qualcuno che ha necessità di vivere la propria "sessualità" in maniera "bestiale" per sentirsi in armonia con il cosmo..A differenza d'altri che, in costanza di sentimento, anche la posizione del "missionario" basterebbe senza stufarli mai..

    Ovviamente,, dall'altra parte, c'è chi si piega alle richieste per non perdere il marito,e non sgretolare una qualche parvenza di "famiglia"..C'è invece chi, si piega per denaro, chi non si piega proprio, e chi rinuncia all'amore...

    Il problema ,se di problema possiamo parlare è, se, far sesso sia parametrabile a far l'amore..

    Una bestia che reputavo un "Uomo" una volta mi disse che effettivamente non fosse esattamente lo stesso..

    Egli sentiva l'esigenza di far sesso sfrenato quando si sentiva privato dell'amore della sua donna..Quando l'amore tornava, anche l'esigenza di piegare le forchette per dare sfogo alla stessa  rabbia, cessava..Rabbia acuita all'interno del pasto sbagliato, pur sempre ritenuto, l'espediente giusto, da perseguire nel tempo...

    Ho rivisto la stessa Bestia, adesso sostiene che, il sesso sfrenato sia conditio di vita indispensabile, e davvero non  riesce a spiegarsi come la bella avesse potuto mai, prendere in considerazione l'idea d'accoppiarsi con una Bestia simile, che credeva innamorata,e come tale, disposta a mutare la sua feroce natura, semplicemente domata dall'amore..(in una delle sue canzoni diceva infatti, quando tu sarai andrà via la bestia che vive in me)

    Ma l'amore si sa, o c'è o non c'è, illudersi di poterlo acquistare è da sciocchi sprovveduti..

    Ma cosa vuoi che ne sappia io, a man, della vita..Io, non ho mai vissuto veramente, non ho mai avuto un ragazzo, non conosco la differenza, sono una "minorata mentale".."Io.".capita anche questo, che vuoi farci, tutte le ciambelle è difficile che vengano fuori con buco e se accade ,quando accade, è come minimo effetto contronatura..

    Ma, il tuo rumore, è comunque piacevole ascoltarlo, è sinonimo di confronto, ed anche d'intelligenza dialettica.. Del resto in assenza di dialogo non potremo mai ginungere alla soluzione di nessun caso..Forse ti piace ascoltare anche il piccolo dog, perchè anche il piccolo dog dona, il suo piccolissimo contributo all'interno d'un mondo in continua rivoluzione..

    RispondiElimina
  9. la zofilia è eccitante, anche se forse più nella scivolosa fantasia che nella ruvida realtà

    RispondiElimina
  10. La realtà si rende ruvida, perchè è l'uomo che decide di renderla tale..Del resto la vita s'addenza o si scioglie a seconda di come predisponiamo gli eventi..Ed anche questo non è mica una "novità"

    RispondiElimina
  11. UnUomoInCammino12 novembre 2009 12:38

    x utente anonimo (#9):

    Di fretta, ho provato a leggere la prima parte, non ho continuato

    Posso reggere qualche esercizio astrattista espressionista ma quando ho fretta deve essere breve.



    x kaliuga:

    Anche  a me ha eccitato e non poco.

    Ma mi rendo conto che è come certe merendine artefatte, roba che non fa bene, stufa presto. Fantasia, realtà... discorso lungo.

    La realtà è sempre meglio perché essa è reale, non solo mentale, anche se essendo reale comporta la dimensione del corpo e ciò che ne consegue, con tutti i pregi e difetti.



    x utente anonimo (#11):

    La percezione della realtà non è la realtà. Se tu sei dietro un muro oltre al quale non vedi Franco che passa in bici, ciò non significa che Franco non stia passando in bici.

    La realtà è, a prescindere dal nostro punto di ossercvazione.

    RispondiElimina
  12. Eleonor_Lestrange12 novembre 2009 14:21

    Beh ci saranno pure anche i brutti zoofili, mica saran tutti belli? :-DDD



    Ma è vera la storia che Moana Pozzi, dopo un film in cui inciuciava con un cavallo, ha dovuto correre al pronto soccorso a farsi ricucire la patata, o è una leggenda metropolitana? ^^'''



    Grazie per essere passato da me a darmi il benvenuto nella blogsfera .-)

    RispondiElimina
  13. UnUomoInCammino12 novembre 2009 22:59

    x Eleonor_Lestrange:

    Guarda, la qualita' estetica media e' quasi superiore a quella dei siti porno e cio' mi sorprende molto.

    A me la storia della Pozzi ricucita mi pare 'na bufala. Il coso di un cavallo non e' piu' grande di alcuni dildo che nei video porno appaiono di frequente. Se cosi' fosse anche quelle attrici si sarebbero dovute far ricucire.

    Prego. :)

    RispondiElimina
  14. Francesco07196613 novembre 2009 12:43

    uhm, non mi pare che il pisello di un cavallo sia come quello di un uomo.....

    RispondiElimina
  15. UnUomoInCammino13 novembre 2009 12:52

    Ovvio che no, France'.

    A cosa ti riferisci?

    RispondiElimina
  16. Rapporti con gli animali non sono una novità, è storia dei pastori in transumanza accoppiarsi con le proprie pecore, leggenda o verità della regina Giovanna, che si accoppiava con i cavalli...

    Certamente il mercato del porno utilizza qualsiasi espressione piacevole o disgustosa per incrementare il suo mercato. Ci sono video porno in cui donne e uomini si prestano a fare sesso con le loro defecazioni, ce n'è per tutti i gusti e per tutte le forme di squilibri mentali, e si sa che per denaro ci sono individui disposti a tutto...

    RispondiElimina
  17. UnUomoInCammino13 novembre 2009 14:46

    regina2009, quella pratica sessuale non è nuova. La specie Homo ha 20M di anni e non c'è nulla di nulla da inventare. Il riferimento alla favola europea e non solo (ci sono centinaia di versioni in tutto il mondo) non è affatto casuale: come si potrebbe escludere, oggettivamente, un'allegoria anche più spinta dell'interpretazione che legge l'animalità insita nell'eros?

    Certo che il mercato, la merda di Pluto, è un esaltatore universale del peggio e solo episodico, raramente, del meglio. Ovviamente per far palanche, soldi, si prestano alla faccenda anche persone che non hanno alcuna intezione o affinità con quella -come la chiamiamo parafilia? manifestazione? espressione? - della sessualità.

    Di recente, anche in LeClubPrive, ci sono state delle ottime epurazioni (che io ho auspicato in una discussione) di iscritt* che mischiavano denaro e trasgressione. La merdpalanca si infiltra ovunque. Ovviamente, in situazioni limite i danni che fa sono maggiori.

    Ciò nonostante, se mi osservo, quella fantasia mi eccita.

    Ieri sono tornato su un sito olandese (forse i bassipaesani non hanno impellenza di denari così elevata) e in un video ho visto una giovane donna prima gemere per il piacere (autentico? non autentico? adesso qui la trolla farebbe un pippone allucinante, solo Egli sa tutto con certezza) e poi finire il rapporto piuttosto sconvolta.

    In altri video invece si nota un piacere piuttosto esplicito (solito problema: finto o non finto?) e un rapporto quasi amoroso con il cane. Ora, il corporale, i sorrisi, la rilassatezza, certo si possono fingere, ma ci si accorge anche, nei video del genere, della finzione.

    Insomma, sarò un tontolone, ma alcune donne, a mio avviso, hanno provato un piacere dell'orrido, dell'alieno che a me ha colpito.

    Io ho un limite notevole del mio punto di osservazione, per cui mi svalvola qualsiasi forma di piacere, di ingordigia, di lussuria nelle donne. Può essere che non sia così.

    Io osservo incuriosito, a volte attratto.

    RispondiElimina
  18. ^_^
    http://www.youtube.com/watch?v=mQLgBV8ifxI

    RispondiElimina
  19. A me fanno letteralmente schifo (ne ho visto uno qualche anno fa)... soprattutto vedere sti poveri cani o cavalli tenuti fermi per le porcate di quelle 4 zoccole.... mah

    RispondiElimina
  20. UnUomoInCammino15 novembre 2009 10:28

    x utente anonimo (#18):

    :))



    x xthepunisher:

    Non c'e' una reazione giusta o spabgliata. Tu fai bene a schifarti se e' cosi' che senti.

    RispondiElimina
  21. A dirla tutta, mi fanno solo schifo. Cazzo ok, le fantasie tra umani. Ma gli animali, proprio no! E poi mi fanno anche pena, costretti ad essere 'diletto' loro malgrado della pervesione del lucro umano.

    RispondiElimina
  22. UnUomoInCammino16 novembre 2009 15:41

    L'altro giorno mi sono letto un paio di articoli in giro.
    La la pagina di Wikipedia e un articolo di Giulietta Capacchione.
    La zooerastia risale a tempi immemorabili, c'e' nelle mitologie di molte culture, era piu' diffusa un tempo quando molte piu' persone vivevano in ambiti rurali.

    Anzi, nell'articolo della psicologa, si osserva come spesso ci sia una parte anche sentimentale.

    Per quanto ho visto, a molti cani la cosa non dispiaceva affatto. C'e' un detto (puoi portare un cavallo all'abbeveratorio che se non vorra' bere non berra') che indica che la parte istintuale degli animali non e' governabile, se non con condizonamenti di piacere. Quindi se per gli animali fosse terribile, penso che ben difficilmente si presterebbero a quel tipo di rapporti. Ovviamente agli animali fanno fare anche cose assurdamente ridicole, come sivede(va) nei circhi, per cui, non e' escluso che con frustrate? con bocconcini? con quel che e', si riesca a coinvolgerli nella zooerastia.

    RispondiElimina
  23. Quando ero piccola adoravo una capretta che avevano i miei nonni. La cosa più cara che ricordo della mia infanzia. C'era la tenerezza e la dolcezza del suo calore, la mansuetudine del suo sguardo. L'accarezzavo e qualche volta la baciavo sulla testa; certo che di farci sesso non mi è mai passato neanche per l'anticamera del cervello. Mi sembra piuttosto da svalvolati.



    Comunque bello il tuo diario, anche se a volte ci sono riferimenti che non capisco.



    Lol@

    RispondiElimina
  24. Ormai siamo abituati a tutto e non ci stupiamo più di niente. E questo è probabilmente un male.  Io mi stupisco solo di quanto annoiata debba essere certa gente e di cosa per noia si possa fare. Forse la televisione non era il male peggiore :)

    RispondiElimina
  25. UnUomoInCammino17 novembre 2009 17:15

    x utente anonimo:

    Anche nella mia infanzia c'era un piccolo paesino nelle alpi, quando ancora quasi ogni casa aveva una stalla, un paio d mucche, le galline, uno o due maiali, a volte i conigli.

    In realt' anche per me sono ricordi dolci, quando mia nonna mi mandava giu' a dare il pastone o a prendere le uova. Cazzo, di quella piccola agricoltura contadina familiare non e' rimasto piu' nulla. Il mio immaginario un po' soffre per la distuzione di questi paesaggi non solo reali ma anche emotivi ed affettivi.



    x AntiBolscevico:

    Solo una mente che vuole essere scandalizzata si scandalizza.

    Uno dei primi segni del male e'... il porrre attenzione sul male. Il male non esiste se non esiste il bene e viceversa. Non si puo' avere la medaglia monofaccia. E'un discorso grandissimo, quello del male bene. Infatti, tutte le pseudo religioni (quelle patriarcal-patrimoniali) hanno proprio sta fissa, sta negative target fixation per il male. Piu' lo combattono, piu' e' nelle loro menti. E' cosi'.

    Insomma, nel momento in cui si nega il modo in cui funziona la mente (la morale si rifiuta sempre di osservare la realta', per questo e' stupida) poi di diventa stupidi, si ottengono esattamente i risultati opposti.

    Un* e' a dieta, continua a pensare

    Non devo mangiare le lasagne

    Non devo mangiare le lasagne

    Non devo mangiare le lasagne

    Non devo mangiare le lasagne

    e non fa altro che avere le lasagne in testa e ad alimentarne il desiderio.


    Io mi sono stupito e ho avuto emozioni su tale faccenda, forse e' per quello che non capisco, non com-prendo il tuo commento.

    No, la televisione,per dirla con le vostre parole, e' IL MALE, e' los rtumento di rincoglionimento delle masse. In effetti il primo ministro che a te piace parecchio, da quanto mi ricordo, che e' scaltro, lo ha capito benissimo.

    Da sempre il popolino si nutre di circo, si di-verte. E l'istrione lo sa benissimo.

    RispondiElimina
  26. Dici che non comprendi il mio commento, ok provo a essere più chiaro. Il fatto è che molta, moltissima gente, t'assicuro che non si stupisce della zoofilia sessuale. E questo era il primo punto. Il secondo è che c'è gente che si dedica alla zoofilia sessuale per soldi ma anche gratis. E qui viene fuori il problema di come la gente inganni la noia con questi e altri hobbies. Il fatto è che tolto il lavoro, la gente a casa non sa, se mi passi il termine, che cazzo fare.



    Io sono schifosamente abnormale ? Nel tempo libero vado in moto, faccio qualche partita online o in local col pc. Leggo i quotidiani online e scrivo su qualche blog, magari mi scarico qualche foto di belle fanciulle o, più raramente qualche film o programma. Non mi faccio di coca, non vado a mignotte o a trans (che sembra essere di moda), non fumo marijuana, non mi faccio frustare nè ciulo con le pecore o con le galline. Nè, ahimè, sogno di farlo. Non guardo quasi mai la televisione, se non usandola come lettore DVD, il che, per molti è inspiegabile, avendo io votato per il centrodestra, ma questo non mi impedisce, al di là di quanto tu possa pensare, di essere critico verso di esso.

    RispondiElimina
  27. Sì forse è vero che è la noia quello che spinge molti a dedicarsi a perversioni come la zoofilia, ma mi sembra che il discorso di antibolscevico sia troppo pessimista. Proprio lui che dice di trascorrere tutto il suo tempo libero su internet, dovrebbe sapere che spesso i trasgressivi per davvero sono 1 - 2 % di quelli che scrivono. Spesso gli altri si mostrano disinvolti solamente per non apparire "antichi" o demodè. In fondo in ogni luogo bisogna adattarsi al linguaggio corrente e il web non fa eccezione.

    Io non credo che ci siano tutte queste donne o uomini che fanno sesso con animali, anzi a dire il vero mi sembra che ci sia un sacco di gente che non fa sesso affatto. Sono convinta che parlarne tanto serva a riempire lo spazio lasciato da quello che dovrebbe essere il sesso reale.

    Oddio, che ho detto? Non so se mi sono "capita". :))



    Lol@

    RispondiElimina
  28. UnUomoInCammino17 novembre 2009 18:39

    x AntiBoscevico:

    > c'è gente che si dedica alla zoofilia sessuale per soldi ma anche gratis.

    > E qui viene fuori il problema di come la gente inganni la noia con questi e altri hobbies.

    Cio'che ho letto in rete (v. Wikipedia e papero di Giulietta Capacchione (ilr esto sono cianfrusaglie o io non ho cercato a sufficienza) dicono che una volta era molto piu' diffusa la zooerastia. Una volta c'era piu' noja? In ambienti rurali? La noja... in questa societa' del correre sempre, manca la noja. I bambini perdono creativita' perche" non hanno piu' momenti di noja. Non penso che sia questione di noja o non sara' l'unico fattore.

    Tu sei uno dei 7miliardi, AntiBolscevico, e' quasi certo che ci sia qualcuno che e' diverso da te, devi rassegnarti a questa terribile diversita'. Tu puoi essere diverso da loro perche' essi sono diversi da te. E' perfino semplice, se vuoi >:)



    x utente anonijmo (Lol):

    I trasgressiovi per davvero... mh
    MI spieghi quale e' la vera trasgressione? Non c'e' nulla di piu' soggettivo della trasgressione. C'e' la trasgressione formale, che e' "andare contro le leggi, i regolamenti"come ho letto in un commento in LCP, secondo me e' ben poca e triste cosa, e' il "via da" che e'sempre una mediocre se non pessima metastrategia.

    C'e' la trawgressione che significa oltrepassare i propri limiti personali per conoscerli e comprenderli e questa e' un tantinello di qualita' superiore, e' un percorso spirituale.

    Ad esempio, in LCP io percepisco spesso la prima, il sesso oltre fa fico, e' trendifescion etc e lo famo (poi scoppiano ricorrentei zuffe al calor bianco quando qualcuno provoca con tragsressione diversamente trasgressive, apriti o cielo, non si puo' violare l'ortodossia della trasgressione (ho notato moltissime coppie del Veneto ad essere terribilmente bigotte e conformiste nella trasgressione che deve essere "per bene")

    C'e' atteggiamento, il voler apparire anche in questo, certo che c'e'.

    Piuutosto che credere o non credere che ci sia tanta o poca gente dedita alla zooerastia, iniziamo a vedere se c'e' qualche misura e la Capacchione ha citato i risultati di una ricerca sulla sessualita': 4.1% coinvolti pesantemente nella zooerastia, 6% nelle forme medie, l'11.3% curiosi. Ricerche sul web con tutti i problemi del caso. Metti pure le percentuali possano variare anche del 100%, ma,insomma i numeri non sono lo zerovirgolapercento.

    RispondiElimina
  29. Sono andata a vedere la ricerca della Capacchione, e sembra si riferisse ad una ricerca condotta sul web. Quindi come si sa poco attendibile. Una ricerca deve essere statisticamente rappresentante della popolazione. Se infatti si fa un sondaggio in rete e si chiede chi è che pratichi la zoofilia c'è il rischio che rispondano in massima parte solo chi la pratica. Un po' come andare sui siti di amanti delle due ruote, è difficile trovare qualcuno che ami spostarsi a bordo di una 500.



    Per quanto attiene alla trasgressione il discorso è lungo e mi sembra ormai anche abbastanza abusato. Ormai la trasgressione è diventato il paravento per nascondere la noia.

    Quello che mi dici tu e cioè che la trasgressione consiste nel superare i proprio limiti per conoscerli e comprenderli mi sembra formalmente accattivante ma poco sostanzioso. Sconvolgermi con l'alcool o provare sempre un nuovo tipo di sesso non mi fa spostare di un millimetro dalla coscienza che ho della mia persona. Non ci può essere conoscenza del Se quando l'attenzione è completamente affidata alla contemplazione del mondo esterno, perchè è innegabile che la trasgressione richiede di disperdere energie verso ciò che è indipendente da noi.

    Del resto le filosofie orientali cercano il distacco dalle emozioni, perchè solo uscendo dal contingente si raggiunge la conoscenza dell'io e quindi dell'universo.



    Lol@

    RispondiElimina
  30. Ho sempre sognato di trovarmi un ragazzo dal portamento "Felino"..Ne ho visto uno che ho affettuosamente "definito" supermollegiato..Dicono che sia una questione di "noia"..Io dico, "Dio li fa" poi li accoppia"..Che in Amore bisogna chiedere il permesso "sociale" d'accoppiarci con chi c'ingrippa e ci piacia piace?....Sarà Animale per qualcuno, sarà, l'uomo o la donna migliore del mondo..Per il resto, i soliti luoghi comuni..

    Come è bello far l'amore da triste in giù, l'importante è farlo sempre con chi hai voglia tu..Cantava Raffaella...Ciao a man..Baciuzzo

    RispondiElimina
  31. Ok sono pessimista, prendo atto di quanto dice Lol. Ma non sempre, solo in questo caso.



    La mia comunque, caro Uomo, era una semplice riflessione, non intendevo dire che "una volta era meglio", nè che io non sappia che siamo tutti a nostro modo, e  nel nostro piccolo, irripetibili e dfferenti tra di noi (anche nella nostra omologazione). Forse Lol ha ragione, sto diventando pessimista, perchè in effetti credo che anche la più aberrante delle deviazioni rientri nei corsi e ricorsi storici e nulla ormai costituisca novità se non per chi pensa, con una certo egocentrismo, che la storia umana sia iniziata con la sua presenza sulla terra. E io non sono tra questi.



    La mia temporanea presenza, come quella di quasi tutti, è assolutamente irrilevante, ovviamente.  Cerco però di riflettere sulla natura umana che, alla luce della storia passata, difficilmente può stupirmi, però mi dà sempre uno spunto per ragionare se si possa o meno aspirare a qualcosa di più elevato dello sterile materialismo ed edonismo a cui, in fondo, siamo abituati da millenni. Probabilmente è una ricerca inutile, forse fine a sè stessa, non è sicuramente originale: però sono convinto che bene o male siano tutti a loro modo impegnati in questo tipo di ricerca.

    RispondiElimina
  32. UnUomoInCammino17 novembre 2009 22:10

    x utente anonimo (Lol):

    E' molto sostanziosa e assai poco formale la trasgressione. Devi vivere i tuoi limiti per conoscerli. Non puoi pensare di evolvere o pensare di conoscerti. Molti lo fanno e rimane tutto a livello superficiale, mentale, strategie (non di rado truffaldine della mente). Colombo non ha pensato di andare a ponente per l'oriente, l'ha fatto. Capisci? Se tu vuoi sapere come e' l'altro lato della staccionata, se e' verniciato, in quale tinta, e' messo bene, etc. non puoi pensarlo, devi scavalcare la staccionata, entrare nell'oltre, osservare, vivere. Capisci?

    Non son siamo orientali, nel nostro DNA non c'e' il non-vivere, l'mprturabilita'. Noi partiamo dal sistema mente-emozioni e le emozioni,per noi europei, sono fondamentali. Sono parole di Terzani, che ho ammirato perche' non ha forzato la realta', l'ha osservata e compresa.

    Sconvolgersi con l'alcol o con il sesso... Queste sono tue immagini, io non ho parlato ne' di sesso ne' di alcol o droghe o ... Insomma, quella trasgressione me mi pare un po' riduttiva, siamo ancora "contro" le regole. Qual'e' la trasgressione? Capisci che per un* che fa sesso di gruppo una volta alla settimana non c'e' nulla di nulla di trasgressivo? Cosa conosce di nuovo? Quali limiti affronta? Zero. Nessuno.

    Quest*, e' riuscito a stare da solo, in solitudine, un anno, nella propria vita? Sarebbe in grado di interpellare il sindaco in consilio comunale aperto e riprenderlo aspramente per la porcata che ha combinato? Quando suo figlio gli chiede attenzione, gioca con lui o lo riempie di un altro costoso giocattolo? Come reagisce quando il figlio gli chiede aiuto e gli pone una domanda impegnativa?

    Ma per quelli che praticano la zooerastia regolarmente, Lol, tu pensi che sia una trasgressione per loro? Se c'e' qualcosa che ti inquieta, vivilo, avbbraccialo comprendilo. Puo' essere risolvere un sospeso con un* collega, altro che BDSM o superfetish o zooerastia equina.

    Le meozioni ti segnanalo regolarmente oem il tuo nucleo reagisce a situazioni o non ottimali o sconosciute. Li' c'e' il cuore, il coraggio. Sei salito di un livello nella tua evoluzione.Tuitto cio' e' estremamente semplice, pratico e sostanzioso, non c'e' nulla di piu' reale delle tue emozioni, per te. Non le puoi pesare ma ti cambiano la biochimica, ti fanno ingrassare, perdere i capelli, dimagrire o ti portano all'insonnia, all'euforia. Puoi perfino misurarle , in mg per litro, nel sangue di serotonina, cortisolo, ossitocina, etc.

    Tutto molto reale. Veramente.

    RispondiElimina
  33. Capisco il tuo punto di vista, ma allora bisogna prima capire quali sono i propri limiti.

    Io nel provare la zoofilia o il sesso panico non vedo nessun limite da abbattere.

    Se infatti nella mia mente ho già in potenza l'idea che dovrò provare un tot di esperienze, quelle non sono limiti ma solo obiettivi da raggiungere, solo questione di tempo e/o fortuna.

    Quale limite è una cosa che comunque ho intenzione di realizzare? Mi sembra voler caricare i propri desideri di un aura che non hanno.

    Un limite è un qualcosa che ci impedisce di progredire.

    Per dire, se ho capito bene la tua storia, mi sembra di capire che la tua compagna ti abbia lasciato per un suo limite mentale nel voler affrontare il sesso orgiastico. Per lei era un limite, per te un desiderio. Si arriva allora al paradosso che tu deisideri che lei conosca i suoi limiti, mentre per te l'esperienza del sesso orgiastico non porta a nessuna progressione perchè non devi superare nessun confine. Spero di essere stata chiara e di non aver ti frainteso.



    Lol@

    RispondiElimina
  34. UnUomoInCammino17 novembre 2009 23:16

    > Io nel provare la zoofilia o il sesso panico non vedo nessun limite da abbattere.

    Infatti. Io non ho mai parlato di trasgressione e zooerastia. Sul discorso ci siete arrivati voi :)

    > Un limite è un qualcosa che ci impedisce di progredire

    No.
    E' il limite che ci permette di progredire. Cosa fai, come atleta, per progredire? Usi i limiti della fatica e abilita' del tuo corpo, li eserciti o li scansi, li eviti?

    Il risuotato di frequentare un limiti e' riconoscerlo e cio' e' divino perche' significa che ad un certo punto cambierai, necessariamente. Forse ripetendo un tot (elevato) di cicli.


    Io devo molto ad A-Woman perche' mi ha permesso di conscere i miei limit e cio'sta avvenendo ancora oggi, quotidianamente, meditando e riflettendo. Quale e'stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso? Trasgresisone erotica? assolutamente no, non c'entrava una mazza quella. La trasgressione nel vivere la vita, nel passare e come qualche ora di tempo libero insieme. Lei tenacemente conservatrioce, io esageratamente sperimentatore, io tenacemente conservatore (essere esageratamente esperimentatore e' una forma di conservazione) lei esageratamente sperimentatrice (opra non mi viene subito un'immagine, una spiegazione, ma dal duale non si sfugge).

    Quando il vaso si e'reimpito, il 10%? il 20%? erano di trsgressione erotica. Forse. Tutto il resto erano gocce dell'eterna querelle tra l'evolvere e il conservare, tra cio'che vedi nel partner ee cio' che invece sono TUOI limiti.

    > per te l'esperienza del sesso orgiastico non porta a nessuna progressione perchè non devi superare nessun confine

    Eh!? ma. tu hai letto tutti i flop che feci sul campo di aggrovigliamento?
    Non devo superare nessun confine? Non direi proprio, no no.


    Senti Lol, perche'; non ti crei un'indetita' splinderica? Ultimamente stanno tornando un sacco di rifuti e panzane anonime, di commenti, a volte, completamente bislacchi, fuori luogo o sconclusionati.
    A me 'sta massa de robba piace poco e sto pensando di sospendere gli anonimi, per un po', non ho voglia di dover valutare 'ste sbrodolate... Quando chiudi puoi chiudi fuor anche le cose degne, come i tuoi interventi. Bah. Vedi tu.

    Io di rusco come il commento #30 e altre baggianate del genere non voglio neppure occuparmi.

    RispondiElimina
  35. Non sono molto convinta delle cose che dici. Ma forse sono io che ho i miei limiti da superare, anche nella lettura :)



    Ho notato anche io che hai problemi con i commenti anonimi, credo che a questi roda qualcosa. Evidentemente per loro la noia o la trasgressione equivalgono a molestare il prossimo.

    Crearmi un'identità virtuale? Valuterò la cosa, ma sono solo di passaggio su questa piattaforma, preferisco luoghi più protetti.

    Se chiuderai agli anonimi probabilmente resterò chiusa fuori e tutti e due finiremo per perderci qualcosa ;)



    Lol@

    RispondiElimina
  36. UnUomoInCammino18 novembre 2009 00:34

    No no, fai benissimo a non essere convinta. Tu hai il tuo cammino, la tua strada che e' solo tua e specificatamente tua. C'e' solo una cosa: cercare di studiare, capire cosa puo' funzoinare per se' e poi verificare, testare, provare. Testare!

    Mo vado a nanna. In LCP ci sono alcune identita' (quasi sempre del triveneto, cazzo, sono veramente dei bigottoni pazzeschi, anche se pensano di essere trasgressivi) che si sono scandalizzate, mi hanno detto che devo... vergognarmi su alcune osservazioni cheo ho fatto. Magari domani riportero' qualcosa. Trasgressione.... ma de che??? Ma questi sono nell'oscurantismo pretesco piu' retrivo. Mah.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.