martedì 13 gennaio 2015

Primo tradimento

  • Tema: «Immigrati sono una risorsa convinci un tuo compagno leghista»
    La bufera sulla traccia assegnata agli studenti dell'istituto Ceccato di Thiene.
    Salvini: «Pazzesco». L’europarlamentare Fontana: Pd regali tessera al prof
    (corriere.it)
Ci sono le scuole coraniche e quelle panmixistiche. lo stupidame politicamente corretto, il fondamentalismo sì global non è diverso da quello religioso, islamico compreso e la formazione di piccole menti scadenti massificate assolutamente identica.  La ripetizione di stereotipi, di dogmi cresce in intensità e frequenza all'aumentare dalla distanza dalla realtà.
Una delle connotazioni di specie è proprio quello dell'inquinamento educativo fino dalla più tenera età. Il primo tradimento, osservava Osho, al quale i piccoli osservano la distanza sempre più grande tra le parole e gli atti, i fatti. I piccoli osserveranno che praticamente nessuno di questi scafisti bianchi ideologici accoglie in casa propria una risorsa-clan di migranti. Penseranno: sono tutti scemi a non prendersi in casa una risorsa: se uno trovasse un blocchetto di banconote da 50 euri, non è che lo prenderebbe a calci, la prima cosa che farebbe sarebbe quella di portarselo a casa, appunto. E la frittata è ancora una volta fatta.

La violenza della conquista islamica (peraltro altra religione sì global) ha un valore ecologico in quanto farà strame di queste fanfaluche e dell'inquinamento relativo: stupidi e inetti è bene che soccombano, è l'ecologia della selezione naturale.
Ancora una volta il PD assolutamente, straordinariamente in testa con il politicamente corretto più stupido e pericoloso nel suo moderatismo estremo. Esiste un'affinità di genere, una simpatia, tra queste religioni fondamentaliste.
Infine c'è un altro furore ideologico antropocrescitista per cui 'sto ciarpame crede che la crescita della massa di homo sia un valore in sé.


(Z vignettistatunisino)

161 commenti:

  1. uhm.... non son sicuro di aver capito quello che volevi dire... quindi mi limito a commentare l'articolo di "giornale" :p
    Per me che non sopporto nessun estremismo, la lega ed i leghisti stile Salvini sono terroristi al pari di quelli che criticano :)
    Quindi tema inerente al periodo storico direi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa l'ho già sentita, e l'ha scritta Francesco qui sotto nel mio blog. In quel caso ero io quello "al pari".

      Siete proprio dei droni, meccanismi che si aggirano nel mondo eseguendo le istruzioni. Mi fate insieme schifo e paura.

      Salvini e i "leghisti" non hanno mai torto un capello a nessuno al contrario sia degli islamici che dei compagnucci.

      Elimina
    2. Intuisco che più che non aver capito credi di non aver capito, ovvero non è escluso che tu voglia non capire.

      Il tema è uno di quelli tabù ovvero la mistificazione dell'opportunità delle migrazioni di massa.
      Ovviamente il pensiero unico viene fatto perché così si possa spegnere l'osservazione della realtà.
      I sistemi religiosi e di credenze sono da sempre fatti per la massa e affinché essa ragioni e capisca meno possibile.

      E' molto semplice: il fenomeno della migrazioni è articolato e, attualmente, uno dei massimi problemi (siamo all'opposto dell'opportunità).

      La brutale semplificazione pregiudizialmente positiva è palese.
      Questo è proprio dei sistemi religiosi: la massima semplificazione a uso delle pecore.
      Quindi i leghisti hanno certamente il fatto positivo che alla brutale semplificazione mistificatoria positiva oppongono un altrettanto brutale resistenza ideologica negativa (peraltro incoerente, visto che un sacco di leghisti poi comprano l'auto tedesca, usano manodopera migrante a basso costo, etc.)

      Poiché in questo momento le migrazioni di massa sono in assoluto il problema n° 1 ( il n° 0 resta la crescita demografica di cui esse sono manifestazione e conseguenza), essi, i leghisti, ora appartengono allo spazio delle soluzioni, visto che sono gli unici che non hanno messo, sulla questione, il cervello all'ammasso delle insipienze.
      Siamo arrivati ad un tale inquinamento .ideologico, di tipo (neo)religioso da rendere ecoologici i leghisti. Pensa un po'!
      Il ché è tutto dire.

      I leghisti sono troppo blandi per me, e poi anch'essi con altre fanfaluche cattoliche in testa (che se sei cattolico sei inerentemente filomassmigrazionista).
      Io sono molto più radicale sul problema, vista la gravità.

      E' più chiaro?

      Gli estremisti più pericolosi sono i moderati perché oltre ad essere estremisti (occupando un settore circolare della superficie sferica, come tutti gli altri) fingono di non esserlo.

      Dunque puoi considerarmi leghista (anche se non lo sono) e quindi terrorista.

      Infine, se pensi che le migrazioni siano un'opportunità e che i leghisti abbiano torto, puoi sempre dimostrarlo, molto semplicemente, prendendoti una risorsa, ad esempio una felice famiglia con tre o quattro marmocchi, ella incinta, di siriani, di pachistani, di nigeriani, anche islamici, e dimostrarlo. E' piuttosto semplice, tutto sommato, non ci vogliono studi avanzati, dottorati o altre cose complicate.
      Un buon gruppetto di jihadista wahabisti o salafiti e poi prendi le misure, fai il confronto.
      Così puoi verificare di persona se i leghisti abbiano ragione o torto.

      Elimina
    3. Vissi per ventitreanni in Lombadia e conosco bene l'antipolitica cialtronesca leghista, Lorenzo.
      Cone ti scrissi in privato, mio padre nel suo periodo gandhiano de "L'autonomia del villaggio" si candidò con loro in un capoluogo di provincia lombardo, affascinato dall'istanza federalista e localista e poi se ne andò coi capelli ritti in testa.

      Ma ora c'è poco da fare i sofisti, i raffinati.
      I leghisti, per quanto blandi, sono gli unici che hanno il coraggio di rompere il conformismo sìglobal, del buonismo accoglientista, delle sciocchezze stereotipate filomasmigrazioniste.

      Io me ne fotto di queste semplificazioni ancora una volta religiose: sei leghista, sei comunista, sei decrecitista, sei, nazista, sei verde, sei anarcoide.
      Se una cosa è sensata e serve ad affrontare il problema va solo ad onore di chi la sostiene,.

      Elimina
    4. UomoCoso, troppe parole.

      Qui si vuole mettere sullo stesso piano Salvini e la Lega, un movimento i cui aderenti sono stati più volte manganellati e portati in tribunale solo per avere manifestato le proprie idee e i tagliatori di teste.

      Questo paragone, non è un pensierino partorito dalla testolina di chi l'ha scritto, è uno dei tanti slogan con cui i droni della "sinistra" vengono programmati, inoltre è una forzatura paradossale tipica di chi vive in una realtà ovattata ed artefatta. Cambieranno idea questi mentecatti quando avranno in Parlamento un bel partito islamico invece di Salvini oppure, Dio non voglia, quando si troveranno col barbuto che gli punta il coltello alla gola.

      Elimina
    5. Ah ah ah ... i droni della "sinistra" è una bellissima espressione ...

      Elimina
    6. Ho adottato il termine di Lorenzo nel ribadire concetti già espressi in passato, sulla mia bacheca faccialibresca, stamane :

      Le stragi parigine sono utili al Potere, perché esse rafforzano la PESSIMA MULTIETNICITA' EUROPEA ( ''multietnicità'' NON È integrazione, NON È la mescolanza comunemente intesa, è mescolanza funzionale E coatta ).
      QUESTO è l'effetto della ''strategia della tensione'' paneuropea attuale, in corso d'opera.
      Assistiamo infatti, nell'opinione pubblica, allo spostamento del problema cui le stragi sono in un modo o nell'altro connesse, da una INTEGRAZIONE FASULLA ( vedi i problemi nei Paesi di più lunga esperienza sociale, che non partono dal Charlie Hebdo ) ad un confronto politico interno, esacerbato, fra europei.
      Facciamoci del male tra di noi, bravi coglioni.
      Anzi, la maggioranza dell'opinione pubblica di Pummarola ( inclusi i tanti ''droni della Sinistra'' incapaci di ragionare, ma capaci solo di ricevere le stringhe informative dal proprio partito ), che notoriamente è VIGLIACCA, si è movimentata subito in difesa dell'Islam dagli attacchi xenofobi.
      =
      Evitare ogni confronto critico, che potrebbe portare a uno scontro, anche fisico.
      =
      Lubrificare e aprire bene il buco-del-culo.

      Oggi, la VERA DESTRA e più importante di quattro gatti di leghisti, è il CAPITALE che dapprima ha sedotto milioni di giovani italici con sogni-di-gloria carrieristici, sbattendoli fuori dal mercato del lavoro REALE, e contestualmente ha aperto le porte all'immigrazione massiva, indiscriminata, di parecchi milioni di pezze-al-culo analfabete e semi-analfabete che grazie alla forte prolificità cambieranno l'assetto sociale e culturale di questo Paese e del continente COME PIACERA' A LORO, senza molte contrattazioni e meticciamenti, carucci miei.
      ( sì ...
      sinistri pistolini ...
      FATEMI ADESSO GODERE, e tirate fuori il vicino di casa pakistano che ha 2 lauree ...
      sappiate che è UN'ECCEZIONE, però ).
      Il terreno ideologico è stato ben preparato dalle Sinistre nei decenni, con la deflagrazione del concetto di ''heimat'', di appartenenza organica a una terra, a una comunità, a una Storia comune.
      L'essere ''cittadini del mondo'' è imperativo.
      Peccato che PER MOLTI DI VOI sarà il mondo di serie B o C, pistolini.

      Eccedenza di manodopera.
      =
      Ribasso dei salari REALI.
      =
      Amputazione dei diritti dei lavoratori.

      ( e il Padronato GODE ).

      Ma voi, cari ''droni della Sinistra'', continuate pure a contrirvi per le ''colpe di noi occidentali'', a onorare XENO ( dopo averlo deificato ), a pretendere che i non-programmati facciano lo stesso.
      Da parte mia, potete andare affanculo, che vi piace.
      E godo per la situazione pessima nella quale la grande maggioranza di voi e dei vostri figli ( con l'eccezione dei furbetti delle famiglie patrizie, sempre ben piazzati, guarda caso ) si troverà presto.
      Tanto, sarà colpa di Berlusconi.


      ^_____^

      Elimina
    7. L'identità ha come prima conseguenza la diversità, l'alterità e il fatto che ciò che è diverso comporta ricchezza ma anche complessità, costi e la diversità NON è quella del frullatore, ma quella biologica di specie autoctone e degli equilibri ai quali esse sono arrivate in selezione naturale (altro spauracchio) su periodi lunghi e lunghissimi.
      Il corollario è che non necessariamente ciò che è diverso e artificiosamente repentinamente diverso possa convivere, fisicamente negli stessi spazi, o, sociologicamente, nella stessa cultura (quale?).

      Per una corrente di pensiero che si oppone ideologicamente ontologicamente alla diversità, che apologizza l'omologazione industrialista della società verso il basso, la brodaglia multitutto massimamente entropica è il massimo dell'appiattimento e quindi dell'auspicabile.

      Elimina
  2. Gli immigrati sono una risorsa limitatamente al fatto che svolgono lavori che gli italiani non vogliono più fare. Tutto il resto è propaganda. E un professore così è pericoloso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu puoi scrivere qualcosa limitatamente alla programmazione che ti muove. Infatti il tuo commento è solo uno slogan privo di alcun senso.

      Una volta che i cattocompagnucci amichetti tuoi fanno entrare in Italia milioni di analfabeti e li concedono una specie di "cittadinanza informale", in un modo o nell'altro queste persone devono mangiare. Essendo analfabeti non andranno a fare colloqui per il posto di CEO della Telecom, andranno a fare i manovali nei cantieri edili, a fare le pulizie e tutti i lavori dove servono solo le braccia. E cosa succede quando improvvisamente sul mercato si rovescia una certa quantità di una merce qualsiasi? Che il "valore" della merce si abbassa drasticamente, quindi il "valore" del lavoro manuale, stante la disponibilità di milioni di analfabeti stranieri disposti a tutto per mangiare, tende a zero.

      Non è che gli Italiani non vogliono fare certi lavori, è che gli Italiani non sono competitivi in quei settori perché a qualsiasi condizione ci saranno sempre stranieri disposti a fare lo stesso lavoro a condizioni inferiori.

      Adesso cito una aneddoto, sapendo che interverrà il solito padreterno con la complessità infinita dei massimi sistemi.

      Nel mio condominio c'era una signorina italiana che faceva le pulizie. L'hanno appena licenziata per assumere un magrebino che in teoria fa lo stesso lavoro per un terzo in meno. Come fa il magrebino? Manda un tizio che è appena arrivato dal suo paese, questo si prende un euro e un calcio nel culo, il resto lo intasca il capoccia.

      Lo so io, lo sa la Camusso, lo sanno tutti.

      Elimina
    2. Lorenzo, le tue osservazioni sono troppo sensate.
      La domanda di come vivano questi milioni quasi in forte maggioranza senz'arte ne parte se non balordi, pregiudicati e galeotti nei paesi natali, sono troppo elementari per gli apologeti dell'accoglienza "senza se e senza ma".

      Come vivono questi?
      Di quale lavoro? Come è il mercato del lavoro manuale non qualificato in Italia? e le prospettive?
      In quali case?
      Con quali conseguenze?


      Poi la mistificazione, sul fatto che essi siano meglio e quindi benvenuti.
      Sono sfruttatori consumisti idioti peggio delle masse europee. Con l'aggravante della rozzezza religiosa in testa e dell'ostilità alla cosa pubblica.

      Elimina
    3. Le conseguenze le ho scritte sopra, è una questione banale e meccanica. Se piovessero milioni di tonnellate di panettoni sull'Italia, il "valore" del panettone scenderebbe a zero. Quindi il "valore" del lavoro manuale con l'arrivo di milioni di immigrati, scende a zero.

      Non bisogna essere "gradi economisti" alla Prodi per capirlo.

      Il sindacato è una organizzazione abbietta perché sa benissimo che quando il "valore" del lavoro scende a zero non esiste più alcuna forza contrattuale e quindi i contratti sono carta da culo. Lavoro nero, caporalato, eccetera.

      Tutte le altre cose sono dei corollari. L'immigrato guadagna poco quindi andrà ad abitare nei posti peggiori, contemporaneamente gli Italiani si sposteranno nei posti migliori. Aggiungiamo la pressione demografica che gli immigrati impongono e imporranno sempre di più con il loro tasso di natalità doppio o triplo del nostro. Cosi si creano progressivamente i ghetti che solo grazie alla struttura e alla dimensione delle città italiane non sono ancora diventati delle banlieu come nel bellissimo "modello francese".

      Lo sanno tutti. Lo ripeto ancora, ho letto una intervista a D'Alema in cui lui ammetteva tutte queste cose e che probabilmente il fenomeno della immigrazione porterà al collasso della nostra società. Lui però sosteneva che questa è la premessa necessaria per il "progresso", la solita idea adolescenziale che per costruire devi demolire tutto. Peccato che qualsiasi idiota può demolire, con poca fatica, mentre per costruire bisogna saperlo fare e costa fatica.

      Elimina
    4. Tu come hai votato all'assemblea condominiale Lorenzo? Il magre binomio lo state pagando in nero infrangendo la legge? Pensi che sia opportuno rivolgersi alla guardia di finanza? All'INPS?

      Perché la tua così non è propaganda ma ignavia

      ps: se puoi limitati con gli insulti, per adesso stai superando la soglia di guardia, volevo dirtelo.

      Elimina
    5. Vedi, la cosa che mi da fastidio oltre il fatto di uscire di casa e vedere facce straniere è che poi cade dal pero il Francesco di turno che o ci è o ci fa.

      Il magrebino fa un regolare contratto col condominio. Poi le pulizie non le fa lui, le fa uno scagnozzo di cui nessuno sa niente. Se anche lo scagnozzo ha un contratto col magrebino, niente vieta che prenda X di paga da contratto e poi restituisca al magrebino Y sottobanco.

      Come ho votato? Normalmente nella assemblea ci sono io, qualche vecchietto che viene e non capisce cosa sta succedendo e poi ci sono gli uomini di panza con un mazzo di deleghe. Io voto secondo cosa mi pare meglio di volta in volta ma nella maggior parte dei casi questo si risolve nel mettere i bastoni tra le ruote ai sopracitati caporioni. A volte funziona, a volte no.

      Elimina
    6. Poi, vendiamo alle barzellette:
      - Guardia di Finanza
      La GdF dovrebbe andare a verificare tutte le attività degli stranieri, parrucchiere cinese, kebap, supermercato che vende tutto. Poi dovrebbe andare a verificare tutte le imprese col titolare italiano che mandano in giro stranieri a giornata, l'idraulico, il muratore, il traslocatore, il giardiniere, eccetera. Poi dovrebbe salire e andare a verificare cosa c'è in tutti i capannoni della Brianza e nei cantieri dell'EXPO.

      Scusa se rido.

      - INPS
      La stessa organizzazione che ha incamerato le mie tasse e che non me le restituirà mai piu? Si si, adesso li chiamo.

      Riguardo gli insulti, se uno mi dice che tra me e un fondamentalista islamico non c'è differenza si deve aspettare che io risponda che tra lui e un certo numero di altre cose non c'è differenza.

      Oppure, guarda la trave nel tuo occhio invece della pagliuzza nel mio.

      Elimina
    7. Ma sulla questione del conferire le pulizie all'impresa marocchina sottraendole alla impresa-donna italiana, come hai votato, nel caso tu sia stato presente a quella riunsione?
      A favore, contro, o astenuto?

      Elimina
    8. Ho votato contro. Tra parentesi io volevo anche che ogni scala avesse un sub-contratto dettagliato in modo da potere decidere di pulire una tutti i giorni e un'altra una volta al mese. Cose fuori dal mondo. Il capoccia del condominio vuole una cosa il più possibile gestita tramite tradizione orale, un po' come il bilancio delle ASL calabresi. I motivi sono gli stessi.

      Elimina
    9. Nel mio supercondominio abbiamo due portinai che fanno anche le pulizie. Nel mio supercondominio ci sono diversi proprietari extracomunitari. Hanno un livello di morosità inferiore a quello degli italiani. Al di là poi di come hai votato in assemblea, se ti sta a cuore la causa del l'italiana licenziata le possibilità per far circolare a chi di dovere le irregolarità ci sono. Anzi, io lo avrei fatto presente all'amministratore, che con la riforma appena fatta in tema di condominio assume un sacco di responsabilità quindi prima di fare cazzate ci pensa.

      Però diciamola tutta: ai proprietari, italiani, risparmiare qualche euro conviene

      Elimina
    10. A me non sta a cuore la causa. E' solo una delle cento continue battaglie nel condominio.

      Elimina
    11. > volevo anche che ogni scala avesse un sub-contratto dettagliato
      > in modo da potere decidere di pulire una tutti i giorni e un'altra una volta al mese

      Assoutamente ragionevole.
      Localismo anche a livello condominiale.
      Vedi, l'amministratore è una persona che ha un piccolo potere relativamente molto grande. Se voi gli sottraete potere ciò non gli sarà gradito.
      Inutile aggiungere che in un popolo di disonesti, furbi, cialtroni, delinquenti, manigoldi, faccendieri,
      sono moltissimi gli amministratori così.

      Leggo la tua testimonianza, Francesco.
      Bisognerebbe avere delle misure, dei dati.
      Se dovessi cercare dell'onestà, andrei piùi n Austria, nel Pordenonese o in Lettonia che in Calabria, in Grecia o in Pachistan.
      In genere un indicatore macroscopico della civiltà e della prima onestà che è quella non privata, non famigliare è proprio la cosa pubblica: spazi, servizi, ambienti, bilanci, mezzi di trasporto pubblici.

      Molti italiani sono dei voltagabbana che si vendono per poco.

      Elimina
    12. E allora amen

      Tipica indignazione da tastiera

      La rete è piena di queste cose non preoccuparti

      Anche uuic, qui fa l'incendiario ma in treno chiacchiera amabilmente con una albanese verosimilmente figa

      Se una bella marocchina gli dà il culo si iscrive ad emergency

      (Con cui io mi sono confrontato in questi giorni via Facebook, con civiltà, diritto e ragione).

      Elimina
    13. L'Amministratore può soltanto seguire le procedure, quindi sottoscriverà un contratto con una impresa che fornisce tutta la regolare documentazione prevista. Il che non significa nulla sul lato della impresa.

      Uno si fa fare il preventivo da un idraulico italiano per rifare il bagno, 10 mila euro. Poi va dal pakistano che gli fa un preventivo di 3 mila euro. Questo "uno" non è il leghista, è anche il generale della Finanza o l'amministratore delegato dell'INPS. i quali, essendo nel posto in cui sono perché "uomini di mondo", non hanno bisogno che qualcuno gli spieghi l'evidenza.

      Elimina
    14. È mi sono preso le critiche di tanti, italiani e musulmani

      Elimina
    15. La "Indignazione" è tutta nella tua testa. Io ho solo descritto un fenomeno e cioè che un italiano non può fare lo stesso lavoro di un immigrato perché l'immigrato fa sempre un prezzo inferiore.

      Sul perché l'immigrato faccia sempre il prezzo inferiore, pensavo di non doverlo spiegare ma a quanto pare la tana del bianconiglio è profondissima.

      Sulla idea risibile che ci siano delle "autorità" che vigilino sulle "regole", boh, siamo nell'iperspazio.

      Elimina
    16. Certo, si chiama subappalto o subfornitura. Da me non funziona così. E l'amministrazione condominiale è di Milano. Se si vuole, la legalità esiste

      Elimina
    17. E il prezzo inferiore comunque, ripeto, a voi fa comodo perché risparmiate e nessuno si indigna

      Elimina
    18. "Se si vuole, la legalità esiste"

      Allora, prendo un bel respiro....

      Te lo sai vero che secondo la LEGALITA' tutti questi milioni di immigrati dovrebbero essere rastrellati ed espulsi, in quanto si sono introdotti in Italia senza documenti e senza visto?

      Il fatto che questa illegalità sia stata "sanata" con il ricorso periodico a "condoni di massa" che hanno distribuiti "permessi di soggiorno" a gente che avrebbe dovuto essere espulsa immediatamente, E' LA PROVA CHE LA LEGALITA' NON ESISTE, o meglio, che è una finzione convenzionale.

      Per essere più precisi, la "legalità" a geometria variabile è tipica del delirio della "sinistra" per cui un gaglioffo come Corona si becca 15 anni di galera, uno che ruba, spaccia, ammazza, è una vittima del capitalismo.

      Elimina
    19. > a voi fa comodo perché risparmiate e nessuno si indigna

      Guarda, con 'sta roba del prezzo inferiore ho battibeccato pure con _tra e _ena.
      Per la stragrande maggioranza delle persone il prezzo più basso è l'unico criterio di valutazione, nonostante ciò conduca a disastri inenarrabili a medio e lungo termine.

      Per quanto possibile cerco di sottrarmi tutte le volte che è possibile a questa orribile massificata diseconomia antipolitica.

      Elimina
    20. E infatti, periodicamente si assiste anche a amnistie a vario titolo e alla depenalizzazione dei reati. Oltre che alla evidenza che l'azione penale della Magistratura non è affatto obbligata come dovrebbe ma è discrezionale.

      Ma lo scemo sono io che perdo tempo a scriverlo.

      Elimina
    21. > qui fa l'incendiario ma in treno chiacchiera amabilmente con una albanese verosimilmente figa

      E' una donna piacevole. Sì.
      Ella è venuta qui con un lavoro, non pesa sulla comunità, è ecologista, è severamente civica, è spartana. parsimoniosa mi ricorda le nostre donne degli anni cinquanta, tutte dotti straordinarie quanto ormai rare.
      Io NON ho MAI scritto che sono contrario alle collaborazioni tra territori,sulla base di accordi paritari, di rispetto rigoroso delle leggi di ciascun paese, con l'accettazione dell'egemonia assoluta dell'ospite (e non di quella del migrante).

      Elimina
    22. Ho capito

      È tanto figa

      Ti capisco, le slave sono bellissime

      Nel 1992 mi trombai una slovacca

      Mi ricordo ancora quella chiavata

      Elimina
    23. Anche uuic, qui fa l'incendiario ma in treno chiacchiera amabilmente con una albanese verosimilmente figa

      Se una bella marocchina gli dà il culo si iscrive ad emergency


      Ma no !
      Davvero !?

      Elimina
    24. Francesco, è una donna piacevole, non bellissima. 7 e mezzo.

      Quando mi appello come neorazzista è proprio per provocazione, per provocare le menti che non accettano alcuna critica a questo dissennato sistema di (auto)balcanizzazione.

      Più volte ho parlato di grandi opportunità delle collaborazioni tra culture, ovvero delle PICCOLE migrazioni temporanee.
      La metafora più vicina e stringente è quella della collaborazione professionale su progetti / imprese o quella della relazione amicale.

      Purtroppo nella rozzezza del fanatismo filomassmigrazionista, del panmixismo senza se e senza ma, questi ragionamenti soccombono.
      Mi riduci a questioni sessuali i rapporti.
      Con _eda non ho avuto mai alcunché, neppure una uscita in due.
      Io lo so che sono un maschio atipico e che ho purtroppo un controllo anche troppo rigido e repressivo dei miei genitali.
      Insomma, ridurre tutto a interesse sessuale è .. riduttivo.

      Elimina
    25. Io evito di commentare nei post "rosa" e lo scrivo qui.

      Sono convinto che la "relazione" significhi trovare gradevole stare in compagnia di un'altra persona, per ragioni qualsiasi. Il sesso può fare parte del piacere di stare insieme o anche no. Non è ne condizione necessaria ne tantomeno condizione sufficiente.

      Sulla questione della iper-sessualità dell'epoca contemporanea si dovrebbe aprire una discussione separata.

      Elimina
    26. UUIC, hai dato una bella definizione dell'uno-a-uno in contrapposizione alla massa ( indistinta ).
      Anche io, uso spiegarmi pressappoco così con i ''droni'' ...
      ma a questo punto, di solito, saltano fuori che il mio ragionamento sarebbe in realtà una copertura ''intellettuale'' - o pretesa tale - del mio razzismo !
      C'è niente da fare.
      Con chi è stato PLAGIATO fino all'ANESTETICA DEL SE' ...
      e quindi non percepisce più le proprie sensazioni, ma agogna sempre e comunque la massa, per specchiare qualcun altro e non importa chi o cosa, per allungare fino alla morte lo smarrimento nel mucchio indistinto e deforme ...
      Con un sorriso sulle labbra, che non sto a descrivervi.

      Elimina
  3. UomoCoso, mi permetto una critica:
    1. la tua prosa è eccessivamente involuta e il lessico criptico, da iniziati.
    2. secondo me nel tuo post esiste una certa confusione, è un intreccio di temi differenti che per te sono forse evidentemente collegati mentre per me non solo la correlazione di ogni tema con tutti gli altri non è cosi ovvia ma l'intreccio finisce per diventare illogico, irrazionale, quindi inutile. Bisognerebbe buttare meno carne al fuoco e esaminare uno o pochi fattori alla volta.

    Detto questo, a volte mi è sembrato di capire che tu vuoi evitare di assegnare alla "sinistra" oneri e onori, preferendo fare di tutta l'erba un fascio.

    Ma in questo caso siamo semplicemente davanti alla ripetizione ennesima delle stesse cose che vedevo io da bambino quando le maestre ci facevano marciare in cortile cantando "bella ciao" o "bandiera rossa".

    Altro non è che la prassi "gramsciana" per cui la rivoluzione si fa conquistando i centri di "potere", inclusa la "informazione" e la "formazione", quindi la scuola. Non solo abbiamo tutte le cariche dello Stato che vengono dalla "sinistra", anche massimalista ma la maggior parte degli impiegati pubblici, dal postino al magistrato, si riferiscono alla stessa "matrice".

    Non è una cosa di adesso.

    RispondiElimina
  4. > Nel mio condominio c'era una signorina italiana che faceva le pulizie. L'hanno appena licenziata per assumere un magrebino che in teoria fa lo stesso lavoro per un terzo in meno.

    dioporco, allahluridomaiale, questa è la massima violenza possibile.
    E questa marmaglia buonista e incoerente la prima responsabille.
    Magari ci sono pure dei leghisti tra quelli che hanno votato, in assemblea condominiale, la fine del lavoro per la donna italiana a favore degli immigrati marocchino.
    Che Thor li strafulmini.
    Guarda, Lorenzo, per questa merdaglia l'invasione islamica sta pure bene.
    Si troveranno ad essere pezzenti senza lavoro e a prostrarsi ai barbuti. E' bene che i coglioni siano puniti e lo siano più duramente possibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa io cosa posso pensare dei vecchi rincoglioniti, gretti e meschini, con cui mi trovo a discutere nella assemblea condominiale. Gente che taglierebbe la gola al vicino di pianerottolo perché la moglie stende la biancheria sul balcone.

      Infatti io non credo che sia tempo di parole, che con questa gente si possa discutere. Partiamo da un "substrato umano" di qualità miserrima e sopra ci mettiamo il cattocomunismo sadico o masochista a seconda dei ruoli.

      Purtroppo è un'onda che parte da lontano e che sta sommergendo tutta l'Europa. Un Hollande non è tanto diverso da un Renzi. Anzi, forse persino più odioso.

      Elimina
    2. A proposito dei "leghisti", il fallimento della Lega consiste proprio NEL CONTRARIO di quello di cui vengono accusati.

      Non sbagliano perché sono "razzisti, omofobi, fascisti, ignorantoni, ecc", sbagliano perché non sono COERENTI.

      Infatti il leghista chiacchiera ma poi pensa al proprio piccolo tornaconto. E non fai le rivoluzioni, nemmeno in piccolo, pensando al tuo interesse.

      Salvini dovrebbe andare in TV indossando una mimetica, il giorno dopo sarebbe in galera. Non lo vuole fare lui ne nessuno dei suoi. Quindi Salvini è solo un piccolo fastidio per il "sistema".

      Elimina
    3. > Gente che taglierebbe la gola al vicino di pianerottolo perché la moglie stende la biancheria sul balcone.

      Premesso che in Itaila
      1 - c'è l'incultura dell'impunità, dell'irresponsabilità e del far strame di norme, patti e regolamenti, condominiali compresi
      2 - non esiste, dii fatto, una repressione tanto meno efficace delle violazioni

      si giunge al fatto che l'ingiustizia e la prevaricazione quotidiane portano le persone che la subiscono all'esasperazione.

      Il problema NON è il voler tagliare la gola al condomino che viola le regole condominiali, il problema è che esso lo continui a violare i patti di convivenza e ciò non solo sia impunito ma che venga considerato segno di valore (quello è furbo) e come diritto di fatto acquisito.

      Elimina
    4. Non è quello che intendevo. Abbiamo già affrontato questo argomento, in sostanza la gente non sa pensare perché gli mancano le informazioni e gli strumenti per elaborarle. Sono poco più che primati, quindi capaci di scatenare azioni e reazioni inconsulti, motivati solo dagli istinti primordiali.

      Altro esempio condominiale: al piano terra ci sono dei negozi, tra cui OVVIAMENTE, dati i tempi, una sala scommesse. Questi hanno bisogno di una o due antenne paraboliche per capitare segnali TV (credo) e forse anche altre comunicazioni via satellite ma siccome non esiste botola per accedere al tetto e siccome nessuno vuole farli passare dalle mansarde, hanno montato le antenne sopra i box, dove c'è l'ingresso di uno degli edifici. Orbene, nottetempo uno dei simpatici vecchietti che abitano in questi edifici ha rotto tutte le antenne per dispetto.

      Non capiscono cosa sia la assemblea condominiale e a cosa serva, in quanto piccola istituzione di piccola democrazia. Non vengono nemmeno, delegano un uomo di panza del caseggiato. Ma capiscono la faida, il vandalismo, la vendetta trasversale e tutti i sotterfugi tristi e banali del loro livello mentale.

      Elimina
    5. I condomini sono laboratori sociali per antonomasia: hanno tutte le complessità delle relazioni, le impedenze, tutte le sollecitazioni, gli eccessi, le debolezze delle società maggiori in dimensione delle quali fanno parte.

      Ma se non vogliamo essere religiosi, bisogna prendere atto della realtà e capire cosa fare con essa.

      Provoco: non esiste alcun diritto (men che meno senza corrispondenti doveri) e quindi neppure quello di installare roba che modifichii il condominio, anche fosse l'aspetto.
      Qui sorge un conflitto tra il (presunto) diritto alle telecomunicazioni e il (presunto) diritto all'estetica e/o alla conservazione dell'esistente.

      Ad esempio, in alcune contee/stati degli Stati Uniti i condomini hanno un diritto di veto all'ingresso di proprietari non graditi.
      Per la maggior parte degli italiani dirittisti è orribile e invece io penso che esso abbia un senso.
      Torno al problema migrazione: non esiste il diritto di entrare una comunità senza il suo consenso (forse temporaneo).
      Non esiste il diritto di modificare parti condominiali se ciò impatta (penso che il CC sia ancora molto rigido su questo richiedendo unanimità o maggioranze ampie).

      La democrazia condominiale non può non essere un bilanciamento doveri - diritti, libertà - responsabilità, individuale - collettivo.

      Elimina
    6. Vedi, l'unico modo per gestire il circo dei fenomeni da baraccone del condominio è fare le cose nel modo più formale possibile.

      Il guaio è, come scrivevo sopra, che il condominio è una sezione trasversale dell'Italia quindi io propongo una organizzazione e un rigore teutonici a gente che è abituata ad una situazione tipo Scampia.

      Nel caso specifico, i condomini si installano e disisntallano tutto quello che gli pare senza chiedere niente a nessuno, al massimo si accordano con l'uomo di panza del caseggiato. Siamo arrivati al punto che uno ha anche costruito degli abbaini sopra la sua mansarda senza che la cosa sia mai stata presentata in assemblea, con la complicità di un precedente amministratore che poi si è dato alla latitanza, non in senso figurato.

      Questi della sala scommesse dovrebbero affittare una macchina che sollevi gli antennisti fino al tetto, hanno già delle antenne al sopra a cui però adesso non possono accedere perché i condomini non li fanno passare. Poi non ho idea di come potrebbero tirare i cavi, per la stessa ragione.

      Ulteriore complicazione: i negozi sono dati in locazione, quindi l'interlocutore del condominio non sono i titolari della agenzia ma il proprietario del vano. E anche li c'è un'altra faida in corso.

      Elimina
    7. Guarda, Lorenzo, per questa merdaglia l'invasione islamica sta pure bene.
      Si troveranno ad essere pezzenti senza lavoro e a prostrarsi ai barbuti. E' bene che i coglioni siano puniti e lo siano più duramente possibile.


      Sì.
      D'accordo.
      A patto che noi quattro usciamo 1 minuto prima ...
      oè.
      Preparare il piano di fuga.

      Elimina
    8. Ciao Marco.
      Ben tornato.
      Purtroppo il piano di fuga non esiste.
      E io mi sento violentato ogni giorno di più da questa invasione di marmaglia zotica e conigliastra.
      Questa violenza, però, è trasparente, non esiste per quelli (anti)razzisti.
      Io non ho alcun posto dove andare nel mondo, magari a pestare i piedi o a sgomitare ad altri.

      Elimina
    9. Bisognerebbe fare come gli antenati, trattare col governo Cileno affinché accolga qualche milione di esuli Padani e poi noleggiare opportuni bastimenti per l'esodo.

      Elimina
    10. Consiglio anche i Paesi Baltici, densità di popolazione : 35 ab./kmq ...

      Elimina
    11. I Paesi Baltici stanno per essere travolti dalla stessa onda che ha travolto noialtri. E affonderanno prima proprio perché sono in pochi. Nel giro di qualche generazione saranno etnicamente irrilevanti.

      Elimina
  5. Al massimo i migranti saranno un risorsa per le coop rosse, sfruttati e mal pagati.
    Concordo con Lorenzo, Salvini e la Lega non hanno mai torto un capello a nessuno, eppure vengono dipinti come fossero il diavolo in terra.
    Quando la smetteremo con questa storia sarà ormai troppo tardi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I leghisti erano andati a fare un film su non so quale cosa padana in romania o bulgaria perché là costava meno.
      Le badanti? i lavoratori migranti nelle fabbriche leghiste? le auto di lusso e posizionali tedesche di quelli incazzati no euro no pareggio di bilancio, la Merke del casso e i crucchi cattivi?

      In generale la cultura dell'impegnarsi a partire dal sostenere un costo che non sia più basso possibile, a non acquistare un bene posizionale di moda, a cercare di mantenere una eco-nomia locale è assente o molto scarsa a sinistra, a destra, in centro, sopra e sotto.

      Come è un assoluto tabù anche l'autarchia locale per i leghisti che
      o - vogliono prendere il loro cibo
      o - dilettarsi con la natura residuale consumata
      o - vendere i loro prodotti
      o - esportare i loro rifiuti

      ALTROVE.

      Poi c'è un principio di realismo: se essi sono contrari alle migrazioni di massa, essi sono al mio fiianco, anche se io sarei MOLTO ma MOLTO più radicale, con misure draconiane, belliche, paranaziste per intenderci (sarebbero anche paracomuniste, paracinesi o parakhmer ma qui in Italia paranazista si capisce meglio).

      Elimina
    2. Ma l'hai beccata la denuncia per il fatto del treno ?

      Elimina
    3. UomoCoso, anche te pisci fuori dal vaso. Il film girato in Romania o i piedi di Salvini che puzzano non hanno NIENTE A CHE FARE col meccanismo della immigrazione ne tantomeno con le conseguenze, più o meno catastrofiche.

      Siamo d'accordo che la gente poi pensa al suo interesse e se può sfruttare gli immigrati a sui vantaggio, lo fa. Ma per la stessa ragione il figlio del papi brianzolo torna a casa dalle vacanze con la moglie cubana. Si tratta di piccola umanità da cui non si può prescindere.

      Riguardo il COSA SI DOVREBBE FARE, io evito di scriverlo perché incorrerei nei reati in cui vorrei incorresse Salvini. Se non lo fa lui, lo devo fare io? Allora voglio il suo posto.

      Elimina
    4. Iscriviti e forma una corrente

      I nazisti dell'Illinois. ... ah no quello era un film

      Elimina
    5. Non mi cadere nlla Reductio ad Hitlerum, Francesco.
      Io la trovo un indice di banalità, quindi di stupidità.
      Sebbene i nazisti siano stati radicali, non sono affatto gli unici che hanno affrontato varie questioni con una razionalità organizzata e radicale anche violenta

      In fatto di contrasto radicale alla violenza delle migrazioni di massa e al radicalismo con cui affrontare i problemi esistono paesi delle più disparate culture, religioni, dislocazioni continentali, formazioni ideologiche.

      Prova a immigrare jn massa in massa in Yemen, a Cuba, in Australia, in Israele, in Qatar e poi vedi cosa succede.
      Questi non c'entrano una beata minchia con i nazisti.

      In ogni caso, continuate pure a pensare a nazista, anche se è del tutto improprio.
      Siete responsabili delle vostre menti.

      Elimina
    6. Mi conviene iscrivermi a SEL invece. Mi aprirebbe le porte di qualsiasi incarico pubblico.
      Vorrei tanto che fosse un film.

      Anche questa cosa del riferimento alla cinematografia americana come se rappresentasse una realtà a noi prossima, idea di ispirazione Veltroniana, uozamerica cansassiti, fa veramente ridere.

      Eleggono Obama, in Italia si festeggia. Finalmente un nero presidente. Come se i neri italiani avessero raccolto il cotone e come se gli Italiani eleggessero il Presidente, invece di essere un tizio del PCI incaricato tramite manfrine nelle segrete stanze.

      Boh, santa pazienza.

      Elimina
    7. Cazzo se esiste uno stato in funzione dell'accettazione dei flussi migratori indiscriminati quello è Israele

      Elimina
    8. Indiscriminati nel senso che tutti gli Ebrei hanno automaticamente la cittadinanza di Israele.

      Guarda che anche tutti i figli e i nipoti degli Italiani che vivono in altri continenti hanno automaticamente la cittadinanza italiana.

      Eehhh... tristezza.

      Elimina
    9. In Israele c'è una legge del tutto ragionevole (nella violenza della loro sopraffazione migratoria dei nativi palestinesi) per cui un lavoratore o una lavoratrice ospite non può avere un figlio pena la perdita del permesso di soggiorno.
      Ad esempio.
      Non mi interessa nulla se sia giusta o sbagliata. Mi interessa perché essa impedisce l'egemonia del migrante in base alla sopraffazione numerica di tipo demografico.

      Questa è una delle cose da fare non domani, IERI, in Europa.

      Elimina
    10. Se avessero problemi di sovraffollamento non li accetterebbero no ?

      Elimina
    11. Israele è sovrapppolata e lo è assai peggio dell'Italia (diciamo 8 o 9 volte più del sostenibile, rispetto alle nostre 5 o sei.

      E quello che succede in Israele e Palestina è indice chiarissimo di cosa succede quando il tumore antropico di due gruppi incompatibili li porta a confliggere con intensità sempre maggiore per le stesse risorse.
      Il tutto rivestito da motivazioni a livello antropocentrico.

      Elimina
    12. Israele è anche in perenne stato di guerra, dove per "stato di guerra" si intende che devi andare in giro armato anche quando vai al bar.

      Gli USA, che sono il modello culturale di riferimento "democratico-veltroniano", hanno un tasso di criminalità ed in particolare di omicidi che è di quasi 5 quando in Italia è di meno di 1.

      L'idea della "società multiculturale" come paradiso di pace ad armonia è l'esatto contrario della realtà dei fatti. Dovrebbe dare qualche indizio sulle dimensioni della mistificazione ma bisogna sapere pensare.

      Elimina
  6. Stiamo uscendo fuori tema, comunque.
    Sebbere correlato al problema delle invasioni migratorie, in questa pagina volevo parlare del tema del pattume religioso e neoreligioso con i quali le menti delle masse vengono programmate ed inquinate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu li chiami, essi vengono. Quali migliori esempi dei commenti che leggi qui sopra?
      Una sfilza ininterrotta di luoghi comuni, dalla retorica del "sono meglio di noi", passando dal celeberrimo "fanno i lavori..." per finire con l'immancabile citazione dei nazisti.

      Se vuoi ti scrivo qualche link di altro blog che sono "n" mila volte più esilaranti di questo, con commenti veramente demenziali-ortodossi.

      Oggi sentivo Radio24 e dicevano che Hollande è uscito benissimo dalla crisi della strage. Vedi come ragionano i droni. Benissimo significa sparare due balle risapute sui "valori repubblicani" mentre io chiederei le dimissioni per avere permesso che dei tizi noti alle autorità potessero circolare ignorati e indisturbati (con simpatica santabarbara inclusa).

      Questo è il mondo fatato delle tre categorie.

      Elimina
    2. Segnalami pure.
      Come ti scrissi altre volte, per quanto confortante e motivante possa essere per noi confrontarci sull'ottusità e sull'allontanamento dalla realtà, è nella tana del lupo che bisogna lavorare.
      Mi risponderai che agli invasati, coi religiosi e i neoreligiosi non si parla.
      Ma del resto questo è lo spazio delle idee.
      Cercare di riportare ai fatti queste menti indottrinate, catechizzate e completamente avulse dal reale.
      Scrivo e veramente caisco che anche il lessico descive bene sia gli jihadisti quanto i filomassmigrazionisti in genere cattocomunisti (poi ci sono i crescitisti, i tecnoeisti etc. ma andiamo fuori tema).
      Oppio delle menti, l'annientamento dei lumi della ragione, della storia, della scienza e della conoscenza.

      Elimina
    3. Vedi, il nocciolo della questione è semplice ma tagliente come un rasoio:

      Mentre io ti leggo per vedere se la tua tesi è più efficace della mia, questi hanno la Verità.

      La Verità.
      Si fa ridere, considerato che nello stesso tempo sono i paladini del "relativismo - assoluto", del resto vivono una vita di paradossi e contraddizioni e sono condizionati a non rendersene conto.

      Non solo non esiste dialettica ma tu ti autodefinisci mentecatto, criminale o entrambe le cose nel momento stesso in cui non ti allinei.

      Sei incasellato come aberrazione prima ancora di potere sperare che la tua tesi venga valutata, cosa che comunque non avverrebbe in ogni caso.

      Poi, se a te piace soffrire, padronissimo.

      Elimina
  7. A 'sto giro vi ho visto entrambi in difficoltà.

    Capita quando si è assolutisti, o meglio quando ci si dichiara tali, ma poi nel proprio piccolo non si è mai esattamente retti.

    Coraggio, vi andrà meglio in un'altra discussione

    Vi voglio bene comunque! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco, invece a me sembra di dire sempre le stesse cose nello stesso modo. Sei tu che sei progressivamente caduto nella ripetizione dei luoghi comuni che sento quando sono in fila alla Coop.

      Cosa che oltre ad essere triste, rende impossibile ogni dialettica perché è come discutere col Televideo.

      UomoCoso ama tutte le creature come San Francesco. Cosa penso io non credo sia un mistero.

      Elimina
    2. Non si può essere retti.
      Ma tra l'essere santi immaginari e corrotti reali ci sono non pochi stati intermedi.

      Peraltro il mio radicalismo è veramente antagonista, rispetto ad un fenomeno massimamente violento come deve esserlo.
      Prima opporsi, resistere, ridurre, poi passare ad un metalivello.
      E' una fase tanto temporanea quanto indispensabile.

      Io ho questa cosa estrema del massimo e più rigoroso rispetto del prossimo che mi porta ad essere veramente straordinariamente esigente sul fatto che il prossimo non entri nei miei spazi senza il mio consenso, che mi deve rispettare, anche il mio gruppo, le sue convenzioni, la sua identità collettiva e culturale.
      E il rapporto degno tra pari.
      Quella che tu vivi con la persona amata, con i tuoi amici che non ha NULLA della prevaricazione.
      A meno di personalità disturbata tu e nessuno dei lettori starebbe con un amico prevaricante.

      Elimina
    3. Lorenzo, io vado all'esselunga dal più perfido e destro degli imprenditori.

      Il fatto che tu vada alla Coop è altra incoerenza

      Oggi mi state servendo dei rigori in movimento :-)

      Elimina
    4. Poi chi mi conosce se sapesse che mi hai dato del francescano sai quante risate gli fai fare

      Elimina
    5. Sai cosa di dice nel tantra: che puoi unirti veramente con la persona amata solo se hai un'aura, un carattere ben definito e un'alterità ben definita.
      Adesso dirai che sono un freakettone e altre robe del genere che non c'entrano nulla col tantra e con la disciplina e filosofia di vita che esso incorpora.

      I coniugi Zadra nei numerosi esempi di come affossare la libido citavano le coppie prodiabetiche.
      Quelle del giriamo sempre manina nella mano, fiorellini, cuoricini, poesie e sembra tutto amore harmony e altra robaccia che la massa assume impropriamente come romantica (sono sdolcinatezze che di romantico non hanno assolutamente nulla) come coppie che hanno un tasso di sofferenza della libido molto alto.
      Hai presente gli sdilinquimenti buonisti dell'accoglienza che è solo una parola che sta per "sono indegno e orribilmente incapace di affrontare e gestire il problema, non ho carattere, non ho idee, non voglio averle, non ho forza, non ho costanza, sono succube e quindi, soccombo. Inoltre sono troppo codardo e intellettualmente disonesto e rivesto il tutto con il falso ideologico, con la sofisticazione dell'accoglienza. Il risultato di una filiera di pessimi passaggi è questo tipo di accoglienza indegna e Roma capitale, la corruzione nella corruzione.

      Elimina
    6. Non capisco perché se io vado alla Coop questa dovrebbe essere incoerenza.

      La Coop è una azienda come le altre, anzi, è una stortura tipica dei paesi comunisti che esista una legislazione apposita che facilita le famose "cooperative" in mille maniere. Tra cui anche la impunità quando entra in gioco la magistratura, come il caso Penati dovrebbe insegnare ai posteri.

      Io vado e prendo quello che mi serve e pago. Non mi regalano niente, anzi, i prezzi sono più alti che al mega centro commerciale.

      Se con "francescano" ti riferivi al mio commento, non hai capito.

      Intendevo dire che UomoCoso dialoga con tutti e si mette anche a pelle di leone e si fa camminare addosso. Invece io se ti devo dire qualcosa te la dico. Quando fai il compagnuccio mi stai sulle balle, non tanto per il compagnuccio, che sarebbe già abbastanza, quanto perché fai il compagnuccio tonto e quello è insostenibile.

      Elimina
    7. basta, ci scrivo un post. siete fantastici !

      Elimina
    8. Io poi scrivo un post sul tuo post.

      Elimina
  8. Quante cose! Finirò di leggerle a breve. Per ora vorrei rischiare di esprimere un corollario a questa significativa frase di Lorenzo: Le conseguenze le ho scritte sopra, è una questione banale e meccanica. Se piovessero milioni di tonnellate di panettoni sull'Italia, il "valore" del panettone scenderebbe a zero. Quindi il "valore" del lavoro manuale con l'arrivo di milioni di immigrati, scende a zero.

    Giusto, giustissimo. Ora, sostituiamo il valore del "lavoro" con il valore della persona in sè. Se piovono persone su un determinato territorio e il loro numero cresce a dismisura (partendo, per di più, da un livello che è già smisurato in partenza), qual è il risultato sul peso, sul valore che si può dare all'individuo? E' l'inflazione peggiore che possa capitare -- le persone (ovviamente i cosiddetti sfigati, come tutti quelli che leggono questo blog, credo) non valgono più nulla, con tutte le ovvie conseguenze del caso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Italia le due ideologie egemoni partono dal presupposto che l'aumento della popolazione NON faccia nessuna differenza, tutte le persone sono uguali per definizione.

      Il concetto è banale, esiste un "Diritto" e tutti hanno questo "Diritto". Qualsiasi sia la risorsa necessaria o questa viene assunta come infinita, per esempio il lavoro, oppure se non si può fare a meno di ammettere che è una quantità finita, si ritiene che sia infinitamente suddivisibile. Quindi l'idea che ne consegue è che lo Stato deve suddividere in parti abbastanza piccole da darne una a ciascuno, per tutti uguale. A costo ovviamente di morire tutti di fame.

      Elimina
    2. Scrivevo, MKS, che uno dei fattori è la mistica crescitista nella sua versione demografica, natalista.
      La maggior parte delle persone crede che l'aumento della massa di umani sia un valore assoluto. E quindi ritengono positiva la crescita demografica anche se solo alloctona.
      Quante volte ho usato il preciso termine di tumore (proliferazione senza controllo di cellule) umano? I crescitisti (altra religione fondamentalista) giubilano per la ripresa violenta della crescita demografica.

      Il sonno della ragione è il risultato dell'oppio dei popoli, anche nelle sue versioni nuove.

      Elimina
  9. Francesco: "Anche uuic, qui fa l'incendiario ma in treno chiacchiera amabilmente con una albanese verosimilmente figa"

    Con questo dimostrando di non essere per nulla razzista (a parte il fatto che gli Albanesi appartengono tassonomicamente alla nostra stessa razza, ma questa è un'affermazione troppo complessa per chi [s]ragiona per pregiudizi). Probabilmente non ha nulla contro gli Albanesi presi uno per uno, mentre si risente giustamente contro l'invasione di massa del cumulo di Albanesi, Marocchini, Rumeni, Filippini, Indiani, Cinesi... Non riesci a concepire che il problema non è la relazione umana con ciascun individuo, ma lo sfacelo dovuto allo stipamento di troppi e troppo diversi in troppo poco spazio? Se accogli ad abitare con te trenta o quaranta persone, in casa tua non vivi più un gran che bene, anche se si tratta di trenta o quaranta lord inglesi educati che più educati non si può.

    A rafforzare umoristicamente (ma non troppo) questo punto provvede un certo Lafferty con il suo iperbolico Guesting Time.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte tutto, io insisto sul fatto che se non ti puoi scegliere i parenti, abbiamo il diritto di scegliere amici e nemici. Il fatto che io sia obbligato ad essere amico di tutti significa che sono schiavo, cioè non possiedo nemmeno la mia vita.

      Elimina
    2. Ohi mister chiave cometichiami non ti ci mettere pure tu! :-)

      L'opinione di uuic non ha bisogno di interpretazioni autentiche e ha espresso i suoi concetti in maniera estremamente chiara nel mio post

      ognuno definisca il suo manifesto come meglio vuole. Razzista ? Nazista ? Folle ?

      Fate voi. Ci sono alcuni passaggi però che proprio tanto centrati non mi sembrano....

      ma sicuramente con la bella albanese tutto torna..... a posto!

      Elimina
    3. Chiaro e UomoCoso non possono stare nella stessa frase Francesco. Ti piace vincere facile eh...

      Elimina
    4. Francesco, "key smasher" sta per "schiacciatasti". Mi pento per aver scelto un'espressione inglese, ma è successo quando ancora credevo che conoscere l'inglese costituisse un'opportunità. Da come vedo le cose oggi, mi sa che a breve finirò per esprimermi solo più in piemontese, però, perché anche l'italiano comincia a starmi stretto.

      Elimina
    5. I piemontesi mi piacciono essendo stato piemontese per i primi 30 anni della mia vita

      Elimina
    6. Ah ah ah !
      Il bello è che Francesco, quello che da dei ''razzisti'' agli altri, è il più razzista di tutti !

      Elimina
    7. Mi conosci? Sai che cos'è un razzista? Razzista è colui a cui sta sulle palle un altro a prescindere. Che so, un napoletano, un rom, un arabo.....
      Io non sono per niente così. Quindi ti stai confondendo con qualche altro Blogger.

      Elimina
    8. No, Francesco, quella è la definizione ridicola di "razzismo" che vi hanno infilato in testa con una chiavetta USB e poi vi hanno riavviato. A voi robot-sinistri.

      Il razzismo fa riferimento al concetto di "razza" che è stato vagamente definito a seguito degli imperi coloniali, concetto che voleva la superiorità genetica degli europei, in particolare di quelli di etnia "germanica" (cosa che include anche gli anglofoni).

      Se ti sta sulle palle un Calabrese non sei "razzista", sei campanilista. Non è diverso da un Pisano che disprezza un Livornese.

      Nel caso degli Arabi, siamo stati in guerre ininterrottamente per 1400 anni, quindi vederli come amichetti simpatici è una forzatura tutta interna alla "sinistra" psichedelica.

      I ROM non lo odierebbe nessuno se loro non si ostinassero a vivere di furti e di elemosina. Non è una cosa che ti rende antipatico come 1400 anni di guerra ma di certo non ti fai degli amici rubando il loro portafogli.

      Diciamo che dare del "razzista" ad uno che si considera di "sinistra" è peggio che insultare la su' mamma. Ma è un riflesso condizionato, non c'è una ragione oltre la programmazione.

      Elimina
    9. il concetto di razza umana non esiste, anche molti siciliani hanno origine araba anche se parlano italiano e sono italiani.

      Elimina
    10. per me razzismo è odio verso qualcuno che straripa nella discriminazione e nelle separazione e in fine ultimo nello sterminio. Si è razzisti anche per quanto riguarda le classi sociali

      Elimina
    11. Quello di Francesco e dei robot-sinistri, è razzismo alla rovescia : la deificazione di Xeno.
      Quanto agli scazzi reciproci tra arabi ed europei, zingari ed europei ... etc. ... la storia e lunga, e si finisce all'ozioso quesito dell'uovo e la gallina.
      Io dico : Francesco, ce l'hai una storia familiare ?
      Dove sei nato ?
      Che terra pestano i tuoi piedi ?
      ( puoi usare il GPS del furbofono ).

      Elimina
    12. Il termine di razzista è usato in modo grossolano come fascista, comunista, e altri tentativi di insulto.

      In sociologia le posizioni più vicine alle mie sono quelle dei differenzialisti.
      Ancora, il problema è l'estrema rozzezza del confronto.
      Ma io non mi sottraggo alla rozzezza.
      Il livellamento verso il basso apologizzato come pregio dai monoteismi e dalla sue nuove corrente, marxismo, panmixismo, globalismo, etc. tende proprio all'aumento massimo della mediocrità e all'omologazione alla mediocrità attraverso il livellamento.

      Allora, per comunicare con i rozzi, devi essere rozzo.
      Woody Allen diceva che la differenza tra uno stupido ed un intelligente è che solo il secondo può atteggiarsi al primo.
      Allora, in questa sangue e merda che è ecologico, io mi definisco rozzamente

      o - neorazzista
      o - xenofobo
      o - islamofobo

      Spero così di veicolare un messaggio ed energico e provocatorio ai miei interlocutori.

      Quella a sinistra è una delle religioni e l'unico tentativo è di sbatacchiare le menti, supposto che sia ancora possibile che si destino.
      Ecco, la deificazione (masochista dice Emmanuel Carrére) di Xeno.
      Il_bobbolo non ne può più di libertà.
      E questa non è certo una novità,men che meno nell'Italia servile in cui il secondo sport nazionale è il calcio ma il primo è la prostrazione al più potente, anche se esso è islamico.

      Elimina
    13. Contraddico Woody Allen, la "sinistra" esiste proprio per fare sembrare gli stupidi intelligenti.

      Elimina
    14. ti vedo male uomo, ma proprio male male.....

      Elimina
  10. Treccani.it recita

    "Ideologia, teoria e prassi politica e sociale fondata sull’arbitrario presupposto dell’esistenza di razze umane biologicamente e storicamente «superiori», destinate al comando, e di altre «inferiori», destinate alla sottomissione, e intesa, con discriminazioni e persecuzioni contro di queste, e persino con il genocidio, a conservare la «purezza» e ad assicurare il predominio assoluto della pretesa razza superiore".

    sui rom direi che questo storicamente c'è stato.
    ma direi anche che non c'è molta differenza rispetto a quanto ho scritto. quando dico che razzismo è detestare qualcuno a prescindere si semplifica ma così è.

    ma adesso basta che questo post mi ha dato noia che questa influenza maedetta non mi fa prendere sonno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Storia è un filare di confronti DI FORZA.
      Sottometti, o vieni sottomesso.
      Ora ...
      Francesco, vuoi davvero immolarti come martire, in pagamento dei sensi di colpa che dovrebbero contrire noi occidentali ?
      VAI.

      Elimina
    2. "... quando dico che razzismo è detestare qualcuno a prescindere si semplifica ma così è."
      Quindi se tu mi stai sui coglioni significa che sono razzista? E se non mi piace una donna perché ha il culone sono razzista? Ma non farmi ridere.

      Elimina
    3. No, semanticamente quelle si chiamano offese personali. Il mio "qualcuno" è, per farti capire meglio la cosa, tutti i calabresi, tutti gli arabi, tutti gli scandinavi. .... è chiaro o faccio un disegno ?

      Elimina
    4. Sarebbe vero se valesse per tutti. Ma è palesemente falso. Per tornare al caso di cronaca che ho citato nel mio blog, se un "compagno" urla uno slogan contro gli Israeliani va bene, se un "leghista" urla uno slogan contro i Napoletani, razzismo.

      Il tuo "qualcuno" è proprio qualcuno e non qualcun altro.

      Se poi vogliamo andare a spaccare l'atomo, te nel tuo blog metti le foto di tocchi di fica, mica ci metti le foto di uomini, trans o di vecchie ciccione. Quindi sei razzista, omofobo, fascista.

      Elimina
    5. a me piace la figa, ho 'sto difetto

      Elimina
    6. > te nel tuo blog metti le foto di tocchi di fica, mica ci metti le foto di uomini, trans o di vecchie ciccione.
      > Quindi sei razzista, omofobo, fascista.

      Infatti.
      Chissà se qualcuno inizierà a rendersi conto delle stupidaggini del politicamente corretto strabico.

      Elimina
  11. questo blog inizia ad essere frequentato da troppi svalvolati devo dire

    mi sa che d'ora in avanti mi limiterò a leggere delle dis-avventure senimentali del suo proprietario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hai capito, eh??
      Ti associ alla mia linea vedo :)

      Elimina
    2. Sì sì basta per carità. E non mi riferisco a Lorenzo che è un testone ma non certo stupido.

      Elimina
    3. L'usuale orticaria dei sinistri alle idee diverse da quelle impostate dai loro mantra.
      Niente di nuovo.

      ^_____^

      Elimina
    4. Ah ...
      mi hai dato dello stupido.
      Poverino !

      ^_____^

      Elimina
    5. Francesco14 gennaio 2015 12:14

      Sì sì basta per carità. E non mi riferisco a Lorenzo che è un testone ma non certo stupido


      Ci risiamo.
      Non sei in grado di rispondere alle articolate opinioni altrui, quindi offendi ( ovviamente, millantando una superiorità intellettuale NON DIMOSTRATA ... ), come i bimbi.
      Tipico di voi sinistri, vedi anche Wannabe Qualcosa.

      ^_____^

      Elimina
    6. No no. Tu sei un vero coglione. Ma di quelli forti anche

      Elimina
    7. Ecco, bravo, rivela la tua quintessenza.

      ^_____^

      Elimina
    8. Io non prendo parte per scelta a questi scambi interminabili e di dubbia utilità. È una scelta che prescinde dai contenuti.

      Elimina
  12. Francesco, io rispondo per me stesso solamente.

    Quello che ti posso dire è che se discuti con me devi fare lo sforzo di andare un poco sopra i luoghi comuni.

    Per esempio sopra ti ho scritto che il termine "razzismo" ha una sua collocazione storica, esattamente come il termine "fascismo" mentre oggi entrambi vengono usati come insulti generici buoni per tutte le occasioni. In sostanza chiunque non si allinei col "politicamente corretto" è per definizione "razzista", "omofobo", "fascista", "ignorante", eccetera.

    La prova provata è che se io scrivo che gli Americani sono delle cacche sono un figo perché mi allineo con "politicamente corretto", se scrivo che i Napoletani sono delle cacche sono un "razzista", "omofobo", "fascista", eccetera.

    Ma come diavolo fai a non vederlo, a non accorgertene?

    Poi mi tiri fuori il solito caso strappalacrime dei Rom, povere vittime. Come se questi fossero discriminati per il colore della pelle e non perché vivono di piccola delinquenza. In questo caso l'idea quale sarebbe, che siccome sono Rom allora hanno la licenza di furto e accattonaggio? Un po' come gli Inuit che sono autorizzati a cacciare la balena.

    Poi tiriamo fuori la Storia con la S maiuscola applicando sempre i filtri di comodo. I Cattolici hanno sterminato i Protestanti e viceversa. Quindi? Razzisti, omofobi fascisti? Gli Inglesi e i Francesi sono stati in guerra per secoli. Quindi? Razzisti omofobi fascisti?

    Boh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai dimenticato le Crociate, Lorenzo.
      Gli islamici non possono essere criticati, perché gli abbiamo mosso le Crociate ...
      Ovviamente, tacere sulla plurisecolare aggressione del Califfato prima e dall'Impero Ottomano in poi, a : Sicilia, Sardegna, Spagna, Portogallo, Costantinopoli, i Balcani interi, la Russia ... per non dire dei Tartari islamizzati da Est.
      No.
      Per carità.
      Quelli erano fulgidi esempi di pacifica integrazione ...

      AH AH AH !

      Vi adoro !

      Elimina
    2. Risposto sopra anche io. Tanto lo so che hai capito ma adesso non vuoi fare marcia indietro.

      Eppure una volta che fai mente locale sui luoghi comuni da una parte è una liberazione.

      Elimina
    3. La Prigione è un ambiente tutto sommato rassicurante, altrimenti non si spiegherebbe perché tanta gente insiste a non rinunciare alla propria Gabbia Psichica che porta addosso come e più di una lumaca techno.
      In questo senso, i social net hanno forse peggiorato la situazione, amplificando i vari CREDO religiosi e para-religiosi ( sono equivalenti, i meccanismi usati per la prostrazione delle masse sono GLI STESSI ).
      Ben vengano, sempre e ovunque, gli sgradevoli elementi di rottura della narrazione furba comandata dai Padroni dei Salvadanai per il_bobbolo.

      Elimina
    4. L'islam ha successo perché soddisfa le pulsioni masochiste di sterminati gruppi di persone pecore.
      Riesce a costruire per esse una gabbia stretta in cui possono abdicare ad osservazione, arbitrio, discernimento, valutazione, misura, studio, respons-abilità

      Se leggi le frasi farneticanti di questi mentecatti capisci che per essi è un sollievo la camicia di forza, la costrizione più severa e rigida possibile.

      I pseudo intellettuali da strapazzo radical scem o dem sinistri sono ingabbiati nel loro nozionismo libresco artefatto e completamente avulso dalla realtà.
      Se dovessi trovare un'immagine, direi che essi sono in una navicella spaziale fuori controllo in accelerazione distruttiva verso Terra, completamente chini sui loro tomi e si ripetono giulivi i dogmi engelsiani apologetici della tecnica che potrà permettere di superare ogni limite, non certo quello della propria completa stupida alienazione dalla realtà.

      Elimina
    5. Già discutemmo della cybernetizzazione dell'homo, da te e da me, ricordo.

      Scusa che non ti ho salutato al mio re-ingresso sul questo blog, UUIC, ma ho trovato un argomento sugoso e ci sono piombato sopra, affamato.

      ;)

      Elimina
  13. Miki Mouse: "il concetto di razza umana non esiste"

    Ho già sentito non so quante volte questa affermazione totalmente priva di fondamenta tassonomiche. Nel mondo reale (che è altro da quello, fantastico, delle ideologie) si danno due casi, e solo due: 1. le specie si dividono in razze, compresa quella della quale facciamo parte, oppure 2. le specie non si dividono in razze, compresa quella della quale facciamo parte. Non si danno altri casi, anche se il timore della realtà etologica umana spinge a rinnegare questo dato di fatto per non affrontare gli spettri della nostra programmazione comportamentale. Ah, prima che qualcuno fraintenda: si può ammettere l'ovvio, ovvero che la suddivisione in razze riguarda anche noi umani, senza necessariamente essere razzisti.

    Aggiungo che modificare secondo convenienza il significato del linguaggio per manipolare la comunicazione è una tecnica tipica delle oligarchie. Non per niente è stata ed è usata a piene mani fin da tempi immemorabili. Probabilmente anche questo fenomeno è ascrivibile alla programmazione comportamentale della nostra specie, sulla quale le culture sicuramente si innestano ma senza poter compiere miracoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'imprinting genetico è molto più forte di quanto si pensi. Anzi, la sofisticazione culturalista religiosa (perché le religioni sono dei colossali, invasivi, asfissianti sistemi con i quali si cerca di imporre la cultura sulla biologia e la loro pervicacia è proprio dovuta al loro essere fallimentari) è proprio un tentativo di attenuare e vanificare la biologia.

      Ho molti amici che hanno adottato bambini in tenera età che hanno un carattere e comportamento sostanzialmente diverso da quello dei genitori.
      Mio figlio che è cresciuto lontano da me per la quasi totalità del tempo mi assomiglia caratterialmente molto. Suo fratellastro, stesse condizioni, stesso contesto relazionale, stesso ambiente famigliare. stessa casa, stessi strumenti formativi, etc. ha caratteristiche completamente diverse.

      La maggior parte delle persone sa che le razze canine non sono solo diverse morfologicamente ma che lo sono molto anche caratterialmente.
      Naturalmente questo viene considerato se non ovvio con misto di stupore del tipo :- Hai ragione, sai che non me ne ero reso conto prima?
      Ma la specie ha questa stupida hybris per la quale essa è divina, non è biologica, non è animale. Quindi la maggior parte delle persone si scandalizzerebbe dell'osservare che la biologia è una base comportamentale fortissima.
      Ma non non siamo mica bestie.

      Ihihihi

      Elimina
    2. E la tecnologia è la nuova religione, il nuovo ambito del divino che si fa, tra noi ...

      Elimina
    3. Il paragone tra uomini e cani non regge per moltissime ragioni. Ne cito due, la prima è che nell'uomo è preponderante l'insieme delle cose apprese sui comportamenti istintivi. La seconda è che i cani non esistono in natura, sono il risultato di secoli di eugenetica che aveva appunto lo scopo di differenziare le caratteristiche anatomiche e comportamentali di diversi "tipi" di cane,

      Io non vedo la necessità di ricorrere al concetto di "razza". Faccio ancora l'esempio dei due casi precedenti: con gli Arabi siamo in guerra da secoli e i Rom vivono di furti e accattonaggio. Queste due realtà sono condizione necessaria e sufficiente per considerarli in maniera ostile, senza dovere esaminare eventuali differenze somatiche o altro.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. MrKeySmasher La razza umana non esiste, uno perchè i cosidetti incroci sono la norma, due perchè il patrimonio genetico tra le varie popolazioni nel mondo in alcuni casi è molto simile(per dire la tatcher aveva il 30% del sangue arabo) 3 il problema è culturale non razziale. Inoltre volevo dire che gli arabi non sono stati gli unici nemici nella storia. Le guerre civili tra europei e cristiani sono stati molto più violente e durature degli scontri di civiltà, motivate da interessi economici, come le guerre civili nel mondo musulmano, che ci sono anche attualmente sono molto più cruente dei 12 morti di Parigi. Non amo l'islam come altre religioni, anche se la differenza la fa più la cultura di origine dei terroristi. Inoltre quando importi merda non ci lamentiamo se essa puzza. Io vedo una tendenza in Europa che verte su 2 direzioni e mira a distruggere l'identità culturale italiana e degli altri paesi europei: 1) immigrazione di merde 2) destrutturazione degli stati nazionali con accentramento potere negli organismi dell'Ue e ideoologia multiculturalista. Alla fine aggiugiamoci molti masochisti culturali che ci sono anche in questo blog e la frittata è fatta

      Elimina
    6. Certo che se uno non si accorge che paragonare i morti di Parigi, persone uccise da tre dementi, con i morti che risultano da una guerra, significa che qualche rotellina non gira. Allora io potrei dire che ogni anno in Italia muoiono migliaia di persone a causa di imperizia o incuria dei medici e degli infermieri, quindi il sistema sanitario nazionale è peggio dei terroristi.

      Mah.
      Riguardo il concetto di razza, mi sono già espresso. Aggiungo una cosa però e cioè che gli "incroci" non erano affatto la norma. Se lo fossero stati, i caratteri somatici degli esseri umani sarebbero uniformi.

      Elimina
    7. ci sono continenti come le americhe dove la maggioranza della popolazione è meticcia o mulatta. Il meticciato in Europa è recente

      Elimina
    8. Si vede che non hai chiaro il concetto di "norma".

      La leggenda racconta che Cesare per sottomettere i Galli, ordinò che a tutti gli adulti fosse amputata una mano.

      Quindi il "Micus Topolinus" di allora avrebbe osservato "ci sono intere nazioni come la Gallia dove la maggioranza della popolazione ha una sola mano".

      Te lo traduco: il fatto che nelle Americhe la popolazione sia "meticcia" non è "la norma", è la conseguenza di una serie di eventi, perlopiù tragici.

      Faccio anche presente che nelle Americhe ci sono risorse naturali ma la gente mediamente non vive bene e il fatto che siano "meticci" e quindi senza radici storiche e culturali, è uno dei fattori determinanti.

      Finisco con questa osservazione: il modo più rapido per sottomettere un popolo è eliminare quelli che trasmettono le tradizioni. Un popolo senza eredità è un non-popolo. Quindi non ha nessuna capacità di resistenza alla dominazione altrui.

      Elimina
    9. Infatti una delle più disoneste e false objezioni dei filomassmigrazionisti nostrani è che...
      anche gli italiani furono migranti.

      Omettono le tragiche conseguenze sulle culture amerinde native che subirono il genocidio prioprio perché "immigrate".

      Concordo sul fatto che la "razza" sia non così rilevante quanto lo è la cultura di origine.
      ad esempio nell'ISIS gli islamici più aggressivi sono proprio gli europei convertitisi.

      Elimina
    10. infatti non ho mai detto che fosse volontario anche se storicamente i matrimoni misti in alcuni casi sono stati favoriti per unire popolazioni e creare nuove identità Basta pensare ad Alessandro Magno. Sull'ultima cosa che hai detto possiamo dire che gli italiani sono arrivati allo stato terminale. Secondo me tra 50 anni l'italiano non si parlerà più in questo paese

      Elimina
    11. No tu hai detto che è "normale".

      Elimina
    12. Il concetto di "razza", lo ripeto, ha una sua collocazione storica. In questo thread, come in Italia e nel mondo contemporaneo in generale, la parola si usa in maniera impropria.

      Si usa in maniera impropria NON A CASO ma perché è strumentale a tutta una logica di annientamento culturale di cui ho già parlato a proposito del "Piano".

      E lo so che del "Piano" non si deve parlare, meglio concentrarsi sulle beghe del PD emiliano.

      Elimina
    13. E'normale perchè storicamente o con la forza o senza forza la gente si è sempre mischiata. Anche noi italiani siamo un popolo di "bastardi", e nonostante le immigrazioni comunque abbiamo sviluppato un identità culturale, perchè chi è venuto da noi è stato "assimilato". Certo se tu vai in Cina dove la gente è sempre quella da millenni raramente vedrai matrimoni misti. Ma se un paese è investito da immigrazione o colonizzato o stuprato, il meticciamento è normale.

      Elimina
    14. > meticciamento
      Se ciò è avvenuto è avvenuto
      o - in tempi molto più lunghi
      o - comunque in modo cruento (mamma li turchi!)
      o - in un paese molto più vuoto

      Il meticciamento ha pro e contro e ora la scemenza fondamenalista di massa filomassmigrazionista sclera istericamente se ricordi i "piccoli" contro.

      Elimina
    15. Oh eppure a me sembra di scrivere in un linguaggio comprensibile.

      NON E' VERO che la gente si è "sempre mischiata". Se fosse cosi, lo ripeto, saremmo tutti uguali.

      Invece se gli Svedesi sono fatti in un modo e i Greci in un altro, la ragione è che NON si sono "sempre mischiati", pur essendo geograficamente non lontani ne separati da barriere naturali.

      Il "meticciamento" non ha NESSUN pro.

      Elimina
    16. > Il "meticciamento" non ha NESSUN pro.

      In PNL e in teoria della comunicazione si dice che la frasi che hanno quantitifatori universali sono, quasi sempre, false.

      Detto ciò questo tipo di meticciamento violento in corso ha, qui, ora, quasi esclusivamente contro.
      Faccio veramente fatica a trovare dei lati positivi.

      Elimina
    17. Con la "teoria" e con il "quasi sempre" mi ci faccio il solito risciacquo. Ribadisco quanto ho scritto sopra. Da un punto di vista storico, il "meticciamento" è un fenomeno devastante, che va insieme con il collasso delle civiltà.

      Si, ovviamente se una popolazione ha un pool genetico ridotto, è necessario introdurre geni differenti per evitare malattie ereditarie. Quindi da un punto di vista genetico il mescolamento dei geni è un meccanismo positivo perché incrementa la diversità e quindi la adattabilità. Non significa che gli individui siano migliori ma che, essendo più "diversificati" geneticamente, ci sono più mutazioni, che è quello che la natura usa per l'evoluzione.

      Elimina
    18. Ma la natura usa anche gli asteroidi per rendere la vita sulla terra più divertente, dal suo punto di vista.

      Elimina
    19. Veramente gli svedesi sono attualmente un paese molto mischiato

      Elimina
    20. Inoltre gli svedesi storici sono il risultato di incroci tra i vichinghi e le popolazioni baltiche provenienti sopratutto dalla russia

      Elimina
    21. Tutto il mondo è stato investito da guerre,invasioni, e immigrazione. Chi più chi meno si è meticciato.

      Elimina
    22. Ah signore signore, perdonali che non sanno quello che fanno...

      Ma va? Davvero? La Svezia attuale è "molto mischiata"?

      Secondo te di cosa stiamo discutendo da circa seicento commenti a questa parte?

      :)

      Niente, non c'è niente da fare. L'Italia è più affondata del Titanic.

      Elimina
    23. Per essere tutti uguali, l'umanità dovrebbe meticciarsi tutte con le stesse popolazioni, cosa comunque fino ad ora non possibile.Un meticcio è diverso da un mulatto, ma ciò non toglie che sono frutto di incroci

      Elimina
    24. che paese è quando hai centinaia di etnie sul tuo territorio, con migliaia di matrimoni misti all'anno?

      Elimina
    25. In effetti Il Titanic Italia sta affondando anche per l'eccessiva certezza di molti italiani

      Elimina
    26. L'invasione della Svezia sta creando una situazione esplosiva che è già varie volte esplosa.

      Poi uno dirà che la devastazione di interi quartieri da parte di islamici non sarà un gran problema.
      Poi uno dirà che donne svedesi in topless picchiate in certe piscine perché in topless non sarà un problema.
      Poi uno dirà che non cambia se Svedistan o Svezia.

      Io dirò che preferisco che nella scatola di borlotti ci siano i borlotti e che in quella dell'ananas ci siano fette di ananas e che non mi piace che nella scatola di borlotti che tale taluni ostinano a indicare come scatola di borlotti ci siano fette di ananas e ce ne siano sempre più fino a che i borlotti ce ne sono sempre meno fino a sparire.

      E' bene tenere separati i borlotti e l'ananas.
      Se li mischi può essere molto costoso tornare a separarli, a volte impossibile se non hai tempo, se non hai energia, etc. Quasi nessuno di voi sarebbe contento di acquistare scatole di fagioli borlotti svedesi e trovarle piene di ananas islamici.

      Io la chiamo entropia sociale.
      L'entropia è l'avviarsi dei sistemi fisici verso la loro morte.

      Detto questo, mai negato che le migrazioni ci siano da sempre.
      Solo che, da sempre sono un fenomeno cruento, violento.
      Insomma, a me non piace dover subire una roba violenta, non sono masochista.

      Elimina
    27. A me invece non importa se UomoCoso subisce una roba violenta, tanto la subisce lui.

      Mi importano due cose, la prima è che mi tocca vivere in un ghetto e prossimamente mi toccherà frugare nei cassonetti. La seconda è che sul lungo termine tutto il mondo che conosco e in cui mi riconosco, andrà a sparire e quindi mi scatta la stessa reazione dei nativi americani. Quando vado a camminare in montagna e sotto al monumento del paese ai caduti ci sono sedute le donne velate mi scatta la reazione degli Apaches.

      Elimina
    28. il problema è che gli apaches reagirono con violenza prima di essere sottomessi, qui invece qui europei sono tutti passivi aspettando lo sterminio dolce

      Elimina
    29. Bè, però gli Apaches erano tutti insieme mentre io sono un apache isolato. Guarda UomoCoso, basta mettergli davanti la patata e viene neutralizzato.

      Elimina
    30. > basta mettergli davanti la patata e viene neutralizzato

      Lorenzo, hai scritto una stupidaggine.
      Buttiamola sul goliardico.

      Elimina
    31. Mamma mia non si può piu scherzare.

      Elimina
  14. >> ... inquinamento educativo

    I comunisti di tutto il mondo hanno lo stesso Dna, per cui esaminato da vicino uno a caso puoi farti un quadro generale della situazione.

    Essi si distinguono per i tre neuroni nella scatola cranica, la riottosità a riconoscere l'evidenza, la totale sudditanza mentale e spirituale al Politbjuro.
    Qui da noi l'effetto sembra più evidente perché la stupidità diffusa esalta le loro caratteristiche. Mi sono accorto che la stessa cosa (inquinamento educativo) capita negli Usa quando ho letto un articolo di Gary North nel quale l'autore si chiedeva come mai negli Stati più ricchi e meno inquinati dall'immigrazione Obama avesse ottenuto la maggioranza.
    La sua spiegazione era che anche la figliolanza dei benestanti veniva iscritta nelle università dove allignano i docenti di ideologia comunista. Cioè praticamente in tutte. La catechizzazione rossa e la voglia di rivoluzione tipica dei giovani ha avuto il suo effetto.
    Come da noi, evidentemente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul mio blog cito un celebre aforisma secondo cui essere comunisti a vent'anni può essere scusabile, essere ancora comunista a quarantanni vuol dire essere scemi.

      Di mio aggiungo la terza categoria, dopo la prima degli inetti assistiti e degli eterni adolescenti. La categoria dei furbastri che sul comunismo costruiscono le proprie fortune di milionari. Quindi essere comunisti a quarant'anni significa o essere scemi o essere furbastri.

      Poi riguardo la catechizzazione, io sono stato catechizzato, ho vissuto tutta la vita a Stalingrado eppure sono rimasto impervio al comunismo.

      Da questo traggo la conclusione che per resistere all'indottrinamento devi essere in qualche maniera "anomalo". Come quelle persone che per una mutazione genetica sono naturalmente resistenti ad un certo virus.

      La cosa non aiuta perché ti mette nella condizione del profeta inascoltato.

      Elimina
    2. Voglio dire, Veltroni presidente?
      Nella sua apologia scrivono "era comunista senza esserlo". Sticazzi. Presidente subito.

      Elimina
    3. Il problema è sempre quello: i postcomunisti come i comunisti, come i cattocomunisti, i crescitisti, i natalisti, i tecnoteisti, i cattoici, i lemoncapitalisti, islamici ed ebrei, etc. sono adepti di religioni che non accettano la realtà e quindi, tantomeno, di governarne gli aspetti.

      Veltroni quello dalla insipienza buona.
      Mi viene l'orticaria solo a pensarlo.

      Elimina
    4. Non è esatto.
      A te piace mettere tutto in un calderone perché nel calderone non sei costretto a tirare delle conclusioni che non vuoi tirare.

      Epperò il Comunismo si basa su un concetto fondamentale e cioè che la società si organizza per classi, tra cui ci sono sfruttati e sfruttatori. Siccome questa società è ingiusta e quindi provoca la sofferenza dell'Uomo, il Comunismo propone di abbatterla con la rivoluzione, cioè la classe proletaria, che occupa il gradino più basso, dovrebbe strappare con la forza alle classi dominanti il controllo delle risorse e sostituire tutte le istituzioni governative ed amministrative con la Dittatura del Proletariato.

      Secondo loro tutto questo è assolutamente "reale", tanto che hanno provato a realizzarlo.

      Non poteva funzionare per due ragioni, primo l'analisi economica di Marx è fallata, secondo Marx non ha lasciato detto come doveva organizzarsi la Dittatura del Proletariato, davanti l'ovvia considerazione che non puoi fare una assemblea per qualsiasi cosa. La risposta storicamente è stata quella "leninista", cioè il Partito Comunista prende il Proletariato sotto tutela finché la rivoluzione sia compiuta ovunque nel mondo e la società ideale non sia maturata abbastanza da non richiedere più l'apparato amministrativo/decisionale.

      Risultato, il Partito si configura come una nuova aristocrazia. Essendo i regimi aristocratici meno efficienti da un punto di vista economico di quelli democratici, perché l'aristocratico vive di rendita quando il "borghese" vive di commercio, l'ulteriore conseguenza è che il "popolo" vive di stenti e viene tenuto cosi a tempo indefinito perché non c'è ragione di cambiare.

      Il Cattolicesimo invece "accetta" la realtà come conseguenza dell'imperscrutabile volontà divina. Avendo mutuato un sacco di principi dello stoicismo, non propone nessuna rivoluzione, anzi, propone di piegare la testa ed accettare qualsiasi cosa ti capiti, tanto maggiore sarà la tua umiliazione, tanto più caro diverrai agli occhi di Dio e quindi avrai la ricompensa nel Regno dei Cieli. Questa idea quando viene proposta ad un ricco/nobile/aristocratico, che la testa la piega raramente, si traduce in timore di Dio o moderazione. Quando viene proposta ad un povero/schiavo che la testa ce l'ha sempre piegata, si traduce in controllo sociale. Quando viene proposta ad un "borghese", che si guarda attorno come una faina, si traduce nello istituto del peccato e del pentimento, bordello e confessione.

      Elimina
    5. Il marxismo ha avuto il pregio di evidenziare lo sfruttamento del capitale su altri homo e di analizzare in modo preciso il modo in cui avviene.

      La diagnosi di Marx era in parte corretta.
      Era la terapia che è fallata e fallimentare.

      Non è che sia tutto da buttare.
      Altrimenti ricadiamo proprio nel pensiero religioso manicheo bianco da una parte nero dall'altra, a rendere comunista come fascista un tentativo di insulso applicato a raglio nei più disparati contesti.

      Elimina
    6. In due parole:
      il marxismo osserva con precisione il fatto che il proprietario terriero parassiti il bracciante ma ha mantenuto il capitalismo sostituendo lo stato come proprietario della terra. Non ha funzionato.
      Non è sostituendo lo stato ai privati mantenendo tutto il resto che risolvi i problemi del capitalismo.
      E la scala?
      E la diversità?
      E la sostenibilità?
      E l'etica?
      Infatti le cooperative che manovrano il partito a danno di elettori ed ambiente sono aggregati accrescitisti, capitalisti, tecnoteisti, progressisti, consumisti solo che sono caratterizzati da un numero di piccoli predatori titolari (i soci cooperanti) relativamente alto rispetto al numero relativamente limitato di azionisti (soci di capitale) delle corrispondenti aziende criminali e criminogene private, in area della Compagnia delle Opere, etc. .
      Infatti l'analogia con il progetto criminale di Expo di Formigoni, compagnia delle opere, è così stretta da essere stupefacente.

      Elimina
    7. Ma quale diagnosi ma quale terapia. Le diagnosi dei medici sono corrette se il paziente vive e sbagliate se il paziente muore. Capirai.

      Se una teoria ha la pretesa di essere scientifica deve rendere conto di tutti i fenomeni, altrimenti ci sono solo due alternative:
      - è sbagliata
      - è il caso particolare di una teoria più generale

      Nel primo caso è tutto da buttare. Nel secondo caso dipende dal contesto. Se compro un chilo di mele al mercato non mi serve la teoria della relatività. Capisci però che se uno ha come obbiettivo di distruggere tutte le società del mondo e mettere in piedi un "mondo nuovo", una teoria che basta per comprare le mele al mercato non è lo strumento adatto.

      Elimina
    8. Poi mi piace il tuo "non ha funzionato" come se fosse una questione di "prova-correggi". Proviamo a sostituire tutti quelli che si chiamano Mario con dei cetrioli. Oops, non ha funzionato.

      Le comiche.

      Elimina
  15. ... Un giorno o l'altro mi ricorderò della differenza esistente tra il click su Rispondi e quello su Aggiungi un Commento. -:)

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.