martedì 27 gennaio 2015

In due o nulla

_tra mi ha scritto domenica sera.
E ha tentato di chiamarmi al telefono ieri mattina. Non ho risposto. Ci ho pensato un po', mentre squillava ma poi... non ho risposto.
Poi è arrivato un messaggio con riferimento a questo.
La pausa nei rapporti non è una cosa per dire.
UnBipedinone ieri mi chiedeva di lei, gli ho detto che c'è una pausa, non è libera e io non ho voglia di entrare in una situazione così asimmetrica, sentivo che mi stavo già legando.
Riusciamo a vivere una settimana senza parlarci, senza comunicare?
Mica era un addio. E' un silenzio per una settimana. Pensavo che per proseguire con un minimo di (ecologica) reciprocità, dovrei trovare una partner (una trombamica, un ex fidanzata ancora intima, una storia al volo...): essere amanti o ambigui in due si può fare (ma se clandestinamente non è affatto salubre a medio e lungo termine) , uno solamente è nichilismo masochista.



37 commenti:

  1. Sei stato molto, molto protettivo verso di te, Uomo.
    E quando prevalgono le viscere, non è per niente facile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. _tra mi ha sempre detto che ha un ego spropositato e mi è piaciuta per questa sincerità. E pure perché anche io ho un ego un po' obeso e me ne rendo conto.
      Se avessero prevalso le viscere avrei comunicato con lei. Non è che di colpo mi è sparita la voglia, il desiderio di lei.
      Solo che ...
      I latini dicevano :- Vince chi si vince!

      Ah, aggiungo. Anche il fatto di dire una cosa e poi subito di smentirla e di cambiare idea non è che possa produrre gran stima in _tra o in qualsiasi donna.
      Un uomo fuffy non penso che sia molto interessante.

      Elimina
    2. Questa cosa dell'ego l'avevamo affrontata... :)
      Quindi, è strategico???

      Elimina
    3. Sì, in un certo senso è strategico.
      Non è tattico.

      Elimina
  2. Reciprocità ...parolina magica da aver sempre presente e, almeno per me e per questa nuova fase di vita, è conditio sine qua non per iniziare e soprattutto proseguire qualsiasi conoscenza.
    Essere amanti è una condizione sempre difficile pervtanti motivi. ..ma se proprio lo si deve essere, meglio che si sia nelle stesse condizioni personali. Ma come dici tu, nel medio-lungo termine, sono sempre complicazioni in vista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Reciprocità, Do ut des, sano egoismo intelligente, sana e consapevole libido, relazioni ariose, trasgressioni e promiscuità governate, comprese,...
      Sono tutti termini tabù nel mondo delle credenze sull'amore.

      Elimina
  3. Certo... porsi nella condizione di complicità clandestina non è una saggia condotta e come spesso tu dici "non è una condizione ecologica (intendo trasparente e normale, almeno tra adulti).

    Amanti ? chi lo dice che una relazione che parte da presupposti di amicizia, debba essere coltivata clandestinamente; e comunque essere amanti significa innanzitutto essere complici consenzienti...come d'altronde lo sono due sposati; non ci sono differenze se non che l'amante sostituisce nella vita di ognuno ciò che viene a mancare in una coppia istituzionalizzata e i figli non c'entrano in tutto questo.

    Buon proseguimento UUIC.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aggiungerei...chi vive ama, e l'amore può essere una lama a doppio taglio se lo si limita alla camera da letto e alle illusioni della vita moderna...questa si priva del vivere ecologico.

      Elimina
    2. Daoist, io penso che sia positivo anche sperimentarsi fedifraghi se lo si fa consapevolmente, con un minimo di cognizione di causa e, soprattutto, come più volte sottolineato, se entrambi lo sono.
      In questo caso, come tu osservi, l'amante sostituisce nella vita di ognuno ciò che viene a mancare in una coppia istituzionalizzata, è un processo che ha un valore anche se... la letteratura (neo)tantrica è abbastanza concorde sul fatto che il bilancio della clandestinità a medio e lungo termine è ampiamente negativo.

      Infine, un conto è il gioco dell'innamore, un conto quello dell'amore. L'amore è un casino complicato e tostissimo che può sbriciolare i nostri ego, metterci alla prova come null'altro. Alla fine ci accontentiamo o ci spostiamo su altro.

      Elimina
  4. la reciprocità è l'essenza di ogni relazione sociale che tu definiresti "ecologica" ed io definisco "normale". mi stupisce un pò la certezza con cui tu parli di "non libertà" da parte sua. un pò perchè così esplicitamente tu non l'avevi mai scritto. un pò perchè, consentimelo, mi stai un pò descrivendo una donna altissimamente testa di cazzo. e sai dove la ficco una donna testa di cazzo con ego spropositato ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > tu parli di "non libertà" da parte sua

      Ora, non pubblico la mail che mi ha inviato (ella è una cittadina digitale e virtuale assai evoluta, abile nelle ricerche, non è lontana dal web come era A-Woman).
      Ma in essa _tra fu chiara: si sente ancora sua, il dialogo verbale e fisico con il padre dei suoi figli è ancora straziante e che è passato ancora troppo poco tempo e che la sua anima si rifiuta di lasciarsi andare (con me).
      Insomma, è ancora in mezzo al guado della separazione.

      Direi che una settimana di pausa non solo è il minimo ma è anche appropriato.
      Poi, ripeto, se anche io avessi altre tresche in atto la considererei una situazione molto meno squilibrata e quindi fattibile.

      Il fatto di ammettere di avere un ego spropositato è indice di intelligenza ed onestà intellettuale e, per me, un più deciso.
      Solo con persone intelligenti e intellettualmente oneste puoi pensare di superare e risolvere problemi.

      Elimina
    2. ma andasse a fare in culo, ma di cuore guarda

      Elimina
    3. se io fossi al posto tuo, beninteso, questa sarebbe la mia reazione.

      Elimina
  5. Uomo, fortuna che qua posso scrivere (quasi) tutto quello che voglio.

    All'affermazione sull'ego spropositato avresti dovuto rispondere: "Il tuo ego sarà pure enorme, ma io faccio dei cunnilingus della madonna"

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh no wannabe, perchè così facendo l'ego della stronza cresceva e UUIC faceva anche una figura da cavalier servente

      Elimina
    2. Comunque _tra ha avuto dei momenti nei quali era eccitatissima.
      Aveva un ruscello tra le gambe.
      Scusate, ma io me lo sono goduto tanto.
      Insomma, Wanna, non l'ho detto, l'ho fatto (quasi).
      Va bene anche così?

      Elimina
    3. @Fra era sottinteso che Uomo non doveva essere il cavalier servente, ma esattamente l'opposto

      @Uomo va sempre bene quando si gode. Se magari non lo si fa a metà, meglio ;)

      Elimina
    4. sottointeso un cazzo. oggi ho repulsione verso il genere femminile. nel senso che ho una voglia enorme di chiavare, ma mi state un pò sui coglioni

      Elimina
    5. Ti va bene allora. A me oggi sta sulle palle l'intero genere umano

      Elimina
    6. diciamo che con l'altra metà del genere umano non devo chiavarci

      Elimina
    7. Col fidanzato distante io la mia chiavata non la vedo prima di sabato -.-

      Elimina
    8. Ignoro la tua capacità di resistere all'astinenza

      Elimina
    9. Eh.. Dipende da che intendi per resistere. Al momento non ho proprio voglia di incasinarmi con "extra", quindi mi adeguo...

      Elimina
    10. Sai che ci avevo pensato? Ti fa onore l'assenza di ipocrisia

      Elimina
    11. Perdonami Fra, ma penso mi sia sfuggito metà del tuo ragionamento :)

      Che vuoi dire?

      Elimina
    12. che pur avendo voglia di non aspettare il fine settimana te ne stai buona per quieto vivere ma comunque ci pensi e lo scrivi. non fai la santarellina insomma

      Elimina
    13. Wannabe ha una mente sessualmente intelligente.

      Elimina
    14. si, a me sembra una ragazza a posto. se avessi 20 anni di meno ci proverei con lei

      Elimina
    15. Wow mi commuove tutto ciò.

      ;)

      Elimina
    16. Sì potremmo essere una bella coppia sessualmente parlando

      Elimina
  6. Caro Uomo cerchiamo di essere chiari. Se una donna ti vuole, ti vuole e basta se no se sei solo l'amico di trombata o l'amico(a) del cuore su cui confidarsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedremo.
      Prima che volere me, _tra deve sapere cosa vuole da _tra e dal padre dei suoi figli.
      Io ho le idee abbastanza chiare per quanto mi riguarda.

      Elimina
    2. sono contento che tu abbia individuato la "definizione della situazione"

      Elimina
  7. il dialogo verbale e fisico con il padre dei suoi figli è ancora straziante e che è passato ancora troppo poco tempo e che la sua anima si rifiuta di lasciarsi andare

    (premetto: mi fa sorridere l'espressione: dialogo fisico! Che sara' mai? :) )

    Non so, tali parole mi sembrano denotino molta confusione. Che e' normale, mi sembra, nella sua situazione.

    Secondo me pero' fai bene tu a fare come fai: insomma, ognuno deve un po' tutelare se' stesso.

    Alla fine, e' meglio se un rapporto inizia quando le persone sono padrone di se' stesse.
    Insomma, ognuno si deve prendere un po' la responsabilità' di dire "si', mi piaci" o "mi piaci solo per trombare" (pardon!) o "voglio solo avere un confidente e giocare un po'".

    A lei, ovvio, "conviene" fare l'insicura e la "combattuta". Di sicuro non lo decide freddamente, ma e' una reazione istintiva abbastanza comune, si cerca di attirare l'attenzione per sentirsi cercati, desiderati, rassicurati.

    Via, ti auguro che vada in modo che nessuno resti ferito! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come vedi, Nuvola, appena ho sentito che il veicolo perdeva controllo, ho diminuito decisamente la velocità. ;)

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.