venerdì 24 giugno 2016

Brexit!!!!

Il primo valore del voto britannico è il decisivo cambio di rotta rispetto a quanto deciso da alcune oligarchie mondialiste e globaliste: fermare l'allontanamento del potere dalle nazioni e dai territori e riavvicinarlo a essi, alle Piccole Patrie.
Il secondo punto è che NON esiste e non è MAI esistita alcuna realtà del fatto compiuto: dalle unioni si entra e si può uscire. Le elite sostituzioniste e le loro sinistre armate cialtrone dovrebbero riflettere sul fatto che recuperare e mettere mano ai danni implementati col loro piano pacifista potrà essere molto cruento e che ignorare la storia le balcanizzazioni, le sirianizzazioni, etc. è folle e criminale e che esse sono i responsabili morali di ogni reazione immunitaria, come già lo sono per le migliaia di invasori morti nel loro folle sostegno Mare Lorum alle migrazioni di massa.
Infine una riflessione non può non andare a questa costituzione (con la ci minuscola) sovietica genuinamente antidemocratica che esclude esplicitamente gli elettori italiani dalle questioni internazionali che  riguardano il loro paese.
Prossimo passo la demolizione del trattato di Schengen.
Stasera uno dei brindisi andrà alla sconfitta di Soros e dei suoi compari oligarchie cosmopoliti e dei battaglioni plebei di invasati No Borders.
Stasera offrirò io a _mlero perdente. Ha fatto un muso storto quando, accesa la radio in auto, ho esaltato dopo aver ascoltato l'esito del referendum nel Regno Unito.

52 commenti:

  1. > loro piano pacifista
    -> loro piano panmixista

    > compari oligarchie cosmopoliti
    -> compari oligarchi cosmopoliti

    > ho esaltato dopo
    -> ho esultato dopo

    Scusate refusi, errori e distorsioni furbofoniche.

    RispondiElimina
  2. Non me l'aspettavo.
    Io sarei anche contento se non fosse che nei prossimi giorni vedrò volatilizzarsi una bella fetta dei miei investimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia opinione è che dietro tutto questo ci sia una mega-operazione speculativa di Finanza internazionale, mirata a fare il gioco delle tre tavolette con le banche, i bilanci statali e i patrimoni delle famiglie.

      Elimina
    2. Martedì sera, Minori e la sua buona squadra, su Radio 24., fanno uno speciale sulla preparazione della bolla finanziaria che ha portato alla crisi planetaria iniziata nel 2009 e sul (peggior) ruolo, quello di JP Morgan.
      Il giorno dopo, sempre su Radio 24., inserti pubblicitari di JP Morgan.
      Più o meno come i compagni pseudo anarchici dei No Borders che pigliano soldi da Sorso.
      Tutto e il contrario di tutto.
      Nota: JP Morgan speculò molto sul crollo del 2009.
      Le elite avevano la Brexit come fumo negli occhi.

      Elimina
    3. Scusate le distorsioni da parte del furbofono.

      Elimina
    4. Non so più nulla. Quello che crediamo di sapere perché ce lo raccontano TV radio e giornali potrebbe essere completamente artefatto. Assumere che le "elite" avessero la "brexit" come "fumo negli occhi" potrebbe essere vero ma anche no, spesso e volentieri quello che appare non corrisponde a quello che è.

      La cosa che trovo relativamente strana è che se queste "elite" fossero state effettivamente contrarie e se quello che succede non gli facesse gioco, perché hanno consentito il referendum e/o avvallato un voto a loro contrario?

      Col potere che si ritrovano, tutta la faccenda mi puzza.

      Elimina
    5. Le élite ci guadagnano sempre e comunque, magari i singoli o gruppi di potenti si legnano in antagonismo ...
      cmq. sono affari prettamente loro;
      la finanza è una materia estremamente complessa da intendere, ma in fondo essa è ridicola : perché contano al 99% le volontà e le azioni dei pezzi grossi, le cui trame sono in parte non leggibili dal basso dove stiamo noi;
      quindi, in ultima analisi, è da fessi mettersi dei problemi per una macchina di cui non si conoscono i meccanismi complessi oppure, se anche si avesse una conoscenza approfondita, essa viene comunque gestita da soggetti altri secondo le loro convenienze, e questi soggetti altri sono anche i padroni dei mass-media il cui scopo è quello di confondere per bene le idee ai Popoli;
      in definitiva, chi investe soldi in pacchetti finanziari SI MERITA DI PERDERE TUTTO, perché, di fatto, per i princìpi trascendenti e imperscrutabili che movimentano il valore dei suddetti, è come se avesse grattato un gratta-e-vinci oppure infilato gettoni in un videopoker.

      :D

      Aggiungo la mia personale soddisfazione nel vedere tremare tanti compagni che dalle ''lotte'' in Piazza si sono trasformati in altrettanti borghesi con il conto corrente grasso e soldi investiti nei vari pacchetti, da rivoluzionari comunisti a oltranza a conservatori capitalisti a oltranza ... che spettacolo !

      :D

      ===

      Elimina
    6. "quindi, in ultima analisi, è da fessi mettersi dei problemi per una macchina di cui non si conoscono i meccanismi complessi"

      Veramente è sa fessi pontificare senza capire una fava di quello che si scrive. Come se fosse possibile astrarsi dalla "Finanza", vedi alla voce "chi investe soldi". Infatti è banale la constatazione che non esiste nessun modo legale per vivere, lavorare e magari avere dei risparmi senza necessariamente avere a che fare con le Banche.

      Le Banche sono la "materializzazione" della Finanza e la cosa non riguarda semplicemente il fatto che tutti hanno un conto corrente, un mutuo o un fido e i risparmi come minimo su un conto vincolato ma più comunemente in fondi e derivati. Invece riguarda il fatto che il Caro Leader Renzi e i suoi ministri sono essi stessi espressione delle Banche e della Finanza, come del resto i predecessori come il signor Monti.

      Ad oggi, gli Stati vanno in fallimento per tutelare gli interessi delle Banche e quindi della Finanza.

      I "Compagni" non sono solo quelli che hanno "i soldi investiti", sono quelli che controllano Banche e Fondazioni.

      E vabè, Paperopoli.

      Elimina
    7. Tocca l'ingrato compito di essere pedanti e ricordare una intercettazione di oltre dieci anni fa:

      "Il 31 dicembre 2005 il Giornale ha pubblicato stralci di un'intercettazione telefonica tra Fassino e Giovanni Consorte, manager della Unipol e all'epoca coinvolto nello scandalo di Bancopoli; nell'intercettazione Fassino chiedeva a Consorte: «E allora siamo padroni di una banca?»"

      Elimina
    8. Come al solito : salti la puntina dal punto che duole ad un altro, massimalizzi, assolutizzi, con palombella finale contro i compagni ( che mi trova d'accordo ) ...
      Il DATO DI FATTO è che, investendo i tuoi risparmi ( vedi coming out sopra ) hai inserito i risparmi, sottoforma di gettoni, in una macchinetta videopoker;
      ogni tanto, bisognerebbe avere l'umiltà di capire i propri limiti.

      { buona serata }.

      ===

      Elimina
    9. Vabe, a parte che la parola giusta non è "umiltà" ma "realismo", queste acute considerazioni le posso fare con le vecchine in fila alla cassa del supermercatino sotto casa.

      Mi fa veramente sbellicare la faccenda dei "limiti", qui ci sono io che ho espresso un fatto, cioè che le perdite di questi giorni verranno ribaltante un po' su tutti noi, ovviamente per primi sugli investitori. Poi ci sei te con l'acuta analogia del videopoker ma applicata ai cazzi degli altri.

      Ebbe.

      Elimina
    10. Un po' debole come replica, Lorenzo.
      Mi aspettavo decisamente di più.

      { chissà, forse ti sta sovvenendo qualche dubbio }.

      ===

      Elimina
    11. Come se il tuo giudizio avesse una qualsiasi importanza.

      Ripeto io ho scritto che il crollo dei "mercati" si traduce nel fatto che le banche distribuiscono le perdite sui propri clienti. Che non sono gente che investe in Borsa ma che ha una qualsiasi relazione con la banca. Ovviamente il danno non è omogeneo ma comunque è impossibile sottrarvisi, fino al punto che i Governi mandano gli Stati al fallimento.

      Poi arriva CiccioFormaggio a dirci che qualsiasi forma di investimento è come il videopoker perché nessuno ci capisce un cazzo.

      A parte la banalità infantile della cosa che crede di essere acuta e non lo è affatto, se anche fosse vero, come ho detto, anche essere semplici cittadini di uno Stato per la stessa ragione (che non sappiamo e non capiamo un cazzo) è come giocare al Videopoker. Sentivo proprio stamattina che nel 2015 c'è stato il picco di imposizione fiscale sugli immobili.

      E con questo esaurisco le mie già scarse riserve di tolleranza.

      Elimina
  3. non capisci veramente un cazzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si sarebbe potuto sintetizzarlo meglio.

      Elimina
    2. Chiedo scusa a loro professori.
      Ihihih

      Elimina
    3. { restiamo in attesa di spiegazioni }.

      ===

      Elimina
    4. La critica è facile, l'arte è difficile.

      Elimina
  4. Surrealmente ridicola ''la Repubblica'' ( più del solito, cioè ) stamattina in edicola : con una prima pagina ''poster'', un editoriale filo-UE esecra pesantemente il voto britannico pro-uscita accusando i ''venditori di paura'' che avrebbero agito in questi mesi, e cercando di aizzare lo scontro generazionale tra figli/nipoti e genitori/nonni ( in vero i primi ingenuamente idealisti - lo fui anch'io, quando vennero mossi i passi della progressiva integrazione europea chiamata ''UE'' - e i secondi FORTI dell'esperienza del vissuto di una mezza oppure intera vita ) ...
    A proposito di ''venditori di paura'' : è DA ANNI, che i fogliacci del regime come questo ( e simili ) ammoniscono che in caso di dissoluzione del tossico baraccone burocratico sarà lo sprofondo economico, la guerra, il disastro totale ...
    che, insomma, senza la UE moriremo tutti di stenti.

    :D

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Repubblica e il suo organo politico (PD) sono tra i sìglobal più fanatici.
      Sono il peggio tecnoprogressista mondialista sostituzionista.
      Altre cose che penso non le scrivo altrimenti poi si va sull'apologia di reato eccetera eccetera.

      Elimina
  5. La mia opinione è che dietro tutto questo ci sia una mega-operazione speculativa di Finanza internazionale, mirata a fare il gioco delle tre tavolette con le banche, i bilanci statali e i patrimoni delle famiglie.

    Le speculazioni borsistiche ci sono TUTTI I GIORNI, 24 H su 24.

    Terremoto sui mercati finanziari, a causa della volontà del Popolo inglese di uscire dalla UE ?
    Chissenefrega.
    Crepassero.

    =

    Luoghi virtuali in cui la massa dei piccoli risparmiatori è considerata mandria bovina - ''parco buoi'' - e pochi pezzi grossi sovranazionali manipolano a loro piacimento;
    come il finanziere e ''filantropo'' ameri-cano George Soros, che con la ONG Open Society ha fomentato le rivoluzioni colorate nei Paesi ex-sovietici e le primavere arabe.

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le speculazioni?
      Sono massimamente favorite dalla speculazione.
      Allontanare il più possibile dai territori, rincoglionirli, poi rastrellare le risorse lontano, molto lontano.
      Dal punto di vista strutturale, meno confini, meno barriere, meno isolamento tra i sottosistemi hai e più i problemi diventano gravi, estesi e dirompenti una volta che si manifestano.
      Vedere
      o - Ultramercantile e
      o - Ultramercantile - 2

      Elimina
    2. Io continuo a stupirmi del vuoto, del nulla, che c'è in certe teste.

      La "speculazione" è quella che fa il signore della bancarella della verdura che ti vende un chilo di pomodori a X euro quando lui li ha pagati Y euro.

      Che è un po' diverso da darti una botta in testa e prenderti il portafogli.

      Che è un po' diverso da espropriarti di tutti i tuoi averi, cacciarti di casa col fucile puntato e metterti al lavoro in miniera con la catena ai piedi.

      Certe "operazioni" sono normali nella vita quotidiana, altre sono normali nel contesto di una guerra di aggressione e rapina. Un conto è essere "clienti/fornitori", un altro è essere "schiavi/padroni".

      Nel contesto attuale, ci si dovrebbe chiedere chi ci vuole depredati e schiavi e chi facilita, affianca, si presta.

      Lasciamo perdere va. Sul mio blog ho già elencato alcune perle fantastiche di questi giorni, magari poi aggiungerò qualche dichiarazione degli ambienti col "loden", tipo l'eccesso criminale di democrazia del prof. Monti.

      Elimina
    3. > Le speculazioni?
      > Sono massimamente favorite dalla speculazione.

      -> Le speculazioni?
      -> Sono massimamente favorite dalla globalizzazione.

      Scusate.

      Elimina
    4. > Con l'allontanamento dalla "speculazione" vende un chilo di pomodori a X euro quando lui li ha pagati Y euro

      reso possibile da sistemi sempre più complessi e "lontani", la maggioranza della popolazione o, più semplicemente, tutti i non super esperti, possono essere, per dirla con un francesismo, inculati e pure col loro consenso.
      E' per quello che chi ha i "mezzi" spinge verso la globalizzazione. Del resto questo dovrebbe essere un discorso tipicamente marxista, ma quelli sono talmente lobotomizzati e fanatici, storditi dall'oppio della loro setta, che non solo non se ne rendono conto ma diventano pure le armate di coglioni plebei proletari al servizio di gente come Soros et similari.

      Elimina
  6. Ieri è stato un giorno felice.
    È una straordinaria possibilità, una breccia in una dittatura subdola.
    Non ci sono le basi per guardare positivamente al futuro nel mondo della sovrappopolazione dei "ritorni decrescenti", ma è lecito essere felici, almeno per qualche ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto la sensazione di Andrea P. : io non ci speravo, i [ brogli nelle elezioni presidenziali austriache ] dimostrano che la società liquida non deve essere messa in discussione, con i mezzi legali e illegali;
      nel caso britannico, però, c'è stato un divario di 1,3 M circa voti e non di 40 K, decisamente più difficile da taroccare.

      ===

      Elimina
    2. Felici...
      Beh, molto soddisfatti, Andrea.
      Diciamo una scelta che dice che c'è ancora una parte della popolazione che ha smesso di credere a 'sta puttanata del "global è bello senza se e senza ma" con la quale hanno farcito la testa delle persone.
      Vedere questa pagina in eldalie.
      I guru sono, in questo caso, Veltroni e Napolitano.
      Siamo alla metafisica kafkiana.

      Elimina
  7. Ho brindato, e molto. E per una volta gli inglesi mi sono stati simpatici... :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora in due.
      Diciamo che inglesi prima e gli USA poi hanno sempre avuto mire imperialiste e l'Italia e i territori italiani sono utili polli da spennare o da tenere sotto controllo.
      Nell'ultimo secolo i problemi mondiali sono imputabili sostanzialmente a Regno Unito e poi, una volta che i loro cugini USA hanno preso il comando, a questi ultimi.
      Non che altri siano meglio (ad esempio i francesi) ma esiste un conflitto tra Europa continentale e quella atlantica.

      Quando ti va bene, ti sfruttano e non ti pestano. Quando va meno bene ti sfruttano e ti pestano.

      Elimina
  8. Comunque c'hanno il sindaco musulmano, non è il massimo della lungimiranza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti a Londonistan sono piuttosto avanti nella demolizione / macinatura sociale, nella "fratellanza universale".
      Tutti uguali, tutti rincoglioniti e sostituibili, da sfruttare molto bene e facilmente.
      L'islamizzazione che avanza...
      Leggere Sottomissione di Houellebecq a proposito delle elite (accademiche) che si islamizzano e poi islamizzano.

      Elimina
  9. Chi è il prossimo che esce? Francia o Olanda?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Entrambe posseggono una capillare rete d'affari globale ch'è retaggio del proprio impero coloniale, come l'UK peraltro;
      in Paesi dal forte passato imperialista 1.0, è senz'altro più marcato il convincimento dell'opinione pubblica di potercela fare da soli, e di potere lustrare l'orgoglio sopito.

      ===

      Elimina
    2. E' giusto che in una unione ci stiano solo i fortemente motivati, con patti forti e chiari su poche cose, meno possibile.
      Un Europa leggera nei quali la maggioranza della politica è locale (neppure nazionale, io ritengo che una regola che vale nella Locride o Caserta non possa funzionare a Pordenone o a Verbania e viceversa), solo una piccola parte è continentale.

      Non ho alcuna idea quale sia il prossimo paese che uscirà.
      Spero che questa robaccia sovranazionale collassi prima possibile in modo che smetta prima possibile la grande sostituzione.

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Che dire Uomo...la Gran Bretagna ci stava già con mezzo piede fuori, quindi si é tolta del tutto e ha fatto bene. O ci si sta dentro come tutti, con onori e oneri, o stai fuori.
    Il problema, a parte le esportazioni e gli emigranti nostri lì, da oggi extracomunutari, come sottolineava il nostro ministro Angelin Jolie Alphano è che ora ci saranno più problemi per la sucurezza...sarà a quanto pare più difficile collaborare tra le forze dell'ordine e le varie intelligence a livello internazionale sul fronte terrorismo. Non so quanto sia vero, ma di sicuro un'Europa meno unita e quindi più vulnerabile fa comodo a chi la vuole eliminare e sottomettere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo problema di sicurezza sono le frontiere esterne colabrodate dagli scafisti di stato bianchi e rossi che importano milioni di persone senz'arte ne parte e che fomentano il conflitto sociale e la criminalità diffusa sempre più estesa e grave.
      Del tutto ovvio che milioni di persone che già non certo il fiore delle società di provenienza, qui, senza alcun reddito, non possano che, in gran parte, delinquere e competere con i settori medio bassi della piramide sociale. Beh, forse possono anche evaporare oppure pregare in moschea, no!?

      L'Europa "unita" nella NATO finge di fare l'alleata con nemici come gli USA e la Turchia, ad esempio.
      Quindi pensare che un'Europa disunita possa andare peggio è, oltre che irrazionale, illogico, improbabile, ha una probabilità molto bassa.

      Elimina
  12. a me la BREXITmi pare na strunzata se oggi dopo solo 2 giorni sono pentiti e rifarebbero di nuovo il referendum.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I mass-media mainstream ci hanno raccontato che ''3 milioni di firme'' sono raccolte in poche ore - neanche Gesù Cristo lo avrebbe fatto, eh - per rifare il referendum sull'uscita del Regno Unito dall'UE;
      firme FAKE, non controllate - c'è chi ha firmato ''Napoleone Bonaparte'', ad esempio - ed arrivate da molti Paesi esteri.

      =

      Piccoli mocciosi che non sanno perdere, e performano figure di merda epiche.

      ===

      Elimina
    2. Articolo di the Guardian : [ link ].

      ===

      Elimina
  13. Era un referendum consultivo, senza l'atto politico non ci sarà l'exit...

    Certo in questo momento è difficile profetizzare, però anche a me sembra tutta una mossa speculativa per dare un'altra "bottarella" alle banche e all'economia già precaria del continente, oppure è un modo per ritrattare nuovi accordi a loro favore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai le guerre non si fanno più a cannonate.

      Ma chi è cosi scemo da credere che le elite occulte che governano il mondo siano cosi sprovvedute da farsi sorprendere dal referendum?

      D'altra parte, chi è cosi scemo da comprare il Corriere, che ormai è peggio della Pravda, o comprare una TV per poi essere rimbambito con la propaganda?

      Ma ancora, come spiegare questo:
      Operazione Nostalgia

      Elimina
    2. Chissa se UomoCoso passando in bicicletta ha notato niente... :)

      Elimina
    3. E' la celebrazione di un rito religioso, molte persone hanno un disperato bisogno di avere una fede, di celebrarne i riti.
      Come ho scritto più volte, gli illuministi prima e i marxisti poi sono riusciti nel tentativo di scacciare le religioni tradizionali, gli oppi traduizionali per popoli e per le menti, con il proprio (peraltro decisamente più scadenti).

      Elimina
    4. Mark

      A livello sistemico bisogna creare più paratie possibili, più barriere, confini possibile come già osservato.
      Nelle situazioni di crisi e, possibilmente per prevenire crisi così gravi, devi dividere i sistemi complessi in componenti isolate con la minor comunicazione possibile, secondo rigidi e severi protocolli, se vuoi pensare di salvare la nave e il sistema quando il mare si fa grosso.
      Vedere, per cortesia
      o - Ultramercantile e
      o - Ultramercantile - 2

      Esattamente il contrario che essi - speculatori globali e di media scala compresi - ti ripetono da mane a sera.

      Elimina
    5. Se hai visto il documentario su Mussolini dovresti essere in grado di vedere i collegamenti con l'allora e l'oggi di certe regioni d'Italia, l'Emilia del "rito" di cui sopra e la Toscana del Caro Leader, per esempio.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.