lunedì 4 luglio 2016

Solo un po' ecologista

Sì, ora c'è anche un problema ovvero che _mlero è abituata ad un tenore di vita sensibilmente più alto del mio.
Le critiche sul fatto che io non sono un ecologista radicale sono fondate. Ma io sorrido. Perché, ora che sono a confronto con la bella longobarda, mi rendo conto che sono ancora relativamente piuttosto spartano.

Ad esempio, con l'aria condizionata in auto c'è un po' di baruffa. Quando andiamo in giro col suo mezzo, siamo arrivati ad un compromesso che l'accende solo quando è ferma in coda o ad un semaforo.
Anche l'auto... tende a muoversi molto con l'auto. Ora devo organizzarle una bici dal babbo di _zzz. Io vado a trovarla in bici, a casa sua. Ma poi? Mi risponde che in bici, d'estate non si muove perché si suda. Nel resto dell'anno poi, andando in bici c'è inquinamento.
Io mi faccio, d'estate una doccia al giorno, a volte riesco, lavandomi bene, ad arrivare a due giorni. _mlero si fa una doccia tutte le volte che si sente appiccicosa.
Ella, inoltre, per professione, viaggia molto in aereo e pure per vacanza. Così, dopo tredici anni, sabato prenderò l'aereo per andare una settimana in un'isoletta siciliana, in un piccolo borgo marinaro tagliato fuori da tutto (fino ad un paio di anni fa non c'era neppure la corrente elettrica).  A me crea scrupoli, la considero una trasgressione e non la vivo bene 'sta cosa.. Ieri mi ha già chiesto perché non organizzo di andare ad uno degli splendidi festival di tango internazionali in Sicilia (a Catania o a Siracusa). Le ho risposto che io prenderò l'aereo il meno possibile. Mi ha fatto un muso un po' storto.

Sabato, tornando dalla sorpresa che mi ha fatto (le avevo chiesto di andare in treno - no AV! - mi ha detto che non è riuscita ad organizzare il tutto, tra due cambi e terza linea secondaria, siamo andati colla sua) ci fermiamo ad un'area di servizio: ho sete e la bottiglia di acqua che porto sempre con me riempita da rubinetto, non è stata sufficiente per tutti e due, visto che si è messa a bere pur'ella. Ci fermiamo. Osservo i prezzi: 1.90€ per una bottiglietta di plastica da 0.7l (2.71€/l, il vino DOC che acquisti sfuso costa di meno, siamo alla follia, 5400Lit al litro per l'acqua!!). Li mando a fare in culo. Ella nel frattempo ha già acquistato e ascolta il mio furore ideologico. Prenda la bottiglietta, ella beve io no. Mi porge la bottiglia, io la ringrazio ma non bevo. Esiste la rinuncia! Accenna un segno di assenso.

Oggi mi dice che le serve un calcolatore elettronico a casa: le dico quale è la mia posizione.
E un Mac? Sì, quello è un coso per spennare babbei. Beh, io mi trovo bene solo con i Mac.

Ella è stata al Merdpo (Expo) e sa che io lo chiamo proprio così.
Racconterò di quanto ella mi ha organizzato, una cosa sulla quale io nutro un forte disprezzo come fenomeno di massa.

Per me a non poche cose è semplicemente possibile rinunciare. Non riusciamo ad andare sul Sebino in treno, in quei tempi? Non si va, fine dei problemi.

Se non ti uniformi, è praticamente impossibile socializzare - osserva Lorenzo.
Sì, non sono un ecologista radicale, sono solo un po' ecologista.
Non sarà facile.



30 commenti:

  1. UomoCoso, ci siamo passati tutti. Hai scritto un mega-papiro solo per dire che tira più il solito pelo che la coppia di buoi e che la suddetta ti rivolta come un calzino come e quando gli pare finché dura la stagione degli amori.

    Cosa ti posso dire, la signora in questione è una raccolta degli stereotipi femminili metropolitani contemporanei.

    Puoi fare come me, che al primo stereotipo rispondo "allora vafanculo" oppure continuare a fare quello che fai, dire "si cara" e trombare.

    :)

    AlaCosa, oltre ad essere spietata perché ha il dentino avvelenato, è anche poco comprensiva perché non ha esperienza della via crucis che tocca a tutti noi con le femmine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. ho riso per mezz'ora.
      Povero UomoCosoServoDellaGleba.

      Elimina
    2. Sono spietata perché non metto i fiocchetti e rilevo le contraddizioni.
      La via crucis tocca a tutti coloro che vogliono fare vita di coppia Lorenzo, maschi o femmine che siano. E credimi che di maschi pieni zeppi di fisime è pieno il mondo, sono solo fisime diverse ma pur sempre fisime.
      Quanto a questa pagina non dice nulla di diverso rispetto alle precedenti: principi che non sono tali perché vengono accomodati secondo le comodità e convenienze del momento (e non importa quali queste convenienze siano).

      Elimina
    3. AlaCosa, te ci metti astio, invece a me UomoCoso fa ridere.

      Comunque "maschi o femmine" è una fandonia. Da che mondo è mondo le donne ci soppesano e ci ricattano, si gioca sempre e solo alle loro condizioni.

      Ovviamente fanno eccezione i malati di mente e i criminali con i quali le donne si accoppiano per masochismo.

      Qualcuno una volta mi disse "le donne sono brutta gente".

      Elimina
    4. Ma quale astio, figurati se ci impegno tutto questo pathos :)

      Elimina
    5. Dai, sei inutilmente cattiva con un UomoCoso che non solo è inconsapevole, è perfino obbligato ad essere cosi, sia perché, insisto, non si è fatto da solo, sia perché se non fosse incoerente sarebbe costretto a vivere nella botte come il Diogene della leggenda.

      Essendo meno pazzo di me, per vivere ovviamente produce un po' di pose e di fuffa.

      Secondo te quante donne trapanabili conoscerebbe vivendo in una capanna tra i boschi mangiando radici e cacciando con l'arco? Mai visto qualche film sui trapper americani che non vedevano anima viva per anni e anni?

      Poi figurati, io vivo all'inferno, la fuffa e le pose di UomoCoso mi fanno tenerezza. Mi incattivisco solo quando riaffiora una sua impostazione "sinistra".


      Elimina
  2. A volte, passata la prima fase "due cuori e una capanna", vengono fuori le differenze nello stile di vita..e quello é un bel banco di prova..
    Ti auguro di passare una bella settimana nell'isoletta siciliana. :)

    RispondiElimina
  3. UnUomo: :D

    Però, ti consiglio di non essere radicale...

    RispondiElimina
  4. non arrivate all'autunno, a meno che non sia una cozza allora resisterà un po' di più

    RispondiElimina
  5. Insomma, la tipica donna decrescitrice. Armiamoci e partite.
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici che dobbiamo scommettere NB ?

      Elimina
    2. Qualcosa cresce grazie a questa donna ed è la ragione per cui UomoCoso si mette per terra a pelle di leone. Non fate gli spiritosi che voialtri fareste lo stesso.

      Elimina
    3. per il sacro richiamo del pelo pubico dici? ma anche no, guarda, te lo posso garantire. ma qui il tema non siamo noi, è lui, che - per dirla alla Alahambra - si trova a gestire una donna "normale". cioè, tutte le donen sono normali, come tutti gli uomini sono normali. è lui che non lo è. nessuna donna normale (ma vale pure per l'uomo) può reggere tutti questi precetti morali. ripeto, se è una cozza, sopporterà per un pò. se è un minimo figa, lo sfancula. è un pò come la scadenza sugli yogurt. abbastanza breve.

      Elimina
    4. Si si, tu sei Er Più.

      Se anche UomoCoso fosse sfanculato, avrebbe comunque segnato dei canestri che stando in panchina sarebbero rimasti fantasia.

      Inoltre, ribaltando il concetto, lei impone a lui delle condizioni. Che queste condizioni siano "conformi" agli stereotipi contemporanei non significa che abbiano senso in assoluto. Anzi.

      Elimina
    5. er più de che?

      figurati se mi imbatto in storie che non mi danno appagamento, alla mia età poi....

      poi mi fai ridere, uomo è in panchina da lustri e ora ti metti a fare il suo apologeta? vabbè che vi volete bene, ma c'è un limite dai.....

      Elimina
    6. gli stereotipi contemporanei sono sempre esistiti. pure 100 anni fa. i rapporti tra uomo e donna sono rapporti sociali, quindi sono rapporti di forza.

      Elimina
    7. Non faccio nessuna apologia. Dico che non è il momento di tirargli palate di merda addosso, Farisei che non siete altro.

      Gli stereotipi una volta erano la conseguenza delle condizioni al contorno, ovvero scarsità di risorse. Oggi sono del tutto arbitrari, artefatti, funzionali a rimbecillire la gente e indurre comportamenti condizionati, tipo topo di laboratorio. Sono anche molto diversi gli strumenti, una volta c'era il cantastorie o il prete dal pulpito, adesso c'è una tecnologia che ti bombarda di messaggi, più o meno palesi, in ogni momento e luogo.

      Elimina
    8. > uomo è in panchina da lustri

      Beh, non esageriamo: cinque anni, ovvero UN lustro, con quella interruzione dell'orgetta.

      Elimina
  6. Rispondo velocemente che sono sepolto di cose da fare.
    _mlero ha anche una cultura della sobrietà e del risparmio che è assai diffusa nella sua terra furlana. Non potrei stare con lei se non fosse così. Ha passato periodi anche lunghi della sua vita senza soldi, con risparmi su tutto.
    Solo che su certe cose non è così attenta.
    Quel che mi preme è che la sobrietà ed una vita con un'impronta leggera è come il grigio che sta tra il nero ed il bianco, ci sono infinite sfumature.
    Io conosco alcune persone molto più spartane di me, ma quasi tutte meno spartane di me: se dovessi dirla in numeri, potrebbe essere 6 e 94 su 100, rispettivamente.

    Io cerco di venirle in contro e osservo alcune cose con l'ironia, facendo ridere si possono dire cose dure. molto dure.
    Anch'ella mi viene incontro.
    All'inizio è così, poi vedremo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UomoCoso, per la cronaca, con me sprechi parole perché è tutto prevedibile e previsto. Quando dici che "non è attenta" ovviamente cerchi di confezionare meglio il suo evidente e inevitabile conformismo.

      Stante la tua statistica, che però non riguarda l'essere o meno spartani ma essere o meno conformisti, se tu vuoi frequentare della gente devi farti il più possibile conforme a tua volta.

      Purtroppo questo significa che non c'è un "inizio" e un dopo. Sarà sempre e comunque cosi.

      Elimina
    2. Dato che c'è un prezzo da pagare, sempre e comunque, intendo.

      Elimina
  7. Belin Uomo,io per la scena della bottiglia d'acqua gia'ti avevo mandato a spigolare. E io sono una che me la riempio al rubinetto, ma se la finisco la compro, amen!
    Le piacu, vi divertite, viviti bene questa storia!

    RispondiElimina
  8. Io osservo delle differenze e le annoto in questo diario.
    Da una parte, la mia, sono coinvolto emotivamente; dall'altra parte, la vostra, avete poche informazioni per "sentenze definitive".

    Lorenzo, le persone sono conformiste, quasi sempre. Solo che si conformano colla cerchia, forse sparuta, di simili che esse frequentano. Se le cerchie sono molto specialistiche, si tende all'autoghettizzazione che è tipica di vari piccole classi caratterizzate nettamente.

    Francesco, _mlero non è normale e lo è. Qui si entra nel quasi paradosso tutti simili e tutti diversi. Se fosse stata di una "normalità" molto diversa dalla "mia normalità" non mi avrebbe attratto.

    Sara: ella ha ascoltato sorridendo le mie imprecazioni su quella rapina legalizzata. Però, quando ho rifiutato di bere, ha compreso la mia motivazione: rinuncio a bere perché sono fedele a questo piccolo principio. Io non ho impedito a lei di bere, semplicemente ho rinunciato io. Ella ha capito il valore del mio agire e io l'ho apprezzato.
    Sai cosa mi ha detto: se non voi essere derubato, semplicemente, non devi entrare nei negozi delle aree di servizio.
    => soluzione: la prossima volta porterò da bere anche per lei.
    In genere beve poco ma col caldo... aveva approfittato della mia riserva. Penso che le cose si possano migliorare. Almeno queste piccole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Entraci, invece, in quei negozi!!! La mia "normalità" assai poco "normale" mi fa ritenere che se non compro una cosa economica risparmio poco, ma se non compro quella stessa cosa quando vogliono vendermela a un prezzo quadruplo risparmio quattro volte tanto! :D

      Sapessi le risate che mi faccio quando mi capita di passare davanti a certe vetrine! Una camicia, 50 euro... bene! ho appena risparmiato 50 euro, che non è male. Vetrina successiva: una camicia 150 euro... ancora meglio! ne ho risparmiati tre volte tanto, di eurozzi, e senza nessuno sforzo aggiuntivo.

      Devono. Morire. Di fame.
      (o, in alternativa, scendere un attimo da cavallo)
      Scemo chi li "nutre".

      Elimina
    2. Non è affatto vero che gli stereotipi sono "locali". Io potevo elencare gli stereotipi a cui si conforma la tua compagna senza averla mai conosciuta semplicemente perché sono "universali" (ovvero li ritrovi nella quasi totalità delle donne "medie") e lo sono perché ci sono imposti dalla propaganda - macchina del lavaggio del cervello.

      Il discorso è antipatico, lo so. Ma inevitabilmente, siccome quasi tutti sono conformisti, si conclude che quasi tutti sono tonti, rimbambiti dalla macchina di cui sopra. E tu puoi scegliere se stare da solo e non conformarti, oppure stare in compagnia di tonti conformisti, obbligato a conformarti quanto necessario.

      Come dicevo ad AlaCosa, non ti critico, non giudico ne te ne lei. Tu mi fai ridere, nel tuo contorcerti tra il dire e il fare, lei è "normale".

      Elimina
    3. Aggiungo: spero ti renderai conto della comicità della bottiglia d'acqua quando si sa che nelle tue condizioni ci sono uomini che si trasferiscono in altri continenti, abiurano il proprio Dio, rinnegano la famiglia e gli amici, eccetera.

      Siccome per fortuna siamo in una condizione "mediamente stereotipata", non arriverai a tanto. Diciamo che ti stai un po' imborghesendo.

      Elimina
    4. > La mia "normalità" assai poco "normale" mi fa ritenere che
      > se non compro una cosa economica risparmio poco, ma se non compro quella stessa cosa
      > quando vogliono vendermela a un prezzo quadruplo risparmio quattro volte tanto!

      Ahaah
      :))
      Io dico che le persone smettessero di adottare comportamenti acritici, consumisti, condizionati, compulsivi, gli spennapolli smetterebbe di campare.
      Lo, so, utopia.
      Poi c'abbiamo i pseudo anarchici colle Nike ai piedi che tirano molotov alle Multinazionali, e i collaborazionisti No Borders che si fanno pagare dalla summa della merda finanziaria mondiale, George Soros.

      Elimina
    5. > stereotipi a [...] perché sono "universali"
      Sì, Lorenzo.
      Esiste un'etologia di specie ovvero comportamenti statistici definiti, in massima parte, dall'evoluzione. Poi, sopra, un fine strato culturale che, a sua volta, segue dei filoni principali. Se vogliamo la stereotipizzazione è uniforme sia nella parte sommersa, del ghiaccione, quella naturale, che nella parte che emerge, quella culturale.

      Elimina
    6. Bah, ci sono due opzioni. O pensi che se tutte le mosche vanno sulla merda, tanto male non deve essere, oppure pensi che proprio perché tutte le mosche vanno sulla merda, quella è merda e ti conviene provare qualcos'altro.

      Il guaio è che con questo tipo di interruttore non ci nasci, lo apprendi. E ci mettono tutto l'impegno possibile affinché nessuno o quasi lo impari.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.