giovedì 16 marzo 2017

Cumino ascella marcia



Avevo chiesto, a Mora di Rovo e alla sua amica, mie ospiti lo scorso fine settimana tanghero, di portarmi del cumino (alpino, o dei prati, Carum carvi), in tedesco noto come Wiesen Kümmel o Echter Kümmel.
Quando mi hanno consegnato il piccolo plico il mio naso (fine) ha avvertito che qualcosa non andava. Possibile che le tue tirolesi si siano sbagliate!? E' come se un piacentino a cui avessi chiesto della coppa, ti portasse un salame ungherese. Impossibile... sarò io a sbagliarmi.

Ieri, per cena, avevo preparato, per me e il bipede, (anche) un'insalata di cappuccio e ho utilizzato un poco di 'sto cumino.
Porca galera marcia come sospettavo, le due tirolesi mi hanno portato il comino mediterraneo (Cuminum cyminum). Io lo definisco come (la pianta dei) "semi dell'odore di ascella marcia".
Per salute (ieri sera era l'unica verdura fresca), io mi sono mangiato la mia porzione. UnBipede era invece proprio schifato. Dopo qualche minuto ho gettato, nel secchio dell'organico, e il cumino mediterraneo e la metà rimasta dell'insalata di cappuccio. Non butto mai il cibo, ma questa volta era proprio disgustoso.
O c'è stato un problema di comunicazione (ma io avevo scritto, perché temevo che potesse succedere, proprio di Kümmel  tirolese o alpino) oppure le due tirolesi (non è escluso), una artista, l'altra fisioterapista, hanno un po' perso pratica e conoscenza della loro cucina.

25 commenti:

  1. Saranno state gabbate da un commerciante cialtrone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi Mora di Rovo mi ha messaggiato che... sinceramente non sapeva esistesse un cumino "tirolese".
      Quando io le chiesi di comprarne un po', non mi ricordavo che in tedesco si dice Echter Kümmel e quindi ho usai il termine "tirolese" / alpino. Un po' come,parlando di salumi, dire "coppa" ad un piacentino, appunto: assumevo fosse assolutamente chiaro.

      Quindi, prima di mettere la mano sul fuoco, le dovrei chiedere se conosce il Wiesen-Kümmel o Echter Kümmel, appunto.
      Ho la sensazione che non si tratti di ambiguità linguistica (ahhh, UUiC, intendevi il Wiesen-Kümmel io non capivo cosa fosse il Tiroler Kümmel), ma proprio di ignoranza della cucina del proprio territorio.

      No, nessun commerciante cialtrone, direi.

      Elimina
    2. Scusa, ma davvero sai che questa cosa non me la riesco a figurare? Quando ero in Austria le austriache in generale erano sempre molto precise e sì, il Kümmel esisteva ed era quello che volevi tu... Che io sappia in tutta la Mitteleuropa il cumino è Echter Kümmel per definizione (cioè, non si deve nemmeno specificare "Echter").
      Secondo me, visto che la Germania e l'Austria hanno un sacco di turchi, avranno anche un ingrosso che importa dalla Turchia (dal turco si trovavano le melanzane buone, per esempio, ed erano sempre forniti con le robe standard che si trovano qui in Turchia), da qui il Kimyon con il pacchetto con tutte le scritte in tedesco (che poi i turchi di Germania di seconda generazione il tedesco lo sanno bene, essendo cresciuti là).
      Secondo me, dico.

      Elimina
    3. Pensa la somma ironia di UCoso che chiede alle sue amiche austriache la spezia "ariana" e queste gli rifilano quella turca. Non ci sono più gli "ariani" di una volta.

      UCoso, mogli e buoi dei paesi tuoi. Non lo vuoi capire, anche te.

      Elimina
    4. Secondo me, visto che la Germania e l'Austria hanno un sacco di turchi, avranno anche un ingrosso che importa dalla Turchia

      Probabile abbia ragione bulutn.

      E, comunque, il fatto è che Mora di Rovo non sa cosa compra e cosa mangia.
      Vedi, io non sono un ultra-conservatore, ma qui si tratta di perdere le radici ... in cambio di COSA ?
      La suggestione del diverso che è bello e interessante in sé anzi superiore ... quindi è giusto anzi doveroso perdersi nel diverso.

      Sono 1 - 2 passi oltre ... ma già bene interiorizzati dalle masse.

      [ Come canta Gabbani ].

      ===

      Elimina
    5. Un romagnolo che gli chiedi di comprarti un paio di piade e di portartele e che arriva a casa cone delle gallette di riso, a me, fa pensare.

      Elimina
    6. Ma che galletti di riso, ti porta il kebab.

      Elimina
    7. Già.
      Il ''problemino'', è che gli altri conoscono bene la propria posizione e la propria identità.

      Sarà bello.

      ===

      Elimina
  2. Ha, ha! Mi vien da ridere! Un paio d'anni fa mi ritrovai in una situazione simile -- la mia compagna "condì" la sua solitamente ottima peperonata con una bustina di cumino trovata in una rivista dove si parlava di "spezie tipiche messicane"; etichettai il sapore risultante con questa frase piuttosto colorita: "Sembra di leccare le ascelle di uno zingaro nel mese di luglio".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non voglio sapere come fai a conoscere il sapore delle ascelle di una zingara a luglio.

      Elimina
    2. Infatti non lo so, lo immagino... e che brutta immagine!!! :)

      Elimina
    3. Zio can, una splendida peperonata, magari di peperoni quadrati piemontesi, rovinata dal cumino ascellare. Che peccato! :(

      Elimina
    4. Tra parentesi le zingare che vedo agli incroci non sono mica brutte, solo non si capisce se hanno 16 anni (probabile) o 160 anni. Secondo me passano direttamente dall'infanzia alla vecchiaia senza passare dal via. Gli uomini a "casa" a grattarsi la pancia o a girare col macchinone mentre le donne e i bambini a elemosinare o a rubare. Dubito che quando "rincasano", vengano accolte con baci e fiori.

      La faccenda è nota e stranota ma è una di quelle cose ovvie che non si possono dire.

      Elimina
    5. Tra parentesi le zingare che vedo agli incroci non sono mica brutte, solo non si capisce se hanno 16 anni (probabile) o 160 anni.

      E' così.

      Lorenzo, lo sai : gli unici uomini femminicidi sono gli uomini “italiani” ... guarda che potrei segnalare il tuo smarrimento alla Boldrini e compagnucce, eh.

      ===

      Elimina
  3. Grazie a wikipedia, ho scoperto che il cumino cimino è quello che qui chiamano kimyon... l'ho comprato una volta ed è ancora intatto. Anche a me non è che piaccia gran che (comunque, dovrebbe andare cotto, cambia un po'). Ma l'altro cumino, quello vero, dei prati, dovrebbe essere in semi no? Questo kimyon qui è sempre macinato, l'altro non esiste (me lo porto dall'Italia, lo trovo dappertutto, in tutti in negozi... tu da te non lo trovi?
    Non ha comunque l'odore di sudore, dai... ha un odore che comunque non invoglia a mangiarlo. Secondo me sono andate a comprarlo da un negoziato gestito da pakistani o bangladeshi e quindi è ovvio che loro ce l'abbiano... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il cumino dei prati (bot. Carum carvi) l'ho visto sempre in semi.
      La piccola confezione di Muterkümmel (o cumino romano o mediterraneo, bot. Cuminum cyminum) era pure in semi.

      Quando me l'hanno consegnato mi hanno detto: abbiamo preso questo che è il più pregiato (sigh!). Confezione e tutto in tedesco. No, escluderei commecianti al dettaglio pachistani o bengalesi, direi.

      Elimina
  4. Risposte
    1. Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah !

      Elimina
    2. Il sushi e'
      1 - un cibo mentaloide
      2 - un cibo di moda
      3 - prodotto, il 90%, da merdosi esercizi cinocagosi che di giapponese hanno meno di me.

      Non vorrei essere offensivo e non scrivero' cosa sono le mode.

      Elimina
    3. ascella marcia....detto cio' si è perdonati nel cestinare il cibo.

      Elimina
    4. Sushi indica una preparazione a base di riso in piccole porzioni, condito in vari modi, che in Giappone sta per "spuntino" o "snack". Se vogliamo fare un paragone, è l'equivalente delle cose che vengono servite alla "happy hour" nei locali milanesi.

      Da non confondere con il sashimi, ovvero preparazione di pesce o molluschi crudi.

      I Giapponesi a casa non mangiano comunemente sushi, come si può vedere nel canale che ho collegato nel mio blog tempo fa. Mangiano più o meno le stesse cose che mangiamo noi, cioè zuppe, minestre, riso e pasta con condimenti vari ma con una maggiore prevalenza del pesce rispetto alla carne.

      Elimina
    5. Ricordarsi che in Giappone si usa il riso lesso al posto del pane. La preparazione più comune consiste in una mestolata di qualsiasi pietanza, per esempio uno spezzatino di carne o un intingolo di pesce o una minestra di verdure, versata sopra una scodella di riso lesso.

      Elimina
  5. Risposte
    1. Gia'.
      Il progresso, la crescita (numerica per importazione di milioni di doni)...
      Per finire a mangiare insetti.
      Meraviglioso.

      Elimina
    2. Insomma, Uomo ... SII CIVILE ED EVOLUTO !

      Chi siamo, noi, per impedire alle pezze-al-culo del Terzo Mondo di figliare come le beste !?
      Tu devi dare l'esempio e mangiare insetti e vermi per primo, siccome saranno l'unico cibo sostenibile per una umanità in crescita demografica incontrollata !

      ^_____^

      ===

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.