domenica 19 marzo 2017

_civa

Venerdì sera ero a Ferrara. Mi sono visto con _civa. Ero scettico: vado? non vado? Infine mi son detto che passare qualche ora con una persona gradevole è gradevole, una cosa positiva.
Purtroppo per un delirio di traffico congestionato fino al blocco, sono arrivato con cinquanta minuti di ritardo. Nella foga del parcheggio ho anche ammaccato pesantemente la fiancata sinistra del ferro finendo addosso a quello che stava uscendo (colpa mia la sua nulla, la mia una discreta bua). Mmh, serata iniziata storta. Abbiamo mangiato un boccone (avevo voglia di pizza) e poi in città  (splendida) a camminare.
Sì, una persona gradevole e interessante. Anche con qualche gradevolezza fisica quando è tirata in milonga. Ma non mi desta un qualcosa di erotico, nulla per cui possa essere un'amante invece che un'amica.
Secondo me Ora ella non sta granché bene. Prima dovrebbe tornare a vivere bene, felicemente e poi a rimettersi nella sfera seduttiva.
Mi diceva, tra le altre cose, che non sa cosa le piaccia ora. In realtà, io che quando voglio sono un attento ascoltatore, avevo preso nota mentale di alcune cose che le piacciono, nel cibo, nel tempo libero (danza, movimento), una classe di oggetti (auto) etc. . Anche la mente può essere utilizzata a favore o contro.
Ecco, sapere cosa piace, cosa è sano, cosa ci fa star bene è importante.
Ella mi ha detto che di me si capisce che so cosa mi piace. Vero.
Vivo felice e mi rendo conto che è una strana, paradossale combinazione di opposti, spartanità e vizi, ascetismo e dolce vita, solitudine e socialità, eccessi e moderatezze.
Eccomi, se volessi fare il crocerossino, dovrei aiutare non poche femmine. Ma non ho voglia. Quando studiai alcune cose dallo zio Hack, una delle sue dritte ricorrenti era di stare lontano da (un mucchio di) gente con problemi. Lontano sentimentalmente, intendo. Poi, umanamente, essere vicino ad una persona con problemi ma non usare MAI la pietas o l'empatia su persone deboli, in (qualche) difficoltà come strumento (o arma!) seduttivo. Eticamente è ingiusto.
Così ritengo che sia molto meglio una relazione di amicizia brillante, vivace, empatica (che condivide una passiome, nel nostro caso) e saltuaria che una relazione "amorosa" pallosa o problematica o moscia.

19 commenti:

  1. si si, quella di stare lontano dalle persone con problemi. ma spesso le persone problematiche sanno essere seduttive. che mi pare una stronzata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > ma spesso le persone problematiche sanno essere seduttive. che mi pare una stronzata

      Non ho capito.
      Intendi che è una stronzata sedurre quando sei con problemi

      oppure

      Che è falso, in genere non vero, che le persone problematiche siano seduttive

      ?

      Elimina
    2. intendo che se sei problematica eserciti un certo fascino, hai presente lo stereotipo "belli e dannati" ?

      Elimina
    3. Le problematiche a me non acchiappano.
      Ma io sono un caso a parte, visto che non sono un maschio chiavatore basta che...

      Elimina
    4. Francesco ha espresso un concetto illogico, se sei bello non importa se sei dannato o meno, cosi come non importa se sei povero o ignorante. Viceversa, se sei brutto DEVI compensare con altre attrattive, principalmente col il potere e quindi coi soldi.

      Il concetto del "dannato" è solo una posa letteraria, a nessuno piacciono le rotture di coglioni, qualsiasi esse siano.

      Viceversa, UCoso, tu non hai niente di diverso o di speciale. Quelli che chiavano qualsiasi cosa si muova sono relativamente rari. Fai confusione anche te, visto che il "chiavatore indiscriminato" ovviamente non bada al fatto che l'oggetto chiavato (oggetto) sia "problematico". Nemmeno ci parla, se può evitarlo.

      La verità UCoso è che tu vuoi si chiavare ma hai presente il rapporto costo/beneficio. Se la donna in questione non è Afrodite e se per di più devi accollarti delle rogne, ovviamente soprassiedi. Come farebbe chiunque altro. Quello che vuoi è una che ti venga a fare le pulizia nuda e che parli solo se interpellata. Dai, fine del discorso.

      Elimina
    5. veramente non hai idea Lorenzo di quanti relitti maschili acchiappino quel tipo di donna redentrice e salvatrice, quelle che dicono "questo lo salvo io". di donne così ne conosco a decine !

      Elimina
    6. L'uomo che incontra la donna col complesso della crocerossina non si qualifica come:

      "se sei problematicA"

      Casomai come "problematico". Però li non c'entra l'essere bello, anzi, come dicevo difficilmente il bello è "problematico", più facile che sia uno brutto e carogna. C'entra piuttosto la scemenza masochista (media) delle donne, che rientra nella casistica che dicevo per cui non esistono donne "sane". E la letteratura "romantica", che va dal conte decaduto all'aviatore con la sciarpa, passando per la lady col fattore o la segretaria col capoufficio sposato, eccetera eccetera.

      Che poi, se guardiamo UCoso, a lui interessa che siano belle e che siano interessate al tipo di erotismo che piace a lui. Il resto è contorno di chiacchiere.

      Elimina
    7. Lo zio Osho osservava che molte persone si mettono in coppia per appoggiare i propri problemi al partner. Egli era feroce nella critica a questo pseudo amore all'incontrario. Basta un badante o una badante, una colf per 'sto genere di servizi.

      Elimina
    8. Dovremmo definire il concetto di "problema".

      Elimina
  2. Faccio due osservazioni, come dire, entomologiche.

    Il bozzo sulla macchina è la giusta punizione per esserti fatto "teratoma umano", automobilina in fila con altre milioni di auotmobiline, dopo averci scassato la minchia.

    Quello che ti piace lo sa l'universo mondo, ormai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, nota a margine: non ho mai conosciuto una donna che stesse "bene", a tutte loro piace fare la lagna su qualsiasi cosa, in qualsiasi direzione. Il fatto è, UCoso, che il cuneo nel didietro è un rimedio che cura solo certi disturbi, non tutti.

      Elimina
    2. E' del tutto ovvio che io sia dentro il teratoma umano, sia una dei suoi 7.3 miliardi di cellule.
      E che non essendoci alcun mezzo pubblico di notte non si possa che essere costretti ad utilizzare l'auto.
      Oppure non ti muovi. Terza alternativa.
      La quarta è l'atto ecologico per antonomasia, il suicidio.

      Elimina
    3. Diciamo che _civa, molto dignitosa, non si è lagnata. Ma ha alcune condizioni di vita che le creano alcuni problemi.

      Elimina
    4. UCoso, permettimi una analisi strategica della situazione che prescinde dal caso in oggetto.

      Se le donne fossero meno (mediamente) sceme di come sono, non si metterebbero con gli uomini. Invece pare che non riescano a stare da sole e poi si lamentano delle conseguenze.

      Questa equazione non ha soluzioni reali. O meglio, alle donne non va bene nessuna condizione possibile.

      Questa è la ragione per cui esiste tutta la letteratura "romantica", che è l'equivalente della fantascienza ma applicata alla sfera dei "sentimenti".

      Ora tu come ti metti? Il tuo ideale appare come una donna che ti frequenta per passare qualche ora in compagnia e a cui piaccia il famoso cuneo, senza ulteriori complicazioni e "sovrastrutture" per dirla in compagnese. Ora, questa donna NON ESISTE perché le donne cercano invece la relazione "sentimentale" tormentata nella quale possano prendere sberle metaforiche e materiali. E' una visione ribaltata rispetto alla tua, per loro farsi compagnia e il cuneo sono puramente incidentali rispetto allo scopo primario del "sentimento".

      Ergo, a te rimane la solita opzione di tutti noi, ovvero fingere di giocare al loro gioco. Significa che se ti capita il ruolo del "consolatore", della spalla su cui piangere, o del Romeo osteggiato dalla famiglia, eccetera, ebbene, consola, porgi la spalla, arrampicati sui balconi. Mentre, incidentalmente, vai col cuneo.

      Il fatto è che una donna "sana" non esiste.

      Elimina
    5. A proposito del "teratoma umano", vedi bene che se tu ne fai parte, io che NON ne faccio parte perché non possiedo l'auto, oltre a non incolonnarmi con gli altri lemming, posso legittimamente richiedere la tua soppressione come elemento anti-ecologico.

      Non basta questo a spegnere l'interruttore dello pseudo-ecologismo?

      Elimina
    6. Scusate tutti se scrivo male ma sono di fretta.

      Elimina
    7. > esiste tutta la letteratura "romantica", che è l'equivalente della fantascienza ma applicata alla sfera dei "sentimenti"

      Ahha, muoro dalle risate!
      :) (: :D

      Elimina
    8. Cambiamo discorso va: una mostra dedicata ai manifesti di propaganda maoista negli anni di sangue della Rivoluzione culturale in Cina.

      Qualcuno poi dice che solo i cretini non cambiano idea. E' esattamente il contrario, solo i cretini cambiano continuamente idea, non perché siano "nobili" o "superiori" ma perché SONO COSTRETTI.

      Ogni riferimento a persone reali di mia conoscenza è puramente causale. Anche no, fate voi.

      Elimina
    9. Le ortodossie per cretini ugualizzati e omogeneizzati a forza.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.