venerdì 17 marzo 2017

Disdegno di legge - 2

(Disdegno di legge)
  • e voi volete fermare l'invasione dei baluba dall'africa? pia illusione.....
    Francesco, commento.
Per favorire e supportare l'ingresso di milioni di migranti, oltre alle leggi nazionali, si violano anche quelle di mare (ad esempio le leggi sui limiti delle acque territoriali, il fatto che navi norvegesi, tedesche, britanniche etc. sono luoghi delle rispettive nazioni e i migranti su di esse dovrebbero essere, secondo legge, gestiti dai rispettivi paesi e non scaricati sull'Italia) anche a costo di realizzare il contrario di quanto propagandato. (*).
Con la prima parte di questa micro colonna avevamo visto che gli scafisti di stato, i vertici sostituzionisti, avevano impartito direttive politiche che imponevano, alla Marina, di restituire i natanti ai loro colleghi nordafricani (800 natanti solo nel 2014).
Questo documentario di Luca Donadel spiega come il piano sostitutivo si sia evoluto: da una parte un insieme sistematico di false notizie adatte a formare un'opinione pubblica, dall'altro nuove modalità a supporto del disegno di socioingegneria e delle portazioni di massa.
Si noti, d'altra parte, l'insistenza e la realizzazione, da parte dei neosoviet, apologeti e organizzatori della divulgazione di questi massa abnorme di falsi (secondo i metodi di propaganda teorizzati da Göbbels), di leggi repressive del dissenso (qui, qui) il cui scopo è quello di regolare ed eventualmente seccare fonti di informazioni indipendenti che, riportando alla realtà, con fatti, numeri, dati oggettivi, ovvero a barlumi di verità, sono antagoniste e resistenti e quindi problematiche per il regime (soft).
L’industria dell’ebetudine è funzionale al piano mondiale (documento NU, Replacement migration: is it a solution to declining and ageing population?) di grande sostituzione.
Già ora, persone con mezzi economici e culturali, sono già state condizionate e plasmate.
Il Mago Merlino è al lavoro.


 

48 commenti:

  1. “Non seminiamo illusioni. Ma sappiamo che su questa strada, per quanto impervia e arrischiata, possiamo ottenere gli unici risultati che oggi ci consentono non di cancellare il tema immigrazione (perché non lo cancella neanche il mago Merlino), ma per regolare i flussi e gradualmente sostituire l’immigrazione clandestina irregolare, micidiale per i migranti e per il traffico che gli ruota attorno, con flussi e canali più accettabili, ridotti e regolari”.

    Paolo Gentiloni Silverj

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' tutto inutile. Vedi bene che il nemico non sono gli Africani che ci tirano addosso come le bombe, il nemico sono i tuoi vicini, i tuoi amici, i tuoi parenti. Francesco, S., milioni e milioni come loro. Gente che non sa pensare, non sa parlare, non sa vivere e che alla fine, lo ribadisco, ti odia.

      Elimina
  2. Non voglio certo essere ipocrita: ho sempre sostenuto che ogni invasore in meno è un problema in meno.

    Voglio però adottare il loro piano ideologico, quello di "salvare vite umane". L'esplosione del numero di morti nel Mediterrano, coincide con l'inizio di Mare Lorum e del piano di portazione di massa.
    In questo caso la responsabilità sul LORO piano "morale" è evidente: più sostengono, organizzano e supportano il flusso (in cui la percentuale di vittime si è alzata per lo scadimento dei natanti usati attuato dagli scafisti magrebini, consapevoli che i loro colleghi "rapanelli" italiani ed europei hanno deciso di violare le acque territoriali libiche e di giungere a poche miglia dalle coste libiche) più sono le vittime.
    Ancora una volta, la realtà e le intenzioni sono antitetiche e la dissociazione evidente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le intenzioni.

      LE INTENZIONI.

      UCoso, secondo te quali sono le intenzioni? Casomai dovresti dire che non c'è corrispondenza tra quello che continuano a ripetere e la realtà dei fatti. Che sono tutte menzogne e contraddizioni palesi.
      Ma funziona.
      Perché il compagnuccio del 2016 è incapace di riconoscere le menzogne e non trova niente di sbagliato nelle contraddizioni. Anche se ci riuscisse, alla fine concluderebbe che il fine (cioè seppellire il mondo che esiste per creare il Mondo Nuovo) giustifica i mezzi, qualsiasi.

      Nota che la logica dei compagnucci a questo proposito è molto simile alla tua quando straparli del "teratoma umano".

      Elimina
    2. Fischia sono rincoglionito, siamo nel 2017. Non che faccia differenza.

      Elimina
  3. spero per te, che tu abbia
    un buon avvocato e
    qualche risorsa economica... il
    demente a
    me rivolto, ti costerà caro è amaro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'entra nulla col tema di questa pagina.
      Sei sciatta e disordinata anche in casa di altri oltre che ciarlatana a casa tua, con le cazzate campate per aria che scrivi per i babbei dei quali sei capopopolo.

      Elimina
    2. A me piace l'idea che una persona si nasconda dietro lo "anonimato" perché non vuole che quello che fa su Internet sia fatto risalire alla sua identità e poi il medesimo "anonimo" dice di volere citare in giudizio un altra persona che si nasconde dietro un alias, per ingiurie.

      Ovvero le ingiurie di un "anonimo" nei riguardi di un altro "anonimo".

      Se qualcuno pensa che sia facile risalire alle identità, si può fare a due condizioni.
      1. un magistrato italiano invia una richiesta ufficiale (rogatoria internazionale?) a Google perché gli mandi i log degli accessi al backoffice di Blogger di certi giorni. Il magistrato deve poi chiedere al provider che detiene il pool di IP address in questione di identificare l'utenza da cui l'anonimo si è collegato.
      2. l'anonimo in questione non deve avere fatto nessun tentativo per mascherare il proprio IP, ovvero deve avere utilizzato un accesso ad Internet che risale ad un contratto a suo nome, senza interporre un proxy o un servizio VPN. Per esempio, se Tizio si collegava dall'interno di una rete aziendale o universitaria o da un luogo pubblico con rete aperta, la postazione potrebbe essere "anonima".

      Elimina
    3. Non vorrei alimentare questo rumore, altrimenti diventa una pagina sulle assurdità in rete.

      Elimina
    4. Guarda che è tutto collegato.

      I cosiddetti "centri sociali" possono devastare Milano perché hanno la "patente di corsa", ovvero:
      "[la licenza] emessa da un governo nazionale che autorizzava l'agente designato a cercare, catturare o distruggere, beni o personale appartenenti ad una parte che aveva commesso una qualche offesa alle leggi o ai beni o ai cittadini della nazione che rilasciava la patente".

      Lo stesso vale per intere categorie sia professionali (es. magistrati, giornalisti) che possono fare uso dei propri strumenti per colpire Tizio e Caio per eliminarlo politicamente o professionalmente o in qualsiasi modo.

      E vale per gli "anonimi" di Internet che possono liberamente insultare Tizio e Caio mentre il contrario ci porta a quelle norme "globali" sulla censura di cui si parla e straparla.

      Facevo l'esempio per Francesco nell'altro post, se un Berlusconi paga le mignotte è un mostro, evviva la Magistratura che indaga a condanna. Se Vendola compra ovuli e affitta uteri, è un modello per le nuove generazioni, un messia che ci conduce verso un mondo migliore, più civile. Senza contare i mille milioni di articoli e discorsi pubblici sul tema delle deformità fisiche o del comportamento equivoco di alcuni e la bellezza e santità di altri, che non si può opinare altrimenti xenofobia, sessismo, razzismo eccetera.

      Elimina
    5. Ora, guarda *** questo video *** di una cosa avvenuta dalle tue parti tempo fa.

      Immagina se invece dei "compagnucci" fossero stati energumeni di Casa Pound e al posto di Salvini ci fosse stato, che ne so, la signora Boldrini.

      I primi ragazzi esuberanti, i secondi nazifascisti da ergastolo solo perché non ci sono più le impiccagioni.

      Elimina
    6. Ah poi la glassa degli anni '70 sopra la torta.

      Quelli che vedi devastare le città non sono "compagni", sono "infiltrati", ovvero fascisti travestiti, agenti dei servizi, poliziotti, che provocano gli "scontri" e devastano per giustificare poi la bieca repressione militare dello Stato borghese.

      Elimina
    7. { non voglio entrare nello specifico della faida tra Uomo ed S., solo commento che sono sorpreso dalla dose di acredine profusa da Uomo in questa controversia che dura già da mesi.

      °_____° }.

      ===

      Elimina
    8. Qui siuao nello spazio delle idee: si portano tesi, le si dimostra, si argomenta.
      La battaglia e' dialettica e si basa su un minimo di raziocinio e di argomentazioni.
      Altrimenti si entra, Marco, nella logica del Io sono io e tu non sei un cazzo.
      Peraltro la tendenza squadristica dei lobotomizzati sinistri, piu' son cretini e meno argomentazioni hanno piu' son facinorosi e invasati.
      Se uno scrive cazzate in rete e' logico che si possa confutarle. A questo punto o sostieni delle tesi e le argomenti oppure entri nella logica della sopressione del dissenso.
      Chiaro che questa barbarie non possa che infastidirmi e portarmi a reazioni piu' incisive.

      Elimina
  4. Lorenzo, come è andata la tua mattinata lavorativa? Hai contribuito al pil nazionale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più di Renzi, stai tranquillo.

      Elimina
    2. Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah !

      { questa tra Francesco e Lorenzo è diventata una vera sitcom all'interno del blog di Uomo, quasi una roba tipo [ Camera Café ].

      :) }.

      ===

      Elimina
  5. AVVISO

    Questa pagina NON è su questioni personali di vari diaristi e di supposizioni varie su di essi.
    Rimanete in tema o rimuoverò "rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico".
    Per le comunicazioni e le domande private usare i canali di comunicazioni privati (mail).

    Grazie.

    RispondiElimina
  6. A proposito del video.

    Il tipo omette un dettaglio fondamentale. Chi finanzia le ONG che mandano le imbarcazioni a traghettare i migranti? Nella sua ricostruzione parziale dice che esiste il "business della accoglienza", ovvero tutto il sottobosco delle cooperative e enti eterogenei che forniscono la logistica per conto dello Stato. Ma ovviamente questo business inizia e finisce entro i confini nazionali. E appena fuori? Chi fornisce la logistica su scala globale?

    Torno sempre al solito argomento: prendete un atlante e fatevi una idea delle distanze, della orografia, dei numeri, delle quantità in gioco. Le cooperative che fanno la cresta sulla pasta scotta da ammannire ai "profughi" sono l'ultima rotellina di un macchinario enormemente più grande, complesso e costoso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si', Donadel non ha affrontato la questione degli orgsnizzatori di alto livello. Se non citando, indirettamente, la spagnola Proactiva Open Arms.
      Molte delle organizzazioni di portazione migratoria finanziate da Soros hanno il concetto di open/parto nelle loro denominazioni.

      Elimina
  7. Cmq. il video postato da Uomo è OTTIMO : l'ho rigirato nella mia pagina-FB qualche giorno fa e, davvero, lo dovrebbero guardare i filo-mass-immigrazionisti !

    ===

    RispondiElimina
  8. Anch'io sono fermamente convinta che i sostenitori dell'accoglienza a oltranza abbiano interessi loro da tutelare, altro è il diritto d'asilo da tutelare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello e' il livello medio.
      Sotto ci sono le migliaia di persone che vivono di aggravamento ed estensione del problema.
      Sopra ci sono gli oscuri, coloro che emergono meno possibile e che organizzano e finanziano, organizzano, supporto e apologizzano i movimenti migratori di massa.

      Elimina
  9. Va beh, periodo scritto con i piedi, anzi con il naso, sono in preda a un ottundimento da sinusite.

    RispondiElimina
  10. Ma vedi, Sara : gli aventi diritto a una qualche forma di asilo, che sono [ non più del 30% degli africani che arrivano sui barconi ], andrebbero scremati negli altri continenti.

    E invece no.

    Si fanno entrare MILIONI DI CLANDESTINI, poi vengono esaminate le domande di asilo ( spesso basate solo sulle dichiarazioni verbali dei richiedenti, SENZA alcun documento e/o prova concreta ), e ...
    gli altri ?
    Quelli che NON SONO PROFUGHI e sono LA NETTA MAGGIORANZA ?

    Rimangono quasi tutti QUA.

    Tanto, l'opinione pubblica di Sinistra – mass-merda e bobbolo – li ha già battezzati “profughi”, rinfrancata dal magistrato Martina Flamini di 02, che [ ha deciso che non si possono chiamare “clandestini” i clandestini ].

    Sarà bello.

    :)

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi, al GAS, alcuni hanno iniziato, sia pur scherzando con me, a rendersi conto del problema dell'invasione islamica.
      Qualcuno inizia, piano a piano, a percepire che non va tutto proprio benissimo.

      Elimina
    2. Ci sei o ci fai, UCoso?

      Elimina
    3. Fammi capire, quelli che ti lavorano per ripopolare l'Europa con gli Africani e per smantellare Stati e Nazioni "piano a piano iniziano a percepire"?

      A volte ti leggo e rimango a bocca aperta.

      Elimina
    4. Fai finta che sia in italiano, dai.

      Elimina
    5. Caro Uomo, pure io, nella mia piccola esperienza umana concreta ho notato che ad alcuni individui della massa indistinta sinistra iniziano a venire alcuni dubbi.
      Ma molto danno è stato già fatto, cova sotto la superficie di una calma falsa ed apparente, e può scoppiare da un momento all'altro.

      Intanto, godiamoci gli ultimi attentati delle risorse in terra europea.

      { sarà bello }.

      ===

      Elimina
    6. Il livello della cacca e' passato dal collo al labbro superiore. Il loro naso ha iniziato a sentire qualcosa.

      Elimina
  11. Ma è chiaro che si sta strumentalizzando il diritto di asilo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, ti sei distratta un attimo e hai omesso nomi e cognomi. Quando scrivi "si sta" intendi TUTTI i quotidiani, TUTTE le televisioni, TUTTE le radio, TUTTA la "sinistra", partendo dal PD e arrivando ai satelliti e satellitini che ruotano su orbite esterne, TUTTA la magistratura, TUTTO il mondo delle "associazioni", infine il Vaticano e le sue emanazioni.

      Però, come scrivevo sopra, questo rende conto dei fenomeni della piccola Italia, che è periferica nel mondo globalizzato. Non rende conto dello spostamento di milioni di persone attraverso continenti e mari.

      Per rendere conto della logistica necessaria a spostare armate attraverso continenti e mari bisogna aggiungere altri attori sulla scena. Attori che hanno capacità e possibilità molto maggiori di quelle che ha un Renzi o un Elkann.

      Siccome questi attori, presi singolarmente, non hanno bisogno di questo spettacolo per regnare sul loro reame, si deve poi introdurre la figura del Burattinaio o dei Burattinai. Gente che per guadagno o anche per sfizio tira le fila di tutti i burattini, grandi e piccoli, visibili e occulti.

      Quando si fanno questi discorsi a me viene in mente il Medio Evo di Dante, che ricordava solo echi lontani della Età Classica. Da cui di certe cose non si deve parlare, bisogna rimuoverle perché fanno spavento. Ci sono i mostri la fuori, nella selva. Grandissima ironia che siano i "progressisti" i fautori di questo Medio Evo.

      Elimina
    2. Oggi scrivo un po' alla Biscardi... mannaggia la vecchiaia.

      Elimina
    3. Diciamo che M Erdogan,ancora una volta, ha ribadito, ieri, l'importanza della conquista demografica islamica dell'Europa.
      Ogni fattrice turca in Europa e' invitata a fare cinque figli.

      Asilo? A parte la connotazione temporanea del concetto, poi e' chiaro che un asilo prevede anche una topologia, dei luoghi e delle relazioni con le persone e tra persone e luoghi.
      Una persona che riceve un asilo dorebbero avere almeno la dignita' di mantenere un atteggiamento di basso profilo ed essere conscio che e' (ospite nel senso di ospitato) e di rispetto per gli ospiti (nel senso di ospitanti).
      Qui invece si ribalta l'etica e razziste come la Cecile Kyenge, Nawal Soufi non perdono tempo,con le loro ipocrite buone maniere, per ribadire quanto siano meschini, 'gnoranti, rozzi, egoisti, cretini, inferiori gli ospitanti oltre che a ribadire un diritto superiore degli invasori sugli invasi.

      Asilo...
      Le parole hanno un senso.

      Elimina
    4. Dalla temporaneità dell'asilo concesso ai rifugiati e dalla natura mirata realmente al garantire la sicurezza al rifugiato, dovrebbero conseguire almeno tre cose:

      1. l'integrazione non ha senso
      2. la libera circolazione sul territorio non ha senso
      3. la confortevolezza della sistemazione non ha senso

      L'integrazione non ha senso perché il rifugiato dovrebbe essere mantenuto sul territorio solo fintanto che persiste la situazione di concreto e grave pericolo per la vita nel territorio di provenienza; nell'immediatezza della cessazione di quel pericolo, il rifugiato dovrebbe essere riaccompagnato nella propria patria.

      La libera circolazione sul territorio della Nazione che concede il rifugio non ha senso perché esula dalla necessità di garantire la sicurezza; anzi, il massimo della sicurezza è garantito proprio nell'ambito di strutture circoscritte e quindi protette.

      La confortevolezza della sistemazione non influisce sulla sicurezza del rifugio, mentre un moderato disagio tiene vivo il desiderio di rientro in Patria, di ritorno alla propria quotidiana normalità; per questo è opportuno che la sistemazione concessa sia il più possibile spartana. (da tenere presente che il concetto di confortevolezza deve essere considerato in relazione allo stile di vita medio delle aree di provenienza, non al nostro)

      Questo qualora si volesse prender sul serio il significato dell'espressione "offrire rifugio". Sappiamo bene che le reali intenzioni di chi parla e sparla di rifugio e rifugiati sono altre, e solo così si spiega la realtà dei fatti che osserviamo giorno per giorno. L'irrazionalità è apparente, scompare nel momento in cui si considerano le vere finalità di chi organizza le manovre in corso. Orbene, quali finalità potrebbero rendere razionale l'apparente irrazionalità? Qui l'han capito in tanti, ma pare non esser cosa liberamente enunciabile.

      Elimina
    5. Adesso confronta questo commento con lo editoriale di Severgnini sul Corriere

      Mentre fai il confronto, considera che il signor Severgnini è pagato lautamente per contribuire ai preziosi contenuti di quello che era il "quotidiano nazionale". Te invece sei ad un passo dalla galera.

      Elimina
    6. Lorenzo: "Te invece sei ad un passo dalla galera."

      Capisco quel che intendi dire. Non sono certo a un passo dalla galera per l'ultimo commento, a meno che essere a un passo dalla galera sia condizione del tutto arbitraria nelle mani di organismi di potere dediti, appunto, all'arbitrio più sfrenato. In tal caso penso che potrei avere titolo per chiedere asilo in qualche Nazione civile.

      La mia bilancia, per quanto di precisione nanometrica, non riesce proprio a rilevare il peso di severgnini.

      P.S. Sicuramente in Italia non esistono organismi di potere dediti all'arbitrio più sfrenato, quindi sono in una botte di ferro (pare che anche tale Attilio Regolo si sentisse in una botte di ferro... prima di cominciare a rotolare giù per la collina).

      Elimina
    7. Caro mio, siamo all'assurdo che l'unico posto dove ti puoi rifugiare è la Russia dello zio Putin. Il posto dove andavano una volta i Vauro di provata fede a ubriacarsi con generali della Armata Rossa e che oggi, per il contrappasso, è il posto meno "sinistro" del pianeta.

      Comunque non si tratta affatto di arbitrio, tutto il contrario. Si tratta sempre della applicazione fredda, spietata, calcolata delle direttive del Piano.

      Leggevo poco fa la storia delle "intercettazioni" inventate di sana pianta sulla base delle quali furono scritti articoli e pubblicate pagine su Internet per "rivelare" i "servizi" che deputate e ministre dell'epoca Berlusconi facevano come parte del mestiere. Immaginati se Il Giornale pubblicasse un articolo del genere sulle "pulzelle d'Orleans" della "sinistra" e "ultra-sinistra". Stesso discorso per i giovani esuberanti che devastano le città eccetera.

      Ogni volta che apri la bocca o pigi un bottone senza ripetere gli slogan di regime, ti esponi al rischio della lotta antifascista.

      Elimina
    8. Beppe Severgnini ...
      c'è bisogno di commentarlo, uno così ?

      :D

      ===

      Elimina
    9. > 1. l'integrazione non ha senso
      > 2. la libera circolazione sul territorio non ha senso
      > 3. la confortevolezza della sistemazione non ha senso

      MKS
      Non avrei potuto scriverlo meglio.
      Buon senso del tutto incompatibile con l'ortodossia vigente.

      Elimina
  12. Super-lavoro anche per la nave Aquarius di Sos Mediterranee, organizzazione umanitaria italo-franco-tedesca che opera in partnership con Msf, Medici senza Frontiere, che ha soccorso, tra sabato notte e la mattina di mattina, 946 profughi da 7 gommoni e due imbarcazioni di legno al largo delle coste libiche, con 9 distinte operazioni di soccorso nell'arco di appena 15 ore.

    A quanto detto nel video, a quanto detto in tutti i post miei e altrui in passato, aggiungo la cosa meno seria: ormai il concetto di "naufragio" e di "soccorso" hanno preso una piega comica. Naufraghi come se piovesse, poi li portano in Italia.

    Ma si, aveva ragione il fantastico Gad Lerner. Dai, facciamo un servizio di traghetto gratuito, stampiamo i passaporti italiani sul molo e buonanotte. Nel frattempo noialtri sdraiamoci per terra e aspettiamo la morte, tanto siamo solo d'impaccio, ospiti sgraditi. In quella che era casa nostra, una volta.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io verrei tanto sapere chi la finanzia la nave Acquarius della "organizzazione umanitaria itali-franco-tedesca" che opera in partnership con Medici senza Frontiere.

      Poi dice le coop e le parrocchie. SVEGLIAAAA.

      Tutto inutile, gli ingranaggi continuano a girare, qualsiasi cosa io faccia o dica.

      Elimina
    2. Io se potessi andrei ad affondarli e poi stapperei una gran boccia.

      Elimina
    3. UCoso, non dare fiato ai Franceschi.
      Non serve affondare il naviglio, che pure ha un valore commerciale, basta sequestrarlo appena entra in porto.
      Cosi come i solerti magistrati potrebbero indagar come si finanziano queste fantomatiche "organizzazioni umanitarie" e quali scopi perseguono. Perché dimmi che differenza c'è tra lo "scafista" e loro, in termini concreti.

      Viceversa, i porti in Africa dove si possono scaricare i naufraghi ci sono eccome, molto più vicini di quelli italiani. Chiediamoci perché a nessuno viene in mente di portarceli. Nessuna nave militare, nessuna nave civile. A parte il solito discorso del Piano, che niente capita per caso, mi viene in mente che il comandante tema sia che non gli consentano di sbarcare i "migranti", sia che gli sequestrino la nave. Ma guarda un po'.

      Chiudo dicendo che mi spiace per gli amici che ti ritrovi.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.