giovedì 27 agosto 2015

Bubbone giovanile (youth bulge)

  • Ho ripreso il tentativo di una formula mondiale del francese Gaston Bouthoul del 1970, l'ho sviluppata e applicata a 70 paesi. Il risultato: sempre quando le donne - per decenni o persino secoli - hanno 6 - 8 figli, dunque 3 o 4 maschi, le cose si mettono male. Solo uno o al massimo due di essi potranno assumere ruoli sociali. Il terzo e il quarto, ambiziosi e nel pieno delle forze, o emigrano o cercano di ottenere anche loro una posizione con la violenza. Quando ci sono troppi giovani maschi si uccide: criminalità, guerre civili, genocidi di minoranze, rivoluzioni, guerre internazionali o colonizzazioni. La violenza perdura finché i maschi eccedenti soccombono e muoiono e il numero dei nati diminuisce.
    Gunnar Heinsohn

  • Attraverso valli e monti
    eroico avanza il partigian.
    Per scacciare l'invasore
    all'istante e non doman!
    Canto partigiano


Da tempo volevo porre attenzione sulla questione della eroica resistenza curda all'espansione del califfato, sulle straordinarie esperienze di comunalismo curdo a Rojava. Gaia Baracetti tempo addietro mi  anticipò stimolandomi.
In quei giorni stavo leggendo le parole del partigiano Arrigo (in Che male c'è, 1° volume, è il nonno di Stefania da ella intervistato) e la lotta partigiana in condizioni ambientali, climatiche durissime, in Carnia contro l'invasore nazista i nazisti e contro gli invasori cosacchi, vittime dello stalinismo comunista, ai quali, i primi avevano promesso il Friuli come terra. Ritengo (posizione già espressa in un commento) che si stiano riproponendo situazioni già viste, efferata violenza di tentativi di egemonia.

La correlazione tra aggressività di una popolazione e sbilanciamento della demografia verso le parti giovani è nota in sociologia e in demografia. Ecco alcuni documenti:

Così la polveriera demografica del medio oriente, massimamente evidente nel conflitto tra Palestina e Israele, da tempo esplosa in Siria, bomba malthusiana in Egitto, non è solo una catastrofe dal punto di vista del deficit ecologico e quindi di ogni altro ma lo è anche per il bacino di aggressività (il bubbone giovanile, youth bulge) che non trova sfogo e quindi sublima in violenza, di sterminate moltitudini di giovin(astr)i senz'arte ne parte in cui la violenza è affascinante in sé, è dispositivo di affermazione, fuga da problemi di tutt'altro tipo (*). Il bubbone poi tracima e si espande sui paesi limitrofi (e.g. le migrazioni di massa dalla Siria verso l'Europa).

La storia si ripete. In un convegno di Ugo Bardi a cui partecipai, egli accennò anche alla dimensione ciclica rispetto alla quale non fanno eccezione le società umane. E' molto interessante l'analisi comparata e critica di Jacopo Simonetta dei pensieri di Oswald Spengler  e Arthur Toynbee :  il fosco destino dei popoli dipende da una ineluttabile legge naturale oppure  fondamentalmente dalla capacità delle culture di capire i cambiamenti in corso ed adattarsi ad essi?

Sottolineo ancora una volta la scelta suicida di favorire e l'immigrazione di massa e islamica e l'assenza di dispositivi che contrastino qui la crescita demografica di quella comunità che la porterà in breve tempo alla maggioranza numerica. Ma anche prima di arrivare a questo si arriverà a instabilità sociale e a scontri etnici diffusi anche per la diversa distribuzione della popolazione sulle fasce di età, molto più cospicua sulle fasce giovani e aggressive la loro. In altre parole ci troveremo la guerra anche e soprattutto... dall'interno.

Come testimoniava il partigiano Arrigo, torneremo alla disgrazia di interi paese bruciati con gli animali arsi vivi dentro (mia madre raccontava che l'incendio della casa, del fienile, la perdita del bestiame era la massima disgrazia possibile per una famiglia "alpina", in ambienti col clima aspro e in contesti di povertà), le deportazioni, le rappresaglie e quanto la Carnia e altri videro con l'invasione dei nazisti e con l'appoggio dei fascisti. Italia, dalla Kazakenland al califfato islamico, cambiano i termini non la sostanza.  Una terra sempre invasa da stranieri che l'hanno predata, sfruttata, comandata, uccisa, massacrata. E ora cosa succede? Che cattolici e sinistra favoriscono in ogni modo l'ingresso a milioni degli invasori, compresi quelli islamici, i più pericolosi. Coazione a ripetere. Milioni di giovani maschi (senza femmine) disposti a tutto pur di scalare la società e impossessarsi prima di risorse fondamentali, poi di beni posizionali. Un vero e proprio suicidio sadomasochistico rivestito da ipocriti e pelosi buoni intendimenti moralistoidi.
Se osservo una morale violata vedo l'ingiustizia nella storia dei curdi contro la quale combattono da sempre (**).

Forse ci sarà una giustizia nel punire il nostro arrogante ignorare la storia, i nostri atteggiamenti svampito-buonisti, nichilisti e suicidi, un sistema sociale impazzito che sopprime e soffoca il proprio sistema immunitario (qui e qui).

62 commenti:

  1. Il fascino della violenza come pulizia del mondo (peraltro altre culture come quella induista da sempre riconoscono anche teologicamente l'importanza del collasso, della distruzione nel ciclo vita-morte, espansione-riduzione, nella figura di Kalì). Gli eventi recenti da parte dei predoni fondamentalisti dell'ISIS ne sono una testimonianza molto chiara. famiglie di altre religioni massacrate e deportate per impossessarsi dei loro beni.

    RispondiElimina
  2. Non è affatto escluso che essi siano invisi anche per il modello comunalista che propongono.
    La posizione turca è stata ed è speculativa, lascia fare agli jihadisti quello che vorrebbe fare lei. Non si sporca le mani e ottiene un po' di pulizia etnica per ciò che essi ritengono il problema curdo. Ora è entrata in azione diretta contro i combattenti del PKK.

    RispondiElimina
  3. UomoCoso, anche te sei vittima del lavaggio del cervello. Non c'è stata nessuna "Invasione" dei Nazisti e fa particolarmente ridere il concetto di "appoggio dei Fascisti".

    Permettimi di eccedere, minkiakazzo!.

    L'Italia e la Germania erano alleati. Cioè gli Italiani invasero la Grecia e quando si trovarono a mal partito contro l'esercito greco, chiamarono in soccorso gli alleati tedeschi. Gli Italiani invasero la Russia insieme ai Tedeschi, eccetera eccetera.

    Ma la scommessa italo-tedesca sulla durata limitata della guerra era azzardata. L'Italia viene invasa dagli Angloamericani. Ad un certo punto gli Italiani (nella cerchia dei militari, dei gerarchi fascisti e della monarchia) si misero a pianificare un contro-colpo di stato per esautorare Mussolini e contestualmente di sottoscrivere una resa unilaterale (nel senso non concordata con i Tedeschi).

    Siccome i Tedeschi non sono tanto fessi, furono informati di questi piani molto prima che venissero messi in atto. Avevano due alternative o procedere allo stesso modo chiedendo la resa a loro volta oppure contestare l'Italia alla avanzata anglo-americana nonostante la resa italiana.

    Quindi fecero quello che fecero, cioè riposizionarono tutte le forze che potevano distogliere dagli altri fronti in Italia. Siccome la resa italiana comprendeva la consegna di armi e reparti italiani agli angloamericani, i Tedeschi, per non vederseli rivolti contro, non avevano altra scelta che impadronirsi delle armi ove possibile e distruggere quelle di cui non potevano impadronirsi (vedi tragedia della corazzata Roma). Bisognava rendere inoffensivi i reparti militari italiani e quindi quelli che non volevano affiancare l'esercito tedesco dovevano essere imprigionati e possibilmente deportati.

    Tutti gli Italiani erano fascisti finché il Fascismo ha avuto il potere. L'anti-fascismo è una invenzione post-bellica su cui è inutile diffondersi.

    Quando Mussolini fu esautorato e mandato sul Gran Sasso, i Tedeschi mandarono i paracadutisti e liberarlo e gli imposero di mettersi a capo di un governo fascista "in esilio". Lo scopo dei Tedeschi era di usare i Fascisti come milizia territoriale nelle zone dell'Italia che ancora controllavano. Ancora, non perché i Tedeschi avessero la necessità di "invadere" ma perché avevano la necessità di difendere l'Italia dagli anglo-americani che stavano avanzando verso la Germania.

    Faccio notare che la difesa dell'Italia fu estremamente efficace, tanto che ancora si combatteva quando ormai gli angloamericani e i Russi erano a Berlino.

    Hitler si suicida in data 30 aprile 1945
    Mussolini fu ucciso due giorni prima, il 28 aprile 1945

    Riguardo le rappresaglie tedesche in Italia, erano normali per quei tempi e analoghe alle rappresaglie che faceva il Regio Esercito nelle zone dove operava, contro i sabotaggi o gli attacchi di civili in armi. Bruciare i villaggi per non lasciarli usare alla guerriglia era prassi comune anche in Vietnam.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, i nazisti si sono ritrovati,in un colpo solo, in un paese che da alleato è diventato, con un improvviso colpo voltagabbana, ostile.

      Quello che invece non cambia è che i nazi avevano fatto i froci col culo dei furlani, ovvero avevano promesso ai cosacchi, a loro volta vittime del peggior stalinismo, le terre della Carnia, non certo la Pomerania o il Vorarlberg.

      Apprezzo le critiche rigorose e precise, Lorenzo.
      In ogni caso, non è la questa la questione principale: la questione è che il bubbone giovanile porta disastri, querre, crimini di massa, invasioni, etc.
      Così succede in Siria, succede in Iraq, in 70 paesi esaminati dallo scienziato tedesco e sta succedendo in Europa, dove la massa sterminata di giovani maschi di home senza alcuna possibilità si stanno riversando in Europa.

      Il corollario è che i cattolici e la sinistra, invasati delle loro assurde religioni antiscientifiche, non solo non vogliono opporsi all'arrivo del bubbone, ma lo apoliogizzano dal punto della crescita demografica, lo apologizzano come "opportunità, ricchezza, ritorno economico, multiculturalismo" e altre idiozie del genere e si oppongono a idee e azioni che possano prima contrastarlo poi ridurlo.

      Elimina
    2. > giovani maschi di home
      -> giovani maschi di homo

      Elimina
    3. Ho corretto la pagina e "l'invasore nazista" è stato barrato e punta al tuo commento.

      Elimina
    4. I giovani maschi nascono da giovani femmine e possono diventare adulti solo se c'è un surplus di risorse, quindi ancora la faccenda di cui sopra è insieme scontata (perché è li da vedere) e insensata (nella formalizzazione inutile).

      Mi viene da ridere che ci sia bisogno di una "pseudo-teoria" per descrivere dei fatti storici triti e ritriti, come ho più volte detto in passato, la storia è fatta di invasioni e genocidi, le invasioni e in genocidi hanno come prerequisito il surplus di carne da cannone e contestualmente di ferro per fabbricare asce.

      Ma se ribaltiamo la faccenda, il problema non è tanto la demografia ma la lente deformante attraverso cui gli italiani, gli Europei e gli "occidentali" in generale guardano il mondo.

      Questa lente deformante non è innata e non è accidentale, è qualcosa di costruito. Quindi se vogliamo risolvere qualcosa, bisogna andare alla fonte, la dove si determina sia le caratteristiche della lente che la sua costruzione.

      La stessa fonte ha riscritto la storia dei Fascisti e dei Nazisti.

      In parole povere, il problema non è all'esterno, il problema siamo noi. Dove per noi si intende un "occidente" decadente e svuotato. Basterebbe lo svuotamento a causare il riversamento di altri dentro questo contenitore, in più c'è l'altra metà del progetto, quella che manda di volta in volta carri d'oro con sopra le mamme o le sorelle oppure bombe. I carri d'oro armano quelli che poi si incazzano per le bombe. E anche li, niente succede per caso.

      Elimina
    5. Gunnar Heinsohn ha usato un approccio scientifico e nei suoi lavori ha verificato che il buon senso (ora così negato da dirittismo, crescitismo e altri fanatismi religiosi e neoreligiosi) che troppa gente per poche risorse porta a grandi casini, è stato comune nelo spazio e nel tempo (il iricercatore tedesco afferma di averlo verificato in casi studio di 70 paesi diversi).

      > il problema non è tanto la demografia ma la lente deformante

      Il problema E' la demografia e la lente deformante della (in)cultura che nega i limiti e utilizza solo metà della tecnologia (quello che io chiamo antipattern "antibiotico sì, pillola no").

      Lo stesso Gunnar heinsohn jha analizzato le cause della scioà : a suo avviso i nazisti hanno tentato di eliminare proprio il popolo responsabile dei monoteismi e della morale antietica, antibiologica che è tipica dei monoteismi.

      Da sempre osservo che dal punto di vista etico, biologico, ecologico e - per assurdo anche morale, anche sul piano antropocentrico - i più grandi ed efferati crimnali ed ideologi criminali sono stati gli Stati Uniti prima illuministi poi consumisti, tecnoconsumisti, tecnoprogressisti, tecnoimperialisti.
      Il fatto che essi abbiano vinto - ma non ancora per molto - la storia del XIX secolo è l'ovvia dimostrazione della violenza di quel paese.
      Attenzione, il concetto di "violenza" che è parte della realtà è proprioinviso ai moralisti, antropocentristi, illuministi che osannano gli Stati Uniti come paese moralmente superiore (compresi i post-comunisti che ora sono diventati i peggiori filostatunitensi).

      Sì, il problema siamo noi.
      L'invasione migratoria dovuta a quei bubboni (peraltro frutto di tecnologie inventate in Occidente) avviene per la complilcità di parte rilevante (sinistra e cattolici) della nostra società.
      Come ho già scritto più volte l'ecologia vince e se, con la testa farcita di buonismi, fanfaluche, dirittismi, terzomondismi, e altro ciarpame del genere, soccomberemo, la competizione e la selezione che riguarda anche i popoli avrà fatto soccombere i più stupidi, ovvero quelle culture stupide perché incapaci di prendere atto di un problema, escogitare delle soluzioni, applicarle.

      Ad esempio, di svuotare un territorio già patologicamente sovrappopolato e di impedire che altri lo riempiano.
      L'homo ha ideato bacii artificiali colossali con l''acqua che è il più temibile infiltratore dell'universo ma è inetto e incapace a prendere atto che anche le masse umane possono essere fermate (cosa che ognuno di noi conosce quando vede un carcere, come sono organizzate le manifestazioni di massa, le strutture per le manifestazioni di massa, etc.).

      Il problema è anche o sopratutto il non volere.

      Elimina
    6. UomoCoso, secondo me non hai colto il punto. D'Alema in una intervista televisiva ha detto esplicitamente che la situazione attuale ha delle similitudini con quella del tardo impero romano e che per lui la "migrazione" è un fatto positivo perché porta prima o poi ad un "rinascimento".

      Quindi, prego fare attenzione, D'Alema punta a favorire se non a causare di proposito il collasso della nostra società, l'avvento di un medioevo che sia propedeutico prima o poi al rinascimento.

      Non serve lo studio scientifico del dottor Vattelapesca, basta aprire le orecchie.

      La prima domanda a questo punto è una sola e cioè se D'Alema fa questi ragionamenti solo perché è un folle con una fede assurda oppure se è a libro paga di qualcuno che ha fatto i suoi conti su come sfruttare a proprio vantaggio tutto quello che sta capitando e capiterà.

      La seconda domanda è quanti D'Alema ci sono, quanto diffusa è l'infezione.

      Elimina
    7. Continuo a non vedere nessuna traccia di "ecologia" in tutto questo ma forse sono scemo io.

      Elimina
    8. Ricorda che molta ideologia ebraica, cattolica, marxista ha forti connotazioni masochistiche e sadiche.

      D'Alema, inoltre, è uno che campa di speculazione: senza le sue stupide teorie non sarebbe nessuno. Se è riuscito a diventare "compagno" con panfilo e tenuta vinicola è solo perché ha trovato una massa di devoti che lo hanno eletto e reso parlamentare con relativi prebende e privilegi.
      La terza categoria che tu citi spesso.
      Colla categoria dei creduloni che vuole farsi abbindolare.

      L'ecologia è quella della selezione naturale,anche culturale, ovvero di popoli che sottomettono (e distruggono) altri popoli e culture.
      C''è un orrido ecologico qui, ma ciò non toglie che sia la storia.
      O noi ci destiamo dalle idiozie accoglientiste, filomassmigrazioniste o, come ha ben romanzato Houellebecq, verremo sottomessi.

      In questo senso è ecologia, ovvero soccombenza degli stupidi.

      Elimina
    9. Si la terza categoria.

      Ma l'obiezione classica che farebbe NotteCoso è perché D'Alema dovrebbe segare il ramo su cui è seduto. In altre parole, potrebbe vendere lo sciroppo miracoloso e con lui tutti gli altri, dal Papa alla Boldrini, senza causare il Medioevo.

      Torno a dire, ci sono due sole alternative. O tutti questi sono pazzi fanatici, fedeli di una religione degli inferi che prevede sacrifici umani, oppure, al netto della loro carriera, carrierina, carrierona, dipendono per esistere da qualcuno sopra che gli dice in che direzione devono lavorare, come parte del famoso "piano".

      Tu penserai "ma chi sta sopra il Papa?" Eh già, perché il Papa non viene nominato da un consesso di cardinali a porte chiuse...

      Se esiste una selezione naturale, direi che noi siamo già estinti come i dinosauri. Ma siccome io non credo che niente di quello che succeda avvenga per caso o in base alle leggi della "natura" ma che avvenga invece per disegno determinato a tavolino, non credo alla selezione.

      Invece credo che sia una guerra.

      Elimina
    10. Ovviamente le migrazioni di massa sono una guerra.
      Lo sono sempre state, non c'è alcun motivo per cui non lo debbano essere nel 2015.

      Elimina
    11. Ovviamente? A me sembra tutto tranne che ovvio.

      Elimina
    12. Il fatto che esista una invasione di massa, che ora ha superato di gran lunga le truppe di qualsiasi altro esercito straniero, la possiamo chiamare piribao o cincisluf ma è esattamente l'obiettivo di una guerra: invadere un territorio, impossessarsi delle risorse, imporre cultura e norme.
      Ovvio a meno di chi non lo vuole vedere, i ciechi ideologici.
      Sono quelli che lo chiamano multiculturalismo, opportunità, ricchezza e altre buffe quando assurde definizioni del genere.

      Elimina
    13. No, io intendevo che non è ovvio perché alla guerra si reagisce in una maniera del tutto differente rispetto a quello che vediamo oggi.

      Continui a non capire la differenza tra causa ed effetto. L'invasione di massa avviene a Milano Marittima tutte le estati ma quelli che arrivano sono ospiti paganti, quindi i locali sono ben contenti che arrivino.

      Nelle prime fasi della guerra non ha caso la propaganda di regime era quella del "fanno i lavori ce non vogliamo fare" e del "pagheranno le nostre pensioni".

      Adesso è stata sostituita dalla "accoglienza" secondo principi di misericordia e di carità, per cui il "lavoratore" è diventato un bimbo in lacrime.

      L'invasione non è la causa, è l'effetto, è l'arma che ci viene tirata contro, ogni singolo immigrato è una bomba.

      Quello che non vogliamo vedere non è l'invasione, non vogliamo vedere il fatto che ci viene tirata contro di proposito.

      Elimina
    14. Ah dettaglio che contestualmente non menzioniamo mai, ovviamente gli immigrati finiscono per compiere reati, di cui l'80% rimane impunito e nonostante questo finiscono per sovra-affollare le patrie galere.

      Oltre l'ovvia considerazione che vengono da Paesi dove esiste un altro modo di vivere, con altre regole, c'è l'altrettanto ovvia considerazione che gente senza ne arte ne parte che deve comunque vivere, non potendo fare i "lavori che noi non vogliamo più fare", che non esistono se non in numeri esigui, finiscono necessariamente per delinquere, volenti o nolenti. Anche solo raccogliendo ortaggi in nero per qualche caporale.

      La "balcanizzazione" dell'Europa è solo agli inizi.

      Elimina
    15. finiremo come gli apache ma alla fine va bene cosi' se parli con qualunque coglioncello imbevuto della cultura della cosidetta sinistra(dei miei coglioni) lui ti parla di umanitarismo, sei razzista, abbiamo esportato anche noi la mafia, i barboni extracomunitari devono vivere tutto ciò fino a quando non gli toccano il culo, perchè qui è bello parlare fino a quando il tuo culo non lo toccano. Conoscevo una profesoressa sinistrorsa del cazzo che parlava delle stronzate elencate sopra, ora non riesce a vendere l'appartamento a disposizione che aveva perchè' il palazzo dove vive è piena di extracomunitari che l'hanno resa un porcile, il valore del suo immobile è crollato e ha visto cose tipo droga e prostituzione. Solo ora bestemmia contro gli extra. E cosi' è l'italiano medio a cui il negro serve per scopare, per raccogliere pomodori ed è buonista solo quando non gli tocchi i propri interessi. Il negro però un giorno diventerà la maggioranza ci metterà in una riserva, ci imporrà la sua cultura, discriminerà i nostri figli e al culo il buonismo. Ne sanno qualcosa gli abitanti autoctoni di malmoe e rotterdam, città che stanno diventando a maggioranza islamica. Li le donne autoctone o vengono stuprate o derise e devono evitare certe zone della loro città, però "siamo in una società multiculturale" alleluja

      Elimina
    16. Come dice la signora Kyenge, c'è l'urgenza di integrazione, quindi "jus soli subito" deve essere il nostro motto, insieme al sempiterno "più giustizia sociale".

      Jus soli significa che ad un immigrato basta fare nascere un figlio in Italia per ottenere ipso facto la cittadinanza, se non formale, sostanziale per via del ricongiungimento, per tutta la famiglia entro un certo grado di parentela.

      Nello stesso momento con lo "jus soli" si formalizza il concetto implicito che l'Italia non è la terra degli Italiani, è la terra di tutti. Oppure che essere "italiano" non è una questione di eredità, è questione di libera scelta. Il "suolo" fa l'Italiano, cioè chi mette un piede in Italia è italiano.

      Se non fosse cosi, qualcuno si potrebbe domandare perché una signora nativa del Congo ci viene a dire come dobbiamo stare al mondo.

      Elimina
    17. inoltre ho sentito i delirii del pazzo che ha fatto la strage di charleston. Al di la delle cazzate ideologiche ha detto delle cose giuste. Ha detto che i bianchi che non riescono ad andarsene dai quartieri abitati in maggioranza dei neri vengono maltrattati dai neri nelle scuole nei negozi nelle strade, spesso le donne bianche vengono struprate. I bianchi vengono discriminati e subiscono il razzismo all'incotrario. Gli unici che rispondono per le rime sono i latinos. Gli usa sono un gigantesco esperimento in piccolo di quella che dovrebbe essere la società mondiale del futuro a iniziare dall'europa ovvero un accrocchio fantozziano di etnie disparate senza radici attaccate a merda ideologica per giustificare la propria condizione di povertà e miseria. I massoni questo vogliono per il pianeta UN USA MONDIALE

      Elimina
    18. A parlare con i sinistrorsi questo si evince che il nostro paese NON è NOSTRO e chiunque può entrare in nome di grandi ideali come ha detto una cretina di 24 anni. Se questa è la gioventù ripeto meritiamo di sparire.

      Elimina
    19. Gli USA sono avanti in ogni peggiore cosa.
      Il loro stesso modello è strutturalmente il peggio ovvero una coacervo di robe mutualmente incompatibili che stanno insieme solo con la forza di una pressione estrema, che lo possono fare per la straordinaria abbondanza di risorse (non rinnovabili) predate ai nativi e alle generazioni future che vengono degradate in rifiuti.

      Le persone di sinistra sono come tutti i fondamentalisti religiosi, persone oscurantiste in preda a superstizioni, credenze e altri schemi di pensiero incompatibili con storia, scienza, conoscenza e realtà in genere. In genere, più le persone sono moraliste più sono false, dissociate e ipocrite.
      I "compagnucci" radica-scem, quelli col panfilo, con i vitalizi da 5k€ al mese, con l'auto blu e la villa a Capalbio sono tutti in preda a schizofrenie e dissociazioni gravi, fanno tutto il contrario di ciò che predicano e catechizzano.
      Un caso emblematico è la femminista di plastica da moschee Boldrini e il fatto che ella sia la terza carica dello stato indica il punto di sfacelo, di insana demenza, di follia a cui questo paese è arrivato.

      In ogni caso, come osserva Gunnar Heinsohn, sono tutte riformulazioni sul piano antropocentrico di problemi assai più gravi e profondi ovvero la sovrappopolazione e tensioni e violenze che la caratterizzano quando essa diventa conflitto per le risorse.

      Elimina
    20. Oggi sentivo alla radio che si parlava del futuro dell'Italia, credo fosse sempre la Festa dell'Unità. Indovinate un po', il problema dell'Italia è la "rendita" che blocca le "opportunità". In altre parole, il problema dell'Italia non è che gli Italiani sono analfabeti, che il pubblico impiego è da sempre usato come ammortizzatore sociale, che c'è una super-produzione di leggi arzigogolate e che i tribunali mandano in prescrizione una quantità abnorme di reati e che i processi durano all'infinito, il problema non è che il meridione per cultura ed economia invece di essere parte dell'Europa è parte del Nord Africa, non è che abbiamo smantellato l'industria per sostituirla con il "terziario avanzato", non è che in Italia quando costruisci un viadotto e lo collaudi dopo una settimana crolla, eccetera.

      No, il problema è la "rendita". Per cui il programma del "partito-nazione" deve essere quello di abolire la proprietà privata, tranne ovviamente quella dei dirigenti che sono "brave persone" e di ridistribuire le risorse cosi recuperate con criteri di "giustizia sociale". In questo modo si "creano" le opportunità per i "giovani".

      Sarebbe abbastanza in linea con la proposta di Camusso di anticipare il pensionamento per "creare" posti di lavoro, se non fosse che i risparmi dei pensionati finiscono per costituire una "rendita" da espropriare per "creare" i posti di lavoro dei figli dei pensionati.

      A naso direi che si tratta di un paradosso rispetto alle leggi della fisica, un po' come la teoria dei "dotti economisti" secondo cui il Debito "crea" incremento del PIL, per cui ci si può indebitare all'infinito tanto il PIL cresce all'infinito più "n".

      Elimina
  4. Questo del youth bulge è una teoria che condivido. Può spiegare quello che sta avvenendo nel medio oriente dove l'esplosione demografica degli anni 70/80 ha portato alla massa critica di giovanbi che senza risorse e lavoro adeguato si rivolgono alle rivoluzioni e agli estremismi tipo Isis. La teoria della massa critica di giovani si può applicare anche alla storia recente: La prima guerra mondiale fu anche figlia del boom demografico della belle epoque, e su quell'abbrivio si arrivò anche alla rivoluzione russa e a porre le condizioni per la seconda guerra mondiale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima guerra mondiale e le battaglie con decine di migliaia di morti sono state proprio una reazione del sistema alla sovrappopolazione.
      Solo che non si può dire, visto che la hybris degli homo non accetta che per questa specie valgano ovvie considerazioni di sostenibilità, i limiti dell'ambiente che ne ospita i gruppi.

      Elimina
  5. si agobit la creazione degli esseri umani, anche attraverso l'utero di donne dove è stato fatto il lavaggio del cervello con teorie fasulle come nazismo comunismo islamismo etc, nasce sempre con il fine oppressivo e egemonico da parte di classi dirigenti che usano le bombe umane contro i loro nemici. La guerra verso un altro stato può essere non solo militare ma anche demografico e economico. Poi contano anche le risorse. Come ha giustamente detto Bagnai, il mondo è in una situazione di deflazione che sta colpendo tutti anche le classi dirigenti. La deflazione rende aspra la lotta per l'accapparamento delle risorse in una situazione anche di eccesso demografico. Ci sarà una terza deflagrazione mondiale che spazzerà buona parte della popolazione mondiale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > classi dirigenti che usano le bombe umane contro i loro nemici

      io non condivido questo approccio.
      Le classi dirigenti non sono di marziani, ma sono espressione della cultura, della popolazione, della nazione che le esprime.
      E' molto pericoloso l'approccio demnagogico /"grilliiano" /democraticistico ovvero pensare che siano solo le classi dirigenti responsabili.
      Vari studiosi, come Randers, hanno più volte evidenziato il problema della democrazia demagogica o della demagogia democratica (sul piano biologico, invence che antropocentrico, l'attitudine etologica della specie a scegliere strategie che risolvano i problemi nel minor tempo possibile e/o massimizzando l'utile a breve) come fattore chiave in gran parte delle peggiori scelte globali e locali in tutti i tempi.
      Solo che... una volta non lo si sapeva, ora si.

      La deflazione, come l'infazione, ha pro e contro.
      Dico che il piano economico/finanziario e l'aspetto monetaristico sono ininfluenti rispetto ad altri piani, come quello della crescita demografica tumorale e il bubbone giovanile che ne è effetto.

      Elimina
    2. UOMO LE CLASSI DIRIGENTI ODIANO IL LORO STESSO POPOLO, LE RELIGIONI O STRONZATE VARIE SONO SOLO IL PARAVENTO PER TENERE UNITO IL POPOLINO CON L'OPPIO IDEOLOGICO. LE classi dirigenti pensano solo ai soldi e interessi delle loro principali lobby. Il nazionalismo o cristianesimo fanatico ideologico è morto in Europa quando alle elite non serviva piu' e hanno abdicato per la globalizzazione, altra religione. I principi dell'arabia saudita sono tutt'altro che morigerati religiosi le loro figlie studiano in america senza velo e trombano chi vogliono, e per questo odiati anche dal popolo in un rapporto classi dirigenti-popolo simile al caso italiano. Li la situazione dura solom perchè i principi col petrolio mantengono il resto dellapopolazione finchè la cosa dura. Quando non durerà cosa imminente scoppierà la guerra civile

      Elimina
    3. la deflazione unita alla bomba demografica conduce inevitabilmente alla guerra mondiale cosa già successa con il 1929. Anzi maggiori bocche da famare con delle risorse diventate limitate per effetto della deflazione rende la competizione più aspra. La deflazione va bene solo per una popolazione anziana e in decremento come quella tedesca.

      Elimina
    4. http://www.ilprimatonazionale.it/esteri/servizi-segreti-austriaci-dipartimento-di-stato-usa-e-soros-finanziano-linvasione-delleuropa-29444/ leggiti Uomo e agobit cosa dice meyssan nelle ultime frasi

      Elimina
    5. sono i motivi dell'immigrazione

      Elimina
    6. per il decrescitismo ripeto è buono in un contesto di sostenibilità in buon rapporto con l'ambiente, con le risorse e con il resto dellam popolazione mondiale, qui invece è un altra forma di estrema violenza come il crescitismo. Le elite dopo aver gozzovigliato e devastato il continente ti stanno dicendo " abbiamo scherzato, contrordine boys riduciamoci" sempre per gli interessi delle stesse elite. crescite e decrescita non devono perdere di vista il fatto che vivi in un mondo che necessità di sostenibilità per vivere in armonia. I discorsi della decrescita li dovevamo fare 50 anni fa non oggi

      Elimina
    7. Sul mito "inflazione" ho già scritto Il tramonto dell'euro - 6: zia Infla e zia Occupa e
      Il tramonto dell'euro - 10: external compact. E' intelligente non scambiare i sintomi con le cause.

      I motivi delle migrazioni di massa sono molteplici e intrecciati tra loro.
      E' per quello, come per la crescita demografica, che è così diffiicile (e osteggiato) volerla prima combattere e poi debellarla.
      Sulle pagine della squadra di Ugo Bassi, è stata pubblicata di recente una
      pagina sui problemi diabolici (complessi) e su (apparenti) soluzioni diaboliche (semplcistiche).

      Ecco il collegamento all'articolo Servizi segreti austriaci: Usa e Soros finanziano l’invasione dell’Europa

      Questa è anche l'opinione di mio padre. In realtà, per un intervento di Max, sospetto che ci sia, oltre a quello cattolico e "comunista" un disegno anche massonico di disintegrazione europea.
      Io mi limiterei alle osservabili: quando hai chiesa cattolica e sinistra che da mane a sera sostengono in ogni modo l'invasione in corso, può essere anche divertente pensare a certi complotti, e quindi distrarsi.

      Elimina
    8. > I discorsi della decrescita li dovevamo fare 50 anni fa non oggi

      Per dirla in poche parole, ora è troppo tardi, siamo fottuti.
      Altro che rientro dolce... qui si progredisce a velocità sempre maggiore verso il collasso globale cruento.

      Elimina
    9. Io invece non mi limiterei alle osservabili, perché se fosse cosi non potresti osservare i batteri ad occhio nudo, quindi i batteri non esistono. E non ti verrebbe mai da inventare un microscopio perché tanto ci si deve limitare alle osservabili. Esempio di logica circolare vagamente medievale.

      C'è invece una obiezione evidente: quando si dice "USA" cosa si intende? Perché gli USA sono l'esempio migliore mai esistito dei difetti connaturati alla democrazia rappresentativa e in particolare il fatto che le cariche rappresentative si comprano e si vendono. Gli USA sono una nazione governata dalle famose "lobby", basti pensare al bilancio astronomico del conglomerato industriale degli armamenti. Non è nemmeno un caso che negli USA i rappresentanti eletti spesso e volentieri vengano assassinati e che ci sia una produzione a getto continuo di "conspiracy theories". E' la nazione che ha il sigillo massonico come simbolo nazionale e dove hanno inventato la figura dello stramboide con la stagnola in testa per non farsi leggere la mente dal governo.

      Inoltre, mi sembra ovvio che esista un legame tra le multinazionali americane e gli sceicchi, i quali controllano certe cose e ne finanziano/fomentano delle altre, con la CIA in mezzo che fa da tramite.

      Visto che ci dobbiamo limitare alle osservabili, allora concludiamo che gli USA si muovono a caso, spinti dal moto browniano.

      Elimina
    10. > i batteri ad occhio nudo, quindi i batteri non esistono

      No, il sillogismo è sbagliato.
      Perché i batteri sono osservabili, solo è necessario affinare e rendere più precisa l'osservazione della realtà.
      L'articolo indicato da Michele Giovannelli dà una spiegazione sulle lobby che avrebbero interesse al traffico di migranti, a partire da Soros, Rothschild.
      Ancora, non dico che non sia vero.
      Ma è sufficiente osservare le moltitudini di cooperanti, assistenti sociali, dirigenti di cooperative per la loro accoglienza a spese tue, il clero, politicanti, etc. che campano, lucrano, ottengono voti e/o potere di altro tipo lavorando al sostentamento, diffusione, aumento del problema.

      Gli USA seguono da sempre il Divide et Impera in modo da rimanere potenza egemone. Hanno fatto così in Kosovo contro la Serbia, fanno così in Ucraina contro Germania e Russia.
      L'Europa e in particolare l'asse Berlino - Mosca devono essere frammentati, disintegrati, indeboliti, etc.
      Ha logica molto chiara tutto questo.

      Elimina
    11. Anche l'immigrazione è osservabile, solo non leggendo il Manifesto o Famiglia Cristiana.

      Il tuo "è sufficiente" è ovviamente un paradosso, è come dire che è sufficiente osservare la febbre, senza andare a vedere se dipende dal colera o dal raffreddore. Il video dei bimbi "di colore" che cantano "bella ciao" mentre vengono ripresi come le scimmiette allo zoo, non è la malattia, è un sintomo, lungo una catena di sintomi.

      Anche sugli USA la tua valutazione è sbagliata. Il "divide et impera" è una tattica che si usa per sottomettere con risorse molto limitate un avversario potenzialmente molto più potente. Era il caso dei Romani in Gallia o in Germania e degli Spagnoli in America.

      Gli USA sono un impero che si può permettere di buttare risorse che nessun possibile avversario possiede e non hanno la necessità di applicare il "divide et impera". Il fatto che si muovano apparentemente a casaccio non significa che sia effettivamente a casaccio ma che la strategia complessiva ti sfugge, complice il fatto su cui non insisterò mai abbastanza, che tutta la "informazione" è artefatta.

      La questione è un'altra e cioè che siccome gli USA non sono un popolo, una etnia, non hanno una storia, non hanno degli antenati ma sono l'esempio più lapalissiano di una creazione artificiale, ex novo, la "politica" degli USA non si rifà a tradizioni o caratteri nazionali, non rappresenta nemmeno la gente che abita gli USA, al netto dei famosi "interessi degli Americani". Piuttosto, ci sono le lobby, alcune palesi e alcune occulte. E queste lobby necessariamente non sono DEGLI / NEGLI USA ma sono sovranazionali, globali.

      Quindi quando diciamo che "gli USA fanno xyz" in realtà dovremmo dire che le lobby che controllano l'apparato politico - economico - militare degli USA e dei popoli soggetti, "fanno qualcosa" di cui noi vediamo solo la punta dell'iceberg. Non perché lo dico io ma per definizione.

      Elimina
    12. Gli USA usano il Divide et Impera contro ogni altro stato e ciò viene affermato chiaramente, è di dominio pubblico.
      Ad esempio qui George Friedman, consigliere politico del Dipartimento di Stato.
      Anche gli altri paesani sono "partizionati" in gruppi che hanno interessi specifici spesso inconciliabile con quelli di tutti gli altri.

      Se fossi un moralista invece che dire che gli USA sono la diossina, direi che sono il demonio, il male.

      Elimina
    13. UomoCoso, secondo te G.F., consigliere politico di Pincopalla, ti viene a raccontare chi sono i suoi referenti, cioè a quali lobby risponde lui personalmente e risponde il Dipartimento di Stato? Ti viene a raccontare del "Piano"? Ripeto, gli USA sono il paese dove i presidenti e i senatori vengono ammazzati dai cecchini che sparano dai palazzi o da "folli" vestiti da cameriere.

      Oltre la contraddizione meccanica del "divide et impera" rispetto alla costruzione di fanta-armamenti che costano più del doppio del loro peso in oro, c'è il fatto che dicevo altrove che gli USA non sono una Nazione nel senso europeo del termine e che le istituzioni americane NON rappresentano un Popolo, cioè una etnia ma rispondono semplicemente a dei finanziatori.

      Se esiste un divide et impera, che ripeto non è necessario, questa è la strategia delle lobby sovranazionali che INCIDENTALMENTE si servono degli apparati statunitensi ma che NON SONO nativi degli USA, cioè non hanno nessun legame con gli USA come geografia e come popolazione.

      Con questa affermazione e cioè dicendo che gli USA sono controllati da elite sovranazionali, sto dicendo che anche l'Italia è controllata dalle medesime elite, in quanto stato satellite, soggetto. Se Obama pigia un bottone Renzi salta all'indietro. E' come una multinazionale dove Obama è il manager di alto livello e Renzi è il capo di un ufficio periferico.

      Il divide et impera implica la possibilità potenziale che si incontri una opposizione, una resistenza. Non ne vedo traccia. Ma porca troia, l'Italia è una Nazione dove non solo si "accolgono" gli immigrati, qualsiasi ma dove si progetta di devolvere la sovranità nazionale a delle istituzioni sovra nazionali imprecisate. L'Italia è la Nazione che nega se stessa. Quale "divide et impera"?

      Elimina
    14. forse divide e d impera di Uomo in Cammino è relativo alla frammentazione della società all'interno in maschi contro donne, neri contro bianchi etc cosa che ha permesso alle elite di tenere buona la popolazione americana evitando di sviluppare una classe sociale di lavoratori unita nelle lotte come nel continente europeo o sud americano. Alla fine li le rivendicazioni sociali sono rivendicazioni razziali

      Elimina
    15. Il Divide et Impera è una strategia utilizzabile in svariati contesti nell'affrontare questioni di elevata complessità.
      Dalla geopolitica all'economia, dalla gestione dei processi alla gestione d'impresa, dall'ingegneria all'imperialismo.

      Le rivendicazioni sono sempre rivendicazioni per risorse.
      In alcuni casi c'è una costruzione, una superfetazione ideologica - scontri politici, ideologici, religiosi, etc - ma sono rivestimenti per conflitti sulle risorse.
      Ad esempio, se pensi alla presunta libertà religiosa: l'esibizione del velo (chador, nijab fino a forme più radicali) apparentemente sembra folklore religioso. In realtà esso è un simbolo per un divide et impera tra generi interni a islam e società misogine (risorsa femmine fattrici), poi un segno di egemionia (risorsa territorio da conquistare con un approccio numerico, quantitativo), etc. .

      Elimina
  6. interessante anche le conclusioni di jared nel libro collasso, dove parla del genocidio del ruanda come uno strumento di regolamento di conti interno mascherato da questioni etniche per riequilibrare le risorse del paese africano in relazione alla sua demografia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, in inglese, il capitolo 10 (parte del capitolo, mi sembra, il tomo di Jared Diamond in cui egli divulga i risultati di due ricercatori belgi, , Catherine Andre e Jean-Philippe Platteau, è a casa) in linea

      Malthus in Africa: Rwanda's Genocide

      Il piano antropocentrico viene smantellato con precisione e cura sistematica: gli stermini di massa in Ruanda avvennero per sovrappolazione (e bubbone, numerosi i casi studio citatii di giovani diventati criminali feroci perché non aveva alcuna prospettiva e della loro violenza, anche intergenerazionale (ad esempio uccisione dei padri per impossessarsi dei loro piccoli fondi / appezzamenti di terreno).

      Si sa tutto.
      Ma criminali oscurantisti come Bergoglio, come Boldrini, come la stessa Merkel e i suoi vaneggiamenti accoglientisti, come Lerner, come Parenzo, Vendola, Renzi, come Galantino, etc. divulgano alle masse i loro inquinamenti, le loro astrusità oscurantiste, invasate, antiscientifiche.
      Qui da Lorenzo una minuscola summa delle baggianate, delle stupidate propinate da questi criminali.

      Elimina
  7. Ecco, per non perdere voti il PD dovrebbe tornare al Comunismo, altrimenti noto come "nuove prospettive del centro sinistra".

    Viva il compagno Togliatti

    RispondiElimina
  8. Altro articolo interessante per i risvolti tecnologici che l'articolista ovviamente ignora e cioè come cavolo fanno questi a collegarsi in roaming da dovunque si trovino se UomoCoso non riesce stando in Italia?
    Fuggono dai Quattro Cavalieri dell'Apocalisse, poverini ma si portano dietro tutti i cavi?
    Che tipo di abbonamento avranno che gli permette il roaming ovunque, considerato che agli Italiani costa un occhio della testa?

    I fottuti profughi col furbofono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto più volte, il grosso degli invasori sono persone della media e piccola borghesia dei loro paesi che migra per aumentare il più velocemente possibile tenore di vita e prospettive.
      Qualcuno li chiama migranti economici.
      Tipo il laureato in medicina pachistano: piccola media borghesia del Pachistan, appunto.
      Finché non si entra nella logica di respingimenti sempre più duri alle frontiere e di rimpatri sistematici (impermeabili fuori, repellenti dentro) questi tenteranno di tutto pur di arrivare a centinaia di milioni qui.

      Terzomondisti, poverinisti, cattocomunisti, buonisti, etc, continuano a incraniarsi su una presunta migrazione di miseri che è ovviamente falsa. Qualsiasi filmato riprende giovani in buono stato, con ammennicoli tecnologici, monili, etc. che sbarcano da natanti o TIR.
      Solo che osservare questa realtà di borghesi migranti
      1 - pone ai sinistri il soliti crampi di stomaco sul fatto che esiste una borghesia anche nei paesi del secondo e terzo mondo
      2 .- rompe la mistica giustificazionista del "poverini sennç muoiono di stenti" con la quale una certa ideologia sostiene "moralmente" le migrazioni di massa.

      Tutti da rimpatriare a casa, dopo schedatura del DNA etc. etc. come ho scritto.
      Per la soluzione dei problemi rivolgersi al tuo papi e alla tua mami che ti hanno messo al mondo senza alcuna prospettiva anzi, con la volontà si scaricarti come problema sull'Europa a loro vantaggio.
      Vedi caso Kyenge, appuntto.

      Elimina
    2. UomoCoso, facciamo la tara che non saranno tutti uguali, ci sarà il poveraccio allo sbaraglio e il milionario con la servitù. Che siano "borghesi" non lo so, che già il termine mi provoca conati di vomito.

      Quello che so è che tecnicamente per portare in giro il furbofono devi adottare delle cautele per la sua fragilità, sia per gli urti che per le temperature, per ricaricarlo devi avere minimo un cavo se non un caricabatterie e una presa di corrente compatibile, per collegarti ad Internet devi essere all'interno di una cella di telefonia mobile, con una utenza che il provider del luogo riconosce e su cui applica una certa tariffa legata al traffico dati, oppure devi essere dentro il raggio di un hotspot wi-fi, ancora con una utenza abilitata.

      Come hai scritto tu stesso, è già un certo fastidio quando vai in vacanza e ti porti dietro il furbofono.

      La spiegazione non è che i "migranti" sono "borghesi" ma che ovviamente possono contare su una organizzazione logistica che gli mette a disposizione più o meno le stesse cose che hanno i turisti italiani o anche meglio. Oltre il trasporto, il vitto, l'alloggio, eventuale assistenza sanitaria, anche la connessione ad Internet.

      La logistica non appare magicamente appena tiri fuori dei soldi, deve pre-esistere, cioè qualcuno deve mettere in atto degli investimenti per predisporre la infrastruttura e poi eventualmente ottenere un ritorno quando questa infrastruttura viene concessa in uso.

      Elimina
    3. Se il termine borghesia ti infastidisce per il fatto che sia frequentemente usato dai marxisti, possiamo utilizzare "classe media".

      Elimina
    4. Non ho la più pallida idea di cosa significhi "classe media" applicato agli Africani o ai Mediorientali.

      Oltre il fatto, insisto, che se tu vai in vacanza a Riccione e sei "classe media", quando arrivi li non ti costruiscono l'albergo apposta, o l'albergo pre-esiste il tuo arrivo, oppure non c'è.

      Applicando questa logica ai "migranti", se escono di casa in ciabatte con un fagotto e dentro il fagotto c'è il furbofono, se vogliono usare il furbofono devono camminare in ciabatte attraverso regioni dove ci sono celle della telefonia mobile, dove il provider riconosce la loro sim, dove ci sono prese di corrente, dove non piove cosi il furbofono non si bagna, dove non batte il sole cosi il furbofono non si fonde, dove il fagotto non viene sbattuto sul fondo di un camion cosi il furbofono non si rompe e dove tutti i compagni di viaggio in ciabatte hanno un furbofono cosi non lo rubano.

      Hai visto che se tu vai in ciabatte in Sud Tirolo/Alto Adige, la connessione Internet non c'è, per cui se vuoi consultare Google Maps per andare in ciabatte a San Pietroburgo, devi ciabattare verso Bolzano.

      Elimina
    5. La logistica non appare magicamente appena tiri fuori dei soldi, deve pre-esistere, cioè qualcuno deve mettere in atto degli investimenti per predisporre la infrastruttura e poi eventualmente ottenere un ritorno quando questa infrastruttura viene concessa in uso.

      Una frase limpida nella sua verita': ricordiamocene.

      Elimina
  9. A riprova che la gente ha la testa infilata su per il culo, ecco un articolo spassoso:

    Vacanze in Iran

    RispondiElimina
  10. Giulia Innocenzi : " In Iran abbiamo cantato bella ciao la cosa più bella che potevamo fare"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ero andato alal fonte, come faccio quando posso, sulla pagina del suo diario, lasciando pure alcuni commenti.

      Ma non ho trovato menzione di "bella ciao".
      Gugglando ho trovato altrove un riferimento a 'sta roba.
      Ecco, l'Iran fa benissimo a difendersi da queto pattume sì global.
      Perché "Bella ciao" è diventato un inno dei si global marxisti e come tutti i sì global questi sono tra i problemi peggiori.

      Io sono molto chiaro: Iran viva nei modi persiani, l'Europa viva nei modi europei e tutti i mezzi possibili che evitano questo orribile smarmellamento sfrucugliato di tutto e il contrario di tutto sono non solo leciti ma massimamente auspicabili.

      Ecco due idiote invasate. Al posto del machismo molesto dei persiano, il fondamentalismo ideologico della sinistra.
      Siamo fottuti.

      Elimina
    2. UomoCoso, ti ricordi le due tizie "sequestrate" in Siria, forse, per le quali noi contribuenti abbiamo pagato un riscatto?

      La cosa assurda non è tanto che esistano due invasate che pensino di andare in una zona di guerra dove si combatte gente aliena con "regole" diverse dalle nostre ad "aiutare" non si sa bene chi, non si sa bene come. La cosa assurda non è che i nostri soldi siano andati in mano ai tagliatori di teste o a chissa chi altro, che non sapremo mai se la cosa era organizzata in partenza. La cosa assurda non è nemmeno che delle ragazze italiane vadano in giro a farsi ingravidare da gente "esotica" perché da più gusto di un impiegato di banca.

      La cosa assurda è che quando arriva la notizia del "sequestro" parte il coro de "sono la parte migliore dell'Italia". Ecco, queste altre tizie che vanno "in vacanza" in Iran sono sempre la "parte migliore dell'Italia", la parte che poi fa "cultura" e che a sua volta definisce quale sia la "parte migliore dell'Italia" in un meccanismo auto-referente.

      Ecco un esempio da manuale (prego notare sintassi e lessico):
      http://www.nuovaresistenza.org/2015/08/30/auschwitz-e-colpa-vostra-saverio-tommasi/

      Plotone di esecuzione per Lorenzo, uccisore di "uomini colorati".

      Elimina
    3. Io ho risposto a quel patetico o demento così

      "Il nazismo, bestie, il Male…
      Sei un altro predicatore invasato fuori dalla realtà, ostile dalla realtà, ai limiti della realtà per cui è del tutto ovvio, a parte gli invasati come te, che in Europa e in Italia non possono e non debbono arrivare 1G homo (perché i potenziali dimigrazione da Asia e Africa sono abbastanza prudenzialmente stimati in questo ordine di grandezza).
      Perdere i lumi della ragione, oscurantismo, litanie dogmatiche, caccia alle streghe, alle “bestie”.
      Sei uno della nuova casta di sacerdoti “le miei predicazioni applicate alle vostre vite”, fai il moralista con le accoglienze degli altri, sei uno scafista morale.
      Perché sono gli apologeti sì global come te che sono i primi responsabili, proprio perché ostili a metodi di contenimento e riduzione dello tsunami migratorio, delle vittime che questo comporta, una percentuale del flusso.
      Come i metodi pietosi, tu proponi di evitare la chirurgia per contrastare una patologia perché… questo e quello sono morti per complicanze sul piano dell’ anestesia.
      Appartieni al gruppo dei dementi invasati oscurantisti che stanno collaborando alla disintegrazione europea.
      Mandiamoli a casa tua, forse è meglio per ricondurti alla realtà.
      Non so se sei patetico o stupido, comunque parte del problema."

      Il commento, per il momento, appare.
      Questi sono dei folli e il loro linguaggio violento e da predicatori ne è il primo segno.

      Elimina
    4. Scritto di fretta e si capisce.

      Elimina
    5. Io non penserei mai di commentare un post scritto con una sintassi e un lessico che manifestano chiaramente un pensiero irrazionale, disturbato. Inoltre, come dicevo altrove, questo mi mette davanti al plotone di esecuzione senza processo, perché dovrei riconoscerlo come interlocutore?

      Elimina
    6. Io non sono sul faccialibro, altrimenti avrei scritto anche là dove questo speculatore invasato ha una sua casa.
      Se non serve al demente dirgli che è demente, forse ci sarà qualcuno che si renderà conto delle strampalate cose questa macchietta egoica scrive con veemenza.
      Certo che chi non vuol sentire, continuerà a non voler sentire.

      Elimina
    7. E' un po' peggio, io te lo dico ma tu non vuoi sentire. :)

      Per quella gente appena tu esprimi un dubbio ti qualifichi immediatamente come "il nemico" e in quanto tale non solo hai torto, sei una aberrazione insostenibile, devi essere eliminato dalla faccia della terra.

      Noterai che le espressioni che vengono usate oscillano tra la maledizione divina e la rivolta contadina, come se queste persone si trovassero sospese tra l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo, tra il vecchio rimbambito e l'infante, come se gli mancassero le mezze misure, il CONTATTO CON LA REALTA'.

      Il guaio non è che non vogliono ascoltare, è che nel loro cervello malcacato c'è l'idea che mettere in discussione i dogmi significherebbe mettere in discussione la propria esistenza fisica, dato che non avendo contatto con la realtà, sono in contatto con la non-realtà ma nello stesso tempo dal retrobottega una vocina gli dice che questa non-realtà è fragile come un vetro.

      Oppure, se sono nella terza categoria, recitano. Ma devono mantenersi nella parte, almeno in pubblico.

      Elimina
  11. Il nuovo piano per i profughi: il governo cerca 20mila alloggi

    Grafico distribuzione un anno

    Ma niente paura, sono una risorsa. Mica come la famiglia del mio condominio che non paga le spese e che si vedrà pignorare la casa, sono del colore sbagliato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo alla follia suicida e sadica estesa a tutto il paese.

      Elimina
  12. New Diet Taps into Innovative Idea to Help Dieters Lose 12-23 Pounds in Only 21 Days!

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.