sabato 8 agosto 2015

Ad ampio dominio

Mi viene da ridere. La chiamerò fontana dell'amore. Per quell'angolo di acqua cristallina e fredda, al bordo del bosco, su quella sella dolce dove iniziano i campi, ora riarsi in questo forno africano implacabile, sta diventando uno dei posti di piacere, di sensi, di grazia. Poi la seduzione non può che essere un corollario. Prima in quell'angolo di Provenza ora sfiorito, poi alla fontana. Questa volta con un po' più tempo.
Parole, racconti, narrazioni di vita, di piacere, di eventi, di sesso. Poi lo spazio per i corpi e i contrasti, morsi baci, freddo rovente, asciutto e bagnato, toccare e distanza, camminare e fermarsi.
_sketti. Già.
Mi ha raccontato di lei, delle sue cose birbine e audaci. Bella mora, fine, ad ampio dominio, colta, io la lovo di brutto. Mi chiedeva, poi, cosa voglio da lei, perché le piaceva sentire il mio desiderio,  v o r r e i e s s e r e t r a l e t u e g a m b e. Me lo ha detto, le piace il mio desiderio e come la seduco.
Mi ha detto che potrà essere solo, una condivisione fisica, di qualche momento, perché i suoi sentimenti sono per il suo uomo. Mi ha detto che teme che... io mi possa fare del male. Ma io non le ho detto che io continuo con _polfi e con ognuna che capiterà, magari stasera, che andiamo - mi ha anticipato _zzz - in un incredibile concentrazione di fiche bellissime con grazia e arte tanghera in Romagna.. Insomma, pure io ho i miei  sospesi, le mie omissioni efficaci. In quel momento esiste solo una donna al centro dell'universo, quella che posa gli occhi su di te, poi li chiude quando le sfiori il ventre e li metti le mani sui fianchi. Solo una donna. E io la faccio sentire centro del desiderio di tutto l'universo.
Ore di sensi, di tocchi, di baci di labbra, mani e tocchi, di acqua gelata, di profumo di lavanda. di sospiri, poi  son tornato a casa. Devo mettere in atto la disciplina per la vittoria. Ho messaggiato _polfi, non so se riusciremo a vederci, poi andrà in vacanza. _sketti dice no sentimenti? Beh, in effetti, no sentimenti, solo gioco e piacere. Vorrei essere pure tra le gambe di _polfi che mi manda pensieri carini, anche ella poco tempo vita piena e già con il "suo" nuovo uomo. Penso che _polfi sia nella fase di fascinazione che colpisce spesso i/le tangher* pricipianti, anche io mi ero preso alcune cotte, ad esempio con _ara batticuore. E sì che sono solo poco più che all'inizio, 'sta roba qui io non me l'aspettavo proprio.

_sketti. Ha posto dei limiti. Bene. Io allora dirado la pressione seduttiva. Dopo qualche ora... ecco che mi arriva sempre un suo segnale. E io prendo rispondo con un bicchiere di benzina sul suo fuoco.
Ieri ha raccontato molto più lei di me. Che io ascoltavo e la sfioravo, di baci sul collo, di tocchi e di occhi. Mi ha raccontato cose sue assai audaci. Sentiva la mia ammirazione e il mio sostegno morale che la portavano a confidarsi.
Figlia e compagno/marito che se ne sono andati via, per la sera, mi ha fatto la sorpresa: ho un po' di tempo in più. E così dietrofront e di nuovo in un posto di amici contadini di porcelli e gusti destabilizzanti, cose semplici e poi un vino rosso che si è rivelato molesto, questanottechehodormito pocoemale, solfitano anche i rossi ora?
Stavano scendendo, aria fresca, su braccia, nei capelli, sotto le stelle, mi ha preso e mi ha baciato ancora, sulla bocca. Questa volta lei, non io, a volerlo. Sulla bocca. Lasciarle la decisione, lo spazio, come ariete che decide e carica quando ha deciso.
Alla foto della luna sul mare della costa dei cedri non mi aveva risposto.
Sono altre gli apriti sesamo per l'ampio dominio.

Mi annoto ciò che le piace molto
  • i baci sul collo
  • tutto ciò che coccola i suoi piedi
  • gli sguardi audaci
  • la missionaria
  • ciò che alimenta la sua curiosità
  • i massaggi
Chiudeva gli occhi quando le mie mani la massaggiavano, delicatamente, con forza e delicatamente. Diventa bambina e così adulta e femminile.


(autoresconosciuto)

60 commenti:

  1. UomoCoso, non avertela a male ma io non avrei mail il coraggio di dire o di scrivere e la tolleranza necessaria ad ascoltare (come vedi nemmeno a leggere) una corbelleria come:

    "Mi ha detto che potrà essere solo, una condivisione fisica, di qualche momento, perché i suoi sentimenti sono per il suo uomo. "

    Eppure tu esisti e lei esiste ed esiste anche il "suo uomo".

    RispondiElimina
  2. ma...che dirti.... tutto può essere, tutto può succedere, quello che oggi sembra assurdità domani potrebbe diventare normalità, ciò che vale oggi non vale domani ecc..... non sono frasi fatte le mie anche se sembra.... come si può giudicare da un post...la prima lettura è che ci sia tanta asimmetria, e di base è una cosa che mi dà fastidio. ma poi ci penso e dico....ma quando mai io sono stato simmetrico nel mio rapporto con le donne? sarà almeno 15 anni che non è più così. parlo forse più a me che a te quindi, non si può commentare un qualcosa attraverso poche righe.... ecco, forse io indagherei su quali siano i sentimenti delle due fanciulle verso il loro uomo. parlo di amore, di affetto, di complicità. credimi, credo che sia la cosa più importante da decifrare.

    RispondiElimina
  3. Francesco, mi presti la tua che ci faccio un giro e poi te la riporto, lavata e col pieno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se le fanciulle si prestano alle attenzioni di uomo tanto contente non saranno del loro menage

      Elimina
    2. Questo contraddice il concetto de "sentimenti per il suo uomo". Oppure, diciamo che introduce la separazione tra "sesso" e "sentimenti", una cosa di cui da sempre siamo accusati noi maschi infingardi e traditori per natura.

      In ogni caso io stavo dicendo una cosa diversa, non che la tua donna mi "presti attenzione" e la cosa rimane tra noi per cui te non sai niente e devi solo piegarti un po' quando passi sotto le porte ma che tu condividi la tua donna con me consapevolmente, contando sul fatto che comunque lei torni da te perché sei il "suo uomo".

      Bah, la logica conseguenza è la abolizione di qualsiasi finzione di "coppia" se non un concetto generico di convivenza per comodità logistiche.

      Elimina
    3. Su questo ultimo non si discute. Pur tollerando quasi ogni orientamento e attitudine sessuale lo scambismo e il cuckoldismo sono pratiche per me inconcepibili

      Elimina
    4. Dice Fra: "Se le fanciulle si prestano alle attenzioni di uomo, tanto contente non saranno del loro menage"
      Il succo è questo. Contenta non è. Altrimenti, non ci sarebbe posto per altro.

      Elimina
    5. Vedi perché mi girano.
      Chi lo dice che dentro la signora in questione c'è posto per uno solo alla volta?
      Comunque, io mia moglie o la mia fidanzata a ballare il tango con uomocoso non ce la manderei, perché lo scopo del tango non è risolvere delle equazioni.

      Elimina
    6. Beh, certo, perché tu "mandi" o non "mandi" una donna, come fosse un cagnolino. Pazzesco, e poi sento critiche ai paesi arabi, sento affinità con Austria...Ma facci il piacere. A proposito, ma "hai" una donna oppure è tutto nel tuo immaginario ipotetico?

      Dai, esci dalla stanzetta, almeno in estate, su. Spegni il PC, che fuori c'è il sole, la gente si incontra, parla, vive...

      Elimina
    7. Pensa alla tua, coglione.

      Elimina
    8. Ah poi sei cosi scemo che non ti rendi conto della auto-ironia involontaria insita nel "la gente si incontra, parla, vive", che è esattamente quello di cui si parla. Le mogli di qualcun altro incontrano UomoCoso al tango e parlano e vivono.

      Elimina
    9. Appunto, che ho detto io, sai leggere?
      Stai a parlare degli altri, ma tu, faresti meglio a uscire un po', dai. Mi sembra una cosa piuttosto obiettiva, non te la prendere, su...

      Elimina
    10. x gioia:
      Ieri avevo risposto a Francesco: la questione è che puoi volere molto bene al partner ma dopo qualche anno... diventa un fratello o una sorella.
      Quindi che si fa!?

      x Lorenzo:
      > Comunque, io mia moglie o la mia fidanzata a ballare il tango
      Stante il fatto che bisogna vedere se la tua fidanzata potrebbe accettare una cosa del genere.
      _ara batticuore mi diceva che ella - come altre tanghere - non lascerebbe andare in milonga il proprio uomo da solo.
      Sono ragionamenti piuttosto limitati perché il partner non è un coso/cosa a tuo comando e tantomeno, nel caso sia insoddisfatto e/o abbia voglia di un divertimento, di una fuga/avventura sessuale, otterrebbe quanto desidera al supermercato, in ufficio, in trasferta di lavoro.
      A questo punto bisogna ridursi alla abominevole gestione dei merdislamici che, appunto, considerando le femmine delle cose di loro proprietà, le scafandrano e le segregano in casa e le fanno andare in giro solo un paio di passi indietro sotto controllo del proprietario, padre, marito o fratello.
      Ma perché non si prendono una bambola di plastica? Almeno quando vogliono svuotarsi i coglioni non devono avere a casa una roba che rompe loro, che c'ha le mestruazioni, che parla, etc.
      La vicinanza della tua (provocazione?) ideologica con quegli idioti, Lorenzo, non mi piace affatto.

      Elimina
    11. UomoCoso, facciamo il punto:
      1. I rituali come il tango servono a fare incontrare uomini e donne.
      2. Gli uomini e le donne non sono costretti a fidanzarsi o a sposarsi ma quando lo fanno accettano e sottoscrivono un accordo che prevede la "fedeltà" reciproca.
      3. Quando uno dei due o entrambe le parti sono "insoddisfatte" dell'accordo, possono scioglierlo e in quella maniera essere "liberi" dall'obbligo di fedeltà reciproca.
      4. Se un uomo o una donna partecipano ad un rituale che serve a fare incontrare uomini e donne OVVIAMENTE lo fa perché è "insoddisfatto/a" MA, invece di sciogliere preventivamente l'accordo con gli obblighi derivanti, per comodità preferisce impostare una finzione, quella della innocua "distrazione" rispetto alla "normalità", che non è innocua, non è una distrazione e non esiste la normalità.

      La "tanghera" non ha la possibilità fisica di restringere i movimenti del "proprio uomo", quello che può fare è seguire il mio ragionamento e concludere che SE tango ALLORA non esiste più il vincolo di fedeltà reciproca. Quindi ci si trova nella condizione BANALE de "o me o il tango".

      Che non ti piaccia, me ne frego.

      Elimina
    12. Io sto scrivendo cose ovvie e banali, sottolineo che non mi interessa se poi Tizio va con Maria, con Caio o qualsiasi cosa. Dico invece che qui si sta spacciando l'ipocrisia e l'aggiramento delle responsabilità come arte, spiritualità, sentimento, libertà, bla bla, fanfaluche.

      Elimina
  4. La condivisione di anime può coincidere con quella fisica.. non ti stupire Lorenzo.. ritieni corbelleria una sensazione non ancora provata.. un intersecarsi di diversi piani temporali che ai troppo razionali sfuggono per forza..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma smettiamola con i romanzetti rosa.
      Cosa significa che una persona è il "tuo uomo/donna"? Cosa significa che è "tuo"?

      Ci sono due significati possibili, il primo è quello che si usa per gli oggetti, cioè una cosa è tua perché ne disponi. Il secondo è quello che si usa con le persone e cioè che una persona è tua perché ha concordato un impegno di fedeltà reciproca, che esclude gli altri.

      Certo, come scrivevo sopra possiamo introdurre il concetto di "tuo - labile", con le cose possiamo fare l'esempio del software dato con "licenza di uso", con le persone abbiamo una idea di "mi appartiene" che riguarda certi aspetti logistici e di convenienza, tipo "Il mio compagno di stanza".

      Il concetto di "razionale" mi fa vieppiù ridere. Un conto è che, come è successo ieri notte, un insetto di piomba addosso mentre sei nel dormiveglia e tu salti per aria. Non hai il tempo di ragionare. Un altro conto è mettere in piedi una tresca con qualcuno, prendere appuntamenti, organizzare gli impegni familiari, imbastire magari scuse e menzogne. Il tempo di ragionare ce l'hai eccome e se sei "capace di intendere e di volere" significa che lo fai di proposito e ne porti i meriti e le colpe.

      Elimina
    2. A margine, un marito che manda la moglie al tango, cosi si mette tutta in tiro e passa le serate a strofinarsi con altri, non si fa venire nessun dubbio perché ha abboccato alla altra balla che il tango è arte?

      Elimina
    3. x Francesco:
      Situazione asimmetrica ma io vorrei non lo fosse troppo.
      _sketti mi ha appena chiesto quante tanghere ho cacciato ieri.
      Il fatto è che dopo alcuni anni la libido che era ciò che mise insieme la coppia e "fonte" di erotismo, svanisce.
      Quindi il/la partner diventa amic*. Che si fa con l'eros?
      Non è che non siano contente del partner è che è via via diventato... più fratello.
      La Perel e altri sessuologhi hanno constatato l'ovvio ovvero il grande problema che la vox populi conosce e afferma da sempre.

      x Lorenzo:
      La coppia monogamica esclusiva e "nucleare" (isolata) è 'na roba modernista. La fedeltà esclusiva e per un numero di anni così elevato non è mai esistita.
      Quindi o la apri un po' o si sfascia. L'esclusività che non sia nella fase dell'innamoramento è contro natura. Le culture hanno cercato di inventarsi ogni stratagemma per.imporla con risultati scarsi.
      Quindi o facciamo nell'eros come fanno i tuoi amici comunisti e imponi una morale fuori dalla realtà con i risultati noti oppuri governi la natura umana senza volerla stravolgere.
      Lì dove l'ingerenza del capitale / patrimonio è stata più forte (v. aristocrazia) l'eros è SEMPRE stato meno chiuso. Vedi la storia fino al caso più clamoroso dei cicisbei nel XVIII secolo.
      La "corbelleria" è ciò che è sempre esistito in nobiltà, borghesia e altri parti della società: ho una posizione/stato di famiglia ufficiale e una reale.
      Ho un marito/moglie e un(a) o più amanti/tromamic*/concubin*.
      Realtà corbelleria?

      Elimina
    4. UomoCoso, forse pensi di parlare con un "gasista".

      Io non discuto i comportamenti della gente, non me ne frega una emerita mazza se tizio fornica con una, dieci, cento mogli di altri tizi o se lo fa con altri tizi o con bestie, vegetali o minerali.

      Quello che discuto sono le frottole che mi racconti, che forse sono frottole che qualcuno racconta a te e che tu mi riporti, cioè tutta la manfrina del

      "potrà essere solo, una condivisione fisica, di qualche momento, perché i suoi sentimenti"

      In quanto NON ESISTE NESSUN SENTIMENTO, non esiste nessuna metafisica ne nei giochi che sono raggruppati alla voce "sesso", ne nel legame di "coppia" tra TIzia e il "suo uomo".

      Quello che fai, fate, fanno, è qualcosa di pianificato e che ha solo dei limiti pratici, meccanici, legati alle masse, alle velocità e al tempo.

      Io lo so benissimo perché uomini e donne si incontrano, sei tu che mi martelli gli zebedei con questa mistica del tango che è solo finzione. Alla finzione generale, relativamente innocua, abbiamo adesso aggiunto la finzione dei rapporti innescati tra Lei, Lui, l'Altro, che appunto perché esiste dai tempi dell'Iliade, ha abbastanza scassato.

      Elimina
    5. Aggiunta: bisogna che ci intendiamo sul termine "sentimento". Io ho caldo, non ne posso più. E' un sentimento? Avrei voglia di un ghiacciolo al limone, è un sentimento? Se esco e vado alla Coop a comprare una scatola di 10 ghiaccioli assortiti, sto dando corpo ai miei sentimenti?

      Ecco, se operi una semplice sostituzione delle parole, riporti la condizione "caldo-ghiacciolo" alla tua/sua/vostra/loro/nostra.

      Elimina
    6. Se un partner ti diventa fratello cerca la causa che quello è solo un effetto

      Elimina
    7. Più che un fratello, che è un legame di sangue, diventa un gatto.

      Elimina
    8. x Lorenzo:
      Quello che facciamo? faremo? vorremmo fare? è un'avventura erotica.
      Molto semplice. L'eros è composto da varie parti, alcune più altre meno forti, a seconda dell'avvenimento/tipo di relazione.
      Non capisco tutto il tentativo di tempesta nel bicchier d'acqua.
      _sketti mi ha detto, con una metafora: ho una relazione ufficiale e in quella ci sono sentimenti e altro. Con te ci può essere una avventura o una roba "altra".
      Espresso così si capisce?

      x Francesco:
      > Se un partner ti diventa fratello cerca la causa che quello è solo un effetto
      La perdita della libido (e di ciò che questo determina) dopo un opportuno tempo è il problema n° 1 in tutto il mondo. Puoi leggere mille mila opere, documenti, articoli, libri etc. da parte di sessuologi, consulenti, psicologi, etc. interpellati quando le coppie scoppiano.
      Quali le cause?
      Oh, molteplici.
      Non ultima che dopo anni, il tuo partner diventa talmente noto che non c'è più alterità, mistero, novità.
      Prendi il tuo piatto prefererito e inizia a mangiarlo per giorni e giorni.
      Osserva cosa succede.
      Vorresti un piatto di spaghi aglio olio e peperoncino? una cotoletta alla milanese? Oh, cerca pure la causa, quello è solo un effetto. ;)

      Elimina
    9. Espresso cosi si capisce esattamente tanto quanto si capiva prima. Nonna Papera può dire qualsiasi cosa, non significa che siccome la dice, la cosa abbia senso.

      QUANDO "avventura" ALLORA cessa "relazione ufficiale".

      Oppure, se vogliamo sottilizzare, quando "avventura" allora nella "relazione ufficiale" c'è almeno una persona che ha la faccia di tolla di tradire come se nulla fosse e poi tornare a casa e inventarsi qualche balla. Io con una persona del genere non voglio avere a che fare, ognuno decide per se.

      Elimina
    10. Lorenzo, qui si aprono intere biblioteche di studi, trattati e saggi sui rapporti tra eros, cultura, biologia, potere e sociologia.
      Per quanto riguarda _sketti essa è silente da quando è andata in Cina ed è probabile che questa pausa di quasi un mese nei nostri rapporti raffreddi molto "il ferro".
      Da quanto ho capito ella e il suo compagno hanno lavorato sulla non-(così stretta) chiusura della loro coppia.
      Come osservano gli Zadra molte coppie evitano accuratamente di negoziare e di stabilire un contratto (preciso) sulla forma della relazione erotica e poi tradiscono. Essi osservano che ciò ha bilanci decisamente negativi a medio e lungo terrmine.
      Ma, con cinismo, osservo che anche la monogamia stretta ha, statisticamente, bilanci fallimentari per un numero sempre più elevato di persone.

      Elimina
  5. Sarà che sono troppo all'antica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...fontana dell'amore o fontana delle corna?

      Elimina
    2. Queste cose sono molto antiche.
      Non citerò Pederiali ma... nella località da cui scrivo, al confine tra Emilia e Romagna fu pubblicato un libro in dialetto che testimoniava la vita popolare, rurale nei primi lustri del secolo scorso e buona parte del libro narra di tresche di ogni tipo.
      Ciò era piccola parte rispetto a quanto succedeva tra i nobili (padroni).
      Una delle realtà attinenti l'eros viene proprio definita "la più antica del mondo".
      Fontana del piacere, direi.
      Questa è l'unica cosa osservabile che c'è stata. Le corna, penso, quando c'è stata anche la trombata. Quindi, per il.momento, sono poco più che protuberanze (presente i vitellini?).

      Elimina
    3. C'è gente che s'è vista appioppare una sentenza di separazione con addebito per qualche contatto via e-mail o chat, per dire. Comunque, non sono affari miei e puoi tranquillamente considerare i miei interventi su questo tema come "fuori luogo".

      Elimina
    4. MrCoso, se UomoCoso fosse coerente ti dovrebbe dire che tutte le leggi vigenti che derivano dal nostro retaggio patriarcale dovrebbero essere abolite per essere sostituite da un sistema più "liberale" dove tutti gli individui sono indifferentemente uguali e hanno o non hanno gli stessi diritti e doveri.

      Ma UomoCoso coerente non è, quindi goto Pippo.

      Pippo - c'è una ragione se qui siete tutti più o meno "anonimi". Evidentemente ritenete che le cose che scrivete non devono essere associate alla vostra persona e a quelle che vi stanno attorno. Di solito chi si travisa con una maschera lo fa perché teme il giudizio altrui sulle proprie azioni.

      Elimina
    5. A cosa serve un goto se passi alla riga immediatamente successiva? :) Eppoi, non lo sai che è considerato un costrutto obsoleto, ormai deprecato in tutta la manualistica? Cacca, puzza, butta via! :D

      Elimina
    6. x MrKeySmasher:
      Apprezzo sempre i tuoi interventi arguti.
      In questo posto non è il farsi o non farsi i fatti propri o altrui la questione ma di farlo in modo intelligente.
      Sì, il "tradimento" (rispetto a quali patti?) può avvenire anche sul piano dell'agapè, non solo su quello fisico.
      Bellissima la filastrocca sulla cacca! :))

      x Lorenzo:
      E' ovvio che io sia liberale e libertario anche nell'eros e nella sociologia dell'eros.
      Non capisco quale sia l'incoerenza. I greci, alcuni millenni fa, avevano, nella loro teologia, pienamente appreso e raffigurata la dimensione caotica, sovversiva dell'eros.
      Gli individui non sono affatto uguali ma la specie ha una etologia ben precisa e questo riguarda anche quanto attiene alla sfera erotica.
      In altre parole pulsioni, desideri, nevrosi, etc. sono comuni a tutte le categorie della popolazione, qualsiasi sia il criterio tassonomico o ovvero di definizione di quelle categorie.

      Io iniziai come anonimo perché A-Woman non voleva assolutamente che potesse trapelare qualcosa rispetto alla sua identità.
      Anche _sketti ci tiene molto a mantenere un basso profilo.
      Quindi è opportuno che non si possa (così direttamente ovvero facilmente) risalire alla mia identità.
      Peraltro, alcune cose "forti" in questioni tipo massmigrazionismo, politica etc. le scrivo con la mia identità in chiaro anche su alcuni mezzi locali.
      Ora, prima che ero in lista civica, mi ero ripromesso di non fare uscite radicali per rispettare una posizione comune.
      Quando il mio agire non determina effetti (subitanei, diretti) su altre persone scrivo anche in chiaro.

      Elimina
    7. La tua incoerenza è capillare.

      In questo caso, se esiste la "doppia morale" nelle relazioni di coppia, può esistere in qualsiasi aspetto della vita, quindi non puoi chiedere a nessuno di essere coerente, di assumersi delle responsabilità.

      Il concetti di "libertà" non è quello di "faccio quel cazzo che mi pare quando e come mi pare", tempo fa dicevo che la libertà esiste quando esiste la responsabilità, cioè è libero chi decide e paga il prezzo delle sue decisioni.

      Nello specifico, se uno vuole essere "sessualmente libero" deve decidere di non avere legami e pagare il prezzo che questo comporta.

      Elimina
    8. Il fatto di voler costituire una relazione non canonica con una donna pensi che non abbia dei costi?!
      Se fosse l'ideale senza costi e massima redditività sarebbero tutti amanti e/o trombamici. Invece ci sono persone che non hanno alcuna voglia di assumersi costi, difficoltà, rischi, rinunce che tutto questo comporta.

      > se uno vuole essere "sessualmente libero" deve decidere di non avere legami e pagare il prezzo che questo comporta

      Questa è la mia scelta da un po' di tempo.
      Ci sono anche persone che tradiscono, altre che negoziano e stabiliscano col partner forme a vario livello di apertura della coppia.
      Poi ci sono quelle che cercano di vivere una fedeltà completa e imperitura.
      Infine quelli che si danno alla cast(r)ità (con vari distinguo, qui).
      Queste quattro categorie di topologia della sessualità hanno pro e contro, costi e benefici.

      Elimina
    9. La relazione "non canonica" per sua natura è transitoria, altrimenti diventa "canonica", c'è un canone appena sotto e appena fuori da un altro canone.

      La relazione transitoria non cambia per natura se si tratta di mezzo, uno, dieci o cento "incontri" o se questi incontri vedono la posizione del missionario o qualcosa di più creativo. Si tratta invece di una relazione dove NON SI ASSUMONO IMPEGNI.

      Non c'è niente di male nel non assumere impegni o nell'assumere impegni. Invece diventa un problema, almeno per me, quando si fanno entrambe le cose nello stesso momento, perché o una o l'altra delle due cose, tutte e due insieme è impossibile.

      A me, lo ripeto, non importa cosa fai o fanno. Ognuno è adulto e vaccinato e risponde per se. Quello che mi fa commentare è il tentativo di creare una "poetica" dove non esiste.

      Elimina
    10. Semplifico: se come si diceva con Francesco lo scambismo è impensabile, ERGO io non sono disposto a condividere la moglie di un altro. Non solo, non voglio avere a che fare con una donna che è disposta ad essere condivisa tra "n" uomini.

      Chiaro che non è una Legge, come sopra, ognuno decide per se.

      Elimina
    11. canonico:
      1. Che corrisponde o è conforme a un determinato canone, a una norma fissata: stile, procedimento, modello c.; quindi regolare, legittimo
      (Treccani)

      La prima accezione è sulla norma e sulla regolarità, non sulla sua durata in tempo.

      > io non sono disposto a condividere la moglie di un altro
      E' una scelta del tutto legittima,che comporta pro e contro.

      Elimina
    12. Oddio UomoCoso, a volte veramente penso che dovrei fare come coi membri delle sette, dovrei metterti in una stanza e riprogrammarti.

      L'unica forma di relazione "non-canonica" è quella transitoria, tutte le altre sono "canoniche", ad oggi perfino il rapporto omosessuale è considerato "canonico", per non parlare delle banalissime "coppie di fatto".

      In origine esisteva un solo canone e tutti avevano ruoli ben definiti all'interno di ogni forma di relazione, filiale, genitoriale, parentale, amicale, politica, eccetera.

      Parallelamente allo sgretolamento della società per ridurre l'uomo a monade-feto, sullo stile di Matrix, il "canone" originario è stato svuotato di significato e se ne sono generati moltissimi altri come schegge.

      Quindi, come puoi constatare, il "matrimonio" ormai è una istituzione estremamente labile, cosi come i "ruoli" degli uomini e delle donne. Nello stesso tempo però ogni gesto viene ricondotto ad un "canone" di livello molto inferiore, nel senso che non si può essere veramente anti-convenzionali, si ricade comunque in un cliche ma nel farlo si assume una posa invece che una responsabilità, cosi nel secondo successivo si può passare ad un altro canone.

      La non-canonicità, l'unica possibile, consiste nel rimanere perennemente in transizione, per esempio il risibile concetto del "trombamico", di cui stiamo parlando qui. La parola stessa ti dice che si tratta di qualcosa sospeso nella transizione tra uno stato e un altro, ne carne ne pesce.

      Riguardo le scelte, lo dicevo anche io e l'ho ripetuto alla nausea che ognuno decide per se. Ma ripeto anche che le scelte non sono equivalenti o meglio, che non si può spacciare una cosa per un'altra.

      Elimina
    13. Prego notare la componente "liberatoria" dello stato transitorio, cioè del fatto che nel "trombamico" non c'è nessuna traccia di impegni e di responsabilità.

      Lasciamo perdere il fatto ovvio che si tratta di un tratto infantile, che esiste in una società appositamente "infantilizzata".

      Consideriamo invece il "valore" di una relazione "trombamicale". Praticamente sta alla prostituzione come il baratto sta al commercio.

      Elimina
  6. Ohi ragazzi ma vi siete azzuffati oggi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capita quando mi si vuole vendere la cacca come cioccolato svizzero.

      Elimina
  7. Non mi sono soffermata sui commenti sopra, troppi.
    Ma il mio pessimo consiglio, che denota anche la mia scarsa attitudine alla monogamia è... "stacce!", come si dice a Roma.

    Sono praticamente incapace di resistere ad una forte attrazione fisica e quindi ti dico di godertela, anche per poco. Mi sembra un'ottima cosa che lei voglia darti solo "condivisione fisica".

    Appresto, Uomo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante a questo punta sarebbe sapere se lo dici anche a quelli con cui ti accompagni, che sei incapace di resistere.

      Elimina
    2. Buon onomastico Lorenzo :D

      Elimina
    3. Mi unisco agli auguri a Lorenzo di buon onomastico ;-)

      Elimina
    4. > stacce!
      Come scrivevo ieri a _sketti, il problema non il mio desiderio, la mia concupiscenza, ma il suo.
      In altre parole per essere tra le sue gambe, come mi_piacerebbe_a_me, ci vuole pure il suo di stacce!, il mio non è sufficiente.

      Elimina
    5. Massì che ci sta
      Non ti avrebbe neppure fatto avvicinare tanto, altrimenti

      Elimina
    6. Ma figurati. Alle donne piacciono chi sbava per loro ma non per questo allargano le cosce

      Elimina
    7. Ecco,Francesco ha indicato in modo chiaro una parte del mondo femminile.
      Essere desiderate, coccolate, sbavate ma... non darla.
      Come si chiamano? Gatte morte.
      Io ho conosciuto un paio di maschi che si sono zerbinati oltre ogni immaginabile limite.

      Elimina
    8. Gatte morte che è diverso da figa di legno

      Elimina
    9. Uffa.....................
      ce ne avrei da dire su questi argomenti, ma poi scenderei troppo sul personale.

      Ma.... per la legge del contrappasso l'unico uomo *corretto* è capitato a me ;((((((((((

      Elimina
    10. Ma ti mica sei gatta morta o figa di legno

      Elimina
    11. Pippa, io fino a qualche anno fa ero estremamente corretto in ambito "di relazioni con le donne".
      Un vero e proprio coglione ingessato in cattomoralismi castratori.
      Col tempo poi uno si disinquina.

      Elimina
    12. Che tradotto in "veritese" suona col tempo uno si fa i cazzi suoi e chissene di tutti gli altri.

      Elimina
    13. Essenzialmente sì, farmi i cazzi miei (l'espressione non è così.. metaforica).
      Ovvero, emanciparsi dal proprio rinunciare alla competizione che favorisce il prossimo e relativi espansionismi egoici.
      Porgi l'altra guancia ovvero non desiderare quella donna (d'altri) un par di cazzi.

      Elimina
  8. Ciao, volevo dirti che mi piace come scrivi, in particolare esprimi in modo "leggero" i tuoi pensieri, complimenti.. Blog interessante ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Laura.
      Se vorrai svelarci un luogo dove tu scrivi, un tuo diario, farai cosa gradita.

      Elimina
    2. Ho preso spunto dal suo commento, ho iniziato a scrivere, e' gia' da molto che ci pensavo..se avra' voglia di leggere il blog, lo trova sul mio profilo.
      Buona giornata.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.