giovedì 10 marzo 2016

Lo stallo

Domenica è venuto a trovarmi __ele, caro amico, ebreo, ora lavora a Cambridge, con sua madre che vive qui, _ina, sua figlia e un'amica della madre.
Tempo piovoso, invernale, meraviglioso per starsene in casa con del buon cibo, buon bere (_ele ha portato una gran bottiglia di merlot che stava troppo bene coi due cotechini artigianali che avevo preparato) e un fuoco allegro.
_ele e sua madre sono ebrei e di “sinistra” (Lorenzo non me ne voglia) nel senso che capiscono che non il comunismo non ha alcun senso ma … vorrebbero tante cose comuniste, marxiste, etc. . _ele va a fare il volontario a Calais, alla Jungla e la discussione si è abbastanza accesa quando io ho espresso molto chiaramente le mie posizioni localiste, identitarie, quindi ferocemente anti massmigrazioniste e che quel problema si risolve con i rimpatri. Altro che assistenza, ci vogliono rimpatri e certo non è operazione di te e pasticcini. Ho dovuto ricordare come la loro nazione deve usare maniere forti ogni giorno per mantenere integrità e sicurezza. Ma non era di questo che volevo parlare.
Cime dicevo con loro è venuta _snetti che insegna feldenkreis e una danza assai particolare (troppo di nicchia per citarla, diciamo una danza che ha inventato uno dei pensatori a cui guardava Osho) alla madre. Una persona interessante. E' stata una delle pioniere del tango in regione, quasi venti anni fa.
Abbiamo passato tutto un pomeriggio, ore che sono andate veloci, siamo stati bene in cinque. 
Ma di _snetti che ieri sera mi hai mailato e mandato il suo numero di cellulare, non mi interessa granché. Perché? Non mi acchiappa fisicamente. Perché non mi acchiappa fisicamente anche se è una donna interessante,anche un poco gradevole?
E qui veniamo al punto. E' un bel po' di tempo che mi osservo. Cosa combino e cosa non combino.
Insomma, io sto guardando e puntando a donne che... sono più giovani di me. E lo sono di, diciamo, di due o tre lustri.
Non funziona. Ovvero, non funziona più perché io non ho più la loro età o quell'intervallo di età.
Le mie coetanee mi attirano assai poco anche perché assai poche di loro si tengono bene e sono simpa e sono carine e ci puoi parlare e c'hanno un bel fisico e abitano vicine e non fumano e non sono mucche con la ciunga e sono more e fanno un po' di sport e … [lista troppo lunga, i sistemi a troppi vincoli non hanno soluzione]. Ma la questione, il checksum, è che sono attratto da donne più giovani. Sarà sconveniente, poco corretto ma sarei falso se lo negassi.
E' un po' come il mercato del lavoro, c'è troppa distanza offerta e domanda. Poiché vivo bene e sono felice – voragine erotico-sentimentale a parte – non ho stimoli per andare incontro a donne mie coetanee, molte delle quali si tengono assai poco bene (si apre un mondo qui, ma non ora). Sono in uno stallo, direi.

Se dovesse mai capitare, sicuramente diventerei anche io così ossess... .  Con tutto il carico di lussuria, sentimenti, coccole che ho accumulato altroché! [Nota, lo capisco benissimo perché ella, per me, è bella, bellissima].


("ombre et lumière, fétish rétro", redcharls)

84 commenti:

  1. Prima lasciami dire "benvenuto nel club". Vedrai che più tu invecchi più ti piacciono le donne giovani e ovviamente non ti piacciono le tue coetanee. SI, è un bel problema se non sei un miliardario.

    Riguardo la prima parte, tu sai che non condivido il tuo ecumenismo. Di più non dico per non incorrere nei soliti reati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > è un bel problema se non sei un miliardario
      Probabilmente intendevi milionario.
      Sì, le mie coetanee mi piacciono di meno, ultimamente.

      C'è un sacco di gente che ancora crede, Lorenzo.
      Renaud Camus parlava di sostituiti che credono che la "sostituzione" sia una cosa buona. Finché poi non la vivranno sulla loro pelle.

      Elimina
    2. UomoCoso, onestamente non so quanti zeri servano per frequentare donne che hanno la metà dei miei anni o meno.

      Non ho capito la seconda parte del tuo commento. C'è un sacco di gente... ma va? Abbiamo avuto una signora del Congo con l'incarico di Minostro all'Invasione e la stessa attualmente ci rappresenta al Parlamento europeo. I discorsi della signora Boldrini sulla necessità di abbandonare gli Stati nazionali li conosciamo.

      Fatto sta che io non spezzerei MAI il pane con nessuna delle tue, tu si.

      Elimina
  2. non so quanti anni tu abbia, presumo più di 50, cmq donne che sono e che vivono come e dove vorresti essere tu, sono per forza di cose cesse, perchè non hanno interesse a fare parte della schiera delle consumiste che si tengono su, che esige un costo(creme, parrucchiere, cerette, bell' intimo etc) che magari coltivano l' orto, però devono avare le mani curate, cucinare da dio, ma essere magre da fare schifo...come al solito sei incoerente.
    Cmq le giovani che, presumo tu intenda nella ventina, fumano altro chè se fumano, pochissime sono salutiste, mangiano da fare schifo e bevono peggio. La classe non è acqua, ed avere vent'anni o poco più, devi essere solo ricca e molto consumistica per aver appreso l'arte di bon vivre.Secondo me sono tutte scuse, sei in andropausa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > donne che sono e che vivono come e dove vorresti essere tu,

      Ma io non ho espresso il desiderio che debbano vivere al mio amato paesello. Diciamo in provincia.

      > cucinare da dio, ma essere magre
      IO cucino abbastanza bene E ho un fisico asciutto.
      Direi che le due cose non sono in contraddizione.

      > sei incoerente
      In parte sì, Esse.
      L'eros è spesso assai incoerente. Corpo e mente hanno direzioni assai diverse. Me ne accorgo spesso, ad esempio quando vedo delle belle invasore.

      > nella ventina
      No, io le intendo nella trentina-quarantina
      Le ventenni continuano a non attirarmi.

      L'andropausa tecnicamente inizia coll'inizio del calo del testosterone intorno ai trent'anni. Insomma, sono in andropausa da un po'.

      Elimina
  3. Buffamente ti piace la gnocca giovane. Altrettanto buffamente di fronte alla gnocca giovane anche il fatto sia parte degli invasori cade.
    Chissà perché non sono stupita da nessuna delle due.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alahambra, il sesso non ragiona colla testa.
      Non è caduta nulla visto che con le donne è molto che non accade alcunché, meno che meno invasore.

      Elimina
    2. Attenzione battaglione: qui non si parla di "sesso" ma si parla di attrazione o anche solo di "contemplazione del bello".

      Come dicevo sopra, più si invecchia e più si è attratti dalla giovinezza o dovrei dire dalla bellezza giovanile.

      A questo, siamo onesti, aggiungiamo la semplice constatazione che gli uomini e le donne invecchiano a velocità diverse. Si, esistono uomini panzoni, calvi, col triplo mento, eccetera ma mediamente, con un po' di attività fisica e alimentazione moderata, un uomo di 50 anni non è tanto diverso da se stesso a 40 o a 30 o a 20. Certe cose funzionano peggio, certe altre funzionano meglio, non corri come prima ma hai il senso della posizione. Viceversa, purtroppo una donna a 20 anni è molto molto molto diversa da se stessa a 50 anni. Certo, c'è tutta la "ricchezza interiore" ma si parla di altre cose.

      Il "sesso" di tutto questo è la parte finale, minore, ampiamente sopravvalutata e per certi versi anche sgradevole.

      Elimina
    3. Aggiungo che io comunque certi esemplari del "sociale" non li toccherei nemmeno con una pertica di tre metri, a prescindere dalla ipotetica avvenenza. Con UomoCoso invece non ci metterei la mano sul fuoco.

      Elimina
    4. Ottusi, benpensanti, moralisti, antifa e piccole menti scadenti prone allo scandalizzarsi evitino di continuare a leggere la verità che segue.

      Giovinezza, giovinezza, primavera di bellezza.

      Lorenzo, penso che sia irragionevole mettere la mano sul fuoco pure per se stessi, figuriamoci per altri.

      Elimina
    5. Per me non è irragionevole. In questo consiste il "valore" delle persone, cioè il fatto che tu possa o non possa mettere la mano sul fuoco. Solo che ce lo siamo dimenticato.

      Elimina
  4. Scusa, ma devo sottolineare un fatto assai semplice: anche tu sei una persona normale. Ti credi che vedere una certa ragazzotta diciassettenne ogni mattina alla fermata dell'autobus, quando passo per andare al lavoro, non mi faccia venire in mente niente? Però poi subentra il ragionamente e il senso del reale che ne consegue, uno si fa due conti e accetta con saggezza che al di là di un saluto e qualche chiacchiera cordiale non si va. E va bene così, perché di grattacapi ne ho avuti e ne ho più che a sufficienza, nell'arco della mia vita. Inoltre, c'è il fattore non secondario del rispetto che provo per la mia compagna, con la quale convivo da quasi vent'anni e che mai (già, anche avendone ipoteticamente l'occasione) mi sognerei di umiliare, sia pure a sua insaputa, con una tresca da ridicolo babbione. Mi vomiterei addosso, se dovessi farlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono libero, non accoppiato. Ma non penso che a livello istintivo cambi molto. Diciamo che a me piacciono un po' più mature. Certo, poi usiamo la testa ma, onestamente , non possiamo non osservare l'istinto.

      Elimina
    2. mrkeys etc. ..lei sa di avere pulsioni pedofile vero? e di averlo sceitto in una pagina web pubblica...è consapevole ? non credo.

      Elimina
    3. Si certo, parlando di "consapevolezza".

      Avere una "pulsione" e non metterla in atto è quello che ci rende uomini, adulti, cittadini. Si tratta della capacità di intendere e volere, solo quelli che non hanno questa consapevolezza e la volontà traducono direttamente ogni pulsione in azione e per questa ragione sono considerati subumani, minorati, non responsabili delle azioni che compiono.

      Con questa premessa, l'attrazione verso le ragazze appena sbocciate è una pulsione comune a tutti gli uomini, tanto che esiste copiosissima letteratura sull'argomento, sia antica che moderna.

      Elimina
    4. MKS parlava di una diciassettenne.
      Potrei sbagliarmi ma... un bambino passa dall'essere curato dal pediatra al medico di famiglia al raggiungimento di quindici anni.
      In ogni caso, Esse, MKS è stato limpido e onesto ed ineccepibile: ha osservato una pulsione, non l'ha attuata, non è salito su quel bus e ha stuprato la ragazza.
      Vale quel che osserva Lorenzo: esiste uno strato morale, etico per cui non attuiamo gran parte delle pulsioni istintuali.

      Elimina
    5. In effetti, S., il tuo commento mi lascia molto perplesso. Sai cosa? Lo trovo ben poco equilibrato, eccessivamente enfatico nella sua almeno apparente forma da "caccia alle streghe". Forse è così che, neppure troppo tempo da, nascevano tanti roghi anche dalle nostre parti.

      Vorrei aggiungere una cosa per UUIC.
      UUIC, sbaglierei a cogliere un parallelo tra il mio osservare le normali pulsioni interiori per poterne prendere atto razionalmente e dominarle, e il tuo atteggiamento nei confronti della violenza? Ricordo che più volte scrivesti che rifiutare d'accettare l'esistenza delle proprie pulsioni violente è il modo più diretto per rischiare di lasciarsi travolgere da eventi emotivi incontrollati, da esplosioni proprio di quella violenza che si vorrebbe esorcizzare col rifiuto.

      Elimina
    6. Assolutamente sì, MKS. Osservare, riconoscere, comprendere i propri lati oscuri, politicamente scorretti, istintivi.
      Diffidare da puritani, moralisti e pseudo puri del cazzo : sono i più corrotti.

      Elimina
    7. vede Mretc..il fatto che lei banalizzi questa sua pulsione verso le ragazzine, addirittura trovando normale esternarla al mondo, è il primo passo o forse rappresenta altri passi in altre sue vicende della vita, di cui ha perso il senso etico.Nessuna caccia alle streghe, solo che questo significa, per me, che sono atea e femminista, forse bigotta secondo lei ed uomo, che alla fin fine a furia di sminuire qui e lì, siamo arrivati a non riconoscere più quali sono i limiti. È poi ti capita la prostituzione dei Parioli di ragazzine e ci stupiamo di questi padri di famiglia, oppure due deficienti massacrano un ragazzo, e ci stupiamo della ferocia, attribuendo colpe alla cocaina, invece nasce solo dall' aver smarrito la bussola di esseri umani, che sono usciti dalle grotte e vivono o dovrebbero vivere in consessi civili.buina giornata

      Elimina
    8. O mostri sono sempre esistiti.
      Il male come ciò che è lontano dalla morale (e che spesso è un bene, da altri punti di vista, esiste.
      Il problema del pensiero occidentale e monoteista è il volerlo annullare. Non c'è luce se non ci sono ombre.
      Osservare e comprendere le proprie pulsioni è la via prima per governarle , gestirle, controllare. Questo è uno dei principi del tantra.

      Elimina
    9. S. semplicemente scrive di cose che sono sopra la sua portata, sia da un punto di vista filosofico che linguistico. Si tratta del ben noto fenomeno degli stereotipi ripetuti meccanicamente, espressioni roboanti, sintassi incerta, virgole e subordinate distribuite con l'innaffiatoio e sostanziale inconsapevolezza.

      Però, se ci si raggruppa in una certa categoria si parte dal presupposto di essere moralmente, culturalmente e intellettualmente superiori, cosa che consente di allargarsi oltre i propri limiti senza la minima incertezza.

      La tragedia è che questa gente poi, tra le tante altre cose, viene selezionata per insegnare nelle scuole e qui mi ricollego a tutta la mia letteratura sulla materia.

      Elimina
    10. Dai tutti in coro: "una mattina, mi son svegliato..."
      Problem solved.

      Elimina
    11. Tutte le sette e le religioni hanno i loro inni e credono di essere superiori agli altri. La cosa grottesca è un che i "sinistri" razzisti danno dei razzisti e altri scleri a tutti gli altri scleri"inferiori". Ihihih

      Elimina
    12. Mmm... non proprio.
      Il Cristo non ha promesso ne agli Ebrei ne agli altri qualcosa nel mondo immanente. Gli ha promesso la vita eterna nel mondo trascendente. Gli Ebrei lo condannarono come blasfemo proprio perché sedicente Messia che contrariamente alla loro tradizione non gli prometteva il dominio su tutte le genti (ironia della Storia rispetto ad altri Popoli col destino di dominatori).

      Questo è l'esatto contrario di come ragionano gli "zombie sinistri", i quali non credono che gli ultimi saranno i primi nell'aldilà, fanno il salto ulteriore e colossale affermando che gli ultimi sono (o devono essere) i primi nell'aldiqua, ora e adesso.

      Si tratta di una negazione della realtà al quadrato, perché mentre il punto debole da un punto di vista logico/razionale del Cristianesimo è solo nell'esistenza di Dio e nei pochi dogmi di fede, per i "sinistri" QUALSIASI cosa è un paradosso o una menzogna, non potendosi spostare nel trascendente, tutta la realtà deve essere artefatta, trasfigurata.

      Quando uno "zombie sinistro" usa una parola non si fa venire il dubbio del significato, la usa nell'esatto modo in cui è stato istruito. Per cui se per esempio dice "fascista" non si fa venire il dubbio di cosa significhi, assume semplicemente la "vulgata" e cioè "tutto quello che non appartiene agli "zombie sinistri".

      Questo perché il DUBBIO dello "zombie sinistro" non è pericoloso come per un cristiano, cioè non si dubita del trascendente che comunque per sua natura è inconoscibile, si dubita dell'immanente, cioè del reale e quindi, con un meccanismo di riflessione, della propria essenza, identità. Il dubbio per lo "zombie sinistro" è distruttivo al quadrato e interviene sulla identità personale, quindi è gente con cui non puoi assolutamente ragionare, non solo perché per la maggior parte non hanno gli strumenti ma perché sono condizionati a fuggire il dubbio. Qualsiasi cosa dicano sull'argomento è, coerentemente, paradosso e menzogna.

      Elimina
    13. Per una volta mi permetto d'essere più lapidario: in questo specifico caso (non ricordo altri suoi interventi, il che potrebbe essere significativo) ha capito Roma per toma e si è espressa come un infermo con urgente bisogno di TSO. Magari era solo in una delle sue giornate nere, può capitare.

      Elimina
  5. beh, come S, Alahambra e persino Lorenzo, in questo tuo post c'è molta incoerenza piuttosto che del politically uncorrect. comunque bisogna vedere cosa le trentenni/quarantenni pensano (e vogliono) di uomini della nostra età

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essere attratto da donne più giovani di me rispetto a cosa sarebbe incoerente?

      Elimina
    2. Mi piace 'sta Lakshmi e quindi sarei incoerente. Rispetto a cosa? Che non è italiana?

      Elimina
    3. potrebbe essere una bella profuga sbarcata da un barcone no? solo perché è ricca va bene, né più né meno di un calciatore di colore?

      Elimina
    4. Non l'ho apprezzata perché ricca ma perché bella. Non sono la stessa cosa (anche se sono correlate).
      Infine la dimensione estetica e quella etica (l'essere o meno invasori) sono ortogonali.
      Il fatto che un(a) tale entrato furtivamente in casa tua sia di bell'aspetto non cambia il crimine. Diciamo che se è femmina e bella tu, Francesco, potresti innamorarti etc. .

      Elimina
    5. No diciamo che non bisogna mettere UomoCoso di guardia al Muro Focese perché ai Persiani basta mandare una topa dai tratti levantini.

      Elimina
    6. Quanti uomini impeccabili, di potere, in posizioni strategiche hanno ceduto al fascino mortale di una meravigliosa, sexy, appaltatrice "morbida, tiepida e procurata"?!
      Per il momento resistono bene, ancora. ;)

      Elimina
    7. > appaltatrice
      -> ammaliatrice

      Eh, il furbofono ...

      Elimina
    8. Non fare di tutti gli uomini un UomoCoso... :)

      Elimina
  6. Beh ti sta capitando come molte donne che a una certa età guardano ragazzotti molto più piccoli di loro.
    Cosa dirti....il tutto va ad esperienza per capire davvero cos'è meglio per ognuno....
    Ma quanti anni hai ...... Non si chiede lo so , ma di solito alle donne però:P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella parla per te, che molte donne?? non mi piace chi si arroga il diritto di parlare a nome di tutte e comunque statisticamente sono una percentuale dell1% perché il toy boh se non sei qualcuno o hai molta grana non ti regge la cellulite...

      Elimina
    2. io non ho scritto tutte le donne, ma molte...
      e poi non serve essere qualcuno per avere un uomo giovane al fianco.

      Elimina
    3. allora il giovane in questione deve essere un disadattato...
      certo molte...ma de che ? invece è statisticamente provato che la maggioranza delle donne dopo una certa, fanno gruppo, si divertono tra loro, fanno viaggi, le bigotte seguono la chiesa, ma rimettersi a stirare camice e fare da mamme a disadattati, non risulta neanche nelle statiche del giornale di Belpiero.Poi certo esiste quel 1% vedi la barbara de rossi, che prima c'è cascata e poi adesso è in causa con il suo bel toy boy. Oppure quella politica corta abruzzese com quella mezza sega senza né arte né parte, si è piazzato, quella con la pensione di onorevole, onorevolmente gli darà un futuro. ma ripeto casi sporadici, di donne senza qualità.

      Elimina
    4. Esse, il fascino esercitato da persone più giovani, dopo una certa età, è egalitario, non solo per maschi. Non è solo biologia ma anche energia, psicologia e altro.
      In imponga osservo tanghere che ballano con tangheri così così più giovani o le mirada feroci di alcune donne verso dei segni"dancer boy".
      Ora le femmine hanno meno (re)pressioni morali , sociali e "culturali".

      Elimina
    5. > In imponga osservo tanghere che ballano con tangheri così così più giovani
      > o le mirada feroci di alcune donne verso dei segni"dancer boy".

      -> In milonga osservo tanghere che ballano con tangheri così così più giovani o le mirada feroci di alcune donne verso dei "dancer boy".

      Vista la mancanza di tempo, ho riesumato il furbofono per poter leggere e scrivere qualcosa in treno e... i risultati si vedono.
      Scusate per refusi ed errori dovuti al "distorsore" di testi del furbofono.

      Elimina
    6. se parliamo di biologia, allora siamo proprio fuori.
      perchè come penso saprai, ad una maggioranza di donne, dopo una certà età, che di solito corrisponde con la menopausa, c'è il crollo del desiderio, che come saprai è mediato dagli ormoni estrogeni.quindi finalmente libere di godersi la vita, quelle che hanno la fortuna di capirlo, ripongono con una sana e liberatoria gioia di vivere il perizoma al chiodo e, via...viaggiare ;)

      Elimina
    7. S. Più ti leggo più mi convinco di quanti danni ha fatto e fa il femminismo.

      Elimina
    8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    9. X S. per quel che ne so ci sono cinqabtenni che sono sessualmente più attive di tante ventenni. ..con l`età l`appetito sessuale femminile, se si é sane e ci si cura non diminuisce affatto, anzi aumenta. Ecco perché tante donne (non certo l`1%) adulte cercano (e sono cercate) da uomini giovani e non certo disadattati, e con gran godimento di entrambi, aggiungo io. :)
      Poi chiaro. ..una non deve pensare che il tizio di turno la ami. Si tratta di sesso, punto. Rari i casi in cui il legame diventa una storia seria e stabile. Il motivo l`ho spiegato nel commento sotto. Ma ho anche conosciuto coppie, sebbene rate, con un lui più giovane che vanno bene. Secondo me in futuro questo genere di unioni aumenterà oerché la vita si é allungata e si resta giovani più a lungo. Non parlo di differenze assurde, tipo la 50enne con il ventenne, ma con uno di 10 anni più giovane non ci vedo proprio niente di male, anzi. Vantaggi per entrambi. Perché una donna più grande é molto più stabile e matura di una ragazzetta, e un uomo più giovane. ..beh. ..non devo spiegarlo, credo. :)

      Elimina
    10. @Alahambra, veramente questa è biologia, pensa si studia anche alle medie.Pensa che tu oggi se sei qui a scrivere, facendo si un danno, alle donne, è perchè quelle "femministe" hanno fatto tanti danni.
      @Sprito, nno per essere pignola, ma non ho dato un' età specifica, ho parlato di una "maggioranza di donne" che di solito è in corrispondenza con la menopausa a cui cala il desiderio.NOn so' mi sembra italiano, per cui questo può valere per la 50enne in menopausa o per la 30 per molteplici fattori (il calo del desiderio) tra cui avere qualcuno che le fa sentire inadeguate per esempio.
      ma questo è un altro discorso. Mentre tu hai infarcito uno strudel di luoghi comuni. Sai quante sfumature ci sono legate al desiderio femminile? (oltre le 50 stronzate) infinite.

      Elimina
    11. Ah io pensavo che se AlaCosa è qui a scrivere fosse per merito dei partigiani antifascisti morti per la libertà. Oppure per le lotte sindacali, i diritti dei lavoratori, l'incessante e solerte operato dei compagni verso una società più giusta e solidale.

      Elimina
    12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    13. S. a me sembra che siano i tuoi discorsi ad essere infarciti di luoghi comuni. Io non parloper sentito dire ma per conoscenza diretta. Vero, il sesso ha mille sfunature e tra queste la differenza di età é solo una delle tante possibili e ci sta benissimo il lui più grande con la lei più giovane come il contrario e mille altre situazioni che non sto ad elencare. Mi sa che ti devi un pó aggiornare su come va il mondo e scrollarti di dosso il moralismo antiquato che traspare dalle tue dichiarazioni. :) Cordialità

      Elimina
    14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    15. Ps. La menooausa non é una malattia e non influusce sul desiderio sessuale, questa é una bufala, é una cindizione naturale che porta dei fastidi perfettamente curabili e che non influiscono minimamente sulla capacità sessuale della donna, ed é transitoria. Sono sicuramente gli uomini ad avere più problemi sessuali con l`età, ma questa cosa difficilmente si accetta ed ecco i vecchioni con la spider di lusdo e la ragazza al fianco, che di sicuro non é interessata certo alle prestazioni del tipo ma a quelle del suo portafogli. Brutto da dire, ma é cosí.

      Elimina
    16. certo che non è una malattia, non mi pare di aver detto questo. Ma è indiscutibile che ci sono variazioni ormonali che influenzano alla grande, giusto un esempio anche pubblicizzato, la secchezza vaginale,certo non capita a tutte ma a molte.cmq sia, la sessualità femminile è talmente complessa e particolare per ogni singola donna che generalizzare è davvero da sciocchi. Gli uomini non hanno grossi problemi, anche qui generalizzi, addirittura possono procreare fino a tarda età, a meno di non avere problemi di prostata, il che è dovuto alla loro idiosincrasia a fare controlli.

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Va beh Uomo io apprezzo che tu riconosca la tua preferenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara.
      Come pensano i buddisti, solo l'amare se stessi è più importante dell'osservare la realtà.
      Quindi sarei un pazzo o un falso ipocrita se pure non osservassi quanto succede a me.

      Elimina
  9. Ma chi se ne fotte se sono comunisti, di sinistra e quant'altro; di fronte a un sano cotechino, a un sano mangiare e bere, c'è solo da gioire e godere. Tuttavia per non scadere nel qualunquismo o personalismi ovunque, e peggio nel solito e asfissiante politichese, di quello che lo si ficca in ogni come,quando, perchè ecc. In queste gioiose situazioni po di epicureismo non guasta assolutamente.

    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il "chi se ne fotte" può esistere solo se non si considera la COERENZA una necessità.

      Infatti, non si può sostenere la necessità di valorizzare le produzioni agricole locali e poi essere pappa e ciccia con questa gente:
      Via i dazi sull’olio tunisino, ecco chi sono i 12 eurodeputati italiani che hanno votato sì

      Certo, possiamo sempre fare finta di non vedere, di non sentire, di non capire.

      Elimina
    2. E secondo lei sig. Lorenzo, in politica e tra i politici italiani, e dico tutti, lei vede coerenza? Tra chi li vota vede coerenza? Nel loro operato vede coerenza rispetto al mandato ricevuto col voto tra le cose promesse e i risultati ottenuti? Forse per alcuni SI, vorrei conoscere quale sia stato lo scambio Voto-Favore.

      Buona giornata

      Elimina
    3. Ognuno di noi è responsabile della coerenza sua propria. In questo caso UomoCoso per essere coerente coi suoi principi non dovrebbe avere amici come quelli.

      Apriamo ora una parentesi sul "mandato". Nel caso della cosiddetta "sinistra" il "mandato" funziona all'incontrario, non è la signora Kyenge che è stata mandata al Parlamento europeo per rappresentare gli Italiani, sono gli Italiani che sono mandati ad eseguire gli ordini del Partito e quindi quelli del funzionario Kyenge. Il ruolo "guida" del Partito e del funzionario Keynge è una "necessità storica", una perifrasi equivalente a "volontà divina".

      Riguardo il "favore", se consideriamo che nella cosiddetta "sinistra" convivono le tre categorie degli idioti assistiti, degli eterni adolescenti e dei furbastri, ai primi si garantisce l'assistenzialismo di Stato, ai secondi si fornisce una scusa per il "ribellismo" e ai terzi la possibilità di fare carriera sugli idioti e sugli eterni adolescenti, i più bravi diventano funzionari.

      Adesso è più chiaro?

      Elimina
    4. Vediamo un po' chi sono questi sìglobal che hanno votato contro i nostri contadini olivicoltori.
      1 - Mercedes Bresso, PD
      2 - Sergio Cofferati, ex PD
      3 - Andrea Cozzolino, PD
      4 - Roberto Gualtieri PD
      5 - Cécile Kyenge, PD
      6 - Antonio Panzeri, PD
      7 - Massimo Paolucci, PD
      8 - Gianni Pittella, PD
      9 - David Sassoli, PD
      10 - Renato Soru, PD
      11 - Patrizia Toia, Partito Popolare/di frequentazioni socialiste e dalemiane
      12 - Flavio Zanonato, PD
      13 - Curzio Maltese, Altra Europa (manineicapelli solo per il nome del partito neopostcomunista)
      14 - Elly Schlein, PD
      15 - Barbara Spinelli , Altra Europa

      Elimina
    5. Visto che si parla di olio, aggiungerei la faccenda del batterio Xilella.

      Trattasi di un batterio assente nel Mediterraneo e a quanto pare è stato importato con delle piante di caffè dal Costarica.

      Essendo un batterio estremamente pericoloso per molte specie differenti di vegetali, la normativa europea imponeva di fare immediatamente terra bruciata per eliminarlo.

      Grazie alla fantastica efficienza italica non si è fatto nulla. Il risultato è che attualmente il batterio è presente in almeno 15 (quindici) specie diverse di vegetali in Puglia quindi ormai non può più essere eradicato.

      Dato che viene diffuso dagli insetti parassiti delle piante, a poco a poco si espanderà. La moria degli olivi è solo accidentale perché NON si tratta di una malattia specifica degli olivi (per il momento è presente anche in mandorlo, ciliegio, mirto, rosmarino, ecc, nelle Americhe colpisce anche vite e agrumi).

      Elimina
    6. Sig.Lorenzo, mi scuserà se insisto, intanto tengo a precisarle che personalmente non esercito il mio diritto di voto già da decenni,che non ho una ideologia politica di riferimento, e che voto solo e solamente per i referndum popolari...e non tutti. Si sono schifato dai politici, dai politicanti, e da chi con furbizia dialettica usa instancabilmente e noiosamente sempre due pesi e due misure nei giudizi: Non mi spiego perche questo comportamento(?).
      E' vero che la coerenza distingue ognuno di noi dagli altri; tuttavia un detto, (me lo lasci passare,non essendo io di orientamento cattolico nè di altre fedi religiose)e che recita "Prima di guardare la pagliuzza nell'occhio del vicino, ci si prodighi a togliersi la trave dal proprio occhio", o NO?

      Ecco, precisato ciò, ritengo il lavoro sul blog di UUIC, un momento di approfondimento per la molteplicità degli argomenti, e per la franchezza nell'esporre le sue opinioni,al quanto convincimenti, nonchè le sue esperienze in milonga del ballo del tango ecc. il chè rende-trovo gradevole leggere e perchè NO| Poter farsi una risate.

      Buon fine settimana a lei, UUIC e lettori del blog.

      Elimina
    7. Boh, per me UomoCoso può fare e dire quello che gli pare. Mi limito a sottolineare che in tempo di guerra l'intasa col nemico è un crimine che prevede la fucilazione. Veda lei.

      Elimina
    8. Lorenzo, come ho scritto a tale_ele, io sono già sullavia della guarigione dalla sinistrite oppiacea.
      Ciò nonostante lui e sua madre mi sono cari per tante ragioni. Tu pensi che si tratti di ecumenismo, io dico che è ragionevole far guarire altri infettati. Insomma, il valore aggiunto è lottare nella tana del lupo più che raccontarsela tra pari già convinti.

      Elimina
    9. Io non penso che si tratti di ecumenismo. Lo scrivo ma non lo penso. Quello che penso preferisco lasciarlo intuire.

      Non si guarisce dal "sinistrismo", è una malattia incurabile. In questo blog vedi per caso qualcuno che è guarito dall'essere uno "zombie"? Si dicono e si scrivono tante cose, non sono necessariamente vere, specialmente quando qualcuno parla di se stesso.

      Poi scusa ma non riesco a vedere il nesso tra "lottare" e "Tempo piovoso, invernale, meraviglioso per starsene in casa con del buon cibo, buon bere [...] e un fuoco allegro." Sono sicuro che anche Attila l'unno aveva parenti e amici con cui trascorreva piacevoli pomeriggi mangiando e bevendo davanti al fuoco.

      Mi si dice "chissenefrega". Eh no, troppo facile. Oppure, mettiamola in altri termini, ognuno è responsabile anche dei propri "chissenefrega".

      Elimina
    10. Sicuramente "Attila [...] trascorreva piacevoli pomeriggi mangiando e bevendo davanti al fuoco" -- era uno delle dirigenze, lui. Nonostante le leggende, sarei pronto a scommettere che a scannarsi ci mandava i sottoposti (ah, avessimo una macchina del tempo per verificare in prima persona e non per sentito dire).

      Elimina
    11. Il punto è un altro.

      Ho fatto l'esempio di Attila per non ricadere nei soliti stereotipi. Fatto sta che tutti, belli e brutti, saggi o pazzi, buoni o cattivi, hanno una mamma, hanno degli amici.

      UomoCoso dice "è venuta a casa mia la persona X con cui ho passato un pomeriggio piacevole davanti al fuoco. Si è vero, è Attila l'unno ma gli voglio tanto bene".

      E' assolutamente normale che ci sia qualcuno che vuole bene ad Attila ma nello stesso tempo UomoCoso non può poi lanciarsi in invettive contro gli Unni e i loro metodi.

      Se tu sei pappa e ciccia con Attila, di fatto sei un unno anche tu, non importa poi quanto tu ti dissoci a chiacchiere.

      Elimina
    12. E' assolutamente normale che ci sia qualcuno che vuole bene ad Attila
      Infatti: provate andare in Ungheria e in Turchia (e in tutti gli stati asiatici di lingua connessa con il turco), in cui Attila e' uno dei condottieri mitici e padri fondatori della patria, e in cui Attila (o Atilla) e' un nome frequente che si da' ai bambini... :D

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Uomo, siano più o neno coetanei e anche io ti confermo che da qualche tempo considero uomini che hanno due o tre lustri meno di me. ...
    Mi sono spesso chiesta se sia paura di invecchiare o che altro e poi per le donne sembra cuna cosa doppiamente sconveniente a detta dei più. ..
    Non so. ..probabilmente c`é del vero, in un coetaneo o più grande vedo segni di decadimento fisico (sono pochi i quarantenni o cinquantenni che si tengono bene) e indubbiamente un uomo più giovane non difetta in questo....
    Mi dicono che io non dinostro la mia età quindi se esco con un trentenne nessuno ci fa caso.
    Tuttavia, come noti tu. ..gli anni di differenza ad un certo punto, in qualche nodo, si sentono.
    Non certo a letto. ..anzi lì tutto va alla stragrande. ..ma nel modo di porsi nei confronti della vita, della relazione e delle aspettative. Sono due fasi diverse dell`esistenza.
    Alla nistra età sappiano (si spera) cosa siamo e cosa vogliamo (e anche cosa non vogliano), alla loro tutto é ancora in fase di definizione e quello che oggi puó piacere domani puó stancare o risuttare obsoleto.
    Per ora io proseguo con questa esplorazione me non escludo di alzare il target di età...sempre più giovane ma credo che resteró più vicina ai 39 che ai 29 :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva la sincerità!
      Infatti il mondo delle donne di successo (donne spesso emancipato e con testa, mezzi culturali ed economici vede (relativamente) molte di esse stare con partner assai più giovani.
      Questo smentisce moralisti e (anti)femminist*.
      Hai spiegato tutto molto bene. :)

      Elimina
    2. Ho citato il tuo post nel mio blog :)

      Elimina
  12. A me 'sta cosa di prendere in considerazione quelli più piccoli di me o quelli molto più grandi, non mi è mai capitato. Ma proprio zero. Che impressione. Anzi mi dà fastidio ricevere sguardi o apprezzamenti da uomini molto più grandi di me. Cioè, ci sono dei casi rari in cui fanno piacere perché ci sono modi e modi di esprimere e manifestare un apprezzamento/un complimento, e c'è chi ne è in possesso di questi modi e chi manco per niente, però non apriamo questo capitolo che adesso non mi interessa.
    Però a me un paio di anni fa mi è capitato di sentirmi attratta da un rapper famoso. Ero diventata peggio di un'adolescente, ho calcolato anche l'affinità di coppia partendo dalle nostre rispettive date di nascita (No, non è vero, non l'ho fatto. Però ci stavo vicina). Ma il problema più grande è che, anche se mi vergognavo ascoltavo la sua musica. Ad ogni nuova foto o video, io non facevo altro che dire: p''a madonna e che pezzo di manzo. Certe vampate, Uo'. Mamma mia. Cioè mi sembrava proprio strano: dai un rapper.
    Poi meno male che mi è passata così come mi era venuta, altrimenti avrei dovuto iniziare a preoccuparmi seriamente.
    Uo', ma come che c'entra? Ma non capisci che ne stavano risentendo troppo i miei gusti musicali!?
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      Pezzo di manzo rende più di mille parole.
      Cara snobba, col tempo diventerai più barbara. Dai manzi tuoi coetanei inizierai a farti venire le varate per certi bei viteloni ... ;)

      Elimina
  13. http://www.ilfoglio.it/cultura/2016/03/08/scopare-conviene-indagine-letteraria-e-filosofica-sulla-scomparsa-del-sesso-nella-modernit-avanzata___1-v-139157-rubriche_c411.htm

    nel frattempo leggi questo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo leggerlo ancora, oltre alle prime righe. Sembra interessante.

      Elimina
    2. Ecco il collegamento al papero

      Scopare conviene? Indagine letteraria e filosofica sulla scomparsa del sesso nella modernità avanzata


      Come antimodernista (lo so, è un'iperbole) non può che interessarmi. Appena troverò un buco di tempo per leggerlo.

      Elimina
  14. Dico anch'io la mia:
    quando ero una giovinetta a meta' tra i venti e i trenta, c'erano numerosi 19-20-enni che mi avrebbero volentieri corteggiato, o forse anche mi corteggiavano, erano dei gran pezzi di ragazzo, pero' io mi sentivo come "sbagliata" a guardare ragazzi così più piccoli, allora pensavo solo "Oh, quando sono nati loro io facevo la seconda elementare, non posso essere interessata davvero a loro". Che scema eh?

    Quando ero a meta' tra i trenta e quarant'anni avevo due figli piccoli e tempo per flirtare zero. Frequentavo solamente famiglie, altre madri, al massimo padri di altri bimbi piccoli. Attrazione verso di loro: zero.

    Poi ho ripreso a lavorare. Trovandomi ad interagire di nuovo con poco più che ventenni e, per qualche motivo, non dimostrando a pieno la mia eta' (almeno secondo i miei interlocutori, posso essere messa in una categoria indefinita tra 28 e i 35, forse perché non mi vesto come la generica quarantenne di queste lande) devo dire che di nuovo non posso fare a meno di ammirare la bellezza fisica e la freschezza di tali giovani.
    Cio' non toglie che, pero', io guardi anche gli uomini della mia eta' o più grandi. Insomma, ci sono dei cinquantenni che sono ben tenuti, e anche hanno cultura, buone maniere. Certo, raramente mi e' capitato di dire "Guarda che bel muratore!" e non perché io sia altezzosa, e' che chi fa lavori manuali alla fine si sciupa di più, tipo un muratore di 50 anni e' bruciato dal sole e ha una paga che non gli permette, per esempio, di curarsi i denti, quindi e' ovvio che sopra una certa eta' quelli che sono tenuti meglio sono coloro che hanno studiato e fanno un lavoro intellettuale e non "di fatica". Io stessa dimostro meno anni perché, per il lavoro che faccio, non vado a zappare la terra e tirar su i pomodori sotto il sole, per dire, ma sto in un ufficio e, sicuramente, nonostante tutto lo stress del caso, ho un lavoro che mi sciupa di meno.

    Posto questo: mi metterei a corteggiare sul serio un ragazzo poco più che ventenne? Non lo so, finora non l'ho mai fatto, non con decisione. Ancora e' radicato in me il concetto che l'uomo deve essere grosso modo della stessa eta' o più vecchio, ecco, al massimo avere una decina-quindicina d'anni di più. Io, sebbene sia attratta dalla bellezza e dalla freschezza della gioventù, credo che non potrebbe mai essere un rapporto alla pari. Io, già quarantenne, ho già figli, e tra poco non ne potrò più avere. Un ragazzo ventenne e' giusto che aspiri a farsi una propria famiglia, io non potrei mai essere la persona giusta in quel senso. Certo, qualora io sia abbastanza bella e ben tenuta, potrei cadere nei possibili interessi di un ventenne-trentenne, ma solo come interesse occasionale, mica per altro, ma proprio perché la biologia ha il corso che ha.

    Che commentone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > Che scema eh?

      Diciamo che è lo stesso che penso io per il tango. Se solo lo avessi scoperto prima... Diciamo che le cose vengono al tempo in cui devono venire.

      > due figli piccoli ... zero
      Penso che non ci sia nulla di più sedativo dei figli piccoli. Sono dei rulli compressori che ti assorbono completamente. Questo può squilibrare molto la famiglia (intendo che continua ad esistere un papà...) , oltre che la madre.

      Interessanti le considerazioni su intellettualità/fisicità dei lavori. L'ex vicepresidente del GAS mi sorprese osservando che le persone che fanno lavori fisici hanno una sessualità molto più sportiva, agile, più semplice di coloro che fanno lavori (non so dire intellettuali >;) sedentari.

      > quarantenne, ho già figli ... Un ragazzo ventenne e' giusto che aspiri a farsi una propria famiglia
      Diciamo che ci penso anche io, quando vedo una donna piacevole senza figli. Fu uno dei motivi per cui, appena _ela anima di seta mi disse che desiderava avere figli, troncai immediatamente la seduzione: non volevo farle perdere neppure un minuto di tempo.

      > solo come interesse occasionale
      Beh, perché no!?

      Grazie per il bel commento, nuvoletta. ;)

      Elimina
  15. Un grande della nostra letteratura per una lettura agevole, leggera ed intrigante, particolarmente adatta al contesto di questo post: La novella del buon vecchio e della bella fanciulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami (e scusatemi) ma tra carico di lavoro e problemi ancora in accesso ai siti del regno di Google non sono riuscito a rispondere prima.

      o - novella: l'ho aperta, sono 73 pagine, impossibile qui.
      o - corto di Bruno Pozzetto: ehggià, allegro ma non troppo manco per il pipo, è un video assai duro con l'età e con le zuffe tra desiderio e decadimento fisico. Trovo i colori..., ecco, direi proprio inquietanti.

      Grazie, messer Pigiatasti.

      Elimina
  16. Boh, non capisco dov'è il problema.

    Dici che ti piacciono quelle con due/tre lustri in meno di te, cioè delle gnagne che viaggiano nell'intorno dei 35/40 anni, che praticamente sono già delle Milf entry level. Conosco personalmente delle coppie con questo stacco di età e mi sembrano ancora vivi e vegeti, per cui ribadisco che secondo me il problema non esiste.

    Discorso diverso sarebbe se ti piacessero le ventenni, perchè a quel punto potresti rischiare o di stufarti una volta tolto lo sfizio, oppure di infatuarti perdutamente senza via di scampo, e a quel punto sarebbero dolori.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.