martedì 3 gennaio 2017

st_zo, autistico, egoista

Al ritorno _mlero era silenziosa e mesta. Con qualche difficoltà logistica eravamo arrivati a casa con _zzz e la sua amicompagna. Era balenata l'idea che le lasciassimo da sole andandoci a prendere qualcosa noi due. Ma la stanchezza per la camminata di ore sulle spiaggia, per l'emotività della rottura era notevole: avevo chiuso gli occhi per qualche istante anche sulla strada di ritorno, nonostante lo sballottamento per curve e dossi ed ero imbambolato, anche lì, seduto sul divano vicino alla stufa.
_zzz mi fa: :- Dai che andiamo a prenderci qualcosa [sottinteso: le lasciamo sole]!
L'ho guardato "perso" e gli ho risposto in modo apatico (_zzz dice come se fossi isolato in una bolla, quasi autistico) "No, ora no, non ho voglia, sono stanco". Dopo qualche minuto _mlero si è vestita ed è uscita.
L'indomani, ieri mattina, _zzz e più energicamente_ura, con la sua schiettezza, mi hanno dato dello [stronzo] egoista.
Guarda, tu non sei stato in alcun modo empatico, avresti dovuto telare e lasciare _mlero in casa sua, con la sua necessità di solitudine.
Ho riflettuto su quella spazzolata, su quella reprimenda. _ura, buddista, mi ha fatto notare la mia mancanza di empatia e come essa sia importante per le relazioni umane e anche personalmente, per evolvere.
_mlero, garbata e sempre (troppo) disponibile, era rimasta nel suo silenzio (quanto può far male quel silenzio di grande dignità) non aveva espresso alcuna necessità di stare sola e io non lo avevo capito da solo, Non sempre bisogna dire, alcune persone, in alcuni stati/momenti potrebbero essere anche solo incapaci di esprimerlo.
Con la mia rottura a Capodanno avevo reso le cose complicate, avevo distribuito tensione. Poi ero rimasto, come un orso, nella casa della "lasciata", obbligandola di fatto ad uscire, per stare da sola / senza di me.
Ieri mattina ho anticipato la partenza, anche per le difficoltà logistiche alle quali accennavo, e appena possibile ho tagliato la corda. _zzz e _ura mi hanno raggiunto più tardi, per il viaggio di ritorno insieme.
E' bene essere grati agli Amici anche per la loro critica robusta, affilata, pesante.

18 commenti:

  1. Poi ero rimasto, come un orso, nella casa della "lasciata", obbligandola di fatto ad uscire, per stare da sola / senza di me.

    Ma come??? Sarebbe stato meglio, secondo me, mantenere le distanze, evitare di vedersi e stare insieme... come puoi pretendere che le ferite si rimarginino così?

    Fa' passare un po' di tempo, dai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ero a casa sua in un paesino della Maremma e la mattina le avevo detto che non ero innamorato di lei, senza auto, senza trasporti pubblici (in realtù abbiamo visto che in questo periodo c'è una corriera alla mattina e una alle quattordici).
      _zzz dice che avrei dovuto cercarmi una casa o una camera o un albergo.

      Elimina
    2. Non credo che tu avessi pianificato il discorso. Per cui anche logisticamente potevi fare poco di diverso

      Elimina
    3. Sì, sono d'accordo con _zzz.
      Non si fa stare in casa sua proprio quando le dici tali cose... per coerenza, per correttezza, etc. Proprio perché lei è innamorata e tu no, etc etc etc.

      A meno che fuori non ci fosse un conflitto nucleare globale, te ne dovevi andare altrove a dormire!

      Elimina
    4. x Francesco:
      Pianificato il discorso certo che no! Quando mi scrisse se avrei passato con lei il "ponte" dell'Epifania, e capii che non ne avevo voglia, pensai che non potevo rimandare il dirle che non ero innamorato di lei.
      Distanti perché in regioni diverse, da molti giorni, non volevo parlarne al telefono o scriverlo. Forse avrei dovuto farlo lo stesso 31 dicembre ed evitare che venisse anche _zzz.

      Elimina
    5. x bulutn:
      Sì, era il pensiero di _zzz.

      Elimina
  2. Oh Uomo. Non riesco neanche a leggere delle cose che si disfano.
    Scusa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fiori non hanno tutti la stessa durata, diceva Osho.

      Elimina
  3. Uomo, ma _mlero, come fa a tenersi così calma nella vita? È una domanda seria la mia. È il mio opposto. Io in più di una situazione avrei reagito in modo totalmente opposto al suo. Altro che dignitoso silenzio. Comunque, che tu sappia: pratica uno sport particolare? Fa yoga, meditazione? Guadagna molti soldi? È seguita da uno psicoterapeuta oppure in passato è stata in terapia? Si droga? Prende integratori per stabilizzare l'umore? Fa i puzzle? Viaggia molto?
    Non so, questi sono solo dei semplici esempi che volendo potrei portare all'infinito, ma te lo risparmio. Però, comunque, tu fammi sapere qualcosa per favore, perché mi interessa veramente.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come vedi, Clorinda, le ho tolto il disturbo.
      Dovrebbe essere ella a dirti perché io le piaccio, perché ella voleva stare con me.

      Non rispondo alle domande in quanto sono relative a informazioni piuttosto dettagliate inerenti la sua vita che, per riservatezza, non intendo divulgare.

      Elimina
  4. In questi giorni ho declinato l'invito ad iniziare una relazione da parte di una persona che, come _mlero, ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per essere un valido partner.
    Perchè, per quanto una persona possa dimostrasi interessata e motivata, le cose si fanno in due.
    _Mlero aveva capito bene che Uomo non era preso quanto lei. Non la faccio cose stupida da pensare il contrario.
    Ma gli piaceva e ha lottato fino all'ultimo per conquistarlo. Ma l'amore non è una cosa che si ottiene….o arriva o non arriva. Le va dato il merito di averci provato, almeno.
    Detto questo…si, la tempistica per il chiarimento non è stata
    il massimo, cosi come il restare da lei…ma certe cose non si possono programmare. Io avrei evitato di fare questo capodanno insieme, ecco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che _mlero ritenesse che, assecondando le mie richieste di spazi e frequentazioni più rade potesse tenermi a lei o farmi innamorare.
      Sì, ha lottato per conquistare l'amore ma... non funziona così. L'eros non segue la logica, è caotico, irrazionale.
      Io penso che il "ti voglio bene" si conquista, quello sì.
      Ma il "ti voglio bene" va bene per i figli, per gli amici. Una coppia, nel 2016, può andare avanti col "ti voglio bene", dopo soli pochi mesi dall'incontro?
      _mlero sa che la stimo, che è, per me la compagna quasi idelae. Ma ella voleva che io fossi innamorato, non che le "volessi bene".
      Penso che dal punto di vista etologico si torna al fatto che la femmina desidera l'esclusività del "proprio" maschio e l'innamoramento è la condizione ideale, perché quando sei innamorato, le altre non le vedi.
      Non si può non notare che dal punto di vista del tempo, l'innamoramento dura alcune stagioni (sei mesi? un anno?) mentre ciò che di biologico deriva da esso, la prole, "dura", come impegno, vari lustri.
      Per quanto maestra, la natura non è riuscita a trovare una soluzione, c'è una certa promiscuità negli homo, più elevata tra i maschi (e ora, con la rottura dell'identità sessualità <-> riproduzione dovuta agli anticoncenzionali, anche tra le femmine, specie dopo che i figli hanno raggiunto una certa età).

      Elimina
    2. Anche le donne hanno fasi promiscue infatti :) Probabilmente _mlero e' in una fasein cui voleva stabilizzarsi. Secondo me avrebbe voluto anche un figlio, visto che insisteva cosi tanto per avere rapporti non pritetti...infatti un figlio, come tu notavi, obbliga il maschio a restare piu'a lungo di un fugace innamoramento..
      Ma cosi non funziona....
      Le persone devono scegliersi liberamente....l'innamoramento non si puo' ne' comandare ne' "favorire"...e men che meno l'amore, che consegue ad esso.
      Insomma, insitere non serve.
      Certo...forse la cosa doveva essere interrotta prima....perche' una frequentazione crea comunque abitudine e legame. Infatti tu stesso ora ne stai soffrendo.

      Elimina
  5. Non trovo niente di anormale nei comportamenti di entrambi, visto il rapporto di amanti che il giorno prima condividevate, che penso sia stato senza riserve mentali da entrambi, o NO?
    Bene, è rimasta l'amicizia, e questo non è un fatto che va oltre gli aspetti amorosi o meno, tra persone mature.
    D'altro che dire...cronaca di un rapporto U/D giunto al capolinea? Tutto qui! Sarà il tempo e la comprensione del concetto di felicità che dovrà essere compreso UUIC.

    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Daoistaccio, mi piacciono molto i tuo interventi garbati e saggi.
      Sì, stima e tutto il resto sono rimasti. Ritengo che ora, per un po' , è bene lasciare _mlero a metabolizzare quanto avvenuto, specie considerando che ella è molto più presa di me da questa relazione e, ritengo, NON sarebbe buona cosa tenere vivo il rapporto o darle segni che possano essere interpretati "ah, è stato uno scazzo temporaneo".

      Buondì, Daoist, a te!

      Elimina
  6. Risposte
    1. Già, le mode (per cretini) non mancano neppure nel "diritto" sempre più storto.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.