mercoledì 11 febbraio 2015

Donne con le contro ovaje e donne contro

Le femministe giustamente urlarono furibonde e lottarono contro lo stupro come reato contro la morale (il reato "è di natura sociale e religiosa", ovviamente lo strapazzare la proprietà di un altro maschio danneggiandola non è molto morale, socialmente non va bene).
Ora abbiamo le Boldrini traditrici del femminismo che vanno a sdilinquirsi omaggiando, velate, il tempio maggiore della misogina (moschea). E si inchinano, e si prostrano ad ogni peristalsi islamica, nel loro moralismo, nel loro anelito multiinculturalista, quelle che ce l'hanno su con la Fallaci che si tolse il velo davanti a Khomeini. Ci sono le donne con le contro ovaje e le donne contro.
Ecco, perché questa genia non si trasferisce nel paese che meglio di altri realizza questa roba che esse cercano con veemenza in tutti modi di importare in Italia? (versione estesa qui).

78 commenti:

  1. ahahahha, ma davvero pensi che il femminismo sia così demente?
    Oriana Fallaci, è stata una grande reporter, ma odiava gli steccati e mai si è definita femmista anzi, aborriva il termine...poi ultimamente vaneggiava con la storia dell' islam, ma aveva già "forti" problemi di salute e non era molto lucida.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho scritto "femminismo" indicando quello iniziale.
      Poi di "Boldrini traditrici del femminismo".
      Proprio quelle con l'etichetta femminista sopra e che poi vaneggiano pro islam. Una roba bislacca che non so che nome di ismo abbia. Probabilmente è filo mass migrazionismo, multiinculturalismo, globalismo, internazionalismo e queste robacce.
      Poi c'hanno ancora l'etichetta "femminista DOCG" appiccicata ancora per raccattare un po' di voti dai seguaci devoti.
      Vaneggiare.
      Le "femministe alla Boldrini" in moschea: come dire? Siamo alla logica di un vigile del fuoco che si mette a fumare in polveriera.
      Però egli ha scritto "Vigile del fuoco" sulla divisa, eh!?
      :)
      Mi sa, S., che a te garba non poco 'sta islamizzazione.
      Anche tu donna contro?

      Elimina
    2. A me, non sembra che la Fallaci ''vaneggiasse'' con ''la storia dell'Islam''.
      Avere una propria linea di discernimento ( quindi morale, che si fa politica quando i tuoi libri vengono stampati in milioni di copie ) non è ''vaneggiare'' in sé.
      Piuttosto, il vaneggiare mi pare esercizio della Sinistra universalista, che da decenni ci vorrebbe fare credere che l'agnello e il lupo potrebbero vivere pacificamente nello stesso recinto.

      S. si dissocia dal ''femminismo'' della Boldrini, perché falso.
      Bene.
      Peccato che ai tempi nostri non ci siano femministe con le ovaie che si dissocino dall'Islam e pongano la questione dei diritti femminili intrafamiliari come discriminante di eventuale accettazione e supporto di nuclei musulmani nel Belpaese.

      Elimina
    3. Marco, andiamo al nocciolo.

      Se io chiedo alla mia donna di stirarmi la camicia sono un bieco maschilista ignorante e fascistoide.

      Se la stessa donna si accoppia con un immigrato e questo le impone di indossare abiti castigati (oltre che stirare), è un gesto d'amore e un simpatico tratto culturale.

      Questo è un comportamento automatico piantato ben dentro la testa delle nostre donne (salvo eccezioni), insieme a tanti altri. Allo stesso modo negli uomini sono impiantate analoghe routine, basta leggere certi commenti.

      Elimina
    4. Oriana Fallaci fu una grandissima donna e anche Femminista - il giudizio non può che essere contestualizzato.
      Con vaneggiamenti non intendo certo le sagge parole e la visione della Fallaci, ma le assurdi e incogruenti, i bislacchi tutto e il contrario di tutto di questi pseudo -iste e -isti della "sinistra" italiana ed europea.
      -ista sta anche per universalisti, panmixisti, terzomondisti, accoglientisti buonisti garantisti progressisti internazionalisti sìglobal, filomassmigrazionisti, comunisti, filoislamisti, sinistrocattolicisti,, etc.

      > Sinistra universalista, che da decenni ci vorrebbe fare credere che l'agnello e il lupo
      > potrebbero vivere pacificamente nello stesso recinto

      Ihihih
      Leggi le parole caustiche di Giovanni Lindo Ferretti in "Fuori avanza".

      Elimina
    5. > camicia [...] simpatico tratto culturale
      Ecco, Lorenzo ha trovato immagini molto più efficaci.
      Grandissimo!
      :)

      Elimina
    6. Rispondevo a S. ( poi ultimamente vaneggiava con la storia dell' islam ).

      Elimina
  2. vabbè, ma la Boldrini è un grande niente. per chi è "di sinistra" rappresenta una grandissima, ennesima, delusione. sono onesto, prima della sua elezione a presidente della camera non la conoscevo. il 25 aprile 2013 l'ho ascoltata al comizio in piazza duomo. e devo dire che qualche dubbio me l'ha fatto venire già allora. ma da lì in poi è stata una escalation.

    su questo sai che siamo d'accordo. se l'islam è il male, rispetto alla concezione che ha della donna è il male alla decima potenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lorenzo aveva postato il video sul sinistro Vendola che - scrivo in sinistrese fino al punto - vaneggiava pro islamicofascisti.

      L'islam è una religione creata in culture misogine e quindi è misogina.
      La questione buffa è che molte donne che si dicono femministe ora sono le massime sostenitrici dell'islamizzazione per invasione.
      Non è che Vendola o altri siano meno degeneri, eh, nella loro - torno a scrivere in sinistrese - attività di islamofascistizzazione della società.
      Sono andato a vedere, Laura Boldrini è nata nel 1961. Quindi quando ha compiuto i 18 anni si è trovata tutto il femminismo già bello e fatto. Ella non ha combattuto nulla.
      La legge 740 è infatti dell'ottobre 1970, ad esempio.
      E' una femminista "a parole". Come dire io che mi dichiaro paracadutista perché ho letto due manuali di paracadutismo.
      Infatti è una "femminista" che si vela per entrare nel grande tempio misogino.

      Elimina
    2. Ecco, Ecco, ho trovato il video dei vaneggiamenti vendoliani pro islamofascismo.
      In effetti è divertente il sinistrese.
      Prendi fascismo o nazi o nazifascista ci metti davanti o dietro qualsiasi cosa e tra poco lo puoi usare anche come scovolo o come indicatore di gravidanza.

      Elimina
    3. sono due cose diverse però, mi sembra che un conto siano le parole di Vendola che hanno netta valenza politica (piacciano o no) un conto parlare di questioni ampiamente sdoganate come i diritti della persona e della donna in particolare.

      Elimina
    4. questioni ampiamente sdoganate come i diritti della persona e della donna in particolare.

      Ampiamente sdoganate A CHIACCHIERE decontestualizzate come palloncini gonfiati a gas, per non irretire ( parte del-) la massa che invade.
      =
      Fuffa.

      E mi piacerebbe sapere da Francesco che cos'è la ''Sinistra'' per lui, visto che parlando con la gente di Sinistra ho notato l'abitudine rituale a spostare lo steccato, ''non è quella roba là'' insomma.

      Elimina
    5. Si ecco, aspetta una risposta sensata.

      Tempo fa leggevo che in Inghilterra sono presenti tribunali religiosi semi-ufficiali che regolano le questioni interne alle comunità islamiche locali. Quando dico semi-ufficiali intendo che sono di fatto riconosciuti dalle autorità statali, in mancanza di una normativa specifica.

      Elimina
    6. Tempo fa il mio amico scienziato cercò di aiutare una donna marocchina picchiata dal marito ed era riuscito a organizzarle il viaggio di rtitorno in Marocco.
      Sul punto di arrivare al dunque, la donna sparì, facendole sapere che un imam locale aveva dirimitto? dirimatto? la questione.

      Extraterritorialità e applicazione delle leggi islamiche in Italia.
      Si potrà dire? oppure iniziano a sclerare isterici?

      Elimina
    7. No, ti risponderanno che lo Stato ha sottoscritto i Patti Lateranensi per il riconoscimento reciproco con la Chiesa Cattolica, quindi può fare lo stesso con gli imam, in modo da riconoscere i riti celebrati da loro. Essendo che nel loro universo non esiste separazione tra Dio e Cesare, quindi tra legge divina e legge terrena, l'imam funge anche da giudice oltre che da sacerdote.

      Elimina
  3. Peccato che nel filmato ci sia solo una parte del vaneggiamento, perché avevo proprio voglia di sentire cos'altro avrebbe sproloquiato questo demente. A meno che il frammento sia stato tagliato ad arte, per far apparire come dette cose che non sono state dette (ma ne sono poco convinto).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui c'è una versione più lunga con sottotitoli in inglese.
      Tale Saleh al-Saadoon non è un demente, un poraccio 'gnorante e zotico.
      E' uno storico e una persona con strumenti (in)culturali. Beh, non so se egli sia uno di quelli che crede ci debba essere solo una famiglia di libri derivati dall'unico libro.
      Può essere colto e saggio come può essere sano uno che nella vita mangia solo pizza al pomodoro e spaghetti al pomodoro (aggiungendo pure il riso al pomodoro).

      Elimina
    2. In effetti visto che le femmine saudite di proprietà potrebbero essere danneggiate da altri chaffeur maschi che dovrebbero trattarle come regine, ecco la soluizione: importare delle chaffereuse straniere in modo che quelle saudite di proprietà non vengano danneggiate.
      Probabilmente se la chaffereuse si fermasse per un guasto e venisse stuprata, il problema sociale e morale del danneggiamento di un asset zizze-buco-uterosfornapargoli di qualche maschio saudita sarebbe evitato e con questo il rischio di problema sociale e morale.

      La "logica" dovrebbe essere più o meno questa.
      Però Niky Vendola, eretica, Gabriele Del Bianco, Enrico Letta, Laura Boldrini sarebbero tutti felici, giulivi e contenti, applaudendo tanto ma tanto e con tanti inchini e salamelecchi. Naturalmente in direzione della mecca e con gli islamici a casa tua.

      Elimina
  4. UomoCoso, fino a qui ho sostenuto che nella "sinistra" esistono le tre categorie de:
    1. idioti assistiti
    2. eterni adolescenti ribelli
    3. fubrastri che fanno carriera usando gli altri

    Adesso, parlando di Vendola, Boldrini e compagnia di giro, bisogna aggiungere la quarta categoria:
    4. fenomeni da baraccone
    cioè persone che per svariati motivi soffrono di problemi esistenziali e che trovano nella "sinistra" un luogo paradossale dove ogni malanno viene lenito dalla "egalitè" intesa non come uguaglianza davanti alla legge ma come equalizzazione, annullamento della differenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego notare che se per annullare la differenza devono annullare la tua esistenza, per loro va bene,

      Elimina
  5. Anch'io mi velerei in una moschea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari tu non sei Presidente della Camera dei Deputati quindi a nessuno interessa.

      Elimina
  6. E'il rispetto per il Sacro, fanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se fosse vero ti dovresti velare anche in chiesa, per la stessa ragione, cosa di cui dubito.

      Elimina
    2. In chiesa non si chiede il velo o il capo coperto da anni ed anni. Si chiede invece di avere le spalle coperte ed un abbigliamento adeguato, cosa che vien fatta rispettare anche impedendo l'accesso a chi non si adegua. Giustamente.

      Elimina
    3. "Giustamente" fino a un certo punto. Giustamente durante i riti religiosi, per niente giustamente in ogni altro momento, visto che a tenere in piedi con costi esorbitanti gli edifici (anche) di culto sono tutti gli Italiani, compresi quelli in calzoncini corti e canottiera. Se i mariuoli con i paramenti e i loro seguaci invece vogliono l'esclusiva sugli edifici (altrui), comincino ad aquistarli, quindi a pagare di tasca propria ogni intervento di manutenzione/ristrutturazione. E magari anche a rinunciare a tutte le altre forme di esenzione, agevolazione, finanziamento palesi ed occulte.

      Elimina
    4. Se uno ha rispetto per il sacro si vela anche se non gli viene richiesto. Che è quello che dicono le donne musulmane, cioè che si coprono non perché costrette ma perché sono loro a volerlo.

      Elimina
    5. Che poi qui quqndo si dice "cattocomunista" si intende che la prima parte, cioè "catto" fa riferimento alla Chiesa dopo Papa Giovanni, con tutte i concili da li in avanti, con le chitarre in chiesa eccetera.

      Elimina
    6. > rispetto per il Sacro
      Quando c'era la ex lista civica, alcune riunioni si svolsero in casa del compagno cattocomunistissimo _olo. Alle spalle un bel posterone in cui Lenin, con la ramazza, scopava via nobili, borghesi e pope.
      Evidentemente tra il signor Lenin padre delle varie sinistre e figli e nipoti c'è qualcosa che non va.
      O egli era irrispettoso del sacro oppure i neosinistri non sono sinistri.

      Elimina
    7. UomoCoso, a parte che agli Italiani è stata espiantata la parte del cervello preposta a rilevare le contraddizioni, il cattocomunista risolve la questione nel modo classico delle metafisiche: se non vedi il Paradiso è perché non hai abbastanza fede. Se le tue preghiere non vengono ascoltate è perché non preghi abbastanza intensamente.

      Quindi tu per prima cosa non cogli il senso del dogma di fede perché sei meschino peccatore. Seconda cosa, il Cristianesimo non va confuso con le gerarchie e (stringi stringi) nemmeno coi crocefissi, i santi e le madonne ma come vedi sotto, si tratta del sociale e di missionari alla Gino Strada. Allo stesso modo il Comunismo non va confuso con il PCUS e con le parate sulla Piazza Rossa ma si tratta sempre del sociale e di missionari alla Gino Strada.

      Elimina
  7. Lorenzo, tu che sei intelligente, sai che si richiede un abbigliamento consono ad un ambiente, per il rispetto di quello che quell'ambiente rappresenta.
    E' più che evidente che in una chiesa, posta la presenza di un tabernacolo con il Santissimo, si chiede (giustamente, lo sottolineo di nuovo) che si porti rispetto. Atei e credenti.
    Dei cattocomunisti, dei fascisti, dei nazisisti, dei leghisti e di tutti gli ameni -isti mi interessa ben poco. Mi interessa la sostanza, non le etichette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sostanza è che la Chiesa negli anni '60 e '70 ha effettuato una "modernizzazione" di cui vediamo il processo ancora in corso oggi. Non ti interessa? Benissimo, sappi però che è un ulteriore elemento di debolezza, insieme a tanti altri, rispetto a gente che le proprie Scritture le prende alla lettera e ci aggiunge poi sopra il carico da novanta della sottomissione degli infedeli.

      Elimina
    2. Che le nostre donne pensino che abbia senso velarsi in moschea e non velarsi in chiesa è ennesimo sintomo di pensiero fallato.

      Elimina
    3. "Che le nostre donne pensino che abbia senso velarsi in moschea e non velarsi in chiesa è ennesimo sintomo di pensiero fallato."

      Sono salito sulla scrivania.
      Applaudo.
      Lorenzo, ti lancio pure i miei mutandi.
      N u d o!
      N u d o!

      Ahahah :)

      Io sono felice che tu esisti.
      Lunga vita e arguta vis polemica a Lorenzo!!

      Elimina
    4. Conosco molto bene le questioni pre e post conciliari. Mi interessano, non mi interessano gli -isti che sono tutta altra cosa.
      Il concilio ha rinnovato e svecchiato, che abbia fatto bene o male è questione altamente opinabile sia un senso che nell'altro.
      Tra le altre, ha stabilito un codice di comportamento e di abbigliamento che ha giudicato consono per presentarsi dinnanzi al Santissimo che viene custodito nei tabernacoli. Ogni culto stabilisce i propri limiti e le proprie consuetudini, per monte diverse ragioni: riti, tradizione, popoli, cultura, opinione pubblica e non continuiamo l'elenco che lo sai meglio di me.
      Trovo quindi perfettamente coerente che in relazione a quello che viene richiesto in ciascun luogo ci si comporti di conseguenza: in chiesa senza velo, in moschea con il velo.
      Mi spieghi come faresti con un bambino di 5 anni in cosa consiste la contraddizione per favore?

      Elimina
    5. Partiamo dal presupposto che qui non parliamo di fede perché io in quanto non credente mi pongo fuori e, per quanto esista tutta una letteratura, preferirei non andare a discutere delle "verità di fede".

      Da un punto di vista puramente filosofico, affermare e negare nello stesso momento significa non dire nulla, zero, annullamento.

      Quindi quando la Chiesa "rinnova e svecchia" in realtà si annulla. Tanto più la Chiesa cerca di permeare "il mondo", tipo il prete-operaio che andava di moda quando ero bambino, tanto più diventa inutile, superflua. Al giorno d'oggi non riesci più a distinguere Bertinotti dal Papa, dicono le stesse cose nello stesso modo. Non riesci più a distinguere Vendola da un parroco, sono uguali anche nella fisionomia e in certi manierismi (a buon intenditor...). Renzi non a caso parla di "Partito Nazione" perché ha la pretesa di rappresentare nello stesso modo e luogo tanto gli ex-comunisti che gli ex-democristiani, sia quelli che si ispirano a Marx che quelli che si ispirano a Gesu. Con tutti i paradossi conseguenti, di cui però l'Italiano contemporaneo non ha percezione, come se gli mancasse l'organo per "percepire" il paradosso. Ma la conseguenza pratica è che sia il marxismo che il cattolicesimo ormai sono scatole vuote.

      Veniamo al fatto che tu trovi coerente che una persona si comporti come gli viene richiesto. Coerente rispetto a cosa? Fino a prova contraria Gesu chiese ai suoi seguaci di testimoniare, non di fare come gli veniva richiesto. In teoria un cristiano coerente dovrebbe fare come Francesco D'Assisi quando pensò di convertire il Saladino, cioè non andare in moschea e mettersi il velo ma andare in moschea a predicare il Vangelo. E sfidare i dotti musulmani a camminare sui carboni ardenti per provare chi incontrasse il favore di Dio.

      Non ho capito cosa c'entri un bambino di 5 anni.

      Elimina
    6. E poi non prendiamoci in giro, il mettersi a pecora davanti ad ogni "alienità" che incontriamo è un riflesso condizionato che viene dalla auto-critica distruttiva che ci contamina come fall-out radioattivo del Novecento.

      Anche questo ci rende contraddittori e quindi incomprensibili a chi ci guarda da fuori perché da una parte vogliamo imporre i nostri "modelli" e dall'altra li neghiamo vergognandoci di quello che siamo.

      Che la maggior parte della gente non sia in grado di "vederlo" è parte del meccanismo che fabbrica le persone-macchina, quelli che vivono di idee pre-programmate.

      Elimina
    7. Il bambino di 5 anni serviva a chiederti di spiegarmi ogni passaggio del tuo pensiero, lo hai fatto, ho capito cosa vuoi dire. Grazie.
      Neanche io in questo contesto parlo di fede, sia perchè non ha senso in questo frangente, sia perchè la questione è avulsa da ciò di cui stavamo diquisendo.
      Gesù chiese ai seguaci di testimoniare, ma contemporaneamente si fece battezzare da Giovanni nel Giordano, ovvero si pose lui per primo nella condizione di sottostare alle consuetidini. Se mi citi San Francesco ti cito Charles de Focauld, uno che non ha catechizzato ma che ha vissuto in conformità delle consuetidini tuareg e coerentemente con la propria fede, convertendoli non a parole con l'esempio del suo stesso essere. (conosco piuttosto bene l'argomento, lascia perdere Wikipedia che fa acqua da tutte le parti a riguardo).
      Questa cosa dei comunisti e dei cattolici è sufficientemente recente ed anche piuttosto frivola, permettimi. Lo stesso termine cattocomunisti è ridicolo tanto e quanto islamfascisti o grammarnazi.
      Se mi dici che si tende ad annacquare ogni cosa, ogni pensiero, e ridurlo ad una pappetta predigerita ti do assolutamente ragione, e lo rimporovero nello stesso modo anche a certi ambienti religiosi in cui sembra che il tutto si riduca ad una cieca osservanza ai precetti. Evito di approfondire questo punto perchè esuliamo completamente dall'ambito.
      Quando dico "svecchiare" intendo cose tipo l'Eucarestia in latino: lo scopo è chiaro, ovvero far comprendere il senso profondo del parteciparvi invece che lasciare lo status quo di parole biascicate senza capirne nulla. In parte è riuscito nel compito, in parte ha creato altri problemi che per altro nessuno dotato di un briciolo di onestà intellettuale può negare.

      Elimina
    8. Riguardo alla tua chiosa: io sono onnivora, mio marito pure. Mia cognata invece è vegetariana, scelta che non condivido nella mia quotidianità.
      Quando mia cognata viene a pranzo da noi, cucino pietanze che non contengono nè carne nè pesce, e la cosa non mi pesa affatto e tantomeno mi sento "messa a pecora". Lei sa benissimo che è cosa che faccio per lei. Si tratta semplicemente di rispetto. E attenzione, non rispetto perchè altri possano vederlo ed apprezzarlo, rispetto perchè la cosa mi fa stare meglio e trovo che sia la scelta più produttiva.
      Concordo invece perfettamente con la seconda parte, in cui vieni sulle mie: la coerenza è fondamentale in ogni circostanza. Per questo per me è un metro di giudizio imprescindibile.

      Elimina
    9. Guarda un po', non si finisce mai di imparare.

      Ho appena scoperto che il Cristianesimo non consiste nell'esempio di Gesu che testimonia di fronte al Sinedrio a costo della vita, tanto che il simbolo del Cristianesimo è il patibolo ma consiste nell'esempio di un tizio di cui non ho mai sentito parlare che è vissuto in conformità alle usanze Tuareg dando l'esempio col suo essere.

      Quindi, poniamo il caso che un domani un tagliatore di teste mi ingiungesse di convertirmi all'Islam, io dovrei conformarmi e poi convertirlo col mio esempio, invece di farmi giustiziare come Gesu.

      Però mi sa che come fino ad oggi io non avevo capito una beata fava, anche tutti i miei antenati prima di me non l'avevano capito.

      L'esempio della cognata vegetariana c'entra come il cavolo a merenda.

      E' oltremodo difficile conversare con qualcuno che non riesce a mettere in fila i concetti.

      Elimina
    10. Ah si, la questione dei cattolici e dei comunisti è frivola, la definizione di "cattocomunisti" risibile. E' tutto una commedia, ahahah, che divertente.

      Ma si... invece il tizio che vive coi tuareg, quella si che è roba seria.

      Elimina
    11. E dai Lorenzo, evitiamo gli artifici retorici che li conosciamo tutti e due e hanno davvero poco senso ed effetto.
      E' ovvio anche ad un sasso che se mi citi un esempio (San Francesco) per portare acqua al tuo mulino ti cito un esempio che porta acqua al mio. Che tu non conosca il beato in questione non è molto significato, posto che l'onniscenza ancora non ti è stata concessa immagino.
      Se per te il mio esempio non è significativo ti consiglio di guardare sotto alla superficie, perchè appare lapalissiana a chiunque l'attinenza all'alterità di cui tu parli anche se comportano un fastidio momentaneo.
      Il Cristianesimo consiste nella Pasqua di Resurrezione, per altro, non nella morte di Gesù. Un profeta che muore sarebbe stato piuttosto poco originale e del tutto uguale a tanti ma tanti altri. Il simbolo della Croce quello è.

      Elimina
    12. Nessun artificio retorico e non c'è niente di ovvio.

      Io ti ho portato l'esempio di Francesco che era coerente con Gesu. Gesu è morto e Francesco era disposto a morire nello stesso modo per lo stesso motivo.

      I guerrieri franchi che partivano per la Terra Santa, seppure animati da speranza di acquisire terra e ricchezza, erano anche animati da una "spiritualità" che oggi noi non comprendiamo.

      E la ragione me l'hai dimostrata tu qui, contrapponendo al cristianesimo della Croce, il cristianesimo di un missionario che vive in mezzo ai Tuareg.

      Come mettere sullo stesso piano il sole con una lampadina.

      La resurrezione capita quando sei vivo, no? Quindi anche li della Croce possiamo fare tranquillamente a meno. E' tutto festa, baci e abbracci. Del giudizio, del supplizio, del patibolo... niente, spariti. Dai su, adesso non rido più, inizia a venirmi un po' di nausea.

      Qualcuno ha detto che siamo finiti. Finitissimi. Certo non perché i Cristiani sono questo ma perché gli Italiani sono questo.

      Elimina
    13. Ma tesoro mio bello, se l'han fatto beato e stan per farlo Santo magari non è come dici tu, non credi?
      Tra l'altro a me fa specie, ma proprio tanto tanto tanto, che nel 2015 ancora si creda che il messaggio del Cristianesimo sia nella morte di Gesù e non nella sua Resurrezione. Che sia il Venerdì Santo e non la Pasqua il concetto. Che sia la sofferenza e non la gioia.
      Che tristezza ragazzi miei, è finita sul serio.

      Elimina
    14. E mi vieni anche a dire che si tratta di retorica. Boh, un mondo alla rovescia.

      Elimina
    15. A me sembra ovvio che per un non credente la resurrezione non esiste. Quindi puoi anche scrivere @#@#@# che per me è uguale.

      L'ho scritto sopra come premessa di tutta la faccenda.

      Invece la morte di Gesu e il tentativo da kamikaze di Francesco sono qualcosa di concreto, cosi come la croce che era il supplizio romano riservato ai ribelli. agli schiavi e ai criminali che non erano cittadini romani (se ricordo bene ai romani veniva tagliata la testa e buonanotte).

      A me del "messaggio" del Cristianesimo importa fava, cosi come non importa ad un musulmano. Il musulmano vede la croce e sulla croce c'è inchiodato Gesu. La resurrezione non la vede da nessuna parte. E anche se gliela racconti ti risponde "embe? Maometto è salito al cielo sulla groppa di un cavallo alato".

      Comunque, tutto questo parte dalla questione del velo. Sai cosa ti dico? Vai in moschea e velati, cosi confermi a tutti che sei una cacchetta e che è giusto che ti camminino sopra.

      Poi li converti col tuo essere.

      Elimina

    16. Padre nostro, che sei nei cieli,
      sia santificato il tuo nome,
      venga il tuo regno,
      sia fatta la tua volontà
      come in cielo anche in terra.
      Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
      e rimetti a noi i nostri debiti,
      come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori
      e non esporci alla tentazione,
      ma liberaci dal Male.
      Tuo è il Regno, la potenza e la gloria nei secoli dei secoli.
      Amen.

      Ora io mi domando se questa preghiera parla di resurrezione e di farsi tuareg in mezzo ai tuareg oppure parla di vita e di morte.

      Elimina
    17. ...

      Lo stesso termine cattocomunisti è ridicolo [ ... ].

      Mica tanto, Alahambra.
      Io, di sinistri che pastroiano le due aree, ne conosco parecchi.

      E poi, sono d'accordo con Lorenzo : laddove si mettono sullo stesso piano la pietanza vegetariana e il velo nella moschea, di spiritualità ce n'è poca.

      Elimina
    18. > Il Cristianesimo consiste nella Pasqua di Resurrezione

      Nel mondo protestante la festività più importante è il Venerdì Santo.
      Perché per essi l'umanità di Gesù è più rilevante della sua trascendenza.

      Io trovo che la pseudo -ista Boldrini che si vela in moschea dà un segno inequivocabile: il rispetto di una cultura ostile ai valori che ella dovrebbe rappresentare viene prima dei propri valori.
      Psicologicamente è masochismo e dissociazione.
      Dal punto di vista logico è contraddizione (ma questo ci starebbe anche, nei GAS dobbiamo gestire spessissimo criteri etici che confliggono).
      Dal punto di vista sociologico è il soccombere di una società debole e incongruente a schemi rozzi ma, proprio per questo, efficaci per le masse pecorecce che vogliono la sottomissione come sgravarsi dal pensare (come posso entrare femminista in un tempio della misoginia? non penso, e vado) e da azioni coerenti.

      Da questo punto di vista una donna cattolica tradizionalista si vela in chiesa, una ebrea ortodossa sta indietro nella sinagoga (non so se velata, mi ricordo comunque che hanno un copricapo), possono, similmente, velarsi in moschea.
      Il colossale problema di contraddizione invece è per le compagne alla Boldrini che pongono il rispetto del sacro o di precetti patriarcali e misogini sopra le conquiste ottenute dalle femministe di cui sono figlie.

      Poi uno potrebbe pure capire cosa significa che una donna si veli e il valore simbolico di questo e la rappresentazione del mistero.
      Ma ancora, i pseudo -isti alla Boldrini, Mogherini, Vendola, Letta, Lugherini (non cito altri poteritici incogruenti della sinistra europea) etc. dovrebbero avere una base ideologica semplicemente ostile alle religioni (o di contenimento e riduzione del danno) osservavo sopra.

      Invece questi hanno preso - useràò ora l loro gergo - a pedate i clericofascisti per buttarli fuori e hanno aperto e steso la passerella rossa per i fascioislamici.
      La completa incongruenza culturale (siamo all'antagonismo a se stesso, come dicevo) non è affatto solo una questione di patologia ideologica ma diventa inettitudine politica, sociologica.
      Anche ignorare la storia, ovvero il fatto che da sempre gli islamici hanno usato i comunisti per arrivare al potere facendoli poi fuori non mi sembra particolarmente intelligente.

      Elimina
    19. UomoCoso, i Cristiani di una volta, incontrando la flotta ottomana, levavano le bandiere dalle navi per innalzare su ogni ponte una croce e poi invocavano la madonna perché li assistesse come figli. Il significato del gesto, oltre l'antico rito di invocare i propri dei sul campo di battaglia, era quello di assimilare il calvario del Cristo al sacrificio del guerriero della fede. Senza andare tanto indietro nel tempo, i falangisti libanesi comunemente attaccavano immagini della madonna sul calcio del fucile.

      I Cristiani italiani risorgono. Fa niente se prima della Resurrezione ci deve essere l'Apocalisse. Fa niente se Cristo in origine era chiamato "il redentore" proprio perché aveva redento l'umanità con la morte, adesso è "il cristo risorto".

      Uno con due neuroni in testa fa due più due e capisce che la civiltà vitale concepisce l'idea della fede associata alla spada, la civiltà morente concepisce l'idea della fede come accettazione del fato e via di fuga. Che poi era la differenza del cristianesimo della catacombe e il cristianesimo germanico.

      Elimina
  8. Non si possono decontestualizzare i comportamenti. Anche se ammetto che vedere burqa cado e plantare bianche mi dà un fastidio enorme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. smartphone

      volevo scrivere chador

      Elimina
    2. e al posto di plantare volevo scrivere palandrane

      Elimina
  9. Boh, per quello che mi riguarda, di tutte le donne per così dire "di sinistra", la mia preferita rimane la Boschi. A parte che è una bella manza, ma poi lei pratica l'insider trading, che fa molto più figa che portare il velo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Boschi si cura ma si vede che è una ex cicciotta. Le donne in politica sono come gli uomini in politica, brutta gente.

      Elimina
    2. la Boschi con quel viso supplisce la cellulite che ancora ha. sarebbe perfetta per un paio di generi porno

      Elimina
    3. Quoto la Boschi nel porno.
      Il meglio deve ancóra venire.

      Elimina
    4. Il potere renda (più) affascinanti anche le donne.
      In effetti la Boschi con quell'aria di bravina (le acque chete scavano i ponti!) può generare lubrici pensieri. >:)

      Elimina
    5. Il potere da alle donne il denaro e i soldi per curare il proprio aspetto a livello professionale. Non diventano affascinanti, che è un termine "romantico", invece sottolineano certi elementi sessuali come le labbra, i capelli, i fianchi, le gambe eccetera. Le attempate sembrano giovani, le giovani sembrano cavalle di razza.

      Elimina
    6. Fanti sembrate i seconda media, tra tutti.
      Vi gira il belino che la Boschi è figa e ha il potere, altro che!

      Elimina
    7. volevo dire: in seconda media! era dai tempi delle medie che non assistevo a una conversazione così esilarante.

      Elimina
    8. Solo perché siamo onesti e non ipocriti come voialtre.

      Elimina
    9. comunque non certo il genere "bizarre"

      Elimina
    10. Sara

      Qui siamo goliardicamente al
      Chi piace la figa tiri 'na riga.
      Io non mi scandalizzerei.
      Presente il noto detto di Allen: la differenza tra uno stupido ed uno intelligente è che il secondo può fare il primo ma non il viceversa.
      Quindi possiamo proprio dilettarci con la gnocca e questioni affini, di tanto in tanto. Direi che è piuttosto naturale per uomini eterosessuali.
      I problemi avvengono quando noi non facciamo più gli scemoni, i cazzoni, pure i chiavatoroni e poi voi non vi sentite più desiderate, belle, guardate, etc. .

      :)

      Elimina
    11. Uff...mi tocchera' rifare il post sul mito di Diana!

      Elimina
    12. La obbligherei a girare i bizarre come punizione.

      Elimina
  10. = o. t. =

    UUIC, quale codice usi per visualizzare gli Ultimi commenti nella spalla del blog ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono mesi che devo aggiornarlo, in quanto il secondo collegamento prodotto non funziona più.
      Interessa?
      Vuoi che te lo meili, per quanto storto?

      Elimina
    2. Sì, grazie.
      E indicami anche se il codice lo hai scritto integralmente tu, oppure se hai rimaneggiato un listato pubblico ( come fanno quasi tutti ).

      ...

      Seconda cosa.
      Siccome la quantità di post interessanti e vivi ( che vengono partecipati dagli utenti non nei 10 minuti, né la giornata, ma per giorni e oltre ) di questo blog, consiglio di ricapitolare gli ultimi 20 commenti, e non solo gli ultimi 10.

      Elimina
    3. Fatto e ti ho scritto a ... chiocciolabufalo70.it

      Elimina
  11. Il problema è che la diffusione dell'islam coincide con l' egemonia economica dei nostri veri padroni, ovvero i signori arabi che dal 1970 cercano di comandare in Europa. Anche il cristianesimo è stata un ideologia di dominazione basta vedere la religione utilizzata prevalentemente in africa e in America Latina(dove anche la lingua è dei dominatori) nonchè i pogrom anti arabi in Spagna e Sicilia e contro gli ebrei nella storia. I dominatori oltre a comandare economicamente e militarmente, lo fanno sopratutto culturalmente. Basta vedere in Italia e in Europa la diffusione dei modelli culturali americani nel dopoguerra, l'importazione di feste al di fuori delle nostre tradizioni(hallowen). il modello americano è moribondo in quanto gli Usa sono in decadenza. Ora sta diffondendo l'islam in Europa il modello degli sceicchi che si stanno comprando l'infrastruttura economica dell'intero continente, con la complicità connivente delle nostre elite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La colonizzazione è in primis culturale.
      E tu hai citato vari casi.
      Ad esempio, gli islamici devono saper l'arabo perché, se ricordo bene, il corano deve essere letto in arabo.

      Elimina
    2. Sappi però che io nel mio piccolo ho risposto al fuoco convertendo gli Americani a piccoli modelli culturali Europei ed Italiani.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.