mercoledì 24 ottobre 2018

Deficit deficit deficit - 2

(Deficit deficit deficit)

Rispetto al giornalismo pseudo intellettualesco di La Repubblica ma verrebbe pettegolaceo o spazzatura (*), per contrasto  osservo un certo rigore ne Il Primato Nazionale che
  1. non nasconde la propria posizione e la rende chiara
  2. cerca di documentare il piu' possibile quanto scritto.
Il quotidiano della pseduo intellighenzia progressista messo così male. Vabbè, cosa aspettarsi da coloro che sono passati da Lenin a Steve Jobs, dai lavoratori ai transgender lesbo-vegan, dallo "utero è mio e me lo gestisco io" al diritto (?) di usare delle subumane fattrici per farsi fabbricare dei pargoli ordinati su catalogo.
In un articolo de Il Primato Nazionale leggevo alcuni commenti acrimoniosi dei “camerati” contro il primo ministro austriaco che ricordava l'importanza del bilancio e che nel condominio  Europa non ci si può mettere a fare le cicale e debiti su debiti (**). Insomma, ecco alcuni sovranisti italiani incazzati come vipere pestate che davano del comunista, del lecchino della troika a... al “camerata” austriaco. Robe da matti.
Io detesto questa orribile farsa cicalesca italiota e le connotazioni assurde, indegne che essa assume.

Ancora una volta mi accorgo che l'unica vera dimensione della politica è quella dell'ecologia.
Così come in natura le comunità (i branchi) difendono il proprio territorio, ciò che non è sostenibile sparisce.

Questa robaccia orribile, questa metastasi del culto del deficit è trasversale, attraversa tutte le forze politiche.
Ecco le percentuale di deficit sul PIL dei governi a guida PD

2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
4,2
2,5
3,9
2,9
3
2,7
2,4

(indebitamento netto / PIL, %, neo governi PD, fonte: Huffington Post).

e relativa ghenga antidemocratica e antinazionale, ottenuta con un baratto che ha ridotto l'Italia a fogna a vasca di carico di milioni di invasori, criminali ipertestosteronici.
Ora la demagogia è quella della sinistra populista pentastellata (in parte rilevante pidini e sinistranti delusi). Quella sovranista? Deve pagare uno scotto per arginare l'invasione.

Non possono stare e nell'euro e fare debito. Devono abbandonarlo se vogliono passare all'abominio di stampare la ricchezza.

17 commenti:

  1. Ricordo la campagna di mesi bigotta e puritana, a livello genitale, sulle avventure erotiche di B, oppure, ancora peggio quella di mesi, architettata contro Assad, riportando una serie infinita di falsi, basata sugli autorevoli bollettini del cosiddetto Osservatorio Siriano per i diritti umani, ovvero un (1 in cifre) ex agente dei servizi segreti del RU di stanza a… Londra.

    RispondiElimina
  2. Il rispetto dei patti credo che sia una delle cose piu' care al mondo germanico, una cultura del Pacta sunt servanda, un segno distintivo della cultura dell'onore.
    Poi bisognerebbe chiedersi quali siano i patti con sottoscrittori (i governi sinistranti a guifa PD) non eletti, eletti con leggi anticostituzionali, razzisti anti nazionali che hanno barattato, come ricordato sopra, deficit abnormi di bilancio con l'invasione di centinaia di migliaia, milioni di afroasiatici invasori.

    RispondiElimina
  3. I "camerati" italiani non capiscono che le scene di cartapesta di Cinecittà non costituiscono un vanto. Qui non si tratta di "pacta", si tratta di avere le pezze al culo e il cappello in mano. Il problema attuale non è il deficit, lo spread, i mercati, eccetera, è che il Governo da una parte fa proclami e dall'altra cerca di rabbonire facendo intendere che è tutta scena.

    Tempo fa dicevo ad un amico ex PD ora grillino che il momento della verità è quando cominciano a piovere palle di catapulta, allora vedi se la gente è disposta a portare avanti le cose che dice oppure se fa marcia indietro.

    Diciamo che fino ad ora abbiamo fatto sempre e comunque la seconda, ci siamo messi a pecora con chiunque pur di trarne un vantaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio dire che il grillino vuole il lavoretto e la pensioncina, vuole la macchinina, vuole la crocerina, vuole la televisioncina ultra-HD eccetera. Fintanto che si tratta di fare "casino" gratis, bene, quando gli dicono che gli tolgono le cose che gli interessano, a quel punto è disposto al servilismo più schifoso pur di mantenerle.

      Non il grillino, diciamo l'italiano medio.

      Quindi non puoi bluffare, chiunque sa che basta minacciare l'Italia e gli Italiani, che sono sempre li a chiedere l'elemosina, per ottenere obbedienza canina.

      Casomai ai germanici da fastidio che appena si voltano il servo italiano gli ruba quello che può. Non ci vogliono nemmeno come servi perché siamo fastidiosi.

      Elimina
    2. Penso che si arriverà a rese dei conti che saranno un filino cruente, drammatiche.
      Franza o Spagna purché se magna e intanto... ti conducono alla garrota.

      Elimina
    3. Non penso che arriveremo nemmeno vicini alla violenza degli Anni Settanta. La gente sta troppo bene ed è troppo rincoglionita.

      Elimina
  4. Intanto sento che il Parlamento UE ha approvato una direttiva per l'abolizione degli oggetti usa-e-getta di plastica come le posate e i piatti. Un capoccione dei 5 Stelle diceva che poi aboliranno le bottiglie. Ottimo, vorrà dire che li faranno di alluminio, probabilmente più tossici e costeranno molto di più.

    E lo scrivo sul blog di uno che è convinto che la plastica sia un problema. E' una delle tante cose che mi farebbero ridere se non fossero mortalmente serie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' del tutto ovvio osservare che la plastica è abusata. Ogni metro dei milioni di discariche stradali lineari, ad esempio, te lo mette sotto il naso.
      Tu continua con il tuo tranquillismo antagonista.

      Elimina
    2. Non capisci e non mi sorprende.

      Elimina
    3. Neghi l'evidenza della realta'.
      A volte, ti rendi conto dell'orribikle che dilaga, dello squallore metastasico e rinsavisci.
      Dopo un po' ricadi nella modalita' antagonista, neghi la realta'.

      Elimina
    4. Quello che tu descrivi si chiama "pensare con la propria testa".

      Tu non ne sei capace, non sei nemmeno capace di scrivere senza ripetere giretti retorici parola per parola, come "squallore metastatico".

      Che se tu avessi sedici anni te lo perdonerei, alla tua età significa che c'è qualche pezzo rotto dentro la macchina.

      Elimina
    5. E comunque, io descrivo dei fatti. I fatti sono che la plastica è quasi "inerte" infatti si usa come contenitore dei cibi e in chirurgia. Ci sono sostanza incredibilmente più tossiche, distribuite nell'ordine dei milioni o miliardi di chilogrammi, di cui nessuno parla, perché nessuno sa niente.

      Mettiti in fila.

      Elimina
    6. Le resine NON sono tutte uguali: non puoi usare la gomma degli pneumatici per farci bicchieri e neppure il PVC per metterci del salame dentro, etc. .
      Le pastiche contengono ftalati, diventano diossina e furani.
      Se fossimo intelligenti, non aggiungeremmo anche questo problema ai molti altri.

      Elimina
    7. Te sei fuori. Le stufe a pellet producono molta più diossina di quella che puoi trovare nelle "plastiche" eppure non vedo articoli apocalittici di Repubblica sull'uso del pellet, anzi...
      CHISSA COME MAI.

      Se fossimo intelligenti, ci faremmo venire in mente una alternativa. Dai, rimango in attesa che tu mi dica con cosa ti proponi di sostituire la plastica.

      Per me la plastica risolve i problemi, non li genera. Però a livello speculativo posso immaginare che ci sia una soluzione migliore agli stessi problemi, per esempio come contenere il plasma sanguigno, come collegare il contenitore di plasma all'ago che sta nel braccio del paziente. Quando ero bambino mia mamma teneva in casa la famosa bacinella d'alluminio con dentro la siringa di vetro e l'ago, che andava tutto messo nell'acqua bollente per sterilizzarlo, PER OGNI INIEZIONE, prima che diventassero d'uso comune le siringhe mono-uso di plastica. I computer si potrebbero forse fare di carta o di legno, ne ho visti alcuni esempi come "esotismi". Dubito però che avrebbero gli stessi ingombri e durata.

      Infine, farei notare che quando uno scemofono prende fuoco, la parte pericolosa non è la plastica dell'involucro o che fa da supporto ai circuiti, è il materiale della batteria.

      E qui, ancora, tornerei a fare la solita obiezione, com'è che tutti questi professori apocalittici non cagano fuori nessuna soluzione ad uno qualsiasi dei problemi che denunciano, a parte l'idea U-Cosica che per magia domani scompaiano nove decimi dell'umanità, ovviamente esclusi i presenti?

      Elimina
  5. Risposte
    1. Non c'è niente di intelligente ne di nuovo nell'articolo. Si contrappone l'idea che un problema sia risolto dalla "comunità" alla idea che un problema sia risolto dal singolo.

      Facciamo il paragone tra tre Nazioni e tre persone che abitano tre terreni confinanti.

      Come diavolo fanno a convivere tre vicini? Ah non so, non può esistere un essere umano che non sia elemento infinitesimo di una "società" che decide per lui e per tutti. Che sia stata la condizione normale dell'Umanità per trecentomila anni a quanto pare non è noto oppure non interessa.

      I tre vicini, come le tre Nazioni, convivono pacificamente salvo casi eccezionali. Quando si verifica un incidente, si risolve con ambascerie, trattative, scambi, accordi. In casi veramente eccezionali-eccezionali, si risolve a roncolate.

      Quindi, il punto è sempre lo stesso, vedi discorsi di Mattarella, del Papa, dei "sinsitri", eccetera. Il fottuto TIMORE del prossimo, se non facciamo il Governo Mondiale rischiamo che un giorno ci sia la guerra. Perché non siamo in guerra anche adesso? Solo che si chiama "esportare la democrazia", oppure "missione umanitaria", eccetera. L'Italia ha abolito la Leva e compra gli F-35 perché dagli anni Novanta abbiamo cambiato prospettiva, dall'idea di dovere difendere l'Italia dallo straniero siamo passati alla idea di dovere contribuire alle campagne militari che servono ad estendere il Nuovo Ordine Mondiale, agli ordini di altri.

      Da cui discorsi che si sentono ogni tanto per cui dopo avere rinunciato alla moneta nazionale è tempo di rinunciare all'esercito nazionale. E quindi agli Stati nazionali.

      Cosi non dovremo più avere paura del vicino perché la mamma-partito-stato (sovra stato in questo caso) ci mette tutti ai ferri, tutti uguali, tutti incatenati.

      1984 o peggio.

      Elimina
    2. E facciamo un esempio concreto, l'obiezione compagna-tipo su Salvini.

      "ecco, col cavolo che gli amici sovranisti di Salvini si prendono una quota di immigrati dall'Italia".

      Ragionamento tipicamente compagno, se tu sei nella merda, devi mettere nella merda tutti gli altri.

      Se tu hai un amico, non vuoi che si prenda le tue grane perché mal comune mezzo gaudio, vuoi che ti aiuti a risolverle.

      Quindi l'Italia non deve chiedere ad un alleato di prendersi gli immigrati ma aiuto nel respingere quelli che arrivano, a difendere le frontiere.

      Anche in senso lato, perché se e quando l'Italia dovesse cominciare a respingere immigrati, cosi come quando comincia a volere fare di testa sua su qualsiasi altra faccenda, arrivano le minacce della UE e dell'ONU.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.