domenica 13 gennaio 2019

Capri revolution

Non possiamo vivere incompleti
  • senza la tradizione che è la forza delle radici, dell'esperienza,
  • senza la tecnica e la concretezza della conoscenza, l'utilizzo proficuo della scienza,
  • senza l'espressione artistica, la parte degli istinti, ancestrale del rapporto con la natura e l'irrazionale.
Un riconoscimento della realtà, un omaggio eccellente, quello di Mario Martone, all'uomo vitruviano.
La protagonista, Lucia, ha la saggezza di comprendere che nessuno dei tre è sufficiente, completo, esaustivo, avendo radici nella tradizione arcaica, essendosi emancipata da essa con l'abbracciare riti apollinei che erano pure nella tradizione ellenistica di quelle terre e la conoscenza ottenuta con la conquista della lettura, primo dispositivo di progresso.


8 commenti:

  1. Scritto proprio di fretta, direi.
    Mi è piaciuto un sacco. Forse avrei dovuto solo metterci qualche immagine, lasciare così solo un ricordo.

    RispondiElimina
  2. Off Topic:
    "... la prima vescova lesbica del mondo chiede di rimuovere i crocefissi e di creare uno spazio di preghiera per i musulmani.

    La vescova di Stoccolma ha proposto che una chiesa nella sua diocesi rimuovesse tutte le croci e di creare segni guida che mostrino la direzione della Mecca a beneficio dei fedeli musulmani.

    Eva Brunne, che nel 2009 è stata nominata prima vescova lesbica al mondo dalla Chiesa di Svezia, e ha un figlio piccolo con sua moglie e prete lesbo Gunilla Linden, ha suggerito di rendersi più gradevoli ai quelli di altre fedi."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo al nichilismo autoimmune, alla distruzione autofaga, alla follia dello zerbinarsi tagliandosi le vene senza se e senza ma.
      L'altro giorno ho letto di un fondamentalista zelota sedese che in rete cerca e segnala coloro che fnano ragionamenti "d'odio" e li segnala a qualche autorita' opportuna.
      Gli scandinavi sono fottuti e gli islamici ne faranno strame.
      C'e' ancora un'ecoloogia nel mondo.

      Elimina
    2. In "Capri revolution" c'e' 'sta comunita' di artisti nordici (radical chic ante litteram) in cui entra la realta' che si ostinano a buttare fuori dalla porta del loro tentativo di piccolo paradiso comune.
      Anche una fragile donna con vari complessi e blocchi che, in un moto di sincerita', ammette di non aver avuto alcuno degli effetti speciali che altri confessano dopo un certo evento.
      La comunita' si spacchera' su come gestire 'sta disadeguante.
      Insomma, prendi degli svitati e ne riempi la testa con dei fondamentalismi politicamente corretti e ottieni dei dementi la cui funzione diventa anche quella di rottura delle comunita'.
      Ecco, Eva Brunnen e la sua marita ce la metteono tutta a spaccare, a sfasciare la societa' svedese iniziando a demolirne i simboli e l'identita'.

      Elimina
    3. Ho visto una doto di questa "vescova" con le/i "prete/i" attorno. Almeno avessero avuto la furbizia di inventarsi una propria iconografia. Avevano in testa tipo degli zerbini tagliati a forma di tiara e in mano i bastoni "pastorali" (non conosco il termine). Sembravano LA PARODIA dei preti cattolici, come vedere lo scimpanzè vestito con la sigaretta in mano.

      Lo dice uno che con la Chiesa cattolica ha poco da spartire, è solo l'effetto ottico di palese parodia.

      Ecco, a forza di togliere i barattoli da sotto la pila per imporre l'ideologia Anti-Umanista, si arriva inevitabilmente al mucchio che ti cade in testa.

      Considerato però che alla base di tutto c'è l'odio per se stessi di questi personaggi "Anti-Umanisti", "progressisti", eccetera, anche quando gli crolla il mondo addosso, questi godono.

      Elimina
    4. L'incoscienza è invariabilmente un segno di intelligenza limitata. Anche se ci sarebbe da chiarire se costei ha un utile personale dal mettere in campo azioni che hanno come effetto lo sfascio del bene collettivo, il che cambierebbe non poco la valutazione: incosciente o personaggio "inqualificabile"?

      Elimina
    5. Uhm, sarebbe bello se si trattasse solo di intelligenza limitata. Secondo me qui siamo davanti ad una distorsione della coscienza, una psicosi, indotta dal condizionamento. Un po' come in quei film dove c'è l'agente sotto copertura che non sa di esserlo e che viene attivato con una parola chiave al telefono.

      Io conosco alcune persone cosi, è gente che non definirei "stupida" ma che ha dei percorsi mentali distorti, folli, irrazionali. Sono capaci di un certo livello di sofisticazione ma costruiscono macchine assurde che finiscono per mangiarseli.

      La cosa più perversa è che sono condizionati ad odiare se stessi e a godere quando gli viene fatto del male.

      Elimina
  3. MKS, sono degli zeloti che si fanno belli, si pavoneggiano.nell'essere più estremi nella loro religione folle, autorazzista, nichilista.
    Una gara tra masochisti.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.