lunedì 16 novembre 2015

Successo, fallimento, erba voglio

Alle tre di sabato, mentre tornavo dalla serata di milonga, pensavo alla incredibile doccia scozzese che avevo vissuto, che vivo da un po' di tempo. Da una parte l'ego ebbro di bollicine e scintille per l'aver ballato bene, ancora una volta un po' meglio e il sentirsi desiderato e ricercato (in tangheria) e il piacere travolgente di qualcosa che piano piano inizia ad avvicinarsi ad un qualcosa di decentemente artistico, anche se ancora in principio o poco più. Dall'altro i morsi silenziosi di ciò che sembra un inarrestabile allontanamento dal mondo femminile, per quanto riguarda il sesso, il relazionarsi. Devo dire che è un po' di tempo che non chiedo più numeri cellulari, come se le “imprese” seduttive recenti, senza “pietanza” senza compimento mi avessero stancato, demotivato. Osservavo, stranito, quasi incredulo, i risultati opposti ed estremi: successo e fallimento. La sublimazione dà qui il meglio e il peggio di sé.

Avevo mandato un messaggio in principio di settimana a _sketti – da settembre studio con lei – in settimana sulla possibilità di ballare insieme. Il fine settimana scorso ero via io, questo non può lei. Vabbè qualche buco può capitare. Mi ha risposto sabato che ha novità in famiglia e in lavoro...il tempo per il tango le si è ristretto.
Mmh.
Spero siano buone novità – le scrivo – e spero anche che balleremo insieme ancora, altrimenti lo studio diventa sterile. Mi aveva risposto piccata che allora si ritira per non farmi tempo e creare sterilità etc. Le ho scritto che ne parleremo oggi.
_sketti è in gamba nello studiare, studio bene con lei ma... è ovvio che non possa studiare (a questo livello) con una con cui poi possa ballare raramente. Chi potrebbe pensare si mettere su un gruppo rock o jazz, ad esempio, provare insieme e mai suonare? Le relazioni, per quanto limitate ad un aspetto artistico, hanno dinamiche simili a quelle erotiche. Ci sono gli ego, il potere, gli interessi personali, il tentativo di usare il partner. Ancora, non do un giudizio morale: usare il partner è in quel Do ut des! che io ritengo assolutamente sano, fisiologico, ecologico. Basta che sia onesto, che non lo si voglia mascherare e ricoprire di altro e avere intenzioni chiare.
Certo non ho potuto non avere il sospetto che _sketti, abituata al successo e al tenore della buona borghesia, abbia voluto un buon ballerino a disposizione per il suo studio e che ora sia contrariata dal fatto che... col ballerino sia necessario anche... praticare, oltre che studiare. L'erba voglio, già.
Lascio perdere subito queste elucubrazioni: diventano velocemente delle grosse matasse aggrovigliate. Voglio rimanere sull'oggettivo. Io voglio una partner di studi con cui praticare, diciamo, una volta alla settimana: è possibile” Sì? No?
Per me lo studio è diventato – con i pro e contro, v. considerazioni iniziali – importante.
Erba voglio? No, erba che cresce con zappa e vanga.

58 commenti:

  1. insomma, una femmina capricciosetta

    RispondiElimina
  2. UomoCoso ma tu ci parli con la gente fuori dal luogo del tango? Perché forse ti sei dimenticato che la topa ce l'ha anche la cassiera del supermercato, la segretaria della ditta dove lavori, l'insegnante di tuo figlio, che ne so, ce l'hanno tutte. Se mi rispondi che non hai tempo, che quel poco che hai lo dedichi al tango, mi permetto di suggerirti che se è cosi allora il tango non ti fa bene. Mi permetto anche di suggerire che quando tu fai delle avanches e la destinataria ti rimbalza, dovresti passare alla successiva, non incarognirti sulla stessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, però il tempo di ognuno è limitato. è chiaro che se a lui piace il tango e frequanta il tango gioco forza si incrocia con femmine del tango......

      Elimina
    2. Il detto "Volere e' potere" si puo' applicare a tutto...piu' difficilmente alle relazioni...infatti perché le cose accadano bisogna essere sempre in due a volerle. Noto che spesso ci sono fraintendimenti tra i sessi su cosa si desidera dal relazionarsi...a volte basterebbe un po' piu' di chiarezza da ambo le parti. "Vuoi studiare tango con me? Ok, allora per farlo bene ci dobbiamo vedere un tot al mese/settimana, se no lasciamo stare perché non serve". Forse e' vero che ha un periodo incasinato e non puo' praticare piu' di tanto lo studio...ma a quel punto basta dirlo e amen, senza tanti giri di parole.

      Elimina
    3. Francesco, per la maggior parte di noi il tango sarebbe la manna dal cielo ma nel caso di UomoCoso per qualche ragione non funziona per arrivare al dunque. Quindi suggerirei una strategia alternativa, dato che il tango non è l'unica miniera di topa.

      Elimina
    4. Oh, poi io ammetto di non capire il concetto di "studiare il tango" dissociato dalla topa. Sono gretto e meschino.

      Elimina
    5. Lorenzo non è il tango che non funziona. È Uomo che non funziona.
      Basta vedere i commenti che lascia sui blog di quelle che si fotografano la patata e il culo e quanto bado gli viene dato.
      Del resto non dimentichiamoci che lui è quello che "non ascoltare quello che dice ma le reazioni del corpo". Chiaro che lo rimbalzano.
      Pure qui... mi piacerebbe tanto sapere cosa pensa lei, perché per qualche motivo a sentire lui sono sempre le altre che non si comportano bene. Eh.

      Elimina
    6. x Spirita Libera:
      > volte basterebbe un po' piu' di chiarezza da ambo le parti. "Vuoi studiare tango con me?
      > Ok, allora per farlo bene ci dobbiamo vedere un tot al mese/settimana, se no lasciamo stare perché non serve"

      Sì, Spirita, è ciò che le dirò stasera prima di lezione.
      Periodo incasinato... può starci una o due settimane.
      Se diventa che da un tot (dicembre) in poi non avrà più tempo per ballare le cose cambiano.

      Elimina
    7. uhm, Alahambra, uomo non è uomo così sgradevole da essere rimbalzato.... io credo che il tango non gli faccia bene, da questo punto di vista Lorenzo non ha torto..... magari se inizia a frequentare centri sociali (e omette di parlare di politica) trova femmine più disponibili

      Elimina
    8. x Lorenzo:
      Con _sketti non ci ho più provato e i rapporti sono da tempo inerenti solo lo studio e la pratica del tango e questo perché se la cava bene ed è in gamba a lezione.

      > Se mi rispondi che non hai tempo, che quel poco che hai lo dedichi al tango, mi permetto di suggerirti che se è cosi allora il tango non ti fa bene.

      Io mi sono accorto di questa sublimazione: mi fa bene e mi fa male.

      Comunque, come ho scritto a Spirita, con _sketti non ho più rapporti seduttivi da tempo.

      x Alahambra:
      Sì, con le femmine non funziono.
      _sketti è stata corretta sul piano seduttivo: sono impegnata e non voglio altro. Sul piano dello studio la prima reazione è stata piccata, come se fosse ovvio che lei abbia diritto di studiare con me anche senza aver tempo di studiare.
      Lascia perdere la critica a priori: è corretto?

      Elimina
    9. Francesco, in questo momento ho una intolleranza notevole a il_bobbbolo della sinistra come bobbbolo di credenti. Ho problemi con le persone con mentalità acritica, religiosa.

      Elimina
    10. Poi nei centri sociali trovi gente che non si lava, prendi qualche malattia.

      Elimina
    11. oddio, conosco gente di destra refrattaria all'acqua e al sapone, credimi Lorenzo....:-)

      uuic, sono appena stato bannato da un blog fasciocomunista, capisco che cosa intendi.....

      Elimina
    12. Mah Francesco. Io non lo so cosa pensano le altre donne che frequentano questo blog. Per quello che riguarda me non frequenterei né accetterei tentativi di seduzione da uno che si comporta e pensa come lui. Vero è che ho avuto pure modo di verificare le contorsioni mentali che produce e la violenza e l'egocentrismo adolescenziale che lo permeano. 
      Uomo: dipende. Quello che credo è che da una parte le tue esternazioni portino a reazioni piccate e dall'altra il tuo essere perennemente egoriferito ti porta a interpretare come piccate delle risposte che non lo sono. Per questo vorrei sapere cosa pensa lei.

      Elimina
    13. Ci ricordiamo che l'uomo si cambia le mutande una volta a settimana vero? :)

      Elimina
    14. si si, l'ho pensato anche io questa cosa e anche alla storia della pipì fatta nel giardino, della casa fredda ecc.... ma io l'ho visto in foto e c'è di ben peggio in giro lo stesso.... credo che la tanguere (si dice così ?) siano più fighette di quanto non si immagini. poi per carità, anche lui può avere modalità con le donne sbagliate. ma alla fine non è che gli altri maschietti - me compreso - siano dei perfettini, che dici ?

      Elimina
    15. Dico che tra essere perfettini ed avere un atteggiamento respingente c'è un abisso.
      Citavo le mutande per le malattie del centro sociale xd dubito che le tanguere lo sappiano come la questione della pipì da fare nel vaso e i 12 gradi in casa. Non ne farà pubblicità no?
      Penso solamente ai racconti che fa dei suoi tentativi di seduzione e per quello che riguarda me è tutto sbagliato, ma a monte, a partire dalla linearità inesistente e dall'assenza di qualsivoglia spontaneità. Lui parla di tecniche, di trigger, di accorgimenti, di strategie. Io sono una pigna ed è un dato di fatto, ma lo capisco se uno è costruito e a quel punto lo rimbalzo.
      Questo se non si vuol citare il suo estremismo e il fatto che chiunque nella sua testa esiste solo in funzione del suo personale ed esclusivo benessere e piacevolezza. E anche questo si capisce in fretta e di nuovo... si rimbalza.

      Elimina
    16. AlaCosa & Francesco, che mi sembrate i due vecchietti del Muppet Show, permettetemi di spezzare una lancia sulla schiena di UomoCoso, lui è abbastanza furbetto da cambiarsi le mutande quando esce con qualcuna e di non fare la pipi nel vaso davanti a lei e di alzare il termostato se la invita a cena. Mentre al Centro Sociale sono sudici per convinzione. E' un sudiciume dello spirito prima che della cute. Francesco quando dice "vai al Centro Sociale a cercare quelle disponibili" fa tutto un programma.

      AlaCosa, si dovrebbe fare un sondaggio tra le giovinotte che frequentano metaforicamente UomoCoso.

      Elimina
    17. mah, lo descrivi peggio di quello che è....nel senso che a me sembra tutto fuorchè costruito. anzi, è forse fin troppo evidente il suo modo di essere e pensare. che poi sia quello il motivo per cui non cucca, beh lì si apre il dibattito, chiaro.....

      Elimina
    18. Ah poi Francesco, non frantumarmi le noci con il "fasciocomunista", esiste solo il "comunista" che è cosi da sempre. Non ci sono "comunisti buoni", c'è solo l'ipocrisia per cui una stessa azione si giudica con metro diverso a seconda di chi la fa. Pensa se invece di immigrati arabi che ammazzano oltre cento francesi fossero stati dei neonazisti a fare strage di immigrati. CI sarebbero le fotografie delle autopsie in prima pagina e i carri armati nelle strade.

      Elimina
    19. Alahambra, non ho pubblicato la sequenza con relativi tempi esatti e testi riportati integralmente per evitare che sia possibile risalite a questa pagina gugglando. Non hai dati per essere così affilata.
      Sulla storia delle mutande ne abbiamo discusso e qui riporti un quarto di verità (se vuoi essere affilata devi essere precisa e non rozza a quarti di verità).

      Le tanghere (lo scrivo in italiano) sono persone differenti. Esistono delle caratteristiche statistiche (il pubblico delle tangherie è diverso da quello degli outlet, da quello degli stadi e da quello del boogie o dei pub e lo si nota abbastanza velocemente). Come sai la statistica è.. statistica.
      _sketti è decisa, abbiente, buona borghesia e decisa in ciò che vuole e che non vuole. Ora dovrei entrare in alcuni dettagli relativi ad un paio di episodi (ad esempio, un due di picche ad una mia richiesta di passaggio quando mi hanno abolito un treno tra due stazioni metropolitane all'ultimo). Insomma, tu hai usato il termine "capriciosetta".


      Lorenzo, penso che la mancanza di igiene del proprio corpo (che è fortemente correlata a quella degli indumenti, anche se Alahambra finge di non capirlo) non sia connotata politicamente.

      Elimina
    20. > Citavo le mutande per le malattie del centro sociale xd dubito che le tanguere lo sappiano
      > come la questione della pipì da fare nel vaso e i 12 gradi in casa. Non ne farà pubblicità no?

      Io non ho neppure tempo oggi per ribattere alle critiche senza fondamento che spargi qui.
      Tanto per dire, _sketti non si è neppure avvicinata a casa mia, quindi non sa quale temperatura ci sia. Idem per la raccolta dell'urina.
      Ignorando completamente queste cose esse non possono in alcun modo aver influito su una possibile seduzione.
      Inoltre, da quando studiamo insieme non ho fatto più nulla sul fronte seduttivo. Qui non ho parlato che mi sta sul culo perché non me la dà o perché avrebbe rifiutato un'uscita a cena o al cinema.
      Ho parlato del nostro rapporto come partner di studio del tango.
      Quindi è la tua mente che elabora e projetta e tenta di mettere roba nel ventilatore.
      Adesso mi sono stufato e non accetto più affermazioni che vorrebbero essere pungenti e invece sono rozze e di mezze verità. Alahambra se vuoi ironizzare su varie questioni che non sono pertinenti questa pagina, vai a farlo nelle pagine relative.
      Vuoi perculeggiarmi sulla raccolta dell'urina? sulla questione di quando come e perché cambiare le mutande? vai a farlo nelle pagine relative.
      Rimuoverò ogni tuo commento qui tanto tema e basato su discredito. Chiaro!?

      Elimina
    21. L'igiene non è correlata agli indumenti ma alla fatica e ai luoghi che frequenti. Se tu stai seduto davanti al computer non ti sporchi e non sudi come lavorando in fabbrica o nei campi.

      Da cui si ricava che i praticanti del tango sicuramente si docciano e si deodorano all'impossibile per controllare la traspirazione e corollari, dentro un ambiente relativamente pulito. Mentre i cretini dei Centri Sociali hanno tutto un altro profilo e l'ambiente è di solito abbastanza prossimo ad un porcile, con in più i miasmi delle varie attività, dalla cucina al cannone, passando per la latrina.

      Sulla promiscuità delle compagnucce non so dire, io non le toccherei con una pertica lunga tre metri. Se hai lo stomaco e se aspetti che siano intossicate, è un po' come pescare nel barile.

      Elimina
    22. Lo vedi che proprio non capisci? Non stavo ironizzando e non stavo gettando discredito e non stavo prendendo posizione riguardo a queste cose.
      Ho anzi detto che non credo che abbiano a che fare con il tuo essere rimbalzato.
      E che cazzo.

      Elimina
    23. Oh... e rimuovi pure quello che ti pare. Non è certo questo il sistema per chiudermi la bocca e farmi smettere di pensare quello che penso che dipende dalla mia esperienza diretta con te qui su questo blog in cui regolarmente mi attribuisci pensieri e stati d'animo e intenzioni che non mi appartengono oltre a capire fischi per fiaschi di quello che dico.
      Chiaro che poi non credo alla tua versione dei fatti!

      Elimina
    24. x Lorenzo:
      > Da cui si ricava che i praticanti del tango sicuramente si docciano

      Non sempre e, purtroppo, questo lo si nota con il senso dell'olfatto.
      La mia prassi è "doccia prima di ogni evento di tango/studio". Nei casi come oggi nei quali non tornerò a casa, la doccia me la faccio la mattina. In ufficio non mi sporco e non sudo.

      Non so cosa dirti sui centri sociali visto che è molto che non li bazzico. Ti riferisci ai punkabbestia?

      Elimina
    25. x Alahambra:
      Io leggo delle parole non solo sarcastiche ma anche fuori luogo semanticamente e topologicamente.
      Come ho scritto, qui si tratta del come _sketti e io ci relazioniamo su studio e pratica e cose come raccolta dell'urina o la temperatura in casa mia non c'entrano assolutamente nulla se non nella tua mente.

      Se sei onesta intellettualmente osserverai che non ti ho detto di non commentare ma di commentare nei luoghi opportuni. In modo che ci sia un contesto.
      Se viene qui e inizi a sbrodolare che la _sketti non studia o non pratica con me perché a casa raccolgo l'urina o mi cambio le mutande ogni x giorni la stai facendo fuori del vaso e a me_nn_mi piace.
      Se non ti va, a casa tua ti scrivi una bella pagina "_sketti non pratica con quello là perché c'ha 12° a casa" e vivi contenta e soddisfatta.
      Qui, se vuoii vai alle pagine in cui ho scritto le varie cose.
      Fine.

      Elimina
    26. Non so, io sono un ragazzo di periferia, avvezzo a gente che suda, quindi non mi formalizzo. Come dicevo l'altra volta, negli spogliatoi che frequentavo io c'era una sana aria di stalla, non c'erano Dolce&Gabbana in persona come da Francesco. Sono abbastanza sicuro che l'ambiente del tango mi sembrerebbe un posto di fighetti.

      No, niente PunkCosi, mi riferisco a gente che ha addosso l'odore della canna, del sudore e del fritto e che non si lava i denti da un po'.

      Elimina
    27. ohi Lorenzo, un pò di stalla c'è anche da noi, ecchecazzo !!!!!!

      Elimina
    28. > l'ambiente del tango mi sembrerebbe un posto di fighetti.

      L'ambiente del tango è un posto abbastanza raffinato. Non è questione di fighetti. Come disse uno dei miei maestri, in origine, anche tra gente modesta, a Montevideo e Buenos Aires, l'evento del sabato sera o domenica pomeriggio era così importante che uomini e donne, anche di modesto censo, tenevano i propri abiti migliori, si lavavano, rasavano, curavano prima di andare in milonga. Era ritenuto, per importanza - parole sue letterali - come andare a messa la domenica. L'abito della festa o... della milonga.

      Comunque anche nella micro galassia tanghera entrano dei/delle principianti con poca dimestichezza con l'igiene e il decoro personale. Solo che... vengono emarginati quasi subito: nessun* ha piacere di ballare abbracciato con una persona sgradevole. Dopo un po' smettono di andare in milonga.

      Elimina
    29. però mi dispiace sentire dell'amarezza in UUIC, in fondo è un bravo cristo.... (e non sono ironico o sfottente, preciso)

      Elimina
    30. La fighettitudine non c'entra con il censo, è una posa. Nel caso del tango è ovviamente obbligata dal fatto che devi abbracciare delle donne e chiunque ci tiene a fare bella figura. Viceversa, tra uomini si sa che c'è libertà di ascella pezzata e di renza. A parte certi giri di venditori come Francesco con D&G.

      Elimina
    31. Francesco, secondo me a UomoCoso piace soffrire un po', tende al masochismo.

      Il caso della gita in Valtellina mi sembra classico. Per me andare in montagna è come per te la corsa, uno sfogo sia fisico che mentale. E direi che "in montagna veritas", da cui il portare tutto al minimo essenziale. UomoCoso invece tende a creare un evento complicato e non contento aggiunge la prefazione della tipa nel letto e i titoli di coda della stessa tipa ancora nel letto. Il tango uguale. Per UomoCoso non è una forma di espressione fisica ed emotiva, da cui emergere appagati, è invece una sorgente di complicazioni ed arzigogoli con un prima e un dopo altrettanto complicati, nei quali lui si rotola felice.

      Ogni tanto si lamenta che le cose non sono lineari come dovrebbero essere ma in realtà è una balla, non lo sono perché a lui piacciono complicate, contorte. Le cose. Forse anche le donne, non so.

      Elimina
    32. beh, il fatto che abbia "scelto" il tango come arte sembra venirti incontro. se ci pensi, è un qualcosa di difficile, complicato, se non ci sei portato richiede impegno stratosferico (altro che andare in montagna o correre)..... boh, può essere....

      Elimina
    33. Non ho capito il riferimento alla Valtellina, Lorenzo.
      Non ho capito cosa ci sia stato di complicato in quell'evento.
      Purtroppo sì, è.. stato un po' di fretta. 6h di auto il sabato e 6h di auto la domenica sono pesate. L'alternativa? O niente Val di Mello oppure aspettare un ponte o organizzare un fine settimana più lungo.

      Elimina
    34. Il tango ha la stessa complessità di alcuni strumenti importanti, come il pianoforte, il contrabbasso, etc. .
      Ma voi dite ad un pianista che gli piaccion le cose complicate?

      Elimina
    35. UomoCoso, scusa se semplifico, alla fine non ti conosco se non per quello che scrivi.

      Fatta questa premessa, da quello che scrivi a me sembra, riprendendo una cosa citata da AlaCosa sopra, tu abbia la tendenza ad allontanarti dalle cose semplici e spontanee per preferire quelle mediate, articolate, strutturate, complesse e infine involute.

      Ti spiego la differenza sulla montagna. Sempre premettendo che non conosco le condizioni specifiche. Se io organizzassi una gita tenderei a compattare il più possibile sia il gruppo che la "missione", riducendo a zero le varianti. Si va tutti insieme nello stesso posto A o come ripiego nel posto B. Non prenderei mai in considerazione una comitiva eterogenea, alcuni vanno qui, altri vanno li, varianti, appuntamenti, ritrovi, eccetera. Non perché ci sia qualcosa di sbagliato ma perché non mi diverte.

      Quando ci scrivi del tango l'impressione che ne ricavo è di qualcosa in cui la cosa in se, cioè la parte del movimento, sembra minoritaria rispetto a tutto il contorno. Andare, venire, incontrarsi, e tizio e caia, premesse, corollari, derivate. Come se non bastasse, al tango in quanto tale tu attacchi le frequentazioni femminili, anche esse tutte spezzettate in partenze, arresti, allontanamenti, avvicinamenti, movimenti a zig zag, corollari, derivate.

      Diciamo che non mi sembra che tu faccia niente per rendere le cose lineari ma che al contrario cerchi di renderle intricate. Quando dicevo che non ti fa bene, intendevo dire che non ti fa bene esagerare, forse a volte bisognerebbe fare uno o due passi indietro e ripartire in una direzione un po' diversa.

      Io comunque sono l'ultimo al mondo che può dirti come vivere, quindi...

      Elimina
    36. io il penultimo al mondo. ma Lorenzo secondo me ha detto parole sensate.

      Elimina
    37. Montagna:
      come sai, Lorenzo, le persone che vanno in montagna sono molto poche (mi raccontavi che non trovi compagni di camminata, spesso).
      Poiché 'sto cercando di aggregare un gruppo sufficientemente ampio per garantire una sufficiente continuità in numero ed una base sufficientemente ampia sui vari gradi di difficoltà, da tempo coinvolgo persone che non hanno lo stesso livello.
      Ecco il perché di comitive non così omogenee.
      Ad esempio, dei duri e puri con cui esco, in Val di Mello c'era solo _zzz. In due non sarei andato là per varie ragioni.

      Quindi l'obiettivo è più di "andare in questo posto di natura una sola volta".
      Così è anche per il tango: sebbene a me piaccia come espressione "artistica" non lo posso isolare da tutto il resto. Se devo andare in milonga, riesco a trovare dei compagni di viaggio per i miei xy km? Se sono donne? uomini? cosa faccio? solo del mio livello? solo uomini? etc etc.
      Considerato che passo tra studio e milonga molta parte del mio tempo libero, questo si innesta con tutto il resto: costi, logistica, gradevolezza, ...., seduzione, amicizie, ...

      Sì, mi piacciono le cose complesse come gli scacchi. Anche le donne che sono "complesse" per noi maschi mi piacciono con personalità, capacità e carattere abbastanza ricchi ovvero ... più complessi.

      Elimina
  3. Se posso dire la mia senza entrare nelle polemiche, che mi sembrano peraltro inutili (cosa ce ne può fregare infatti di dove fa la pipì l `Uomo o quanto spesso si cambia le mutande? Saranno cavoli suoi, no? )...io credo che ognuno é libero di scrivere quel che vuole nel suo blog, che é la sua casa (virtuale) , e quando si va in casa altrui ci vuole educazione e rispetto sempre e a prescindere. ..anche quando non si é daccordo o quel che leggi ti da fastidio...almeno io la vedo cosí, poi chiaramente il blog é pubblico e viviamo in un paese dove bvge la libertà di pensiero ed espressione, e quindi anche di critica. Ma le critiche devono essere costruttive e pertinenti e non provocazioni sterili. Poi si sa, Uomo ha un modo di fare suo chebpuò piacere o non piacere peró gli va dato atto che risponde sempre a tutti senza mai trascendere, e questa é una qualità che poche persone hanno, a mio parere. Indipendentemente dalle sue argomentazioni, che spesso sono opinabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le provocazioni anche pesanti purché corrette sono molto utili.
      Se Alahambra viene qui a ironizzare che con _sketti non va (cosa? il fatto che mi annuncia che non farebbe più pratica?) perché a casa ho 12° o raccolgo l'urina per portarla alla terra, ecco, che siamo alla provocazione sterlie.
      Cazzo c'entra la temperatura di casa mia o se raccolgo l'organico e lo porto nel bosco dietro casa?con la pratica con _sketti in milonga? nulla => provocazione sterile

      Sulle argomentazioni io cerco, più possibile, di rifarmi a dati e scienza e conoscenza. Vedi, ad esempio, pagina precedente.
      Ci sono decine di secoli di conflitto con ciò che ora è islamico (v. turchi e nordafricani) e ora, i panmixisti sìglobal, presi dalla loro hybris volemosebenista, tecnioprogressista, globalista, eismivariista, diranno che non è roba vecchia, che "È un mondo già globalizzato, il nostro, che vi piaccia o meno." e altre affermazioni che addirittura pongono i problemi a cui si è arrivati come dato di fatto (cioè tu vieni, mi bruci la casa, alla mia ira, tornato dalla milonga, mi rispondi "E' una casa già bruciata, che ti piaccia o meno".
      E questo ciarpame intellettuale sarebbe filosofia.

      Elimina
    2. Ribadisco che non hai capito una beneamata. Si stava parlando del tuo essere costantemente rimbalzato nei tentativi di seduzione e sui motivi per i quali questo forse accade. Cose queste che hanno largamente a che vedere con la prima parte del tuo post.
      Non ero sarcastica, non ero ironica, non ero provocatoria. E qui si viene al secondo punto che ugualmente ribadisco: come sbagli costantemente nell'attribiure a me cose non vere, così con pensiero deduttivo immagino che lo faccia anche con le altre e non credo quindi alle tue sensazioni in merito all'essere piccante di setti, figuriamoci poi sui motivi per cui lo sarebbe.

      Elimina
    3. AlaCosa, sono il peccatore che non può scagliare la pietra ma forse su questo tema dovresti alleggerire un po' i toni. Noi non siamo li a vedere UomoCoso all'opra, interpretiamo quello che scrive.

      Elimina
    4. Stiamo parlando di forma o di contenuto Lorenzo?

      Elimina
    5. Io sto parlando di sostanza. Cerca di capire, quando si tratta di uomini e donne è meglio tenersi un po' discosti, suggerire ma tenendosi indietro. Tu in questo caso sei troppo perentoria, secondo me è fuori luogo per due ragioni, come dicevo non sei li a vedere ne UomoCoso ne le donne con cui si relaziona e c'è sempre il rischio di sovrapporre se stessi e le proprie rogne sopra le storie degli altri.

      E' anche vero che UomoCoso dice e non dice, anche nel blog parte e poi frena, si allunga e si ritrae, pare sia il suo stile nel fare le cose. Chiaro che se scrive un post deve accettare i commenti. Ma non è un argomento che richieda o giustifichi entrate a gamba tesa.

      Come dicevo, cerchiamo di prenderla con leggerezza.

      Elimina
    6. x Alahambra:
      > Si stava parlando del tuo essere costantemente rimbalzato nei tentativi di seduzione

      No, qui si sta parlando
      a - di una certa mia frustrazione e amarezza per quanto riguarda i rapporti con le donne
      b - di alcune questioni inerenti il rapporto di studio con _sketti (nessuna relazione con l'unica uscita seduttiva con lei).

      Sei andata fuori argomento citando cose che non c'entrano nulla (Plin plin, temperatura in casa mia d'inverno, etc.).

      Elimina
    7. x Lorenzo:
      Proprio ieri pensavo alla incomprensione tra Alahambra e me e pensavo che è uno dei casi in cui l'impedenza intergenere è evidente. Non solo quella ma quella è importante.

      Come vedi, Lorenzo, Alahambra ha scritto. Su altre questioni le ho solo detto di commentare nelle pagine relative.

      Elimina
    8. Non so dire se dipenda dalle differenze di genere o piuttosto da diversi stili e diverse abitudini nella comunicazione, tanto più mediata come quella che possiamo avere qui.

      Elimina
  4. Uo', mentre ti stavo scrivendo mi è capitata una cosa strana, adesso ti racconto il dietro le quinte del commento.
    Ti stavo scrivendo questo (beh sì lo so, è un commento proprio carino ;)) : "Non ti preoccupare Uo', troverai la tanghera adatta a te." E poi:" Nessuno può mettere Uo' in un angolo". Finendo tutta 'sta stronzata aggiungendoci anche la canzone di Dirty Dancing, come se non bastasse.
    Quello che non sai è che nel frattempo Uo', avevo le cuffie nelle orecchie e il mio lettore mp3 sintonizzato sulla radio e stavo facendo zapping, ad un certo punto indovina che canzone è stata trasmessa? Oddio che inquietudine, che strana sensazione. Non è nemmeno la prima volta che mi capita una cosa del genere.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indovinello musicale.... :)
      Stavi ascoltando London Calling. (beh, non so se ci sia un pezzo punk tipo Women Calling... ;)

      Elimina
    2. No Uo', no. Non stavo pensando ai Clash, almeno non in quel momento... :)
      Ho sentito la colonna sonora del film Dirty Dancing.

      Elimina
    3. E magari a te sembra che quello sia un film invece di una buascia di mucca.

      Elimina
    4. Oops grazie, non me n'ero accorta. Grazie eh!?

      Elimina
  5. Il tango dissociato dalla topa ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il concetto di dissociazione (movimento opposto del torso e del bacino intorno all'asse verticale) è uno dei fondamenti del tango.
      Non quello dalla topa.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.