martedì 18 ottobre 2016

Ad esempio Alessia Mosca

  • ci sono i deputati europei del PD che votano CONTRO l'agricoltura italiana
    [...]
    1 - Mercedes Bresso, PD
    2 - Sergio Cofferati, ex PD
    3 - Andrea Cozzolino, PD
    4 - Roberto Gualtieri PD
    5 - Cécile Kyenge, PD
    6 - Antonio Panzeri, PD
    7 - Massimo Paolucci, PD
    8 - Gianni Pittella, PD
    9 - David Sassoli, PD
    10 - Renato Soru, PD
    11 - Patrizia Toia, Partito Popolare/di frequentazioni socialiste e dalemiane
    12 - Flavio Zanonato, PD
    13 - Curzio Maltese, Altra Europa (manineicapelli solo per il nome del partito neopostcomunista)
    14 - Elly Schlein, PD
    15 - Barbara Spinelli , Altra Europa
    (discussione

Tengo d'occhio i singulti del TTIP, al proseguire della sua agonia, ad ogni sua difficoltà io mi rallegro, tiro un sospiro di sollievo. Il razzismo positivista, delle castalie antiitaliane, antidemocratiche, continua in tutte sedi, su ogni piano. A questi genuini antidemocratici si è aggiunta Alessia Mosca: “Chi si professa europeista convinto non può, allo stesso tempo, reclamare un potere di veto da parte dei parlamenti nazionali”.
Non stupisce che uno degli ideologi del "nuovo mondo", Eugenio Scalfari, di recente abbia apologizzato l'oligarchia ad esempio dei molto poveri superiori moralmente a te, infimo razzista inferiore gretto populista xenofobo razzista piccolo borghese. Ihihihi. L'oligarchia, come tutte le forme di potere, sfugge il controllo e l'allontanamento anche fisico, geografico, le è utile.
"L'oligarchia abbia in mente una sua visione del bene comune è inevitabile". Sì sì, proprio una sua visione. Prego notare che tutta 'sta roba viene del partito democratico.
I postcomunisti sono passati dalle visite ossequiose, religiose al Cremlino, alla Piazza Rossa, al mausoleo di Lenin  a quelle altrettanto ossequiose alle oligarchie mondialiste alla Clinton Soros. Sono, ora, i più strenui oppositori degli ex amici kompagni fratelli russi sovietici. Non male come voltagabbana! Anche Alessia Mosca è una eurocrate sinistrante che sta lavorando contro me, contro voi.

La "riforma" dell'orribile costituzione sovietica è un altro dei progressi al peggio, un ulteriore miglioria dei sistemi di potere antidemocratici, un progredire nello zerbinare un intero paese. E' sufficiente osservare da chi viene promossa e da chi viene consigliata.
Comprereste una già orribile costituzione usata da questo individuo?


4 commenti:

  1. Non c'è da aggiungere alcunché, Uomo.

    ===

    RispondiElimina
  2. Tutta gente che non è ne italiana ne europea, sono "cittadini del mondo". Il paradosso è questo, gli viene data la responsabilità di rappresentare gli Italiani al Parlamento Europeo e questi hanno in odio e vogliono smantellare tanto l'Italia che l'Europa.

    Chissa se un giorno sapremo per quale motivo le elite apolidi mondialiste hanno scelto proprio M. Renzi per il ruolo di Caro Leader degli Italiani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luigi Sertorio, con le sue riflessioni di uomo ben addentro ai meccanismi NATO, testimonia che gli italiani yesmen per le decisioni SUA è stato il comportamento storico.


      "I grandi politici tipo De Gasperi o Andreotti erano totalmente servi dell'America. La nazione Italia andava avanti con una dinamica di sottomissione tecnologica ed economica (eliminazione di Mattei, Ippolito, Olivetti) e di furbizia, l'unica arma che resta in mano e che caratterizza i servi. Lo sappiamo fin dai tempi antichi. La corruzione italiana è sempre piaciuta agli USA. Ricordo alle riunioni generali della NATO (anni 1991-1994) il rappresentante italiano che non sapeva parlare inglese e stava seduto appoggiato al tavolo dell'immensa sala a leggere i giornali (orrenda vergogna per me che ero costretto a stare seduto dietro a lui secondo le gerarchie d'uso). Quando si chiedeva il voto la segretaria che sapeva l'inglese gli dava un colpetto, lui si muoveva alzando la mano per indicare che approvava la mozione richiesta, che era sempre quella degli USA. Questo comportamento era graditissimo agli Americani."


      Renzi è il Neodemocristiano che le elite (statunitensi) possono bene controllare per i propri scopi e progetti.
      E' un cattolico tra i post comunisti, è troppo di "sinistra" per l'opposizione, apparentemente è "opposto" per molti senza esserlo.

      Ora è andato a rinnovare l'alleanza zerbinaggio con gli SUA: R. deve restare anche se questo o anche se quello.
      Chiaro!?

      Elimina
    2. Quello che succede è chiaro, ovviamente per chi non è "di sinistra".

      Ma le ragioni per cui succede sono un po' meno evidenti, fatto salvo lo scopo generico del famoso Piano.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.