sabato 22 ottobre 2016

Pietra merdosofale

Gli scioperi il venerdì sono una buffonata. Purtroppo, per tentare di fare numero, i sindacati li indicono proprio il venerdì. Ecco come screditare e immerdare un dispositivo politico, economico, sociale che sarebbe estremamente importante e da usare, come tutte le cose importanti, il minimo indispensabile per cose importanti.
La sinistra consumista, demagogica, al caviale, ai  girotondi di sconclusionati fuori dalla realtà e ostili ad essa è una sorta di pietra merdosofale, che riesce a superare in peggio il nazionalpopolare dell'altra parte. La "sinistra" trasforma in merda tutto quanto tocca. Si pensi solo a MPS, solo dei dirigenti in area PD sono riusciti a sfasciare la banca europea più solida, più anitca, massimamente florida. Come  R. che è riuscito nell'impresa che pareva impossibile di superare, in demagogia, il peggio, il suo mentore B. Non ho mai tovato posti più lerci, disgustosi, alienanti e degradati di alcuni centri sociali ultrasinistri che frequentai in occasione di alcuni goa. Non tutti erano così ma quelli al peggio, erano proprio sinistri e peggio.
Insomma, con queste riflessioni sulla pagliacciata scioperistica, esco dalla stazione e trovo due apostoli in missione. Ciascuno sventola una copia in alto.

Lotta comunista!?
Per carità... l'oppio marxista!
Siete ridicoli.

Siete ridicoli? Noi chi?  Continuo a sentirmi ecologista, edonista, localista, identitario, asburgico-tirolese e altro ancora. Non c'è nessun noi in cui possa stare (notare subito la riduzione a voi e noi, a gruppi, a classi, a collettivi, son proprio in preda ai fumi del loro oppio!). Forse pensava ai loro competitori, i socialisti fascisti.
Come gli ex-fumatori, ora come ex-frequentante  dei sinistri (nello stadio più acuto della malattia forse un po' simpatizzante cocomeriano)  mi rendo conto ora che perfino i fascisti sono stati decisamente meno nefasti di questa orribile marmaglia di fondamentalisti della loro religione lobotomizzante, oscurantista, apologeti e resposabili dell'invasione in corso con la quale stanno stipando di TNT la polveriera, stanno sirianizzando, balcanizzando  l'Europa, l'Italia.
Il nemico in casa nostra. Te lo dicevano pure!


(via umbvrei)

27 commenti:

  1. Risposte
    1. Sì, troppa importanza per la sinistra.
      Troppo potere per persone pericolose, fanatiche, moraliste, ipocrite.

      Elimina
  2. Non ho mai tovato posti più lerci, disgustosi, alienanti e degradati di alcuni centri sociali ultrasinistri [ ... ].

    Se all'entrata di questi c'è il simbolo dell'anti-fà ( parapappappà ), non riesco ad entrarci ...
    pena un forte mal-di-stomaco per tutto il tempo della permanenza ...
    è più forte di me.
    E cmq. sono pure peggiorati, in ossequio alla globalizzazione forzata : al TPO di 051, qualche anno fa, chiamarono fior di graffitisti per decorare la sala principale ...
    poi, ''contrordine, compagni !'' ( cit. Giovannino Guareschi ) ...
    QUALCUNO ha deciso che la sala principale DOVEVA essere usata anche da gruppi di musulmani per le loro preghiere ''a cul busone'' ( come pittorescamente dice uno dei vecchi al bar dell'angolo ), e per altre attività loro ...
    i graffiti, nella loro arte esplosiva di forme e colori, ''inquietavano'' gli gnucchi, che protestarono ed ottennero la cancellazione di eccellenti lavori.

    = alternativi un cazzo.

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già essere anti in permanenza è da dementi.
      L'essere antagonista non può che essere una fase temporanea necessaria per raggiungere e realizzare obiettivi e progetto propri.
      Questi sono antifascisti peramenti... proprio dei koglioni permanenti.

      I kompagni del TPO... anticlericali, contro l'oppio dei popoli e tracchete, gira il vento, e si zerbinano agli islamici.
      Poracci, mi fanno persino pena.

      Elimina
    2. Sono dei mesti bisognosi di riscatto, e le motivazioni per il riscatto ( anzitutto individuale ) non le troveranno in quegli ambienti ( cui non sono completamente contrario, preciso );
      sono lo stadio ultimo della società occidentale, senz'altro di quella europea-occidentale : rete gratuita, ganja a prezzo politico, birra a prezzo politico, buona musica ...
      stop.

      Che si vuole di più, dalla vita ?

      :)

      E, guarda, a me potrebbe anche andare bene, ma lo schema sopra espresso consta della deprivazione totale di qualsiasi abilità e potenzialità politica, cioè costruttiva del substrato intellettuale alle azioni materiali prossime future della comunità;
      l'''area politica'' definita da molti centri sociali, consta di 3 capitoli :

      - liberalizzazione delle droghe;
      - anti-fà ( parapappappà );
      - sì alla globalizzazione.

      L'ultimo, è diluito sotto le mentite spoglie della ''solidarietà'' e della ''tolleranza'', con gli effetti paradossali che ho ricordato sopra, cioè una RESA INCONDIZIONATA a qualunque xeno-entità per fare dispetto ai ''fascisti'' ( come il marito che si taglia le palle per fare dispetto alla moglie ) cioè all'autorità genitoriale ...
      adolescenza permanente, di massa.
      Profilo basso, con alzate di testa randomiche e disconnesse da qualunque sincronia di gruppo.

      Ed E' QUESTO il punto esatto in cui ci troviamo, Uomo.

      ===

      Elimina
    3. Questi sono antifascisti peramenti... proprio dei koglioni permanenti.

      Sono, in verità, degli ''anti-fascisti'' ignoranti di cosa sia stato il Fascismo, pregni di un ''anti-fascismo'' che nient'altro è declinazione di un egualitarismo confuso, demagogico, matrice del Sì-globalesimo per le masse.

      ===

      Elimina
    4. > come il marito che si taglia le palle per fare dispetto alla moglie

      Ecco, anche questo spiegato con poche parole e molto bene.

      Elimina
  3. UCoso, il titolo di "Lotta Comunista" è corretto ma manca una parte. Sarebbe "il nemico è in casa nostra e siamo noi".

    Come detto altre volte, la "sinistra" storicamente rappresenterebbe la borghesia mercantile, ergo le elite finanziarie e massoniche del Piano.

    La "sinistra" marxista della "classe operaia" è una enorme mistificazione e poteva esistere solo in un certo contesto, quello del "proletariato" della rivoluzione industriale. Avrebbero dovuto inventarsi un'altra categoria invece di "sinistra" ma gli faceva comodo fingere la continuità con la Rivoluzione Francese, anche li fingendo che si trattasse di rivoluzione di popolo, dei famosi "ultimI", invece che rivoluzione della Borghesia (o "nobiltà di toga") alla Robespierre.

    Comunque, fatto salva l'evidenza del fatto che le due categorie degli idioti e dei mai cresciuti sono carne da cannone per la terza categoria dei furbastri che fanno carriera nel Partito, è anche evidente che la "sinistra" propone semplicemente il concetto del TANTO PEGGIO TANTO MEGLIO.

    Ovvero, un mondo dove sono tutti poveri, tutti uguali nella povertà (esclusi i capoccia del Partito ma quelli sono inviati da Dio). Tutti schiavi, tutti schiavi uguale. Ovvero la equalizzazione nel minimo comune denominatore.

    Mi sono ammazzato per scrivere questo. Comunque, i "compagni" sono il nemico di tutti, compresi di loro stessi. Sono distruttivi e auto-distruttivi. Ovunque vanno, fanno il deserto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se avessi avuto tempo mi sarei fermato a parlare con quei due "missionari".
      Ugualismo, dittatura del proletariato, lotta di classe, etc.
      Ma come è possibile che credano a queste assurdità, cazzo, nel 2016, 99 anni dopo, dopo tutti i fallimenti di quella distopia, di quell'incubo reale?

      Guarisci bene, Lorenzo.
      Abbraccio

      Elimina
    2. Come è possibile?
      Educazione, lavaggio del cervello fino dall'infanzia, conformismo nella adolescenza e bisogno di approvazione, assistenzialismo nella età adulta.

      Il meccanismo è semplice, si fonda sulla osservazione di due fatti,
      1. le persone sono diseguali e vivono vite diseguali,
      2. al netto della livella, certe vite sono più difficoltose di altre.
      Nel tentativo di rendere più facili le vite difficoltose, definiscono la causa nella "ingiustizia sociale" che determina le differenze.
      La "ingiustizia sociale" è quella che si determina tramite i rapporti economici tra le "classi" di Marx.
      Per ottenere la "giustizia sociale", si annullano questi rapporti economici, annullando le "classi", ovvero creando con la forza una unica "classe", quella dei "lavoratori". Tutti "lavoratori" e i frutti del lavoro a chi il lavoro fa.

      Ci sono tutta una serie di errori catastrofici, sia nella teoria economica marxista che banalmente nella meccanica della "dittatura del proletariato", infatti è veramente banale osservare come il "proletariato" in se sia acefalo, quindi deve delegare a qualcuno e questo ricostruisce una oligarchia, ovvero una struttura di "classi", solo tutta finalizzata a conservare lo status quo del minimo comune denominatore.

      Ovvero, stringi stringi, il capoccia comunista va in giro in Mercedes e in barca a vela ma non solo lo dissimula il più possibile, investe anche tutte le sue risorse nel conservare lo stato "proletario" di tutti gli altri, tirando il freno in ogni occasione di "progresso" economico e materiale.

      Se per ipotesi il Comunismo si fosse esteso a tutto il pianeta, i capoccia non avrebbero avuto i lussi capitalisti, avrebbero goduto di quelli medievali prodotti con enorme dispendio di energie negli angoli della economia pianificata. Un po' come fanno gli sceicchi con le pistole d'oro.

      Per il resto, gane over Ucoso.

      Elimina
    3. Sempre in movimento la "gioiosa macchina da guerra"
      Ieri sentivo alla radio che ci sono Paesi da cui "fuggono" buona parte di questi "poveri profughi" che hanno un tasso di crescita del 5 o 6% annuo (il nostro è zero virgola).

      Sempre per la favoletta del "fenomeno spontaneo e naturale delle migrazioni di massa".

      Per me ormai è finita ma se avessi vent'anni direi e farei ben altre cose.

      Elimina
    4. Nel frattempo qualcuno reagisce alla invasione.

      Altrove leggo: "Strana coincidenza per chi poco più di mezzo secolo fa si rese famoso in Italia per il proprio eroismo. Era la notte del 17 novembre del 1951, l’alluvione del Polesine e i pescatori di Gorino, “questo pugno di uomini intrepidi” – come riportano le cronache di allora – risalirono con le loro barche piatte la piena del Po, nel Rodigino, per portare aiuto alla popolazione. Allora “salvarono dalle acque 320 donne e bambini”.

      Solite favolette per rabbonire la gente e instillare sensi di colpa.

      Elimina
    5. Presto in ogni città, Mark.

      Elimina
    6. Il piano deve proseguire più veloce possibile.
      E' la politica del fatto compiuto.

      A Gorino è evidente la dittatura del politicamente corretto e i funzionari delle elite che impongono, a forza, a manganellate e con la violenza, gli xeno alla popolazione e ai territori a loro spese, contro la loro volontà.

      Al Fano, ovviamente, è uno dei responsabili di questa dittatura travisata.

      Elimina
    7. @Andrea

      In ogni città ma non a Capalbio

      Elimina
    8. @Mark
      Intendevo piccole reazioni, focolai di rivolta "bianca". Questa è una delle primissime.

      Elimina
  4. http://www.rischiocalcolato.it/2016/10/essere-musulmani-ed-essere-romani.html
    Segnalo questo articolo interessante, Uomo e chi di ha interesse alla questione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché mentre leggevo dell'atteggiamento dei Romani nei confronti dei Greci, della loro "secondarietà" espressa anche tramite forme di "devozione linguistica", mi veniva alla mente l'atteggiamento nostrano nei confronti degli SUA e della "loro" lingua? Probabilmente per una ragione simile a quella per la quale pensando al concetto di "primarietà" come negazione dell'importanza del passato e dell'iconoclastia nei confronti delle proprie vestigia (spesso inesistenti quando non deliberatamente distrutte) è facile trovare un ottimo esempio proprio negli SUA. Mmm...

      Elimina
    2. Ovviamente non è cosi. Nell'articolo citato sopra si fa una lettura un po' parziale dei fatti. I Romani conquistano la Grecia con le armi, faticando un po' a sottometterne le falangi oplitiche e certi reami ellenistici come quello di Pirro. I precettori greci che insegnavano ai figli della aristocrazia romana erano SCHIAVI, poi diventavano liberti. "Grecia capta" era la precondizione di "ferum victorem cepit".

      Nel caso degli USA, si comincia con una guerra di indipendenza tutta interna alla anglosfera, tra i coloni inglesi delle Americhe e la madrepatria. Ma come mostra ampiamente il sigillo degli USA (fare ricerca su Wikipedia) gli USA sono la succursale coloniale della massoneria inglese. Avanti veloce, le due guerre mondiali altro non sono che il conflitto tra potenze mercantili e industriali continentali e potenze mercantili e industriali prevalentemente marittime. Le prime erano necessariamente soffocate dal monopolio delle materie prime e dei mercati globali operato dalle seconde. Il famoso "posto al sole" che Mussolini reclama per l'Italia contro gli stramaledetti Inglesi giudo-pluto-massonici.

      Errore di calcolo strategico, le guerre si concludono con il consolidamento definitivo del mercantilismo marittimo-globale anglofono, che ad un certo punto rende obsoleto il controllo fisico e militare delle colonie, sostituito da quello finanziario/economico.

      La situazione attuale di attrito tra gli USA e potenze emergenti vecchie e nuove (Russia, Cina) è ancora inquadrata nella medesima logica, potenze continentali che cercano di infrangere il monopolio su materie prime e mercati. Fortunatamente ad oggi esiste una molto maggiore integrazione delle economie, che fa da volano smorzando eccessi in un senso o nell'altro.

      L'Europa ormai non esiste più. Gigante ucciso tagliandogli la testa. In questi anni si sta procedendo a tutto spiano a sostituire le etnie autoctone con un meticciato multi-tutto in modo da sminuzzare e disperdere anche i resti del gigante ucciso, che non risorga mai più.

      Può piacere o non piacere il personaggio ma Putin non deve fare altro che guardare in casa nostra per vedere cosa si prepara a casa sua.

      Elimina
    3. Se qualcuno si chiede la ragione di tanto accanimento nel distruggere l'Europa, è ovvio. Rimane ancora oggi il Centro del Mondo.

      Non è solo una questione di demografia, di mercati, di finanza, di industria. E' questione di CULTURA.

      L'Europa deve essere annientata, cancellata, perché avrebbe il potenziale di re-inventare il mondo "n" volte. Il potenziale è contenuto negli Europei e nella loro memoria. Ergo, bisogna cancellare gli Europei e spezzare ogni legame, cancellare o svuotare di significato ogni retaggio del passato.

      I giovani europei sono condizionati perché si ritengano "cittadini del mondo". La precondizione è quella di non sentire alcun legame con concetti come "la terra dei padri". Una sinfonia ha uguale valore, o inferiore preferibilmente, alla ritmica dei tamburi tribali o al suono di corni della regione X qualsiasi.

      Il "diritto" a essere e fare qualsiasi cosa è il "diritto" ad essere il nulla.

      Cui prodest?

      Elimina
    4. Riguardo l'Islam, la differenza è semplicissima. Si afferma come "unica religione" sottomettendo un coacervo eterogeneo di culti primitivi propri di gruppi tribali altrettanto primitivi. Poi si espande manu militari senza la capacità ma sopratutto la necessità di comprendere gli avversari.

      Anche qui, l'articolo di sopra fa una semplificazione. I "barbari" che vivevano attorno ai Romani e prima i Greci (la parola è greca, non latina), non furono solo nemici ma anche di volta in volta alleati, clienti, mercenari, soldati, assimilati e assimilanti.

      I "barbari" europei ebbero secoli di convivenza forzata con grandi civiltà e imperi, tanto che ancora nella prima metà del Novecento i Tedeschi, cosi come i loro antenati, vogliono ancora rifondare il Terzo Impero Romano.

      I "barbari" arabi irrompono a cavallo in lande di cui non sanno nulla e nulla gli serve di sapere.

      Ergo, non hanno mai voluto essere Visigoti o Bizantini o essere assimilati o rinvigorire una civiltà o un impero decadente. Ancora oggi irrompono in lande di cui ignorano cultura e ragione di essere con la stessa idea dei loro antenati guerrieri nomadi, di sottomettere i nativi e piantare le tende.

      Ma consideriamo sempre che questo capita per via del Piano, ovvero per la faccenda del meticciato che sostituisca gli Europei e per creare quanto più casino possibile, divide et impera.

      Elimina
    5. il Piano prevede quindi la "fine della storia". L'appiattimento (verso il basso mi pare ovvio) di ogni identità e la sua sostituzione con un nulla intellettuale. Dove certo la AI aiuterà le cose nel rendere l'essere umano una specie di ameba completamente indirizzabile e manipolabile.
      Non sono però sicuro che "la fine della storia" in questo senso sia effettivamente possibile, data la natura sociale e comunitaria dell'essere umano, dove il conflitto e la competizione non sono solo inevitabili ma anche perfettamente naturali.
      Non riesco però in questo momento tragico per quello che fu l'Europa ad individuare cosa possa spezzare l'equilibro e far deragliare (anche in peggio, cosa importa) questo folle progetto.

      Elimina
    6. Tutto scorre.
      Giocare con le parole e col famoso concetto della "infinita complessità" è solo un trucchetto retorico.
      Dato che la Storia consiste negli eventi tramandati per iscritto da qualcuno, non si interromperà fintanto che ci sarà uno scriba sulla terra.
      Non significa che lo scriba tramandi la "verità", significa che esiste una cultura egemone in una data regione con le risorse per immortalare la propria epica.

      Per esempio, Il Caro Leader degli Italiani ha chiesto ad un manager di Amazon di sopraintendere alla "digitalizzazione" dell'Italia e degli Italiani. Nessuno dei due ha chiari i tecnicismi o ha degli obbiettivi di tipo tecnico. Però sono entrambi impegnati a tramandare un segmento della Storia della potenza attualmente egemone (che non sono gli USA ma le elite apolidi massoniche della finanza di cui gli USA sono il Primo Grande Esperimento e il Mondo Nuovo attuale il Secondo Grande Esperimento).

      Tra tremila anni studieranno tutto questo come facciamo noi con l'Egitto dei Faraoni.

      Elimina
    7. x MrKeySmasher:
      > "secondarietà" espressa anche tramite forme di "devozione linguistica"
      Non avresti potuto esprimerlo meglio.
      Prego salire in un mezzo pubblico o andare una festa in quel di Milano e ascoltare l'inglesano più orribile.

      Elimina
    8. x Andrea P.
      > la AI aiuterà le cose nel rendere l'essere umano una specie di ameba completamente indirizzabile e manipolabile.

      Coloro che hanno visto Wall-e sanno come sono ridotti gli homo, praticamente dei grossi ammassi di carne flacida distesa su triclini volanti, ingurgitanti cibo industriale precotto, premasticato, plasticato, om connession perenne per instupidirsi senza sosta di entertainment.

      In realtà (c'è un pagina in Effetto Cassandra) quando le società si abbruttiscono e si abrutiscono, la convivenza civile crolla e ritorna violenze e forme di sopraffazione anche brutali.
      Quindi il "nuovo mondo" che piace tanto ai massoni della fratellanza universale, agli illuministi e ai marxisti, ai D'Alema e ai vari sinistranti antagonisti masosadici del "più uguaglianza per tutti" sarà la loro nemesi. Prego osserva che fine hanno fatto le elite intellettuali e di "sinistra" nelle società islamizzate.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.