venerdì 11 giugno 2021

Ritrovarti

Prima a lezione, il laboratorio nel quale provi e riprovi movimenti, frasi, prima robotici, a scatti e poi via via più fluidi. Come osservava Fernando Sanchez, nel tango non c'è nulla di naturale. Abbiamo la fortuna di avere due maestri che conoscono corpo, anatomia, fisica cinematica del tango e provano a passarcela. Apprendimento per ripetizione e raffinamenti successivi. Diventa un piacere quello sgrezzare.

Uscito un po' stanco avevo qualche dubbio. Poi il ritrovo, in quel piccolo covo, quel terrazzo in alto, nella serata tiepida e ancor non morta nella notte, per quegli abbracci camminati e girati. Quattordici mesi senza..., pensavo nella notte di strade vuote e zaffate di profumo di ginestra, verso casa.
Quanto è soave, ritrovarti!


P.S.
Sì, ad ascoltare altri tangheri, pare che si trombi come dei ricci, dal verticale si passa all'orizzontale. Questa bidimensionalità è loro molto mancata.

(unuomoincammino)

3 commenti:

  1. Come criocere del giglio! Sono molto più attive dei ricci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stanno trombando anche in un'immagine della scheda di Wikipedia, devono essere proprio dei... trombatori indefessi! :)

      Elimina
    2. E le Chrisolina americana?

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.