sabato 17 ottobre 2015

Dieci anni

Sono dieci anni.
Dieci anni che scrivo un diario.
Ero felice ieri, in milonga. Quanta gioia, ebbrezza.
Da un principio di amore ad un principio di arte. Questo mio eros ferito, spaccato, come un melograno feso, si vede  la carne viva, il sangue rosso che percola, di due non riesce a tornare uno.

Clic, mio figlio ha spento la luce. Buonanotte. Penso che sarà così. Clic e sarà spenta la luce. Buonanotte a tutti voi.

Osservo, in disparte, il divenire delle cose.
I fiori appassiscono col tempo. E non c'è nulla più di ciò che li renda preziosi.
Dieci anni.

Già.


("doublejackinthepulpit", robertmapplethorpe)

30 commenti:

  1. la similitudine con il melograno e' profonda, mi piace molto, almeno è quello che immagino e che percepisco io.

    buona notte.

    RispondiElimina
  2. Auguri per i dieci anni di scrittura di diario!

    A pensarci, i miei sono circa dodici, ma con moltissime pause in mezzo, molteplici blog, etc... complimenti per la costanza!

    Il melograno e' uno dei frutti che mi piacciono di più (quando non e' ultra-acido!).
    Difficile da mangiare, ci vuole molta pazienza e un certo livello di maestria per non fare un pastrocchio (che le macchie e' difficilissimo toglierle). Ma e' incredibilmente buono (come pure il succo fresco, ottenuto pressando il frutto tagliato a meta' nell'apposita pressa).

    Ho divagato: scusa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un collega ha portato al lavoro 'na specie di premimelograni di provenienza turca. L'altro giorno si lamentava che i melograni sono quasi sempre acerbi e quindi aspri. Solito problema della GDO.

      Dodici anni e molteplici diari.
      In realtà non sono dieci anni di questo diario ma di quello della ex-coppia. Comunque non cambia molto.

      Elimina
    2. Bulutn, è chiaramente una festa perchè siamo in base 10. Comunque auguri, Man ;-)

      Elimina
    3. Guarda Uomo, ho appena bevuto un Caffe' (maiuscola d'obbligo!) anche in onore del tuo blog!

      Nottebuia: in base dieci, ah ah ah!

      E via, vi svelerò un arcano, il Caffe' e' superlativo perche' sono in suolo italico! :))))

      Elimina
  3. Ciao Uomo, auguri!io 9 anni il 14 scorso.

    RispondiElimina
  4. Auguri, Uomo !

    E complimenti !

    ===

    RispondiElimina
  5. Io i dieci li faccio tra diciotto mesi. Augurissimi

    RispondiElimina
  6. x Sara:
    x Francesco:
    Siamo resilienti noi tre. :)
    Francesco, devo dire che stanze di vita quotidiana era decisamente piu' interessante per me che il luogo attuale così specializzato sulla corsa.

    RispondiElimina
  7. IO ti dico come diceva il mio babbo buonanima quando portavo a casa un bel voto (immaginare Charlton Eston con la barba in versione dio-dell'antico-testamento):

    Hai fatto solo il tuo dovere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo papà mi è simpatico. :)

      Beh, diciamo che tenere un diario non è un dovere.
      Anche se poi, come tutte le cose del vivere richiede impegno, dedizione, etc. Poi diventa ... un po' un dovere.
      Ma questo è del tutto inevitabile.
      Prima o poi, in questa ondata che non finisce mai, di furbesche assurdità dirittiste, ci sarà qualche idiota che inizierà a proclamare che è diritto avere un diario o altre scemenze del genere.
      Non mi stupirei.

      Elimina
    2. Come no, perché il babbo buonanima chiedeva la mia opinione su quale fosse il mio dovere.

      Lo assegnava lui, nella modalità :

      "Con dolore ne trarrai il cibo
      per tutti i giorni della tua vita.

      Spine e cardi produrrà per te
      e mangerai l'erba campestre.

      Con il sudore del tuo volto mangerai il pane;
      finché tornerai alla terra, perché da essa sei stato tratto:
      polvere tu sei e in polvere tornerai!"

      Elimina
  8. E ma che bello quel "clic" della luce sul comodino... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi 'no sbacerozzo al mio bipede.
      Che non famolti notti da me e quindi quando è da me io lo tratto sempre piuttosto benino. :)

      Elimina
  9. Buon decennale di blog, Uomo. Io credo di essere a 12...iniziai nel lontano 2003 su Splinder quando i blogger erano una novità e c`erano ancora pochi diaristi in rete... :).
    Il tempo passa. ..così cone le cose, le persone. ..io ho aperto e chiuso, a volte con malinconia, a volte con sollievo, diversi blog. ..ma la passione per scrivere non si é mai esaurita, quella resta sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul tuo eros spaccato. ..ecco, credo non sia facile trovare chi riesce a esaltarci il corpo e l`anima allo stesso tempo. A volte trovi chi si incastra benissimo fisicamente a te ma manca il resto, a volte ci potrebbe essere il restovma manca l`attrazione o non é così forte. Così spesso andiamo avanti un pò spaccati...però non so, credo valga sempre la pena cercare quell`unità. Ci si può anche accontentare, volendo. Ma prima o poi, la mancanza di quel qualcosa (fisico o emotivo) si sente.

      Elimina
    2. Se ricordo bene tu ne hai fatti girare un tot di diari.
      Mi sembra che l'ultimo sia un po' più stabile (ma non vorrei dirlo troppo fortem, eh!? ;)

      Quello che scrivevo da te vale anche per me: bisognerebbe trovare dei compagni tematici.
      Con Nina vado in montagna
      Con Pina trombo
      Con Santa Maria cucino e invito amici
      Con Mina vado a cantare.

      ;)

      Elimina
    3. E magari intercambiabili. :) Ieri scrivevo a un`amica che dovrei tenere A. per il mega sesso e un eunuco che mi dà l`amore. :)

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  10. Complimenti UnUomo. Ti auguro minimo altrettanti 10 anni di tuoi post da pubblicare; se ci sarò, continuerò a seguirti.
    Auguri !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Arturo.
      Qui si mischia tutto un po' (, invece,era un diario dell'eros, diciamo più specializzato). Giorno dopo giorno siamo arrivati a dieci anni.
      Zio cotica, il tempo fugge.

      Elimina
  11. buoni 10 anni... Sempre un piacere, ma soprattutto uno stimolo, leggerti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che ho riletto, un paio di volte, la mia prima pagina, Doppio verbo.
      Eravamo sull'onda montante dell'innamoramento e io seguivo il diario di una coppia, Luca e Lella, che trovavo assolutamente straordinari nella loro eccellenza erotica.
      Mi chiedeo se fossimo arrivati a un quinto della loro maestria, se quella storia avrebbe avuto un altro esito.
      Per dire, il virtuale poi entra nella vita delle persone, non rimane solo virtuale.
      Buongiorno John. Grazie per il tuo apprezzamento.

      Elimina
  12. Uh, e allora buon decimo anniversario di blog.
    Ciao Uo'.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di quell'altro, Clorinda, non di questo.
      Fammi guardare...
      Questo è nato il 20 dicembre 2006. Proprio perché quella storia aveva molti problemi.
      Ciao snobba! :) :*

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.