mercoledì 7 ottobre 2015

Nuovi oppi

Nella casella di posta dedicata alle questioni civiche, politiche, gasistiche (lo sapete che dico sempre che la prima azione politica è la destinazione del proprio reddito!) è apparso una mail dalla voce ovvero del nuovo (?) partito comunista italiano. A corredo (come si può vedere qui) la celeberrima immagine in cui Lenin "pulisce il mondo dalla feccia" (finalmente sono riuscito a recuperare quell'immagine alla quale davo la caccia da tempo, appariva, come poster, nel soggiorno di uno dei fondatori, cattocomunista, della ex lista civica e del gas).

Osservavo, in vari luoghi della diariosfera, che Marx e i suoi seguaci sono riusciti nella più fantastica, colossale e globale realizzazione di quella che in PNL viene chiamata negative target fixation: voleva scacciare gli oppi delle menti del popolo tradizionali e ha diffuso il proprio, non c'è forse movimento attuale che sia connotato religiosamente più del comunismo.

L'impossibilità di comunicare con gli adepti di questa fede e varie sette derivanti diventa anche censura che scatta molto velocemente anche in luoghi gestiti da persone apparentemente aperte (qui e qui, solo per citare due ultimi casi in cui la mannaja della censura è luccicata quasi subito). Non c’è dato oggettivo, evidenza e logica che tenga, quando si violano le credenze ecco la suscettibilità e scatta la tanto deprecata censura fascista (la tua, non la loro; sul "fascista" mi metto ancora una volta le mani nei capelli, anche polimerica sarebbe un termine meno improprio).
Ma non è solo un problema di quella fede. Ieri sera conversavo con una persona che stimo molto, una delle poche che ha mantenuto un pensiero critico, insomma questa persona mi parlava di una proposta politica sovranista (penso sia questa). Persona colta, fine, signorile, anima artistica, antimodernista e anche idealista, una delle poche persone che ha un concetto nobile di patria. di terra natale e con una passione per un rinascimento nazionale, citava Mazzini, l'Italia settentrionale dei Comuni e quella meridionale della cultura ellenistica :- Quale unicum nel mondo! mi diceva con gli occhi che brillavano.
Io lo guardavo un po' scettico: l'irridentismo l'irredentismo è stato un movimento elitario calato dall'alto sugli italiani, imposto loro e, in questi tempi, il movimento verso la sciagura di un fantasmatica e distopica Europa unita, gestita da castalie autoreferenziali, globaliste, progressiste, anti democratiche è il corrispondente attuale.
Gli ho spiegato che il mio ideale è, per dirla con un esempio efficace, una (blanda) confederazione cantonale il cui scopo è una responsabilizzazione delle persone su un territorio. Per quanto molto vicini, intuisco che il nostro sia stato un dialogo se non tra sordi tra persone con grossi problemi di udito.
Ecco, anche un neo irredentismo può essere un movimento di fede, non c'è solo la religione comunista.


Lenin pulisce il mondo dalla lordura
(per introdurre la propria)

23 commenti:

  1. troppo di nicchia. meglio Cruciani, la gente vuole ridere al casello di Carisio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cruciani fa spettacolo sulla politica, non politica.

      Elimina
    2. anche il nuovo PCI non fa politica ma spettacolo. anzi, avanspettacolo

      Elimina
    3. Paradossalmente, per un certo periodo, la persona che ha avuto idee politiche più sensate è stata un comico.

      I partiti seri, invece, sono massimamente pericolosi. Sono come il caro zio, il caro sacerdota, il caro cugino a cui affidi, con fiducia i tuoi bambini ed essi, con la tua fiducia, ne abusano sessualmente.
      Direi che i pariti seri lo sono specie nel disegno antipolitico.

      Elimina
    4. Idee politiche sensate Grillo? Dovresti farlo tu il comico altro che.

      Elimina
    5. Alahambra, le religioni che farciscono le menti (Krishnamurti aggiungerebbe piccole e scadenti) di obblighie e divieti sono gli ismi e pure gli anti-ismi loro duali.

      Non se la tua sia una provocazione o una frase scritta, appunto con fede.
      A me non interessa molto, io posso osservare ciò che è ed era stato ragionevole nel M5S e le cagate pazzesche di quel movimento.
      Non ho bisogno di regole "bianco di qui, nero di là".

      Elimina
    6. Molte cose del "movimento" di Grillo sono semplicemente questione di buon senso.

      Secondo me l'errore fondamentale e la menzogna più catastrofica di Grillo&Casaleggio è stato sostenere che, tramite la magia de "la Rete", si potesse trasformare la merda in cioccolata.

      Non è cosi. Il problema fondamentale dell'Italia è che se facciamo una sezione trasversale della popolazione ci sono troppi idioti, con il significato originario della parola, cioè persone che non sono capaci di esercitare le funzioni pubbliche connesse alla cittadinanza.

      Gli Italiani sono stati costruiti per essere dei "minus habens" in modo che certe "elite" avessero buon gioco nel fare i propri interessi tramite il meccanismo delle "tutele" e dello "scambio di favori".

      Elimina
    7. Andai alla presentazione della Carta di Firenze e notai, tra alcune cose molto sensate, una presenza di alcune cose molto insensate (tra queste una presenza di invasati tecnoprogressisti. quelli che credevano che la rete potesse essere la pietra filosofale della società).

      Elimina
    8. Il periodo risorgimentale è fonte di grandi diatribe tra storici non. Personalmente ho sempre avuto più simpatia per Garibaldi, che era uno che ha combattuto sul campo, che per Mazzini o i gli aristicratici illuminati tipo Cavour che se ne stavano nei palazzi a discutere di patria e nobili ideali. Ma tutti costoro messi insieme ci hanno dato l`Italia che abbiamo. In reatà l`Italia, per come la vedevano loro, è rimasta solo un sogno. I totalitarismi del secolo scorso, neri e rossi, hanno solo portato morte e tragedie immense. Eppure, ancora oggi all`Università ci sono i gruppetti di tizi barbuti che si ritrovano ad occupare aule per studiare Il Capitale di Marx. Mantenuti beninteso da mamma e papà e con la Mini parcheggiata fuori dall`ateneo. Poi ci sono quelli di casa Pound che vanno in giro a menare tutti quelli che lavpensano in modo diverso ma se gli chiedi in che anno si è insediato Mussolini non sanno nemmeno rispondere. Ed infine, visto che non vogliamo mai farci mancare nulla, abbiamo un boyscout al governo e un comico all`opposizione. Insomma...poveri padri della patria...

      Elimina
    9. UomoCoso, come fa Grillo a dire a qualcuno "meglio se stai zitto, non è colpa tua ma non capisci un cazzo"? Non lo dirà mai. Anche nel suo "movimento" ci deve essere un "egualitarismo" di fondo. Quindi ecco che arriva in soccorso la "Rete", una cosa che basta pagare e tutti ce l'hanno. La "Rete" rende tutti uguali, "democrazia diretta".

      Poi chiaro che non sono uguali manco per finta ma la gente non lo vuole vedere, non lo vuole sapere.

      Elimina
    10. Il problema fondamentale del 5 Stelle è che non c'è mai stata corrispondenza tra il detto ed il fatto, a partire dalla pretesa di uguaglianza che oltre ad essere una menzogna in sé è stata prontamente smentita dalle prese di posizione di un vertice che a parole non avrebbe neanche dovuto esistere. Questo è la follia imperante di incitare a violenza e rivoluzioni sempre con il sangue dei minuscolo habens che aderiranno estusiaticamente alle fanfaluche urlate ed alle parolacce che fanno tanto "uno del popolo".
      E queste due bastano a rendere nullo qualsivoglia assunto potenzialmente positivo che la bocca della Scimmia Urlatrice ha partorito.
      Quindi no, non è né provocazione né fede ma semplice totale assenza di fiducia in chi ha dimostrato largomente la propria arroganza e niente altro.

      Elimina
    11. Uffa. Odio scrivere dal telefono ma ho il PC fuori uso.
      Doveva essere "questo e la follia imperante [...] sangue dei minus habens".

      Elimina
    12. Devo pulire una ventola che fa rumore e non ho né tempo né voglia.

      Elimina
    13. x Lorenzo:
      Direi che c'è(ra) un'idea di realizzare con la rete una qualche forma di democrazia diretta. E' stata proposta con il "qui uno vale uno" che, molto velocemente, può degenerare nel più bieco egualitarismo.

      x Alahambra.
      Il problema non è la corrispondenza tra il detto e il fatto del M5S ma se la rispondenza tra programma e azione politica del M5S sia più alta, più bassa o circa la stessa di altre forze politiche.
      Se ricordo, tempo addietro ci fu qualcuno che si prese la briga di capire quanto e se i programmi dei partiti fossero stati rispettati, con risultati preoccupanti.

      Elimina
  2. Noto pure le bojate pazzesche del religiosismo bigotto 'merikano.

    L'autore scrive che "crede modestamente nell’elegante egualitarismo del grembiule": io ho da qualche tempo qualche mia religiosa intolleranza all'egualitarismo ma da tempo sono un sì grembiule senza se e senza ma. Alla linea di partenza, si parte tutti da eguale posizione, in una gara di 5000m non esiste che una vada con la bici, l'altro con il motorino e un terzo con l'auto del papi e che la scuola non è e non dovrebbe essere un posto di marketing e vendita per mode, non è né dovrebbe essere un posto di BAU né una posto dove si esibiscono beni posizionali.

    Ma poi si finisce nei fantasmi e nei loro duali antagonisti.
    E in fantasmi e oppi quelli de Lo Stato Canaglia eccellono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UomoCoso, il tuo commento non tiene conto di una condizione specifica del sistema americano che si sta trasferendo anche da noi.

      La iper-sessualizzazione delle persone e in particolare degli adolescenti.

      Per farla breve, le ragazzine vanno a scuola conciate come battone, come le donne nei video di MTV o di certi film porno.

      Se fosse solo una questione di vestiti la si potrebbe ignorare ma il fatto è che i vestiti corrispondono ai comportamenti, tipo quelli delle studentesse italiane che sul treno della Brianza scambiavano dosi di droga distribuite sui vagoni dalla solita gang composita di albanesi, magrebini e pseudo-italiani con "prestazioni" di varia natura facilmente intuibile.

      Certo, chiudere la stalla quando i buoi sono scappati non ha molto senso, prima occorrerebbe riacchiappare i buoi.

      Elimina
    2. La questione delle armi.

      C'è un grosso malinteso. In Italia noi non abbiamo la stessa idea di "libertà" che hanno in USA.

      Loro intendono la "libertà" come la possibilità, la facoltà, la opportunità di fare letteralmente qualsiasi cosa ti passi per la testa, in qualsiasi condizione, a proposito di qualsiasi cosa.

      L'unico limite che si danno è la dicotomia "pubblico/privato" per cui in pubblico devi rispettare una certa "facciata" e in privato non hai nessun limite.

      Il meccanismo si inceppa quando qualcuno ha una vita pubblica nulla e quindi porta fuori le aberrazioni del suo privato. Per ogni dieci pazzoidi con l'arsenale in casa che si limitano a sparare ai barattoli, ce n'è uno più fuori di testa che fa una strage.

      In Italia non succede perché noi ci vediamo sempre come parte di qualcosa, quindi siamo sottoposti e ci sottoponiamo volontariamente ad un controllo sociale abbastanza pervasivo. Se io avessi delle armi in casa avrei addosso prima i familiari, poi gli amici, poi le istituzioni, ecc.

      Elimina
    3. La iper sessualizzazione degli adolescenti.
      Sì, ora questo fenomeno è comune.
      Ho l'impressione che in stati meno bigotti puritani, come in alcuni europei, ad esempio, sia un fenomeno meno grave, Forse mi sbaglio.
      Ci sono due dimensioni ortogonali: la banalizzazione del sesso che la rende uno dei consumismi/servizismi, la repressione del sesso di natura religiosa/culturale/patriarcale.

      Insomma, c'è chi va al sesso perché è vietato (io la chiamo trasgressione antagonista) chi perché se ne abbuffa come si abbuffa di furbofoni o merdonal e chi fa entrambe le cose o nessuna.

      Elimina
  3. Non voglio passare per quello che punta il ditino per il gusto di ridicolizzare qualcuno, però vorrei segnalarti che credo che con "irridentismo" tu intendessi "irredentismo". "Irridentismo" parrebbe indicare un modo di pensare per il quale prendere in giro sarebbe meritorio, laddove "irredentismo" deriva da "non redento" e, se non ricordo male, era riferito alla rivendicazione di alcuni territori da parte delle dirigenze dei nostri antenati. Se invece hai coniato intenzionalmente un neologismo e io non l'ho capito, chiedo venia fin d'ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie - veramente - MKS.
      Che svarione!
      Ora correggo in irridentismo.
      Devo dire che mi accorgo che il mio lessico non sta migliorando, in questo periodo. :(

      Grazie per la crusca.

      Elimina
    2. Ecco, ora correggo in irrEdentismo...
      Già.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.