martedì 12 aprile 2016

In morte di Gianroberto Casaleggio

E' morto Gianroberto Casaleggio. Nel leggere una raccolta di alcuni suoi pensieri trovo uno scuotimento personale. Molti punti politici del movimento erano e sono punti dell'unico programma sensato, razionale che io condivisi con entusiasmo.
Con l'avvento dei grandi numeri ecco che alcune buone (il razionali è pleonastico) idee sono state affiancate dalla demagogia che la quantità porta séco: dirittismo, un pensiero crescitista, debitista, istanze interessanti di decrescita ed ecologia via via scemate, diluite, sempre un tecnoteismo progressista oppiaceo.
Infine il grande silenzio, quello sulla crescita demografica dovuta in Italia solo all'invasione violenta di milioni di alloctoni (anche se su questo tema, assolutamente tabù, Casaleggio e Grillo avevano dato cenni  di razionalità, cenni timidi, visto che parte rilevante del movimento ha la testa inquinata da fanfaluche e strampalate credenze sinistre, cattoliche, terzomondiste filo massmigrazioniste peraltro in qualche modo sostenute da un certo sìglobalismo del movimento).
Così io mi sono trovato ad essere via via più critico e lontano anche se riconosco che il formidabile motore di idee e proposte aveva lavorato, per molti temi, molto meglio rispetto a cose orribili, sciagurate che costituiscono quel angusto sgabuzzino di mediocri se non pessime idee problema stantie condivise da una catasta di forze politiche che si distinguono su particolari stupidi o insignificanti.
Non so se Casaleggio sia stato un grande e non mi interessa né ha rilevanza ecologica o politica. Certamente emerse rispetto alla moltitudine di ingombranti politicastri problema.

12 commenti:

  1. Viviamo in un'epoca in cui il significato delle parole è continuamente stravolto, travisato, artefatto.

    Il termine "politica" significa amministrare la cosa pubblica.

    Non significa dire ad ogni singolo idiota, pazzo e criminale che l'universo gli deve assicurare la felicità.

    Frantumare la colata di menzogne e paradossi sotto cui sono stati sepolti gli Italiani e gli Europei, che sono cosi rintronati dal lavaggio del cervello che ormai non distinguono più il falso dal vero e non sono capaci di seguire una logica elementare, richiede una rivoluzione che al confronto Copernico e Galileo hanno fatto una passeggiata.

    Con tutto il rispetto, ci vuole altro che "la Rete" per un'impresa del genere. Soprattutto quando è palese che non sono "gli altri" il problema. Sono gli Italiani, tutti, ogni singolo italiano.

    Per cui, sentivo dire alla radio che il M5S avrà il problema della successione. Secondo me dipende da cosa ci aspettiamo. Se ci aspettiamo dei cambiamenti, lo M5S può sparire o diventare egemone, non fa differenza. Se invece ci aspettiamo che non cambi nulla, semplicemente ci sia una spartizione delle risorse, allora si, dovranno trovare il Salvini del M5S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tradotto: non conosco la persona Casaleggio. Dal punto di vista "politico", ha costruito solo un altro contenitore per cattocomunisti in cerca di identità, tutti assolutamente onesti, probi e talentuosi.

      Come ha scritto UomoCoso, l'impossibilità di esprimere un pensiero non conforme e non ortodosso rispetto alla colata di menzogne e paradossi di cui sopra, dimostra la conformità e la ortodossia obbligata nei sostenitori del M5S, da cui l'inutilità del movimento.

      Elimina
    2. Tradotto l'm5s è un altro partito politico che fa il gioco delle elite, che ha la funzione di anestetizzare il malcontento dando agli adepti la patente e la presunzione di onesti senza cambiare rrealmente una cippa,lo sfogatoio degli sfigati, vedi la confusione che hanno sui temi importanti come l'immigrazioneo l'euro

      Elimina
    3. Secondo me non si può dire niente di nuovo senza prima smontare le fandonie che ci raccontiamo da cent'anni.

      Siccome la gente reagisce in maniera inconsulta quando gli dici che le cose date per assodate, certe, vere, per cent'anni in realtà sono fandonie, non è il modo per raccogliere consenso.

      Per ottenere il consenso anzi devi fare il contrario, rassicurare le persone, rafforzare le loro convinzioni fasulle.

      Quindi, se la "base" del M5S è la stessa del PD (e il PD eredita il cattocomunismo), citando Shakespeare: "Cosa c'è in un nome? Ciò che chiamiamo rosa anche con un altro nome conserva sempre il suo profumo".

      La "confusione" è solo superficiale e dipende dal fatto che non si è ancora consolidato l'apparato del partito, la "aristocrazia" che detta la "linea" alla "base". Per altro c'è confusione anche tra i cattocomunisti, non a caso nasce uno pseudo-partito al mese.

      Elimina
    4. Esempio: Ricercatore martire

      Tra le tante assurdità, mi diverte particolarmente il fatto che i Francescani sembrano non ricordare la vita di Francesco, il quale pensò di andare in Terrasanta a convertire il Saladino. Lo sbarcarono in Nord Africa, se ricordo bene e lui provò a convertire uno sceicco locale, suscitando l'ilarità generale. Smisero di ridere quando sfidò i dotti musulmani al "giudizio di Dio", cioè a camminare sulle braci ardenti per vedere chi tra loro fosse nel Giusto. La prova non si fece e per sua fortuna lo mandarono per la sua strada, oggi probabilmente l'avrebbero decapitato e messo il video su Internet. Francesco ebbe la "chiamata di Dio" mentre era prigioniero di guerra e fu prima interdetto per evitare che dilapidasse i beni della famiglia e poi rischiò l'accusa di eresia per avere raccolto una comunità di religiosi mendicanti, fuori dalla prassi della Chiesa del tempo (e di oggi). Dovette recarsi a Roma a fare mostra di ubbidienza ed ortodossia, ottenendo il riconoscimento dello "ordine" e della "regola".

      Insomma, dialogo un paio di palle.

      Elimina
  2. Come sottolineate, non ci sono né strumenti (la rete) né aggregazioni (il movimento, i partiti) che possano risolvere i problemi concettuali, assiomatici dei "sistemi 6".
    A livello di organizzazione e gestione del potere la demagogia democratica ovvero la democrazia demagogica.
    Per ottenere voti dai diabetici devi promettere loro il paradiso (infernale) del più zucchero per tutti.
    Questo sul piano culturale? Antropocentrico. In realtà è che dal punto di vista etologico la specie (parlo della norma, dei grandi numeri) preferisce il massimo tornaconto a breve termine anche se questo è foriero di gravi problemi e di un peggioramento sensibile del sistema.
    Ritengo che il tecnoteismo progressista del movimento sia uno dei molti stratagemmi per sfuggire a limiti e leggi della realtà.

    Racconta a il_bobbbolo ciò che esso brama di farsi dire e otterrai il suo consenso.
    Per quale strano motivo il M5S dovrebbe fare eccezione?

    RispondiElimina
  3. Aggiungo che cattolici e otterrai"sinistri" (marxisti, anarchici, leninisti, cocomeriani, indignati, sìglobal) vivono una perenne dissociazione dalla realtà, dalle sue leggi.
    Questa base è già via da essa e quindi ha un potenziale di gravitare su un movimento che ha un proprio feticcio (il tecnoteismo progressista) molto alto. Ecco perché parte rilevante del M5S è composto da cattolici, comunisti e cattocomunisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cito articolo di Repubblica, parla un esponente del clero greco e si capisce da quel "tutti hanno ragione" che è la causa del problema ma ovviamente è venduta come la soluzione:

      "La situazione ormai non è pacifica. E non so come si svilupperà. Tutti hanno ragione. I profughi hanno ragione perché non resistono nelle situazioni disumane nei centri di accoglienza. Gli abitanti hanno ragione perché temono vedendo reazioni violente dei profughi, saccheggi di negozi, specialmente di generi alimentari. Il male è che gli abitanti hanno cominciato a comprare armi. In televisione un venditore di articoli per la caccia diceva che in un mese ha venduto più fucili che in un anno. Anche il governo ha ragione, perché non ha la possibilità economica di fare quello che sarebbe necessario, perché le casse dello Stato sono vuote, e cerca in ogni modo di assicurare almeno il funzionamento dello Stato, mentre cresce l’esasperazione della gente."

      Andremo avanti cosi fintanto che ci troveremo in una situazione di guerra aperta. E allora avremo contro le personcine come il Caro Leader e il Presidente Mattarella, per non parlare ovviamente di gente come la signora Boldrini.

      Elimina
    2. La Grecia è solo un po' piu' avanti nel "progresso".
      In realta' e' un sistema sovravvincolato che non ha soluzioni. E quando un sistema (sociale) non ha soluzioni cosa succede!?
      Si torna all'oscurantismo a all'oppio dei popoli che i seguaci di Marx hanno messo nella testa della gente per decenni, come se quello di preti e pope non bastasse.

      Elimina
    3. La cosa terribile è che ci stanno precipitando nella guerra civile prima e nella guerra inter-etnica poi, di proposito.

      Elimina
  4. "un idea non è né di destra né di sinistra, è buona o cattiva".
    *io povero, neanche i baci perugina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito la seconda fase, Michele.
      E' una frase di Casaleggio? Se sì, che relazione ha con la prima?
      Boh.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.