mercoledì 21 settembre 2016

Ben accomodato

A me_mi piacciono molto i porcelli. Sono animali molto buoni.
Devo dire che sono anche molto simpatici. E pure intelligenti.
Quando ho visto Scrunfi ben accomodato gli ho chiesto se avesse voluto qualcosa da bere.
:)


29 commenti:

  1. Se non fosse che i maiali semi bradi della Sardegna sono un focolaio di peste suina africana e andrebbero eliminati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nell'articolo parlano di maiale semiselvatico. Intendono un maghiale ovvero un cingoiale?
      Una volta il fornaio del GAS aceva 'na scrofa di Large White che era stata coperta da un verro di cinghiale ed erano nati dei cuccioli simili a Scrunfi sopra.

      Elimina
    2. Un maiale semi-brado è un maiale che vive e pascola libero dentro una proprietà sufficientemente ampia, senza essere confinato in un recinto.

      Penso che tra maiale e cinghiale ci sia la stessa relazione che esiste tra cane e lupo. Non sono due specie differenti, sono due sottospecie della stessa specie. A naso, non è il mio mestiere.

      Mi risulta che il maiale si accoppia col cinghiale e dopo un po' sono indistinguibili. Le fasi intermedie sono "inselvatichite".

      Elimina
    3. Per le differenze intraspecie (si pensi alle "razze" di bovini, di polli, di cani, etc.) in biologia esiste un termine tecnico preciso che ora non ricordo.

      Gli articoli (un paio di essi) parlavano di maiale semi-selvatico.

      Elimina
  2. I maiali sono gli animali preferiti di mia figlia!
    (non mi chiedere perché)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, anche io ho una sorta di predilezione per quei simpatici cotechini semoventi! :)

      Elimina
  3. Io non li preferisco.... son gattara io :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, il mondo è vario.
      Rispetto al mio entusiasmo per i porcelli, beh, i gatti mi lasciano quasi algido.

      Elimina
    2. in questo mondo vario io sono "animalara" :)
      i gatti vanno conosciuti da vicino per sfatare sciocche dicerie sul loro conto, io li preferisco a tutti perché praticano la "vicinanza spaziosa" che spero un giorno di trovare pure in altri ambiti ;)
      i cani mi spaventano per questo, troppo chiedono, troppo danno.
      da piccola facevo nascere i pulcini (tramite incubatrice, ovviamente), fortuna di aver "frequentato" un po' tutti gli animali da cortile.
      e poi adesso le mie api da compagnie, visitate l'altro giorno, batticuore.
      l'amore per gli animali è uno dei più puri e soddisfacenti

      Elimina
    3. > l'amore per gli animali è uno dei più puri e soddisfacenti

      Lasciami essere cinico: l'amore per gli animali non è amore che può essere tra pari e libero.
      Un animale domestico non è libero ne pari.
      Comunque, lungi da me tentare una tassonomia degli eros.
      I gatti sono certamente più liberi e indipendenti e questo va un po' più in direzione dell'acceszione di amore ideale che avrei in testa (una sola delle varie possibili).

      Elimina
    4. mmh, amore è una parola che non avrei dovuto usare. diciamo trasporto, o affetto, o gratitudine o quel che vuoi. animali mica solo domestici, però. io provo "qualcosa" per l'istrice intravisto iersera, la poiana che volava stamani, gli "olocchi" e i ghiri che fan casino nottetempo, i caprioli anche se m'hanno ucciso un ciliegio (colpa mia, barderò gli altri piccoli alberi da frutta)

      Elimina
    5. La differenza tra cane e gatto per quello che posso vedere è che col cane hai a che fare con una specie di bambino scemo, a volte si fa fatica a rendersi conto che è un animale. Per me che sono pigro e non motivato da "amore" e che non devo andare a caccia di orsi, è troppa fatica. Se posso pensare di accudire un bambino vero, non trovo giustificazione a dovere accudire un cane.

      Mentre col gatto è sempre chiaro ed evidente che si tratta di qualcosa di alieno, qualcosa con cui condividi poco o nulla. Ma per la stessa ragione, il gatto è molto meno impegnativo da ogni punto di vista.

      Elimina
    6. io vivo sola da quasi un quindicennio, quindi un animale in casa è ovvia, patetica se si vuole, compensazione. l'affetto dei cani è quasi morboso, e lasciati da soli spesso soffrono. i gatti meno, ma condivisione c'è. esempio di sciocca diceria: ti cerca solo quando ha fame. il mio mi corre incontro quando sente la mia macchina arrivare, riconoscendone il rumore, anche se è a pancia piena. è che i gatti restano gattini a vita, da qui la danza del latte che fanno "impastando". nemmeno poi son mangiapane a tradimento, ché trovo spesso resti di topo (bleah) come omaggio sulla soglia.

      Elimina
    7. Ci si affeziona agli oggetti, certo che ci si affeziona alle cose animate, che ne so, un pesce rosso, un pappagallino. Il gatto ha una sua capacità di socializzare ma è limitata perché non è un animale gregario come il lupo/cane.

      Io non ho un cane, me ne guardo bene, ce l'ha mio fratello. Per qualche ragione il cane di mio fratello pensa che io faccia parte del branco e mi ha anche dato un ruolo dominante. Quindi quando gli faccio un segno con la mano, viene da me e mi lecca i piedi. Probabilmente con un po' di pazienza anche il gatto può essere addestrato a fare delle cose ma non è nella sua natura fare cose che invece i cani fanno di loro iniziativa.

      Riguardo il vivere da soli, dipende dal rapporto dare/avere. Se io calcolo il lavoro e i fastidi che mi darebbe un animale (per es. il pesce rosso) contro il beneficio di averlo attorno, concludo che preferisco essere solo e libero che in compagnia ma con un'altra servitù da sopportare.

      C'è gente invece che ragiona esattamente al contrario, cioè se non ha qualcosa o qualcuno di cui prendersi cura, una lista di cose da fare, un modo per riempirsi la giornata e/o la testa, degli impegni, gli sembra di morire.

      Però insisto, alla fine devi raccogliere la merda del cane o del gatto. E pagare per il privilegio. Mah.

      Elimina
    8. oddio, col pesce rosso i fastidi li immagino minimi, ma se ti fa fatica quello, fai bene a far così.
      non solo perché il gatto la fa fuori, per me è rapporto di "guadagno", invece. anche per lui, presumo, che passa il giorno fuori, sevizia topi e uccelli, ma ha tetto sulla testa, se gli va.
      ecco, scrivendo mi sono resa conto che i tuoi ragionamenti benefici-servitù li applico piuttosto alle persone, con eccellenti (?) risultati

      Elimina
    9. Non sembra ma mantenere un acquario è una faccenda parecchio complicata. Ti devi dotare delle apparecchiature, pompe, filtri, ecc, poi devi correggere la chimica dell'acqua, poi devi pulire tutto ogni tot giorni, poi devi intervenire se il pesce si ammala, eccetera.

      Poi se devi assentarti, è un problema perché devi lasciare tutto acceso e comunque bisogna dare il mangiare al pesce come al gatto. Con l'inconveniente aggiuntivo che il gatto in teoria lo metti nella gabbietta, l'acquario no.

      Il gatto fuori è una cosa per chi ha un giardino lontano dalle strade. Io abito a Gotham e qui i gatti stanno in casa. Se escono gli si accorcia la vita drasticamente.

      Elimina
    10. quando ancora avevo la wind come gestore una volta ho chiamato per un disservizio; il tipo mi dice "adesso controllo la qualità della connessione nella sua zona", scende il silenzio.."ma lei abita nel nulla!"...zona buona per i gatti, dunque.
      un gatto chiuso in casa non ce lo terrei, e nemmeno il pesce in boccia, come lo figuravo io :)
      non so di dove sei, ma la tua foto mi ricorda nonsense che ripetevo in loop ogni volta che andavo in Ticino, "di Milano mi piacciono i campi di grano"

      Elimina
    11. > la tua foto mi ricorda nonsense che ripetevo in loop ogni volta che andavo in Ticino, "di Milano mi piacciono i campi di grano"

      (Il) Lorenzo della via Gluck.
      :)

      Elimina
    12. Effettivamente quando fui bimbo, che era più o meno l'epoca di Celentano, anche davanti casa mia c'erano ancora i campi e ogni tanto venivano le pecore durante la transumanza.

      Ma solo se guardavo a nord, a sud erano fabbriche e ciminiere.

      Adesso le fabbriche non ci sono più ma se guardo a nord vedo solo edifici a perdita d'occhio.

      Il mondo è cambiato e sta cambiando.

      Elimina
    13. Il mondo cresce e progredisce verso il peggio, verso l'artificiale via via più esteso e spinto.

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Dicono che siano animali puliti...ma vedere un maiale sul divano bianco...nn sembra tanto igienico...
    Se non ricordo male George Clooney aveva un maialino domestico. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, dopo, il divano avrà avuto un buon odore di ... cotechino semovente. ;)

      Elimina
    2. cotechino semovente.

      Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah !

      ===

      Elimina
  6. Devo dire che sono anche molto simpatici. E pure intelligenti.

    A Berlino, me lo diceva anche un'amica svedese di origini miste ( russe, tartare, e quant'altro ), che a casa sua, in un villaggio svedese, teneva un grosso maiale scuro come animale domestico.

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un compagno di classe di elementari e medie di UnBipedinone teneva e tiene un maiale da comnpagnia, a casa e in giardino.
      Piccolo e scuro, se ricordo bene di razza vietnamita.
      Educato, pulito e... molto simpatico. :)

      Elimina
  7. Anni fa condividevo un appartamento con una ragazza che a casa dei genitori aveva dei maialini nani vietnamiti. Mi raccontava che erano docili, timidi e buffi.
    Però il mio animale preferito è il lupo. Mi piacerebbe avere un cane lupo cecoslovacco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cane lupo cecoslovacco e' una via di mezzo, un po' come il maiale semiselvatico protagonista di questa pagina.
      Io non so nulla di te, ma se non vivi in un luogo con ampi spazi naturali/selvatici o se non hai la costanza di farlo sgroppare un tot di volte al giorno, ogni giorno, lascerei perdere col lupocane cecoslovacco.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.