domenica 4 giugno 2017

Chimica

Oggi ho fatto una (per me) stupidata di passeggiata e ho sputato l'anima. Un po' il sole a picco, e il caldo torrido, ma il resto lo ha fatto la condizione fisica. Penso che sia, da una parte, la riparazione in  corso "del collo", dall'altra i farmaci antiinfiammatori. Giro di cinque ore con _aieri.
Siamo stati molto bene io e lei. Riso,  scherzato, camminato. Nel primo Appennino emiliano, in una giornata di  blu del cielo e giallo delle ginestre.  Avremmo dovuto essere in tre ma, alla fine, il suo amico non è venuto.
Alpinista, yogi, battagliera, auotonoma, indipendente. Osservavo la sua vita fine e il marsupio "sportivo" a incorniciare, sotto la vita  fine, da sopra i suoi glutei muscolosi. Beh, non male! mi sono detto.

Parlato un bel po', molto lei, poco io. Anche delle sue ultime storie, cosa cerca, cosa non cerca. Già, 'sta chimica porno che da sola non è sufficiente come nella sua ultima storia/avventura.

Stavo tornando a casa, nella bellezza fantastica del medio Appennino, distese di prati falciati, di medicai, calanchi, campi di orzo,  frumento e farro che iniziano ad essere biondi, mille valli e monti, vento che muove a onde questi campi, spazi enormi poco  antropizzati che mi ricordano la Sardegna. Ero felice col mondo.
'sta chimica, è 'na cosa che da sola non è sufficiente ma da sola non basta.

E _aieri - mi chiedevo - mi fa chimica?
Non so, un po'...

Arrivo a pochi passi da casa e vedo A-Woman.  Fermo il "ferro", scendo , la saluto. Due parole. La guardo, qualche segno del tempo anche sul suo viso ma ancora bellissima, piena di energia. Sento un rimescolamento chimico.
E' un segno del cielo. Mi fa capire che senza la chimica, per quanto ci sia altro, non funziona.
Prendere atto dei propri limiti.

14 commenti:

  1. Risposte
    1. Sineddoche
      Per me non è la stima, la stima, la vivacità intellettuale che possono essere la basi di un rapporto erotico, sul quale può venire o seguire il resto, sesso compreso.
      Ci deve essere un'attrazione preintellettuale (alcuni la indicano qualificandola come "chimica").

      Elimina
    2. UCoso, io quando va bene in montagna di vado con Giuseppe. Facciamo cambio, io vado con quelle che non "chimicano" e tu con Giuseppe, cosi ti risolvo un sacco di dilemmi esistenziali.

      Elimina
    3. E' grave che da qualche tempo io trovi la compagnia maschile assai più stimolante di quella femminile? Ah, mi preme sottolineare che la compagnia femminile mi garba fintanto che "la chimica" se ne sta fuori dalle scatole, ovvero fintanto che interagire con un uomo o con una donna non fa alcuna differenza. Oltre... chi me lo fa fare? Ne ho fin sopra ai capelli. Se penso a quanto mi sono macerato da giovane dietro a certe belinate mi do del piffero da solo. Ora anche basta.

      Elimina
    4. Dipende cosa intendi per "stimolante". Altro non posso aggiungere per via della legge anti-cybullismo.

      Elimina
    5. Mmm... hai ragione, ho usato un'espressione ambigua. Elimina dai suoi significati qualsiasi riferimento al sesso e sei sulla buona strada. In questa fase della mia vita sono molto più attratto da un sincero cameratismo (anche se ammetto che è esso stesso una chimera) che dalla seduzione. Seduzione che è poi spessissimo l'attrezzo per addivenire a qualche successiva fregatura.

      Direi che non c'è ragione per cybullizzare chicchessia.

      Elimina
  2. Risposte
    1. Una sorta di marsupio sportivo nel quale tenere il cellulare, le chiavi dell'auto e qualche piccolo oggetto mentre si corre. Ella lo usa anche per correre, oltre che per alcune escursioni.

      Elimina
  3. Quanto comprendo quel.. rimescolamento chimico. Meglio, a volte, non rivedere certe persone. Almeno per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La capacità di attrazione di ieri di A-Woman nei miei confronti è stata sbalorditiva, se paragonata alla ponderata riflessione "ma questa mi acchiappa? in effetti avrebbe un bel culo" di ore passate con _aieri.

      Mah.

      Elimina
  4. Ci sono richiami che non rispondono al proprio cervello, anzi, indispongono anche. Mentre in altri casi, quando vorresti tutto a comando, come un dispotico direttore d'orchestra, niente di quello che vorresti ti si fila. Chi comanda il nostro corpo, mi chiedo. Ma a chi lo chiedo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una domandina da poco...
      Io riengo che il ghiaccione abbia sotto l'etologia, la psicologia bioevolutiva, sopra il livello dell'acqua, la cultura.
      Chi comanda? La parte immersa, direi.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.