lunedì 19 giugno 2017

Mille in due - 1: bluetto

Devo dire che _aieri è un grano di pepe con bei culo e tette (il lavoro sullo yoga, lo sport e l'alpinismo si vedono). Nella mia quasi atarassia sessuale devo dire che qualche volta l'ho pensata, qualcosa come :- Beh, in gamba la tipa e poi anche carina.
Come mi succede spesso, quando la vidi in gran "tirata" in milonga attirò il mio sguardo; poi, col proseguire queste femmine che diventano persone si deerotizzano ai miei occhi.
Comunque: tornato da Livorno e dormito quattro ore, mi alzo, faccio due cose ed esco, andiamo a farci un giro. La giornata nella savana appenninica riarsa è diventata splendida: vento da nord ed est umidità prossima al nulla e cielo blu. Saliamo con il sole sul viso e l'aria nei capelli per la strada tortuosa, zero traffico.
Così mi racconta che il suo tipo (mi ero dimenticato proprio che aveva accennato a lui) era scocciato, ingelosito che fosse venuta a fare una passeggiata con me.
Mentre mi racconta questo e altro mi raffreddo. Da una parte mi arrabbio con la mia smemoratezza dall'altra rifletto e mi chiedo cosa voglia da lei.
Penso che sto bene con lei perché ci vediamo quando capita, siamo liberi, avvengono sprazzi di conversazione brillante e ci facciamo delle gran risate e poi, fino alla volta successivo, ciascuno orso, libero e selvatico per la vita sua.
Prossimo alla perfezione. E ciò attira. Attira all'eros che poi cambia tutto. E' proprio il paradosso, l'unione che divide, poi.
Così arriva a parlare di qualcosa intimo e sessuale e io, invece di buttare benzina sul fuoco l'ascolto e convengo, anche se mi accorgo, seduti all'ombra di quella quercia al fresco, monti alle spalle e catino padano stipato di fronte, che non siamo proprio ad un convegno di sessuologia clinica. L'erotizzazione, ingrediente importante nel conversare seduttivo, non esiste.
Osservavo la concitazione di vanesse, bombi, api sul lauto banchetto bluetto con musica ronzante, non si pone la questione dell'erotizzazione per loro.










6 commenti:

  1. Ciao Uomo, torno a commentare dopo un po' (non so perché non riesco piu' a farlo dallo smartphone, mi dà problemi con l'autenticazione come utente di Google)...
    Che dire...forse lei ti vede come solo come amico di passeggiate e confidenze...anche se io penso che forse le cose con il suo lui magari non vanno proprio alla grande visto che invece di passare una giornata libera con lui e' venuta con te.
    Insomma...siete in quel limbo del "tutto puo' succedere e anche no" tipico di queste situazioni in cui non si capisce bene come sta messa l'altra persona.
    Come sempre, io sono dlel'idea che le persone in qualche modo impegnate sono foriere di varie "complicazioni", ma se ritieni che il gioco valga la candela...vedetevi e poi quel che sara' sara'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS. Bellissimi i colori delle foto, si vede che era un giornata proprio limpida e tersa!

      Elimina
    2. Mi inquieta questo meteo infernale.

      Elimina
  2. Anche io ho alcune amicizie di sesso opposto con sui parlo di tutto ; gli estranei a volte arrivano addirittura a pensare che noi si abbia una relazione, ma non è così. Non ci tengo a perdere il bel rapporto di amicizia e complicità che abbiamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vedrei anche come femmina ma non al punto da "scuotermi".

      Elimina
  3. Penso che sia una sorta di terra di mezzo, tra l'amicizia e l'eros. Infatti pensavo che va molto bene anche così. I contro del sesso non sono trascurabili. Del resto quello è fatto per legare.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.