venerdì 17 luglio 2015

Quelli e questi

Ogni paese ha i politici che si merita.
Ci sono Paesi che hanno Politici così, altri che hanno questi.

31 commenti:

  1. Eh, che fastidio quando dicono "La Merkel cerca maldestramente di consolarla".

    La Merkel ha detto quello che doveva essere detto: non e' possibile che vengano tutti, perche' e' un fatto: non e' possibile che vengano tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il_bobbolo dei paesi latini, mediterranei, vorrebbe più telenovela, anche in politica, per tutti.

      Ma l'insania è trasversale. Il_bobbolo è molto più ampio di quello senza o con scarsi strumenti culturali.
      Il_bobbolo è dei fanatici nreoreligiosi.
      Ieri al GAS ho discusso con molta tensione con _rio proprio perché aveva iniziato la mistica filomassmigrazionista del "il mondo è di tutti".
      Alla fine gli ho chiesto: ci sono 1G homo che vorrebbero migrare, li facciamo venire qui tutti? Poi la discussione è cessata, c'era troppa tensione. Era sarcastico sul "casa loro, rimandiamoli a"
      Stamani gli ho ricordato che"casa loro" è la ValSusa per i valsusini (egli li sostiene molto) che lottano contro le ingerenze, invasioni e violenze dall'esterno.
      Mi ha risposto con un altro slogan su "polentoni tornate a casa vostra".
      Purtroppo non c'è possibilità di confronto.
      Perché si arriva al nucleo valoriale emotivo di una persona, al suo insieme di credenze che sono le fondamenta tra psicologia e spiritualità di una persona.
      Una persona non può mettere in discussione quelle proprie fondamenta se non con un processo così impegnativo e doloroso da risultare destabilizzante.
      Jared Diamond infatti, mette gli anacronismi morali e ideologici tra i 5 principali fattori di collasso.
      In altre parole le persone preferiscono andare a picco col Titanic piuttosto che rendersi conto della inconsistenza di ciò che esse credono a proposito del Titanic.

      Elimina
  2. Si ok, bulutn, ma stai parlando a un bambino in TV.

    Occhio, questo non è buonismo: io mi misuro da adulto ad adulto. Difficilmente mi troverai a fare la morale o la lezioncina a uno dei tuoi figli.

    Spiego a te, e poi tu spieghi a tuo figlio/a.

    E' stato chiaramente un errore, e credo che la stessa protagonista a posteriori eviterebbe di dire quello che ha detto. Ci sono altre sedi e altri luoghi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui, ancora, il dramma della inconciliabilità culturale tra il realismo, per quanto duro, dei paesi del nord e l'illusionismo pietista di quelli del sud.

      Un politicastro pietista avrebbe cercato di illudere quella bambina e milioni di altri con "ma noo, per te cercheremmo una soluzione" e cose simili che sono, appunto, illudere un diabetico e gli altri dandogli uno zuccherino.

      Il fatto che io consideri strabiliantemente degno il comportamento di Angela Merkel e che tu lo consideri un errore è indice di quanto siano spaccate le nostre società.
      Rimanderei alle parole di Osho quando parla del tradimento dei piccoli da parte dei genitori: la non-verità e atti contro la verità.

      Elimina
    2. >Un politicastro pietista avrebbe cercato di illudere quella bambina e milioni di altri con "ma noo, per te cercheremmo una soluzione"
      > e cose simili che sono, appunto, illudere un diabetico e gli altri dandogli uno zuccherino.

      Sottolineo, inoltre, che questo atteggiamento è spaventosamente iniquo, discriminatorio e va contro gli stessi principi di ugualismo, di omologazione che sostiene il pensiero giudaico-cristiano prima e marxista poi.
      Evidentemente l'ugualismo è 'na roba che vale solo nelle occasioni che garbano agli ugualisti.

      Elimina
    3. Man, non parlare di realismo. Non farlo con i tedeschi, che sono idealisti.

      Il realismo e il pragmatismo sono anglosassoni.

      Dai, che lo sai anche tu perché in Germania ci sono tanti lavoratori stranieri a basso costo.

      Lo sai che i tedeschi NON possono pretendere di esportare merci all'infinito importando lavoratori a basso costo per comprimere i salari, deflazionare, e campare sui debiti altrui.

      Non può durare in eterno, se vuoi essere proprio realista e guardare in faccia la realtà.

      Elimina
    4. > non parlare di realismo

      Le parole di Angela Merkel sono state molto semplici.
      Non possiamo far arrivare tutti.

      Quindi, corollario, alcuni dovranno essere rimpatriati.
      Cosa c'è che non va?

      Ancora si torna all'antigermanesimo.
      Se si accollano una invasione ancora più pesante della nostra, ecco che "ci sono tanti lavoratori stranieri a basso costo".
      Se invece non sono disposti alla "invasione totale", ecco che sono brutti, cattivi, diseducativi, non si parla così ai bambini.
      Vediamo in quanti commenti arriveremo alla r_a_h_?

      Elimina
    5. Nottebuia: sei mai stato per lungo tempo tra tedeschi o altri german-speaking?

      Non indorano mai la pillola, sappilo. Dicono le cose come stanno, anche ai piccoli. Sembra crudele, ma ha una sua logica. Non sempre mi trova d'accordo, ma questa "bambina" non ha 5 anni, ne avra' 10-12. Insomma, certe cose vanno capite a quell'eta'.
      E, ti assicuro, se capisci il tedesco, la Merkel non e' stata brutale. Ha detto la cosa come la avrebbe detta a chiunque altro, senza calcare la mano. Tu parli tedesco?

      Elimina
    6. E, comunque, lasciami rincarare la dose: il pianto e' d'uso tra i popoli "mediterranei" e "medio-orientali", specialmente negli individui di sesso femminile. E' un modello che viene perpetuato dai comportamenti che si vedono tra le persone più adulte, e calcato da film e telefilm.
      Se hai lo stomaco di guardarti una qualsiasi serie turca (per esempio, dovrebbero dare, in Europa, "Muhtesem Yuzyil" (il secolo magnifico, non so come venga tradotto, ma e' una serie sul periodo di Solimano il magnifico, la danno in vari stati europei ed e' molto seguita, mi dicono) oppure qualche altra serie...) troverai che le donne belle e giovani, e le donne buone e vecchie, di solito, piangono. Piangono qualsiasi cosa succeda: di gioia, di dolore, di sconforto... solo le donne vecchie e brutte e grasse e calcolatrici, con potere e caratteristiche di stampo maschile, non piangono. E' un clichet. Lo trovi in tutte le serie.

      Ora, io sono una donna e mi fa schifo essere rappresentata così', cio' non toglie che ci siano molti pianti finti.
      Addirittura, quando insegnavo, avevo studentesse che mi venivano a piangere in ufficio per avere la sufficienza. Ecco, questo non lo tollero. Vuoi la sufficienza? Studi. Io posso capire che hai guai e qui e altro, ma questo non ti può far parare l'esame.
      I maschi no, venivano ad adularmi e cercavano di inventarsi storie assurde per spuntare la sufficienza.
      Io all'inizio ci stavo quasi per credere, ma ho avuto la buona idea di chiedere ad un collega locale come trattare questi casi, visto che lui aveva più' esperienza di me. Mi disse "Gli studenti fanno sempre così'. Rispondi: le regole erano chiare fin dall'inizio, purtroppo non posso fare niente, altrimenti ho provvedimenti disciplinari contro di me. Vedrai che smettono."
      Ecco, questo e' un tipico comportamento da persone istruite. Cosa ci si può' aspettare da chi lo e' meno?

      (e non per cattiveria. E' che viene loro insegnato a fare così'. E' un fatto)

      Elimina
    7. > il pianto [piagnisteo NdUUiC] e' d'uso tra i popoli "mediterranei" e "medio-orientali"

      Segnalo sempre la esilarante (o drammatica?) pagina di der Pilger che spiega come queste differenze culturali "nascono" ovvero sono imposte culturalmente.

      Elimina
    8. Ragazzi, però non buttiamola sul relativismo culturale, altrimenti va a finire che dobbiamo capire che in un paese arabo la donna va in giro con il velo.
      Ogni paese ha le sue usanze, i suoi costumi e per carità, io sono il primo ad avere un approccio molto relativista.

      bulutn, ho cugini tedeschi, conosco il loro modo di educare i piccoli, ma so anche che sono molto rispettosi degli altri, e in genere non si permettono di oltrepassare il confine (nonostante abbiano un forte senso di comunità).

      Oltretutto qui la cosa ha un senso politico e stiamo parlando di un Primo Ministro di una delle principali potenze mondiali. C'è anche un ruolo e un significato che va un pochino oltre e rende certe cose "meno opportune".


      @Uomo

      Se vogliamo parlare di verità, ripeto: questa è solo una mezza verità.

      Non possiamo fare arrivare tutti, ma non possiamo nemmeno pretendere di vivere al di sopra delle nostre possibilità perchè vogliamo fare politiche mercantilistiche, importando manodopera a basso costo ed esportando manufatti all'estero indebitando gli altri.
      Altrimenti poi scoppia un casino.

      Gli inglesi e gli americani lo sanno (perchè sono realisti), i tedeschi al terzo tentativo dimostrano di non capirlo.
      Dobbiamo vedere il sangue per la terza volta?. Dobbiamo vedere a questo giro quanti milioni di morti occorreranno? Se si, poi però non meravigliamoci se qualcuno proporrà la soluzione che i Romani adottarono con Cartagine.

      E questo non è antigermanisimo, Man, lo sai anche tu come sta funzionando il giochino. E sai anche che io voglio molto bene ai tedeschi.

      Elimina
    9. UnUomo: la pagina che segnali di DerPilger e' SPA-ZIA-LE !!

      Nottebuia: diciamo che la Merkel avrebbe dovuto rispondere: "Cara, sei molto simpatica e coraggiosa. Cercheremo di fare il possibile" dandole speranza nella non-definizione della risposta. Avrebbe dovuto in un altro momento dichiarare: "faremo il possibile. Ma, far venire tutti non e' possibile, quindi non lo faremo".

      Cosi', la "bimba" non avrebbe pianto, e avrebbe salvato capra e cavoli. Forse. Perché' sono certa che in un secondo momento qualcuno le avrebbe rinfacciato che "Non si illude una bimba" (Sta' a vedere che bisogna fare tutto quello che vogliono i piccoli... se lo facessi, saresti un genitore incosciente).

      Dal mio punto di vista, la Merkel e' stata molto onesta, come farei io con i miei figli riguardo a cose che non posso promettere.
      Magari sara' stato un errore e cattiva pubblicità', vista la doppiezza del mondo e della propaganda, ma io con le persone cui tengo spiego le cose come stanno, senza snaturarle. Con chi, invece, di lui/lei non me ne importa nulla, allora non ha importanza quello che rispondo, se non e' vincolante per me.

      Elimina
    10. No relativismo culturale?
      Mh. Peccato che il relativismo realista avrebbe evitare le assunzioni di false, inesistenti OCA:
      Quindi, il relativismo, o lo prendi sempre o non lo prendi mai.
      Come scrivo da sempre

      L’uscita della Grecia dall’euro è ecologica
      o – educa i greci alla sostenibilità (meno debito)
      o – educa i creditori (tedeschi compresi) alla sostenibilità (non è saggio prestare soldi / vendere merci a chi non se li può permettere, avete voluto il mercantilismo, camminate!
      o – riporta alla follia della globalizzazione a partire da quelle della moneta unica per economie e culture così mostruosamente diverse.
      (senza entrare nel merito delle false assunzioni di OCA, dei cicli di Minsky e Frenkel, etc.).


      e anche il rimpatrio degli invasori è ecologico
      o - perché ne diminuisce il numero e previene la crescita delle invasioni
      o - perché tutti in D, UK, I, SP, F, DK, A semplicemente non ci stanno
      o - perché la maggior parte delle cose sono limitate e quindi i "giochi" che le riguardano sono a somma zero.

      Il sangue per la terza volta.
      Ancora.
      Cosa significa in una triade
      debito - creditore - capitale prestato/ottenuto in prestito?

      Significa che solo il debitore o solo il creditore ha il diritto del sangue e l'altro no? o nessuno? o entrambe le parti?

      > Dobbiamo vedere a questo giro quanti milioni di morti occorreranno?

      Quante volte ho scritto qui dentro che le guerre sono guerre per le risorse e quindi dovute ad un deficit ovvero ad una domanda che supera la disponibilità e alle tensioni sempre più forti fino allo scontro fisico, bellico, per esse?
      Volete ancora baloccarvi sul piano antropocentrico delle guerre giuste o sbagliate? o sui cattivi e sui buoni?

      Insomma, per tornare al tema, il sangue che scorrerà in Europa per la balcanizzazione in corso è colpa degli Europer che resistono e non la vogliono.
      Sì sì.
      Più o meno come quelle donne, sotto sotto, che son colpevoli dell'essere state stuprate.
      Il livello etico, sotto sotto, è quello ovvero della inversione delle responsabilità.
      Le cicale buone e le formiche, l'inverno, la matematica, tutti cattivissimi. Colpa loro del sangue delle cicale!
      Passati 2600 anni da Esopo e siamo sempre lì, 2600 anni di umanità buttati nel cesso.

      Elimina
    11. @bulutn

      Ma si, infatti. Poteva tranquillamente dire che la Germania è in prima linea nella cooperazione internazionale e gioca un ruolo di primo piano per cercare di risolvere tanti grandi problemi insieme a tante nazioni.
      Che ne so: "Ragazzi, impegnatevi, studiate duro perché fra qualche anno sarete voi i protagonisti..."

      Ma ti pare che un politico di levatura internazionale si debba impantanare in quella maniera con un bambina che piange ?

      Elimina
    12. @Uomo

      LOL, peccato che la Germania non vuole accettare che le vengano restituite montagne di Dracme svalutate.
      Cari tedeschi e cari greci, vi siete divertiti? Tu Greco te ne vai sulle tue gambe e tu tedesco hai perso qualche euretto. Tutto sommato finchè è durata vi siete divertiti in due, adesso piangete.

      Diciamo che dovrebbero piangere in due, ma piange uno solo perché, come ci insegna l'uomo che tu citi (Esopo), alla fine vince il più forte.

      Oggi la Grecia, domani Portogallo, poi Spagna, poi Italia, poi Francia, finchè lo zio Sam e la perfida Albione si incazzano e allora son dolori.

      Elimina
    13. La Germania non accetta...
      Tu presteresti degli euro a tua zia e poi prenderesti dei rettangoli di carta variamente denominati?
      Qui sono bravi tutti a fare i buoni creditori coi denari degli altri.

      Battuta a parte, sfondi la mia porta aperta contro il debito, contro il deficit in crescita perenne (che non sono piani di investimento per cose utili e proficue, a termine, con restituzione di capitali ed interessi e, che,ovviamente, non possono che far diminuire le spese voluttuarie).

      > finchè è durata vi siete divertiti in due, adesso piangete.
      Infatti questa e' l'ecologia e la pedagogia della bancarotta, della rottura del sistema insostenibile.
      Ancora, entrambe le parti debitore-creditore sarebbero educate.

      > alla fine vince il più forte
      Si', e' cosi'.
      E' sempre stato cosi'.
      Questo mondo storto e'anche il risultato che i piu' forti sono stati gli USA e hanno imposto il loro modello dei quali, consumismo, diritto (?) alla felicita' , panmixismo sono tra gli inquinanti piu' nefasti,
      Poi ci si potrebbe allargare a illuminismo, massoneria e altri cause de Il Grande Problema attuale.

      Elimina
    14. Ma ti pare che io presto a mia zia che vive sotto a un ponte 1 miliardo di eruo pretendendo poi che me li restituisca??

      Ma dai, man. Allora vai a Lampedusa e inizia a fare prestiti agli extracomunitari che sbarcano. Poi vieni qui e ti incazzi se non te li restituiscono?? Loro il prestito lo accettano, ma tu in quel caso saresti un po' pirla, scusami eh...

      Elimina
    15. Quindi convieni con me che la bancarotta della Grecia, come rottura di questo rapporto patologico, sarebbe terapeutico, ecologico.
      Educare e debitori compulsici e creditori che hanno approfittato di loro.

      Elimina
  3. ci sono cose che se anche si pensano non si dicono. vale a Magonza, Bresso e Salonicco. la Merkel forse ha fatto guadagnare qualche voto in più alla sua CDU con questa "cruda verità", ma si è fatto molti più nemici nel resto d'Europa (e forse anche in Germania chi non è con lei non lo è ancora di più). e comunque se i pizzaioli napoletani in Germania sfondano ci sarà un perchè.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Minchia Fra...quando ti leggo godo... spiega un po' a Uomo cosa vuol dire star seduti in una riunione aziendale, che manco se lo immagina.

      Tu solo qui puoi capire quante cose uno vorrebbe dire e non può, come bisogna misurare le parole...non ti dico se c'è un cliente, perché il cliente ha sempre ragione...

      Figurati cosa deve essere a livello di ministri e capi di stato...

      Elimina
    2. Vi daremo la Croce di Ferro con Rami di Quercia per comportamento ipocrita.

      Elimina
    3. Alla fine, sono i pizzaioli napoletani che sono emigrati a Karlsruhe o a Cuxhaven e non birrai sassoni o bavaresi a Scampia o Reggio Calabria.

      Elimina
    4. Chissà quante volte al giorno sei ipocrita Lorenzo. E quante volte lo sei o lo sei stato al lavoro. Per 5000 euro al mese scommetto scriveresti pure per il manifesto

      Elimina
    5. Credici o no, sono patologicamente incapace di essere ipocrita.
      Ma se e quando lo fossi, non me ne vanterei.

      Elimina
  4. UomoCoso, nel tuo post c'è un errore di fondo e cioè usi la locuzione "i politici" secondo la vulgata de-responsabilizzante e pentastellata per cui non sono gli elettori ad assere delle merdacce, sono "i politici".

    Invece la differenza che i due eroi Francesco e NotteCoso qui sopra non colgono è Vendola dice agli Italiani quello che vogliono sentire e la Merkel dice ai Tedeschi quello che vogliono sentire. In entrambi i casi "il politico" vende un prodotto ma lo vende a clientele differenti.

    Potrei fare il solito excursus storico ma, data la platea, sarebbe inutile.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vendola è al 3 % non lo ascoltano tanto mi pare

      Elimina
    2. Ahahahah, le matte risate. Vendola è solo uno dei tanti personaggi della commedia della cosiddetta "sinistra", basti dire che uno che un giorno era sindaco di Firenze il giorno dopo era Presidente del Consiglio e NESSUNO l'ha mai eletto oltre che sindaco di Firenze. Cioè non toglie che i personaggi della commedia devono rimanere nel ruolo, quindi recitano secondo il previsto copione, a beneficio del pubblico pagante.

      A volte mi chiedo se ci sei o ci fai.

      Elimina
    3. Ancora, una volta, piu' che mai, ogni paese ha i politici che si merita.

      Elimina
  5. Il medico pietoso uccide l'ammalato. La Merkel non ha fatto nulla di male, ha parlato con un tono dolce e ha detto la semplice verita'. Dispiace vedere una bimba in lacrime ma non bisogna nascondere la verita' ai bambini. Ha fatto bene. Ecco, forse io le avrei parlato a telecamere spente. Ma le avrei detto la stessa cosa, magari spiegandole i motivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il medico pietoso.
      Gia'.
      Come se questo non si sapesse.

      Elimina
  6. Per le mente semplici apparentemente la TV che inquadra la ragazzina immigrata in lacrime è un altro "evento naturale", non uno spettacolo organizzato e promosso per vendere un prodotto. Forse credete anche che i "giornalisti" scrivano articoli che si limitano ad elencare i fatti.

    Beati.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.