venerdì 17 ottobre 2014

Anche un poco oltre - 2

(Anche un poco oltre)

Ecco il resoconto fotografico alcune foto di quel giro con _zzz e A-Woman.
Avrei voluto scrivere alcune considerazioni ma...  Facciamo che le scrivo e la tengo breve.
Diciamo che A-Woman è rimasta piuttosto orsa, direi toscanaccia, quello spirito a volte pungente/pesante che può stancare. Insomma, avere delle pacche alle maremmana sulla schiena la prima volta ok, la seconda ancora ancora, la terza ne hai già pieni i cabasisi.
Insomma, saliamo per un tratto EEA con qualche breve passaggio di terzo grado, panorama spettacolare, strabiliante, si lamenta, sbuffa, son stati 50' di brontolate e bofonchiamenti.
Eccheppalle (anche perché, da catorcio antibiotizzato, ero al mio limite fisico).
A volte penso che son proprio contento di stare da solo. Poi, dopo, rifletto un po'... ella è proprio così. Sbuffa, si lamenta e poi fa delle cose toste, tostissime. A me piaceva così tosta. Ora le voglio bene ma finisce lì. Sì. è sempre bella, ma io non ho più voglia di rompermi i coglioni, neppure per poco.

Grazie a _zzz per le foto. Io avevo lasciato a casa il furbofono che ormai non uso quasi più (sono tornato al mio robo nokia da 29 euri).











(_zzz)

81 commenti:

  1. senti, ma AW quanto è bella ? me la immagino mora, con la terza di seno, alta 1 e 70, lineamenti del viso molto duri e marcati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mora, terza di seno... boh, non so,
      Ho gugglato le immagini per seconda, terza, quarta di seno, ma non riesco a capire la differenza.
      Secondo 'na terza abbondante ma vado a naso.
      Seconda è piccolo, se ricordo bene ed ella non ha un seno piccolo.
      Un po' di meno di 1.70
      No, sebbene abbia i lineamenti di una squaw, non sono duri.
      Belal figliola, ancora.
      Fisicaccio e bella.

      Elimina
    2. comunque l'immagine di uomo che googla tette e si mette lì a studiarne le differenze è fantastica!

      Elimina
    3. (LoL ...e finalmente si occupa per davvero di dati e di numeri un po' più seriamente) ;-P

      Elimina
    4. Strano che non l'hai gettata nel laghetto. Immagino rigurgiti etici per non poter applicare la differenziata...

      Elimina
    5. Franco, le cose buone non si gettano. ;)

      Elimina
    6. Si però se una mi da le pacche io gli dico di smetterla e se non la smette gliele restituisco con gli interessi.

      Elimina
  2. Rabbia io vorrei andare ma non trovo nessuno che voglia venire con me... E da solo non mi va.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scrivimi 'na mail, Lorenzo.
      Che io ti avevo risposto alla tua (con la mia personale) ma non avevo avuto riscontri.
      Vediamo di combinare un'escursione.
      Tu conosci posti belli là, io pure qui.

      Elimina
    2. Non conosco posti belli, cerco nel sito dei rifugi lombardi cercando di mettere insieme le mie necessità con quelle di chi mi accompagna.

      Stai punito per avere usato la parola "riscontri".

      La tua email è arrivata tutta strana con dentro due blocchi di codice allegato che non ho capito cosa cavolo sia. Poi mi hai scritto di non bruciare la tua copertura che non ho capito come dovrei fare visto che la email lo presa dal tuo profilo, mica da Echelon.

      Io non limitato negli spostamenti dal fatto di non essere automunito. Tendenzialmente le mie escursioni si esauriscono nell'arco di una giornata.

      Elimina
    3. Errata corrige. io sono limitato.
      Sono più scemo del solito causa antibiotico e cortisone prescrittomi per curare otite. Cosi diceva lo otorinolaringoiatra.

      Elimina
    4. I posti belli si trovano col tempo, girando.
      Riprenditi.

      Elimina
    5. Sto abbastanza bene, sono andato a correre stamattina, corsettina di 45 minuti invece di un'ora ma meglio che niente.

      I posti dove vado io sono tutti belli solo che non li conosco. CI vado apposta perché non li conosco. Senno che gusto c'è, ad andare in posti che conosci già? Cerco di variare, nei limiti del possibile. Per me la camminata è una alternativa alla corsa e un modo per cambiare aria. Che io abito in un ghetto. Quasi.

      Elimina
  3. invidia. pura e profonda e verde invidia.
    spero di rimediare anche io nel weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meteo buono, sfogati.
      Domani "porterò" in giro un gruppetto di una decina.
      Quasi quasi mi invidio anche io un po'. :)
      Mora... ho un debole per voi con zazzera d'ebano.

      Elimina
  4. L'eterno dilemma...meglio in due o da soli? Quando si e' solo (non per scelta) spesso si agogna la vita di coppia, poi quando si e' in coppia a volte si rimpiange quando si stava soli. Le rotture di p...e varie e reciproche sono inevitabili quando si sta insieme, a parte forse quando si e' innamorati e si vede tutto rosa,...chi più chi meno. Forse l'ideale è stare ciascuno per conto proprio e vedersi per condividere cose belle....non so...ma voi eravate già per conto vostro eppure alla fine vi siete scassati lo stesso. Diversità caratteriali, di vedute, di prospettive...i motivi sono tanti perché un amore finisce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io penso di non essere capace di superare l'innamoramento.
      Sono emotivo e mi piace/pretendo un eros che mi emozioni. Solo che dopo qualche stagione.. l'eros diventa meno emotivo.
      Inoltre penso che sia necessario pensare e coltivare l'eros e questo non solo non e' gradito ma... spesso viene osteggiato.

      Elimina
    2. Sicuramente restare innamorati a lungo non è facile...
      L'eros di coppia per funzionare ha bisogno di alcuni ingredienti...amore, attrazione, fiducia, complicita' e volere le stesse cose...se ne manca uno la passione viene meno...

      Elimina
  5. Appennino tosco emiliano.. presumo.
    meraviglioso.
    Una delle foto mi ricorda il crinale a cui si accede dal passo del Lagastrello, zona da numerosi laghetti. (non per niente nel parmense c'è proprio la località "Lagoni")

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si'.
      Invece io conosco poco l'appennino parmense.
      Devo deignorantizzarmi.
      :)

      Elimina
  6. Ma la mia domanda è: come si fa a passare dallo smartphone al nokia prebellico? Lo chiedo perché per necessità sono stata costretta per poco tempo e l'ho rimpianto il mio nokia (lumia) con le sue bellissime tile animare. E internet, che mi fa leggere i vostri blog dovunque.

    (sì, sono morbosa...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vuoi davvero leggere la risposta alla tua domanda, fidati.

      Elimina
    2. E di grazia, perché?

      (ovviamente sopra era animate)

      Elimina
    3. Perché ci sono due risposte possibili, quella neutra è "il telefono Nokia è più confacente alle mie necessità", quella non neutra va ad esaminare la natura dello smartphone e di chi lo usa. E questa potrebbe non piacerti.

      Elimina
    4. certo, è risaputo: chi usa un PC con distro linux per chattare da linea di comando su un blog è notoriamente più figo di chi fa la stessa identica cosa con uno smarphone tutto morbidoso, luccicoso e colorato...

      crunc...crunc... ;-)

      Elimina
    5. (perché, chiaramente, le risposte possibili non sono solo le due neutra e non neutra e ciascuno se la canta e se la suona come vuole) ;-)

      Elimina
    6. Vedi, non sai nemmeno cosa significhi la parola "chat", usi il neologismo "chattare" nel significato che gli danno le parrucchiere che masticano la cingomma.

      Quando hai finito di guardare le foto dei vip, leggi qui: http://en.wikipedia.org/wiki/Online_chat

      Dai non voglio nemmeno cominciare.
      No, non è che ciascuno se la canta e se la suona, piuttosto ciasdcuno fa quello che può finché il suo destino si rivela. E in questo caso tu puoi poco, puoi lo smartcoso. Dove per "smart" si intende "adatto al livello dei commerciali e delle parrucchiere".

      Elimina
    7. @nottebuia fantastico!
      Mi hai ricordato un dialogo di un po' di tempo fa con un mio amico programmatore. Mi stava mostrando, fiero come si mostrano i bicipiti, le righe di codice di un programma fatto da lui (credo qualcosa che facesse spegnere il il pc ad una data ora o boh, non ricordo...).

      E io: "Ma il programmino già pronto con interfaccia grafica comodissimo?"
      Risposta: "Eh, ma così è più figo"

      Elimina
    8. Ma io mi domando e chiedo quando uno è un mutante e conosce solo dei mutanti perché pensa di essere "normale"?
      A parte che io non conosco nessuno che vada in giro a mostrare fieramente i bicipiti, l'ho visto solo alla fiera del fitness di Rimini dove c'era appunto la collezione dei mutanti, quale programmatore sano di mente mostrerebbe righe di codice ad una parrucchiera che mastica la cingomma (o ad un commerciale, sono due categorie intellettualmente affini)?

      Potrei farvi la storia del perché e del percome dei gadget contemporanei ma siccome io non sono scemo come il pogrammatore mutante di cui sopra, facciamone a meno.

      Siamo tutti d'accordo che WannaCosa e NotteCoso sono due fighi senza senso. Standing ovation.

      Va bene?

      Elimina
    9. Perché la semplificazione furbofono -> nokia 29 euri?
      Sto sempre a controllare mail e diario
      Funziona meglio come telefono
      Batteria mi dura 4 giorni
      Al lavoro e a casa ho accesso alla rete.
      Non riuscivo/riesco a leggere più nulla quando ho il furbofono.

      Le vostre zuffe sono bellerrime! :)

      Elimina
    10. Il Nokia da 16 euro che abbiamo comprato a mia mamma dura tipo un mese in standby.

      Dai UomoCoso, sai che potrei mettere giù un trattato tecnico-socio-economico-filosofico su questa storia degli smartcosi ma ormai ho superato il passo di montagna della illusione didascalica e so che è come predicare nel deserto.

      Ti dico solo una cosa che fa riflettere: quando riesco ad andare in montagna ci vado con uno o l'altro di due amici. Entrambi si portano dietro lo smartcoso e mentre siamo sul sentiero lo tirano fuori e stanno li ad aggeggiare. Un paio di volte ho visto che stavano mandando messaggi. Io gli direi che forse è meglio stare a casa a quel punto, si sta piu comodi a mandare messaggi dal divano. Però poi soprassiedo, tanto è inutile. Lo stesso per quelli che vanno a correre al parco con lo smartcoso appiccicato addosso e gli auricolari. Corri dieci minuti ma vuoi mettere?

      Vabe, va cosi.

      Elimina
    11. > si sta piu comodi a mandare messaggi dal divano.

      :))
      Anche in milonga e' spesso tutto uno spippolare, capi chnati e visi illuminati di azzurrognolo.
      Mah.
      Io lo spengo addirittura.
      Voglio essere in quel posto il piu' possibile.

      Elimina
    12. @Lorenzo
      Applausi per la cingomma...ho le lacrime agli occhi...

      Elimina
    13. Ma gli utilizzatori di smartphone?
      Ti prego accennaci alla teoria socio-filosofica dei fighetti che pagano x avere l'app decerebrata che il normale opensource fa già gratis da 50 anni...
      Facce impazzi'...

      Elimina
    14. Ecco, UomoCoso, hai espresso bene l'idea. Quando vado in montagna voglio e devo essere in quel posto il più possibile. Io posso capire che uno si distragga con lo smartcoso mentre viaggia in treno casa-lavoro, lavoro-casa ma che senso ha fare la fatica di andare in un bosco e poi mettersi li a spippolare? Pazzia.

      NotteCoso, mi fai un baffo col tuo sarcasmo, anzi mi fai un po' pena. La questione della Information Tecnology contemporanea è molto più articolata e complessa ma ormai sono vecchio, l'armatura arrugginita, i mulini a vento li vedo per quello che sono. Non ne vale la pena, tanto non posso cambiare il mondo.

      il marketing è una cosa fenomenale, la presa che ha sulle menti deboli. Basti dire che gli Italiani sono tra la gente che compra più smartcosi, che ne sono in giro milioni e milioni ma ognuno è convinto che il suo smartcoso sia uno status symbol, qualcosa di speciale, per pochi, una cosa che ti qualifica. Invece di rendersi conto che è esattamente l'opposto.

      Quanto al danno che gli smartcosi, con tutto il loro ecosistema, fanno al consumatore/utente, fatti vostri. Io ne vengo danneggiato nel momento in cui mi tolgono le alternative. Già adesso sto riciclando apparecchi dismessi come Wall-E.

      Elimina
    15. Lorenzo e i suoi problemi irrisolti con le parrucchiere. Trauma infantile?
      O una parrucchiera che magari non gliel'ha data...

      Poi ad essere una parrucchiera avrei i capelli sempre in ordine ed un'entrata mensile, al momento mi mancano entrambe le cose...

      Lorenzo, ovvio che era decontestualizzato il dialogo che raccontavo, ma che te lo dico a fare... Vai a goderti la domenica che c'è il sole. E limita i contatti umani, per il bene degli altri.

      Elimina
    16. Hai ragione, sarebbe molto meglio se tu fossi una parrucchiera che mastica la cingomma.

      Avresti la stessa testa ma ti daresti meno arie. Come dire, sei decontestualizzata.

      Elimina
    17. Ah ah...ma Lorenzo...perlomeno una parrucchiera é capace di evitare la brutta piega. E poi si guarda anche allo specchio...

      Elimina
    18. Capisco che sia un concetto difficile da afferrare ma qui non si tratta di estetica. Si tratta di riflessi condizionati. Cioè di persone che non si accorgono di agire in maniera meccanicamente predeterminata.

      Comunque se il topo da laboratorio è contento nella sua gabbietta con la ciotolina dell'acqua, le granaglie e la ruotina, chi sono io per instillargli il seme del dubbio.

      Elimina
    19. @Lorenzo fatti una vita, sul serio. E poi tutto questo parlare di parrucchiere mi ha fatto venire voglia di dare una rinfrescata al taglio...

      @nottebuia noi ci facciamo un drink alla salute di Lorenzo .-)

      Elimina
    20. In linea teorica è assurdo che nel 2014, quasi 2015, ci sia ancora qualcuno che scriva "fatti una vita", eppure... A riprova di quantos scritto sopra circa il fatto che ognuno fa quello che può.

      Elimina
    21. > Io posso capire che uno si distragga con lo smartcoso mentre viaggia in treno casa-lavoro, lavoro-casa
      > ma che senso ha fare la fatica di andare in un bosco e poi mettersi li a spippolare?
      > Pazzia.

      Infatti io mi ero/sono reso conto che non ero impermeabile a quel condizionamento.
      Ero incapace di gestire il furbofono ovvero di limitarne l'uso al necessario.
      Ciò mi distrae(va) da altro.
      No grazie.
      Lo lascio a casa ora
      (a parte ieri per documentare fotograficamente il giro in medio appennino, oggi per scaricare le foto).
      I riflessi condizionati sono... veramente "terribili", siamo molto più pavloviani di quanto pensiamo.
      Solo che anche questo non è gradito.
      Pensiamo che come Sapiens Sapiens sia l'intelletto a regnare principe.
      Invece no.
      E questa dimensione pavloviana della vita è utilizzata da persone astute a vari scopi tutt'altro che ecologici (nel senso ampio del termine): sfruttamento, rincoglionimento, controllo, programmazione delle menti, etc.

      Elimina
    22. La parola "intelletto" è troppo ambigua per essere utile. Piuttosto io direi che senz'altro esiste in tutti, sciampiste e commerciali inlcusi, la capacità potenziale di pensare con la propria testa. Il guaio è che le persone sono educate fino dall'infanzia in modo da non distinguere il "constat" (si sa che) da quello che è giusto o sbagliato. Cioè sono educate a seguire dei modelli in maniera ACRITICA. Se tutti fanno "cosi", significa che "cosi" è implicitamente giusto e a nessuno viene in mente di andare a vedere cosa c'è dietro, sopra, sotto, di lato. Un'altro fenomeno evidente è la banalizzazione di qualsiasi cosa. Tutte le cose, gli oggetti, i comportamenti, le idee, devono essere banalizzati al livello più estremo possibile, fino al limite del primate. Ancora, se una cosa è banale è anche implicitamente giusta, tanto più banale tanto più giusta. Nessuno si chiede se per caso questa banalità ha un inconveniente da qualche parte.

      Quanto scritto sopra è abbastanza lapalissiano.

      Elimina
    23. > Io posso capire che uno si distragga con lo smartcoso mentre viaggia in treno casa-lavoro, lavoro-casa
      > ma che senso ha fare la fatica di andare in un bosco e poi mettersi li a spippolare?

      Su questo ti do ragione. Quando sono in un bel posto faccio due o tre foto "di rappresentanza", perché non mi piace dover guardare tutto attraverso un obiettivo.

      Il più delle volte rimane sepolto in borsa il mio, ma ormai mi viene spontaneo se ho bisogno di qualcosa cercare su internet o se devo andare da qualche parte accendere il GPS...

      Elimina
    24. Wannabe, in altre parole tu hai raggiunto un buon grado di discernimento e di controllo del furbofono.
      Io no o non ancora.
      Diciamo che specie in treno su cui passo 80' al giorno, io voglio leggere ma non roba in rete, leggere libri, saggi, documenti.
      Insomma, meglio lasciarlo a casa, almeno per me.
      Valgono le altre considerazioni: il Nokia funziona molto meglio, è un dispositivo dedicato, più semplice ed efficiente, posso stare due o tre giorni senza ricaricare, posso scrivere messaggi con una mano sola, etc.

      Elimina
    25. @nemici della shampista

      Yawn...quanto è calda l'acqua calda...

      Ma, infatti, è per questo motivo che è sempre interessante ed istruttivo parlare con una shampista: lei lo sa, la usa senza riscoprirla di volta in volta e ti consente di partire da basi intellettuali decisamente più elevate rispetto allo standard ;-)

      Elimina
    26. @Nottebuia, a breve lorenzo inizierà a prendersela anche con le Estetiste?

      Elimina
    27. LOL...sembra ci siano prima i commerciali...

      Elimina
    28. @Wannabe

      ...sono piegato, ho le lacrime e un attacco d'asma...
      Standing Ovation per davvero...questa è una vetta ineguagliabile...
      Mi inchino, je suis enchantée! :-)

      Elimina
    29. Be allora vi devo ricordare quello che mi disse un mio conoscente commerciale: "solo uno sfigato perde tempo coi blog".
      Io non ho alcun problema ad essere uno "sfigato", non so voi.

      Elimina
    30. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    31. @lorenzp non ho nulla contro la permanenza sui blog, anzi... Su come trascorrere quel tempo, però, ho le mie regole. E preferisco sempre buttarla sul ridere, come sopra.

      @Nottebuia, sono lusingata. Ribadisco che devo offrirti un giro di drink :-)

      Elimina
    32. Non lo devi dire a me, lo devi dire al commerciale. Per me puoi fare come ti pare.

      Elimina
    33. Ma su quali basi Nottebuia è passato da nottecoso e notteX a commerciale?

      E poi a me comunque lo si chiami sta simpatico, e questa è l'unica cosa che ho da digli. Ovvio che faccio come mi pare, da quasi cinque lustri faccio così.

      Elimina
    34. @Lorenzo
      "Siamo tutti d'accordo che WannaCosa e NotteCoso sono due fighi senza senso"

      Quindi, da figaggine senza senso a sfigaggine, il passo è breve...?

      Ma dì al tuo amico commerciale che un tempo esisteva anche il bar di guerre stellari . Un peccato perdersi certe fantastiche visioni, vuoi mettere?... :-)

      Elimina
    35. Che fatica ragazzi...
      Il commerciale in questione non è NotteCoso, è il tizio che dicevo, mio conoscente, il quale sostiene che chi perde tempo coi blog è uno sfigato.

      Forse ti è sfuggito che i blog sono uno strumento che sta scomparendo da Internet più o meno per la stessa ragione di tutti i "cambiamenti" in corso.

      Vabe ho capito, troppo difficile. Torniamo al phon.

      Elimina
    36. Il mio conoscente commerciale come "fantastica visione" intende una parrucchiera bionda con un paio di tettone che mastica la cingomma. Mentre Guerre Stellari è una delle stigmate classiche del "nerd" sfigato.

      La battuta dei "fighi senza senso" si riferisce al fatto che chi ha lo smartcoso e lo esibisce ovunque pensa di essere un figo.

      Elimina
    37. Ma si, Lore' non ti preoccupare, pensi che io o Wannabe siamo i tipi che si offendono e poi tengono il musone?

      Relax...

      Elimina
    38. > i blog sono uno strumento che sta scomparendo da Internet

      Ho visto decine di diari (blog) nascere e morire più o meno velocemente.
      Per tenere un luogo ci vuole impegno, radicamente (io lo faccio per piacer mio, non per essere letto anche se poi paradossalmente...), costanza e... qualcosa in zucca da dire.

      Elimina
    39. Non sono per nulla preoccupato per quanto vi riguarda. E' che ho questo vizio di essere didascalico. Fossi più sveglio vi dovrei ignorare.

      UomoCoso, no, io ho fatto una ricerca tempo fa e c'è stata l'ecatombe dei blog in un momento preciso della storia. Cioè in contemporanea con l'avvento della "post-PC era" e dei "social network" (che sono due cose collegate).

      Dipende semplicemente dal fatto che la gente tende al conformismo.

      Elimina
    40. Meno male che c'è nottebuia che ti risponde...

      Oltre didascalico avrei anche qualche altro aggettivo, ma lascio perdere... Se fossi più conciso sarebbe più facile tenere traccia dei tuoi ragionamenti...

      E infine: di nuovo con 'sta roba delle parrucchiere. Continuo a chiedermi perché tu abbia questa fissa qua...

      Elimina
    41. Poi scusa, sveglio cosa?

      Non hai notato che due volte su tre te la si da vinta per non incorrere nei tuoi commenti chilometrici? Che a smembrare una frase e linkare wikipedia per ogni parola siamo bravi tutti...

      Dai su...

      Elimina
    42. Bene, da adesso mi impegno ad ignorare te e il tuo compagnuccio. Per cortesia fate altrettanto con me, ignoratemi, fate finta che io non esista.

      Elimina
    43. Posso parlare per me e ti dico che la cosa non mi crea alcun problema.
      Sei stato tu a scrivere sotto il mio commento, circa cinquanta commenti fa...

      Elimina
  7. Mai stato da quelle parti ma dovrebbe esser il corno alle scale; come si chiama il lago col bosco di faggi ?Lago della ninfa? Per caso visti funghi sotto quei faggi ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello è il Corno alke Scale, il punto meno... basso della provincia di Bologna, qualcosina in più di 1900m sldm.
      Lago Cavone.
      Salendo abbiamo visto decine di auto di fungaioli. Avevo visto poco anche di altri funghi, quelli "matti", in quei giorni nottate troppo fresche.
      Se vuoi venire a fare una sgambata, Fra, dai un segno. Prox uscita tra 14gg.
      Anzi, mi sta venendo un'idea...

      Elimina
    2. Parla pure...Sgambata sul Carpegna, dove mi sembra tu sia già stato ?

      Elimina
    3. quello è il lago Scaffaiolo, il Cavone è il lago che trovi più in basso di 700 metri, all'entrata degli impianti invernali di risalita.
      Itorno al lago Scaffaiolo si tenevano i bagordi dei partigiani, che si vedevano benissimo dalla casa dei miei bisnonni e nonni, che sta esattamente di fronte al Corno e al cosiddetto bus d'la iacma.

      Elimina
    4. Grazie Ulrico e ... benvenuto.
      Mi sembra che tu conosci bene quel contesto.
      Mi sai spiegare come mai la parte superiore della valle, verso rifugio Duca degli Abruzzi, lago Scaffaiolo è in provincia di Modena, con un confine stranissimo che taglia un pezzo della parte superiore / anfiteatro del valle del Dardagna e non in provincia di Bologna?

      Elimina
    5. devi andare a studiare le origini e la storia dellla comunità frignanese (Pavullo). era altamente sviluppata e gestita a partire dal XV secolo all'incirca.
      è sufficiente osservare come, in epoca moderna e contemporanea, si sia sviluppata la collina verso la montagna sfruttandone le risorse, anche turistiche (questo d'accordo con la nuova gestione italiana del territorio, che aveva un avamposto a Pavullo a partire dellunione di Italia).
      Al contrario,
      nel XV secolo la provincia di bologna aveva poco interesse a svilupparsi verso la propria montagna.
      Non so molto di più a riguardo dell'economia della gente di Pavullo e del crinale che guarda al modenese in epoca moderna, ma ti posso dire che i trisnonni dei miei luoghi di origine erano mulattieri che passavano la metà dell'anno in maremma e transumavano lassù come carbonai. di fatto, il cammino che scende in toscana (precisamente a firenze centro, attraverso il pistoiese prima e poi fiesole) passa proprio dietro casa della mia famiglia.
      mia prozia la ha usata più di una volta (a piedi) durante il terribile inverno '43, per viaggiare tra la sua firenze adottiva e il picco nel quale viveva la famiglia che poi avrebbe dato luce a mia madre.
      Se poi vuoi guardare alla linguistica, che tanto parla della storia dei luoghi, il dialetto dei miei luoghi non ha molto a che vedere col bolognese, ma ha un grossolano accento bolognese impiantato su un lessico solo in parte bolognese, e una dizione chiara, ben più toscana, anzi pistoiese e fiorentina.
      ma tant'è, se leggi "nuèter" leggerai tante ricerche interessanti sulla terra che abiti, e sulla quale i miei hanno lasciato ossa, figli, sangue, e bambini.

      Elimina
    6. Influenze toscane al di qua dello spartiacque.
      In alcune zone della regione sono molto pronunciate, la romagna toscana è a nord dello spartiacque per decine di km.
      Lombardia e Toscana si estendono per parti rilevanti nel territorio geograficamente emiliano-romagnolo.
      Cosa sarebbe un picco? Ho cercato (non molto a lungo in rete che son di fretta) ma non ho trovato nulla. Stabile rurale, immagino.
      Grazie molte, Ulrico.

      Elimina
  8. Che meraviglia!
    Direi compensa le pacche moleste, o no?
    Con la salute come va, ti sei ripreso o sei ancora in fase ameba?

    Vale A

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonanotte Vale A.
      Ohibo', ma voi da dove sbucate?
      MI piace il nome del tuo diario.
      UCAS.... ihihih
      Amai molto A-Woman e le voglio ancora bene.
      Ma i nostri cammini ora sono separati, ogni tanto si incrociano.
      Saluto molto meglio.
      Benvenuta!

      Elimina
  9. Saggissima la tua risposta. Ho voglia di leggere, di avere più tempo, quindi opto per il catorcio only sms e chiamate. Ci penso. Magari a giorni alterni mi riesce... =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il coso non e' un catorcio, va proprio bene.
      Direi un utilitario.
      Ho notato che la sindrorme da connessione deambulante-statica imperitura mi vince.
      Quindi poiche' ho voglia di altro, quando non necesasrio, il furbofono lo lascio a casa.
      Diciamo quasi sempre nelle ultime tre settimane.
      Domattina lo portero' per alcune foto,
      Ciao Gioia!

      Elimina
  10. Risposte
    1. Direi che sono posti belli.
      Hanno, rispetto a molti scenari alpini, una bellezza più modesta, meno appariscente.
      Ma non significa che siano meno belli.
      Io ho avuto bisogno di alcuni anni - non molti - per passare dall'estetica della montagna alpina medio-alta cui ero abituato a quella appenninica °bassa".
      Beh, ora me le godo entrambe. :)

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.