lunedì 22 febbraio 2016

Apoteosi bianca blu

La vigilia, dal punto di vista emotivo e mentale, è stata travagliata. Passare dall'autunno alla primavera e in una giornata merdosamente mite pensare di andare lassù. Come sarà la neve? ce ne sarà ancora? Gli accumuli stitici, 40 - 50, mi preoccupavano.
E invece...
Apoteosi bianca blu! Fortuna c'è stato un po' di vento, tra tramontana e bora, che ha mantenuto le temperature, per quanto alte, sotto lo zero; la neve ha quindi tenuto ed è rimasta in ottime condizioni. Gruppetto di cinque affiatato. Altri avevano rinunciato per l'orario: nella vita bisogna scegliere e così di noi, tre tanghèri avevano mandato al diavolo l'uscita in milonga per poterci alzare presto. Siamo stati ripagati.
Uh che meraviglia!
Almeno una giornata d'inverno. Una.

La salita nel bosco di faggi.
Poco promettente l'inizio, temperatura mite, neve già umida.


Però solo alzandosi un poco qualcosa era rimasto sulle chiome. Che magia!

Valle del Silenzio



_zzz un po' più avanti



Sole sorge ad oriente

Il Libro Aperto sembra proprio un libro aperto




Smog in Val Padana a nord

La cima d'arrivo, Nuda, con smog in Val Padana verso est-nord-est. 

Parete nord-est del Corno alle Scale

Cimone e, a sinistra, quasi invisibile, il Cusna


La palina che avvisa del grado di difficoltà, EE. Sorrido.

Scendendo ecco la via sotto che avevamo aperto.



22 commenti:

  1. qual'è l'altezza massima che avete raggiunto ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poco
      Qualcosa oltre i 1800.
      Anche perché c'era una "novizia". Alla fine è stato così poco impegnativo che dal passo siamo arrivati fino in cima al Monte Nuda.

      Elimina
    2. Francesco, risposto in privato.

      Elimina
  2. E qui...quasi niente.
    Uno spettacolo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo periodo dell'anno, avere 40-50 lassù è quasi niente.
      Purtroppo niente inverno sostituito con un autunno arido e mite: poche precipitazioni e quando ci sono state di tipo piovoso.
      C'è un orribile buco di stagione, il pianeta si sta surriscaldando.

      Elimina
  3. Grazie per aver condiviso tanta bellezza.

    P.s.
    Posso prendere in prestito qualche foto? Mi autorizzi ^_^?????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo diario è in licenza Creative Commons.
      Puoi prendere le foto e usarle purché citi me/questo luogo come autore/provenienza.
      :)

      Elimina
    2. Ma che io ti citassi era scontato uomo^_^

      Elimina
  4. Grazie per aver condiviso tanta bellezza.

    P.s.
    Posso prendere in prestito qualche foto? Mi autorizzi ^_^?????

    RispondiElimina
  5. Foto bellissime, io pero'dopo un po'avrei voglia di levarmi da li'e andare a vedere un po'di negozi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, lassù non ci si può mi ca stare più che qualche ora.
      Ma tu riusciresti a stare più di qualche ora in un po' di negozi?!

      Elimina
    2. Se ho un giardino a disposizione, si!

      Elimina
  6. Mi sembra così anacronistica la neve, visto che qua, salvo piogge sporadiche, è primavera da un bel po'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anacronisticisssssima.
      Infatti, come scrivevo, ero scombussolato e dal passaggio diretto autunno -> primavera e da tutte le condizioni che non c'entravano 'na fava con la neve.

      Elimina
  7. E così arriverà la primavera ... Con poco godimento, non essendoci stato l' inverno.
    Come arrivare a un rifugio in funivia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le gravi notizie sul caldo estremo in Antartico diciamo che inquietano ... intellettualmente, dal punto di vista razionale.
      Io invece qui parlavo di un'inquietudine istintiva, istintuale, dovuta al fatto che non c'è stato l'inverno e non c'era venerdì, la vigilia dell'uscita.
      Autunno -> primavera, inverno inesistente.
      _rio mi raccontava che non poche persone dei climi non (sub)tropicali che si trasferirono in Centramerica avevano disturbi vari per... l'assenza delle stagioni.

      Arrivare ad un rifugio in funivia: dà la stessa soddisfazione di un acquisto (compulsivo) ovvero poco più che zero.

      Elimina
    2. "Arrivare ad un rifugio in funivia: dà la stessa soddisfazione di un acquisto (compulsivo) ovvero poco più che zero" dipende dalla qualità del menù del rifugio ;-)

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.