venerdì 19 agosto 2016

Settebello da impazzire

Io ho sempre amato i treni. Ma per questo treno io impazzii, le volte che lo vedevo passare in Lombardia come Freccia Atesina. Forse solo le vaporiere mi desta(ro)no più emozioni. E' di una bellezza straordinaria oltre che un capolavoro dell'ingegno, dell'opera e del gusto italiani (qui bel documento video d'epoca).
Sono felice che l'ultimo convoglio rimasto, verrà restaurato e portato agli antichi fasti. (qui una galleria di belle  immagini anche d'epoca).


18 commenti:

  1. 8 milioni per un singolo treno (per altro rivolto unicamente al turismo) che potrebbero essere destinati alla rete ferroviaria locale come tu tanto auspichi? Non ti capisco, proprio non ce la faccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AlaCosa, sono briciole, le Ferrovie spendono miliardi.

      Elimina
    2. Un ETR 1000 costa ca. 30M€. per circa 450 posti passeggeri.
      Questo (unico) ETR 300 costerebbe, ora, ca. 8M€ per circa 190 posti.

      Direi che si può investire una somma modesta per salvare un capolavoro dell'ingegneria italiana. Oltretutto quel treno sarebbe poi utilizzato effettivamente.
      I ricordi di famiglia richiedono qualche impegno e risorsa, no!?

      Elimina
    3. I nuovi convogli tipo Stadler costano, facendo due calcoli spannometrici da alcuni notiziari regionali, ca. 10M€ l'uno.

      Elimina
    4. Tutto quello che ti pare UCoso ma io rimango della idea che nemmeno il treno sia un "diritto" e quindi chi lo usa lo deve pagare. Oltre l'ovvia necessità che le Ferrovie vadano in pareggio senza continuo pompaggio di denaro pubblico.

      Elimina
    5. Non c'è alcun diritto, men che meno quello al treno storico.

      Elimina
  2. belli sti treni nostarni e adesso arrivano anche in orario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmh.
      Non so se sei ironico.
      Devo dire che sulla linea che uso quotidianamente, negli ultimi due anni le irregolarità di viaggio sono parecchio diminuite. Su altre linee?

      Elimina
  3. Ho colto anch'io la notizia, oggi;
    bello, sì : manutenere un manufatto tecnologico che è stato un'icona epocale del progresso del Paese, è un dovere civile;
    diventerà un treno a cinque stelle ... beh ... chissà se costerà meno del [ Golden Eagle Trans-Siberian Express ].

    ===

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poco meno di 15k€ per 15 gg.
      Beh, in effetti non alla portata di tutti.
      Il treno fu e tornerà ad essere un viaggiare elitario.
      Come lo diventerà il viaggiare in genere.

      Elimina
  4. Io invece guardavo a destra, la campagna nella foto, e osservavo dei dettagli confrontandoli con quel che vedo oggidì in posti che nominalmente sarebbero dello stesso tipo ma nei fatti sono leggermente diversi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già.
      Le campagne italiane, prima che venissero massacrate con la distruzione di più di una decina di milioni di ettari di crosta artificiale, cemento e asfalto.
      Quello non lo si recupera più, andato per sempre (in tempi di qualche generazione, per qualche secolo, diciamo).
      La Stampa intanto, la smena che senza gli invasori, pardon, migranti, nel 2055 saremmo 10M in meno.
      http://www.lastampa.it/2016/08/22/economia/in-italia-senza-migranti-saremo-milioni-di-meno-2KuKQubq7Cwnxrtn4D8SyL/pagina.html

      Pensa che disastro se dalla scatola delle sardine pressate ne uscisse un sesto.

      Follia!

      Elimina
  5. UCoso e tutti:
    Sotto in questo blog ho messo un articolo sul patrimonio dei DS (fu PCI) e sui loro debiti che lo Stato ha ripianato in virtù di leggi approvate dalle due Camere del Parlamento (farsi delle domande, darsi delle risposte).

    Nel mio blog stamattina ho messo questo:
    Cosa succede nel "mondo reale" mentre restaurano il trenino che piace tanto a UCoso

    A volte mi sembra di essere su scherzi a parte, invece no. Le cose più incredibili, che non succedono nemmeno in Guatemala, qui da noi sono la tranquilla normalità.

    Ciuf ciuf il trenino, brutte le strade e le automobili (tranne quando devo andare a farmi i cazzi miei). E via, gira la giostra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lorenzo, qui si va in altro argomento.
      Avrò poco tempo per rispondere in questo periodo a venire.

      Elimina
    2. Io non capisco come possa essere un "altro argomento". Come se il treno di sta ceppa fosse un evento isolato, nel vuoto, invece di essere una goccia nell'oceano di soldi spesi a cazzo per ingrassare questo e quello mentre tutto va alla malora.

      Torno a dire, le Ferrovie non sono mai servite a trasportare la gente quanto a spendere quanti più soldi pubblici possibile.

      Posso capire che ci piaccia essere decadenti, non che lo siamo senza rendercene conto.

      Elimina
    3. E quando dico "tutto va in malora" non intendo l'invasione, la deindustrializzazione, il collasso della Sanitò e altri macro-fenomeni, intendo che dove vivo non si taglia più l'erba negli spartitraffico e non si fa la bonifica anti-zanzare perché non ci sono i soldi.

      I soldi c'erano ma andavano spesi per i "doveri civili".

      Elimina
    4. > E quando dico "tutto va in malora" non intendo l'invasione, la deindustrializzazione, il collasso della Sanitò e altri macro-fenomeni,
      > intendo che dove vivo non si taglia più l'erba negli spartitraffico e non si fa la bonifica anti-zanzare perché non ci sono i soldi

      Quando vado in giro
      o - passo tempo a raccogliere rifiuti
      o - a rimettere in verticale paline storte
      o - cerco di informare gli emittenti su comunicazioni pubbliche sbagliate o non aggiornate e quindi diventate sbagliate.
      o - sono sempre l'unico a deprecare, rimbrottare o tirare cazziatoni a passeggeri lerci dentro che appoggiano le loro scarpe sui sedili

      Quando nevica
      o - vedo le persone che girano con le Clark dentro a sacchetti di plastica
      o - o donne coi tacchi che imprecano
      o - non vedo quasi nessuno con le pale in mano

      Quando piove forte
      o - non vedo nessuno che pulisce canaline e bocche di scarico dalle foglie morte e sono io a pulirle

      La massa non collabora più al vivere civile, è diventata passiva. La massa pretende che esista il diritto ad avere servizi di pulizia, di manutenzione, etc. ovunque senza muovere un dito, avendo le tasse ridotte e tali servizi aumentati in frequenza e quantità.

      Vedo un popolo di alteri e superbi fancazzisti non di rado screanzati che, per i loro "diritti" vorrebbero essere servizi dal dovere di altri.

      Elimina
    5. Ok ma ce ne preoccuperemo quando non avremo un mezzo dittatore pagliaccio che fa le conferenze stampa sulle portaerei.

      Che poi sarebbe IL SECONDO che vediamo, l'altro aveva il testone pelato.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.