martedì 31 marzo 2015

Pyr chiakè - 2

(Pyr chiakè - 1)

Corso per... sette donne, a cui se ne sono aggiunte altre due in seguito e solo _rio ed io come uomini. Bisogna dire che alcune di esse avevano partecipato anche solo perché i rispettivi mariti erano rimasti a casa con i figli.
Insegnanti decisamente frizzanti, hanno inframezzato, in modo brillante, anche osservazioni su danza, corpo, genere, stati d'animo etc. . Ormai col passare degli anni (ri)conosco questi approcci olistici. Ci hanno ricordato, ripetutamente ricordato, l'importanza del contatto visivo.
E' una danza di sfida, di guerra, oltre che di terra e di eros: non usare gli occhi, lo sguardo nella tammurriata e nella danza in genere, è come servire della pasta stracotta senza salsa o ragù. Rende l'idea?
Sul percorso che faccio da casa alla stazione e viveversa c'è un cane incazzereccio che abbaia come un ossesso. La dimensione pavloviana e istintiva del suo agire è evidente e a me pare perfino un po' patetico questo agire compulsivo programmato, un cane in preda al suo istinto. Io mi diverto a tirargli degli scherzi e a studiarne le reazioni. Passo in modo che non mi veda, appaio all'improvviso, passo repentinamente dalla parte opposta della strada alla recinzione e siepe che delimita la proprietà in cui il quadrupede "risiede"... lo guardo negli occhi e lo osservo. Per quasi tutti i mammiferi superiori lo sguardo diretto negli occhi è sfida. Infatti quando lo guardo con fissità - e se voglio provocarlo e divertirmi, anche andando verso di lui - il cane sclera, si agita, si incazza come... una bestia. :) Tammurriata ed... etologia. Già.

Tutti principianti assoluti di tammurriata, a parte me. Per quanto popolare è una danza che ha una tecnica e un repertorio, anzi, rispetto ad altri balli e danze popolari è decisamente ricca. Anche nella tammurriata c'è col*i che conduce e col*i che segue: varie considerazioni a proposito da parte delle insegnanti, osservando come danzavamo.
Io cercavo di rompere gli schemi cercando di condurre seguendo, ovvero decidere di adattarmi, di mettermi in simmetria con le risposte delle donne con cui ballavano. Ma chi guida in questo caso? Il duale è sempre filosoficamente interessante. Anche questo, paradossalmente, creava dei problemi.
Non ci sono registri espliciti ma... la tammurriata può essere ballata bene o male, in modo goffo, scoordinato o elegante, con la musica e col ritmo o contro di essi, col movimento delle mani con le castagnette che è un'arte in sé oppure con delle appendici agitate per far suonare quei robi  di legno.
Come il tango viene esasperato a fini dello spettacolo (tango escenario o tango show) anche la tammurriata può essere teatralizzata, sofisticata. I commenti al vetriolo allo spettacolo teatrale a NYC per la coreografia di Alessandra Belloni (v. video sotto) lo testimoniano. Ove c'è passione ci sono discussioni accese. Anche questo non è una novità. Beghe, polemiche, discussioni furioso su questo stile e su quell'altro. Con tutti i limiti della teatralizzazione e le violazioni anche grossolane ai codici della danza originale ad essa necessarie a me non disgarba.



4 commenti:

  1. Nota: solo i predatori hanno gli occhi in avanti per la visione stereoscopica, quindi solo i predatori guardano negli occhi. Le prede invece hanno gli occhi disposti a coprire il più ampio arco possibile, senza la sovrapposizione del campo visivo perché non gli serve misurare la distanza, quanto cogliere il movimento, che innesca la reazione di fuga. Le prede quindi tendono a guardare di lato. Ci sono poi gli stati intermedi, meno specializzati, per esempio le scimmie hanno gli occhi davanti perché gli serve saltare sui rami e misurare la distanza di un frutto per poterlo cogliere, oltre a vedere i colori per distinguere cosa è commestibile.

    RispondiElimina
  2. Le scimmie sono predatrici.
    In vario modo ma lo sono.
    Ci sono ancora persone che credono alla credenza delle scimmie vegane, frugivore e altro del genere.
    Dal punto di vista biologico, la specie Homo viene consideta il predatore apicale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I primati che sono vicini all'uomo combattono guerre e uccidono altri animali per mangiarli, a volte. Però ci sono tantissime specie di scimmie e quelle più piccole al massimo mangiano insetti.

      L'uomo è predatore grazie alla tecnologia, un discorso a parte.

      Comunque volevo dire che nei mammiferi solo i predatori hanno gli occhi in avanti.

      Elimina
    2. Sì, Lorenzo.
      Ho apprezzato la precisazione.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.