martedì 19 gennaio 2016

Azioni a latere e false verità

Il piano sì global (tra le cause effetti in primis lo tsunami migratorio) è fatto di molte sottili false "verità", e azioni a latere.

L'abolizione del reato di guida senza patente (con una pena pecuniaria elevata che nessuno degli invasori pagherà manco per il cazzo, si torna sempre alle leggi feroci con gli onesti, gli autoctoni, all'ugualismo che comporta disuguaglianze sempre maggiori, questo è proprio un invito per la guida senza patente ai clandestini che poi ti verranno addosso e tu ignobile servo italiota piccolo borghese schifoso ti terrai danni e feriti e vittime perché per noi razzisti positivisti sei inferiore a prescindere).

Le false verità: Schengen: senza libero transito no a mercato unico ed euro.
L'Europa è stata per molti lustri un mercato unico senza libero transito. Molti paesi vivono in Europa stanno bene senza euro.
Questa è robaccia non solo ideologicamente falsa ma proprio smentita dalla realtà. I controlli alle frontiere non interessano un cazzo ma proprio un cazzo al 99% di paesani e cittadini (a parte qualche quarto d'ora d'attesa la volta che vanno in vacanza all'estero).

57 commenti:

  1. L'invasione è fatta di due verità catastrofiche:

    - il Piano di disgregamento e sottomissione a danno degli Europei ordito dalle elite para-massoniche sovranazionali, le stesse che quando vogliono mandare un messaggio a chi di dovere fanno capire che possono mandare l'Italia in default in una giornata.

    - l'Italia è in mano ai Comunisti, sembra incredibile mentre lo scrivo eppure è cosi. Da questo derivano infiniti mali ma tutti si riconducono alla applicazione del lavaggio del cervello applicato alle persone in modo che percepiscano la realtà in maniera deformata, stravolta.

    UomoCoso, tu non ti rendi conto che usi lo stesso lessico fasullo di Matrix, per esempio "libero transito". Io ero liberissimo anche prima, andavo ovunque nel mondo mostrando un documento e i soldi. Quello che non si dice è che "transito" si intende "residenza" e con "residenza" si intende "cittadinanza di fatto". Cioè un conto è Lorenzo che va in gita in Germania come turista, un altro conto è Lorenzo che si trasferisce in Germania con l'intenzione di risiedervi e quindi deve accedere ai servizi sociali tedeschi, al collocamento tedesco, deve trasferire la residenza in una casa tedesca, eccetera eccetera. Tutte queste cose si fondano sulla RECIPROCITA, cioè un italiano può trasferirsi "liberamente" in Germania e essere curato in un ospedale tedesco come un cittadino tedesco se un tedesco può fare lo stesso in Italia, da cui accordo tra gli Stati (che non deve necessariamente includere tutta la UE). Siccome non esiste nessuna reciprocità a nessun titolo con i Paesi da cui arrivano i "nuovi europei", mancano le basi giuridiche ed economiche per "liberalizzare" qualsiasi cosa, eppure DEVE ESSERE FATTO, quindi banalmente si mente ai cittadini, cominciando dallo stravolgere il linguaggio, cittadini i quali sono cosi abituati a ingoiare la merda che gli passano i "media" che non mettono più niente in discussione, "mela" significa "banana".

    Qui non entro nemmeno nei dettagli funzionali, tipo che un "immigrato" non è un "profugo" e un "profugo" non è un "rifugiato". Non dico cose palesi come il fatto che prendersi in casa milioni di persone che vengono dall'inferno significa ricreare l'inferno a casa nostra e che è un comportamento masochistico. Mi limito alla faccenda della "circolazione", non c'è nessuna "circolazione", tranne per gli autobus che i Comunisti mandano in giro per l'Italia di notte a scoldellare immigrati nei paesi all'insaputa dei residenti (ma con la solerte collaborazione di ONLUS e parrocchie).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A titolo di esempio, una immagine vale più di cento parole: Altro che Schengen e "libera circolazione".

      Elimina
    2. Due cose:

      1) La mia impressione è che attualmente il PD sia assai più simile alla Democrazia Cristiana che al Partito Comunista.

      2) A scuola faccio sforzi immani per indurre nei ragazzetti la massima attenzione possibile alla potenza del linguaggio inteso come arma di manipolazione dei significati e, di conseguenza, delle persone, tentando di allenare a leggere tra le righe in cerca di significati espliciti, impliciti, occulti, doppi, truffaldini... so bene che è una lotta donchischiottesca, eppure non riesco a lasciar perdere questa mia "crociata" -- mediamente, i ragazzini mi ispirano oggi assai più compassione che rabbia.

      Elimina
    3. Per questa volta risparmierò a tutti il solito excursus sulla genesi della DC e del PCI nella Italia post-bellica.

      Quindi affronterò solo il problema del Comunismo. Il fatto che non sia più percepito come tale E' VOLUTO, è una strategia studiata a tavolino che ha richiesto un certo numero di trasformazioni e un certo sforzo propagandistico.

      Il PCI è qualcosa che è stato seppellito di furia come un reattore nucleare che perde combustibile ma fin da subito è stata avviata la macchina della mistificazione storia per accreditare l'idea che invece abbia cavalcato verso il tramonto come un vecchio cowboy.

      Questo per due motivi, primo, consentire la sopravvivenza della dirigenza e di tutto l'apparato (ti faccio presente che lo Stato ha appena ripianato il fallimento ennesimo de l'Unità e che dove abito il sindaco è figlio d'arte come D'alema), secondo per dare modo a milioni di minchioni di dire "non rinnego niente", accreditando il ruolo di "padre fondatore" della repubblica e della democrazia, la diversità storica con l'ennesima "terza via" (idea di Mussolini in origine), eccetera eccetera.

      UomoCoso è un esempio di quanto questa manovra abbia funzionato. Ne dice di ogni sui "marxisti" come entità vaga, astratta, indefinita. Poi però A Cuba hanno la "dignità", nell'est mangiavano le nutrie ma le donne erano sessualmente libere, eccetera. Alla fine anche lui mette tutto nella stessa pentola con "citrocapitalismo", non distingue, non ricorda, non risale la catena causa-effetto.

      Sui ragazzini.
      Ascoltavo in questi giorni l'ennesimo delirio sul "bullismo" e su proposte risibili "censura". La prima cosa che mi viene in mente è che i ragazzi devono essere educati. Ma non educati politicamente come intendono i compagnucci di cui sopra, educati con le regole e con l'esempio. Da cui, gli adulti della mia generazione e successive sono il nulla, dei pagliacci, incapaci di indirizzare i propri figli, anzi, dando il cattivo esempio.

      Della Scuola abbiamo parlato allo sfinimento ma qui il guaio è più profondo e radicato. Mano a mano che il Piano procede a sgretolare la nostra società e per prima la famiglia e i ruoli di genere, ovviamente di conseguenza collassa l'educazione e viene demandata proprio a quei mezzi di propaganda e lavaggio del cervello che sono strumento del Piano.

      Sono pessimista? Sono pessimista.

      Elimina
    4. x Lorenzo:
      > Ne dice di ogni sui "marxisti" come entità vaga, astratta, indefinita.
      > Poi però A Cuba hanno la "dignità", nell'est mangiavano le nutrie ma le donne erano sessualmente libere

      Lorenzo, ho sottolineato alcuni fatti come alcuni lati positivi della vita a Cuba, il fatto che nei paesi ex comunisti le donne sono molto più libere, hanno accesso alla contraccezione e non sono trattate come scrofe fornapargoli in paesi religiosi fondamentalisti.

      Il tuo tentativo di manicheismo non aiuta la causa né fa onore alla tua intelligenza.

      Elimina
    5. x MrKeySmasher:
      > assai più simile alla Democrazia Cristiana che al Partito Comunista

      Di fatto DC e PCI tanto hanno fatto teatro di baruffa, tanto hanno collaborato politicamente (la politica significa fare leggi e le hanno fatte sempre insieme, decenni di fintissima opposizione).

      Elimina
    6. UomoCoso ma cosa deliri... quali donne sono state trattate come scrofe, mia mamma, la tua? Ma cosa minkia dici.

      Su certi argomenti sei palesemente irrazionale, non ti rendi conto che se la gente non mangia, tutto il resto sono frottole.

      Il mio manicheismo? Scusa se rido. Non sono io ad essere "manicheo" (ti risparmio il pippone sul significato del termine), sei tu che vivi dove vivi, vieni da dove vieni, frequenti la gente che frequenti e quindi dici le cose che dici.

      Mi dispiace dovertelo dire ma tu sei appena sopra il nostro Francesco, siete entrambi sottoprodotti del comunismo italico, lui lo manifesta chiaramente tu invece lo dissimuli un po' meglio ma quando si arriva al dunque, scatta il riflesso condizionato.

      Che noi due non abbiamo una causa comune è ovvio, io non ho NESSUN amico "qualcosa-comunista" anche se ne ho attorno centomila e non devo giustificarmi inventando sofismi.

      Riguardo la DC e il PCI, risale tutto alla costruzione della Repubblica alla fine della guerra. Come tante altre cose, del resto. Questo è il paese dove chi sputava sui cadaveri dei dissidenti ungheresi adesso dice "ma si, ci siamo sbagliati" e domani potrebbe ricominciare a sputare, oppure dire "quali dissidenti" o anche "invadiamo l'Ungheria, covo di fascisti".

      Elimina
    7. Lorenzo

      > cosa deliri... quali donne sono state trattate come scrofe

      Scrivo con cognizione di causa.

      A volte ti fai prendere dai tuoi raptus antikomunisti e perdi il contatto con la realtà.

      Elimina
    8. io ancora non mi spiego come mai non ti abbiano investito della guida della nazione. sei così intelligente, perfetto, con le idee chiare di come debba funzionare il mondo, lo stato, l'impresa privata, la pubblica amministrazione. peccato che il tuo acume sia confinato tra cinisello e sesto. avresti il diritto di pretendere di più dal genere umano, di cui tu sei assoluto creditore.

      Elimina
    9. ovviamente mi riferivo a Big Lorenzo

      Elimina
    10. La prima cosa è osservare la realtà, come ricordano i buddisti. E la realtà non è fatta di bianco e nero. Quindi ci sono degli aspetti interessanti anche nei sistemi che ci paiono più lontani, intollerabili, o... "demoniaci".
      La demonizzazione può essere una tattica utile a breve termine ma a medio e lungo è una forma di inquinamento che ti allontana dalla realtà e può risultare perfino controproducente per i tuoi obiettivi.

      Elimina
    11. Francesco, abbandona i dubbi.

      Non mi hanno investito di alcuna carica proprio perché non ho gli "amici" nei posti giusti, non sono ne il Caro Leader ne la sua collaboratrice Boschi. Mio padre non era ne il padre di uno ne il padre dell'altra e non aveva neanche lui gli amici giusti.

      Capirai, io non mi posso paragonare a certi profili di statista, io sono confinato nel nord-milano, loro vengono niente po po di meno che dalla Toscana e chi la conosce sa che fucina di poeti, santi, navigatori e statisti sia, tipo che ne so, il compianto Licio Gelli.

      Lo sa il Caro Leader come deve funzionare il mondo, lo Stato, l'impresa privata, la pubblica amministrazione, eccetera. Lo sa la Boschi. Prima di loro lo sapevano Letta o Bersani, prima D'alema o Cossutta, eccetera eccetera.

      Elimina
    12. "E la realtà non è fatta di bianco e nero."

      UomoCoso, io coi buddisti ci incarto il pesce. Ti rispondo col buon vecchio Cartesio e ti dico che se prendi la strada del sofismo puoi sostenere una tesi, il suo contrario e tutte le tesi intermedie nello stesso momento, perché la REALTA' NON ESISTE se non come convenzione.

      Quindi non "ci sono aspetti interessanti", tu crei questi aspetti interessanti come atto di volontà, anche contro l'evidenza, perché o non ne puoi fare a meno o perché ti sono strumentali a certi altri scopi.

      Usi anche un lessico strano, che non mi appartiene, come "demonizzazione". Io mica ti dico che sei il demonio, ti dico che sei un coglione, c'è una certa differenza. A parte l'essere immanente o trascendente, il demonio ha un suo perché, dei poteri, mentre il coglione è solo il diminutivo di una persona, un minus habens.

      Poi insisti con "allontana dalla realtà", ma santiddio, beata incoscienza.

      I miei obbiettivi, ecco. Ho forse degli obbiettivi? Ho gli stessi obbiettivi che poteva avere un Lakota che contemplava la terra degli avi occupata da stranieri e la sua tribù sterminata, con la consapevolezza che non c'era niente da fare.

      Elimina
    13. Te UomoCoso vai pure a mercanteggiare al forte.

      Elimina
    14. oggi Lorenzo sta in acido

      Elimina
    15. Tu sei lo stesso personaggio che sopra mi rimprovera di scrivere sempre le stesse cose.

      Ti perdono perché non sai quello che scrivi.

      Elimina
    16. UomoCoso, lasciami essere diretto.
      Siccome sappiamo che i giornaloni, la tv, la radio, ecc, sono strumenti per il controllo delle masse, va bene, mettimi il link della notizia della donna afgana.

      Visto. Fino a qui tutto bene.

      Ma non mi collegare la donna afghana con la questione generale delle "donne libere nei regimi comunisti" perché la donna polacca viveva in Polonia, non in Afghanistan e dal Comunismo non ha certo ricevuto la fottuta CIVILTA', anzi, è stata costretta a mangiare le nutrie e a servire i fratelli sovietici e in subordine i gerarchi del Partito (leccapiedi dei primi).

      Vai pure in Polonia e chiedi se prima del Comunismo le donne si sentissero trattate come "scrofe" e se si sentissero liberate, emancipate, dal Comunismo. Sopratutto se lo rimpiangono.

      Ma già, te sei uno che va in pellegrinaggio a Cuba e poi dice che il Caro Leader dovrebbe diventare il Lidèr Maximo, hasta la victoria siempre. Cosi possiamo girare la sera tranquilli.

      Boh, i bei vecchi seventies...

      Elimina
    17. Lorè, non c'entrano nulla i rimproveri. si vede proprio che oggi sei "in particolare" incazzato e incazzoso col mondo.

      Elimina
    18. > la donna polacca viveva in Polonia, non in Afghanistan e dal Comunismo non ha certo ricevuto la fottuta CIVILTA',
      > anzi, è stata costretta a mangiare le nutrie e a servire i fratelli sovietici e in subordine i gerarchi del Partito (leccapiedi dei primi)

      Ma dove io ho mai scritto che ciò non sia successo.
      Io ho scritto che, per mia osservazione diretta
      1 - Cuba era decisamente sicura (a quel tempo più sicura dell'attuale Italia accoglientizzata con migliaia di invasori delinquenti all'anno)
      2 - che le donne dei paesi ex comunisti fanno molti meno figli di quelle di paesi con inquinamento religioso e questo è il risultato anche dell'ideologia comunista.
      Avevo già fornito i dati sulla fertilità delle donne (numero medio di figli a testa) per paese, ora non ho voglia di andare a cercare.

      Se i fatti del 2003 o quelli attuali non ti piacciono, non divagare scrivendo altro.
      Non ho mai scritto che i paesi comunisti siano stati consumisti/opulenti.

      In quanto all'imperialismo russo nei paesi dell'Europa orientale, questo è un fatto di imperialismo.
      Qui le canaglie americane ci hanno tirato giù la funivia del Cermis, ci stanno alluvionando di invasori, stanno preparando una guerra civile-migratoria in Europa e ai su e altre cose nefaste e non sono affatto meglio dei russi. In quanto a essere servi, lacchè, non possiamo imparare nulla dai polacchi.

      Elimina
    19. oh bravo uomo ! digliene 4 a Lorè !

      Elimina
    20. Boh, Francesco, a te in passato ho detto cosa penso adesso mi tocca dirlo a "vispa-teresa-uomocoso" il quale ha riesumato il termine "imperialismo" per le "canaglie americane", ah le matte risate, seventies all over the place.

      Perché, UomoCoso, l'imperialismo si misura nel fatto che un aereo tira giù una funivia e i Marines non fanno come noi con i fucilieri di marina, cioè non ci hanno consegnato qualcuno tanto per tenerci buoni. Considerato che abbiamo firmato un trattato per cui non possiamo rivalerci nemmeno se fanno scoppiare una bomba atomica sul duomo... che strano eh?

      Invece di misurare l'imperialismo sul fatto che esiste il Piano, vabbè, mi viene detto che quella è una mia teoria del complotto.

      Allora cosa dire che ogni giorno viene rimpiazzata la nostra lingua, le cose che mangiamo, il modo in cui ci divertiamo, tutte le convenzioni, eccetera, banalmente tutta la nostra cultura viene sostituita non con quella USA ma con la versione per l'esportazione, la cultura "globale" altrimenti detta "fusion".
      Un mio amico afflitto da "ipiegatismo acuto" ogni volta mi dice che la moglie gli assegna "le mission", non delle commissioni. Tra l'altro è anche sbagliato perché al massimo potrebbero essere dei task (commissioni si traduce in errands).

      UomoCoso, a te piace nasconderti in una finta complessità, altri in questo blog hanno lo stesso vezzo, non credo servano degli esempi. Ma non l'avete inventato voi.

      Quello che io ti rinfaccio è che sei stereotipato e mentre lo sei, dici il contrario, cioè che la realtà non è bianco e nero bla bla. Cioè lo stereotipo che finge di non essere stereotipo ma acuta filosofia.

      Ma non farmi ridere, io non vengo mica dal circolino dell'ARCI, di UomoCosi e di Franceschi ne ho visti passare sotto le ruote quante le traversine del treno.

      Riguardo Cuba, dicono lo stesso della Nord Corea, quelli che ci capitano tipo Razzi o Rodman.

      Riguardo le donne, fanno pochi figli quando devono rincorrere le nutrie con una mazza per farci la cena e poi devono evitare che il marito ubriaco le meni con la stessa mazza. I dati sulla fertilità, eh beata incoscienza, dovrei girarti le mail che ricevevo io da qualche parte alla fine degli anni '90.

      Elimina
    21. a te Lorenzo basterebbe incontrare una mezza figa che perdi il 99,97% delle tue certezze facendoti sbarellare, altro che traversine del treno....

      Elimina
    22. Bravo Francesco, questa è una versione un attimino edulcorata del "get a life" che è stato scritto la prima volta dieci secondi dopo la prima trasmissione dati su Internet.

      Genio.

      Poi mi fa sbellicare dalla risate che uno come te scriva "certezze", come se io dessi qualche significato ai tuoi finti e mezzi cambiamenti di idea.

      Elimina
    23. > ha riesumato il termine "imperialismo"
      L'imperialismo esiste da quando esistono gli imperi, Lorenzo. Se preferisci un altro termine per indicare "l'azione di un impero su territori e popolazioni sottomesse" sei libero di fornirlo.

      > tutta la nostra cultura viene sostituita non con quella USA ma con la versione per l'esportazione, la cultura "globale" altrimenti detta "fusion"

      Mmh
      A me sembra che qualsiasi scoreggia english sounding venga assunta come massimo da masse sterminate.
      Ogni mattina, quando ascolto Radio Rai 1, mi chiedo come mai sul primo canale radio nazionale trasmettano quasi solo musica USA.

      > "ipiegatismo acuto"
      ?

      > io non vengo mica dal circolino dell'ARCI,
      Neppure io.
      Io non ho avuto una formazione assai variegata ma certamente non marxista.

      > le donne, fanno pochi figli quando devono rincorrere le nutrie con una mazza per farci la cena

      Che cazzata straordinaria.
      Nel mondo le donne italiane, tedesche e giapponesi sono quelle più virtuose (meno prolifiche) e non devono certo andare a caccia di nutrie.

      Elimina
    24. ma no Lorenzo è il contrario. non ti invito a farti una vita, ti invito a guardare senza la miopia della tua graniticità. te la dico diversamente: se ti fanno ad di UNICREDIT, tu accetti subito senza se e senza ma.

      Elimina
    25. UomoCoso, te lo ripeto. Te pensi di essere "avanti" con i tuoi studi e statistiche, pensi di essere controcorrente ma purtroppo la tana del Bianconiglio è più profonda di quanto credi.

      Le donne italiane è vero, non devono inseguire le pantegane con la mazza per sfamare la famiglia ma in compenso sono educate dalla nascita al tuo "decrescitismo", anche se non fondato su ragioni ecologiche quanto ragioni di edonismo infantile, quello del lavoro, guadagno, pago, pretendo.

      Le donne italiane non figliano sia perché non hanno tempo per farlo, sia perché le loro vite impostate su certi modelli sociali di "successo" (con tutte le necessità sottostanti) vedono nella maternità e nella famiglia degli elementi NEGATIVI.

      Quindi, ancora, apriamo gli occhi. Non è un bene che abbiamo un tasso demografico negativo, perché non dipende da un atto di volontà consapevole, è solo uno degli esisti del Piano.

      Francesco, "se ti fanno AD di UniCredit", se mia nonna fosse un dirigibile, se morissi tra 10 secondi, se vincessi la lotteria, tutto quello che vuoi. Aggiungo un se, se tu fossi capace di mettere in fila le tue stesse idee, non scriveresti le cose che scrivi.

      Elimina
    26. UomoCoso, vediamo di capirci. Un conto è assumere un certo comportamento come esito di una scelta ponderata (che può anche essere sbagliata, ovviamente), un altro è avere un comportamento stereotipato, obbligato, condizionato.

      Il comportamento può essere obbligato sia dalle caratteristiche meccaniche del contesto, ad esempio non vai in giro in pelliccia ad Agosto, sia dalla "cultura" fabbricata tramite gli strumenti di controllo delle masse.

      Se ci pensi un attimo, mentre nel primo caso ci sono dei limiti relativamente ridotti per l'esame delle cause e degli effetti, nel secondo caso non c'è limite. La gente può assumere comportamenti irrazionali qualsiasi e fare le cose più assurde senza nemmeno pensarci, perché fanno parte di quello che si pensa essere la "normalità". Certi popoli si limavano gli incisivi, altri si scarnificavano il corpo, altri avevano il cranio deformato con delle assi di legno, i piedi, il collo, dischi di legno infilati nelle orecchie, eccetera eccetera. E questi sono esempi del neolitico, allarga fino ai viaggi spaziali.

      Elimina
    27. te lo dico in un terzo modo

      tu non sei, per dirla togliattianamente, il migliore

      Elimina
    28. e non penso che tu sia migliore di me. anche da un punto dello sviluppo logico/dialettico

      Elimina
    29. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    30. Correggo. Avevo scritto che non mi importa di cosa pensi. Quello che non capirò mai è perché tu ritieni che dovrebbe importarmi.

      Ipotesi: nel tuo mondo per te è importante quello che la gente pensa di te o meglio, quello che dice o che tu credi di sapere riguardo ciò che pensa di te.

      Ti comunico un fatto, vediamo se lo capisci. A me non importa niente la tua approvazione. Mi importa solo il merito di quello che dici, cioè se esprimi una idea, un concetto, che funziona meglio di una mia idea.

      Fino ad ora, non solo hai espresso idee contraddittorie e banali ma sono idee che ho già sentito innumerevoli volte, sono degli slogan, degli stereotipi.

      Non ho la pretesa di inventare le cose che dico, anche io ripeto idee di altri, volente o nolente. La differenza è che sono meno abusate e soprattutto funzionano, fino a prova contraria.

      Se vuoi continua pure a ripetere che non sono migliore di te, se ti fa sentire meglio sono contento, non mi costa nulla. E' irrilevante in tutti i sensi.

      Elimina
    31. Viceversa, potresti fare lo sforzo di fornire la "prova contraria", cioè io dico A, tu dici B e dimostri che B funziona meglio di A.

      Quello si che servirebbe a qualcosa, che farebbe una differenza.

      Elimina
    32. funzionano ?????????????????????????????

      Elimina
    33. Si, sai Francesco, tutto comincia all'alba della Civiltà, quando degli sfaccendati cominciarono a chiedersi il come e il perché delle cose.

      Funziona cosi, tu osservi un certo fenomeno, poi avanzi delle ipotesi che ne spiegano il funzionamento.

      Si chiama "teoria", da un verbo greco che significa "guardare".

      In origine le teorie si confrontavano coi fatti e tra di loro e si sceglieva quella che sembrava più efficace secondo logica. Poi piano piano si perfezionò il "metodo scientifico" secondo il quale la teoria deve essere verificabile tramite degli esperimenti.

      Una teoria funziona quando spiega il meccanismo di un certo fenomeno. Rimane valida fintanto che non viene contraddetta da qualche aspetto del fenomeno che la teoria non è in grado di spiegare. In quel caso si deve trovare una teoria alternativa alla prima o una generalizzazione della teoria.

      Quindi le tue considerazioni sul "migliore" per me sono irrilevanti (se vuoi posso aggiungere ridicole), invece dovresti provare a dimostrare che le mie affermazioni sbagliate e proporre una teoria alternativa, che funzioni meglio.

      Elimina
    34. Mi immagino l'antenato di Francesco che apostrofa Socrate e gli dice "secondo me, o Socrate, se tu incontrassi una mezza figa perderesti tutte le tue certezze.

      Socrate gli risponderebbe "caro il mio testina di vitello, sappi che io ho inventato il famoso "dubbio socratico", riassunto nel motto "so di non sapere". Significa che non ho certezze, al massimo ho delle teorie. Le mie teorie valgono fintanto che non ne trovo di migliori. Hai qualche teoria da propormi?".

      Elimina
    35. > secondo me, o Socrate, se tu incontrassi una mezza figa perderesti tutte le tue certezze

      Ahahha
      Muoro! :))

      Elimina
  2. Lorè, ma come ti riesce di fare un commento così lungo ed anche un pò ripetitivo, nel senso che sono cose già dette ? ma lo dico senza polemica, ti giuro.....
    tanto le cose non cambiano.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo ripeto all'infinito se serve.

      Ripeto anche che quello che succede e succederà E' COLPA TUA.

      Elimina
    2. sai quante colpe abbiamo nella vita io, te e ogni altra persona.....

      Elimina
    3. Io non ho colpe.
      Se anche ne avessi, sarebbero ben lontane dall'intesa col nemico.

      Elimina
  3. Nella disuguaglianza introdotta con l'abolizione del reato di guida senza patente, in questo governo del partito nazione catto-postocomunista, con la sanzione da 30k€ si introduce anche una discriminazione di censo.
    Una sanzione da 30k€ rovina la maggior parte delle famiglie autoctone eccetto quelle a reddito alto.
    Di fatto questa è una norma che favorisce spudoratamente
    o - invasori
    o - famiglie abbienti.

    Ovvero marxisti i primi alleati dei "capitalisti".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove lo vedi il "capitalismo"?

      Nel fatto che Tu paghi la stessa multa di Tronchetti col Maserati? Non è che Tronchetti chiami Renzi e gli dica "ue, pirletta, va che devi farmi pagare la stessa multa di UomoCoso..." è solo che i compagnucci propalano la fola di essere tutti scienziati ma in realtà non sarebbero compagnucci se non fossero degli emeriti imbecilli, cosi come la fola di essere tutti santi ma in realtà se non sono coglioni sono dei pazzi criminali.

      Non ci siamo UomoCoso ma visto il contesto, non te ne faccio una colpa.

      Elimina
    2. Guarda, ti spiego l'arcano.

      E' lo stesso della famosa "patrimoniale", i compagnucci dirigenti sanno benissimo che i ricchi hanno i mezzi e i contatti per essere esenti da qualsiasi gabella da cui vogliano essere esenti. Oltre il fatto che i ricchi sono quelli che quasi sempre gli garantiscono lo stipendio (magari in nero).

      Quindi vendono agli altri compagnicci della "base" la favoletta dello Stato comunista che impone la "giustizia sociale" contro il "padronato" ma in realtà più semplicemente significa andare a massacrare la famosa "classe media" che è quella numericamente più consistente e meno rappresentata.

      Qualsiasi cosa sia, è mirata alla "media", ne a Tronchetti ne agli immigrati. E' nella natura delle cose.

      Elimina
  4. Molti paesi vivono in Europa stanno bene senza euro.

    Ne sono stata in prima persona testimone. Verissimo.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Uomo, in pratica il reato di guida senza patente non esisteva neanche prima, hanno semplicemente aumentato la pena pecuniaria... e comunque non c'entra niente con il fare danni, morti e feriti, sono due cose diverse, in quel caso finisci comunque nel penale.

    Piuttosto a me preoccupa di piu' la depenalizzazione per l'omesso versamento di ritenute previdenziali e assistenziali, la falsificazione di scritture private o la distruzione delle stesse, più altre cosucce del pacchetto depenalizzazioni che sicuramente verranno fatte passare in sordina, grazie alla complicità dei soliti giornalai che studieranno titoloni ad hoc per distrarre la ggente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di fatto anche il furto è depenalizzato. Sentivo stamattina alla radio che nella comasca in due anni c'è stato un aumento del 40% dei furti e si trova un colpevole per meno del 13% dei casi.

      Elimina
    2. La depenalizzazione è l'ufficializzazione dell'incultura dell'impunità che è uno straordinario propellente per la criminalità diffusa (e non "lieve" come questi tentano di spacciare).
      Le pene pecuniarie servono a reprimere gli onesti e lasciano impuniti quelli che non pagheranno alcunché.

      Elimina
    3. Correzione.
      Esiste un Piano per disgregare le società europee. Una parte del Piano fa leva su masse di stranieri ricollocati a forza nelle campagne europee i quali un po' per consuetudine un po' per mancanza di alternative, vivono di delinquenza. Non sono i reati in quanto tali lo scopo, invece è il controllo fisico del territorio, costringere i nativi ad abbandonare la propria terra, i propri simboli, le sepolture degli antenati.

      La "depenalizzazione" è un modo per dire "liberi tutti", cioè quella che nel tardo medioevo si diceva "guerra senza quartiere" cioè senza le regole della cavalleria o delle milizie mercenarie che comprendevano l'abitudine di risparmiare il nemico sconfitto.

      Il nostro mondo è come la Grande Guerra, quando anonimo scrisse sul muro il famoso "pietà l'è morta". Tritacarne meccanico disumano, nessun limite.

      A chi dice che la Magistratura applica la Legge, vi invito a leggere lo statuto di Magistratura Democratica.

      A chi dice che il Parlamento rappresenta il Popolo sovrano, ricordo che:
      1. Parlamento di gente non eletta ma nominata
      2. Allo stato attuale il Caro Leader può fare convertire in legge qualsiasi decreto governativo senza colpo ferire grazie ad una maggioranza schiacciante
      3. Si stanno approvando riforme costituzionali che aboliscono il bicameralismo e assegnano premi di maggioranza schiaccianti cosi che chi vincerà le prossime elezioni non avrà niente e nessuno a controbilanciarne il potere.
      4. A tutti dico di andare a riascoltare i discorsi dei "rappresentanti delle Istituzioni" riguardo la necessità di sopprimere le entità nazionali a vantaggio di una fantomatica "unione politica" sovranazionale.

      Elimina
    4. Ah poi andiamo ancora un altro passo offtopic, gli "attriti" tra il Caro Leader e le "istituzioni europee" sono limitati alle possibilità di spesa. Il Caro Leader vorrebbe avere le mani più libere nel incrementare il Debito Pubblico, mentre la "Europa" per ragioni sue preferisce tenere stretto il guinzaglio. Renzi farà la fine del compagno Tsipras, l'idolo rivoluzionario tramontato, ve lo ricordate?

      Elimina
    5. R. ha aumentato, in un solo anno, del 10% il deficit già enorme.
      Spero di non irritare il tuo antikomunismo osservando che la manigolda e demagogica incultura del debitismo, del crescitismo a deficit è trasversale a tutte le forze politiche.
      Le uniche che non si fecero prendere da questa orribile e nefasta fregola debitoria furono Scelta Civica e, inizialmente, lo stesso PD.
      Il più sano c'ha la rogna.

      Elimina
    6. Non so cosa sia una "forza politica".

      Quello che so è che la gente non intraprende una carriera professionale per vivere come un eremita, quindi lo fa per il proprio tornaconto.

      Abbiamo detto in passato che è meglio avere a che fare coi ladri piuttosto che coi sacerdoti. Mirano entrambi alla stessa cosa, solo che il ladro è vincolato ad una certa ecologia, un po' come i parassiti o i predatori, mentre il sacerdote non ha nessun vincolo materiale e immateriale, è uno che è capace di riempire le fosse comuni per una caramella e pretendere che gli bacino i piedi prima di finire nella buca.

      In un sistema sano ci sono gli imbrogli e ci sono dei meccanismi correttivi, un po' come c'è il raffreddore e c'è il sistema immunitario che lo sopprime.

      In un sistema morente, malato, ci sono imbrogli che crescono in maniera incontrollata, senza niente che gli si opponga, che li controbilanci e finiscono per soffocare, avvelenare, sopprimere l'organismo che li ospita.

      La nostra specificità non è quella di avere dei manigoldi qui e là, ci sono ovunque, fa parte del gioco. Invece la nostra specificità è essere un Popolo di manigoldi a cui storicamente sono stati proposti sistemi che hanno incentivato a più non posso il malaffare, il cialtronismo, il piangere e fottere, su su fino alle stragi.

      Forze politiche, dici. Direi di no. Sono le persone, ogni singola persona. Le persone non si mettono in fila "per caso", secondo la famosa teoria dello "spontaneismo" per cui le cose "succedono", è tutto un "dato di fatto". I pedofili fanno i maestri, gli allenatori, gli educatori. Di certo non vanno a lavorare negli ospizi. Certa gente va a lavorare in certe organizzazioni, perché sono quelle che gli si attagliano.


      Elimina
    7. > il ladro è vincolato ad una certa ecologia, un po' come i parassiti o i predatori,
      > mentre il sacerdote non ha nessun vincolo materiale e immateriale,

      !!!!!

      Le castalie (caste moralistiche(ggianti)) sono il pericolo più grande.

      Elimina
    8. Il concetto del "morale" è ambiguo, indefinito. Risaliamo alla domanda se uno ci è o ci fa o entrambe le cose.

      Visto da una certa distanza, si tratta di potere. Il manigoldo ha un certo potere ma è limitato meccanicamente dall'ecosistema. Il sacerdote non avendo limiti materiali ha anche un potere illimitato.

      Ora, ci si potrebbe chiedere perché mai uno dovrebbe volere un potere assoluto, illimitato. Non lo so.

      E' meglio essere l'ultimo dei Romani o il primo dei barbari? E' meglio essere un milionario americano o un dittatore comunista o un ayatollah?

      Per me personalmente la risposta è ovvia, meglio essere libero, ricco abbastanza per non dovere dipendere da nessuno e non troppo da dovere vivere in funzione della ricchezza. Ma io sono disposto alla rinuncia al superfluo per essere libero. E' il contrario di chi vive in funzione del possesso, del conseguimento di status symbol oppure della soddisfazione delle pulsioni.

      Del resto, c'è gente che si sente euforizzata quando è al centro della attenzione e altra gente per la quale sarebbe una sofferenza intollerabile.

      Quindi boh, vedo gli esiti ma non ne comprendo bene le cause.

      Elimina
  7. Repetita juvant:

    il primo commento a questo post.

    Lorenzo non e' l'unico a dire cose del genere. Forse e' l'unico a dirle su blogspot e in lingua italiana.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.