lunedì 11 gennaio 2016

E' tutta vita - 1



Ho aperto il libro, letto il capitolo uno. L'ho richiuso.
Un solo capitolo, poche pagine ed è stato uno stappare una boccia che contiene troppe emozioni, ricordi, gioie grandi come dolore e sofferenze. Tutto chiuso li dentro. sotto pressione. Stappi esce un fiotto.
Avevo fatto le quattro e mezza nell'ebbrezza del tango. Messo il libro a destra, mi sono riaddormentato.
Poi ho acceso il fuoco e ho iniziato a leggere.

36 commenti:

  1. Risposte
    1. Quando sono arrivato in milonga, sabato sera, ho salutato _zzz che era già lì e ... è andato a prenderlo e me lo ha consegnato. dicendomi che lo aveva divorato. Leggi, leggi!
      Una storia per quelli come noi (si riferiva a separati/divorziati, suppongo), visto che ... non l'ho interrogato sui dettagli, me lo sono tenuto come sorpresa, voglio sapere poco dei libri che devo leggere, mi sono fidato e l'ho preso e l'ho messo nella tasca del cappotto.

      Elimina
  2. no cazzo Volo no, porca troia UUIC !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcune cose di Fabio Volo sono piacevoli dai, non certo capolavori, ma si leggono bene.

      Poi lui lo legge per campanilismo.

      Elimina
    2. Guarda, una volta io mi scandalizzavo.
      Poi col tempo ho imparato che posso discernere, di tanto in tanto uscire dalle cose impegnate e andare alle cose semplici.
      Tra l'altro, pensavo, il fatto che io sia fuori dal mondo e che non concepisca, ignori le cose semplici è un po' un problema.
      Prendi la conversazione seduttiva, io ho argomenti per parlare di Nietzsche o di tantra ma sono argomenti statisticamente poco seduttivi.
      Quindi mi fa bene andare a leggere cose semplici e che hanno una capacità di evocare emozioni.

      Elimina
    3. ma lui è il niente ! meno che semplice !!!!!

      Elimina
    4. Baffus, io leggerei Volo per campanilismo!?!?
      Io mi sono fidato di _zzz, del fatto che egli mi ha detto che è un libro che parla molto a noi (ripeto, intuisco che egli si riferisse alle nostre vicende di separazione, figli, etc.).
      _zzz è emiliano.

      Elimina
    5. se ti leggevi Lyala, almeno imparavi qualcosa di romantico, sicuramente vecchio stile, ma non per questo meno seduttivo. ;DD

      Elimina
    6. x Francesco:
      > ma lui è il niente ! meno che semplice

      Io ho letto solo un altro libro di Volo (che mi prestò _zzz) e quindi non ho molta cognizione di cause per fare una critica letteraria.
      Li ho trovati semplici ma anche capace di descrivere con molta efficacia la contemporaneità.
      Poi si ritorna sempre alla questione

      valore artistico vs. contenuti

      che sono dimensioni ortogonali.

      Elimina
    7. x S.:
      Guarda, è stato fortuito, _zzz mi ha fatto una sorpresa.
      E poiché egli mi ha consigliato, in passato, opere letterarie con aspetti interessanti, io mi sono fidato e ho apprezzato il gesto.
      Se mi avesse indicato Lyala (che non conosco) come interessante e me ne avesse portato un romanzo, probabilmente avrei letto quello.
      Ora sto leggendo anche un lavoro di Oliver Sacks, direi che hanno tempi e leggibilità diverse.

      Elimina
    8. Quale di Oliver Sacks?
      (Io quello dell'uomo che scambio' sua moglie per un cappello non riuscivo a posarlo, era troppo interessante... L'ho letto a tempo di record e poi riletto ad alta voce per mia madre, bambini e nipoti!)

      Elimina
    9. Sto leggendo...
      Diciamo che lo dirà quando ne farò la mia mini recensione.
      :)

      Elimina
    10. Curiosita' massima!

      Mi raccomando, non mancare di farmi sapere quando metti la recensione! :)

      Elimina
    11. valore artistico vs. contenuti
      che sono dimensioni ortogonali.


      Condivido, Uomo.

      ===

      Elimina
  3. Ho letto alcuni uoi libri, alcuni mi sono piaciuti altri meno. ..non ricordo mai peró come sono finiti. .forse perché si assomigliano un pó tutti, ma sono scritti in modo scorrevole. Arrivare con semplicità a chi legge non é...semplice. C`é di molto peggio in giro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il linguaggio è proprio semplice, quotidiano.
      Ma questo ha dei pro.
      Una volta lessi una versione del cantico dei cantici delle Dehoniane (qui e qui due brani) che utilizzava un registro corrente, invece di uno aulico/antico.
      Effetto empatico strabiliante.

      Elimina
  4. mi ricordo quella volta che mia figlia dopo aver letto un mio scritto mi disse: il tuo modo di scrivere mi ricorda fabio volo.
    non seppi se prenderlo per un complimento o un'offesa.

    RispondiElimina
  5. Oh Uo',ma che roba leggi?

    Una volta ero a casa di alcuni conoscenti e nella libreria c'erano dei libri di Fabio Volo e della roba su Jovanotti. Avevano notato che io avevo visto quelle cose obbrobriose all'interno di quella libreria ed iniziarono subito a giustificarsi:"Ma questa non è roba nostra,eh. Guarda che 'sto schifo è della nostra coinquilina. Non osare pensare male di noi. È una brava ragazza ma ha dei gusti di merda."
    Ahahah, mi piace quando creo questo clima di terrore, ci godo tantissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi uno si domanda come mai in DDR c'era la Stasi.

      Elimina
    2. Clorindopode
      Io ero proprio così una volta, in letteratura e in altro ero uno snob radicale, estremo.
      Poi sono un po' guarito.
      Lo conosci, il noto frizzo di Woody Allen, no!?

      Elimina
    3. ma qui non è questione di snobismo

      Volo è una merda totale, punto. come uomo, persona, attore, scrittore, essere umano

      Elimina
    4. Non conosco molto di lui.
      Una volta condividevo l'ufficio con un collega che lo ascoltava a Radio Dj (è ancora lì la mattina?).
      A me non sembrava male.
      Di lui lessi un'altro libro che... non ricordo più come si chiamava...
      Zio cotica, non mi ricordavo.
      Così ho gugglato e poi... e poi ecco qui la recensione di quel libro, Le prime luci del mattino.

      Ecco, è così. Lo leggi di un fiato e poi... svanisce.
      Insomma, da una parte conosco poco di lui, dall'altra osservo che proprio lo detesti.
      Avrai le tue ragioni.
      Comunque non vuole essere una pagina su Fabio Volo ma... l'incipit di alcune riflessioni sull'(inn)amore.

      Elimina
    5. Uomo, ti assicuro che l'atteggiamento snob, radicale ed estremo non c'entra nulla. Ma la storia che l'età che avanza ti porta ad apprezzare Volo, te lo confesso: mi fa paura. Se volevi spaventarmi sappi che ci sei riuscito.

      Elimina
    6. Lo so, non sono più lo snobbo di una volta.
      ;)

      Elimina
    7. tesoro, ti ricordo che io e UUIC - caso mai non lo sapessi - siamo coetanei. quindi sei pregata di non fare alcuna analisi di tipo geriatrica

      Elimina
    8. Ahahaha. Ma volete sapere cosa mi ha detto l'assistente di un mio medico l'altro giorno:"Sai come si chiamano i tuoi disturbi? Sintomi di vecchiaia".
      Secondo me ha ragione, anche se quelli che mi stanno distruggendo ultimamente sono i sintomi da stress (accentuati dagli anni).
      :)

      Elimina
    9. Beh, gli anni in più non è che portano solo problemi.
      Portano anche qualche saggezza in più, no!?
      :)

      Elimina
    10. Poi uno si domanda come mai in DDR c'era la Stasi.

      ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah !

      ===

      Elimina
  6. Volo è uno di quei furboni che ha capito come si intortano le donne, e su questo ha gettato le fondamenta della sua fortuna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmh.
      In parte.
      Il fatto è che ha potere, un certo tipo di potere.
      E questo è massimamente seduttivo per gran parte delle femmine.

      Elimina
    2. Secondo me, Mark ha ragione.

      Ma ...

      Il fatto è che ha potere, un certo tipo di potere.

      Che cosa intendi, Uomo ?

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.