giovedì 28 gennaio 2016

Ugualismo al peggio

Da qui mi sono imbattuto in questo questionario. Francamente per un diciamo due terzi delle domande ero sconcertato visto che a domande cazzute / ugualiste / rozze non si può dare una risposta (ho scelto la risposta più neutra).
Attivi o pigri? ma che cazzo di domanda è? evoluti emotivamente? Ci sono comunità così diverse, antitetiche e poi ci sono le persone. A me non interessa se uno che è entrato in camera mia dalla finestra sia evoluto emotivamente o meno, semplicemente non deve essere in quel posto.
Non si può dare una risposta per gli immigrati perché le comunità di migranti sono estremamente diverse, NON sono tutti uguali. Ci sono comunità piccole e bene integrate, ci sono comunità che sono un problema anche solo per la dimensione numerica, quelle che lo sono numericamente, ideologicamente, storicamente, religiosamente, etc. .

La Svezia dà un segno positivo, la politica inizia a destarsi, a trovare una prima risposta al PROBLEMA sempre più grave.

Ascoltavo Enrico Letta, ieri a Gr1 Mattina. Da mettersi le mani nei capelli. Un miscuglio incredibile di negazione della realtà, buonismo, globalismo, moralismo, volemosebenismo, schengenismo, perbenismo. Il sia pur timido intervistatore ha usato, timidamente, una volta il termine espulsione, ponendo una domanda all'europoliticastro ottenendo un pippone chisastico di lunghissimo su necessità di integrazione, valori, diritti, prospettive di aiuto ai paesi, accoglienza, più poteri all'Europa, i forti (!?) confini esterni, mancava la vitamina C e il dare una carezza a tuo figlio. Non un cenno uno a concetti operativi (classico e banale accorgimento retorico "ci vuole più Europa" ma non si dice cosa dovrebbe fare l'Europa, operativamente, a fronte dello tsunami migratorio).
Neppure in chiesa ascoltavo dei discorsi così surreali, illogici, dissociati dalla realtà.
Ugualismo al peggio.


60 commenti:

  1. Il questionario ha un solo scopo: affermare che gli Italiani sono rozzi, disinformati, xenofobi, razzisti, eccetera, giocando sui soliti trucchi tipo "gli immigrati ricevono più risorse dallo stato di quanto contribuiscano?" e la risposta del "dotto economista" è ovvia, no. Grazie al cazzo, direbbe Pravettoni, quelli che sbarcano sono tutti maschi tra i 20 e i 30 anni, tranne i lebbrosi e i malati di TBC, gli altri quando trovano un lavoro contribuiscono come gli Italiani, al netto del nero.
    Ovviamente si omette tutta la parte sugli immigrati non registrati e l'evoluzione demografica inevitabile quando alla prima ondata segue la seconda e la terza, per cui gli immigrati si incistano nelle banlieu come in Francia dove pochissimi hanno un lavoro e tutti vivono di sussidi. Il "dotto economista" ti intorta con la "infinita complessità" ma poi fa una accurata selezione degli elementi considerati nelle sue statistiche in modo da dimostrare la tesi precostituita, cioè che l'immigrazione è una fortuna insperata, la manna dal cielo.

    Del resto, siamo ancora qui a menare il torrone con la "questione meridionale", questa è la "questione immigrazione" e viene manipolata con gli stessi strumenti agli stessi scopi, più il famoso Piano.

    La Svezia e il segno positivo... dimostrano solo di essere deboli e incoerenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho trovato proprio (anti)razzista. Quindi rozzo.
      Poi economicistico: se uno mi sta antipatico o mi crea dei problemi o questo o quello la dimensione economica perde di senso.
      Non si fanno affari con chi detesti, coi nemici.
      Mah.

      Sarà debole la Svezia ma allora altri sono peggio, tutti quelli (Italia compresa) dove il termine espulsioni / rimpatri è semplicemente tabù.

      Elimina
    2. Io ho fatto il questionario. Mi aspetto l'armata rossa fuori dal mio bunker tra poco.

      Non c'è differenza tra noi e la Svezia, anche qui il Caro Leader ogni tanto accenna alle espulsioni ma di fatto la macchina dei "cittadini del mondo" avanza a pieno regime.

      Tra l'altro i Paesi scandinavi da sempre sono famosi per la loro "socialdemocrazia" che i nostri comunisti ortodossi una volta disdegnavano e che poi col tempo hanno cercato di prendere a modello.

      In origine era l'idea del "diritto di tutto per tutti" che funzionava nell'ecosistema locale, cosi come le donne svedesi potevano andare in giro biotte con attorno gli uomini svedesi. Adesso anche il loro modo di vivere è travolto dal "mondo nuovo" e invece della Svezia diventa un ghetto di Detroit.

      Per questo ti dico che faranno un botto più forte del nostro, che noi siamo già abituati a vivere nuotando nella merda.

      Ma alla fine non cambierà nulla, ci sono forze in gioco che sono troppo grandi e si stanno organizzando da troppo tempo. La Svezia, come l'Italia, ogni giorno perde un pezzetto della propria autodeterminazione e ogni giorno è sempre meno la terra degli Svedesi per essere una espressione geografica dove chiunque può andare e venire. Anzi, gli Svedesi dovranno chiedere il permesso per viverci e finiranno nelle riserve.

      Elimina
    3. Il nocciolo del questionario, cosi come il discorso della "complessità" si riduce allo stesso singolo punto, è che gli Italiani non devono sentirsi Popolo e l'Italia non deve essere la loro terra.

      Una volta scardinato questo concetto, tutto il resto viene di conseguenza.

      Elimina
    4. Conobbi civiltà e Civismo scandinavi ormai da tempo guastati da una immigrazione di massa devastante.
      Per loro il tracollo, il degrado è assai più ampio, grave del nostro. Poracci.

      Elimina
    5. > biotte
      Non (così) più.
      Nelle piscine e sulle spiagge del sud islamici e islamiche hanno picchiato più volte donne svedesi a seno scoperto.
      Ma è tutto così gioioso, meticcio, multiculturale? una straordinaria ricchezza e opportunità.

      Elimina
  2. certi questionari sono costruiti per semplificare il lavoro deii ricercatori...Sallo U.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fenomeno violento e rozzo. Anche nelle "misurazioni".
      Non puoi usare il calibro per misurare uno tsunami.

      Elimina
  3. La mia compagna , 11 anni di vita insieme, è svedese. Abbiamo vissuto oltre 5 anni lassù, a metà strada tra Stoccolma e Göteborg, per farvi avere un'idea del dove. Adesso siamo nuovamente qui, e torniamo spesso a trovare famiglia, affetti e amici rimasti lassù. Come ultimi dei mohicani, già ora gli svedesi stanno chiudendosi nelle loro riserve. Un deterioramento della società così rapido, così in breve tempo, è inimmaginabile per chi non ha viaggiato recentemente sin scandinavia e conosce la Svezia di solo che 5 anni fa, e la rapporta a quella di oggi. Basta salire su un volo per Skavsta per scoprirsi gli unici non-islamici. Non lo sanno ancora, in molti, ma presto sarà il panico per tanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oltre al danno del prossimo medio evo, c'è anche la beffa che i compagnucci possono solo fare due cose, negare l'evidenza e dare la colpa ad altri.

      Elimina
    2. >presto sarà il panico per tanti

      Ritorno sempre al lavoro eccellente di Jared Diamond, "Collasso - Come le curture decino di morire o vivere".
      Jared Diamond mise il "morire" prima per una serie lunga cosi' di ragioni che sono argomentate in quell'opera.
      Il vivere e' uno zuccherino per rendere meno amara la tesi,

      Elimina
  4. Magari fosse così, Lorenzo. I compagni non danno colpe, perché "il fatto non sussiste". Dato che siamo tutti uguali, il primo passo ė sempre andare alla ricerca dei peggiori dei nostri per non toccare la superiorità morale dei nostri nuovi amici. A negare l'evidenza, quindi, sono davvero bravissimi. Anche a loro stessi, perché quando saremo minoranza, anche la loro stessa ideologia sarà cancellata, e almeno quello, magra consolazione però.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me sembra palese che anche l'ideologia, intesa come teoria marxista ed eventuale prassi leninista, ormai è stata superata dagli eventi, è un eco lontana, a volte un pretesto.

      Le cose che vedo, che sento, che leggo, affondano in in qualcosa di peggio, è una specie di religione satanica, di culto del male che paradossalmente mentre promette progresso e libertà, si vanta di superiorità morale e intellettuale, fa leva su tutte le tare, i complessi, le psicosi possibili ed immaginabili.

      Più li guardo, li ascolto, li leggo, più mi sembrano mostri.

      Elimina
    2. > è una specie di religione satanica, di culto del male
      > che paradossalmente mentre promette progresso e libertà,
      > si vanta di superiorità morale e intellettuale, fa leva su tutte le tare, i complessi, le psicosi possibili ed immaginabili

      All'inizio, Lorenzo, tu non eri d'accordo sul fatto che io ossevassi, da tempo, l'oscurantismo e le spaventose regressioni di questi fondamentalisti invasati che sono quella roba circa

      catto - sìglobal - dirittista - comunista - terzomondista - ugualista - misericordista - ugualista - monoteista - marxista - sadicomasochista - filomassmigrazionista - (anti)razzista - autoantagonista - panmixista - (e altro ancora che e' lunga).

      Questi hanno realizzato lo Sverigstan e una spaventosa regressione civile e ancora stanno a smenarla con le loro litanie psicotiche del meraviglioso progresso multuculturale colorato gioioso multietnico multitutto.
      Ci sono paesi che in pochi anni passano all'infernale squallore dei paesi da cui originano i vari tsunami migratori e questi si baloccano con le loro litanie dogmatiche fuori dalla realta'.
      Iluminismo e marxismo sono riusciti nella unica e straordinaria impresa di scacciare le religioni tradizionali per portare un orribile oscurantismo di loro stesse come nuovi oppi delle menti.

      Le vie per l'inferno sono lastricate di buone intenzioni.

      Io penso che ci sia l'ostilita' per la realta' che richiede osservazione, discernimento, azione, respons-abilita' e responsabilita'.

      Elimina
    3. Io tendo a ripetermi.

      Le cose su cui non siamo d'accordo sono diverse, nello specifico tu butti tutto nello stesso calderone degli "ismi" mentre io ti ho fatto più volte la cronistoria che ci ha portato al "cattocomunismo" odierno e peculiare. Che non è stata ne una serie di eventi spontanei, accidentali ne una situazione universale.

      L'altra cosa su cui non siamo d'accordo è che tu da una parte sei apocalittico e dall'altra tendi a mediare, vedi la fanfaluca degli aspetti positivi del Comunismo.

      In questo commento usi la parola "regressione" come se si trattasse di un muoversi all'indietro rispetto ad un punto di partenza più avanzato. Non è affatto cosi.

      Non stiamo vivendo una regressione, stiamo vivendo una fase successiva della stessa "guerra" che si combatte in Europa da... boh, secoli. Le novità sono di tipo tecnologico e delle ricadute delle tecnologie.

      Per quello dicevo che la ideologia, con la sua sistematizzazione para-scientifica, adesso si palesa come un fondale di cartapesta dietro al quale ci sono in realtà dei meccanismi tra sociologia e psicologia che hanno a che fare con le pulsioni delle persone.

      Sempre all'interno dello schema delle tre categorie, di cui due sono composte da minorati, bisogna sempre tenerlo a mente.

      Non puoi pensare che un militante che va alla manifestazione, pure convinto di essere moralmente e intellettualmente superiore al resto dell'umanità, sia in effetti persona capace di intendere. E' certo capace di volere.

      Infatti il concetto dei "diritti" contemporaneo coincide con il concetto dei "desideri". Tutto quello che la gente vuole, desidera, sogna è per definizione un "diritto".

      Rimane il dilemma della terza categoria. Cioè quanto siano pazzi criminali e quanto siano astuti e spietati calcolatori. Cioè in cosa siano i peggiori.

      Elimina
  5. C'è da ragionare sul'outcome di questo spaventoso processo. Appurato che a tempo debito la perniciosa utopia del "progresso multuculturale colorato gioioso multietnico multitutto" svanirà come neve al sole al palesarsi del medioevo prossimo venturo, e appurato che l'opera di svilimento dei nazionalismi per scardinare l'unità culturale dei popoli, serve capire cosa sarà del concetto e dell'istituzione stessa di "nazione".
    O l'islam esporterà anche da noi il suo sistema di tribù, con le altre popolazioni rinchiuse in riserve, e mi sembra una direzione plausibile. Il mega impero globale da moneta unica potrebbe aver difficoltà a realizzarsi nella pratica all'avanzare della crisi delle risorse che ad un certo punto bloccherà lo sviluppo attuale della tecnologia.. Non so.
    So che non ci aspettano anni sereni, e la colpa non sarà tanto dell'invasore quanto dei complici nostrani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne fanno mistero.
      La signora Boldrini ha pubblicamente delineato la parte del Piano che le compete, a lei e ai suoi colleghi degli altri Paesi.
      Il concetto di Nazione deve sparire, per essere sostituito da una "autonomia regionale" all'interno di una "unione" sovranazionale.
      Ne più ne meno lo stesso della vecchia Unione Sovietica.
      I Popoli non saranno più sovrani, saranno di fatto abolite le Costituzioni nazionali a favore di una Costituzione della "unione", una per tutti.
      Esisteranno governi locali con mere funzioni amministrative e il potere politico sarà devoluto a istituzioni sovranazionali, popolate con un mix di "finte-elezioni" e "nomine dirette", sempre con l'idea leninista che il Popolo deve essere messo sotto tutela dal Partito.

      L'unica differenza rispetto ai Sovietici è che qui non si parla più del Partito Comunista, col suo apparato auto-referente ma di una tutela che viene da "elite" politiche e finanziarie che sono in parte palesi e in parte occulte, apolidi, impersonali.

      Tutto questo secondo me andrebbe messo agli atti come Alto Tradimento. Ma anche in questo caso bisognerebbe rispondere alla domanda "CHI?", chi accusa e processa la signora Boldrini e tutte le cariche dello Stato per Alto Tradimento?

      Anche perché, signori, lo fanno per il nostro bene. Nel questionario pubblicato da UomoCoso ad un certo punto si chiede "ti senti italiano?" "ti identifichi con gli italiani?" ecco, appunto. E' sbagliato sentirsi italiano, avere una fottuta identità. E' una perversione. Quindi ci curano, ci tolgono tutto il "populismo" di dosso, compreso la Patria, la Nazione e la autodeterminazione.

      Evviva il mondo nuovo.

      Quanto agli immigrati, sono solo un'arma. Non sono lo scopo, non fate l'errore di pensare che alle elite di cui sopra interessi davvero il "povero profugo".

      Sono armi, strumenti con cui ci mettono davanti al fatto compiuto dell'invasione e dello sgretolamento delle società europee. Niente più lingue dei Popoli, niente più cucina, stile nel vestire, modo di relazionarsi, tradizioni, cultura.

      Cosa ci importa se nascondono le statue? Mica siamo noi, non ci identifichiamo nelle statue, cosi come non ci identifichiamo in niente. Siamo tutti UGUALI, tutto è UGUALE.

      Tutto è diritto, niente è diritto.
      In pratica stiamo vivendo nella versione riveduta, corretta e potenziata di 1984.

      Elimina
    2. Sull'altro versante, tinto d'un colore diverso, Huxley scrisse quel Brave New World che è perfettamente simmetrico rispetto a 1984 e che per molti versi, devo dire, mi pare più calzante rispetto alla realtà del presente.

      Elimina
    3. L'incubo ė reale, Lorenzo, e sono ben consapevole che degli "amici" profughi non importi nulla a nessuno, ai piani alti di chi ha il potere in mano. Semmai quello ė un giochino (distruttivo e dalle conseguenze pesantissime) per sentirsi vivi ai vari attivisti e giustificare la loro superiorità su tutti gli altri.
      Probabilmente questo 1984 sarà un Leviatano invincibile, date le potenzialità delle tecnologie a disposizione, ma dovrà confrontarsi con alcuni fattori. Almeno tre.
      All'aumentare dell'invasione, un sentimento di rigetto sempre più pressante alimenterá le forze antisistema. In Svezia, Sverigedemokraterna ė al 28.8%. Non nutro particolare fede nella politica, anzi non ne nutro proprio, ma confido che almeno questo rappresenti un piccolo ostacolo, un rallentamento.
      Poi c'ė la mancanza di una lingua comune: all'aumentare dell'invasione, tendenze disgregatrici tra l'elite Bianca sono prevedibili: si potrebbe arrivare ad un "ognuno per se e dico per tutti" prima della creazione del multistato.
      Poi ci sono, appunto, loro. Che quando l'Islam sarà dominante, schiaccerà alla base l'ideologia ugualitaria su cui sola può prosperare questo 1984 con steroidi.

      Elimina
    4. Secondo me la differenza è che Brave New World è comunque fondato su una visione positivista del futuro, cioè presenta ipotetici problemi derivanti dalla pervasività delle tecnologie dell'era industriale. Manca rispetto a 1984 l'idea che il mondo tecnologico non possa solo svilupparsi ma anche collassare in un medioevo di penuria di risorse e di conflitto perenne e distribuito.

      E' vero che gli Europei sono condizionati come gli Americani al consumo e a tutte le aberrazioni tecnologiche. Ma in questo momento abbiamo chiara la percezione del declino e della insicurezza, il timore di impoverirci e di rischiare l'incolumità fisica.

      Il futuro verso cui stiamo andando non è quello della apatia drogata, è quello delle sessioni dell'odio.

      Tu guarda e ascolta bene un discorso della signora Boldrini e dimmi se è un personaggio di un racconto o dell'altro.

      Elimina
    5. Diciamo che per descrivere la realtà odierna occorrerebbe fare una sintesi del peggio d'un romanzo e dell'altro. Secondo me c'è riuscito benino John Brunner col suo ormai datato ma tutt'ora efficace Stand On Zanzibar. Pure Harry Harrison ha fatto centro con Make Room! Make Room!.

      Sarà un caso che siano due romanzi pressoché contemporanei e che quel tipo di letteratura sia praticamente scomparsa dall'orizzonte o risulti comunque parecchio annacquata rispetto ai suoi tempi d'oro?

      Elimina
    6. P.S. Per inciso, Make Room! Make Room! è stato impiegato come fonte d'ispirazione (a maglie molto larghe) per il notissimo 2022: i sopravvissuti.

      Elimina
    7. Andrea, non si inventa niente.
      Come ha fatto Cesare ad avere la meglio sui Celti? Mettendoli gli uni contro gli altri. Lo stesso fecero i colonizzatori europei con i nativi americani.

      Il Piano prevede che dopo la fase della "accoglienza" ci sia la fase del "rigetto". Se anche ci fosse la guerra civile ovunque in Europa, alle elite para-massoniche che controllano il mondo andrebbe bene lo stesso, anzi, altre opportunità da sfruttare.

      Quello che conta, dal loro punto di vista, è eliminare ogni resistenza all'asservimento. L'ostacolo da rimuovere è la capacità di coesione degli Europei, che gli viene dalla continuità storica, dalla identità etnica e culturale. Una volta rimescolate le etnie, spezzata la continuità tra le generazioni, atomizzate le culture e disperse in un brodo indifferenziato, non ci sarà più nessuna resistenza. Poi che nel mentre muoiano persone e si distruggano cose, cosa importa?

      Riguardo l'Islam, le stesse elite non hanno nessun problema a gestire gli sceicchi, i capi tribu, eccetera, basta riempirli di soldi e lussi che altrimenti gli sarebbero inaccessibili. Questi a loro volta tengono al guinzaglio le masse povere e ignoranti col solito mix di fandonie e decapitazioni.

      Quando saranno in Europa, uguale, vasche da bagno d'oro piene di zoccole per i capoccia e fandonie e decapitazioni per le masse. Nessun problema. E cosa gli importa alle elite massoniche e apolidi se al posto di una cattedrale c'è una moschea?

      Elimina
    8. Le cose peggiori capiteranno proprio in quelli che una volta erano i "paradisi", come la Svezia.

      Come dicevo, noi siamo abituati entro un certo limite, siamo da secoli una frontiera, un porto di mare. Poi abbiamo i Napoletani.

      Loro invece passano da lasciare fuori il passeggino col bambino dentro mentre fanno la spesa a dovere andare in giro armati come in Israele.

      Mi aspetto il peggio.
      E mi aspetto anche che tanto peggiori diventeranno le condizioni di vita degli Europei, tanto più forte sarà la militarizzazione delle nostre vite da parte delle "autorità" sovra nazionali.

      Elimina
    9. Molto duro da digerire, già.
      Comunque, molti compagni stanno piano ma ineluttabilmente mangiando l'amara foglia dell'evidenza. Leggiti i commenti su schifezze varie come Huffington post e simili, dove sono tanti quelli che si stanno rendendo conto che imparare a tenere in mano un fucile, presto, non sarà un brutto investimento.
      Non servirà forse ad eliminare la resistenza all'asservimento ma potrebbe aiutare a distruggere l'idea stessa di cattosinistra protutto di cui queste lite sono imbevute. Come quel vecchio film incettino. L'idea stessa deve sparire, non basta combattere chi la propugna.

      Elimina
    10. Maledetto correttore. Inception era il film. E sono ovvio le elite, ad essere imbevute.

      Elimina
    11. Abbastanza irrilevante, qualsiasi cosa dicano e facciano i compagnucci ad apocalisse avvenuta.

      In Svezia, dove come dicevo faranno un botto più forte, adesso sono nella fase "mi sono reso conto di avere dato fuoco a casa mia ma non posso ammetterlo".

      Prevedo che si vada avanti un po' di tempo con menzogne ed espedienti, cercando di tenere buona la gente mentre tutto va avanti come adesso.

      Poi cominceranno i morti per le strade. Per inciso, ti sei reso conto che abbiamo subito nascosto sotto il tappeto i 130 morti di Parigi? Non è mai successo. Ecco, la fase successiva sarà cosi, rimozione, negazione.

      Alla fine sarà tutti contro tutti ma a quel punto non esisterà più la Svezia dello "Stato che pensa a tutto", della "società aperta" e della Ikea, esisterà la Svezia libanese.

      Elimina
    12. Intanto la gente comincia a non stare buona.
      http://www.lastampa.it/2016/01/30/esteri/migranti-aggrediti-nella-notte-a-stoccolma-da-un-gruppo-di-neonazisti-9DCrm28EHXpBijt4fqLqoM/pagina.html

      Elimina
    13. Ma si, anche quello è colore. Questi movimenti neo-nazi, quando sono autentici, non hanno l'intelligenza di capire cosa è producente e cosa è controproducente.

      Sopratutto in un mondo dove qualsiasi cosa esiste o non esiste, è bianca o nera, sopra o sotto, in base a quello che si decide nelle segrete stanze, da cui poi esce la velina che viene consegnata in tutte le redazioni dei "media" e se non basta anche nei Tribunali e nei Parlamenti.

      Secondo te cosa si raccontano il Caro Leader degli Italiani e la signora Merkel?

      L'esempio lapalissiano di stupidità e pazzia è stato il famoso caso di Brevik, quel povero ritardato che non ha trovato di meglio che fare strage di ragazzi su un'isola per protestare contro l'islamizzazione del suo Paese.

      Come dico sempre a UomoCoso, se tu usi lo stesso linguaggio dell'avversario, non sei distinguibile, sei la stessa cosa. Anche se vorresti dire il contrario di quello che dice lui.

      Io penso che ormai siamo molto oltre il punto di non ritorno ma se fosse ancora possibile fare qualcosa, bisogna farsi venire in mente un metodo veramente alternativo.

      Per esempio la famosa "non violenza gandiana" è un modo per opporsi ad un regime militare contro il quale non puoi (o non vuoi) opporti sullo stesso piano.

      Non posso scendere in dettagli concreti perché incorrerei in qualche reato, sempre perché siamo nel Mondo Nuovo dove certe opinioni sono sante e altre ti portano in galera.

      Elimina
    14. Un metodo veramente alternativo, che permette di opporsi ad un regime militare ma senza andare sullo stesso piano. E che sia efficace.
      Se lo hai pensato complimenti...
      Forse io non ci ho pensato abbastanza, ma la vedo abbastanza difficile.

      Elimina
    15. Guarda che la cosa difficile è inventarsi qualcosa che non è mai stato fatto negli ultimi diecimila anni, non ricordarsi delle cose che sono state fatte, in un senso e nell'altro, in situazioni analoghe.

      Comunque come dicevo secondo me finiremo con i morti per le strade e decadremo come nel film Idiocracy.

      Le due cose vanno insieme, non per caso ma per preciso disegno a tavolino.

      Elimina
    16. La prospettiva e' quella di una sirianizzazione, di una balcanizzazione dell'Europa.
      O gli europei si sottometteranno oppure, se ci sara' una resistenza identitaria, culturale sara' una passare a guerre civili via via piu' caotiche.
      Houellebecq ha delineato scenari distopici ma incruenti nei quali, molti europei, semplicemente salgono, per convenienza, sul carro degli invasori.
      La non-violenza gandiana si e'sviluppato in un contesto dove dall'altra parte c'erano degli inglesi, non dei barbari sanguinolenti, invasati e con un'inquadramento ideologico e religioso (quello islamico) di violenza santa e giusta contro gli "infedeli".
      MKS aveva posato un racconto d fantastoria in cui il terzo reich arriva in India e, con la violenza, fa strame dei tentativi di resistenza non-violenta: dopo le prime carneficine tutto l'azione non violenta si squaglia.

      Elimina
    17. > Intanto la gente comincia a non stare buona.
      > http://www.lastampa.it/2016/01/30/esteri/...

      Le azioni di resistenza dovrebbero iniziare a interessare prima i _ici _erni, i _orazionisti e le caste che stanno progettando e realizzando l'annichilimento europeo.
      Penso che sia rischioso esprimere queste considerazioni: la costituzione e la prassi storte per cui la violenza rossa e'sempre giusta, nobile ... [altre stupidaggini] e l' altra è "barbarie" eccetera eccetera sono orribilmente asimmetriche, faziose, storte, appunto!

      Elimina
    18. Anche se quel racconto non l'ho scritto io, mi lusinga il fatto che tu l'abbia ricordato. Ti propongo una chicca: anni fa "donai" una copia cartacea e una elettronica del racconto a due miei colleghi insegnanti di italiano, storia e geografia, convinto che l'avrebbero proposto ai ragazzi per discuterlo e "ampliare le vedute" oltre la solita storia fatta di modelli predigeriti. Un paio d'anni dopo chiesi loro come fossero andate le lezioni sul tema. Facile: né l'uno né l'altro ha mai proposto il racconto alla lettura, men che meno alla discussione in classe. Devo commentare io o lo fai tu?

      Elimina
    19. UomoMrCosi, avete perso per strada un passaggio. Nella situazione corrente, lo ripeto, lo straniero che ci invade non è un conquistatore nel senso classico, è invece un'arma che ci viene lanciata contro prima dalle famose elite para-massoniche e in subordine dalle tre categorie del cattocomunismo.

      La cosa che più si avvicina alla situazione presente nei racconti di Fantascienza non è la classica invasione annesso sterminio tipo Independence Day, è quella della colonizzazione subdola, quando gli alieni si infiltrano prendendo le sembianze degli umani o un aspetto comunque simpatico e promettono progresso e doni.

      Il commento rispetto agli insegnanti è proprio questo e cioè che il nemico è il vicino di casa.

      Elimina
    20. Aggiungo che allo stato attuale solo un minorato può non vedere che si tratta di un Piano concertato, dove tutti i "cambiamenti" convergono verso un medesimo scopo.

      Elimina
    21. Lorenzo, fermo restando che il processo criminale è ben visibile ad occhio allenato, specie dal lato finale, ossia mediatico, ossia continuo flusso di notizie con un certo orientamento a senso unico, alcuni tasselli mancano probabilmente alla mia comprensione. Soprattutto dal punto di vista dei reali moventi. È solo disperato bisogno di crescita e correlato materiale umano, a qualunque costo? Per quanto importante, l'ideologia cattocomunista non basta a giustificare la distruzione di un continente intero. Specie di quello in cui queste elite vivono e prosperano. E comunque sopravvaluti l'umanità, non si tratta solo di "minorati" a non avere comprensione di quello a cui stiamo andando incontro e che ci verrà servito sul piatto, ma direi la totalità del genere umano.

      Elimina
    22. Allora, io mi sono dato queste spiegazioni:

      Le elite odierne sono apolidi.
      Riccastri, grandi burocrati, sceicchi, eccetera, gente che fa colazione a Tahiti e pranza a Parigi, poi cena a Tokio.
      Non hanno nessun legame con le nostre difficoltà terrene, vivono scollegati da tutto e con l'idea che tutto il creato esista in funzione del loro piacere.

      Per quanto riguarda la "umanità" che si contorce miseramente a livello del suolo, la maggior parte viene ricondotta a forza, tramite lavaggio del cervello continuo dalla nascita alla morte, alle tre categorie.
      1. idioti assistiti
      2. eterni adolescenti
      3. furbastri in carriera

      Quelli della terza categoria si guadagnano una nicchia di privilegio servendo a vari livelli le elite apolidi di cui sopra.
      Fungono da "agenti del sistema", indottrinano le prime due categorie, le portano al pascolo quando serve, le riconducono alla stalla e sono anche incaricati della repressione di tutti quelli che si configurano come "errore del sistema", cioè quelli che per qualche inghippo sfuggono al lavaggio del cervello.

      Nella "totalità del genere umano" ci sono tutte le varianti possibili e anche quelle impossibili, solo che statisticamente la maggior parte si raggruppa attorno a certe "medie".

      La storia del film Matrix secondo me è profetica, basta sostituire le macchine con le elite apolidi di cui sopra e il concetto semplificato dell'uso delle persone come generatori di energia elettrica con lo sfruttamento dell'intera esistenza, da quella materiale dei minerali a quella del tempo.

      Dici i moventi. I moventi sono sempre gli stessi, cambia la scala a cui sono applicati. Quando si parla di "globalizzazione" non si intende solo che io cammino con ciabatte fatte in Vietnam e che hanno portato qui con una nave e poi col camion, si intende tutto, anche la globalizzazione dei moventi e la globalizzazione della piramide.

      Elimina
    23. x Andrea P.:
      > l'ideologia cattocomunista non basta a giustificare la distruzione di un continente intero.
      > Specie di quello in cui queste elite vivono e prosperano

      Considera che in uno dei casi più studiati, il collasso della cultura dell'isola di Pasqua, l'elite, a fornte dei problemi ecologici sempre più gravi, non fece altro che imporre al popolo di aumentare ulteriormente la realizzazione dei noti faccioni monolitici il cui processo era solo la parte più evidente di una processo folle.
      I vertici della piramide stanno giocando coi petardi nella polveriera (alcuni di essi pensano anche di poter sfuggire al collasso che stanno preparando, che non riguardi loro).
      E' come se stessero e cercando di "surfare" sullo tsunami e, contemporaneamente, mettendo in opera tutte le azioni per aumentarne intensità, volume, durata, etc. .

      Non è un problema solo dei vertici. E' sufficiente osservare quanta parte della popolazione non solo ha la credenza che il fenomeno sia una "ricchezza opportunità multicultura gioiacolorata" etc. ma ha un'esistenza che dipende dall'aumentarne la gravità.

      Sempre per citare il luogo di Ugo Bardi (Effetto Cassandra) riporto una frase che dice più di mille pagine.

      E' difficile far capire qualcosa ad un uomo il cui stipendio dipende dal fatto che non la capisca.

      Al posto di stipendio sostituire
      o - fama
      o - esito elettorale
      o - fatturato
      o - ideologia
      o - potere
      o - numero di voti
      o - numero di sottomessi
      o - scalata sociale
      o - hybris
      o - apostolato
      o - sadismo
      o - ...

      Elimina
    24. Che la guerra sia un'opzione ben presente ai vertici della piramide, intanto, si capisce direttamente dalle parole di Monti.
      http://www.wallstreetitalia.com/monti-rischio-guerra-in-europa-con-flessibilita-piu-debito/

      Elimina
    25. Scusa ma citare Monti è veramente paradossale. Il suo discorso è esattamente lo stesso della signora Boldrini e cioè che lasciare ai Popoli europei la sovranità è pericoloso, perché essendo privi di senno scatenerebbero l'apocalisse, quindi bisogna metterli sotto tutela dando tutto in gestione a fantomatiche "autorità europee" e ai loro tirapiedi locali.

      Mentre scrivo questo sto ascoltando i discorsi in Parlamento sulla vexata quaestio della legge Cirinnà ed è palese come i signori del PD oscillino tra la follia manifesta e la menzogna spudorata, con il contorno dei soliti trucchetti retorici che poi trovi pari pari nei minidischi come Francesco o Sara (esempio lo "spontaneismo" e "il fatto compiuto").

      E se non bastasse mi comunicano che lo "air force one" di Renzi è atterrato non so dove e il Caro Leader ha dichiarato che (notare l'incastro con Monti) Noi non accettiamo ultimatum dalla Triplice Intesa europea, Noi ce ne freghiamo!. Italiani di terra, di cielo e di mare è giunto il momento delle decisioni irrevocabili... Si si, la Borsa anche oggi sotto del 3% e le banche affondate.

      Siamo guardano l'avvento del Mondo Nuovo. Un mondo basato sui paradossi e la menzogna. E' tutto assurdo e tutto falso. E agli Italiani va bene cosi.

      Elimina
    26. Diciamo la stesa cosa, Lorenzo. Monti e Boldrini è, appunto, lo stesso calderone di escremento fumante.
      La dissociazione mentale a cui stiamo assistendo (scrive un 34enne) non mi ha eguali nella storia recente e procede ad escalare anche troppo rapidamente per essere metabolizzata.

      Elimina
    27. Lorenzo: "E' tutto assurdo e tutto falso."

      Questa l'ho già sentita...

      Elimina
    28. Devo dirlo, con il rispetto dovuto agli estinti, Gaber mi ha sempre fatto senso, a pelle, come tutti quelli della sua generazione, che non potevano farsi vedere in pubblico se non facevano sfoggio di stretta ortodossia.

      Cito:

      "Qualcuno era comunista perche' aveva bisogno di una spinta verso qualcosa di nuovo.

      Perche' era disposto a cambiare ogni giorno.

      Perche' sentiva la necessita' di una morale diversa.

      Perche' era solo una forza, un volo, un sogno, era solo uno slancio, un desiderio di cambiare le cose, di cambiare la vita.

      Qualcuno era comunista perche' con accanto questo slancio ognuno era come piu' se stesso, era come due persone in una. Da una parte la personale fatica quotidiana e dall'altra il senso di appartenenza a una razza che voleva spiccare il volo per cambiare veramente la vita.

      No, niente rimpianti. Forse anche allora molti avevano aperto le ali senza essere capaci di volare, come dei gabbiani ipotetici.

      E ora? Anche ora ci si sente come in due, da una parte l'uomo inserito che attraversa ossequiosamente lo squallore della propria sopravvivenza quotidiana e dall'altra il gabbiano, senza piu' neanche l'intenzione del volo, perche' orai il sogno e' rattrappito.

      Due miserie in un corpo solo."

      Eh, troppo facile ciccio. Niente rimpianti? Ah bella questa.

      Elimina
    29. Eh, va be', non caricarci troppo "peso", che la mia citazione era dovuta solo all'assonanza tra la tua frase e il testo della canzone. Senza secondi fini. Tutt'al più con un paio di quarti spessi... (che cesso di battuta!) :D

      Elimina
    30. Be', nonostante la mia battuta fosse di bassissimo profilo, direi che la rassegna che mi proponi ha un profilo assai più basso. E, come aggravante, non è neppure umoristica. Ah, tra parentesi, com'è che non riesco a stupirmi di fronte a questi dietro-front?

      Elimina
  6. Ps Uomo, su blogger si possono utilizzare plugin?
    Perché il non poter editare i commenti ė piuttosto scomodo, soprattutto se uno scrive di fretta e ha bisogno di aggiungere/modificare concetti od ortografia. Consiglio, se fosse possibile, Disqus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I commenti e i post non sono gestiti da plugin per il semplice fatto che sono registrati da Blogger secondo le sue specifiche interne.
      Per poterli modificare li dovresti registrare su una piattaforma diversa, vuol dire che non ci sono su Blogger, con le ovvie consegunenze.

      Se vuoi modificare un commento ti tocca cancellarlo e ripostarlo.

      Elimina
    2. Capito. Io gestisco un sito per lavoro ed ė su Wordpress, da qui la domanda.

      Elimina
    3. Quando ho tempo, scrivo il testo in un programma di editing con tanto di controllo sintattico e poi ricopio il testo qui.

      Elimina
  7. Da qui: La lotta Merkel-Schaeuble e la rivolta dei falchi di Berlino: "Basta con il ricatto italiano"

    Il discorso non fa una piega, dal punto di vista tedesco. Bisogna dare i tre miliardi promessi alla Turchia, scandisce, "perché impedisca ai rifugiati di venire in Europa". Ma quei soldi "potrebbero diventare di più". Quindi, "non ci faremo ricattare dall'Italia, che non vuole pagare la sua parte. E la comunità internazionale - conclude - deve dare più soldi per i campi profughi in Libano e Giordania". Schaeuble, si sa, ha già annunciato che dedicherà ogni centesimo del surplus di bilancio - ad oggi oltre dodici miliardi di euro - per i profughi. È la principale sfida di questa fase politica. E a Duesseldorf il navigato politico conservatore ribadisce persino che il pareggio di bilancio non è un tabu, se si tratta di finanziare spese extra per i rifugiati. Ma per funzionare, la strategia di Berlino sui rifugiati - che mira anche a riconquistare una parte di elettorato in fuga - ha bisogno di una sponda internazionale. E l'Italia si pone da settimane, non senza qualche buona ragione, come un ostacolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si c'è solo un piccolo problema: l'Italia è in bancarotta.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Grazie Io!

      Stamani sentivo, al GR, le farneticazioni di politicastri, la Bonino, un pentastellato, un Selcomunista, ma nessuno come R. è riuscito a riunire tutto in questo orribile ciarpame che, quotidianamente, abbatte ogni record di peggio.

      Mi hai preceduto.

      Elimina
  8. Stavo dicendo che oltre il problema stra-noto del Debito Pubblico sproporzionato che continuiamo ad ignorare anzi ad incrementare in omaggio ai "dotti economisti", mentre il Caro Leader sta cazzeggiando in Africa con l'air force one preso in leasing, a Milano capitano cosette cosi:
    Borsa affondata.

    L'andamento della Borsa è il sintomo di una economia farlocca che non sta affatto procedendo a gonfie vele verso la "ripresa" grazie alle "coraggiose riforme" del Caro Leader.

    Invito tutti a guardarsi attorno, cosi, per vedere com'è la situazione, quella per cui abbiamo bisogno di 30 milioni di immigrati perché le fabbriche non trovano manodopera. Quella per cui la priorità sono "i diritti". Eccetera.

    Aspettiamo fiduciosi che saltino per aria delle banche di quelle grosse cosi vediamo quanto ha imparato il Caro Leader della storia del compagno Tsipras.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendi la selezione del filtro passamerda (che migliora di anno in anno) e mettile potere, tanto potere, nelle mani.
      Ecco i risultati.

      Elimina
  9. Austria, profugo iracheno violenta bimbo di 10 anni.

    Da notare il paragrafo:
    Le violenze, scrivono i media austriaci, sono state tali che il bambino era stato ricoverato per le ferite riportate. L'uomo, che era arrivato in Austria il 5 settembre seguendo i flussi di profughi provenienti dalla pista balcanica, aveva trovato lavoro a Vienna come conducente di taxi. Dopo il fermo, ha confessato lo stupro tentando di giustificarsi sostenendo che era "in uno stato di emergenza sessuale" perché da quattro mesi non aveva rapporti. L'uomo ha anche aggiunto di avere una moglie ed una figlia in Iraq.

    RispondiElimina
  10. La questione, bulutn, assolutamente oggettiva, veramente neutra, è che se tu prendi sterminate quantità di maschi succedono gravi casini (vedi lavoro di Gunnar Heinsohn et. al.).
    Se li catapulti su un territorio invaso ancora meglio per la gioiosa e colorata opportunità. Sabato ho visto Redivivo e cosa succede? Un manipolo di allegri, esuberanti e culturali invasori francesi prendono una donna pellerossa e la violentano.

    Se la cultura degli invasori è misogina (considerare il passo del corano secondo cui "Le vostre donne sono per voi un campo di lavoro: andate nel vostro campo come vorrete”) allora butti solo della benzina su un fuoco.

    Solo che questo fatto oggettivo è fumo negli occhi per i panmixisti, sostituzionisti e i loro schemi di pensiero razzisti (antirazzisti ovvero razzisti positivisti oppure direttamente razzisti, in senso classico, ad esempio nella reificazione e sfruttamento di subumane poracce per i capricci degli egoici diversamente sessuali).

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.